WEEKEND TRIONFALE PER ERREFFE RALLY TEAM. VITTORIA AL RALLY DEL REGGELLO E AL NEBRODI!
WEEKEND TRIONFALE PER ERREFFE RALLY TEAM. VITTORIA AL RALLY DEL REGGELLO E AL NEBRODI!
OTTAVO POSTO ASSOLUTO PER BRACCHI AL VALLI OSSOLANE. OTTIMO TEST PRE-COPPA VALTELLINA!
OTTAVO POSTO ASSOLUTO PER BRACCHI AL VALLI OSSOLANE. OTTIMO TEST PRE-COPPA VALTELLINA!
Il 24° Rally dei Nebrodi a due facce per Targa Racing Club
Il 24° Rally dei Nebrodi a due facce per Targa Racing Club
CECCATO JR. SALVA IL SAN MARTINO DI JTEAM
CECCATO JR. SALVA IL SAN MARTINO DI JTEAM
UNO DUE DI STIVAL E LAURENCICH
UNO DUE DI STIVAL E LAURENCICH
SPAGNOLI DOMINA AL SAN MARTINO DI CASTROZZA
SPAGNOLI DOMINA AL SAN MARTINO DI CASTROZZA
CECCATO JR. È TERZO DI UNDER 25 AL SAN MARTINO
CECCATO JR. È TERZO DI UNDER 25 AL SAN MARTINO
PIRAS AI PIEDI DEL PODIO DEL SAN MARTINO
PIRAS AI PIEDI DEL PODIO DEL SAN MARTINO
DREAM ONE MOTORSPORT DAL SAN MARTINO DI CASTROZZA AL COPPA VALTELLINA
DREAM ONE MOTORSPORT DAL SAN MARTINO DI CASTROZZA AL COPPA VALTELLINA
RIGO ED UN SAN MARINO PER TRE
RIGO ED UN SAN MARINO PER TRE
LUISE APRE AL LANA IL SECONDO GIRONE DEL CIRAS
LUISE APRE AL LANA IL SECONDO GIRONE DEL CIRAS
Michelin Trofeo Italia al Rally al Rally Valli Ossolane: Santini, “Lello Power” e Daldini prendono il largo
Michelin Trofeo Italia al Rally al Rally Valli Ossolane: Santini, “Lello Power” e Daldini prendono il largo
Tripletta di Cunegatti - Panato al San Martino di Castrozza
Tripletta di Cunegatti - Panato al San Martino di Castrozza
PAVEL GROUP A SEGNO IN SICILIA: AL RALLY DEI NEBRODI “ARGENTO” PER FERRARO
PAVEL GROUP A SEGNO IN SICILIA: AL RALLY DEI NEBRODI “ARGENTO” PER FERRARO
Il XXXVI Rally Elba Storico-Trofeo Locman Italy “europeo” e “tricolore” cambia la logistica
Il XXXVI Rally Elba Storico-Trofeo Locman Italy “europeo” e “tricolore” cambia la logistica
Susanna Mazzetti fa doppietta a Reggello
Susanna Mazzetti fa doppietta a Reggello
Lorenzo Sardelli brilla ancora a Reggello
Lorenzo Sardelli brilla ancora a Reggello
PER CHIARA GALLI UN “REGGELLO” DI SODDISFAZIONE
PER CHIARA GALLI UN “REGGELLO” DI SODDISFAZIONE
MM Motorsport “d’argento” al Rallye Régional d’Eccica Suaredda
MM Motorsport “d’argento” al Rallye Régional d’Eccica Suaredda
TOFFANO, SAMBUGARO E NODARI FIRMANO LA TOP 10 A SAN MARTINO DI CASTROZZA
TOFFANO, SAMBUGARO E NODARI FIRMANO LA TOP 10 A SAN MARTINO DI CASTROZZA
PRIMO SCRATCH FINNICO DI TRENTIN AL POHJANMAA
PRIMO SCRATCH FINNICO DI TRENTIN AL POHJANMAA
AL RALLY DEI NEBRODI LA ISLAND MOTORSPORT LASCIA IL SEGNO
AL RALLY DEI NEBRODI LA ISLAND MOTORSPORT LASCIA IL SEGNO
Uno strabiliante Daprà ha reso ancora più grandi le soddisfazioni della Pintarally Motorsport al 44° Rallye San Martino di Castrozza
Uno strabiliante Daprà ha reso ancora più grandi le soddisfazioni della Pintarally Motorsport al 44° Rallye San Martino di Castrozza
Luci e ombre in Scandinavia per il trio di ACI Team Italia
Luci e ombre in Scandinavia per il trio di ACI Team Italia
Buone sensazioni per Trentin e Ledda dopo il SM Pohjanmaa Ralli
Buone sensazioni per Trentin e Ledda dopo il SM Pohjanmaa Ralli
La scuderia RO racing sull'onda lunga dei risultati, terzo posto per Testa e Abatecola al San Martino di Castrozza
La scuderia RO racing sull'onda lunga dei risultati, terzo posto per Testa e Abatecola al San Martino di Castrozza
Festival di podi al 24° Rally Historic dei Nebrodi
Festival di podi al 24° Rally Historic dei Nebrodi
IL SAN MARINO SEGNA IL GIRO DI BOA DI TONELLI
IL SAN MARINO SEGNA IL GIRO DI BOA DI TONELLI
NODARI IN STATO DI GRAZIA AL SAN MARTINO
NODARI IN STATO DI GRAZIA AL SAN MARTINO
RAVANELLI BISSA IN CASA CON SORPASSO ALL'ULTIMA
RAVANELLI BISSA IN CASA CON SORPASSO ALL'ULTIMA
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

La scuderia RO racing sull'onda lunga dei risultati, terzo posto per Testa e Abatecola al San Martino di Castrozza

 

 

La scuderia RO racing continua a viaggiare sull’onda dei risultati anche nell’ultimo fine settimana di primavera. Giuseppe Testa e Gino Abatecola, a San Martino di Castrozza, grazie al terzo posto in gara, sono riusciti a rimanere sul trono della classifica del Trofeo Italiano Rally. Giovanni Modica e Lillo Messineo hanno vinto il Rally dei Nebrodi storico. Lucio Peruggini, alla Trento Bondone, ha vinto la sua classe nella gara valida per il Campionato Italiano Supersalita. Ottimi i risultati dei rappresentanti del sodalizio allo Slalom dell'Agro Ericino, valido per il Campionato Italiano. Infine Max Rendina ed Emanuele Inglesi, in Grecia, sono riusciti a rimanere in testa alla classifica della categoria Rally2 nel Campionato rally panellenico.

La stagione prosegue a ritmo serrato e la scuderia RO racing continua a fare incetta di risultati, spaziando impetuosa in tutte le specialità del motorsport.

In Trentino, al Rally di San Martino di Castrozza, Giuseppe Testa e Gino Abatecola, con la loro Skoda Fabia Rs seguita dalla Delta Rally, grazie al terzo posto finale hanno egregiamente difeso la loro leadership nella classifica del Trofeo Italiano Rally. 

Sempre nella regione alpina, alla settantatreesima Trento Bondone, valida per il Campionato Italiano Supersalita, Lucio Peruggini, con la sua Ferrari 488 Challenge Evo Gt Supercup, ha vinto la sua classe e ha concluso al quarto posto di Gruppo. Nello stesso raggruppamento, ma in classe Gt Cup, seconda posizione per la Porsche 991 GT3 di Gabry Driver.

In Grecia, al terzo round del Campionato Panellenico, alla ventesima edizione del Rally di Corinto, Max Rendina ed Emanuele Inglesi hanno concluso, con la loro Skoda Fabia R5, al sesto posto tra le Rally2 e hanno mantenuto il comando della classifica di categoria in Campionato.

In Sicilia al 24°Rally dei Nebrodi, terza prova della Coppa Rally di Nona Zona, in classe Rally4, terza posizione per la Peugeot 208 Gt di Gaspare Agrò e Rosario Merendino, nella stessa categoria Carlo Stassi con Massimiliano Migliore hanno terminato le loro fatiche in nona posizione. In classe R2B, con una Peugeot 208 aspirata, esaltante è stato il ritmo di Jerry Mingoia e Salvatore Giglio che li ha condotti ad occupare la seconda posizione. Vittoria in classe R1 per la Toyota Yaris Gr di Renato Di Miceli e Antonio Marchica. Tra le vetture della classe K10 seconda posizione per la Peugeot 106, in versione stretta, condotta da Antonino Provenza in coppia col figlio Mattia. In A6 positivo il rientro di Ivan Brusca e Ignazio Midulla che hanno portato la loro Peugeot 106 al successo nella classe. Nella gara riservata alle storiche di grande merito è stata la prestazione di Giovanni Modica e Lillo Messineo che hanno saputo interpretare al meglio le insidie del tracciato nebroideo è hanno vinto la gara con la loro Porsche 911 Sc del Terzo Raggruppamento, seguita dal preparatore Guagliardo.

Risultati eccellenti anche allo Slalom dell'Agro Ericino, valido per il Campionato Italiano di specialità. In provincia di Trapani, Calogero Bellavia, con una Peugeot 106, si è imposto in classe RS 1.6, Lorenzo Bonavires, con una Renault Clio RS, ha conquistato un nuovo successo in classe RS Plus 2.0, Yuri Floriani, con la sua Peugeot 106 Rally, ha continuato a stupire in classe N1400 dove ha ottenuto una nuova vittoria. Michele Allegro, ha condotto la sua Citroen Saxo Vts al quinto posto in classe N1600, Antonio Marino, con una Peugeot 106, sempre in N1600, ha completato il podio. Alice Gammeri, con una Renault Clio Williams, ha concluso al secondo posto in classe N2000 e nella stessa posizione tra le Dame. Pierluigi Bono, con una Fiat 500 in classe BC 700, ha vinto sia il Gruppo sia la classe. Fabrizio Rinicella, con una Fiat 126 Giannini, in classe S1 si è piazzato quinto, Domenico Livorsi, con un'Autobianchi A112 Abarth, ha fatto sua la classe S2, Agostino Bonsignore ha portato la sua Autobianchi A 112 Abarth alla vittoria in classe S3. La regina Angelica Giamboi, con una Fiat X1/9 ha primeggiato sia tra le Dame sia in classe S5. Alfredo Giamboi, con la sua inseparabile Fiat X1/9, non ha avuto rivali sia in classe S6 sia nel gruppo Speciale Slalom. Marco Gammeri, con una Renault Clio RS, ha vinto la classe E1 2000, Emanuele Di Piazza, con una Fiat Seicento Sporting, è salito sul gradino più alto del podio in classe E1 1400 Moto, Giuseppe Catalano, con una Chevy Sedan – Yamaha, ha vinto la classe E2 Silhouette Lc. Giuseppe Giametta, ha condotto la sua Gloria B5 – Suzuki al secondo posto in classe E2 SS/TM SS 1150 e al sesto della classifica generale, Michele Puglisi, con una Radical Sr4 – Suzuki, è giunto quinto nella generale e Salvatore Arresta, con una Gloria B5 Evo – Suzuki, ha sfoderato una nuova prestazione eccellente giungendo al terzo posto della classifica generale e aggiudicandosi Gruppo e classe.

Sempre in uno slalom, ma in Basilicata, alla nona Coppa Città di Grassano, valida per il Trofeo d'Italia Sud, Pasquale Cerone, a bordo di una Autobianchi A112 Abarth, ha vinto la categoria riservata alle storiche.

Festival di podi al 24° Rally Historic dei Nebrodi

Martedì, 18 Giugno 2024 12:00 Published in Rally

Festival di podi al 24° Rally Historic dei Nebrodi

Sui primi gradini della gara che si è conclusa in tarda serata sono saliti per il 2° Raggruppamento Savioli-Savioli per il 3° Modica-Messineo, che sono stati primi anche della classifica assoluta e Mistretta-Cangemi per il 4°

 

 

Sant’Angelo di Brolo (ME) 17 giugno. Finale con grandi festeggiamenti per i protagonisti del 24° Rally Historic dei Nebrodi, dopo che ad accendere la gara erano state le Porsche 911 Rs che si sono alternate in testa alla competizione. In 2° raggruppamento hanno prevalso Marco Savioli e il nipote Gianluca che con la Porsche del team Bassano sono stati al comando della graduatoria assoluta nella prima parte della gara. Sul podio con loro hanno festeggiato anche Giovanni Spinnato e Fabio Mellina, in evidenza con la Porsche della Island Motorsport e Italo Ricevuti e Monica Catalano con la BMW 2002. Primi di 3° Raggruppamento e della classifica assoluta sono stati Giovanni Modica e Calogero Messineo con la Porsche Ro Racing, secondi di raggruppamento Luigi e Giovanni Marino con la Autobianchi A112 del Island Motorsport e terzi Antonino Di Lorenzo e Francesco La Franca con Alfa Sud Tdi pure Island Motorsport. Successo di 4° raggruppamento per Vito Mistretta e Andrea Cangemi con la R5 gt turbo del team Asd del Mago, secondi Walter Ansorge e Pierluigi Catanese con la lancia delta integrale del Cst Sport e terzi Francesco Ospedale e Giuseppe Lusco su Volkswagen Golf Gti del Palladio Historic.  

CAPPELLO È QUARTO, SOFFRENDO, SUL BONDONE

Martedì, 18 Giugno 2024 11:56 Published in Salite

CAPPELLO È QUARTO, SOFFRENDO, SUL BONDONE

Il pilota di Borgo Valsugana incappa in problemi di gioventù alla sua Clio, rimandando l'esame all'università della salita.

 

 

Maser (TV), 17 Giugno 2024 – Quando si porta in campo una nuova vettura le incognite, soprattutto quelle derivanti dal fronte tecnico, sono un fattore da tenere bene in considerazione.

Decidere di debuttare in quella che viene considerata l'università della salita, la Cronoscalata Trento - Bondone, non può che elevare il livello del banco di prova alla quale la si sottopone.

Come da previsioni il Sabato e la Domenica sono stati due giorni particolarmente travagliati per Marco Cappello, ai nastri di partenza con una nuova Renault Clio in versione Racing Start.

Il pilota di Borgo Valsugana, portacolori di Millennium Sport Promotion con il supporto di Xmotors Team, affrontava una giornata di prove alquanto complicata, a causa di noie tecniche.

Sapevamo di poter avere parecchi problemi di gioventù e così è stato” – racconta Cappello – “infatti sulla prima prova del Sabato ci siamo dovuti fermare, guasto alla pompa benzina, mentre nella seconda siamo riusciti ad arrivare in cima, pur con problemi all'idroguida.”

Nonostante questo la classifica sorrideva a Cappello con la combinata dei tempi che lo iscriveva in seconda posizione tra le duemila del gruppo RS, a poco più di quattro decimi dal primato nonché dalla decima posizione assoluta nella generale di categoria.

Ripartito alla Domenica con il coltello tra i denti, dopo una notte insonne, il trentino veniva rallentato da problemi alla scatola dello sterzo, dovendosi accontentare di tagliare il traguardo in quarta posizione di classe ed in quattordicesima nella generale del gruppo RS.

Abbiamo lavorato tutta la notte tra Sabato e Domenica” – aggiunge Cappello – “perchè volevo stare sotto ai tredici minuti come tempo di gara. Ho affrontato in maniera troppo aggressiva la quarantina abbondante di tornanti, finendo per patire nuovi problemi alla scatola dello sterzo. Il tempo finale ne ha risentito parecchio ma, non seguendo alcun campionato, va bene così. Queste trasferte servono a noi per affinare le nostre vetture. Grazie a tutto il mio team, sempre all'altezza della situazione. Continueremo il nostro lavoro anche nelle prossime presenze.”

 

 

immagine a cura di Giuseppe Rainieri

Faggioli secondo assoluto alla Trento Bondone

Martedì, 18 Giugno 2024 11:52 Published in Salite
Faggioli secondo assoluto alla Trento Bondone
 
Scelte tecniche sbagliate e una piccola toccata sul finale hanno compromesso la gara del pilota fiorentino che chiude con una prestazione opaca e che poco lo soddisfa
 
 
 
 
La Trento Bondone è da sempre la gara tecnicamente più estrema, per lunghezza e difficoltà del tracciato. Quest’anno Faggioli ha dovuto fare i conti con questi fattori, che per la sua Nova Proto NP01 Bardahl gommata Pirelli si sono rivelati difficoltosi.
Il portacolori Best Lap ha concluso la sua gara in seconda posizione assoluta dietro a Luigi Fazzino, terzo Achille Lombardi, entrambi su Osella.
Al termine della giornata Faggioli commenta : “Sinceramente sono deluso. Di sicuro la piccola toccata nell’ultima parte del tracciato ha compromesso la prestazione, ma anche i tempi che ho registrato sono lontani dai miei personali degli scorsi anni e dal record del tracciato che ancora mi appartiene. Questo significa che ho fatto alcune scelte tecniche sbagliate nel 2023 e quest’anno e che devo lavorare ancora per arrivare ai miei obiettivi, senza dare niente per scontato. Ciò non toglie il merito della vittoria a Luigi Fazzino, al quale faccio i miei complimenti. E’ un ragazzo giovane, veloce e tenace!”
 
 
 
 
(Immagine di Giuseppe Rainieri)
Bagno a Ripoli, 17 giugno 2024

IL SAN MARINO SEGNA IL GIRO DI BOA DI TONELLI

Martedì, 18 Giugno 2024 11:48 Published in Rally

IL SAN MARINO SEGNA IL GIRO DI BOA DI TONELLI

Terzo atto del Campionato Italiano Rally Terra Storico con il due volte tricolore in fila che sarà chiamato ad una prestazione consistente per puntare alla tripletta.

 

 

Reggio Emilia, 17 Giugno 2024 – Dopo oltre due mesi di pausa il Campionato Italiano Rally Terra Storico è finalmente pronto a rimettersi in moto con il prossimo San Marino Rally Historic.

Sulla pedana di partenza non poteva mancare il due volte tricolore consecutive tra le due ruote motrici, Andrea Tonelli, ansioso di tornare a riprendere la caccia all'ombra del Monte Titano.

Sul destino del portacolori di Movisport pesa parecchio l'assenza di Foligno, round inaugurale del CIRTS, con una classifica provvisoria che attualmente lo segnala in settima piazza nella generale, in quarta di terzo raggruppamento ed in classe duemila.

Determinante sarà quindi il bottino che il pilota di Reggio Emilia sarà in grado di raccogliere in terra sammarinese, al volante della sua Ford Escort RS 1800 MKII con Roberto Debbi.

Siamo alla nostra seconda gara della stagione” – racconta Tonelli – “e ci troviamo particolarmente indietro in classifica perchè non siamo riusciti a prendere il via a Foligno. È una spada di Damocle che ci pende sulla testa perchè siamo con le spalle al muro. Mancano tre appuntamenti al termine della stagione, incluso il San Marino, e non possiamo commettere alcun sbaglio. Una situazione non facile da gestire ma faremo del nostro meglio per provarci.”

Tonelli, terzo assoluto nella passata edizione su questi sterrati, dovrà fare anche i conti con una situazione incerta sul fronte tecnico, pur contando sulla professionalità di Power Brothers.

Speriamo di non avere problemi tecnici” – aggiunge Tonelli – “perchè è un fattore da non escludere. Siamo in difficoltà per il ritardo nella consegna di alcune componenti, in particolare mi riferisco a ricambi per il ponte posteriore che non sono ancora arrivati. Dovevamo essere al via con un ponte evoluto ed invece dovremo correre con quello vecchio, sperando che regga.”

Una sola la giornata di gara che vedrà sfidarsi i protagonisti del tricolore dedicato alle regine del passato, quella di Sabato 22 Giugno, con un duplice passaggio su “Terra di San Marino” (8,67 km) ad aprire la strada alla triplice tornata consecutiva su “Lunano” (5,28 km) e su “Macerata Feltria” (7,44 km) che completerà i poco più di cinquantacinque chilometri cronometrati totali.

Il San Marino è una gara dove bisogna stare attenti” – conclude Tonelli – “perchè è molto tecnica e ricca di insidie. Mi aspetto strade abbastanza rovinate, a causa del passaggio delle moderne prima di noi. Ci sarà da stare in campana e dovremo essere aggressivi al punto giusto. I locali Pelliccioni e Moroni saranno avversari molto tosti in chiave due ruote motrici.”

 

 

immagine a cura di Mario Leonelli

DUPLICE PODIO PER I PILOTI SICILIANI NEL TRICOLORE GT ENDURANCE

Sul tracciato capitolino di Vallelunga, sede dell’appuntamento inaugurale del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance, argento nella 1^ Divisione della GT Cup PRO-AM tanto per Simone Patrinicola (Ferrari 488 Challenge), quanto nella “Seconda” per Giuseppe Nicolosi e Davide Di Benedetto, al volante invece della Porsche 992 GT3 Cup

 

 

Vallelunga (Rm), 17 giugno 2024 - Si è concluso con un duplice podio, l’impegno dei tre piloti siciliani affiancati dal management della Tempo srl in occasione dell’appuntamento inaugurale del prestigioso Campionato Italiano Gran Turismo Endurance, andato in scena presso l’autodromo di Vallelunga lo scorso fine settimana. 

Forte dell’adagio “squadra che vince non si cambia”, l’ennese Simone Patrinicola ha ricondiviso il volante della Ferrari 488 Challenge del team Best Lap con Luca Demarchi e Sabatino Di Mare, ricostituendo in tal modo il trittico già vincitore nella passata stagione della GT Cup PRO-AM, con il chiaro obiettivo di riconfermarsi. Completate le previste tre ore di gara, rese ancor più ostiche dalle alte temperature pomeridiane, i campioni in carica hanno conquistato un prezioso argento di classe nella 1^ Divisione (riservata a Ferrari e Lamborghini). «Alla vigilia, sapevamo già che sul tracciato romano, le cui peculiarità erano poco consone per la nostra auto, avremmo sofferto. Così, ci eravamo posti l’obiettivo di conquistare più punti possibile per il prosieguo della stagione» - ha spiegato Patrinicola - «Ci siamo riusciti, faticando non poco, ma ci siamo riusciti. Ora testa al prossimo round».

Analoga categoria ma prima uscita stagionale, invece, per gli altri due esperti conduttori isolani, ovvero, il catanese Giuseppe Nicolosi e l’agrigentino Davide Di Benedetto che, con l’altro coéquipier Daniele Cazzaniga, si sono alternati alla guida della Porsche 992 GT3 Cup della Ebimotors, centrando la piazza d’onore nella 2^ Divisione (dedicata esclusivamente alle vetture della Casa di Stoccarda). «Eravamo scattati alla grande dalla griglia di partenza quando, nel corso del primo stint, per un contatto si è danneggiato il radiatore. Per sostituirlo, si è reso necessario un ulteriore pit stop oltre quelli già previsti dal regolamento, che ci ha fatto perdere ben sette minuti, nonostante un più che rapido ed eccellente intervento da parte del team» - ha commentato Nicolosi a ruote ferme - «Una volta rientrati, abbiamo ritrovato il nostro passo riducendo il gap dalla vetta. Un avvio poco fortunato, certo, ma i giochi sono ancora più che aperti e rimaniamo molto fiduciosi». 

Archiviata la trasferta capitolina, tra poco meno di un mese i “nostri” saranno attesi al Mugello, teatro del secondo atto della serie tricolore di durata.

Calendario Campionato Italiano Gran Turismo 2024

4/5 maggio - Misano (Sprint); 1/2 giugno - Imola (Sprint); 15/16 giugno - Vallelunga (Endurance); 13/14 luglio - Mugello (Endurance); 24/25 agosto - Mugello (Sprint); 7/8 settembre - Imola (Endurance); 5/6 ottobre - Monza (Sprint); 26/27 ottobre - Monza (Endurance).

IL QUARTO IN CASA SODDISFA DEGASPERI

Martedì, 18 Giugno 2024 11:39 Published in Salite

IL QUARTO IN CASA SODDISFA DEGASPERI

Una sbavatura costa il podio assoluto al pilota di Trento di fronte al pubblico amico sul Bondone, azzerando il gap tra la Norma e l'Osella nella sua trentesima presenza.

 

 

Trento, 17 Giugno 2024 – La trentesima partecipazione di Diego Degasperi all'università della salita, la Cronoscalata Trento - Bondone, pur non vedendolo su uno dei tre gradini del podio assoluto ha portato in dote al pilota di casa importanti riscontri per il futuro stagionale.

Il portacolori di Vimotorsport, in fase di apprendistato sulla nuova Norma M20-FC/GEA Zytek curata dal Team Faggioli, ha di fatto azzerato il gap che lo divideva dalla precedente Osella.

I riscontri cronometrici e tecnici che abbiamo avuto sul Bondone” – racconta Degasperi – “ci hanno fatto capire che siamo arrivati al punto zero, tra la Norma e l'Osella che usavo in precedenza. Da qui in avanti inizieremo a crescere ed a vedere i reali progressi con la M20.”

Una scelta di coperture un po' azzardata, proiettata già alla gara di Domenica, si traduceva in un buon terzo parziale assoluto, di gruppo e di classe, nella combinata di libere del Sabato.

Sabato faceva molto freddo” – sottolinea Degasperi – “ma abbiamo deciso ugualmente di montare delle gomme per alte temperature, stando un po' più attenti e confidando nel caldo di Domenica. Soffrivamo un po' di sottosterzo ma sapevamo in quale direzione dover lavorare.”

Alla Domenica, come da tradizione, la tappa del Campionato Italiano Super Salita e del Campionato Italiano Velocità Montagna si decideva in una sola manche, da vivere d'un fiato.

Un piccolo errore, che poteva costare molto caro, costringeva Degasperi ai piedi del podio, soddisfatto del passo espresso e di un bottino che ha contato anche la quarta piazza in gruppo E2SC-SS ed il terzo in classe tremila con l'arrivo di altri punti utili per la rincorsa al titolo.

Il mio obiettivo era di scendere sotto ai nove minuti e trenta” – aggiunge Degasperi – “e ci siamo riusciti, abbassando di ben otto secondi e mezzo quello che era il mio record personale sul Bondone. Solo una piccola sbavatura, un po' rischiosa perchè poteva portare alla foratura di una gomma, e qualche curva dove sono stato incerto non ci ha permesso di salire sul podio assoluto. Il quarto all'università della salita è un risultato di sicuro prestigio e ci fa piacere.”

Continua così il 2024 transitorio di Degasperi, ancora in attesa di conoscere il proprio futuro.

Abbiamo considerato il 2024 con un anno di apprendimento” – conclude Degasperi – “quindi, assieme al team, valuteremo nei prossimi giorni quale strada seguire. Approfitto per ringraziare tutti loro perchè, grazie alla professionalità che mi confermano ad ogni weekend, posso concentrarmi unicamente sul conoscere meglio la Norma. Grazie alla scuderia ed ai partners.”

 

 

immagine a cura di Giuseppe Rainieri

NODARI IN STATO DI GRAZIA AL SAN MARTINO

Martedì, 18 Giugno 2024 11:35 Published in Rally

NODARI IN STATO DI GRAZIA AL SAN MARTINO

Il pilota di Gambugliano porta in dote a Motor Valley Racing Division la decima piazza assoluta ed il primato tra gli Over 55 nel Trofeo Italiano Rally.

 

 

Modena, 17 Giugno 2024 – Era nei piani della vigilia e l'obiettivo prefissato è stato ampiamente rispettato da un Paolo Nodari che, al recente Rally San Martino di Castrozza, ha messo in campo una prestazione di elevato spessore, in compagnia del figlio Giulio.

Il pilota di Gambugliano, al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo di MS Munaretto, ha sfruttato al meglio l'assenza del leader provvisorio di campionato, quel Silva in testa all'Over 55 nel Trofeo Italiano Rally, andando a cogliere il successo per riportarsi sotto in classifica.

Ad arricchire una due giorni più che costruttiva per il portacolori di Motor Valley Racing Division, ulteriormente valorizzata dall'essere maturata in condizioni meteo a dir poco complicate, la decima posizione nella classifica finale assoluta in un evento che ha portato sul campo anche i protagonisti della Coppa Rally ACI Sport, di quarta zona, e di altre serie annesse.

Il nostro obiettivo era quello di vincere l'Over 55 e di stare nei dieci assoluti” – racconta Nodari – “e siamo riusciti a centrare in pieno quello che ci eravamo prefissati. Peccato per le ultime due prove del Sabato dove una scelta di gomme sbagliata ci ha fatto perdere molto tempo. Se non fosse stato per quello avremmo potuto chiudere ottavi nella generale. La vettura è stata impeccabile, come sempre, quindi grazie al team MS Munaretto. Grazie anche alla scuderia Motor Valley Racing Division, a tutti i nostri partners ed a mio figlio Giuglio, sempre bravo.”

Da un Venerdì e Sabato da protagonisti ad un altro, quello vissuto da Andrea Montemezzo all'Historique Rally San Martino di Castrozza, che ha consegnato un boccone molto amaro.

Il pilota di Rovolon, in gara con la sua Opel Kadett GSI gruppo A curata Tuning Carenini e condivisa con Andrea Fiorin, partiva con un buon passo sulla spettacolo serale.

Preso il comando delle operazioni in classe, la quinta piazza in raggruppamento e dopo essersi avvicinato alla top ten assoluta la seconda punta della scuderia di Modena si vedeva costretta ad alzare bandiera bianca, ad inizio Sabato, a causa del cedimento della frizione.

Non è andata per niente bene questa volta” – racconta Montemezzo – “e la nostra Kadett ci ha appiedato dopo la prima Gobbera del Sabato. La frizione non teneva più ed abbiamo dovuto decidere di fermarci. Ci dispiace molto, visto il problema non andavamo poi così male, ma vedremo di sistemare. Lo scenario del San Martino di Castrozza si conferma meraviglioso, come sempre del resto. Grazie al team di Carenini, alla scuderia ed a tutti i nostri partners.”

 

 

immagine a cura di Mario Leonelli

RAVANELLI BISSA IN CASA CON SORPASSO ALL'ULTIMA

Martedì, 18 Giugno 2024 11:32 Published in Rally

RAVANELLI BISSA IN CASA CON SORPASSO ALL'ULTIMA

Il pilota di Centrale di Bedollo piazza la zampata sul Manghen, conquistando la seconda vittoria di fila al San Martino di Castrozza per aprire al meglio il 2024.

 

 

Centrale di Bedollo (TN), 17 Giugno 2024 – È stato un Rally San Martino di Castrozza particolarmente intenso per Devis Ravanelli che, con una magia sugli ultimi chilometri del “Manghen”, ha conquistato una vittoria che racchiude al suo interno tanti significati.

Il pilota di Centrale di Bedollo si presentava al via della prima del Trofeo N5 Asfalto da campione in carica, al volante della Citroen DS3 N5 curata da Power Brothers.

Il portacolori di Pintarally Motorsport, in coppia con Fabrizio Handel, prendeva con le pinze la spettacolo cittadina del Venerdì sera, chiudendo alle spalle di un Milani molto in forma.

L'apertura del Sabato non lo agevolava e l'annullamento di due speciali, delle tre in programma disputando solamente la “Val Malene”, non gli consentiva di ritrovare il giusto passo gara.

La spettacolo del centro non riesco ancora a digerirla” – racconta Ravanelli – “ma, nonostante questo, eravamo già in lotta per il primato tra le N5. Essendo fermo dal Bassano dello scorso anno, escludendo la parentesi particolare del Monza, avevo bisogno di chilometri per ritrovare ritmo e l'annullamento della Gobbera e del Manghen non mi hanno aiutato di certo. Soffrivamo anche di un leggero sottosterzo che i ragazzi di Colonna hanno poi risolto in assistenza.”

Al termine del primo giro Ravanelli figurava in seconda posizione di classe, a soli 9”1 da un Milani particolarmente competitivo, mentre il primo degli inseguitori era a distanza di sicurezza.

Si tornava a “Gobbera” ed il trentino firmava il primo scratch, rosicchiando solo 1”1 a Milani.

La successiva “Val Malene”, corsa in condizioni meteo complicate tra l'umido dei primi chilometri e le nuvole basse sul veloce in cima, vedeva il pilota della scuderia di casa gestire la situazione al meglio, evitando rischi inutili nella sua prima presa di contatto con il bagnato.

Quando al termine della due giorni mancavano solamente i poco meno di diciotto chilometri del “Manghen” erano ben 15”9 i secondi che lo separavano dall'autentico mattatore di giornata.

Deciso a dare il tutto per tutto, con qualche rischio importante, Ravanelli compiva un'autentica impresa, rifilando cinquanta secondi al diretto rivale che, nel difendersi, incappava in un dritto.

All'arrivo a San Martino di Castrozza è tanta la soddisfazione per aver creduto nella vittoria fino all'ultimo metro, portando a casa punti importanti per la rincorsa al bis nella serie N5 Italia.

Un bottino che lo candida ad un ruolo da protagonista anche nel Trofeo Italiano Rally e nella Coppa Rally ACI Sport di quarta zona, avendo centrato il successo anche in questi contesti.

A dare ulteriore prestigio al risultato, oltre alla vittoria di classe N5, anche il quattordicesimo in gruppo RC2N ed il ventesimo nella generale, segnando tempi importanti a ridosso della top ten.

Grazie a Power Brothers, a Riccardo Rigo, alla Pintarally Motorsport, ai nostri partners” – racconta Ravanelli – “ed a Fabrizio che ha festeggiato così al meglio il compleanno di suo padre e la centocinquantesima gara da navigatore. Siamo al settimo cielo, mai avremmo pensato di aprire la stagione con così tante emozioni. I miei più sinceri complimenti a Milani ed a Camazzola perchè sono andati fortissimo, stimolandoci ad inseguirli fino all'ultimo metro.”

 

 

immagine a cura di Mario Leonelli

LA SLOW ZONE FRENA CECCATO PIÙ DEL PREVISTO

Martedì, 18 Giugno 2024 11:26 Published in Rally

LA SLOW ZONE FRENA CECCATO PIÙ DEL PREVISTO

Una penalità di un minuto toglie il podio di Over 55 al pilota di Bassano del Grappa al San Martino di Castrozza, guardando già al prossimo Lana per la rivincita.

 

 

Bassano del Grappa (VI), 17 Giugno 2024 – Poteva essere una trasferta da ricordare ed invece il secondo appuntamento considerato di casa da Vittorio Ceccato gli ha voltato le spalle.

Al recente Rally San Martino di Castrozza il pilota di Bassano del Grappa, al via con la consueta Skoda Fabia Rally2 Evo di P.A. Racing con il ritrovato Rudy Tessaro al proprio fianco, partiva con il giusto piglio sull'insidiosa speciale spettacolo del Venerdì sera.

Al controllo stop il cronometro sanciva l'undicesimo tempo assoluto, regalando al neo portacolori di New Turbomark Rally Team una soddisfazione di quelle da ricordare a lungo.

Avevamo grandi aspettative per questa presenza in Trentino” – racconta Ceccato – “perchè si trattava di una gara che conoscevamo molto bene. Chiudere undicesimi assoluti sulla spettacolo, vicini ai leader di campionato e ad altri piloti blasonati, è stata una grande gioia per un gentleman driver come me. Possiamo considerarla quasi alla pari di una vera vittoria.”

Galvanizzato da un ottimo avvio Ceccato, supportato come da tradizione anche da Jteam, incappava nella trappola della slow zone, ricevendo una penalità di un minuto netto.

Piombato in ottantasettesima posizione nella generale il bassanese si piazzava a ridosso dei dieci assoluti sul quinto impegno del Sabato, dopo l'annullamento del quarto, risalendo fino alla ventiseiesima posizione generale, alla sedicesima in gruppo ed alla quattordicesima di classe.

Con due soli tratti cronometrati a separarlo dal traguardo il vicentino continuava a spingere ma le condizioni del meteo, in particolare quelle incontrate sulla “Val Malene” con pioggia e nuvole basse fino all'inizio della discesa, non gli rendevano la vita facile.

Il quinto posto finale tra gli Over 55, un terzo gradino del podio al netto della penalità, lascia particolare amarezza al termine della due giorni vissuta all'ombra delle Pale di San Martino.

Una delusione che è già pronta ad essere trasformata in grinta per l'assalto al Rally Lana.

La penalità presa sulla slow zone della prima Gobbera ci ha tagliato le gambe” – aggiunge Ceccato – “perchè ci ha tolto di mano, a conti fatti, la terza piazza in Over 55 ed una posizione a ridosso della top ten assoluta. Grazie a tutta la P.A. Racing, in particolare a Fabrizio e ad Alessandro, per averci dato una vettura molto performante. Grazie a Rudy, alla famiglia Zagami che ci supporta da lontano ma che sentiamo vicina a noi, a Jteam ed a tutti i partners che ci permettono di affrontare questo meraviglioso campionato. Ora ci prepariamo per il Lana, una gara che abbiamo affrontato solamente una volta ma nella quale vogliamo concretizzare di più.”

Va in archivio così il quarto atto del 2024 di Ceccato, valevole per il Trofeo Italiano Rally ma anche per la Coppa Rally ACI Sport di quarta zona, a coefficiente maggiorato, e per una lunga lista di serie collaterali che hanno portato in campo numerosi protagonisti di elevato spessore.

 

immagine a cura di ACI Sport

Privacy Policy