Successo a Orvieto e Finale anche nei rally per il Motorsport Umbro
Successo a Orvieto e Finale anche nei rally per il Motorsport Umbro
CAPOLAVORO DI RICCARDO TONDINA: VINCE LA R2B NELL’IRC
CAPOLAVORO DI RICCARDO TONDINA: VINCE LA R2B NELL’IRC
PAVEL GROUP ALL’ULTIMO IMPEGNO STAGIONALE IN ROMANIA: BARBU-IANCU INSEGUONO  L’ARGENTO DI CAMPIONATO
PAVEL GROUP ALL’ULTIMO IMPEGNO STAGIONALE IN ROMANIA: BARBU-IANCU INSEGUONO L’ARGENTO DI CAMPIONATO
IL “BASSANO” PARLA SLOVENO CON AVBELJ
IL “BASSANO” PARLA SLOVENO CON AVBELJ
GIANLUCA TOSI CHIUDE L’IRCUP 2021 AL QUINTO POSTO
GIANLUCA TOSI CHIUDE L’IRCUP 2021 AL QUINTO POSTO
BASSANO, LA PERLA DI AVBELJ VALE IL PODIO NELL'IRC
BASSANO, LA PERLA DI AVBELJ VALE IL PODIO NELL'IRC
BASSANO DA CAPOGIRO, I VENTICINQUE DI RALLY TEAM
BASSANO DA CAPOGIRO, I VENTICINQUE DI RALLY TEAM
Ernesto Riolo e Alessandro Floris finalisti a Modena nel CRZ
Ernesto Riolo e Alessandro Floris finalisti a Modena nel CRZ
MOVISPORT AL GRAN FINALE DELLA COPPA ITALIA DI MODENA
MOVISPORT AL GRAN FINALE DELLA COPPA ITALIA DI MODENA
RALLY CUP ITALIA, IN TRE PER COLLECCHIO CORSE
RALLY CUP ITALIA, IN TRE PER COLLECCHIO CORSE
GR YARIS RALLY CUP ALL’IMPORTANTE CROCEVIA DEL
GR YARIS RALLY CUP ALL’IMPORTANTE CROCEVIA DEL "CITTA' DI MODENA"
POZZA E GAMBASIN SUGLI SCUDI AL BASSANO
POZZA E GAMBASIN SUGLI SCUDI AL BASSANO
OBIETTIVO RAGGIUNTO PER IVAN FERRAROTTI: IL PODIO DEL LOGISTICAUNO BY MICHELIN È SUO
OBIETTIVO RAGGIUNTO PER IVAN FERRAROTTI: IL PODIO DEL LOGISTICAUNO BY MICHELIN È SUO
“TOP TEN” TRICOLORE PER CLAUDIO ARZÀ:  SETTIMO ASSOLUTO AL TROFEO ACI COMO
“TOP TEN” TRICOLORE PER CLAUDIO ARZÀ: SETTIMO ASSOLUTO AL TROFEO ACI COMO
SCUDERIA EFFERRE – Due equipaggi in finale a Modena
SCUDERIA EFFERRE – Due equipaggi in finale a Modena
I risultati delle gare del fine settimana
I risultati delle gare del fine settimana
Da Zanche ci riprova al Rally Costa Smeralda su Porsche
Da Zanche ci riprova al Rally Costa Smeralda su Porsche
DE MENEGO È SECONDO NEL MONOMARCA MICHELIN
DE MENEGO È SECONDO NEL MONOMARCA MICHELIN
Finale da brividi quella del 41° Rally Città di Modena
Finale da brividi quella del 41° Rally Città di Modena
FINALE RALLY CUP ITALIA, STRABELLO PUNTA IN ALTO
FINALE RALLY CUP ITALIA, STRABELLO PUNTA IN ALTO
D'ALBERTO ARCHIVIA LA STAGIONE CON UN SETTIMO
D'ALBERTO ARCHIVIA LA STAGIONE CON UN SETTIMO
NODARI ACCAREZZA IL BIS, SECONDO AL BASSANO
NODARI ACCAREZZA IL BIS, SECONDO AL BASSANO
30° RALLY CITTA’ DI SCHIO: DA OGGI SI ENTRA NEL VIVO CON LE ISCRIZIONI APERTE
30° RALLY CITTA’ DI SCHIO: DA OGGI SI ENTRA NEL VIVO CON LE ISCRIZIONI APERTE
Ivan Paire all’ombra del podio al Trofeo delle Merende
Ivan Paire all’ombra del podio al Trofeo delle Merende
Roberto Gobbin soffia sulle candeline e riscatta l’Ungheria
Roberto Gobbin soffia sulle candeline e riscatta l’Ungheria
I colori della RO racing salgono sul podio al Rally Aci Como
I colori della RO racing salgono sul podio al Rally Aci Como
Radio Number One è Media Partner del FORUM8 ACI Rally Monza
Radio Number One è Media Partner del FORUM8 ACI Rally Monza
Farina chiude al secondo posto l’IRC 2RB, Pedrini sul podio di Classe alla Cronoscalata La Castellana
Farina chiude al secondo posto l’IRC 2RB, Pedrini sul podio di Classe alla Cronoscalata La Castellana
NDM TECNO STELLARE AL TROFEO MAREMMA CON ZANIN E LA RENAULT CLIO RALLY5
NDM TECNO STELLARE AL TROFEO MAREMMA CON ZANIN E LA RENAULT CLIO RALLY5
TRIPLO BRONZO PER MASINO MOTORSPORT AL TROFEO MAREMMA
TRIPLO BRONZO PER MASINO MOTORSPORT AL TROFEO MAREMMA
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

PAVEL GROUP ALL’ULTIMO IMPEGNO STAGIONALE IN ROMANIA: BARBU-IANCU INSEGUONO

L’ARGENTO DI CAMPIONATO

L’ultima prova del campionato nazionale di Rally in Romania servirà per consolidare il posto d’onore di una stagione corsa da protagonisti.

A Modena la coppia Pucci-Leporatti cerca il risultato alla finale nazionale di Coppa Italia con la Renault Clio RS

 

 

 

Serravalle Pistoiese (Pistoia), 27 ottobre 2021 – Il fine settimana che sta arrivando, l’ultimo del mese di ottobre, per Pavel Group sarà impegnato per l’ultima prova del Campionato Nazionale Rally in Romania, il Raliul Bucovinei, nella parte nord orientale del Paese, a Campulung Moldovenesc, nella regione storica della Bucovina.

 

Sarà schierata una Skoda Fabia R5 per Sebastian Barbu-Bogdan Iancu che alla soglia dell’ultimo loro impegno stagionale occupano la seconda posizione assoluta in classifica con 147,20 punti, con obiettivo quindi di consolidare il posto d’onore in campionato, cercando di difendersi dal sicuro attacco da parte del terzo in campionato, non troppo lontano, staccato di soli 9,2 punti.

 

Gara “di cartello”, il Raliul Bucovinei per l’equipaggio di Pavel Group arriva ad essere dunque quella che vale davvero una stagione, comunque sinora disputata ai massimi livelli, con cinque podii conquistati in altrettante gare.

 

La competizione, su fondo asfaltato, conta 6 prove speciali, per 81,700 chilometri di distanza competitiva, a fronte del totale che misura 205,700. Le sfide saranno tutte sabato 30 ottobre, partenza alle ore 08,30 ed arrivo alle 16,14. 

 

PUCCI E LEPORATTI AL VIA ALLA FINALE DI MODENA

Impegno di spessore, questo fine settimana, anche per i valdinievolini Leonardo Pucci e Samuela Leporatti, con la Renault Clio RS Gruppo N, i quali saranno al via della finale unica della Coppa Italia al 41° Rally Città di Modena, con base a Maranello. Pucci e Leporatti, qualificati alla finale dopo l’intera stagione della VI zona, un impegno concreto punteggiato di risultati importanti,  si pongono tra i candidati al successo “tricolore” di classe.

 

FOTO: Barbu in azione

 

#PavelGroup  #motorsport  #rallypassion  #SkodaFabiaR5 #NewCar #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #horsepower #sportscars #wheel #RaliulBucovinei #Rally #tarmac #Romania #Barbu  #PucciLeporatti #RallyModena2021  #CoppaItaliaRally

 

PAVEL GROUP

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

IL “BASSANO” PARLA SLOVENO CON AVBELJ

Mercoledì, 27 Ottobre 2021 19:31 Published in Rally

IL “BASSANO” PARLA SLOVENO CON AVBELJ

Performance dirompente del pilota sloveno, dominatore incontrastato del Rally Città di Bassano, ultimo atto dell’International Rally Cup. A Como non è bastata la prestazione maiuscola confezionata da Carella, giunto secondo assoluto in gara e nel Campionato Italiano WRC.

 

Schio (Vicenza) – 26 ottobre 2021

 

L’avventura nell’International Rally Cup, dell’equipaggio sloveno formato da Boštjan Avbelj e Damijan Andrejka, si chiude al 38° Rally Città di Bassano con una schiacciante vittoria assoluta. Una gara esaltante, costruita con intelligenza e determinazione al volante di una Skoda Fabia R5 EVO impeccabile, giusto epilogo di una stagione travagliata per Avbelj, il quale voleva a tutti i costi chiudere in bellezza e lanciare un messaggio forte e chiaro agli avversari: il 2022 sarà nuovamente ai nastri di partenza assetato di vittorie.

 

Completa il proprio percorso nell’IRC, con il sorriso sulle labbra, anche l’ossolano Fabrizio Giovanella, affiancato da Andrea Dresti su Peugeot 208 Rally 4, capace, sulle strade del “mundialito veneto”, di conquistare il titolo di campione 2021 nella categoria 2Ruote Motrici.

 

Soddisfacente anche la trasferta della coppia formata da Alessandro Nicoletti e Luca Zanrosso, “in sella” ad una Skoda Fabia R5 con la quale si sono espressi in una prestazione costante e priva di sbavature, che gli ha permesso di chiudere sul finale a breve distanza dalla top-ten.

 

Veloci ma sfortunati Michele Griso ed Enrico Molo, affiancati rispettivamente da Alessandro Lucato e Vanessa Garbo. Il primo costretto al ritiro da un’uscita di strada dopo aver staccato due sesti tempi assoluti, con la sua Ford Fiesta R5, nella “Rubbio1” e nella “Valstagna1”, dimostrando la propria stoffa; il secondo bloccato da una banale foratura mentre, al volante di una Renault Clio S1600 che stava letteralmente facendo volare, si trovava primo di classe, primo del 2Ruote Motrici e diciassettesimo assoluto. Per entrambi un vero peccato.

 

Oltre a Bassano, un folto schieramento era impegnato nella finale del Campionato Italiano WRC, precisamente al 40° Trofeo ACI Como.

 

Una battaglia colpo su colpo, chilometro dopo chilometro, per tutta una stagione vissuta al fulmicotone, questo il breve riassunto del percorso CIWRC di Andrea Carella ed Elia De Guio. La coppia, giunta all’appuntamento lariano in posizione di svantaggio, ha messo in campo tutta la propria esperienza e tenacia, ma ha purtroppo dovuto scontrarsi, nel vero senso della parola, con una rotoballa posizionata lungo il percorso della PS2, accusando inevitabilmente un importante ritardo. L’indomani, il driver piacentino, ha spinto al limite la sua Skoda Fabia R5 EVO accorciando man mano le distanze da Rossetti, ma ha comunque dovuto “accontentarsi” di una brillante seconda posizione assoluta, non sufficiente ad aggiudicarsi il campionato ma utile a confermare il prestigioso pedigree del pilota.

 

Performance di altissimo livello anche per il giovane Luca Bottarelli, affiancato da Walter Pasin nell’abitacolo di una Skoda Fabia R5 EVO, riuscito nell’intento di dare uno scossone alla propria stagione facendo vedere i “sorci verdi” agli avversari. Per il veloce pilota bresciano una vigorosa conferma delle proprie capacità di guida, le quali gli hanno permesso di completare il chilometraggio ad un passo dal podio, con la consapevolezza che senza il passo falso avvenuto nella prima PS del sabato, le cose sarebbero potute andare diversamente.

 

Sulle strade di casa si è fatto valere anche Riccardo Pederzani, al debutto con una Volkswagen Polo R5 assieme a Lino Battaglia, impegnato ad interpretare le sensazioni trasmesse dalla prestante auto tedesca, capace di regalargli la dodicesima posizione finale e la seconda nell’Under 25.

 

Amaro in bocca per il ceccanese Stefano Liburdi, anche lui al volante di una Skoda Fabia R5 e coadiuvato da Andrea Colapietro, ahimè costretto al ritiro nel corso della PS3 “Alpe Grande” dalla rottura della molla di ritorno dell’acceleratore, imprevisto che non gli ha permesso di battersi, come fortemente voluto, nelle quattro prove previste nella giornata di sabato.

 

Chiude il cerchio Roberto Manera, affiancato da Lucia Curti, al volante di una Renault Clio S1600 nel rally di casa, giunto al termine della manifestazione senza intoppi con un tempo complessivo di 1:10’02.7’’, valevole per il ventisettesimo tempo assoluto.

 

 

Foto: Avbelj @ Fabrizio Buraglio

 

MS MUNARETTO – Press Office

GIANLUCA TOSI CHIUDE L’IRCUP 2021 AL QUINTO POSTO

Mercoledì, 27 Ottobre 2021 19:27 Published in Rally

GIANLUCA TOSI CHIUDE L’IRCUP 2021 AL QUINTO POSTO

Il pilota reggiano, portacolori di Movisport, con al fianco Alessandro Del Barba, ha terminato la stagione a Bassano firmando il quarto posto in gara, terzo tra gli iscritti alla serie.

 

 

Reggio Emilia, 27 ottobre 2021 – Gianluca Tosi, insieme ad Alessandro Del Barba, ha chiuso la propria stagione 2021 firmando il quinto posto assoluto nella classifica dell’IRCup.

 

Lo scorso fine settimana, al 38° Rally Città di Bassano, in provincia di Padova, ultima gara della serie, il pilota di Castelnuovo Monti, portacolori di Movisport, sulla consueta Skoda Fabia R5 di GIMA Autosport ha concluso un impegno difficile sia sotto l’aspetto tecnico-sportivo che anche mentale, al quarto posto assoluto, risultando terzo tra gli scritti al campionato.

 

Il 2021 di Tosi e Del Barba si è confermato dunque altisonante, il risultato di Bassano, il migliore possibile vista la nutrita concorrenza al via, ha suggellato una stagione di grande valore, pur se è stato mancato l’obiettivo di salire sul podio assoluto finale. Tosi era arrivato alla soglia dell’ultima gara ai vertici della classifica, nel bel mezzo di una selezione di grandi piloti e con una classifica estremamente corta ed aperta a diverse soluzioni. L’equipaggio ce l’ha messa tutta, il massimo impegno, come è sempre accaduto nelle stagioni passate.

 

GIANLUCA TOSI: Alta tensione, grandi performance, avversari di altissimo livello, il Campionato IRCup non si è smentito neppure quest’anno ed a Bassano si è avuta la conferma ulteriore. Vi siamo arrivati con la classifica troppo “corta” e con la presenza di tutti coloro che miravano all’attico della classifica, era difficile salire sul podio. Ci abbiamo provato con tutto quello che avevamo a disposizione, una vettura al top, la motivazione come abbiamo sempre avuta, ma non è bastato. Crediamo però che abbiamo disputato un bel campionato, purtroppo l’annullamento della gara di Reggio ha influito molto, crediamo, sul risultato finale, ma l’annullamento è stato tale per tutti. Possiamo dunque ritenerci soddisfatti. Ringrazio tutti coloro che ci sostengono, da Bardahl a tutti gli altri partner, ringrazio chi ci segue sempre con passione, ringrazio il mio copilota, presenza importante e vincolante in macchina, un grazie a Gima per il costante supporto tecnico che ci dà, grazie alla scuderia Movisport, spero di proseguire con tutti questi presupposti anche l’anno prossimo!”.

 

#TosiDelBarba  #Movisport  #GianlucaTosi #AlessandroDelBarba #Rally #Bardahl  #BardahlItalia #SkodaFabiaR5  #GimaAutosport #Rally #Motorsport #IRCUP #CRZ #ilcontadinovolante #RallyBassano2021

 

BASSANO, LA PERLA DI AVBELJ VALE IL PODIO NELL'IRC

Mercoledì, 27 Ottobre 2021 19:23 Published in Rally

BASSANO, LA PERLA DI AVBELJ VALE IL PODIO NELL'IRC

 

Vincendo cinque delle sei speciali regolarmente disputate lo sloveno domina il Mundialito Triveneto e regala ad Xmotors Team il terzo gradino del podio nella serie.

Maser (TV), 27 Ottobre 2021 – Aveva soltanto un modo per raddrizzare una stagione che lo aveva visto sempre protagonista ai massimi livelli ma, troppo spesso, vittima privilegiata della dea bendata e, con una prestazione cristallina, Boštjan Avbelj ha raggiunto il proprio obiettivo.

Il portacolori di Xmotors Team termina l'International Rally Cup 2021 così come l'aveva iniziato ovvero mettendo sul campo una supremazia schiacciante nei confronti della concorrenza.

Alla sua sola seconda apparizione al Rally Città di Bassano, chiuso nel 2019 con il secondo posto assoluto all'esordio, il pilota sloveno ha confermato tutto il proprio, indubbio, valore.

Vincitore di cinque prove speciali sulle sei disputate, la sola “Cavalletto” è stata annullata per il primo passaggio, il pilota della Skoda Fabia R5 Evo di MS Munaretto ed il suo compagno di abitacolo, Damijan Andrejka, ha centrato il bersaglio grosso, firmando il Mundialito Triveneto.

Un dominio mai messo in discussione ed un comando preso nella notte del Venerdì, sull'apertura della “Rubbio”, consolidato dopo ogni speciale e maturato sino a sfiorare il mezzo minuto di vantaggio sull'idolo locale Spagolla e su tutti gli altri protagonisti del campionato.

Oltre ad essere salito sul gradino più alto del podio, bissando il successo del Piancavallo, ed aver fatto suo il gruppo R nonchè la classe R5 la punta della scuderia di Maser ha completato l'aggancio al podio assoluto, terminando la stagione con una terza piazza che vale molto.

 

Ce l'abbiamo fatta, abbiamo vinto il Bassano” – racconta Avbelj – “e questa vittoria ha un grande significato per me perchè mi ha permesso di ringraziare, come si deve, tutti i partners che hanno creduto in me. Grazie all'esperienza del team MS Munaretto ho sempre avuto tra le mani l'auto che volevo, si adattava perfettamente al mio stile di guida. Hanno fatto un lavoro eccezionale, sia qui a Bassano che per tutto il resto della stagione. Abbiamo dimostrato, in ogni singola tappa di IRC, che avevamo il passo per competere per la vittoria. Purtroppo qualche errore di troppo ed un po' di sfortuna non ci hanno permesso di giocarci il titolo. La stagione si conclude qui e siamo riusciti nel nostro intento ovvero quello di recuperare il podio assoluto, finendo terzi. Grazie di cuore a Xmotors Team ed al suo presidente, Francesco Stefan, senza dimenticare tutti quelli che sono stati coinvolti in questo progetto. Mi auguro di poter tornare qui anche il prossimo anno. Grazie agli organizzatori di IRC. È stato bello essere parte di questo.”

 

Complimenti a Boštjan” – gli fa eco Francesco Stefan (presidente Xmotors Team) – “perchè, pur essendo noi consapevoli del suo valore, vederlo arrivare a Bassano e, alla sua seconda volta qui, dominare letteralmente non lascia spazio a tante interpretazioni. Lui, il suo navigatore ed il team MS Munaretto hanno fatto un lavoro impeccabile per tutta questa stagione ed i risultati, sfortune a parte, lo testimoniano. Due vittorie su quattro gare disputate ed altre due sfuggite, per varie situazioni, quando comunque i tempi erano sempre da primato. Grazie di cuore a tutti quei partners che hanno sposato il nostro progetto. Sarebbe stato bello poterlo concludere con una bella vittoria ma crediamo che nessuno possa dire che Boštjan non avrebbe meritato di vincerlo. È stata una stagione incredibile e ci auguriamo di ripeterla.”

 

immagine a cura di Mario Leonelli

BASSANO DA CAPOGIRO, I VENTICINQUE DI RALLY TEAM

Mercoledì, 27 Ottobre 2021 19:19 Published in Rally

BASSANO DA CAPOGIRO, I VENTICINQUE DI RALLY TEAM

 

Ventitre nel moderno, ultimo appuntamento di International Rally Cup, e due nello storico, valevole per il Trofeo Rally di Zona, per la scuderia di Rosà.

Rosà (VI), 27 Ottobre 2021 – Un esercito, quello messo in campo da Rally Team per la gara di casa, con ben venticinque portacolori impegnati al Rally Città di Bassano, ventitre dei quali al via dell'ultimo atto di International Rally Cup e due soltanto nel Trofeo Rally di Zona.

Rimandata la caccia alla dodicesima perla per Alessandro Battaglin, in coppia con Selena Pagliarini sulla Hyundai i20 WRC, costretto al ritiro per il perdurare di problemi alla turbina.

Buon tredicesimo di classe R5 e di gruppo R, nonché quindicesimo assoluto per un Michele Caliaro in rapida crescita, sempre affiancato da Fabio Andrian sulla Skoda Fabia R5.

Vittoria in classe R4 e nella serie IRC per il presidente Pier Domenico Fiorese, in coppia con Francesco Zannoni sulla Mitsubishi Lancer Evo X, riuscendo a primeggiare sul veloce Gassner.

Nuvola fantozziana sulla testa di Daniel Mores, alle note Federica Botta sulla Mitsubishi Lancer Evo IX gruppo N, costretto al ritiro dopo tre forature consecutive e la rottura di una pinza freno.

Non vede l'arrivo nemmeno il rientrante Carlo Maroso, con Enrico Fantinato su una Renault Clio Super 1600, bloccato da un cedimento meccanico in seguito ad un impatto con un sasso.

Reduce da due ritiri consecutivi Enrico Zille, in coppia con Franco Durat su una Peugeot 208 Rally 4, voleva a tutti i costi vedere l'arrivo ed il quinto di R2C diventa nuovo punto di partenza.

Bassano ostico anche per Sandro Schenetti, affiancato da Alberto Corradi sulla Peugeot 208 R2, autore di un difficile avvio, a causa di una tocca sulla prima “Rubbio”, ed in costante ricerca del giusto setup, nella giornata del Sabato, per un ottavo di R2B che lascia amaro in bocca.

Desideroso di vedere l'arrivo era anche Roger Vardanega, su una vettura gemella condivisa con Manuel Menegon, contento del decimo di classe che cancella gli ultimi due stop anticipati.

Mundialito Triveneto da dimenticare in classe A7 dove sia Michele Alberto Bertuzzo, con Michael Guglielmi alle note, che Eddi Baù, con con Elisabetta Galvan, si sono visti costretti a parcheggiare le loro Renault Clio Williams gruppo A, entrambi fermi sulle prime speciali.

Vittoria in solitaria, in classe R1T Nazionale, per l'eterno Remigio Baù, affiancato da Silvano Cerato su una Peugeot 208, felice per aver timbrato l'ennesimo cartellino di presenza.

Buon rientro in N3, macchiato purtroppo dalla rottura del differenziale sulla quarta prova speciale, per Alberto Puppato, con Andrea Chiorato su una Renault Clio RS di gruppo N.

Sfortuna anche in A6 per il sodalizio di casa con Antonio Zanarella, con Giuseppe Cogo alle note, fermo al primo parco assistenza, per problemi al cambio della sua Peugeot 106 Maxi Kit Car, e con Paolo Alessio, con Enrico Sandri su una Peugeot 106 Rallye gruppo A, all'addio ad un titolo IRC che era già in cassaforte, fermo per un guasto tecnico ed alla fine secondo.

Vede il traguardo, sesto tra le millesei preparate, il solo Michele Luca Alessio, con Massimo Menegon su una vettura gemella, rallentato da problemi al cambio sulla seconda “Rubbio”.

Passando al millesei del produzione erano in sei a difendere i colori della scuderia di casa.

Il migliore è stato Gabriele Cappellari, in coppia con Domgoj Dujman su una Peugeot 106 Rallye, capace di salire sul gradino più alto del podio di classe N2 e del gruppo N.

A seguirlo, a distanza, ci hanno pensato Nicolò Mezzalira e Luca Simonetto, rispettivamente quinto con Samuele Cagnin e sesto con Daniel Reato, al volante di una vettura gemella.

Ottavo posto per Rubens Rigodanzo, con Emanuele Castegnaro, ed undicesimo per Roberto Carlo Sbalchiero, con Mirco Santacaterina, entrambi su a bordo di una Citroen Saxo.

Unico a non vedere il traguardo il povero Gianmaria Dissegna, fermo assieme ad Andrea Fiorot in seguito ad un problema elettrico che ha colpito la sua Peugeot 106 Rallye sulla quarta prova.

Giornata nera anche in Racing Start dove Matteo Busatto, iscritto con Stefano Moro, non si è presentato al via per problemi di salute mentre Alessandro Zanarella, con Matteo Barbiero alle note, abbandonava la compagnia sulla prima “Valstagna” per il cedimento di un semiasse.

Gioie e dolori anche dalle regine del passato, in occasione del Rally Storico Città di Bassano valevole per il TRZ, con Dino Serafino Tolfo che ha sfoderato una prestazione notevole.

Il pilota della Lancia Stratos HF, affiancato da Luigi Cazzaro, ha concluso quinto assoluto, dominando letteralmente il secondo raggruppamento e la classe 2/4/>2000, mentre Massimiliano Meneghetti, al debutto sulla Lancia Delta Integrale gruppo A per festeggiare i suoi vent'anni di attività sportiva, si vedeva costretto al ritiro, con un semiasse rotto, sulla seconda.

 

immagini a cura di Mario Leonelli

Ernesto Riolo e Alessandro Floris finalisti a Modena nel CRZ

Mercoledì, 27 Ottobre 2021 19:15 Published in Rally

 Ernesto Riolo e Alessandro Floris finalisti a Modena nel CRZ

 

L'equipaggio del Targa Racing Club, con la scuderia Cst Sport, protagonista di spicco della classe R2C su Peugeot 208 Rally 4 alla gara emiliana dove sono attesi i migliori delle varie zone sui 242 iscritti

 

Cerda(PA) 27 ottobre. Ernesto Riolo e Alessandro Floris sono pronti alla finale nazionale della Coppa Rally di Zona in programma a Modena il prossimo fine settimana. Il figlio d’arte cerdese e l’esperto navigatore toscano saranno in gara con la Peugeot 208 Rally 4, qualificati grazie al successo conseguito al Rally del Tirreno. Una partecipazione davvero importante per l'equipaggio del Targa Racing Club, che avrà al suo fianco la Scuderia Cst Sport,  in una gara evento dai numeri record, ben 242 iscritti per un confronto che si annuncia ad altissimi livelli.

Per me è un’ esperienza fantastica – ha commentato Riolo - poterci confrontare con tantissimi piloti validi provenienti da tutte le zone di Italia. Mi sento fortemente emozionato di rappresentare la Sicilia che è sempre stata ai vertici del panorama motoristico nazionale e con mio papà in particolar modo in questa specialità. Una emozione raddoppiata dal trovarci in quei luoghi che in ogni angolo parlano di automobilismo, partenza e arrivo si svolgeranno infatti a Maranello.

Riolo e Floris potranno testare la vettura sabato 30 ottobre prima del via nello shakedown di 2,9 km in programma  a Levizzano Rangone - Poi la partenza ufficiale alle ore 16.01 dal parco assistenza di Ubersetto, e via per la prima prova speciale Barighelli di 10.57 km alle ore 16.50 . Il  riordino notturno con le è previsto  davanti al Museo Ferrari. Domenica 31 prende il via parte decisiva del rally. Tre prove speciali da ripetere due volte, nell'ordine: Ospitaletto (11,98 km), ancora Barighelli (10,57 km) e San Pellegrinetto (10,44 km).

 

Targa Racing Club/CST Sport

A Vallelunga sfida finale per Academy Motosport / Alex Caffi Motosport
 
L’esaltante stagione Nascar Whelen Euro Series 2021 del Team Italiano dell'imprenditore e pilota Federico Monti e del già pilota F1 Alex Caffi si conclude in casa con il gran finale all’Autodromo romano Piero Taruffi di Vallelunga, dal 29 al 31 ottobre. Torna Jaques Villeneuve nel poker di piloti schierati
 
 
Vallelunga (RM) 27 ottobre 2021. Sarà in Italia sull’Autodromo romano “Piero Taruffi” di Vallelunga la quinta e ultima tappa dell’esaltante stagione di Academy Motosport / Alex Caffi Motosport. Il team che fa capo al pilota e imprenditore toscano Federico Monti ed al già F.1 Alex caffi, schiera il poker di piloti completo ad iniziare dal campione del Mondo F.1 1997 Jaques Villeneuve, il cipriota Vladimiros Tziortzis ed il giovane greco Thomas Krasonis.
Il team dal suo debutto, lo scorso maggio in Spagna all'autodromo Ricardo Tomo, ha vissuto in constante progressione. Gara dopo gara, tenacia e determinazione sono state le costanti per raggiungere l'obiettivo prefisso che ha permesso di superare anche i momenti più difficili, immancabili in una stagione lunga e impegnativa come la Nascar Europea di cui sono protagoniste le muscolose auto spinte da motore Chevrolet da 5.7 litri, capace di erogare una potenza di 400 Cv, Il cambio è ad H a 4 rapporti, generose le dimensioni della vettura lunga 5,80 mt, larga 1,95 mt con un interasse di 2,74 metri.
A meno di un mese dalle gare disputate in Belgio dove Academy Motorsprot/Alex Caffi Motorsport ha conquistato podi e punti fondamentali per il campionato, la squadra si presenterà al completo con il rientro in squadra del campione 1997 di F1 Jacques Villeneuve in EnPro con la sua FJ #5, Federico Monti oramai a suo agio sia nella sua categoria la Club Challenge, dove ha vinto in Belgio, che in EnPro sulla FJ #2. In EN2 Vladimiros Tziortzis al volante della sua Ford Mustang #1, dopo la pole e il secondo posto ottenuto in Belgio, è pronto a dar battaglia per ottenere grandi risultati nell'ultimo weekend di gara dove si gioca il titolo. Pronto al pieno riscatto anche il compagno di squadra, il giovane e tenace greco Thomas Krasonis #2 a conclusione di una stagione faticosa ma esaltante, dove ha ottenuto anche il bonus punti per il maggior numero di sorpassi.
A Vallelunga tutto può ancora accadere nella conquista dei diversi titoli vista l'assegnazione di punti doppi sia nelle qualifiche sia nelle gare.

Un determinato Federico Monti commenta: “Siamo sicuramente molto carichi e concentrati, anche se un po' tesi, per questo weekend che ci attende e dove speriamo davvero di ottenere due buoni risultati per concludere al meglio una stagione avvincente.”

Appuntamento Venerdi 29 ottobre dalle 9:00 per la finale della Club Challenge
Gara EnPro: sabato dalle 13:30 e domenica dalle 14:00
Gara EN2: sabato dalle 16:30 e domenica dalle 10:30

Gare trasmesse Live su www.euronscar.com/euronascar-tv/motosport.tv (canale Sky 229)

Calendario Nascar Wheelen Series 2021: 15/16/05 Valencia (E) - 03/04/07 Brands Hatch (UK) - 05/06/08 Most (CZ) - 18//19/09 Rijeka (HR) - 09/10/10 Heusden Zolder(BE) - 30/31/10 Vallelunga (IT).  

L’Ufficio Stampa

Rif. Rosario Giordano 

Francesca Pesola 

MOVISPORT AL GRAN FINALE DELLA COPPA ITALIA DI MODENA

Mercoledì, 27 Ottobre 2021 19:04 Published in Rally

MOVISPORT AL GRAN FINALE DELLA COPPA ITALIA DI MODENA

 

Una presenza di spessore con diversi equipaggi in grado di mettersi in evidenza.

Impegno anche in circuito, a Misano, con l’ultima chiamata del monomarca Lamborghini per Kevin Gilardoni.

 

Nel fine settimana passato l’Eurorally in Ungheria ha regalato solo sfortuna,le  soddisfazioni invece

Sono arrivate al gran finale del tricolore WRC a Como e dell’IRCup a Bassano.

 

 

Reggio Emilia, 27 ottobre 2021 – L’ultimo week end di ottobre, per Movisport, sarà caratterizzato da nuovi impegni di alto livello, sia su strada che su circuito.

Saranno cinque, gli equipaggi che difenderanno i colori reggiani alla finale della Coppa Italia al 41° Rally Città di Modena, con ampie possibilità di conquistare posizioni da podio:

Roberto Vellani - Luca Amadori (Skoda Fabia R5), Davide Medici - Manuel Fenoli con la Volkswagen Polo R5 ed i veronesi Luca Hoelbling - Federico Fiorini su Hyundai i20, tutti quindi con vette top car sono tra coloro che puntano al successo, ma a posizioni di prestigio punta anche Piergiorgio Bedini, con Faustino Mucci (Mitsubishi Lancer EVO IX) e, nella loro classe di appartenenza pure Davide Incerti - Monica Debbi, con la fida Citroen Ds3.

 

Riflettori puntati poi in circuito, per il gran finale del Lamborghini SuperTrofeo Europa. A presentarsi al comando della classe “Pro” c'è l'equipaggio dell'Oregon Team formato da Kevin Gilardoni e Leonardo Pulcini, autori di quattro vittorie ed altre due volte sul podio. Il sesto ed ultimo atto stagionale si svolgerà sul Circuito di Misano Adriatico.

 

UNGHERIA DA DIMENTICARE

Le premesse per far bene, al rally di Ungheria, settima e penultima prova del Campionato Europeo Rally, c’erano tutte, ma l’esito è stato tutt’altro. Umberto Scandola con Danilo Fappani Hyundai i20 R5 e Nikolay Gryazin ovviamente con Konstantin Aleksandrov di nuovo sulla VolksWagen Polo R5 avevano tutte le carte in regola per farla da protagonisti ed una volta partiti, la tendenza era quella. Poi una serie di vicende negative hanno condizionato la trasferta per entrambi gli equipaggi.

Gryazin e Aleksandrov avrebbero vinto la gara, di forza. Ma sono poi stati penalizzati di 15 minuti in quanto accusati di non essersi fermati in prossimità di una vettura incidentata e prestare soccorso all’equipaggio coinvolto. Le fasi degli accadimenti non sono stati chiari in quanto pare che il pilota dell’equipaggio coinvolto nell’incidente non avesse esposto il cartello di richiesta soccorso ma abbia soltanto fatto cenno di rallentare al pilota russo che sopraggiungeva.

Scandola e Fappani, dopo un avvio ai vertici sono incappati in una serie di forature: problemi che hanno fatto  scivolare l’equipaggio al 26esimo posto assoluto in classifica con un ritardo di oltre tre minuti dalla testa. Poi, nel tratto di trasferimento successivo, lungo ben 43 km dalla prova al parco assistenza di metà tappa, i pneumatici forati si sono ulteriormente danneggiati costringendoli ad arrivare con uno dei tre pneumatici decisamente squarciato. A quel punto è arrivata l’esclusione da parte dei commissari sportivi che applicando il Regolamento Sportivo FIA per il Campionato Europeo, non ha dato neppure la possibilità di poter rientrare il giorno successivo con la formula del “Super Rally”.

 

COMO E BASSANO, GLI ATTI FINALI DI CIWRC E IRCUP CHIUSI CON SODDISFAZIONE

Non sono mancati impegni di spessore anche entro i confini nazionali, la settimana passata, al Trofeo ACI COMO, ultima prova del Campionato Italiano WRC, ed al Rally Città di Bassano atto finale, invece dell’IRCup.

 

Ivan Ferrarotti, affiancato da Massimo Bizzocchi, che si proponeva con la novità del cambio vettura, una Citroen C3 R5 in luogo della consueta Fabia R5, ha finito in nona posizione assoluta, consolidandosi ai vertici anche del Trofeo Logistica Uno Michelin.

 

 

 

Al via alla gara lariana anche Cristian Zanardini – Francesca Bonfadini Renault Clio S1600, i quali hanno terminato con un decoroso quarto posto di classe.

 

Gianluca Tosi - Alessandro Del Barba e la Skoda Fabia R5 hanno chiuso la gara bassanese in quarta posizione assoluta, terzi tra gli iscritti alla serie internazionale. Di nuovo una gara di spessore per la coppia reggiana, che ha così concluso la stagione in quinta posizione in classifica finale, suggello di un livello confermatosi decisamente alto.  A Bassano erano della partita anche Antonio Rusce – Giulia Paganoni (Skoda Fabia R5 evo), noni nella generale, settimi tra gli aderenti all’IRCup, di nuovo con una prestazione che ha convinto, con la quale hanno terminato il campionato in settima posizione, mentre Giuliano Giovani– Giuseppe Aldini con la Peugeot 106 S16 – classe K10 hanno salutato la bandiera a scacchi con una efficace vittoria di classe. Vittoria che ha confermato anche per loro il successo di campionato nel raggruppamento di appartenenza.

 

#Movisport  #rally #motorsport  #rallypassion #racing #race #car #speed #cars #driver #wheels #drive #engine #road #sportscar #horsepower #sportscars #Gryazin #alexandrovkstn #GryazinAleksandrov  #ScandolaFappani RallyUngheria #alexandrovkstn #GryazinAleksandrov #SkodaFabiaR5 #PoloR5 #CIWRC  #IRCup  #RallyBassano  #RallyCittàdiModena2021 #TrofeoACIComo #KG #teamKG #oregonteam #Lamborghini #huracan #lamborghinihuracan #thesupertrofeo #supertrofeolamborghini #supertrofeoeurope #LamborghiniSc

 

FOTO: Tosi in azione (foto M. Leonelli)

 

 

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

RALLY CUP ITALIA, IN TRE PER COLLECCHIO CORSE

Mercoledì, 27 Ottobre 2021 18:57 Published in Rally

RALLY CUP ITALIA, IN TRE PER COLLECCHIO CORSE

 

De Antoni a caccia della rimonta nella GR Yaris Rally Cup mentre Frazzani ed Oppici punteranno a conquistare la finale nel produzione, tra le duemila e le millesei.

Felino (PR), 27 Ottobre 2021 – In tre per un grande sogno, questo in sintesi il fine settimana che attende i portacolori di Collecchio Corse in vista dell'imminente finale Rally Cup Italia.

Al prossimo Rally Città di Modena, in programma per il 30 e 31 Ottobre, il tridente della scuderia di Felino, giocando quasi in casa, avrà l'opportunità di puntare ad importanti traguardi.

Crocevia determinante, per il proprio destino nella GR Yaris Rally Cup, sarà il risultato che Edoardo De Antoni, in coppia con Martina Musiari, riuscirà a cogliere nel round emiliano.

Un buon risultato qui permetterebbe al pilota di Camposampiero, alla guida della Toyota GR Yaris R1 di Rally Sport Evolution, di rilanciarsi nella serie e di giocarsi il tutto per tutto sul palcoscenico più blasonato della stagione, il WRC ACI Rally Monza, valevole per il mondiale.

 

Dopo il risultato di Verona abbiamo riflettuto se continuare o meno” – racconta De Antoni – “ed abbiamo deciso di provarci a Modena. A seconda di come andrà qui si saprà se parteciperemo al Monza. Sarebbe un finale bellissimo poter correre nel mondiale. Non abbiamo mai corso qui e non abbiamo idea di che cosa ci aspetterà. A differenza delle altre gare disputate il chilometraggio è inferiore quindi la lotta sarà di altissimo livello, dal primo metro.”

 

Passando al produzione, arrivando dalla Coppa Rally ACI Sport, saranno due le punte del sodalizio parmense ad avere nel mirino la finale, vittoriosi nelle proprie classi di zona cinque.

Per la corsa all'alloro tra le duemila di gruppo N ci sarà Gabriele Frazzani, in coppia con Diego Altomonte su una Renault Clio RS, reduce da un tanto brillante quanto sfortunato Rubinetto.

Il pilota di Felegara di Medesano, primo di N3 in CRZ di quinta zona, è pronto all'ultima sfida.

 

Siamo alla gara più importante di tutto l'anno” – racconta Frazzani – “e, essendo una finale, sappiamo che troveremo avversari di prim'ordine. Non avremo a che fare con gli ultimi arrivati. Abbiamo cercato di preparare bene la gara ed andremo a Modena per giocarcela. Dopo il Rubinetto abbiamo sistemato tutto e l'auto ora funziona alla perfezione. Qui tutti vogliono vincere, questo è sicuro. Le prove sono molto belle quindi daremo il massimo per primeggiare.”

 

Alte le motivazioni anche tra le millesei di gruppo N dove Fabio Oppici, il migliore di N2 in quinta zona di CRZ, cercherà di far valere la propria conoscenza di un percorso già amico nel 2018.

Il pilota di Parma, in coppia con Davide Pisati su una Peugeot 106 Rallye, ha affilato le armi.

 

Nel 2018 abbiamo corso qui a Modena” – racconta Oppici – “ed è andata molto bene perchè, in quell'occasione, abbiamo vinto la classe. Due, delle speciali in programma, sono completamente nuove per me ma questa tipologia di percorso si adatta decisamente al mio stile di guida. Sono prove molto tecniche e c'è tanto da guidare. La maggior parte è caratterizzata da tratti molto veloci, quasi sempre in falsopiano. Non esistono salite ripide, quelle che potrebbero penalizzare la nostra vettura, quindi puntiamo decisi alla vittoria finale.”

 

Edoardo De Antoni, in azione nel precedente Rally Due Valli 2021 (immagine a cura di Mario Leonelli)

Gabriele Frazzani, in azione nel precedente Rally del Rubinetto 2021 (immagine a cura di Mario Leonelli)

GR YARIS RALLY CUP ALL’IMPORTANTE CROCEVIA DEL "CITTA' DI MODENA"

Classifica corta, alcuni che cercano il riscatto e ben due nuovi arrivi di spessore saranno il valore aggiunto del quarto e penultimo appuntamento stagionale, questo fine settimana.

 

Roma, 27 ottobre 2021

Il penultimo appuntamento stagionale del primo anno di GR YARIS RALLY CUP si svolgerà questo fine settimana nel contesto della Aci Sport Rally Cup Italia al 41° Rally Città di Modena, che ospiterà ben 242 equipaggi.

 

Gara dal passato glorioso, una delle più longeve in Italia, la competizione che avrà Maranello come cuore pulsante, siamo quindi nel “tempio” del motorsport mondiale, sarà dunque lo scenario più idoneo per ospitare l’avvio del rush finale del Trofeo.

 

Trofeo che si porta in Emilia ricco di argomenti, primo fra tutti la classifica decisamente “corta”, quindi apertissima a mettere in gioco in diversi “nomi”, chi in cerca di conferme, chi in cerca di continuità e chi anche di riscatto.

 

Sono iscritti in undici, la classica “squadra perfetta” per scendere in campo e proseguire a fornire prestazioni di alto livello con le GR Yaris, che dopo le prime tre gare disputate hanno conosciuto un forte interesse da parte di molti piloti e squadre, vedendola come ottima opportunità per i programmi sportivi a venire.

 

Comanda la classifica Alex Ciardi, assecondato da Tondini. Il toscano di Pistoia ha in consegna il ranking provvisorio dalla prima gara di Roma dello scorso luglio, poi pur con una certa fatica ha saputo tenere in mano lo scettro, ma da dietro premono.

 

Preme Marco Gianesini, in coppia con Sabrina Fay, forti del doppio successo conquistato al “1000 Miglia” e poi al “2Valli”, un ambo di allori che li ha portati di forza alle spalle di Ciardi in classifica, staccati di soli quattro punti. Logico pensare ad un attacco deciso da parte del blasonato pilota valtellinese come è sintomatico pensare ad un nuovo sprint da parte del giovane “under” Federico Romagnoli. In coppia con Lisa Bollito, il 23enne pilota di Borgomanero, terzo nella generale provvisoria, ha mostrato capacità di adattamento a diverse condizioni di strada, certamente il bello fatto vedere a Verona ad inizio mese lo vorrà mettere in campo anche nelle “piesse” modenesi.

 

Pensano in grande anche Simone Rivia e Andrea Dresti, convincenti a Verona e quarti in classifica in virtù della regolarità dei piazzamenti, certamente vorrà il riscatto dalla sfortuna dell’appuntamento precedente il riminese Angelo Pucci Grossi, l’altro “under” del Trofeo con al fianco Cardinali, limitato nel veronese da una foratura ad inizio gara così come il riscatto lo meditano Edoardo De Antoni e Martina Musiari, stoppati invece da un incidente quando recitavano un ruolo da protagonisti.

 

Tornano poi i finlandesi Marcus Manninen e Teemu Sillanpaa, coppia che ha mostrato di sapersi adattare con slancio agli asfalti italiani, loro che vengono dagli sterrati finlandesi, ed anche dal comasco Tommaso Peleari, con Davide Bozzo alle note, ci si immagina un’altra prova concreta come quella del “2Valli” dove si guadagnò il “bronzo”. Da Lorenzo Bonifacino e Umberto Tesi si attendono poi nuovi stimoli nel trovare il miglior feeling con la loro GR Yaris.

 

A rendere tutto più incerto per tutti, ma anche certamente spettacolare, ci sono due nuovi arrivi di spessore, entrambi toscani, entrambi pistoiesi. Faranno il loro ingresso nelle fila della GR YARIS RALLY CUP Thomas Paperini/Simone Fruini e Alessio Beneventi/Andrea Cecchi.

Paperini si è segnalato quest’anno come uno dei migliori “under 25” del Campionato Italiano Rally sino a metà stagione, programma poi interrotto per un infortunio patito da una caduta in allenamento con la bicicletta e recentemente è tornato alle gare vincendo per il secondo anno consecutivo il Rally Città di Pistoia ad inizio mese.

 

Alessio Beneventi nel recente passato si è segnalato come uno dei giovani più interessanti nel panorama regionale toscano, purtroppo non corre da due anni ed è reduce da una lunga serie di ritiri che parte addirittura dal 2017. Confida di invertire la tendenza negativa proprio con il debutto con la GR Yaris e con Paperini saranno certamente due in grado di spostare gli equilibri e di rendere le vicende del Trofeo ancora più avvincenti e ricche di argomenti.

 

IL DETTAGLIO DEL 41. RALLY CITTÀ DI MODENA

Venerdì 29 ottobre giornata di ricognizioni e verifiche tecnico-sportive a Maranello. Nella mattinata di sabato 30 si accenderanno i motori per lo shakedown a Levizzano Rangone, 2,9 km per testare le vetture prima del via. Poi la partenza ufficiale alle ore 16:01 dal parco assistenza di Ubersetto, un rapido passaggio sul palco posizionato in piazza Libertà a Maranello e via per la prima prova speciale di “Barighelli” (10,57 km). Si arriverà così ai primi risultati per poi accedere al riordino notturno con le vetture ben allineate con onore davanti al Museo Ferrari. Domenica 31 ottobre il via della giornata decisiva del rally. Tre prove speciali da ripetere due volte, nell’ordine: “Ospitaletto” (11,98 km), ancora Barighelli e San Pellegrinetto (10,44 km). In totale sono 328 km di distanza competitiva, di cui 76,5 km cronometrati (23,31%).

Il quartier generale durante i giorni della manifestazione sarà presso il Comune di Maranello, mentre il parco assistenza che accoglierà i mezzi di assistenza e i motorhome dei team di tutti gli equipaggi è previsto a Ubersetto. Due i riordini, quello notturno di sabato sera a Maranello antistante al Museo Ferrari, mentre a metà della giornata di domenica gli equipaggi sosteranno a Serramazzoni.

 

GR YARIS

La protagonista del campionato è la GR Yaris, vettura perfetta per l’ingresso nel mondo delle competizioni monomarca, che nasce proprio dall’esperienza del team Toyota Gazoo Racing nel campionato mondiale rally. Costruita su una piattaforma unica nel suo genere, avente come obiettivo quello di ridurre al massimo il peso, la GR Yaris è dotata del più potente motore a tre cilindri al mondo 1.6 turbo con 261 CV e una coppia di 360 Nm che permette di passare da 0 a 100 km/h in soli 5,5 secondi.

La potenza del motore viene sfruttata attraverso il nuovo sistema di trazione integrale permanente e a controllo elettronico GR-FOUR di Toyota. A completare l’assetto da vera sportiva, un differenziale Torsen LSD che gestisce in autonomia la ripartizione della trazione tra le ruote di sinistra e di destra per dare un controllo naturale e diretto dell'auto.

La GR Yaris utilizzata per il campionato è la derivazione rally della stradale lanciata a fine 2020. E’ stato sviluppato uno specifico kit di allestimento gara, con il quale i team hanno potuto preparare la vettura conforme al regolamento della categoria R1T 4WD nazionale.

Il montepremi totale del monomarca è stabilito in 300.000 €uro, distribuito tra premi di gara e premi finali, ed ha un’attenzione particolare anche per i Team cui si appoggiano gli equipaggi.

 

CLASSIFICHE GR YARIS RALLY CUP DOPO TRE GARE:

ASSOLUTA: 1. Ciardi 91 punti; 2. Gianesini 87; 3. Romagnoli 70; 4. Rivia 56,5; 5. Grossi 53; 6.Paleari 52,5; 7. Manninen 45; 8. De Antoni 41; 9. Marcucci 17; 10. Reginato 15; 11. Bonifacino 12; 12. Colpani 12;  13. Bondioni 4.

 

UNDER 23: 1. Grossi 100,5 punti; 2. Romagnoli 87,5.

 

TEAM: 1. HMI-Finiguerra 95 punti; 2.  Emmeci Sport 80; 3. New Star 3 75; 4. Gino WRC 63; 5. Sportec 53,5; 6. Rally Sport Evolution 39; 7. Elite Motorsport 24.

 

CLASSIFICA GR YARIS POWER STAGE SPECIALIST (prove speciali vinte):

1.Romagnoli 8; 2. Ciardi 7; 3. Gianesini 4; 4. Manninen, Paleari 2; 6. Grossi 1.

 

 

FOTOGRAFIA ALLEGATA: CIARDI-TONDINI, I LEADER DELLA CLASSIFCA DI TROFEO (foto di Massimo Bettiol)

 

 

 

PRESS OFFICE

 

Privacy Policy