PARTITO IL 15° RALLY ALBA
PARTITO IL 15° RALLY ALBA
Rally di Caltanissetta, domani al via con 63 equipaggi
Rally di Caltanissetta, domani al via con 63 equipaggi
RALLY E SALITE: LA RALLY SPORT EVOLUTION SI FA IN QUATTRO
RALLY E SALITE: LA RALLY SPORT EVOLUTION SI FA IN QUATTRO
TERZO PODIO PER PAVEL GROUP IN ROMANIA: SECONDI ASSOLUTI CON SEBASTIAN BARBU E LA SKODA FABIA AL RALLY ARGESULUI
TERZO PODIO PER PAVEL GROUP IN ROMANIA: SECONDI ASSOLUTI CON SEBASTIAN BARBU E LA SKODA FABIA AL RALLY ARGESULUI
RALLY di ALBA: ACCESI I MOTORI
RALLY di ALBA: ACCESI I MOTORI
MM MOTORSPORT SULLE STRADE DEL BENACVS RALLY: A MICHELE CALIARO LA SKODA FABIA R5
MM MOTORSPORT SULLE STRADE DEL BENACVS RALLY: A MICHELE CALIARO LA SKODA FABIA R5
Molteplici impegni per la scuderia RO racing questo week end.
Molteplici impegni per la scuderia RO racing questo week end.
IMPEGNATIVO FINE SETTIMANA PER LA CASARANO RALLY TEAM.
IMPEGNATIVO FINE SETTIMANA PER LA CASARANO RALLY TEAM.
TRE GARE IN UN INTENSO WEEKEND DI MOTORSPORT PER L’ERREFFE RALLY TEAM
TRE GARE IN UN INTENSO WEEKEND DI MOTORSPORT PER L’ERREFFE RALLY TEAM
HP Sport RRT con 11 equipaggi al via del rally Terra di Argil
HP Sport RRT con 11 equipaggi al via del rally Terra di Argil
Doppio impegno per B&B Technology
Doppio impegno per B&B Technology
La Nebrosport si tuffa sul 19° Rally di Caltanissetta
La Nebrosport si tuffa sul 19° Rally di Caltanissetta
Al Rally di Alba Stefano Peletto e Massimo Barrera in cerca di riscatto
Al Rally di Alba Stefano Peletto e Massimo Barrera in cerca di riscatto
La Porto Cervo Racing al Rally Italia Sardegna
La Porto Cervo Racing al Rally Italia Sardegna
PROVA SEGRETA SUL TRACCIATO DELLO SPINO PER LE AUTO D’EPOCA PARTECIPANTI ALLA MODENA CENTO  ORE CLASSIC, UN “ANTIPASTO” DEL GRANDE APPUNTAMENTO DI SETTEMBRE
PROVA SEGRETA SUL TRACCIATO DELLO SPINO PER LE AUTO D’EPOCA PARTECIPANTI ALLA MODENA CENTO ORE CLASSIC, UN “ANTIPASTO” DEL GRANDE APPUNTAMENTO DI SETTEMBRE
LogisticaUno RallyCup by Michelin 2021: niente superstizioni per l’assalto all’Alba
LogisticaUno RallyCup by Michelin 2021: niente superstizioni per l’assalto all’Alba
LA PROMOX CON TESTA E RECCHIUTI SCALDA I MOTORI PER IL RALLY D’ALBA: TERZO APPUNTAMENTO DEL CIWRC
LA PROMOX CON TESTA E RECCHIUTI SCALDA I MOTORI PER IL RALLY D’ALBA: TERZO APPUNTAMENTO DEL CIWRC
RALLY di ALBA: la carica dei 189
RALLY di ALBA: la carica dei 189
EVENT SHOW PISTA SALENTINA - 12-13 GIUGNO 2021
EVENT SHOW PISTA SALENTINA - 12-13 GIUGNO 2021
La Scuderia Nebrodi Racing al via al Rally Terra di Argil, con un debutto!
La Scuderia Nebrodi Racing al via al Rally Terra di Argil, con un debutto!
TRA ALBA E BENACUS IN CERCA DI VITTORIE
TRA ALBA E BENACUS IN CERCA DI VITTORIE
Porto Cervo Racing: il secondo round del Campionato Italiano Rally Terra al Rally Italia Sardegna
Porto Cervo Racing: il secondo round del Campionato Italiano Rally Terra al Rally Italia Sardegna
Rally di Caltanissetta del 12 e 13 giugno, sono già 70 gli iscritti
Rally di Caltanissetta del 12 e 13 giugno, sono già 70 gli iscritti
ART MOTORSPORT 2.0 DI NUOVO AL SUCCESSO:  PRIMA SCUDERIA AL RALLY ABETI
ART MOTORSPORT 2.0 DI NUOVO AL SUCCESSO: PRIMA SCUDERIA AL RALLY ABETI
STRABELLO VUOLE UN BENACUS DI SOSTANZA
STRABELLO VUOLE UN BENACUS DI SOSTANZA
ACCETTULLI PIAZZA LA ZAMPATA A SAN MARINO
ACCETTULLI PIAZZA LA ZAMPATA A SAN MARINO
MENEGATTI, AL BENACUS, CERCA CONFERME
MENEGATTI, AL BENACUS, CERCA CONFERME
MAX RACING PRENOTA LO SPETTACOLO SULLA PISTA SALENTINA!
MAX RACING PRENOTA LO SPETTACOLO SULLA PISTA SALENTINA!
TOYOTA E’ L’AUTO UFFICIALE AL RALLY di ALBA
TOYOTA E’ L’AUTO UFFICIALE AL RALLY di ALBA
La Scuderia di Velletri Mp Racing Competition all’8° Rally Terra di Argil
La Scuderia di Velletri Mp Racing Competition all’8° Rally Terra di Argil
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

Lafortezza e Carturan padroni della 36ª edizione di una «Stella Alpina» sempre più internazionale

 

 

L’ultima giornata della rievocazione storica della «Stella Alpina», gara di regolarità per auto storiche e moderne organizzata dalla Scuderia Trentina e da Canossa Events, è stata quella che ha lanciato al secondo posto in classifica il binomio composto dai bolognesi Mauro Argenti e Roberta Amorosa, in gara su una Porsche 911 T 2.2 del 1969. Ormai blindata la prima piazza, che è sempre rimasta saldamente nelle mani dei veronesi Michele Lafortezza e Ilaria Carturan con la propria Innocenti Mini Cooper MK2 del 1969, al comando della competizione dal primo all’ultimo giorno, la bagarre si è presto accesa per gli altri due gradini del podio, che hanno visto tre equipaggi superarsi di continuo fino ad arrivare all’esito finale, fissato oggi nella classifica generale definitiva. Argenti e Amorosa negli ultimi 143 chilometri della 36ª edizione sono riusciti a tenersi dietro Giovanni Pedrali e Simona Bonomelli su Austin Healey BN4L del 1956, fino a ieri quarti, e soprattutto a superare Dario Converso e Federica Ameglio su una Lancia Fulvia HF del 1973, che hanno dovuto accontentarsi della quarta piazza finale. I vincitori hanno chiuso con 302 penalità, staccando Argenti e Amorosa di 44, Pedrali e Bonomelli di 77 e Converso e Ameglio di 172.
I veronesi hanno così potuto festeggiare al Muse il proprio primo successo, che è valso loro il “Premio Azimut”, conquistato sulle strade delle Dolomiti occidentali trentine, insieme alla vittoria nel gruppo 5. Pedrali e Bonomelli si sono guadagnati quella riservata al gruppo 3, Converso e Ameglio quella del gruppo 6. Scorrendo la classifica generale, troviamo poi la Porsche 356 A 1600 del 1959 degli svizzeri Stefano Ginesi e Susanna Rohr in quinta piazza (543 penalità), Giuliano Farina e Augusta Bini su Porsche 911 del 1972 al sesto posto, davanti a due binomi stranieri, quello giapponese composto da Tsuguo Shintani e Sumiko Kokonno su Triumph Tr2 del 1954 e quello argentino composto da Bruno Ricci e Gustavo Gallo su Renault Alpine A 110 del 1969.
Per quanto concerne le auto moderne, tutte Ferrari immatricolate fra il 2014 e il 2021, ha vinto la coppia composta da Fabio Vergamini e Anna Maria Fabrizi su Ferrari 488 Gtb, che ha totalizzato 900 penalità, seguita da Lucilla Sartori e Monica Meneguzzo su Ferrari F430 Spider, che ne hanno raccolte 1329, e da Enrico Zobele e Ivana Trentinaglia su Ferrari 488 Pista Spider (1789).
In quanto alla classifica riservata alle prove di media, fra le vetture storiche la vittoria è andata a Peter e Marianne Aeschbacher su Porsche 356 C Gt del 1964, fra quelle moderne a Enrico Zobele e Ivana Trentinaglia. Per quanto concerne le scuderie, successo per la Amams Tazio Nuvolari.
Si chiude così l’edizione numero 36 di una competizione che ha portato i concorrenti prima in Piana Rotaliana e sull’Altopiano della Paganella, poi in Val di Sole, in Val di Non e in Val Venosta, infine nel Bleggio, nel Lomaso, i Valle dei Laghi, sul Garda e di nuovo in valle dell’Adige, utilizzando Madonna di Campiglio come campo base. Nota importante, il numero di iscritti provenienti da paesi stranieri, quali Austria, Germania, Svizzera, Gran Brentagna, Argentina e Giappone. L’appuntamento è per il 2022.

Primi due posti invariati dopo la seconda tappa

Domenica, 13 Giugno 2021 13:15 Published in Altre Notizie

Primi due posti invariati dopo la seconda tappa
Oggi ultimo atto da Campiglio ad Aldeno

 

 

Benché abbia impegnato i concorrenti per ben 9 ore e mezza lungo 290 chilometri, la seconda giornata di gara non ha modificato in maniera sostanziale la classifica assoluta della 36ª rievocazione storica della «Stella Alpina», che vede ancora la comando la coppia composta da Michele Lafortezza e Ilaria Carturan su una Innocenti Mini Cooper MK2 del 1969. Al termine della tappa che si è svolta ieri sulle strade della Val di Sole, della Val di Non, della Val Venosta e della Val Passiria, i veronesi di Franciacorta Motori hanno leggermente incrementato il vantaggio sui diretti inseguitori, che si erano costruiti nella prima giornata, dato che ora possono amministrare 17 penalità in meno rispetto a Dario Converso e Federica Ameglio su una Lancia Fulvia HF del 1973, i quali a loro volta hanno consolidato la seconda piazza, allargando il margine che li divide dal terzo equipaggio, che da ieri non è più quello composto da Giovanni Pedrali e Simona Bonomelli su Austin Healey BN4L del 1956, ma il binomio Mauro Argenti - Roberta Amorosa, in gara su una Porsche 911 T 2.2 del 1969. I leader vantano 206 penalità, i secondi 223, i terzi 239, appena 3 in più di Pedrali e Bonomelli, intenzionati a riscattarsi nell’ultima tappa, in programma questa mattina.
Il secondo atto della competizione organizzata dalla Scuderia Trentina e da Canossa Events ha proposto ai 47 equipaggi in gara cinque prove cronometrate fra Campo Carlo Magno e Folgarida, tre al Passo della Mendola e sette ancora a Folgarida, alle quali vanno aggiunte quattro prove di media segrete. Spostandoci alle vetture moderne, la classifica provvisoria vede sempre al comando la coppia composta da Fabio Vergamini e Anna Maria Fabrizi su Ferrari 488 Gtb, che ha totalizzato 558 penalità, seguita da Lucilla Sartori e Monica Meneguzzo su Ferrari F430 Spider, che ne hanno raccolte finora 788.
Oggi i concorrenti saranno chiamati ad affrontare l’ultima tappa, che si chiuderà ad Aldeno e poi con il pranzo al Muse, dove le vetture saranno parcheggiate e potranno essere ammirate dal pubblico. Partendo da Madonna di Campiglio, il serpentone scenderà il Val Rendena, poi valicherà Passo Durone, dove lo attenderanno sei prove cronometrate, toccherà Fiavé, percorrerà la suggestiva Val Lomasona, dove saranno allestite ben dieci prove sui pressostati, poi scenderà a Sarche, raggiungerà Cavedine (altre 9 prove cronometrate), scenderà verso Arco e Bolognano, per raggiungere infine Aldeno attraverso Passo Bordala. Dopo il pranzo avrà luogo la cerimonia di premiazione.

PARTITO IL 15° RALLY ALBA

Domenica, 13 Giugno 2021 13:08 Published in Rally

PARTITO IL 15° RALLY ALBA

Passerella d’apertura serale nel cuore di Cherasco, dopo lo shakedown, per i protagonisti del Campionato Italiano WRC e della Coppa Rally di 1^Zona. Con loro anche le WRC Plus con Ott Tanak e Oliver Solberg sulle i20 ufficiali di Hyundai Motorsport. Fontana-Arena (i20 WRC) i migliori nei test pre gara. Domani, domenica 13 giugno, la sfida su 9 prove speciali.

 

 

Alba (CN), sabato 12 giugno 2021 – Aperta con la cerimonia di partenza la quindicesima edizione del Rally Alba, terzo appuntamento valido per il Campionato Italiano WRC 2021, secondo per la Coppa Rally di 1^Zona ACI Sport. La gara organizzata da Cinzano Rally Team è entrata nel vivo già dalla mattinata odierna, con lo shakedown lungo i 2,75km di asfalto nei pressi di Cherasco seguito in serata dallo start nel centro storico della stessa località in provincia di Cuneo. Una cerimonia serale che ha acceso i fari su una gara che vuole confermarsi tra le più spettacolari del panorama italiano. I contenuti sportivi non mancano di certo, grazie alla presenza di ben 189 vetture ed equipaggi iscritti, tutti passati alle verifiche e presenti al via. In ordine inverso si sono presentate al grande pubblico, collegato in diretta attraverso ACI Sport TV che trasmetterà tutta la gara “live”, prima le piccole due ruote motrici fino ad arrivare in cima all’elenco con le migliori vetture dell’Italiano. Quindi la Citroen DS3 WRC n°1 di Luca Pedersoli ed Anna Tomasi, da ultime le attesissime Hyundai i20 WRC Plus dell’estone campione mondiale 2019 Ott Tanak e del giovane svedese figlio d’arte Oliver Solberg, entrambi piloti ufficiali portati in gara dal team campione in carica nel Mondiale Rally Hyundai Motorsport, che si sfideranno nel “Rally Alba Plus” insieme alla Ford Fiesta de “Il Valli”, tutte trasparenti ai fini della classifica di Campionato e Coppa. Interessanti già i primi affondi di giornata nello shakedown, nel quale si sono messi in evidenza soprattutto i big del CIWRC. Tra loro ha voglia di partire con il coltello tra i denti, dopo il ritiro nei primi due rally, il lariano campione in carica Corrado Fontana, che insieme a Nicola Arena su Hyundai i20 WRC ha segnato il miglior crono in 1’55.4, un decimo meglio di Luca Rossetti e Manuel Fenoli su i20 R5. Molto vicini anche gli altri interpreti della sfida tricolore. Ma si tratta solamente di riscaldamento nei test pre gara, non rilevanti per la classifica. La battaglia vera sarà invece alla domenica con il triplo giro su tre diversi tratti “Somano-Bonvicino” (14,50km), “Igliano–Paroldo” (14,30km), “NiellaBossolasco” (6,20km), per 105 km cronometrati in un percorso complessivo di 410,42 km, che scriveranno il risultato. Rally Alba che assegnerà un punteggio a coefficiente 1,25 per il Campionato Italiano WRC ed un punteggio a coeff. 1,5 per la Coppa Rally di Zona. LA CURIOSITÀ | Tra i grandi nomi di questo Rally Alba c’è anche a sorpresa, non in gara, quello di Miki Biasion. Il due volte Campione del Mondo fine anni ’80 ha aperto la cerimonia e passerà per primo sulle prove speciali a bordo della vettura n°0, la nuova Toyota Yaris GR presentata di recente dal marchio giapponese in vista del prossimo inizio del neonato trofeo monomarca GR Yaris Rally Cup. LE PROVE IN DIRETTA SU ACI SPORT TV | Prova Speciale 1 “Somano-Bonvicino” – domenica 13 giugno ore 8.05; PS3 “Niella-Bossolasco” – ore 9.25; PS4 “Somano-Bonvicino” – ore 12.15; PS6 “Niella-Bossolasco” –ore 13.35; PS7 “Somano-Bonvicino” – ore 16.22; cerimonia di arrivo (Piazza Cagnasso) – ore 18.25. CLASSIFICA ASSOLUTA CIWRC dopo round 2: 1.Pedersoli 45pt; 2.Carella 33,5pt; 3.Gino 21,25pt; 4.Rossetti 15pt; 5.Arzà 14pt; 6.Ferrarotti 10,5pt; 7.Testa 10pt; 8. Miele 7pt; 9.Maestrini 5pt; 10.Pedro 3,5Pt

Aggiornamenti, news, classifiche e foto sul sito ufficiale www.acisport.it/CIWRC – www.acisport.it/CRZ Facebook, Twitter, Instagram - @CIWRCofficial @copparallyzona @ACISportTV YOUTUBE - ACI SPORT

LO SLALOM “COPPA CITTA’ DI CORLETO-PERTICARA” RIACCENDE I MOTORI IN LUCANIA

Domani si corre la gara di apertura del 18° Challenge Interregionale CPB 2021 organizzata da Basilicata Motor Sport.

 

 

Si riaccendono i motori in Basilicata, dopo un anno di stop per l’emergenza sanitaria, e la stagione automobilistica è pronto a partire domani, domenica 13 giugno, con la seconda edizione della “Coppa Città di Corleto-Perticara”, organizzata da Basilicata Motor Sport e prova di apertura del 18° Challenge Interregionale CPB 2021.

La gara si corre partendo dall’abitato di Corleto, su un percorso lungo la SS 92 Appia adagiato sulla dorsale interna dell’Appennino Lucano che fu Prova Speciale del mitico Rally di Basilicata degli anni ’90, ed è un edizione fortemente voluta dall’Amministrazione comunale che patrocina e sostiene l’evento per l’alto valore tecnico-sportivo e di promozione del territorio.

Sono una sessantina i piloti partecipanti alla competizione, provenienti da tutto il sud d’Italia, e il buon livello agonistico lascia intendere che lo spettacolo domani è assicurato. Chi può aspirare alla vittoria è Antonio Carbone, già secondo assoluto nel 2019, che, a bordo di una Radical Prosport, proverà a mettere la sua firma nell’albo della corsa. Tra gli altri pretendenti al successo tra i boschi lucani figurano Antonio Lavieri, su Elia Avrio, ed il pilota di casa Vincenzo Calace, di Pignola (PZ), che rientra alle gare dopo oltre due ani di stop su una Radical Prosport, nuova e aggiornata in versione SR4 Evo.

L’attenzione è puntata anche sulle classi più numerose: N1400, N1600 e Racing Start, che non lasciano spazio a pronostici, sarà tutto da vedere.

La manifestazione si svolgerà nel rispetto del DPCM vigente in materia di prevenzione Covid-19. Il programma di domani, domenica 13 giugno, inizierà alle ore 10.00 con la ricognizione ufficiale del percorso, lungo poco meno di 3 km, con serie di ostacoli di rallentamento, seguito, a partire dalle 11.30 da tre manches cronometrate. La premiazione è prevista alle ore 16 in piazza Plebiscito, davanti al municipio di Corleto Perticara (PZ).

Per informazioni: www.basilicatamotorsport.it .

 

L’Ufficio Stampa

Le manches di Adria propongono i candidati al successo della seconda prova della WSK Euro Series

In KZ2 la prima posizione nelle manches è dell’olandese Marijn Kremers, nella OK dell’inglese Arvid Lindblad, nella OKJ del danese David Walther, nella MINI del ceco Jindrich Pesl. Domenica Prefinali e Finali in diretta TV Live Streaming dalle ore 10:40 e dalle 13:40.

 

 

Adria (ITA), 12.06.2021 Con le 38 manches di venerdì e sabato, ad Adria sono stati definiti i finalisti di questo combattuto secondo round della WSK Euro Series, che vedrà la sua conclusione domenica 13 giugno in diretta TV Live Streaming per i protagonisti di tutte e quattro le categorie: MINI, OKJ, OK e KZ2. Le griglie di partenza delle finali saranno determinate dalle Prefinali di domenica mattina, con inizio alle ore 10:40, mentre le quattro finali di categoria scatteranno alle ore 13:40. Intanto le manches di venerdì e sabato hanno indicato i maggiori pretendenti al successo finale. En-plein di Marijn Kremers nelle manches di KZ2. Nella categoria più prestazionale della KZ2 è il leader di classifica Marijn Kremers (BirelART Racing/BirelART-TM Racing) a ottenere il miglior risultato nelle manches. Il pilota olandese ha messo a segno un en-plein con pole position e tre vittorie in tre manches, guadagnando ovviamente la prima posizione per la fase finale di domenica. Altri vincitori di manche sono stati il suo compagno di squadra Riccardo Longhi, lo spagnolo Pedro Hiltbrand (Leclerc by Lennox/BirelART-TM Racing) letteralmente scatenato nella manche B-D, e il francese Emilien Denner (Intrepid Driver Program/Intrepid-TM Racing). A insidiare Kremers ci proveranno anche Francesco Celenta (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) e Giuseppe Palomba (BirelART-TM Racing). Classifica Manches KZ2: 1. Kremers; 2. Denner; 3. Longhi; 4. Hiltbrand; 5. Celenta; 6. Palomba; 7. Iglesias; 8. Ippolito. Nella OK si impone Arvid Lindblad. Anche nella categoria OK è il leader di classifica, l’inglese Arvid Lindblad (KR Motorsport/KR-Iame), a mettersi maggiormente in evidenza nelle manches dopo il terzo tempo fatto registrare in prova. Lindblad ha vinto tutte e tre le manches, mentre al poleman Nikola Tsolov (DPR/KR-Iame) è andato tutto storto, visto che il pilota bulgaro, dopo essere stato più veloce in prova, in due manches ha accusato due ritiri che gli hanno compromesso il cammino per la fase finale di domenica. Nella terza manches Tsolov ha addirittura recuperato 21 posizioni, piazzandosi 10mo, ma non è bastato per poter ambire ai primi posti. Fra i migliori anche l’italiano Brando Badoer (KR Motorsport/KR-Iame), lo svedese Norton Andreasson (Ward Racing/Tony Kart-Vortex), il brasiliano Matheus Morgatto (BirelART Racing/BirelART-TM Racing) e il polacco Tymoteusz Kucharczyk (BirelART/RK-TM Racing). Classifica Manches OK: 1. Lindblad; 2. Badoer; 3. Andreasson; 4. Morgatto; 5. Kucharczyk; 6. Modenese; 7. Malek; 8. Sato. Dominio di David Walther nella OKJ. Nella OKJ, dopo un totale di ben 15 manches, domina la scena il danese David Walther (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex), protagonista assoluto con pole position in prova e 5 vittorie su 5 manches. La sua ascesa ha lasciato poco spazio agli avversari, che inseguono capitanati dall’inglese Freddie Slater (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex) con 3 vittorie. In evidenza anche lo svizzero Enea Frey (Ricky Flynn/Kosmic-Vortex) con 2 vittorie, il polacco Gustaw Wisniewski (Sauber/KR-Iame) con 2 vittorie, oltre al giamaicano Alex Powell (KR Motorsport/KR-Iame) che aveva fatto segnare anche il miglior tempo in prova nella prima serie delle qualifiche, e l’italiano Leonardo Baccaglini (KR Motorsport/KR-Iame) con una vittoria dopo il suo miglior tempo in prova nella seconda serie delle qualifiche. Classifica Manches OK: 1. Walther; 2. Slater; 3. Frey; 4. Wisniewski; 5. Powell; 6. Kastelic; 7. Gubenko; 8. Matveev. Jindrich Pesl davanti a tutti nella MINI. L’avvincente selezione fra gli 82 partecipanti della più piccola MINI, dopo un totale di 15 manches, ha visto prevalere il ceco Jindrich Pesl (BabyRace/Parolin-Iame), attuale leader di classifica e autore di 5 vittorie su 5 manche, oltre alla pole position in prova. Fra i migliori anche un italiano, Davide Bottaro (AV Racing/Parolin-TM Racing), vincitore di tre manche e miglior prestazione in prova nella terza serie. Ad inseguire lo svedese Oliver Kinnmark (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing), mentre è in recupero lo spagnolo Christian Costoya (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing) con due vittorie. Molto bene anche l’altro italiano Jacopo Martinese (CMT/Parolin-TM Racing), oltre a Emanuele Olivieri (Formula K Serafini/IPK-TM Racing). In recupero anche il colombiano Matias Orjuela (Parolin Motorsport/Parolin-TM Racing). Classifica Manches MINI: 1. Pesl; 2. Bottaro; 3. Kinnmark; 4. Costoya; 5. Martinese; 6. Ivannikov; 7. Olivieri; 8. Slater. Il programma di domenica 13 Giugno: 8:30 Warm up, Diretta TV streaming 10:40 Prefinali; 13:40 Finale OK; 14:10 Finale MINI, 14:40 Finale KZ2, 15:10 Finale OKJ.

Risultati, Live Timing, Live Streaming: nel sito www.wskarting.it

 

 

WSK Promotion Ufficio Stampa

Rally di Caltanissetta, domani al via con 63 equipaggi

Domenica, 13 Giugno 2021 12:44 Published in Rally

Rally di Caltanissetta, domani al via con 63 equipaggi 

Dopo le preliminari operazioni di verifica scatterà al Centro polivalente Michele Abbate alle ore 9.00 di domenica 12 giugno l'edizione numero 19 del Rally di Caltanissetta, Trofeo Totò Tornatore e Historic Rally. Due le prove speciali da ripetersi tre volte. Tutti presenti i big del campionato siciliano. 

 

 

Caltanissetta 11 giugno 2021 - Scatterà domani (domenica 12 giugno) il 19 Rally di Caltanissetta, trofeo Totò Tornatore e Historic Rally in programma questo fine settimana nel Nisseno. Dopo le preliminari operazioni di oggi al Centro polivalente Michele Abbate, tutto è pronto per lo Start dei 63 equipaggi che hanno regolarmente verificato. La gara organizzata dalla Caltanissetta Corse con la collaborazione dell'automobile Club di Caltanissetta e il supporto di Enti territoriali e decine di realtà imprenditoriali, è valida per il Campionato Siciliano di cui il Caltanissetta costituisce prova di Coppa Rally di Zona 8^ con coefficiente di 1,5. In palio vi sono anche i preziosi punti dello spettacolare campionato siciliano auto storiche. L'elenco degli iscritti conta piloti dal grande spessore che renderà incerto e combattuto il podio finale. Con il numero 1 sulla fiancata della Peugeot 207 Super 2000 torna nella gara di casa, ricomponendo la storica coppia con Alessio Spiteri, il fresco vincitore della Targa Florio Roberto Lombardo. A dar filo da torcere a Lombardo e Spiteri ci sono due vetture Super 1600 della Scuderia Sunbeam Team e preparate da Ferrara Motors che sono quelle di Giuseppe Gianfilippo con Giuseppe Principato e quella dell’equipaggio cefaludese composto dal kartista Antonio Damiani e Giuseppe Li Vecchi. Occhi puntati anche sulle due performanti Renault Clio R3C dei nisseni Antonio Guttilla e Michele Castelli e Alessio Spiaggia navigato da Alfredo Cicirello. L’agguerrita classe R2B vede sugli scudi il pilota di San Giuseppe Jato Rosario Cannino con Giuseppe Buscemi su Peugeot 208 VTI del Team Del Mago, i nisseni Giuseppe Nicoletti con Andrea Domenico Spanò su Renault Twingo della CST Sport, il pattese Alessandro Scalia, navigato da Davide Masotto su Peugeot 208 VTI e ancora i nisseni Jerry Mingoia e Christian Carruba su Renault Twingo. Sarà una sfida all'ultimo secondo quella di classe A - K10 tra l’agrigentino Domenico Morreale con Armando Marchica e il messinese Antonio Armaleo e Paolo Guttadauro entrambi su Citroen Saxo.

 

 

In classe A6 occhi puntati sull’esperto nisseno Salvatore Lo Cascio (già due volte vincitore del Rally di Cefalù) in coppia con Manfredo Raimondi su Peugeot 106, sul mussomelese Salvatore Pio Scannella navigato da Ivan Rosato su Peugeot 106 e ancora Ivan Brusca e Ignazio Midulla sempre su Peugeot. La Classe N2 promette altrettanto spettacolo grazie alla presenza di equipaggi quali quello composto da Paolo Celi e Giuseppe Longo Su Citroen Saxò della Ro Racing, l’eclettico Mussomelese Salvatore Farina con Giuseppe Centinaro su Peugeot 106 S16, l’editore nisseno Michele Spena in coppia con Antonio Polizzi sempre su Peugeot 106 Rally della Caltanissetta Corse. Tra le auto storiche ci sono equipaggi dall’altissimo spessore sportivo tra cui spicca il driver e preparatore palermitano Domenico Guagliardo navigato da Giacomo Giannone ovviamente su Porsche Carrera RSR di 2 Raggruppamento, mentre in 2 Raggruppamento vorrà fare la voce grossa lo storico equipaggio Gordon - Cicero su BMW M3 della Island Motorsport, mentre in 3 raggruppamento torna il già vincitore del Rally di Caltanissetta l'avvocato corleonese, Antonio Di Lorenzo, coadiuvato da Francesco Cardella 911 Sc. Alle ore 9.00 il direttore di Gara Manlio Mancuso coadiuvato dal direttore di gara aggiunto Marco Cascino daranno lo Start della prima vettura che partirà dal Centro Michele Abbate per poi andare direttamente in prova. Nello specifico sono due le prove speciali da ripetere tre volte, la prova “Capodarso Lannari” e la “SS 640”. I riordini e parchi assistenza sono allestiti al foro Boario mentre la cerimonia di premiazione avverrà secondo le rigide misure anti covid ancora al Centro Polivalente Michele Abbate. 

 

 
 
Le foto in allegato si riferiscono a due vetture al parco chiuso allestito al Foro Boario a Caltanissetta. 

RALLY E SALITE: LA RALLY SPORT EVOLUTION SI FA IN QUATTRO

Domenica, 13 Giugno 2021 12:26 Published in Rally

RALLY E SALITE: LA RALLY SPORT EVOLUTION SI FA IN QUATTRO

Alba, Benacus, Terra d’Argil e Trofeo Vallecamonica sono i quattro impegni nei quali è chiamata a prendere parte la squadra corse di Ranica.

 

 

Ranica (Bg) – La Rally Sport Evolution si fa in quattro; tra oggi, sabato 12 e domani, domenica 13 giugno, il team bergamasco sarà impegnato sulle strade del CIWrc ad Alba, al Rally Terra d’Argil, al Benacus e nella Cronoscalata della Vallecamonica valevole per il CIVM. Rally di Alba: Andrea Tarantino e Renzo Fraschia stanno prendendo sempre più in mano la Peugeot 208 Rally4 con cui hanno già corso un paio di gare in stagione: gli ottimi riscontri li inducono a continuare la positiva esperienza con l’ultimo gioiellino della casa del Leone. I turchi Eytan Halfon e Sedat Bostanci saranno tra i rivali che troveranno in una sempre più numerosa classe R2C: anche l’equipaggio del Bosforo utilizzerà una Peugeot 208 Rally4; con la sua ormai celebre Fiat 500 Ibrida il milanese Alberto Pirola sarà in gara insieme a Veronica Orazi: vista la tipologia di auto, il loro numero di partenza sarà il più alto: 208. Rally del Benacus: sulle venete strade del Rally Benacus, giunto alla 17° edizione, Mirko Carigi affronta la sfida insieme a Tania Hayanes Bertasini partendo con il numero 23 sulla Skoda Fabia R5.

 

 

Nella stessa competizione Mauro Rizieri torna a rimettere il casco insieme alla navigatrice Paola Moia: per loro ci sarà la Peugeot 208 Rally4. Rally Terra d’Argil: in provincia di Frosinone Giuliano Galetti e Stefano Palombo saranno in gara con una terza Peugeot 208 R2C di categoria Rally4; della sfida all’interno dello stesso gruppo, fanno parte Gianni Stracqualursi con Roberto Patriarca ed Antonio Curatti e Pierpaolo Colella, entrambi presenti con delle Peugeot 208 R2B, le aspirate 1.600cc. Trofeo Vallecamonica: nella gara bresciana valevole per il CIVM, il tricolore della velocità in montagna, il pilota di Borno Eric Zerla ritrova la Mini Cooper con cui bene ha fatto lo scorso mese in occasione del Camunia Rally; l’altro locale, Manuel Baisotti, sarà l’unico del team RSE a guidare una Ford Fiesta Rally4 di cilindrata millesei.

www.rallysportevolution.it

A Vallelunga nel Topjet FX 2000 Pole di Brajnik all'ultimo respiro

Il driver friulano, sulla Superformula Dallara 320 Volkswagen precede Pellegrini di soli 26 centesimi, Rasero è terzo a meno di un secondo. Le due gare della durata di 25 minuti, minuti in programma alle 10.55 e alle 17.40, domani in diretta su MS motor TV canale 229.


Poolo Brajnik è stato il più veloce in qualifica sul circuito Pietro Taruffi di Vallelunga, in occasione del secondo round del Topjet Fx 2000. Con il tempo 1’30”154, il pilota di Gorizia, che corre  con licenza serba appena, rientrato nella serie, all’ultimo assalto ha avuto la meglio rispetto al veneto Bernardo Pellegrini. Quest’ultimo,che con la sua Dallara 313 Volkswagen del team Ht Power Train aveva disputato delle ottime libere ed era stato al comando delle qualifiche fino al giro conclusivo, è stato sopravanzato di un soffio.

“Ho trovato solo quel giro pulito - ha commentato Brajnik -  mi sono lanciato per  provare a dare la stoccata, e ci sono  riuscito proprio all’ultimo istante, anche perché prendere il ritmo è stato davvero durissimo. La mia vettura è molto performante sui circuiti veloci dove sfrutta il passo e qualche vantaggio aerodinamico, mentre sui lenti fatichiamo un po’.  Io e e il mio team PFM, cerchiamo comunque di adattarla in base ai dati che raccogliamo di volta in volta. E’ comunque la 320 una vettura impostata sulla sicurezza, con delle caratteristiche di F.1”.

 

Bernardo Pellegrino ha comunque ottenuto il miglior secondo tempo di qualifica, quindi partirà dalla pole in gara 2.

Tornando allo schieramento di gara 1: Dino Rasero, già a suo agio con la nuova Dallara 317 motorizzata Mercedes del team Puresport, ha chiuso le qualifiche al terzo posto, mentre il pesarese Franco Cimarelli con la 308 del Facondini Racing, unica vettura di classe PRO, è risultato quarto.

La terza fila sarà occupata da altre due Superformula, due 312 quella della One Management motorizzata Volkswagen di Renato Papaleo e quella della Am Sport System di Marco Minelli.

 

 

Bella la settima piazza di Mauro Brozzi al debutto sulla Dallara 315 della Bellspeed, mentre si confermano a livelli altissimi, questa volta in Fx 3 Am Salavatore Liotti con la formula Abarth e Francessco Solfaroli con un’ altra Dallara 308 Fiat del Facondini Racing.

Chiude la top ten in qualifica, Giorgio Berto, anche lui con una 308 ma del BMG Racing.

Domani le due gare della durata di 25 minuti, in programma alle 10.55 e alle 17.40, saranno trasmesse su MS motor TV canale 229 Sky e in streaming su canali social del Topjet Fx 2000.

 

Il 50° Trofeo Vallecamonica pronto alle sfide del CIVM

Domenica, 13 Giugno 2021 10:48 Published in Salite

Il 50° Trofeo Vallecamonica pronto alle sfide del CIVM

Via alle 9.00 di domenica 13 giugno alla 1^ salita di competizione della gara perfettamente curata dall’Automobile Club Brescia che è 3° round di Campionato Italiano Velocità Montagna. Merli ha prenotato la pole, ma Faggioli è pronto alla sfida come gli esordienti Cubeda e Lombardi. Ottimi Caruso, Magliona, Bormolini, Liber e Fazzino. Gara 2 in diretta streaming, su MS Motor TV (229 Sky) e su ACI Sport TV (228 Sky).

 

 

Malegno (BS), 12 giugno 2021 - Il 50° Trofeo Vallecamonica ha definitivamente acceso i motori con le due manche di ricognizione che hanno segnato il ritorno delle auto da gara sugli 8,6 Km di tracciato impegnativo ed affascinante su cui l’Automobile Club Brescia ha organizzato meticolosamente il terzo Round di Campionato Italiano Velocità Montagna. A partire dalle 9 di domani, domenica 13 giugno, la competizione emetterà i suoi verdetti attraverso due gare che saranno separate ai fini dell’attribuzione dei punti tricolori, ma accorpate per la classifica cha assegnerà l’ambito Trofeo Vallecamonica. La bellezza e la selettività del percorso, più scivoloso del previsto, sono state le caratteristiche evidenziate da tutti i 210 partecipanti che stamattina si sono allineati in partenza. In entrambe le manche miglior riscontro per Christian Merli, il trentino della Vimotorsport e driver ufficiale Osella che sulla FA 30 EVO Zytek LRM ha trovato delle regolazioni molto efficaci a favorire al meglio il lavoro della gomme Avon e con cui ha prenotato l’ideale pole position con il miglior tempo di 3’42”95, ottenuto nella seconda salita. Pronto alla rincorsa ed alla sfida per il successo si è candidato certamente Simone Faggioli su Norma M20 FC Zytek. Anche il fiorentino di Best Lap, pilota ufficiale della biposto francese ha lavorato molto sulla scelta di set up per un tracciato da dove è assente dal 2005 e dove la progressione è stata evidente nella 2^ Manche, grazie alle modifiche di set up che hanno ottimizzato il rendimento della mescola Pirelli scelta. Esordio sul percorso lombardo per il siciliano Domenico Cubeda che dopo una prima manche di attento studio della strada su cui ha sfiorato una barriera, nella seconda ha testato la risposta dell’Osella FA 30 Zytek dopo gli interventi della Paco 74 Corse. Manche di ricognizione di conferma per Diego Degasperi, sulla Osella FA 30 Zytek, il vincitore del 2018 attende la gara per sferrare l’attacco, anche c’è se ancora qualcosa da ottimizzare sul set up per rendere più scorrevole la monoposto. Chi è subito entrato in confidenza col tracciato è certamente Achille Lombardi, il lucano su Osella PA 2000 al suo esordio in Vallecamonica, ma in gara il duello con Omar Magliona è assicurato. Il sardo anche lui su Osella PA 2000 nella seconda salita ha strisciato l’anteriore sinistro. Subito incisivo il 21enne siracusano Luigi Fazzino che anche sul tracciato della Malegno - Borno ha dimostrato in prova che il motore turbo sull’Osella PA 21, si adatta anche ai tracciato molto guidati. Prove proficue anche per il siciliano Franco Caruso immediatamente a proprio agio sul percorso al volante della Norma M20 FC. Migliora ad ogni Km percorso l’intesa del sardo Sergio Farris con la Lola FA 30 Zytek, mentre è soddisfatto dell’agilità della Reynard F.3000 il valtellinese Fausto Bormolini.

 

 

Per le sfide tra le sportscar motori moto il veronese Federico Liber ha prenotato la prima fila sulla Gloria C8P Suzuki, nonostante la rottura di un fissaggio della carrozzeria nella seconda salita, mentre Giancarlo Maroni Jr. sull’Osella Hayabusa 1.6 ha acquisito dati importanti. In evidenza, tra i prototipi in arrivo dal Campionato Italiano in pista, il padron di casa Luca Tosini sulla Wolf GB 08 Thunder con motore Aprilia. Si è immediatamente accesa l’attesa per le sfide in gruppo E2SH, tra le estreme auto silhouette, dove si è immediatamente notato il rientro del bolognese Manuel Dondi sulla fidata Fiat X1/9 che cura in proprio e con la quale è stato subito efficace. Più in affanno i due piloti delle Alfa 4C, con l’ascolano Alessandro Gabrielli cha sentito una vibrazione anomala ad una ruota, mentre il teramano Marco Gramenzi deve modificare le regolazioni di un assetto eccessivamente ballerino. L’esperienza ed anche l’intesa del padron di casa Pablo Bioghini con la Porsche 991 in versione GT Cup lo hanno portato in prima fila in gruppo GT come miglior interprete del percorso, ma i contrattacchi sono certi da parte del leader Luca Gaetani al lavoro per rendere più incisivo l’assetto della Ferrari 488 Challenge ed anche dal padovano di Super Challenge Stefano Artuso, particolarmente efficace sulla Ferrari 458 EVO. Se Roberto Ragazzi vuol far valere la sua esperienza sul percorso e sulla Ferrari 488 EVO, sul fronte Lamborghini è stato Rosario Parrino il più concreto sulla Huracan, mentre sfortunato Rosario Iaquinta che arrivato “lungo” ad un tornante ha toccato la ruota anteriore della Huracan ed è in forse la sua gara. Ha fatto la voce grossa già in prova il lucano Carmine Tancredi su Ford Escort Cosworth in gruppo E1, l’alfiere Tramonti Corse ha mostrato le proprie intenzioni, anche se il calabrese Giuseppe Aragona è stato rallentato dal danneggiamento del cerchio anteriore sinistro della MINI per un contatto lungo la seconda salita. Per la classe 2000 annunciato il duello tra le Renault Clio del cosentino Gabry Driver e Andrea De Stefani. In gruppo A Rudi Bicciato pronto all’affondo su Mitsubishi Lancer, come in gruppo N potrebbe essere per il toscano Lorenzo Mercati, anche lui sulla Lancer dei tre diamanti, con la stessa vettura però la trentina Gabriella Pedroni è pronta al duello. Convincono subito le new entry in gruppo Racing Start Plus Cup dove l’esperto padron di casa Ilario Bondioni è stato molto efficace in prova sulla Volkswagen Golf di Elite Motorsport, mentre il salernitano Giovanni Loffredo si è subito trovato a suo agio sulla Peugeot 308 TCR da 1.6 cc.. Racing Start Plus già in prova parla di Vito Tagliente come protagonista pugliese annunciato sulla Peugeot 308 GTI, noie elettroniche da risolvere per Giacomo Liuzzi su MINI. Tra le auto aspirate si profila la sfida tra le Honda Civic del veneto Adriano Pilotto ed Angelo Galbassini contro la Renault Clio del milanese Gianluca Grossi, che nella seconda salita ha sentito afflosciarsi uno pneumatico, mentre il pugliese Antonio Cardone ha avuto un problema al selettore del cambio della Honda Civic. Matteo Bommartini ha prenotato la classe 1.6 sulla Honda Civik Ek4, come il milanese Emanuele Raoul Giora ha fatto in classe 1.4 sulla Volkswagen Polo.

 

 

In Racing Start RSTB, le auto turbo benzina fino a 1650 cc, il leader reatino Antonio Scappa ha subito mostrato la perfetta intesa con la Peugeot 308 Gti made in DP Racing, come ha fatto Giuseppe Cardetti al volante della MINI turbodiesel in RS, ovvero le auto turbo diesel ed aspirate benzina fino a 2000 cc.. Miglior tempo in prova per le Auto Storiche a favore del toscano Ennio Bragagni Capaccini sulla ammirata Giada T118 di 4° Raggruppamento. Tra i protagonisti assoluti anche il reggiano Giuseppe Gallusi sulla bella Porsche 935 in livrea Martini di 3 raggruppamento. Classifiche CIVM dopo due gare: Assoluta 1 Cubeda 29,50; 2 Faggioli p 20; 3 Lombardi 19; 4 F. Caruso 15,5; 5 Merli 15. Gruppi: Racing Start RS: 1 Cardetti 32; 2 Eusebio e Magdalone 20; 4 Cicalese 15. RSTB: 1 Scappa 40; 2 Loconte 25; 3 Picchi e Carlomagno 15. RS Cup: 1 Palazzo e Liuzzi 20; 3 Di Tommaso 15; 4 Pazzanese 12. RS Plus: 1 Tagliente 40, 2 Cardone 21; 3 Ghizzoni 15. N: 1 Ottaviani 27; 2 Mercati 20; 3 Giardini e Pedroni 15. A: 1 Bicciato 40; 2 Scarafoni 15; 3 Bertolutti 13,50. E1: 1 Tancredi 40; 2 Aragona 28,5; 3 Gabry Driver 23,5. GT: 1 Gaetani 40; 2 Ragazzi 25,5; 3 Parrino 22. E2SH: 1 Gabrielli 40; 2 Gramenzi 30; 3 Gandini 12. CN: 1 Leogrande 40; 2 Graziosi 30; 3 Catalani 12. E2SC: 1 Lombardi 30; 2 F. Caruso 26; 3 Magliona 21. E2SS: 1 Cubeda 32,5; 2 Merli 20; 3 F. Conticelli 17,5. E2SC-E2SS Motori Moto: 1 Cassibba S. 33,5; 2 Maroni 22,5; 3 Liber 20. Under 25: 1 Luches 20; 2 Fazzino 18; 3 Picchi 20. Dame: Broccolini 55; 2 Pedroni 35; Fumo 27. Scuderie: 1 Best Lap 115,5; 2 Vimotorsport 98; 3 Fasano Corse 92. Calendario CIVM 2021: 21-23/5 30° Trofe L. Scarfiotti Sarnano-Sassotetto (MC); 28-/5 51^ Verzegnis - Sella Chianzutan (UD); 11-13/6 50 Trofeo Vallecamonica (BS); 25-27/6 60^ Coppa Paolino Teodori (AP); 2-4/7 70^ Trento - Bondone (TN); 16-18/7 60 Alghero - Scala Piccada (SS); 30/7 - 1/8 55° Trofeo Luigi Fagioli (PG); 6-8/8 10^ Salita Morano-Campotenese (CS); 20-22/8 26^ Luzzi - Sambucina (CS); 3-5/9 38^ Pedavena - Croce D’Aune (BL); 17-19/9 63^ Monte Erice (TP); 124-26/9 66^ Coppa Nissena (CL).

Tutte le informazioni e la guida per le pre iscrizioni on line alle gare al link: http://www.acisport.it/it/ acisport/news/comunicati/62351/preiscrizioni-online-alle-gare-automobilistiche 

TERZO PODIO PER PAVEL GROUP IN ROMANIA: SECONDI ASSOLUTI CON SEBASTIAN BARBU E LA SKODA FABIA AL RALLY ARGESULUI

Il pilota locale Sebastian Barbu di nuovo a podio con la Skoda Fabia, stavolta al secondo posto,  rafforzando la propria posizione di vertice in campionato, salendo al secondo posto provvisorio e primo del Trofeo su asfalto.

 

 

Pitesti (Romania), 12 giugno 2021 – Terzo impegno stagionale in Romania per PAVEL GROUP nel Campionato Nazionale di rally. Oggi, la Skoda Fabia R5 del Team, in gara con Sebastian Barbu, e Bogdan Iancu ha chiuso al secondo posto la quinta prova di Campionato, il Rally Argesului, situato nella storica regione della Muntenia, in Valacchia (centro-sud del Paese), con base a Pitesti.

Per il 37enne pilota portacolori della squadra pistoiese si tratta dunque di aver infilato il terzo risultato utile in altrettanti impegni, sempre lottando con forza contro avversari di alto livello, a partire dal giovane italiano Simone Tempestini, il vincitore della gara, da anni protagonista delle vicende rallistiche rumene. 

Una gara difficile, resa ancora più tale dalla pioggia, che ha creato non poca difficoltà agli equipaggi in gara, il Rally che ha fatto base a Pitesti, che comunque è stato ben interpretato in ampia parte da Barbu e Iancu. Ha creato difficoltà la scelta di gomme in avvio della gara, con 20” circa persi, per poi andare in progressione con sicurezza, sempre adottando la migliore scelta di pneumatici e soprattutto di set-up.

La “power stage”, l’ultima fatica cronometrata di 27 chilometri, è stata completata da Barbu e Iancu al secondo posto dietro a Tempestini per solo 1”4, prestazione condizionata da due errori, che però non ha inficiato il risultato finale. 

Nonostante abbia due partecipazioni in meno dei propri avversari Barbu, con questo “argento” conquistato si è consolidato al secondo posto in classifica generale provvisoria di campionato e primo del Trofeo su asfalto. 

Terza gara e terza soddisfazione - ha commentato Barbu a fine gara - siamo estremamente felici. Non è stata una gara facile, la pioggia ha creato apprensione, ma abbiamo saputo gestire la situazione al meglio, grazie anche al supporto del team Pavel, magistralmente diretto da Stefano RafanelliLa vettura non ci ha dato alcun problema, affidabile e robusta Un grazie sincero ai nostri partner, da Pavel Group, a Gorgandin, Jifa, Geometrica Architects, Yiippi Mango, EGLO Romania, Gondoleup.ro e Magnolia Residence Sibiu, oltre che a tutti coloro che si interessano alla nostra stagione sportiva!”.

 

#PavelGroup  #motorsport  #rallypassion  #SebastianBarbu  #SkodaFabiaR5 #NewCar #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #sportscar #horsepower #sportscars #wheel #Romania #Rally #RaliulArgesului

 

 

FOTO: Sebastian Barbu in azione

 

PAVEL GROUP

UFFICIO STAMPA