lo slalom città DI CAMMARATA E SAN GIOVANNI GEMINI RItorna IL 24 NOVEMBRE
lo slalom città DI CAMMARATA E SAN GIOVANNI GEMINI RItorna IL 24 NOVEMBRE
Nebrosport in top ten allo Slalom di Sambatello
Nebrosport in top ten allo Slalom di Sambatello
Premiazioni CAMPIONATO REGIONALE ACI SPORT SARDEGNA SLALOM 2019
Premiazioni CAMPIONATO REGIONALE ACI SPORT SARDEGNA SLALOM 2019
Ottimi riscontri in ambito Slalom per i portacolori della RO racing.
Ottimi riscontri in ambito Slalom per i portacolori della RO racing.
Impegno su due fronti per RO racing questo weekend.
Impegno su due fronti per RO racing questo weekend.
Tripla validità per il 12° Slalom di Avola
Tripla validità per il 12° Slalom di Avola
IL CATANESE PUGLISI (RADICAL) VINCE IN VOLATA IL 13° autoslalom città dei musei
IL CATANESE PUGLISI (RADICAL) VINCE IN VOLATA IL 13° autoslalom città dei musei
L’attesa è ora finita. domani, alle 9.00, via al 13° autoslalom città dei musei
L’attesa è ora finita. domani, alle 9.00, via al 13° autoslalom città dei musei
IL 13° slalom città dei musei ‘dei record’ ACCENDE I MOTORI. DOMANI LE VERIFICHE
IL 13° slalom città dei musei ‘dei record’ ACCENDE I MOTORI. DOMANI LE VERIFICHE
Doppio centro Nebrosport nel weekend degli Slalom
Doppio centro Nebrosport nel weekend degli Slalom
CLAMOROSO RECORD PER IL 13° autoslalom città dei musei: SONO 178 GLI ISCRITTI!
CLAMOROSO RECORD PER IL 13° autoslalom città dei musei: SONO 178 GLI ISCRITTI!
Marco Segreto campione siciliano e vincitore coppa Aci sport.
Marco Segreto campione siciliano e vincitore coppa Aci sport.
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
SULLA RAMPA DI LANCIO IL 13° AUTOSLALOM CITTÀ DEI MUSEI A CHIARAMONTE GULFI
SULLA RAMPA DI LANCIO IL 13° AUTOSLALOM CITTÀ DEI MUSEI A CHIARAMONTE GULFI
Manfrin si riconferma
Manfrin si riconferma
IL 2019 DI PACCAGNELLA IN ARCHIVIO CON IL BOLCA
IL 2019 DI PACCAGNELLA IN ARCHIVIO CON IL BOLCA
Ritorno alle gare per il veterano : Antonino Bonino
Ritorno alle gare per il veterano : Antonino Bonino
Guarino al via del 18º Slalom Monte Condrò per festeggiare il titolo di Campione Italiano Slalom 2019.
Guarino al via del 18º Slalom Monte Condrò per festeggiare il titolo di Campione Italiano Slalom 2019.
PACCAGNELLA CI HA PRESO GUSTO, VIA AL BOLCA
PACCAGNELLA CI HA PRESO GUSTO, VIA AL BOLCA
CARMELO COVIELLO SI CONFERMA RE DI SANTA CATERINA
CARMELO COVIELLO SI CONFERMA RE DI SANTA CATERINA
Morali 6º assoluto allo Slalom Civitavecchia Terme Traiane.
Morali 6º assoluto allo Slalom Civitavecchia Terme Traiane.
E’ RECORD DI ISCRITTI AL “SANTA CATERINA”
E’ RECORD DI ISCRITTI AL “SANTA CATERINA”
lo slalom città dei musei riparte dopo sette anni: motori accesi il 20 ottobre
lo slalom città dei musei riparte dopo sette anni: motori accesi il 20 ottobre
7º Slalom Civitavecchia Terme Traiane, Morali al via con RO racing.
7º Slalom Civitavecchia Terme Traiane, Morali al via con RO racing.
RUBINI, POSITIVO, È SECONDO ALLO SLALOM DI ESTE
RUBINI, POSITIVO, È SECONDO ALLO SLALOM DI ESTE
AD ESTE IL GHIACCIO SI È ROTTO PER PACCAGNELLA
AD ESTE IL GHIACCIO SI È ROTTO PER PACCAGNELLA
CASA CONQUISTA LA VETTA DEL COLLI EUGANEI
CASA CONQUISTA LA VETTA DEL COLLI EUGANEI
MAX RACING ALLA FESTA DEL “SANTA CATERINA”
MAX RACING ALLA FESTA DEL “SANTA CATERINA”
Slalom, Piu chiude in Gloria a Nuoro
Slalom, Piu chiude in Gloria a Nuoro
7°Slalom “Civitavecchia-Terme Traiane”
7°Slalom “Civitavecchia-Terme Traiane”
ACCETTULLI, A CASA, RITROVA IL PRIMO AMORE
ACCETTULLI, A CASA, RITROVA IL PRIMO AMORE
BALDON RALLY, CASA E L'ITALIANO SLALOM AD ESTE
BALDON RALLY, CASA E L'ITALIANO SLALOM AD ESTE
MAMMA PACCAGNELLA, AD ESTE, TORNA AL VOLANTE
MAMMA PACCAGNELLA, AD ESTE, TORNA AL VOLANTE
RUBINI GIOCA IN CASA, ALLO SLALOM DEI COLLI EUGANEI
RUBINI GIOCA IN CASA, ALLO SLALOM DEI COLLI EUGANEI
RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.
RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.
Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani”
Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani”
La Vesuvio sugli scudi al Maxislalom di Roccadaspide
La Vesuvio sugli scudi al Maxislalom di Roccadaspide
Pedrini re di uno «Slalom Val di Sole» bagnato Il trentino si mette dietro Gurschler e Lechner
Pedrini re di uno «Slalom Val di Sole» bagnato Il trentino si mette dietro Gurschler e Lechner
8º Maxislalom di Roccadaspide bene Giuseppe Poppa.
8º Maxislalom di Roccadaspide bene Giuseppe Poppa.
La Vesuvio al Maxislalom di Roccadaspide in 14
La Vesuvio al Maxislalom di Roccadaspide in 14
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

Movisport all’ultima “tricolore” del Tuscan Rewind: gli sterrati senesi per esaltare Scandola, Taddei ed Hoelbling

In totale sono ben cinque, i portacolori del sodalizio reggiano pronti a dare battaglia in un percorso carico di storia rallistica. Al Rally du Var, in Francia, torna il russo Gryazin, affrontando un plateau di specialisti francesi dell’asfalto.

 

 

 

Reggio Emilia, 20 novembre 2019 

Sono cinque, i portacolori  MOVISPORT che questo fine settimana prenderanno il via al 10. Rally Tuscan Rewind, ultima prova del tricolore rally ed anche del “terra” a Montalcino (Siena). 

Un tris di Hyundai i 20 R5 è pronto a dare battaglia per i vertici, con la fascia di “capitano” che è per Umberto Scandola, con la vettura ufficiale della Casa sudcoreana. In coppia con Guido D’Amore, il pilota veronese punta a due obiettivi: quello primario è cercare di accaparrarsi il secondo posto nel Campionato Terra affrontando a spada tratta il suo più temibile avversario, il padovano Marchioro, oltre a cercare di creare scompiglio per la corsa che assegnerà il tricolore assoluto 2019.

Comunque sia, Scandola è uno dei più attesi, in terra senese, così come lo saranno gli altri due con la i20 R5, vale a dire Alessandro Taddei, con Gaspari alle note, e Luca Hoelbling con Fiorini. Entrambi specialisti degli sterrati non sarà difficile vederli in alto, certamente anche loro pronti a farsi notare nel plateau del “tricolore”. 

Piergiorgio Bedini - Marco Pollicino, su una Mitsubishi Lancer Evolution e Giovanni Baruffa Benvenuto - Jessica Rosa (Under 23) sulla Peugeot 208 R2 sono gli altri due equipaggi portacolori che potranno dire la loro in una sfida certamente “calda”.

Bedini punta deciso al Gruppo N, Baruffa dovrà impegnarsi a fondo un una classe molto competitiva, cercando un riscontro di valore. 

Il via della gara è previsto per venerdì 22 dalla storica Piazza del Popolo a Montalcino, transito della prima vettura alle 14:30. Dopo lo svolgimento della prova “televisiva” di San Giovanni D’Asso (2,5 km), è prevista l’assistenza per poi concludere la giornata con il riordino notturno.

Sabato mattina veglia presto per lo start della prima prova, “Pieve a Salti” di 11,19 km, alle 7:34, questa come “La Sesta” di 7,18 km saranno ripetute due volte, mentre per la lunga “Torrenieri-Castiglion del Bosco” di ben 27,39 km le ripetizioni saranno tre. La sfida sarà su 120,96 km su un totale di 296,5. Palco d’arrivo alle 16:00 sempre in piazza a Montalcino. 

Altra trasferta all’estero, poi, con una delle gare più celebri in Europa, il Rally du Var, in Francia. A Saint Maxime, regione della Provenza-Alpi-Costa Azzurra, sarà al via il russo Nokolay Gryazin, in coppia con Fedorov, ovviamente sulla Skoda Fabia R5 della SRT. Protagonista del mondiale WRC-2, l’equipaggio russo si mette in discussione in un contesto molto difficile quale quello degli asfalti della Costa Azzurra, contro veri e propri specialisti oltre che tra i migliori piloti transalpini. Sarà dunque un ottimo test e banco di prova a tutto tondo per proseguire a crescere. 

Lo scorso fine settimana doppia presenza allo Special Rally Circuit by Vedovati Corse, come sempre ospitata all'Autodromo Monza Eni Circuit.  Masha Mularo, in coppia con Milena Danese sulla Abarth 124 di Bernini Rally ha finito aggiudicandosi la classe RGT mentre Zanazio-Ricci, con una Skoda Fabia R5, hanno terminato il 15^ posizione di classe.  

 

 

#Rally #Movisport  #HyundaiR5 #Rally #CIRally  #CIRT  #TTRS  #Montalcino  #TuscanRewind2019  #Siena #sterrato  #motorsport #gravel  #Buonconvento 

 #motorsport  #rallypassion  #sterrato #SkodaFabiaR5 #Gryazin #GryazinFedorov #SRT #RallyduVar  #SaintMaxime     

 

 

NELLA FOTO:  Scandola in azione (Bettiol)

 

 

UFFICIO STAMPA

CLUB 91 SQUADRA CORSE BRILLA AL VALPANTENA

Mercoledì, 20 Novembre 2019 11:40 Published in Rally

CLUB 91 SQUADRA CORSE BRILLA AL VALPANTENA 

Nell'evento clou per la regolarità sport, a livello nazionale, il sodalizio di Rubano chiude al secondo posto tra le scuderie, lottando a lungo per l'assoluta con Ferrara.

 

 

Rubano (PD), 20 Novembre 2019 – Un Revival Rally Club Valpantena che lancia nel gotha della regolarità sport nazionale Club 91 Squadra Corse, al termine di una due giorni che la ha vista chiudere al secondo posto nella classifica riservata alle scuderie e lottare, per tutta la durata della competizione, per la vittoria assoluta, sfumata solo sul finale, con Alberto Ferrara.

Al pilota di Padova, su Opel Kadett GTE con a Filippo Viola, il boccone più amaro da digerire: in testa nell'inferno della prima tappa, nel diluvio incessante del Venerdì, e sempre in lotta con mostri sacri come Mozzi, Bentivogli ed Argenti, l'alfiere della scuderia di Rubano ha perso brillantezza nelle ultime tre prove, scendendo al quarto assoluto e secondo in ottava divisione.

“Riuscire a salire al secondo posto nella classifica scuderie è un grosso traguardo per noi” – racconta Martinello (presidente Club 91 Squadra Corse) – “in quello che possiamo considerare l'evento più importante dell'anno per la regolarità sport. Ottenerlo in condizioni meteo quasi proibitive è un ulteriore valore aggiunto. Peccato per Ferrara, aveva le carte in regola per giocarsi la vittoria assoluta e sarebbe stato un risultato storico per la nostra scuderia.” 

Debutto a podio, secondo di nona divisione, in un'edizione particolarmente ostica del Valpantena per il patavino Fabio Sorgato, assieme all'eterno Claudio Rosina sulla Peugeot 205 GTI, il quale ha recriminato un avvio di gara forse troppo abbottonato.

Lo segue, ai piedi del podio in nona divisione, Andrea Gallo e la sua Suzuki Swift, condivisa con Andrea Paccagnella, il quale ha saputo frenare la propria irruenza, nonostante la foratura avvenuta sulla pedana di partenza, e rivelarsi determinante per il podio nella classifica scuderie.

Non ha lesinato spettacolo, nonostante una prima tappa resa quasi impossibile da una pioggia torrenziale, il sempre funambolico Mariano Ferraretto, con Angela Pezzo sull'Opel Ascona 400.

Il pilota di Este, complice problemi fisici alla schiena, non ha potuto correre con costanza, in questo 2019, ma è comunque rimasto tra i più gettonati tra fotografi e video operatori.

Una linea seguita anche da Davide Ferraretto, arrivato direttamente da Sassari ed in coppia con Mario Pezzo, e da Simone Cesaro, affiancato da Silvia Lazzaretto, per deliziare lo stoico pubblico assiepato sul percorso, entrambi al volante di una BMW M3.

Vecchia guardia sugli scudi grazie al buon quinto posto di Flavio Furlan, con Felice Martini sull'Opel Ascona SR: il pilota di Lozzo Atestino ha messo in campo tutta la propria esperienza, dimostrandosi a proprio agio nelle proibitive condizioni meteo del Venerdì.

La dea bendata non si è dimostrata clemente con il debuttante Francesco Turatello, in coppia con Flavio Ravazzolo sulla Fiat 131 Racing, abbandonato dal differenziale sulla seconda prova del Sabato e nemmeno con il presidente Daniele Martinello, assieme a Nicola Zennaro sulla Fiat Ritmo Abarth 130 TC, rallentato da problemi di sincronizzazione con il cronometro.

Un guasto al cambio, ad inizio seconda tappa, ha bloccato Loris Faggioni, con Andrea Melotti sulla Peugeot 205 GTI, mentre noie elettriche alla splendida Lancia Rally 037, in livrea Martini, hanno compromesso la gara di Fulvio Furlan, affiancato a destra da Marina Clescovich.

CORINNE FEDERIGHI TORNA AL VOLANTE: PRESENTE AL GRAN FINALE TRICOLORE DEL TUSCAN REWIND

La driver massese chiamata a ben figurare sulle strade dell’ultimo atto del Campionato Italiano Rally, in scena nel weekend nella provincia di Siena.

 

 

 

Massa, 20 novembre 2019

L’occasione per riaffacciarsi alle porte del palcoscenico più ambito, ad otto mesi dall’ultima esperienza al volante. Corinne Federighi, pilota massese con un curriculum da pluri vincitrice del Campionato Italiano Rally “femminile” sarà al via del Tuscan Rewind, appuntamento che manderà in archivio la massima espressione della specialità. Ad appena una settimana dall’ultima apparizione agonistica, nelle vesti di copilota di Marco Runfola al Rally Day di Pomarance, la portacolori della scuderia Project Team sarà chiamata al confronto con un plateau di competitor di elevata caratura, su fondi sterrati mai affrontati prima d’ora. 

Una partecipazione incentrata, ancora una volta, sull’utilizzo della Renault Clio R3C messa a disposizione dal team SMD Racing, vettura che le ha garantito ampie soddisfazioni e ben tre titoli nazionali. Ad affiancare Corinne Federighi, nel ruolo di copilota, sarà Giacomo Ciucci. Una collaborazione, la prima con l’esperto lucchese, che ha confermato l’esigenza – da parte della driver massese – di valutare nuovi elementi ed ottenere risposte utili in ottica futura. 

“Una bella sensazione, tornare ad affrontare le speciali del Tricolore – il commento di Corinne Federighi – anche se i mesi di inattività potrebbero giocare un ruolo fondamentale nella fase iniziale. Al mio fianco siederà, per la prima volta, Giacomo Ciucci ed anche questa sarà una bella occasione per affrontare in modo diverso una gara che non ho mai affrontato prima d’ora. Le condizioni per rendere al meglio ci sono tutte, sarà una valida occasione per concentrarsi sulla guida senza particolari obblighi di campionato”.

Il tracciato di gara è stato disegnato su 280,720 chilometri, dei quali 120,390 di otto prove speciali, oltre alla “Superprova” che aprirà la contesa venerdì 22 novembre a metà pomeriggio (ore 15,05), dopo la partenza prevista da Montalcino-Piazza del Popolo alle 14,30. Le restanti sette “piesse” saranno disputate sabato 23 novembre, con uscita dal riordinamento notturno di Montalcino alle 7,01 e bandiera a scacchi che sventolerà, sempre nel “cuore” di Montalcino, dalle ore 16,00.

 

Nella foto (free copyright): Corinne Federighi.

 

UFFICIO STAMPA – CORINNE FEDERIGHI

ARRIVA IL 10° TUSCAN REWIND: GLI STERRATI SENESI PRONTI AD ASSEGNARE IL “TRICOLORE” RALLY. BASSO, CAMPEDELLI, CRUGNOLA, ROSSETTI IN LOTTA PER LO SCUDETTO

Questo fine settimana il gran finale del “tricolore” rally chiuderà un’annata avvincente con ben 123 iscritti ed un percorso di grande tradizione rallistica. Le validità per il “tricolore” su Terra e per il Trofeo Terra Rally Storici e la gara di “Regolarità sport” completano il plateau di un evento di alto valore, nel quale sarà presente la “star” Tony Cairoli, nove volte iridato di motocross, al suo debutto su strada bianca

 

 

Montalcino (Siena), 19 novembre 2019

E’ questa la settimana decisiva, per il Campionato Italiano Rally (CIR). La lotta per lo scudetto, arrivata proprio all’ultima chance disponibile, quella del 10° TUSCAN REWIND, l’ultima prova del Campionato Italiano Rally, organizzato da Eventstyle, con partenza ed arrivo a Montalcino.

Non sarà un solo rally, ma ben quattro competizioni in un solo evento. Lo scenario inimitabile delle campagne senesi, cariche di grande tradizione sportiva sarà infatti epilogo anche del “tricolore terra” (CIRT, che ha il titolo già assegnato al Francese Consani) e del “Trofeo Terra Rally Storici” (TTRS), oltre a prevedere una competizione di “regolarità sport”.

LE VICENDE “TRICOLORI” CARATTERIZZATE DA UNA CLASSIFICA CORTA

Si parte dal dato importante, il numero di adesioni, 123, dei quali 85 nella gara “moderna”, ai quali si aggiungono i 31 equipaggi della gara “historic” e 7 della “regolarità sport”. Scorrendo l’elenco, si nota la messe di vetture “top car”, le R5 (trazione integrale, 1600 cc. turbo), ben 28, conferma che il week end che sta arrivando sarà decisamente “stellare”.

Sono quattro i “top player” che si giocheranno lo scudetto: nell’ordine di classifica Giandomenico Basso, Simone Campdelli, Andrea Crugnola, Luca Rossetti. Poi c’è il coefficiente maggiorato della gara, i due scarti ed ai fini della compilazione della classifica per il titolo assoluto piloti, nessuno sarà trasparente.

La possibilità che qualsiasi equipaggio che giungerà nei primi dieci toglierà punti agli iscritti CIR, rende i calcoli previsionali decisamente difficili. Un finale dunque appassionante, decisamente da “thrilling”. 

Il leader, Giandomenico Basso (Skoda Fabia R5 - 84,50 punti), 49 anni trevigiano da Cavaso del Tomba, già Campione italiano nel 2007 e 2016, nonchè Campione europeo nel 2006 e 2009, si aggiudica il titolo se: vince la gara oppure se  arriva secondo ma non vince Simone Campedelli. Quest’ultimo (Ford Fiesta R5 - 68,75 punti), romagnolo di 33 anni, già Campione su Terra nel 2007, può fare suo il titolo se pure lui vince la gara oppure se arriva secondo ma non vincono né Basso, né Andrea Crugnola. Il terzo della lista è proprio il 30enne varesino (VolksWagen Polo R5 - 67,25 punti) “tricolore” Junior nel 2013 e Campione Italiano Rally Asfalto 2018 e 2019. Il driver di Calcinate del Pesce incamera il titolo se vince il “Tuscan” ma Basso non arriva secondo, oppure arriva secondo ma Basso e Campedelli vanno oltre il terzo posto e Luca Rossetti (Citroen C3 R5) non vince. L’ultimo della lista è proprio lui, “Rox”, pilota ufficiale Citroen, con 65,50 punti. Friulano di Pordenone, 43 anni, tre volte Campione Europeo (2008, 2010 e 2011), Campione Italiano nel 2008 ed anche Campione di Turchia nel 2012, vince il titolo se primeggia in gara ma Basso e Campedelli non arrivano secondi.

Riflettori puntati poi anche su altri “nomi” iscritti, tutti in grado di farla da protagonisti e certamente da “arbitri” alla corsa tricolore, a partire dal blasonato Paolo Andreucci, il Campione Italiano uscente (Peugeot 208 R5), al veronese Umberto Scandola (Hyundai i20 R5), al neo Campione su terra, il francese Stephane Consani (Skoda Fabia R5), poi il modenese Andrea Dalmazzini (Ford Fiesta R5), per proseguire con il padovano Nicolò Marchioro (Skoda Fabia R5), sino ad un altro pluridecorato come il trentino Renato Travaglia, anche lui campione italiano più volte e Campione Europeo (Skoda Fabia R5). La lista ci coloro che movimenteranno la scena continua con l’altro veneto Giacomo Costenaro (Skoda Fabia R5) per parlare poi anche del giovane Alberto Battistolli, il figlio del grande “Lucky” (che sarà in gara nelle “storiche”), alla sua seconda gara con una vettura “moderna” su terra, avendo una Fabia R5.

Il veronese Luca Hoelbling (Hyundai i20), il gentleman trentino Luciano Cobbe ed il greco innamorato degli sterrati italiani Joannis Papadimitriou (entrambi con una Fabia R5), Robert Consani (fratello maggiore di Stephane), poi Edoardo Bresolin (Skoda Fabia), Alessandro Taddei (Hyundai i20), Tullio Versace (Skoda Fabia R5) ed anche l’aretino Squrcialupi (Ford Fiesta), completano il lotto di piloti che andrà ad animare le due giornate di gara.

Poi c’è lui, la “star”, Tony Cairoli. Non certo nuovo alle esperienze rallistiche, il nove volte Campione del mondo di motocross, da quella vincente al Monza Rally Show del 2018 al  Tindai Rally solo per citare le ultime, sarà uno dei protagonisti attesi del 10° Tuscan Rewind, al via affiancato da Anna Tomasi con una Skoda Fabia R5. Inutile dire che il suo paddock sarà preso d’assalto anche da tanti appassionati di moto, visto che è un personaggio molto amato. 

Da seguire anche il senese, proprio di Montalcino, Valter Pierangioli, con la fida Mitsubishi Lancer Gruppo R, pronto a gettarsi nella mischia promettendo battaglia a tutti. 

Luci della ribalta pure sul Campionato Italiano Junior, che termina anch’esso in terra di Siena, con il siciliano Marco Pollara (60,75 punti) già virtualmente vincitore in quanto è assente l’unico che poteva insidiarlo, il molisano Giuseppe Testa (54,25 punti). 

Lotta sul filo di lana anche per il Campionato Costruttori, con Ford al comando con 7,25 punti in più di Citroen. Stessa situazione nel Campionato Costruttori 2 ruote motrici, con solamente 3,5 punti che dividono Peugeot da Ford, a vantaggio della casa francese. Nei due campionati costruttori valgono tutti i risultati acquisiti, con coefficiente di 1,5 per la gara senese. In questo caso, la Casa “del leone” schiera l’ufficiale fiorentino Tommaso Ciuffi, già Campione “Due ruote motrici”) e sempre in casa Peugeot si attendono scintille per l’ultima fatica del monomarca “Competition top” con il leader Griso, che dovrà difendersi dalle incursioni degli altri in lizza, Guglielmini, Nicelli, Trevisani e Cogni. 

IL PERCORSO

Il tracciato di gara è stato disegnato su 280,720 chilometri, dei quali 120,390 di Prove Speciali, otto totali, due da ripetere due volte, una per tre volte (la più lunga del rally), oltre alla “Superprova” che aprirà la contesa venerdì 22 novembre a metà pomeriggio (ore 15,05), dopo la partenza prevista da Montalcino-Piazza del Popolo alle 14,30. 

SFIDE “CALDE” ATTESE PURE NELLA PARTE  “HISTORIC”, CON IL PERCORSO PIU’ CORTO

Nomi altisonanti anche nella parte “storica”, ultima prova del TROFEO TERRA RALLY STORICI. Parte favorito Luigi “Lucky” Battistolli, quest’anno di nuovo Campione Europeo. Con la sua Lancia Delta integrale dovrà vedersela con il sempre veloce ed affidabile Simone Romagna, su vettura analoga.  E certamente vorrà farsi notare sulle strade amiche anche l’altro montalcinese, innamorato del marchio Lancia, Nicolò Fedolfi, al via con una “integrale” della sua ampia collezione. Conta poi di fare spettacolo e “temponi”, pur con un occhio al Campionato, anche Mauro Sipsz, al via con una Lancia Rally 037, mentre per l’economia del Campionato certamente si avrà una gara concreta da parte di  Andrea Guggiari (Ford Escort MkII) e spettacolo si attende anche dalla trazione posteriore della Talbot Lotus del funambolo Federico Ormezzano.

Il tracciato di gara per la parte “historic” è stato disegnato più corto di quello riservato alle “moderne”: 186 chilometri, dei quali 75 di Prove Speciali, cinque totali, tre da ripetere una volta, una per due volte (la più lunga del rally), oltre alla “Superprova”.  Il parco di assistenza sarà a Buonconvento (previsto anche il refuelling di carburante), i riordinamenti in totale sono due: quello notturno tra i due giorni di gara previsto a Buonconvento, l’altro a Poggio Landi.

 

PROGRAMMA

 

Mercoledì 20 novembre

19:00 - 21:00 Verifiche Sportive per gli iscritti CIR, prioritari e conduttori R5, al Museo Lancia di Buonconvento

 

Giovedì 21 novembre

12:00 - 19:00 Verifiche Tecniche conduttori iscritti CIR, prioritari e conduttori R5, al Museo Lancia

19:00 - 21:00 Verifiche Sportive per gli altri equipaggi, al Museo Lancia

19:30 - 21:30 Verifiche Tecniche per gli altri equipaggi, al Museo Lancia

 

Venerdì 22 novembre

8:00 - 10:30 Shakedown per i piloti CIR e CIRT, Loc. Piana – Buonconvento

10:30 - 12:30 Shakedown per tutti gli altri concorrenti

14:30 Partenza del primo concorrente da Piazza del Popolo a Montalcino

15:12 ps.1 "Superspeciale San Giovanni D'Asso" di 2,05 km

15:42 - 16:12 Parco Assistenza

16:17 Ingresso riordino notturno a Buonconvento

 

Sabato 23 novembre

7:01 Uscita dal riordino notturno

7:06 - 7:21 Parco Assistenza

7:34 ps.2 "Pieve a Salti 1" di 11,19 km

8:06 ps.3 "Torrenieri - Castiglion del Bosco 1" di 27,39 km

8:52 ps.4 "La Sesta 1" di 7,18 km

9:40 - 10:02 Riordino a Caparzo

10:12 - 10:42 Parco Assistenza

10:55 ps.5 "Pieve a Salti 2" di 11,19 km

11:27 ps.6 "Torrenieri - Castiglion del Bosco 2" di 27,39 km

12:13 ps.7 "La Sesta 2" di 7,18 km

13:01 - 14:23 Riordino a Caparzo

14:33 - 15:03 Parco Assistenza

15:21 ps.8 "Torrenieri - Castiglion del Bosco 3" di 27,39 km

16:00 Arrivo della prima vettura a Montalcino

 

Il sito internet ufficiale dell’evento, all’indirizzo https://www.tuscanrewind.com/ è in costante aggiornamento per rendere fruibile a tutti gli interessati la notevole mole di documenti necessari per seguire l’evento, dall’appassionato a chi vi vorrà correre, agli addetti ai lavori.

 

NELLA FOTO ALLEGATA: BASSO-GRANAI, i leader del Campionato italiano (foto Simone Calvelli)

 

#Rally #CIRally  #CIRT  #TTRS  #Montalcino  #TuscanRewind2019  #Siena  #sterrato  #motorsport #gravel  #Buonconvento 

 

 https://www.tuscanrewind.com/

 

UFFICIO STAMPA

XRace Sport Cala il poker al “Tuscan Rewind”

Mercoledì, 20 Novembre 2019 11:23 Published in Rally

XRace Sport Cala il poker al “Tuscan Rewind”

Gara irrinunciabile, l’ultima del “tricolore” rally, con anche le vetture storiche, dove la X Rossa sarà al via con quattro portacolori.

 

 

20 novembre 2019

X Race Sport sarà al via, questo fine settimana al 10° Tuscan Rewind, ultimo atto del tricolore rally, sui magici sterrati del senese, con Montalcino il cuore pulsante. 

Nell’esclusivo plateau di partecipanti, la X Rossa sarà portata in gara un poker di portacolori, con portabandiera certamente Andrea Dalmazzini, affiancato da Andrea Albertini, al debutto con l’ultima versione evoluta della Ford Fiesta R5. La coppia modenese, quest’anno a corto di gare, andrà alla ricerca del risultato d’effetto nel bel mezzo del gran finale che assegnerà il titolo italiano, arrivando ad essere, con altri grandi piloti, anche arbitro per la corsa tricolore.

Al via della gara nel senese anche il locale Nicolò Fedolfi, in coppia con Cardinali, su una delle Lancia Delta Integrale della sua collezione, gareggiando quindi – sulle strade amiche – nella parte “historic”.

Casadei – Graffieti, su una Skoda Fabia, cercheranno anche loro di farsi notare tra le ben 28 vetture R5 al via, compito non facile, ma che vale la pensa di provare viste anche le strade “mondiali” che andranno ad affrontare. Ai nastri di partenza anche Nardelli-Alfieri, con una Renault Clio RS Gruppo N.

Il via della gara è previsto per venerdì 22 dalla storica Piazza del Popolo a Montalcino, transito della prima vettura alle 14:30. Dopo lo svolgimento della prova “televisiva” di San Giovanni D’Asso (2,5 km), è prevista l’assistenza per poi concludere la giornata con il riordino notturno.

Sabato mattina veglia presto per lo start della prima prova, “Pieve a Salti” di 11,19 km, alle 7:34, questa come “La Sesta” di 7,18 km saranno ripetute due volte, mentre per la lunga “Torrenieri-Castiglion del Bosco” di ben 27,39 km le ripetizioni saranno tre. La sfida sarà su 120,96 km su un totale di 296,51  Palco d’arrivo alle 16:00 sempre in piazza a Montalcino. 

Lo scorso fine settimana, alla quarta edizione dello Special Rally Circuit by Vedovati Corse,  come sempre ospitata all'Autodromo Monza Eni Circuit. La X Rossa è stata portata in gara da Simone Giovanelli ed Erika Vappiani, con una Peugeot 208 R2, vettura che ritrovavano dopo oltre un anno.

L’equipaggio reggiano, alla sua seconda gara stagionale,  ha finito in nona posizione di classe in una gara particolare, dove hanno cercato soprattutto di togliersi la “ruggine” della poca attività agonistica svolta quest’anno.

 

#Rally #XRaceSport  #motorsport  #Rally #CIRally  #CIRT  #TTRS  #Montalcino  #TuscanRewind2019  #Siena  #sterrato  #motorsport #gravel  #Buonconvento  #GiovanelliVappiani #Peugeot208R2  #MonzaEniCircuit #SpecialRallyCircuitVedovati

 

 

 

www.xracesport.com

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

UFFICIO STAMPA 

Dani Sordo e Andreas Mikkelsen al Monza Rally Show

Martedì, 19 Novembre 2019 11:15 Published in Rally
I piloti guideranno nel Monza Eni Circuit le Hyundai i20 R5
Dani Sordo e Andreas Mikkelsen al Monza Rally Show 
Hyundai Motorsport festeggerà il titolo costruttori del mondiale rally a Monza

SIMONE MIELE VINCE ANCORA LO SPECIAL RALLY CIRCUIT

Martedì, 19 Novembre 2019 09:00 Published in Rally

SIMONE MIELE VINCE ANCORA LO SPECIAL RALLY CIRCUIT

Il pilota della Dream One Racing trionfa a Monza con Mario Cerutti sulla Citroen DS3 WRC come un anno fa.

 

 

Monza- Il 17 è il numero degli scaramantici ma Simone Miele proprio non presta attenzione a questi dettagli ma …anzi! Domenica 17 novembre ha infatti ottenuto la sua vittoria numero 17 all’interno del Monza Eni Circuit in occasione della quarta edizione dello Special Rally Circuit by Vedovati; come un anno fa il pilota di Olgiate Olona (Va) si è imposto a bordo della vettura 1600cc. francese insieme al navigatore e amico Mario Cerutti. Partiti con gomme usate, i due della DPD Group hanno cercato di forzare subito i ritmi ma un testacoda li ha tenuti vicini agli avversari sebbene non gli abbia impedito di vincere la prima speciale .

 

 

La pioggia battente unita alla voglia di non rischiare oltremodo, ha fatto sì che Miele gestisse la situazione vincendo la PS3 e tenendo a bada i rivali nelle altre due. Al termine della corsa l’equipaggio ha completato il tracciato in 42’26”6 staccando il vice-campione ERC2 Nucita ed il camuno Tosini. “Sono contento – ha detto Simone Miele- perché vincere è sempre bello; questa gara è decisamente divertente e con Mario c’è un ottimo feeling; non è stato facile gestire la situazione perché gli avversari non erano certo arrendevoli e la forte pioggia ha reso tutto ancora più complicato”.

 

 

Con questo successo Simone Miele raggiunge quota 17 vittorie assolute in carriera: la prima fu il Rally Colli Luni 2013 su una Citroen Xsara WRC; prima del “Monzino” quest’anno, ha centrato il successo al rally dell’Elba e al Rubinetto.

Marco Pollara è il nuovo Campione Italiano Rally Junior

Martedì, 19 Novembre 2019 08:45 Published in Rally

Marco Pollara è il nuovo Campione Italiano Rally Junior 

Marco Pollara “È stato un bel campionato, sono felice di aver conquistato il titolo. Ringrazio tutti coloro che mi sono stati vicini ed hanno creduto in me. Al TuscanRewind penseremo a dire la nostra in classe R2”.

 

 

Con la pubblicazione dell’elenco iscritti al TuscanRewind arriva la matematica vittoria del Campionato Italiano Rally Junior per Marco Pollara.

Il giovane pilota classe ’96, originario di Prizzi (PA), dopo un’avvincente stagione, conquista il titolo tanto atteso, che gli permette di aggiudicarsi l’importante premio messo in palio per la prossima stagione da Aci Team Italia.

Ancor prima di iniziare, la gara Toscana, in cui si giocheranno il titolo CIR 2019 Basso, Campedelli, Crugnola e Rossetti, consegna il primo verdetto tra gli Junior.

 

 

“Sono felicissimo di aver conquistato il titolo di Campione Italiano Rally Junior - sono state le prime parole di un emozionato Marco Pollara-. Con Rosario eravamo pronti a difendere la nostra leadership sulla terra toscana, ma con l’uscita dell’elenco iscritti e la mancata iscrizione del mio diretto rivale in campionato, conquisto matematicamente la vittoria del titolo. Ringrazio in primis per questo successo la mia famiglia, che da sempre mi è vicina e condivide questa mia passione. Ringrazio Max RendinaeMotorsport Italia per questa stagione che abbiamo condiviso insieme, con loro mi sono sentito in famiglia. Un grazie va a Luca Costantino, presidente della Scuderia CST Sport che da anni ormai mi coadiuva. Grazie alla Federazione ed Aci Team Italia per aver messo su questo programma per noi giovani, davvero importante e selettivo. Le nostre coperture non potevano che essere le Pirelli, che per tutto il campionato hanno dimostrato di essere competitive e performanti. Un ringraziamento va al mio navigatore David Castiglioni, che mi ha accompagnato nella prima fase di stagione e con il quale ho condiviso l’abitacolo nei Rally di Sanremo, Adriatico, Sardegna e Roma.

 

 

Dal Friuli in poi, sono stato affiancato da Rosario Siragusano, con lui abbiamo conquistato il Rally del Friuli e anche il recente Rally di Tindari l’abbiamo concluso da protagonisti. Sulla terra Toscana ci sarà come sempre Rosario e sarà un piacere poter festeggiare a questo campionato. Infine grazie a tutti i miei amici e fans, che mi seguono sia nelle trasferte, che sui social. Adesso -conclude Pollara-, voglio rimanere concentrato per l’ultima gara in programma per questa settimana, non avendo più la pressione del titolo, voglio affrontare la gara puntando ad un buon risultato in classe R2.”

Sin dall’inizio del campionato, Marco Pollara è riuscito, con la vittoria dei primi due appuntamenti in calendario, il Rally di Sanremo e l’Adriatico, ad imporsi nella vetta della classifica. In Sardegna, nella gara in concomitanza con il Campionato del Mondo, solo per un problema alla macchina in gara uno, non è riuscito a fare en plein. Il primo giorno infatti ha accusato dei problemi di surriscaldamento che gli hanno fatto perdere secondi preziosi, concludendo la gara uno in quinta posizione.

 

 

In gara due, dopo aver risolto i problemi, ha concluso una gara di conserva essendo rimasto l’unico ancora in gioco, vincendola. Anche a Roma ha avuto dei problemi alla vettura e dopo una gara tra alti e bassi che lo avevano visto primeggiare, la sua Ford Fiesta R2T si è ammutolita, costringendolo al ritiro. Una battuta d’arresto spiacevole, che ha incassato senza perdersi d’animo, con la consapevolezza di dover continuare a far bene negli appuntamenti successivi. Passata la pausa estiva, Marco Pollara è tornato al Rally del Friuli più agguerrito che mai, conquistando l’ennesimo primo posto.

Adesso è tempo di terra Toscana per il duo siciliano Pollara-Siragusano, che certamente avrà modo di dire la loro.

MM MOTORSPORT SUL PODIO DI CLASSE A POMARANCE

Martedì, 19 Novembre 2019 08:40 Published in Rally

MM MOTORSPORT SUL PODIO DI CLASSE A POMARANCE

Il team lucchese centra il bronzo tra le S1600 con la Renault Clio portata in gara da Roberto Tucci e Giampietro Micalizzi, anche sesti assoluti.

 

 

Porcari (LU), 18 novembre 2019 – La presenza di MM Motorsport a Pomarance si è chiusa con un buon podio di classe, ennesimo risultato positivo nella stagione sportiva della struttura lucchese.

Sugli asfalti di Pomarance, resi al limite della praticabilità dalle forti piogge, che hanno messo a rischio anche il regolare svolgimento del rally, il team di Porcari ha portato la Renault Clio S1600 al bronzo di classe, grazie alla prova di Roberto Tucci e Giampietro Micalizzi.

Il driver di Venturina, portacolori di Jolly Racing Team, ha patito in avvio il doversi riadattare alla guida di una vettura a trazione anteriore, ad un anno esatto dall'ultima occasione in cui era salito sulla Clio, e le condizioni atmosferiche non lo hanno certamente aiutato, considerando anche che il bagnato non è il suo terreno preferito. Grazie ai consigli della squadra, Tucci ha migliorato costantemente le sue performance, e con un ultimo giro di prove in gran spolvero ha consolidato il podio di classe ed anche la sesta posizione assoluta, arrivando a sfiorare il podio assoluto, distante appena 4”0.

Dichiarazione di Manuela Martinelli“Gara difficilissima, con un meteo inclemente che ha reso la vita difficile a tutti, dagli equipaggi alla direzione gara, che ha fatto i salti mortali per far disputare comunque il rally. Roberto ha sofferto in avvio, ma insieme siamo riusciti a capire dove intervenire per metterlo in condizione di esprimersi al massimo. Siamo contenti dei tempi fatti segnare nelle ultime due prove, dove Roberto ha detto di essersi anche divertito, pur non essendo un amante del bagnato. Possiamo dunque archiviare questo weekend tra le tante soddisfazioni colte in questo 2019.”

Nella foto (free copyright Francesco Alfieri): Tucci-Micalizzi a Pomarance con la Renault Clio S1600 di MM Motorsport

 

UFFICIO STAMPA MM MOTORSPORT

Festa chiusura stagione Tre Cime Promotor

Domenica, 17 Novembre 2019 18:31 Published in Altre Notizie

Festa chiusura stagione Tre Cime Promotor

 

 

Si è tenuto oggi, al ristorante “Al Capannone” di via Tappole a Sedico, il convivio di chiusura stagionale dell’Associazione sportiva dilettantistica Tre Cime Promotor. Il direttivo del sodalizio presieduto da Achille “Brik” Selvestrel, in questo modo, ha voluto ringraziare per l’apporto fornito tutti i volontari che, nel corso di un 2019 davvero intenso, hanno supportato, in varie maniere, le diverse iniziative organizzate nel campo del motorsport dall’Asd Tre Cime Promotor. Oltre una sessantina di collaboratori hanno avuto modo di apprezzare l’ottima cucina proposta da Moreno Marcadent, ristoratore da sempre legato al mondo dell’automobilismo bellunese, oltre che scambiare pareri e idee in vista degli appuntamenti motoristici che animeranno la stagione sportiva bellunese nel 2020.

 

 

Fra i partecipanti, è stata apprezzata la presenza di Paolo Scarton, Commissario sportivo regionale; di Paola Valmassoi, navigatrice di lungo corso ed Ufficiale di gara con il delicato incarico di Addetto ai concorrenti; di Rita Tomasi, della Scuderia Vimotorsport, da lustri punto di riferimento per quanti vogliono intraprendere l’attività sportiva in campo automobilistico. Il presidente del Dolomiti Racing Motorsport, nonché DAP, Delegato allestimento percorso di Rally Bellunese e cronoscalata Alpe del Nevegal, Mauro Riva, impossibilitato ad intervenire per precedenti impegni personali, non ha fatto mancare il suo saluto, ribadendo l’importanza che la propositiva collaborazione in atto da qualche anno tra i gruppi bellunese ed agordino, venga rafforzata. Il vulcanico, ma preparato Antonio Tomasi, componente nazionale della Commissione ACI Sport della Velocità in salita, ha confermato apprezzamento per lo sforzo organizzativo compiuto nel biennio 2018-2019 dalla Tre Cime Promotor.

 

 

Nel ringraziare i convenuti per la partecipazione e l’impegno profuso sui campi di gara, il presidente Selvestrel, a nome del direttivo di Tre Cime Promotor, ha sottolineato come, grazie alla passione dei volontari si riescano a superare ostacoli che possono apparire insormontabili. “Nonostante tutto – ha commentato Selvestrel riferendosi alle condizioni meteo avverse della scorsa primavera – la stagione è stata positiva. Ci attende un 2020, se possibile ancora più impegnativo e per questo confidiamo nella vostra rinnovata ed entusiastica collaborazione”. Infine è stato lanciato l’appuntamento al 4 e 5 aprile prossimi con il 35° Rally Bellunese che avrà coefficiente 1,5 e sarà gara d’apertura della Coppa Rally 4^ zona, il campionato comprendente il Friuli Venezia Giulia e le province di Belluno e Venezia; e con la 46^ Alpe del Nevegal, valida per il Trofeo italiano velocità montagna, che ci si augura possa ritornare in calendario nella storica data di inizio agosto.