Marco Segreto campione siciliano e vincitore coppa Aci sport.
Marco Segreto campione siciliano e vincitore coppa Aci sport.
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
SULLA RAMPA DI LANCIO IL 13° AUTOSLALOM CITTÀ DEI MUSEI A CHIARAMONTE GULFI
SULLA RAMPA DI LANCIO IL 13° AUTOSLALOM CITTÀ DEI MUSEI A CHIARAMONTE GULFI
Manfrin si riconferma
Manfrin si riconferma
IL 2019 DI PACCAGNELLA IN ARCHIVIO CON IL BOLCA
IL 2019 DI PACCAGNELLA IN ARCHIVIO CON IL BOLCA
Ritorno alle gare per il veterano : Antonino Bonino
Ritorno alle gare per il veterano : Antonino Bonino
Guarino al via del 18º Slalom Monte Condrò per festeggiare il titolo di Campione Italiano Slalom 2019.
Guarino al via del 18º Slalom Monte Condrò per festeggiare il titolo di Campione Italiano Slalom 2019.
PACCAGNELLA CI HA PRESO GUSTO, VIA AL BOLCA
PACCAGNELLA CI HA PRESO GUSTO, VIA AL BOLCA
CARMELO COVIELLO SI CONFERMA RE DI SANTA CATERINA
CARMELO COVIELLO SI CONFERMA RE DI SANTA CATERINA
Morali 6º assoluto allo Slalom Civitavecchia Terme Traiane.
Morali 6º assoluto allo Slalom Civitavecchia Terme Traiane.
E’ RECORD DI ISCRITTI AL “SANTA CATERINA”
E’ RECORD DI ISCRITTI AL “SANTA CATERINA”
lo slalom città dei musei riparte dopo sette anni: motori accesi il 20 ottobre
lo slalom città dei musei riparte dopo sette anni: motori accesi il 20 ottobre
7º Slalom Civitavecchia Terme Traiane, Morali al via con RO racing.
7º Slalom Civitavecchia Terme Traiane, Morali al via con RO racing.
RUBINI, POSITIVO, È SECONDO ALLO SLALOM DI ESTE
RUBINI, POSITIVO, È SECONDO ALLO SLALOM DI ESTE
AD ESTE IL GHIACCIO SI È ROTTO PER PACCAGNELLA
AD ESTE IL GHIACCIO SI È ROTTO PER PACCAGNELLA
CASA CONQUISTA LA VETTA DEL COLLI EUGANEI
CASA CONQUISTA LA VETTA DEL COLLI EUGANEI
MAX RACING ALLA FESTA DEL “SANTA CATERINA”
MAX RACING ALLA FESTA DEL “SANTA CATERINA”
Slalom, Piu chiude in Gloria a Nuoro
Slalom, Piu chiude in Gloria a Nuoro
7°Slalom “Civitavecchia-Terme Traiane”
7°Slalom “Civitavecchia-Terme Traiane”
ACCETTULLI, A CASA, RITROVA IL PRIMO AMORE
ACCETTULLI, A CASA, RITROVA IL PRIMO AMORE
BALDON RALLY, CASA E L'ITALIANO SLALOM AD ESTE
BALDON RALLY, CASA E L'ITALIANO SLALOM AD ESTE
MAMMA PACCAGNELLA, AD ESTE, TORNA AL VOLANTE
MAMMA PACCAGNELLA, AD ESTE, TORNA AL VOLANTE
RUBINI GIOCA IN CASA, ALLO SLALOM DEI COLLI EUGANEI
RUBINI GIOCA IN CASA, ALLO SLALOM DEI COLLI EUGANEI
RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.
RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.
Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani”
Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani”
La Vesuvio sugli scudi al Maxislalom di Roccadaspide
La Vesuvio sugli scudi al Maxislalom di Roccadaspide
Pedrini re di uno «Slalom Val di Sole» bagnato Il trentino si mette dietro Gurschler e Lechner
Pedrini re di uno «Slalom Val di Sole» bagnato Il trentino si mette dietro Gurschler e Lechner
8º Maxislalom di Roccadaspide bene Giuseppe Poppa.
8º Maxislalom di Roccadaspide bene Giuseppe Poppa.
La Vesuvio al Maxislalom di Roccadaspide in 14
La Vesuvio al Maxislalom di Roccadaspide in 14
Saranno in 70 a darsi battaglia a Dimaro per la terza edizione dello Slalom Val di Sole
Saranno in 70 a darsi battaglia a Dimaro per la terza edizione dello Slalom Val di Sole
GIUSEPPE VACCARA AL VIA AL 16 SLALOM CITTA INTERNAZIONALE DEI MARMI.
GIUSEPPE VACCARA AL VIA AL 16 SLALOM CITTA INTERNAZIONALE DEI MARMI.
La Nebrosport conclude la 3ª edizione dello slalom Altofonte–Rebuttone con due secondi posti di classe
La Nebrosport conclude la 3ª edizione dello slalom Altofonte–Rebuttone con due secondi posti di classe
Caterina Cammarata presente allo 16 SLALOM DI CUSTUNACI
Caterina Cammarata presente allo 16 SLALOM DI CUSTUNACI
Slalom “ Civitavecchia Terme Traiane”, iniziati i preparativi per la settima edizione di questa Manifestazione in Calendario Nazionale per il prossimo 29 Settembre.
Slalom “ Civitavecchia Terme Traiane”, iniziati i preparativi per la settima edizione di questa Manifestazione in Calendario Nazionale per il prossimo 29 Settembre.
3° Slalom Automobilistico Altofonte/Rebuttone
3° Slalom Automobilistico Altofonte/Rebuttone
3° Slalom Automobilistico Altofonte/Rebuttone
3° Slalom Automobilistico Altofonte/Rebuttone
SFIDE APERTE AL 2° FORMULA CHALLENGE “MARE E MOTORI”
SFIDE APERTE AL 2° FORMULA CHALLENGE “MARE E MOTORI”
3° Slalom Automobilistico Altofonte/Rebuttone
3° Slalom Automobilistico Altofonte/Rebuttone
La Nebrosport chiude il mese di agosto allo Slalom Altofonte-Rebuttone
La Nebrosport chiude il mese di agosto allo Slalom Altofonte-Rebuttone
Lo Slalom Val di Sole dell'8 settembre chiuderà la stagione trentina fra i birilli
Lo Slalom Val di Sole dell'8 settembre chiuderà la stagione trentina fra i birilli
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

RALLYSTI IN KART, SUCCESSO CON RALLY ITALIA TALENT

Martedì, 15 Ottobre 2019 13:57 Published in Altre Notizie

RALLYSTI IN KART, SUCCESSO CON RALLY ITALIA TALENT

 

La premiata ditta Finotti e Doria firma un'altra edizione di spessore, andata in scena Domenica 6 Ottobre, grazie ad una blasonata partnership a livello nazionale.

 

Taglio di Po (RO), 15 Ottobre 2019 – L'ultimo appuntamento stagionale con Rallysti in Kart, il terzo capitolo targato 2019, è andato ufficialmente in archivio, regalando ad Eros Finotti e Nicola Doria un altro, più che meritato, successo che è stato ulteriormente valorizzato in virtù della partnership creata, grazie a Renzo Magnani, con la rinomata kermesse Rally Italia Talent.

Un'ottantina di iscritti, dei quali sessantaquattro effettivi partenti, si sono dati appuntamento Domenica 6 Ottobre a San Giorgio in Bosco, in provincia di Padova, sul tracciato del BI Karting.

“Con la quarta edizione di Rallysti in Kart” – racconta Finotti – “si conclude la nostra esperienza organizzativa per questo 2019. Quest'ultima edizione è stata resa ancor più prestigiosa dalla fiducia dataci da Renzo Magnani, patron di Rally Italia Talent, il quale ha deciso di mettere in palio ben dieci iscrizioni. È stato, per noi, un onore avere questa partnership e consegnare le iscrizioni premio a Rally Italia Talent. Abbiamo avuto al via sessantaquattro partenti, una quindicina le rinunce dell'ultimo momento, e ne siamo orgogliosi. Assieme a Nicola, Samantha e Federica abbiamo creato un gruppo di lavoro unito, seguito dal nostro fotografo ufficiale Damiano, titolare di Damy Rally Emotions. Un particolare ringraziamento lo vogliamo fare al BI Karting, il quale ci ha ospitato nell'occasione. Ci hanno assecondato in ogni nostra esigenza, contribuendo a dare vita ad una bellissima giornata, filata liscia e senza alcun tipo di intoppo.”

 

Un'autentica pioggia di premi, oltre una trentina, ha dato lustro al quarto Rallysti in Kart: shakedown gratuiti al Prealpi Master Show ed alla Ronde Città dei Mille, buoni ristoranti, abbigliamento sportivo, modellismo e molto altro ancora.

A vincere l'assoluta in batteria A è stato Alberto Puppato, il quale ha firmato anche la speciale classifica Pole Position, mentre in quella B il gradino più alto è andato a Nicola Balducci.

La batteria C ha visto prim'attore Giulio Meler mentre Matteo De Barba ha fatto sua la D.

Soddisfazione anche per Alberto Vello, il quale ha fatto suo lo speciale Trofeo Dienne.

Ciliegina sulla torta la partecipazione di tre concorrenti minorenni, tutti premiati: Luca Bortot, Alex Lorenzato ed Emanuele De Lazzari hanno portato ulteriore valore aggiunto all'evento.

“Un 2019 pieno di soddisfazioni per noi” – aggiunge Finotti – “perchè chiudiamo i tre appuntamenti con quasi duecento piloti che sono stati protagonisti, credendo nella nostra manifestazione. Eravamo nati da un gruppo WhatsApp, tra una decina di amici per una sfida locale, e siamo arrivati a raggiungere importanti traguardi, impensati all'inizio. Ricordo, da quella prima volta, come siamo arrivati alla cinquantina, in pochissimo tempo. I concorrenti sono principalmente piloti e navigatori ma non solo. Abbiamo al via tanti appassionati che si divertono a sfidare i rallysti, in un ambiente più accessibile come il kartodromo. Siamo felici.”

 

Arrivederci alla stagione 2020, Rallyst in Kart è già in cantiere con tante interessanti novità.

BOLZA CORSE È TRA I MIGLIORI CINQUE AL MONDO

Martedì, 15 Ottobre 2019 13:47 Published in Altre Notizie

BOLZA CORSE È TRA I MIGLIORI CINQUE AL MONDO

 

La compagine adriese, salendo sul terzo gradino podio nella gara endurance di otto ore, chiude al quinto posto il Rental Kart World Contest, organizzato da CRG.

 

 

Adria (RO), 15 Ottobre 2019 – Bolza Corse entra ufficialmente nel gotha del karting a livello mondiale, grazie al quinto posto assoluto siglato, in categoria Silver, al recente Rental Kart World Contest, evento organizzato da CRG, Sabato scorso, al kartodromo di Castrezzato.

In quel di Franciacorta il team adriese è riuscito a porre la ciliegina sulla torta, di un'annata ricca di soddisfazioni, grazie al terzo gradino del podio ottenuto nella gara endurance conclusiva.

Dieci le nazioni che si sono sfidate nella kermesse mondiale, suddivise in trentotto kart.

Avendo staccato il pass di fronte al pubblico amico, alla ventiquattro ore d'Italia tenutasi all'Adria International Raceway, Bolza Corse si presentava ai nastri di partenza dell'evento griffato CRG con il polesano Luca Bimbati, i veneziani Simone Segato e Daniele Paganin, il ravennate Ruggero Carpenedo ed il friulano Eric Mocchiutti, tutti capitanati da Marco Sinico, in prestito dai colleghi di Cinisio Racing, e da Riccardo Centanni.

Un avvio non proprio felice, complice un mezzo poco performante, vedeva la squadra polesana in affanno nella Superpole, chiusa con il nono poso finale, e nelle successive Sprint Race.

Un undicesimo ed un tredicesimo posto che non ha di certo soddisfatto il tridente composto da Paganin, Mocchiutti e Bimbati, decisi più che mai a giocarsi la sfida sino all'ultimo metro.

Archiviata la sessione mattutina ci si concentrava verso il momento chiave dell'evento, la gara endurance di otto ore, con partenza prevista alle ore quindici ed arrivo alle ore ventitre.

Chiamati ad una prestazione solida lo squadrone Bolza Corse rispondeva presente e, sin dalle prime tornate, il cronometro confermava il cambio di passo ed una progressione costante.

Ora dopo ora gli alfieri del team polesano spremevano il Centurion da 390 centimetri cubici, assegnato come monomarca per l'evento, risalendo posizioni su posizioni, ad ogni passaggio.

Scattati da una deludente trentaquattresima casella la cavalcata adriese vedeva Bimbati, Segato, Paganin, Carpenedo e Mocchiutti alternarsi egregiamente, sino a salire sul terzo gradino del podio, in categoria Silver, tutti autori di una rimonta magistrale.

Grazie al terzo posto ottenuto nella gara endurance il Rental Kart World Contest 2019 ha visto quindi Bolza Corse portare in bacheca la quinta piazza assoluta, in categoria Silver.

 

“Salire sul podio finale di categoria” – racconta Paola Bolzoni (presidente Bolza Corse) – “in un evento che racchiudeva ben dieci nazioni diverse è un risultato che ci riempie di orgoglio. Già l'essere presenti ad una finale mondiale era un sogno ma riuscire a concludere l'evento più atteso, quello della endurance di otto ore, al terzo posto va oltre ogni nostra immaginazione. Siamo al settimo cielo e di questo dobbiamo ringraziare, di cuore, tutti i nostri ragazzi che hanno svolto un lavoro eccezionale. Non si sono abbattuti nella prima fase del Sabato, tirando fuori le unghie quando contava davvero. Bravi davvero tutti. Un successo che lascia il segno. Grazie a questo podio siamo riusciti a risalire dai margini della top ten, dopo la fase di inizio Sabato, sino alla top five. Siamo tra i cinque migliori al mondo, in categoria Silver. Un risultato che lascia sicuramente il segno, in tutti noi, ma che sarà un punto di partenza dal quale inizieremo a lavorare, a testa bassa, per imporci nuovi e più ambiziosi traguardi per il futuro.”

 

L'Ufficio Stampa

BIS DI SCALZOTTO TRA I GIOVANI GRIFFATI SUZUKI

Martedì, 15 Ottobre 2019 13:13 Published in Rally

BIS DI SCALZOTTO TRA I GIOVANI GRIFFATI SUZUKI

 

Il vicentino, sulla Swift 1.6 R1 di Baldon Rally, fa sua la classifica Under 25 anche nel girone CIR del monomarca giapponese mentre nel nazionale il tridente vede l'arrivo.

 

 

Castelgomberto (VI), 15 Ottobre 2019 – È tempo di dare il via ai festeggiamenti in casa Baldon Rally, grazie allo splendido risultato ottenuto da Andrea Scalzotto al recente Rally Due Valli, ultimo appuntamento valido per il Campionato Italiano Rally e per la Suzuki Rallye Cup.

Dopo essersi dimostrato il miglior giovane nel girone CIWRC, nel precedente San Martino di Castrozza, il pilota vicentino ha centrato la doppietta in quello CIR, bissando il successo tra gli Under 25 lo scorso weekend, autentico mattatore tra le piccole della casa giapponese.

Oltre due i minuti che Scalzotto, in coppia con Daniele Cazzador sulla Swift 1.6 R1 del sodalizio con base a Castelgomberto, ha rifilato a Poggio, quest'ultimo in grado di soffiare in extremis il primato assoluto finale nel girone per sole due lunghezze.

Sei le prove speciali, su undici, che hanno visto Scalzotto imprimere il proprio sigillo, chiudendo l'avventura nella massima serie tricolore con il primo di trofeo e secondo in classe R1.

L'alfiere di Baldon Rally si è confermato giovane di belle speranze anche nel Campionato Italiano R1, autentico mattatore tra gli Under 25 con ben trenta punti di distacco sul secondo.

Un bilancio reso ancor più gustoso dal titolo di vice campione assoluto e secondo di divisione.

 

“Andrea è stato semplicemente perfetto” – racconta Baldon (titolare Baldon Rally) – “e non ha mai commesso uno sbaglio, supportato dalla nostra Swift che non ha mai dato nessun tipo di problema. Ha dominato la tappa di trofeo con freddezza, imponendo un ritmo notevole all'inizio e gestendo con intelligenza il divario creatosi. Rimane soltanto l'amaro per quei due punti che lo han separato dalla vittoria assoluta del girone. Stiamo comunque parlando di una seconda posizione nel CIR, migliore Under 25 in entrambe le classifiche. Non ci si può lamentare.”

 

Un sorriso che si allarga anche all'evento nazionale, Coppa Rally ACI Sport in quarta zona, con tutte e tre le vetture di casa Baldon Rally che sono salite sulla pedana di arrivo a Verona.

Sesto posto, in classe A5, quello siglato da Luca Guglielmini, in coppia con Mattea Modenini su una Peugeot 106 Rallye, mentre tra le piccole del produzione il team vicentino ha raccolto il dodicesimo con Francesco Allegrini, alle note Davide Spada, ed il quinto con Mirko Cecchin, affiancato da Massimo Boni, entrambe in classe N2 sulla Peugeot 106 Rallye.

 

“Siamo molto contenti di quanto abbiamo raccolto anche nel nazionale” – aggiunge Baldon – “perchè continuiamo nel nostro percorso di avvicinamento dei giovani alla specialità del rally. Luca era al debutto ed è riuscito a concludere una gara difficile ed insidiosa, come il Due Valli. È cresciuto lungo tutto il percorso, riuscendo ad ottenere un buon terzo tempo di classe, sull'ultima prova speciale. Bravo. Bene anche Mirko, sempre a ridosso del podio di classe in quella che è stata la sua seconda partecipazione ufficiale. Bravo anche Francesco a tagliare il traguardo di un Due Valli decisamente tecnico e selettivo, come sempre del resto. Le nostre vetture hanno confermato, ancora una volta, di essere affidabili. Siamo molto soddisfatti.”

 

L'Ufficio Stampa

UN CALVARIO, IL DUE VALLI, CHE NON PIEGA BONINI

Martedì, 15 Ottobre 2019 13:05 Published in Rally

UN CALVARIO, IL DUE VALLI, CHE NON PIEGA BONINI

 

Il pilota scaligero, bresciano d'adozione, chiude al terzo posto di 2° Raggruppamento, al termine di un ultimo atto del tricolore, per auto storiche, costellato da problemi.

 

Brescia, 15 Ottobre 2018 – Scorrendo la classifica finale del Rally Due Valli Historic il risultato, terzo in 2° Raggruppamento ed in classe 4/GTS/>2000, potrebbe trarre in inganno.

Quanto vissuto da Simone Bonini durante lo scorso fine settimana, su quelle strade che lo han dato sportivamente alla luce, è stato un autentico banco di prova che ha messo in evidenza la tenacia e la determinazione di un pilota, deciso a salire ad ogni costo sulla pedana di arrivo.

Un anno di lontananza dall'abitacolo della Porsche 911 RS si è fatto sentire tutto, con i distacchi che si facevano già importanti durante le prime battute dell'ultimo atto del CIRAS.

Archiviato l'aperitivo della speciale spettacolo, Venerdì in serata, il bresciano, affiancato come di consueto da Dario Seminara alle note, inciampava sul primo passaggio a “Cà del Diaolo”.

 

“Abbiamo preso con le pinze le due prime prove” – racconta Bonini – “perchè, dopo un anno esatto dall'ultimo rally, non volevamo strafare. Sulla terza avevamo iniziato a spingere ma, in un cambio strada dossato, la vettura si è alleggerita e siamo andati a toccare. Abbiamo strappato il paraurti anteriore ed abbiamo forato una gomma. Potevamo ripartire subito ma, per nostro errore di poca lucidità, abbiamo perso un sacco di tempo. Di certo non siamo partiti al meglio.”

 

Usciti dalla prova con un ritardo che rasentava i sei minuti da Bertinotti, leader provvisorio di raggruppamento, ci si spostava direttamente al secondo giro, causa annullamento in serie delle speciali di “Santissima Trinità”, la quarta, e “Marcemigo”, la quinta.

Deciso a ripartire con il piede giusto, cancellando una prima tornata complicato, il pilota della trazione posteriore di Stoccarda, presa in cura dalle sapienti mani di Guagliardo, tornava a calcare la “Roncà”, la quale voltava le spalle al bresciano.

 

“Eravamo in progressione” – aggiunge Bonini – “ma, a metà speciale, si è rotto il cavo dell'acceleratore e ci siamo dovuti fermare. Come ai bei tempi, quando il rallysmo era avventura vera e propria, abbiamo usato i lacci delle scarpe di Dario per riuscire a completare la prova speciale, perdendo quasi quaranta minuti. Eravamo però decisi a non mollare e, visto che mancavano poche prove al termine, abbiamo stretto i denti e cercato di andare avanti.”

 

Una classifica ormai compromessa non faceva demordere l'alfiere di Rally Team, caparbio nel non abbattersi di fronte alle avversità in un Due Valli che, di certo, non gli ha reso la vita facile.

 

“Il terzo di raggruppamento è una magra consolazione” – conclude Bonini – “che non ripaga la sfortuna che abbiamo patito lungo tutta la giornata. Ci eravamo trovati bene con il nuovo assetto ma poi l'uscita e mille peripezie ci hanno deconcentrato. Grazie al team Guagliardo, molto professionale, puntuale e preciso. Grande esperienza e persone serie. Non possiamo dirci soddisfatti ma, di certo, faremo di tutto per cercare di riscattarci quanto prima possibile.”

 

L'Ufficio Stampa

2^Coppa Faro bilancio più che positivo

Lunedì, 14 Ottobre 2019 20:31 Published in Salite

2^Coppa Faro bilancio più che positivo

Ottimo riscontro dell’evento organizzato dalla P&G Racing di Giuliano Filippetti.

 

Si è conclusa ieri la 2^ edizione della Coppa Faro in provincia di Pesaro con la vittoria del campione del CIVSA 2019 che con la sua Martini MK32 ha decretato la fine del campionato, tutto in una cornice perfetta tra pubblico,parco partenti e spettacolo,grazie ad una magistrale organizzazione curata nei minimi dettagli.

Un successo targato P&G Racing di Giuliano Filippetti grazie ad Alessandro Rinolfi Promoter, un  ringraziamento particolare va al DAP Renzo Serrani , con solerzia ha curato la messa in sicurezza del tracciato.Impeccabile la direzione gara affidata al Direttore di gara Internazionale Fabrizio Bernetti, coadiuvato da  Giampaolo Rossi . Un ringraziamento va alla Segreteria di manifestazione nelle persone di Tiziana Bertolucci e Danilo Meazzini , coadiuvati da Simona Polci, Milena Ficiara , Luigi Falcone. Ottimo lavoro svolto da Euno Carini , in veste di Addetto alle relazioni con i concorrenti. Eccellente riscontro mediatico durante la diretta streaming condotta magistralmente da Faby Valentina sui canali mediatici di Mattiperlecorse.Un ringraziamento va  a Daniele Filippetti,Campione Italiano del Tivm Nord e Paola Pascucci,vincitrice del Tivm nord , per l’inesauribile volontà e impegno messa a disposizione di questa seconda edizione della Coppa Faro.

Grazie a tutti quelli che hanno contribuito alla riuscita di questa splendida edizione della Coppa Faro.

 

L'Ufficio Stampa

 

Ad Agrigento alto coinvolgimento di Sara Safe Factor con test drive

Oltre 550 studenti delle scuole della città dei Templi al Polo Universitario per l’incontro di Sara Assicurazioni e Automobile Club d’Italia sulla sicurezza stradale ed hanno provato gli esercizi di guida sicura sulle auto di Newtron. Il F.1 Montermini testimonial: “Un pericolo improvviso non si annuncia con un messaggio, importante saper prevenire e gestire”

Agrigento 14 ottobre 2019. Alta partecipazione e completo coinvolgimento degli oltre 550 studenti delle scuole superiori di Agrigento che hanno partecipato al “Sara Safe Factor in Strada ed in Pista vincono le Regole”. L’incontro si è svolto presso il Polo Universitario della Città dei Templi, dove gli studenti sono stati salutati dal Presidente dell’Automobile Club provinciale avv. Salvatore Bellanca, dal Primo Dirigente della Polizia Dr. Bellomo e dal Tenente Spinelli dell’Arma dei Carabinieri. Per Sara Assicurazioni il Sales Manager Salvatore Tornambè ha parlato ai ragazzi dell’importanza dei corsi di guida sicura presso i centri ACI Sara ed ha mostrato la pagina faceboook del progetto, molto seguita e con alta interazione.

Il testimonial Sara Safe Factor Andrea Montermini, già driver F.1 che ha legato la brillante carriera al marchio Ferrari, ha parlato agli studenti dell’importanza del rispetto delle regole, comportamento che previene le situazioni di pericolo. Il pilota ed istruttore professionista, ha spiegato gli esercizi base di guida sicura, che i ragazzi hanno poi provato al volante sulle vetture messe a disposizione da Newtron, tra le quali una 500 ibrida di ultima generazione, sulle quali sono state affiancati dallo stesso pluri campione GT e dagli altri istruttori. Diverse le opportunità per gli studenti agrigentini nella giornata Sara Safe Factor, con le attività programmate dalla Protezione Civile e dall’UOEPSA (Educazione e promozione alla salute aziendale), con istruzioni e dimostrazioni sul primo soccorso e sulla sicurezza.

Il Dr. Morreale, Comandante della Polstrada di Agrigento, ha tenuto una lezione specifica per i ragazzi sul giusto comportamento sulla strada sia da pedoni sia quando si è alla guida di un mezzo. Corretta posizione di guida, uso delle cinture di sicurezza, tempi di reazione, frenata d’emergenza e ausilio dell’ABS nella frenata, sono gli argomenti trattati durante l’incontro e poi oggetto degli esercizi che i ragazzi hanno svolto al volante con l’ausilio degli istruttori coordinati dallo stesso Montermini.-“Una situazione imprevista non si annuncia con un messaggino ed inoltre occorre tenere conto dei necessari tempi di reazione sempre che si sia concentrati sulla guida - Spiega Montermini - Se si conosce cosa fare in caso di emergenza si possono non solo risolvere, ma soprattutto prevenire le situazioni di pericolo”- Newtron è l'azienda italiana con sede in Sicilia, primo marchio nazionale ed europeo, abilitato alla conversione delle vetture, anche le più datate, ai sistemi elettrici o ibridi.

Nel parco vetture, per favorire i test drive per i giovanissimi, è disponibile anche la Smart elettrica omologata per i 14enni. Sara Safe Factor è il Progetto ideato da Sara Assicurazioni, giunto al suo 14° anno di attività e che ha superato quota 110.000 studenti incontrati. Sara Safe Factor si inserisce nel piano di azione dell’Automobile Club d’Italia a sostegno della campagna ONU che per il decennio 2010 - 2020 ha l’obiettivo di un ulteriore dimezzamento delle vittime della strada e affianca l’azione della Federazione Internazionale dell’Automobile “FIA for Road Safety Action”. La sicurezza è tra le principali prerogative ACI che a sua volta è sempre volentieri al fianco del mondo della scuola.

 

Rif. Stampa Sara Safe Factor Rosario Giordano

XRace Sport “argento tricolore”:Rusce-Farnocchia hanno chiuso un esaltante campionato a Verona

 

Con il quinto posto ottenuto all’appuntamento del “2Valli”, il pilota reggiano ha potuto consolidare la seconda posizione finale, suggello di una stagione altisonante in cui si è anche conquistato il titolo di quinta zona.

Un ringraziamento ai copiloti Farnocchia e Vozzo.

 

 

 

14 ottobre 2019

 

Un altro trofeo è arrivato nella bacheca di X Race Sport, una “medaglia d’argento” tricolore.Il reggiano Antonio Rusce, che dopo appunto aver vinto il titolo di quinta zona, nel fine settimana appena trascorso, a Verona, al  37° Rally 2 Valli, atto conclusivo del “tricolore “ asfalto (CIRA), ha conquistato la seconda posizione assoluta finale nella serie, dietro al vincitore Crugnola e davanti al toscano Michelini.Rusce, affiancato da Sauro Farnocchia sulla Skoda Fabia R5 della HK Racing, ha finito la gara in quinta posizione assoluta, al termine di una sfida molto dura quanto anche avvincente, che allo sventolare della bandiera a scacchi è stata il suggello di una stagione sempre corsa ai massimi livelli, come una delle poche e concrete alternativi ai piloti ufficiali e professionisti che frequentano il Campionato Italiano. Quando manca una prova al termine del Campionato Italiano Assoluto (il “Tuscan Rewind” a novembre, su sterrato, nel quale non è prevista la partecipazione), Rusce occupa la quinta posizione assoluta, con ampie possibilità di mantenerla nello score finale.

Per il pilota di Rubiera, l’annata 2019 è stata anche il prosieguo di una significativa esperienza agonistica avviata nel 2017 nella massima serie tricolore, affiancato da Sauro Farnocchia il quale ne ha contributo alla crescita tecnica e mentale necessarie per affrontare palcoscenici di livello professionistico.

Durante la stagione Rusce è stato affiancato per tre occasioni da Marco Vozzo ed una da Roberto Mometti (non in una gara “tricolore”) ed entrambi hanno pure loro contribuito a conquistare risultati importanti oltre che dare il proprio contributo di esperienza per proseguire a far crescere il pilota.  

Il secondo gradino del podio tricolore per Rusce è stato il coronamento di un grande impegno e di una grande passione, il partecipare – da protagonista – nel Campionato Italiano era anche un sogno coltivato da anni e la gioia è comprensibile: “Una gara faticosa, difficile, abbiamo tribolato un poco ma ce l’abbiamo fatta. Per l’annata devo dire che è stata estremamente positiva, abbiamo fatto sempre il massimo possibile, ringrazio i miei copiloti che mi hanno sempre sostenuto ed aiutato, ringrazio ovviamente la HK Racing che ci ha sempre messo a disposizione una vettura perfetta. Un grazie alla Scuderia che ci ha sempre creduto, in noi, ed un ringraziamento, anche, a tutti coloro che ci hanno fatto “sentire” la loro vicinanza durante l’anno, in tanti modi ed in tante espressioni. Questa “medaglia d’argento” è dedicata a tutti!”.

 

 

#Rally #XRaceSport  #motorsport  #CIRally #CIRA #AntonioRusce  #RusceFarnocchia #SkodaFabiaR5  #saurofarnocchia #emiliapannelli #hrx #acisport  #Rally2valli #rallypassion

 

 

Foto: RUSCE IN AZIONE A VERONA (Bettiol)

 

www.xracesport.com

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

 

UFFICIO STAMPA 

MGTCOMUNICAZIONE

Brilla il titolo di Imberti nel 2019 di Elite Motorsport con le Golf TCR

 

Al Mugello il giovane pilota bergamasco e il team bresciano hanno messo il sigillo sulla Coppa Volkswagen al termine del Campionato Italiano TCR DSG Endurance disputato con le vetture “targate” Mandolini Auto. Novaglio: “Pronti a rilanciare nella prossima stagione, guardiamo anche all'Europa

Brescia, 14 ottobre 2019. Elite Motorsport ha messo il sigillo sulla Coppa nazionale del marchio Volkswagen nel Campionato Italiano TCR DSG Endurance grazie ai punti finali conquistati da Michele Imberti nell'ultimo round disputato al Mugello Circuit al volante della Volkswagen Golf GTI. Autore di una stagione d'esordio concreta e in continuo progresso, il 21enne pilota bergamasco ha vinto il primo titolo personale e ha permesso al team bresciano diretto da Nicola Novaglio di marcare con un successo immediato la prima annata sportiva con in azione lGolf GTI TCR DSG “targate” dal concessionario Mandolini Auto, concessionario ufficiale VW per Brescia e provincia. Oltre ad “alzare” la Coppa come miglior protagonista del Tricolore su Volkswagen, Imberti ha concluso il Campionato Italiano con un promettente quarto posto nella classifica generale Junior, riservata ai piloti under 25. Per Elite Motorsport si tratta di risultati comunque prestigiosi a coronamento della stagione di debutto nella categoria, che ha visto la factory bresciana schierare ben tre esemplari della sportiva Turismo tedesca, che dispone di un motore da 2000cc capace di erogare fino a 350 cavalli di potenza, è equipaggiata con cambio elettronico a doppia frizione, raggiungere i 250 km/h e vanta un'accelerazione da 0 a 100 in 5,2 secondi. Numeri, successi e soprattuto esperienza accumulata in un contesto competitivo che ora permettono al team di guardare agli obiettivi futuri, rinsaldare partnership di prestigio e programmare tutto il lavoro necessario per poter rilanciare la sfida nel 2020, guardando anche al panorama europeo.

Il team manager Novaglio commenta al termine della stagione del TCR DSG: Le vittorie e le premiazioni fanno sempre piacere e quest'anno hanno coronato gli impegni che tutta la squadra, alla prima esperienza del genere in pista, ha onorato al massimo, rappresentando un marchio così prestigioso e introducendo sui circuiti italiani un modello che in questi mesi è diventato sempre più competitivo. Imberti è stato poi bravissimo a chiudere i giochi per il titolo Volkswagen al Mugello, a lui vanno i nostri complimenti. Il lavoro del team non si fermerà certo ora, anzi. Puntiamo dritti al 2020, che sarà la nostra 'vera' stagione dopo gli esordi di quest'anno. Alzeremo l'asticella dei risultati e valuteremo bene se concentrare gli impegni soprattutto in Italia o a livello europeo e internazionale, oltre che in altre specialità come le cronoscalate. Ora che abbiamo fatto la necessaria esperienza, siamo pronti a rinsaldare la partnership con Mandolini Auto e rilanciare su tutti i fronti.

 

L’Ufficio Stampa Elite Motorsport

Rif. Rosario Giordano - Gianluca Marchese 

Costa-Altoè conquistano il titolo International GT Open al Monza Eni Circuit

 

Nell’Euroformula Open il Rookie Trophy va a Liam Lawson, Josh Files ottiene la coppa del TCR Europe nel Tempio della Velocità

Hanno dovuto aspettare l’ultima gara della stagione al Monza Eni Circuit per conquistare il punto decisivo che ha permesso loro di guadagnarsi il titolo di campioni dell’International GT Open. Albert Costa e Giacomo Altoè con la Lamborghini Huracan GT3 Evo di Emil Frey Racing hanno ottenuto nel Tempio della Velocità il titolo piloti del campionato e assicurato alla loro scuderia la prima posizione nella classifica dei team.

Il duo ha tuttavia atteso fino a domenica per festeggiare perché Costa-Altoè hanno concluso la prima gara di sabato al quarto posto, ad un solo punto dalla vittoria matematica. Emil Frey Racing ha invece potuto sciogliere già da ieri i dubbi sul titolo team, battendo gli avversari della Teo Martin Motorsport.

 

Ci spiega un emozionato Altoè: «Anche l’anno scorso, nell’italiano, mi sono giocato il campionato a Monza. Per me è sempre stata una pista decisiva. Mi trovo bene nel Tempio della Velocità. Ringrazio tutto il team per aver fatto un grande lavoro che ci ha permesso di vincere nella mia gara di casa. Ho ritrovato qui tutti i miei amici e fan che, nell’unica tappa italiana del GT Open, mi hanno dato la carica per spingere di più».

Gara-1 dell’International GT Open ha dunque portato sul podio, nell’ordine, le Mercedes AMG di Miguel Ramos e Fabrizio Crestani (SPS Automotive Performance) e della coppia Loris Spinelli e Riccardo Agostini (Antonelli Motorsport). Al terzo posto, Oliver Wilkinson e Darren Turner di Optimum Motorsport con Aston Martin. In gara-2 hanno prevalso gli equipaggi Teo Martin Motorsport composti da Martin Kodric e Henrique Chaves e Fran Rueda e Andrés Saravia su McLaren 720s. Ultima sul podio, la coppia Norbert Siedler e Mikael Grenier con Lamborghini.  

 

Il trofeo Rookie della Euroformula Open è stato assegnato a Liam Lawson del Team Motopark. Il pilota neozelandese, dopo una gara da dimenticare sabato, si è riscattato in gara-2 arrivando primo sotto la bandiera a scacchi. Il podio di gara-1 è invece stato dominato da piloti giapponesi: Marino Sato ha ribadito la sua supremazia da campione in carica, anticipando Teppei Natori e il compagno Yuki Tsunoda. Questi ultimi due piloti, dietro il vincitore Lawson, hanno invertito le posizioni di arrivo nella competizione di domenica. In gara-2 è stato protagonista di un pauroso ribaltamento, fortunatamente senza conseguenze, Jack Doohan, figlio del cinque volte campione del mondo di MotoGP.

In pista era presente anche Billy Monger con Carlin Motorsport. Il 20enne inglese ha subito un’amputazione di entrambe le gambe a causa di un terribile incidente a Donington Park nel 2017 durante il campionato inglese di F.4.

 

Non ha mandato in fumo la vittoria nonostante le fiamme alla sua Lamborghini. Hans-Peter Koller è il primo campione della GT Cup Open Europe. Si è assicurato il titolo, concludendo gara-2 con il retro della Huracan a fuoco, a seguito di un contatto e una foratura. L’incendio all’auto ha richiesto l’intervento tempestivo del servizio antincendio all’imbocco della pitlane dove lo svizzero ha terminato per ultimo la sua corsa. Nella gara di sabato il podio è stato formato da Mauro-Toni, Leutwiler e Font. Domenica hanno invece festeggiato i due Curti, De Filgencio-Vivacqua e Mauro-Toni.

 

L’inglese Josh Files della Target Competition è il nuovo campione TCR Europe. Il successo è arrivato con il primo posto di gara-2 quando, con la sua Hyundai i30 N, ha prevalso su Julien Briché e Daniel Lloyd. Spiega Files: «Ieri abbiamo avuto delle difficoltà in qualifica, quindi lottare per un podio e poi vincere, ottenendo il titolo proprio qui a Monza è incredibile. Non penso ci possa essere niente di meglio!».Il neo campione è stato anche protagonista in gara-1 di una rimonta dalla nona posizione al terzo gradino del podio. Sabato lo hanno preceduto Briché e Aurélien Comte, entrambi con Peugeot 308 TCR.

Nella Kia Platinum Cup, gara-1 è stata vinta da Nikodem Wierzbicky; al secondo posto, Istvan Bernula e terzo Patryk Borek. In gara-2 ha tagliato per primo il traguardo Dawid Borek, seguito da Adrienn Vogel e Wierzbicki.

La prima gara della Caterham Cup è stata vinta da Lucas Frayssinet che ha anticipato Henri Bizet e Eric Moussier. In gara-2 ha sollevato la coppa del vincitore Pascal Wehrlen, secondo Bizet e terzo Etienne Page.

Settimana prossima il Monza Eni Circuit ospiterà i campionati italiani di ACI Sport. In pista le vetture del Gran Turismo Sprint, il Formula Regional European Championship, TCR Italy, Italian F.4 Championship powered by Abarth e i monomarca Porsche Carrera Cup Italia e Mini Challenge.

 

Maggiori dettagli sul sito www.monzanet.it(d.c.)

 

L'Ufficio Stampa

 

 

Il Sara Safe Factor torna in Sicilia con i test drive ad Agrigento 

Lunedì 14 ottobre al Polo Universitario della città dei Templi l’incontro con gli studenti delle scuole cittadine e poi gli esercizi di guida sicura sulle auto di Newtron per il progetto di Sara Assicurazioni e Automobile Club d’Italia sulla sicurezza stradale. Testimonial Il F.1 Montermini che spiegherà l’importanza del rispetto delle regole in parallelismi con le gare Agrigento 13 ottobre 2019. Arriva ad Agrigento il progetto “Sara Safe Factor in Strada ed in Pista vincono le Regole”. Domani lunedì 14 ottobre presso l’Auditorium del Polo Universitario della Città dei Templi circa 500 studenti delle scuole superiori parteciperanno all’incontro organizzato e promosso da Sara Assicurazioni ed Automobile Club d’Italia sulla sicurezza stradale, che dopo la parte teorica offrirà agli studenti la possibilità di poter effettuare dei test drive sugli esercizi base di guida sicura al volante della vetture messe a disposizione da Newtron, l’azienda siciliana, unica abilitata a trasformare qualunque veicolo a propulsione elettrica. Testimonial dell’incontro è il già driver F.1 ed istruttore di guida professionista Andrea Montermini. Per Sara Safe Factor si tratta di un gradito ritorno nella città siciliana su invito dell’Automobile Club Agrigento, ente di cui il presidente Avv. Salvatore Bellanca porterà il saluto agli studenti. Il mondo della scuola e dello sport hanno in comune l’aspetto formativo ed il rispetto di rigide regole, ragione per la quale Sara Safe Factor si avvale di un pilota F.1 per trasmettere il fondamentale messaggio che solo usando un comportamento corretto quando si è utenti della strada si possono evitare delle situazioni di pericolo. -“Conoscere come reagire ad un imprevisto o ad una situazione improvvisa riduce i rischi - spiega Montermini - il rispetto delle regole è fondamentale in pista per vincere e per aumentare la nostra sicurezza quando siamo utenti della strada di tutti i giorni. Sapere affrontare un frenata d’emergenza toglie da situazioni improvvise che possono diventare molto pericolose”-.

Dopo la prima parte dove saranno affrontati, all’interno dell’auditorium universitario, molti aspetti della sicurezza stradale, gli studenti in possesso di titolo di guida, coadiuvati ed assistiti dagli istruttori coordinati dallo stesso Montermini, potranno provare degli esercizi base di guida sicura sulle auto messe a disposizione da Newtron. Il partner del progetto Sara Safe Factor che come l’iniziativa guarda ad un futuro più sicuro e verde, grazie alla propulsione elettrica. Newtron è l'azienda italiana con sede in Sicilia, primo marchio nazionale ed europeo, abilitato alla conversione delle vetture, anche le più datate, ai sistemi elettrici o ibridi. Nel parco vetture, per favorire i test drive per i giovanissimi, è disponibile anche la Smart elettrica omologata per i 14enni. Sara Safe Factor è il Progetto ideato da Sara Assicurazioni, giunto al suo 14° anno di attività e che ha superato quota 110.000 studenti incontrati. Sara Safe Factor si inserisce nel piano di azione dell’Automobile Club d’Italia a sostegno della campagna ONU che per il decennio 2010 - 2020 ha l’obiettivo di un ulteriore dimezzamento delle vittime della strada e affianca l’azione della Federazione Internazionale dell’Automobile “FIA for Road Safety Action”. La sicurezza è tra le principali prerogative ACI che a sua volta è sempre volentieri al fianco del mondo della scuola.

 

Rif. Stampa Sara Safe Factor Rosario Giordano