RIVA DANZA ANCORA SUL GHIACCIO CON LA SKODA DELL’ERREFFE RALLY TEAM
RIVA DANZA ANCORA SUL GHIACCIO CON LA SKODA DELL’ERREFFE RALLY TEAM
Un Ice Challenge di conferme per Fabio Mezzatesta:  ancora protagonista nelle manche di Pragelato
Un Ice Challenge di conferme per Fabio Mezzatesta: ancora protagonista nelle manche di Pragelato
L’Automobile Club Messina ha festeggiato i suoi Campioni
L’Automobile Club Messina ha festeggiato i suoi Campioni
Si avvicina la premiazione dei Campioni Siciliani a Taormina
Si avvicina la premiazione dei Campioni Siciliani a Taormina
ACI Storico stila la nuova Lista di Salvaguardia
ACI Storico stila la nuova Lista di Salvaguardia
Fabio Mezzatesta e l’Ice Challenge: il pilota romano atteso protagonista nel weekend di Pragelato
Fabio Mezzatesta e l’Ice Challenge: il pilota romano atteso protagonista nel weekend di Pragelato
RALLY CLUB TEAM A DUE PUNTE NELLA REGOLARITA’ DEL SANTO NEL PADOVANO
RALLY CLUB TEAM A DUE PUNTE NELLA REGOLARITA’ DEL SANTO NEL PADOVANO
Longhi e Pregnolato rilanciano la sfida a Pragelato
Longhi e Pregnolato rilanciano la sfida a Pragelato
Heritage al Salone Retromobile Show 2023
Heritage al Salone Retromobile Show 2023
BARCELLA-GHIDOTTI HANNO VINTO LA WINTER MARATHON 2023 SU FIAT 508 C DEL 1938
BARCELLA-GHIDOTTI HANNO VINTO LA WINTER MARATHON 2023 SU FIAT 508 C DEL 1938
Dopo l’importante titolazione per lo Slalom di Dorgali, arriva anche il Corso per Commissari di Percorso ACI Sport
Dopo l’importante titolazione per lo Slalom di Dorgali, arriva anche il Corso per Commissari di Percorso ACI Sport
ALLA CITTÀ DELLA SPERANZA NEL NOME DELLA OSSATO
ALLA CITTÀ DELLA SPERANZA NEL NOME DELLA OSSATO
Gli ACI Storico Festival riaccendono i motori anche nel 2023
Gli ACI Storico Festival riaccendono i motori anche nel 2023
Il dialogo rafforza l’automobilismo siciliano
Il dialogo rafforza l’automobilismo siciliano
A Vicenza le Premiazioni dei Campionati ACI Sport 2022
A Vicenza le Premiazioni dei Campionati ACI Sport 2022
SEMAFORO VERDE PER IL TROFEO 3 REGIONI - REGOLARITA’ TURISTICA 2023
SEMAFORO VERDE PER IL TROFEO 3 REGIONI - REGOLARITA’ TURISTICA 2023
DEFINITA L’EDIZIONE 2023 DEL TROFEO 3 REGIONI - REGOLARITA’ SPORT
DEFINITA L’EDIZIONE 2023 DEL TROFEO 3 REGIONI - REGOLARITA’ SPORT
La «Coppa Città della Pace» compie 30 anni
La «Coppa Città della Pace» compie 30 anni
A Berchidda l'anno sportivo si apre con il Corso Ufficiali di Gara dell’AC Sassari
A Berchidda l'anno sportivo si apre con il Corso Ufficiali di Gara dell’AC Sassari
Ciccio Liberto spicca nella storia della Sicilia
Ciccio Liberto spicca nella storia della Sicilia
MSC E-CIVM: A Gubbio vince Polonioli, ma Giovanni Falci è campione assoluto
MSC E-CIVM: A Gubbio vince Polonioli, ma Giovanni Falci è campione assoluto
M&E MOTORSPORT festeggia i suoi piloti.
M&E MOTORSPORT festeggia i suoi piloti.
Pronte le classifiche del Campionato Automobilistico Umbro 2022
Pronte le classifiche del Campionato Automobilistico Umbro 2022
Mercoledì 18 gennaio si parla di regolamenti tecnici in Sicilia
Mercoledì 18 gennaio si parla di regolamenti tecnici in Sicilia
Un ulivo speciale al “Racing Christmas in Salento”:  a Scorrano nasce l’albero del motorsport
Un ulivo speciale al “Racing Christmas in Salento”: a Scorrano nasce l’albero del motorsport
La Delegazione ACI Sport Lombardia tributa i suoi campioni
La Delegazione ACI Sport Lombardia tributa i suoi campioni
La Targa Florio Classica 2022 porta la Sicilia sui canali RAI
La Targa Florio Classica 2022 porta la Sicilia sui canali RAI
Settimana intensa di premiazioni per la Delegazione ACI Sport Lombardia
Settimana intensa di premiazioni per la Delegazione ACI Sport Lombardia
Red Bull e Can-Am uniscono le forze in una collaborazione pluriennale nelle corse fuoristrada
Red Bull e Can-Am uniscono le forze in una collaborazione pluriennale nelle corse fuoristrada
Un defibrillatore sul palazzo ACI- SARA Salerno a disposizione della collettività
Un defibrillatore sul palazzo ACI- SARA Salerno a disposizione della collettività
Coppa ProEnergy Regolarità Sport - 1^ Coppa regolarità Sport del Veneto
Coppa ProEnergy Regolarità Sport - 1^ Coppa regolarità Sport del Veneto
Nico Rosberg torna in Sardegna per dare il via alla piantumazione di 4000 alberi che ha donato a Sennariolo, uno dei comuni più colpiti dagli incendi nell’estate 2021
Nico Rosberg torna in Sardegna per dare il via alla piantumazione di 4000 alberi che ha donato a Sennariolo, uno dei comuni più colpiti dagli incendi nell’estate 2021
Anche a Salerno LUCEVERDE 2.0 - Il sistema di Infomobilità dell’ACI si evolve grazie all’intelligenza artificiale.
Anche a Salerno LUCEVERDE 2.0 - Il sistema di Infomobilità dell’ACI si evolve grazie all’intelligenza artificiale.
Il Red Bull GASGAS Factory Racing Team fissa gli obiettivi per difendere il titolo della gara motociclistica alla Dakar
Il Red Bull GASGAS Factory Racing Team fissa gli obiettivi per difendere il titolo della gara motociclistica alla Dakar
COLLI E TERME, FERRARA FIRMA IL SECONDO
COLLI E TERME, FERRARA FIRMA IL SECONDO
Michele Landolfi sul secondo gradino del podio al Campionato Italiano Drifting
Michele Landolfi sul secondo gradino del podio al Campionato Italiano Drifting
ACI Salerno e SARA Assicurazioni: insieme per la sicurezza stradale
ACI Salerno e SARA Assicurazioni: insieme per la sicurezza stradale
BUON COMPLEANNO COLLECCHIO CORSE
BUON COMPLEANNO COLLECCHIO CORSE
GRANDE SUCCESSO DI ISCRIZIONI  ALL'EVENT SHOW SALENTO CIRCUIT
GRANDE SUCCESSO DI ISCRIZIONI ALL'EVENT SHOW SALENTO CIRCUIT
MAX RACING ALL’EVENT SHOW PER SPERIMENTARE NUOVE EMOZIONI
MAX RACING ALL’EVENT SHOW PER SPERIMENTARE NUOVE EMOZIONI
Federico Luzzi

Federico Luzzi

CARDI E VIGILUCCI SUL GRADINO PIÙ ALTO DEL PODIO

Mercoledì, 14 Dicembre 2022 01:38 Published in Rally

CARDI E VIGILUCCI SUL GRADINO PIÙ ALTO DEL PODIO

 

Il francese brilla sulle strade del Balagne, firmando la Rally 4 ed anche il nono assoluto, imitato dal compagno di team, vincente al debutto sulla Renault Clio Rally 5.

 

 

Ranica (BG), 13 Dicembre 2022 – È un fine settimana particolarmente impegnativo, quattro i campi di gara coinvolti, quello che ha visto protagonista Rally Sport Evolution, ad iniziare da un Rallye National de Balagne che, da Venerdì a Domenica, ha messo in evidenza lo smagliante stato di forma di Cédric Cardi, assieme a Gaëlle Dumont su una Peugeot 208 Rally 4, vittorioso nella propria categoria e firmatario della nona posizione finale nella classifica assoluta.

 

Eravamo in quattordici Rally 4 al via” – racconta Cardi – “ed è stata una dura lotta con Camilli e Ceccaldi. Abbiamo combattuto per tutto il giorno, presentandoci al via dell'ultima prova speciale con tre secondi su Camilli. Abbiamo resistito al suo attacco, rimanendo davanti per soli nove decimi. Siamo molto felici per questa buona performance, ottenuta contro piloti davvero molto validi. Grazie a Rally Sport Evolution ed a Claudio Albini per averci dato una vettura favolosa. Grazie a tutti i nostri partners, alle famiglie ed agli amici per il loro supporto.”

 

Debutto con il team di Ranica complicato per Paul Giovannoni, alle note Agnès Gambini su una Peugeot 208 R2, rallentato in avvio da un problema tecnico che lo ha portato nelle retrovie.

Motivato a non abbandonare dalla nuova compagna di abitacolo, dopo aver perso oltre una decina di minuti sulla seconda speciale, il transalpino ha concluso settimo in classe R2.

Una foratura, avvenuta sulla quarta prova, ha inciso pesantemente sul bilancio finale di Filippo Peduzzi, impegnato a Montalcino, con Samuele Pellegrino e con la loro Peugeot 208 Rally 4, nell'ultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra, il Rally del Brunello.

I sette minuti persi in prova, per la sostituzione della gomma, si sono tradotti in un sedicesimo di Rally 4 ed un nono di Under 25 che non intacca la soddisfazione per l'esperienza maturata.

Dalla Domenica toscana al Sabato sulla costa laziale, con il maltempo quale comune denominatore, per una Ronde di Sperlonga che ha regalato importanti soddisfazioni.

Abituato al sole della sua Grecia più che positiva è stata la settima piazza di classe ottenuta da un Sotiris Ieremiadis che, con Nikos Tsakiris su una Peugeot 208 Rally 4, è stato bravo a sfruttare quanto imparato sul bagnato del Como per condurre una giornata priva di sbavature.

Il pilota della Vittorio Caneva Rally School, solido e concreto nelle sue due apparizioni tricolori, punterà ora ad un programma a tempo pieno, confidando di crescere sugli asfalti nostrani.

Bene anche il conterraneo Georgios Gerodimos, affiancato da Thomas Papathomas su un'altra Peugeot 208 Rally 4, a conti fatti decimo nella propria categoria nonostante qualche difficoltà nel prendere la giusta confidenza con la frenata, data l'estrema scivolosità del fondo.

Ciliegina sulla torta è stato il primo ballo di Iuri Vigilucci sulla Renault Clio Rally 5, assieme a Chiara Corso, sempre al comando della classe ed anche ottimo secondo in gruppo RC5N.

 

Mi sono trovato molto bene con questa Clio Rally 5” – racconta Vigilucci – “e siamo stati veloci, soprattutto da metà gara in poi. L'ultimo giro, di notte e con la pioggia, abbiamo fatto diciottesimi assoluti. Grazie a tutto il team ed a Chiara, perfetta alle note. Siamo soddisfatti.”

immagine a cura di Foto Magnano

BRUNELLO DA TOP TEN, NEL CIRT, PER STELLA

Mercoledì, 14 Dicembre 2022 01:29 Published in Rally

BRUNELLO DA TOP TEN, NEL CIRT, PER STELLA

 

I punti raccolti dal pilota di Brentino Belluno a Montalcino, in gara per i colori di Motus Group, si traducono nel settimo gradino della Rally 4 nel tricolore terra.

 

 

Milano, 13 Dicembre 2022 – Un anno di rodaggio, votato alla semina su un terreno a lui del tutto sconosciuto e con i frutti che si potranno vedere soltanto durante la prossima annata.

Così si è concluso il Campionato Italiano Rally Terra di Manuele Stella, andato in soffitta lo scorso fine settimana con la disputa del Rally del Brunello quale ultimo round della serie.

Sempre nella top ten di categoria, in ogni appuntamento, il pilota di Brentino Belluno è andato ben oltre le aspettative della vigilia, sfruttando al meglio l'opportunità offertagli da Motus Group.

Sulle colline attorno a Montalcino, su strade che hanno fatto la storia del rallysmo mondiale, il portacolori della scuderia di Milano, con il proprio quartier generale a Reggio Emilia, si trovava in difficoltà tra la pioggia ed il fango dello shakedown, non riuscendo a trovare il giusto passo.

Affiancato da Sara Refondini, a bordo della Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally, lo scaligero continuava a soffrire sul primo giro di speciali, giocando un inizio di Domenica in difesa.

 

Siamo partiti con uno shakedown davvero complicato” – racconta Stella – “perchè pioveva molto e, visto il fango presente, abbiamo preferito non rischiare. Erano condizioni completamente nuove per noi quindi dovevamo cercare di capire come adattarci. La stessa situazione si è verificata anche Domenica mattina. Ogni volta che provavo a spingere l'auto non reagiva come avrei voluto quindi siamo andati in riserva per non compromettere il weekend.”

 

Il cambio di setup, apportato alla prima service area, ed un progressivo miglioramento delle condizioni del fondo permettevano a Stella di ritrovare la fiducia persa, andando a recuperare qualche posizione in classifica e chiudendo con il ventinovesimo nella generale, nono in gruppo RC4N ed ottavo in classe Rally 4, completando con il sorriso anche l'ultima tappa del CIRT.

I punti raccolti in Toscana si sono rivelati determinanti per la conquista di un ulteriore gradino nella serie, consegnata agli annali con una settima piazza che fa ben sperare per il futuro.

 

Una gara bellissima” – aggiunge Stella – “con prove stupende e, onestamente, non saprei nemmeno quale indicare come la mia preferita. Siamo soddisfatti per come abbiamo terminato questo nostro primo anno nel Campionato Italiano Rally Terra perchè, nonostante la nostra inesperienza, siamo stati sempre in alto, lottando con i migliori. Al Brunello i primi tre avevano un passo nettamente diverso ma nel primo gruppetto di inseguitori c'eravamo anche noi. Abbiamo chiuso settimi e questo è un buon auspicio per il 2023. Grazie a Motus Group, una nuova scuderia che mi ha permesso di crescere ma, soprattutto, di creare un gruppo di lavoro che mi stimola e mi entusiasma. Grazie al team Baldon Rally, una squadra con la quale la sintonia si fa sempre più solida. Grazie a Sara, il nostro feeling in abitacolo è migliorato in modo importante. Grazie al mio tutor, Andrea Nucita, perchè è grazie ai suoi innumerevoli consigli che siamo arrivati ad un buon livello, pur essendo nel nostro primo anno di CIRT. Ultimo ma non per ultimo grazie a tutti i partners che ci hanno sostenuto, augurandoci di continuare così.”

mmagine a cura di Mario Leonelli

BRUNELLO ARCHIVIATO, LA CALLEGARO VERSO IL 2023

Mercoledì, 14 Dicembre 2022 01:22 Published in Rally

BRUNELLO ARCHIVIATO, LA CALLEGARO VERSO IL 2023

 

L'ultimo appuntamento del CIRT si trasforma già in punto di partenza per la nuova stagione della pilota di Campodarsego, portacolori di Motus Group.

 

 

Milano, 13 Dicembre 2022 – L'anno che va a chiudersi è già stato ricco di soddisfazioni per una Laura Callegaro che, grazie al fondamentale supporto di Motus Group, è stata messa in condizione di lottare e di conquistare il titolo femminile nel Campionato Italiano Rally Terra.

Lo scorso fine settimana, tra Sabato e Domenica, sulle colline attorno a Montalcino si è corso l'ultimo appuntamento della massima serie nazionale dedicata alle strade bianche e la pilota di Campodarsego ha potuto godersi l'esperienza, senza alcuna particolare pressione.

Vincitrice, tra le dame, con una gara di anticipo la portacolori della scuderia di Milano, con base operativa a Reggio Emilia, ha continuato a macinare esperienza pure sugli sterrati toscani, affiancata da Sara Montavoci ed al volante della Peugeot 208 R2 curata da Baldon Rally.

Dopo aver preso le misure durante lo shakedown la patavina veniva rallentata da qualche problema tecnico in avvio, prontamente risolto dal team, andando poi a migliorare i parziali.

Presentatasi al controllo stop di apertura al sessantesimo posto nella generale, venticinquesimo di gruppo e ventesimo di classe, Callegaro iniziava a mettere in campo una buona progressione che le permetteva, a fine giornata, di risalire sino alla cinquantasettesima assoluta, ventesima di RC4N e quindicesima di Rally 4, consolidando un cammino di crescita solido e concreto.

Un bilancio che, unito all'ottavo tra gli Under 25 ed all'undicesimo tra gli iscritti al CIRT, che non le ha purtroppo consentito di agganciare la top ten di categoria, chiudendo sedicesima, e nemmeno il podio tra le giovani promesse del futuro, terminando quinta a meno cinque.

 

Dopo il problema del mattino” – racconta Callegaro – “siamo riusciti ad abbassare i nostri tempi, prova dopo prova. Era una gara più rilassata, rispetto alle precedenti, ma abbiamo cercato di dare il massimo. Margine di miglioramento ne abbiamo ma il 2022 era un anno propedeutico per noi. Tirando le somme direi che l'obiettivo, quello di fare esperienza, è stato ampiamente centrato. Grazie a tutti per questa magnifica opportunità, dai partners che hanno creduto nel progetto alla Motus Group ed alla presidente Luisa. Grazie ai miei naviga, Sara e Simone, ma anche a tutto il team Baldon Rally. Grazie alla mia famiglia, sempre al mio fianco.”

 

Un sipario che si cala ma che, al tempo stesso, lascia intravedere una più che probabile rinnovata campagna nel tricolore terra 2023, con la nuova entrata del Comune di Campodarsego che ha visto nella Callegaro l'opportunità di far conoscere il proprio territorio.

 

In quest'anno abbiamo cercato di imparare il CIRT” – aggiunge Callegaro – “ed è chiaro che il nostro obiettivo sia quello di presentarci al via anche nel 2023, cercando di alzare il livello delle nostre prestazioni. Il pacchetto rimarrà inalterato ed a questo si aggiungerà, così come avvenuto in quest'ultima gara di campionato, il Comune di Campodarsego. Abbiamo già definito l'accordo che mi permetterà di avere il patrocinio della mia città per tutto il CIRT 2023. Sarà una grossa responsabilità per me ma anche una fonte di enorme orgoglio in campo gara.”

immagine a cura di Mario Leonelli

NDM TECNO DI NUOVO AL SUCCESSO:

PER MARCO ZANIN DEBUTTO SU TERRA CON VITTORIA

 

Obiettivo centrato, per la prima esperienza su fondo sterrato per il 19enne di Conegliano, pronto adesso a ripetersi

al “Prealpi Master Show” di questo fine settimana, sempre affiancato da Massimo Moriconi, il quale festeggerà la sua 100^ gara da copilota.

 

 

13 dicembre 2022  Un nuovo ed esaltante risultato, per NDM TECNO lo scorso fine settimana al Rally del Brunello, gran finale del Campionato Italiano Rally Terra, dove la squadra diretta da Leonardo Bertolucci ha portato al debutto su strada bianca il 19enne Marco Zanin, con la Renault Clio Rally5, sulla quale era affiancato dall’esperto Massimo Moriconi.

 

Debutto e vittoria di categoria Rally5, per il giovane trevigiano al suo primo anno di gare, anche 34. assoluto in una competizione ricca di “nomi” nella categoria delle due ruote motrici e certamente anche difficile da interpretare date le strade rese difficili dalla pioggia. Partito con il solo scopo di capire la realtà delle gare su terra, Zanin jr. ha sfruttato al meglio possibile la competitività della vettura e soprattutto i tanti consigli dati dalla squadra e dall’esperto copilota Moriconi, traendo dalla trasferta senese il massimo auspicabile.

 

Quella di Marco Zanin a Montalcino non era l’unica presenza griffata NDM: per la prima volta la squadra ha collaborato con il senese Alessio Vargiu, per il quale questa era la gara “di casa”. Alla guida di una Clio Rally5, assecondato da Christian Soriani ha accarezzato la bandiera a scacchi in  quarta posizione di classe guardando soprattutto a trovare il miglior feeling con la Clio che guidava per la prima volta. Un’esperienza positiva che presuppone un possibile impegno nel 2023.

 

PREALPI MASTER SHOW: DI NUOVO TERRA PER MARCO ZANIN

Una settimana dopo dal debutto su sterrato, Marco Zanin questo fine settimana torna al volante della Clio Rally5 in un'altra competizione della stessa natura, il celebre “Prealpi Master Show”, gara evidentemente casalinga, a Sernaglia della Battaglia (Treviso), prima prova del Challenge Raceday Rally Terra. L’ispirazione è quella di proseguire a fare esperienza e nel contempo è stata fatta iscrizione alla celebre serie che si corre a cavallo delle due stagioni, vera palestra per le giovani leve. Ad affiancarlo vi sarà di nuovo Massimo Moriconi, per il quale sarà festa grande festeggiando la sua 100^ gara da copilota. Un traguardo significativo di esperienza che anche in questo caso metterà a disposizione di Zanin jr.

Domenica 18 dicembre la partenza della gara è fissata alle 7.15, mentre la prima prova speciale “Master Show” partirà alle 7.30. Gli altri passaggi saranno alle 10.55, alle 14.10 e alle 17.20. L’arrivo in piazza Martiri della Libertà di Sernaglia della Battaglia è previsto dalle ore 18,00.

 

Nella foto : Marco Zanin in azione al Rally del Brunello (foto Bettiol)

 

#NDMtecno  #mcracing #Rally #Rallye #Motorsport #PassionForExcellence #fullgas #RacingIsLife  #inrallywetrust #RenaultClioRally5  #marcozanin #zaninmoriconi

 

 

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

Rovera è d’argento alla 12 Ore del Golfo su Ferrari

Lunedì, 12 Dicembre 2022 19:22 Published in Pista

Rovera è d’argento alla 12 Ore del Golfo su Ferrari

 

Dopo i successi nel Mondiale Endurance, il pilota varesino ufficiale del Cavallino Rampante completa il 2022 con il brillante podio conquistato ad Abu Dhabi, dove nell’ultimo round dell’Intercontinental GT Challenge è secondo assoluto insieme a Rigon e Nielsen al volante della 488 GT3 Evo 2020 di AF Corse

 

 

Varese12 dicembre 2022. Alessio Rovera ha celebrato la sua prima 12 Ore del Golfo conquistando il secondo posto assoluto, condiviso in equipaggio con Davide Rigon e il danese Nicklas Nielsen, suoi compagni di squadra al volante della Ferrari 488 GT3 Evo 2020 preparata da AF Corse. Disputato domenica sui 5,2 km del circuito di Yas Marina, nell’ultimo atto dell’Intercontinental GT Challenge 2022 il pilota varesino, ufficiale proprio della Ferrari, ha concluso la stagione con una preziosa medaglia d’argento, ottenuta sul traguardo di una gara terminata con distacchi molto ravvicinati per una 12 Ore e che fra l’altro nel panorama GT3 per Maranello ha anche segnato la fine dell’“era 488”, visto che da gennaio è già attesissimo l’esordio della nuova 296 GT3.

 

Per Rovera il podio ottenuto ad Abu Dhabi completa una stagione di successi culminata con la corona della classe LMP2 Pro-Am nel Mondiale Endurance (FIA WEC), centrata al primo anno fra i Prototipi. Tra le Gran Turismo, invece, sempre nell’Intercontinental GT Challenge il risultato di Abu Dhabi dà seguito alla sua prima vittoria alla 24 Ore di Spa, quando a fine luglio, con tanto di giro più veloce assoluto della corsa, Alessio si è imposto nella classe Pro-Am sempre con AF Corse e la Ferrari, in quel caso in equipaggio con Andrea Bertolini, Stefano Costantini e il belga Louis Machiels.

 

Rovera ha dichiarato al termine della 12 Ore del GolfoAd Abu Dhabi abbiamo vissuto un fine settimana davvero intenso, anche per via del caldo, ma alla fine il secondo posto ci ha ripagato di tutto il lavoro svolto insieme. Ci siamo qualificati in top-5 e poi in gara abbiamo attaccato le posizioni di vertice fin dal via, risalendo bene. Iniziata a Daytona addirittura lo scorso gennaio, abbiamo concluso una stagione lunghissima con un podio in una gara di alto livello e fra tanti rivali, possiamo esserne soddisfatti. Sono contento sia per il risultato sia per la doppietta della Ferrari e del team.

 

 

Sito ufficiale di Alessio Rovera: www.alessiorovera.it

 

 

Ufficio stampa - Rif. Gianluca Marchese / Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

FERRI AL PALO DI SPERLONGA, ARRIVEDERCI AL 2023

Lunedì, 12 Dicembre 2022 19:15 Published in Rally

FERRI AL PALO DI SPERLONGA, ARRIVEDERCI AL 2023

 

Il pilota di Arcugnano è vittima di un malessere, così come il compagno di abitacolo Maini, che lo ha costretto ad alzare bandiera bianca prima del via.

 

 

Arcugnano (VI), 12 Dicembre 2022 – Era un banco di prova importante, particolarmente atteso, ma il ritorno di Luca Ferri alla Ronde di Sperlonga, disputata tra Venerdì e Sabato scorsi, è stato rimandato per uno stato influenzale che ha colpito il pilota di Arcugnano.

Il portacolori di CR Motorsport, pronto a dare battaglia al volante di una Skoda Fabia Rally 2 Evo di Delta Rally, ha dovuto abbandonare la compagnia prima dello shakedown.

Una sorte avversa anche per Doriano Maini, compagno di abitacolo sulla trazione integrale della casa ceca, pure bersagliato da un malessere che ha chiuso in anticipo la trasferta.

Tanta l'amarezza per il vicentino, pronta ad essere trasformata in grinta per la nuova annata.

 

La notte prima di entrare nel vivo” – racconta Ferri – “non mi sono sentito per nulla bene e non ero nelle condizioni di poter affrontare una competizione. Lo stesso è successo a Dorniano e sembra davvero incredibile. Credo siano passati quindici anni dall'ultima volta che mi sono ammalato per un'influenza. Eravamo scesi a Sperlonga con un solo e chiaro obiettivo, quello di essere competitivi per la vittoria. Mi dispiace per tutti quelli che hanno sostenuto questa nostra partecipazione, ad iniziare dai nostri partners per proseguire poi con Delta Rally e CR Motorsport. È stata una stagione difficile, non sono ancora riuscito a trovare la quadra con questa Skoda Fabia Rally 2 Evo ma chi mi conosce bene sa che non sono uno che si arrende facilmente. Ci rivedremo nel 2023 con delle importanti novità. Voglio tornare a giocarmi le posizioni che contano e non lottare per le retrovie. Per fare questo ho capito che devo intraprendere un'altra strada. Lavorare a testa bassa e prepararsi al 2023. Non penso ad altro.”

immagine a cura di Mario Leonelli

LOVISETTO JUNIOR TORNA AL PREALPI MASTER SHOW

Lunedì, 12 Dicembre 2022 19:09 Published in Rally

LOVISETTO JUNIOR TORNA AL PREALPI MASTER SHOW

 

Il rampollo della famiglia patavina tornerà sugli sterrati trevigiani, all'esordio sulla Ford Fiesta Rally 4, mentre Tessaro detterà nuovamente le note a Bergher.

 

 

Bassano del Grappa (VI), 12 Dicembre 2022 – Tante le novità che si stanno preparando in casa Jteam, in vista dell'ultimo appuntamento di una stagione rallystica ricca di soddisfazioni.

Ad uno degli eventi più attesi nel calendario del Triveneto, il Prealpi Master Show giunto a spegnere la sua ventitreesima candelina, rivedremo al via, dopo una lunga latitanza dalle competizioni, Gianmarco Lovisetto, pronto ad una sfida del tutto inedita e ricca di sorprese.

Il pilota di Bastia di Rovolon, autore di una brillante settima posizione assoluta nella sua unica apparizione di quest'anno al Città di Scorzè, ritornerà a cimentarsi sugli insidiosi sterrati della campagna trevigiana, dopo averli già assaggiati in un'edizione del 2016 vissuta a bordo di una Subaru Impreza STI, di gruppo N, con la quale chiuse buon nono nella classe N4.

Un contesto vissuto anche sul sedile di destra, affiancando papà Adriano nella più recente partecipazione del 2019, conclusa al nono assoluto e settimo di classe su una Skoda Fabia R5.

 

Ho corso qui la settima gara della mia vita sportiva” – racconta Lovisetto – “ed ero alla fine del mio terzo anno, il primo con una certa costanza, al volante. Sono passati tanti anni da quella volta anche se, a dire il vero, nel 2019 ho affiancato mio padre Adriano come navigatore. Il Prealpi Master Show è un evento particolarmente atteso ed ambito in Triveneto. Ogni anno il parco partenti è incredibile e già essere riusciti a farne parte è paragonabile ad una vittoria.”

 

Dopo aver vissuto le ultime stagioni nella classe regina, guidando la Citroen DS3 R5 di famiglia, il figlio d'arte patavino tornerà al volante di una due ruote motrici sovralimentata.

Lo scorso anno, in una trasferta spot al Marca, Lovisetto firmò una bella seconda piazza in classe ed il diciannovesimo assoluto, su una Peugeot 208 Rally 4, e sarà proprio da qui che ripartirà, affidandosi all'esperienza di Rally Sport Evolution ed alla loro Ford Fiesta Rally 4.

Un debutto nel debutto ed infatti, al suo fianco, esordirà Ylenia Vezzaro, compagna nella vita del portacolori del sodalizio bassanese ed ora anche, almeno per una volta, nell'abitacolo.

 

Mi incuriosisce provare la Fiesta Rally 4” – aggiunge Lovisetto – “visto che ci troveremo in una categoria che è dominio incontrastato delle 208. Correremo nel giorno del compleanno di Ylenia e questo sarà un regalo particolare per lei, oltre che esserlo per me. A dire il vero forse è più un regalo per me che per lei ma quello che vogliamo è divertirci. Grazie a Jteam, alla Monselice Corse ed ai nostri partners per quest'ultima gara dell'anno. Attendiamo con ansia.”

 

A difendere i colori della compagine con base a Bassano del Grappa ci sarà anche Rudy Tessaro, pronto ad affiancare Walter Bergher su una Citroen C3 Rally 2 di Baldon Rally.

Partenza di buon mattino, da Farra di Soligo, per affrontare i quattro passaggi sulla “Master Show” (9,65 km), tutti da ripetere nell'unica giornata di gara, quella di Domenica 18 Dicembre, per un totale poco più di cento chilometri, dei quali una quarantina circa cronometrati.

immagine a cura di Fotosport

TONELLI È CAMPIONE ITALIANO NEL TERRA STORICO

Lunedì, 12 Dicembre 2022 18:50 Published in Rally

TONELLI È CAMPIONE ITALIANO NEL TERRA STORICO

 

L'ultima speciale del Brunello laurea il pilota di Reggio Emilia numero uno tra le due ruote motrici nel tricolore mentre il pensiero va alla scomparsa di Barbara Incerti.

 

 

Reggio Emilia, 12 Dicembre 2022 – Un Rally del Brunello sofferto, fino all'ultimo passaggio sulla “Castiglion del Bosco” con il titolo ancora in ballo, ma alla fine Andrea Tonelli ce l'ha fatta, cucendosi sul petto lo scudetto tricolore nel Campionato Italiano Rally Terra Storico.

Il pilota di Reggio Emilia ha fatto suo il titolo tra le due ruote motrici, in coppia con Roberto Debbi sulla Ford Escort RS 1800 MKII curata da Power Brothers e da Retro Corse.

Il coefficiente maggiorato per l'ultimo atto della serie, a quota 1,5, teneva ancora in gioco alcuni temibili avversari e tra questi il principale era indubbiamente il sammarinese Pelliccioni.

Rivelatosi imprendibile Battistolli, dotato di una Lancia Rally 037 indubbiamente più performante, il portacolori di Movisport era ben consapevole di dover fare la propria gara sui diretti rivali nella rincorsa al campionato, partendo con il coltello tra i denti fin dal primo metro.

Il Sabato si apriva con una tornata che andava a favore di Pelliccioni mentre Tonelli lo inseguiva ad una decina di secondi, preceduto dal terzo incomodo, il bianco azzurro Calzolari.

Dopo le prime tre speciali il reggiano figurava al quinto posto assoluto, obbligato a non perdere contatto da un Pelliccioni che, inseguito a ruota da Calzolari, avrebbe così conquistato l'alloro.

Il secondo passaggio su “Pieve a Salti”, “Castiglion del Bosco” e “Badia Ardenga” vedeva complicarsi la situazione per Tonelli, sempre quinto assoluto ma anticipato da un Calzolari che avrebbe, nella sostanza, regalato il primato tra le due ruote motrici al conterraneo.

Quando al termine della stagione mancavano soltanto due tratti cronometrati erano poco più di cinque i secondi da recuperare su Calzolari, per poter iscrivere il proprio nome nell'albo d'oro.

La prima cartuccia, quella utilizzata sulla terza “Pieve a Salti”, non sortiva gli effetti sperati ed il solco tra i due si allargava fino a sfiorare la decina di secondi, alimentando lo sconforto, ma erano gli ultimi chilometri della “Castiglion del Bosco” a rimescolare definitivamente le carte.

Calzolari commetteva un errore fatale, un testacoda con oltre mezzo minuto perso, consentendo a Tonelli quel sorpasso decisivo che gli portava in dote il tricolore terra storico.

Una vittoria assoluta che, unita a quella nel terzo raggruppamento ed in classe 3 GT-GTS 3-4 2000 2RM, suggella una stagione da autentico protagonista, tra le due ruote motrici sui fondi a scarsa aderenza riservati alle regine del passato, ma che non ha potuto essere festeggiata a dovere a causa della terribile tragedia avvenuta, contestualmente all'evento di Montalcino, alla prima edizione del Rally del Veneto dove è venuta a mancare Barbara Incerti.

 

Siamo soddisfatti della nostra stagione nel CIRTS” – racconta Tonelli – “ma non abbiamo voluto festeggiare dopo la notizia della scomparsa della nostra concittadina Barbara Incerti. La sua perdita ci ha lasciato molta tristezza ed il risultato è passato, indubbiamente, in secondo piano. Sul fronte sportivo siamo soddisfatti della nostra crescita e, grazie ai consigli di Giancarla Guzzi, ci siamo avvicinati molto ai nostri punti di riferimento, Pelliccioni e Calzolari. Sul finale la fortuna ci ha ridato quanto ci aveva tolto nelle passate stagioni e, per il 2023, punteremo alla difesa di questo nostro primo titolo. Non sappiamo ancora se riusciremo ad affrontare l'intero CIRTS perchè molto dipenderà dai nostri futuri impegni lavorativi.”

immagini a cura di ACI Sport

PIER VERBILLI CONCLUDE LA STAGIONE 2022 COL RALLY DEL CIOCCHETTO

  

Il driver di Montebaranzone torna sulle strade della tenuta del Ciocco a bordo della Renault Clio R3 affiancato dalla toscana Tania Bernardi.  

 

 

PRIGNANO SULLA SECCHIA. Per concludere al meglio la stagione 2022, che ha regalato soddisfazioni al gentleman driver modenese, Pier Verbilli (in azione nella foto di Leonelli) ha pensato di regalarsi un’ultima emozione alla guida della Renault Clio R3 di Lorenzo Costi, seguita dalla Pro Line di San Marino, partecipando al Rally del Ciocchetto in Garfagnana previsto dal 16 al 18 dicembre 2022. Per il portacolori della scuderia Publi Sport Racing la manifestazione toscana è quasi come fosse di casa, date le svariate partecipazioni e vittorie ottenute nelle passate edizioni. La novità, invece, principale è legata al navigatore: a dettare le note al gentleman driver prignanese in questa speciale occasione sarà Tania Bernardi, che cercherà di conquistare punti preziosi per la classifica co-driver del campionato sociale Aci Lucca. “Per me il Ciocchetto è come una gara di casa – ha spiegato Pier Verbilli – nelle stradine del Ciocco ci ho corso con tutte le evoluzioni della Renault Clio ed anche per altri tipi di vetture. Mi piace molto e torno sempre volentieri. Questa volta, oltre a solito obiettivo di divertirsi dando il massimo, c’è anche l’obiettivo di cercare di aiutare Tania a conquistare punti per il suo campionato. Un ulteriore stimolo per migliorarmi e accrescere feeling ed esperienza sulla berlinetta francese”.  

 

immagine di Mario Leonelli

“Il futuro è già qui: le gare a media sono in piena espansione, in tutt’Italia. Insubria Classic Rally è l’esempio di gara divertente, intensa, attesissima”. Parlano Paolo Marcattilj e Francesco Giammarino campioni europei e tricolori.

 

 

COMUNICATO STAMPA N.2

 

Campione d’Italia (Como), 13 dicembre 2022 – Si stanno chiudendo le iscrizioni ad Insubria Classic Rally. Organizzata in un territorio che si sposa a meraviglia con la specialità dell’automobilismo, la prima edizione di Insubria Classic Rally è gara di regolarità a media di nuova veste: oltre 100 km di prove crono con medie orarie da rispettare sulle strade più affascinanti delle montagne prealpine di Comasco e Varesotto. E’ di scena venerdì 16 e sabato 17 dicembre con partenza ed arrivo a Campione d’Italia con il contributo di Aci Como e Aci Varese.

Per capire a fondo lo spirito della competizione e le prospettive future della disciplina abbiamo ascoltato due personaggi molto esperti, consulenti tecnici di Classic Paddock, la società che organizza l’evento. Sono Paolo Mercattilj di Milano e Francesco Giammarino di Vigevanosono stati campioni europei del rally storici a media nel 2016 e campioni italiani nel 2018 con Porsche 911 2000.

“A chi pensa che le gare a media si affermeranno forse nel prossimo futuro diciamo con un sorriso che il futuro è già qui: le gare a media sono già in piena espansione, in tutt’Italia. Basti pensare che nel 2023 entrerà nel circus della specialità della regolarità sportive dei rally storici a media la gara più antica del mondo, la Targa Florio. E si aggiunge alla gara palermitana anche il classic rally Isola d’Elba, il Sanremo, il Lana di Biella, il Costa Smeralda. La specialità è in piena espansione nella partecipazioni di equipaggi e team, garantisce divertimento e competitività ed un’ampia schiera di pretendenti al successo”.

Giammarino fu tra i primi navigatori italiani a rappresentarci all’estero a suon di vittorie.

“La mia prima gara di regolarità sportiva a media avvenne dieci anni fa, in Francia. E navigai il grande ed indimenticabile torinese Luciano Botto, un personaggio straordinario con cui vincemmo il primo assoluto nel rally Croazia 2014, oltre a molte altre classiche negli anni successivi”.

“Sono contento di far parte del pool di tecnici che collabora con Classic Paddock per la realizzazione della prima edizione dell’Insubria Classic Rally, gara che vanta parecchie eccellenze: tra queste evidenzio il tracciato, le strade tra Varesotto e Comasco che a dicembre offrono uno scenario simile a quello che troviamo al Rally Montecarlo Historic di fine gennaio. Poi l’orografia del territorio e l’esperienza di Roberto Crugnola e Riccardo Aspesi garantiscono un road book professionale e scelte tecniche di prim’ordine per interpretare al meglio una specialità delle gare classiche a media che sia nel 2023 e negli anni futuri gioverà di ulteriori sviluppi. Chi corre qui ha certezza di divertirsi, provare il vero piacere di guida su strade “rallysticamente” straordinarie ed ingaggiare sfide agguerrite tra equipaggi di buona levatura”.

UFFICIO STAMPA

 

* * * * * 

 

ISCRIZIONI: Classic Paddock/Lozza (Varese) – insubriaclassicrally.it - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

INFO STAMPA: Studio Giuseppe Macchi – Varese/Milano - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. / foto allegate a cura di Aci Sport

Privacy Policy