WEEKEND POSITIVO PER Il REAL CEFALU’ REPARTO CORSE AL 25º AUTOSLALOM CITTA’ DI MISILMERI
WEEKEND POSITIVO PER Il REAL CEFALU’ REPARTO CORSE AL 25º AUTOSLALOM CITTA’ DI MISILMERI
OTTIMO 2º POSTO DI GUARINO AD OSILO.
OTTIMO 2º POSTO DI GUARINO AD OSILO.
19° SLALOM CITTA’ DI OSILO
19° SLALOM CITTA’ DI OSILO
19° SLALOM CITTA’ DI OSILO 12° MEMORIAL DAVIDE PIRINO SERIE AIDO CUGLIERI CAMPIONATO ITALIANO SLALOM
19° SLALOM CITTA’ DI OSILO 12° MEMORIAL DAVIDE PIRINO SERIE AIDO CUGLIERI CAMPIONATO ITALIANO SLALOM
Tutto pronto per la 5° edizione dell’Autoslalom  Città  Sant’Angelo di Muxaro
Tutto pronto per la 5° edizione dell’Autoslalom Città Sant’Angelo di Muxaro
RO racing premiata da Cacciatore e Rosa.
RO racing premiata da Cacciatore e Rosa.
Lo Slalom Rocca Novara di Sicilia su tre manche con 106 partenti
Lo Slalom Rocca Novara di Sicilia su tre manche con 106 partenti
LA NEBROSPORT PUNTA  NOVARA DI SICILIA
LA NEBROSPORT PUNTA NOVARA DI SICILIA
LA NEBROSPORT PUNTA NOVARA DI SICILIA
LA NEBROSPORT PUNTA NOVARA DI SICILIA
Lo Slalom Rocca Novara di Sicilia subito a tre cifre
Lo Slalom Rocca Novara di Sicilia subito a tre cifre
L' 11° AUTOSLALOM CITTA' DI CASTELBUONO SORRIDE AL REAL CEFALU' REPARTO CORSE
L' 11° AUTOSLALOM CITTA' DI CASTELBUONO SORRIDE AL REAL CEFALU' REPARTO CORSE
19° SLALOM CITTA’ DI OSILO 12° MEMORIAL DAVIDE PIRINO SERIE AIDO CUGLIERI CAMPIONATO ITALIANO SLALOM OSILO 20.21 LUGLIO 2019 AUTOMOBIL
19° SLALOM CITTA’ DI OSILO 12° MEMORIAL DAVIDE PIRINO SERIE AIDO CUGLIERI CAMPIONATO ITALIANO SLALOM OSILO 20.21 LUGLIO 2019 AUTOMOBIL
11° SLALOM CITTÀ DI CASTELBUONO PRONTO ALLO START. DOMANI (ALLE 9.00) LA GARA
11° SLALOM CITTÀ DI CASTELBUONO PRONTO ALLO START. DOMANI (ALLE 9.00) LA GARA
#CorrerePerUnRespiro
#CorrerePerUnRespiro
LO SLALOM CITTA' DI CASTELBUONO CONFERMA 86 ISCRITTI. SABATO LE “PUNZONATURE”
LO SLALOM CITTA' DI CASTELBUONO CONFERMA 86 ISCRITTI. SABATO LE “PUNZONATURE”
IL REAL CEFALU' REPARTO CORSE IN FORZA ALL' 11° AUTOSLALOM CITTA' DI CASTELBUONO.
IL REAL CEFALU' REPARTO CORSE IN FORZA ALL' 11° AUTOSLALOM CITTA' DI CASTELBUONO.
Tripletta stagionale per Guarino nel tricolore Slalom
Tripletta stagionale per Guarino nel tricolore Slalom
L’11° SLALOM CITTÀ DI CASTELBUONO SI INFIAMMA E PREPARA LA SUA GRANDE SFIDA
L’11° SLALOM CITTÀ DI CASTELBUONO SI INFIAMMA E PREPARA LA SUA GRANDE SFIDA
RO racing al 4º round del Campionato Italiano Slalom con Benedetto Guarino.
RO racing al 4º round del Campionato Italiano Slalom con Benedetto Guarino.
Online lo speciale televisivo dedicato al “3° Slalom città di Loceri” curato dalla redazione giornalistica di Tuttomotori News
Online lo speciale televisivo dedicato al “3° Slalom città di Loceri” curato dalla redazione giornalistica di Tuttomotori News
Inizia il conto alla rovescia per l’appuntamento n. 5 del campionato Italiano Slalom e  per la sesta tappa del campionato regionale slalom  #correreperunrespiro che si svolgerà a Osilo nel fine settimana del 20.21 luglio 2019.
Inizia il conto alla rovescia per l’appuntamento n. 5 del campionato Italiano Slalom e per la sesta tappa del campionato regionale slalom #correreperunrespiro che si svolgerà a Osilo nel fine settimana del 20.21 luglio 2019.
DOPPIO IMPEGNO PER LA NEBROSPORT TRA  SICILIA E ASPROMONTE
DOPPIO IMPEGNO PER LA NEBROSPORT TRA SICILIA E ASPROMONTE
AUTOSLALOM SAN GIUSTINO-BOCCA TRABARIA: DANIELE RAVAIOLI SU VST PROTO BISSA IL SUCCESSO DEL 2018, DAVANTI AD ANTONIO MORALI SU RADICAL SR 4 E A MARCO PALETTA SU PEUGEOT 106. FRA LE STORICHE, AFFERMAZIONE DEL PILOTA LOCALE MARCO PICCINELLI SU LUCCHINI
AUTOSLALOM SAN GIUSTINO-BOCCA TRABARIA: DANIELE RAVAIOLI SU VST PROTO BISSA IL SUCCESSO DEL 2018, DAVANTI AD ANTONIO MORALI SU RADICAL SR 4 E A MARCO PALETTA SU PEUGEOT 106. FRA LE STORICHE, AFFERMAZIONE DEL PILOTA LOCALE MARCO PICCINELLI SU LUCCHINI
I PORTACOLORI DELLA RO racing IN OTTIMA FORMA TRA I BIRILI
I PORTACOLORI DELLA RO racing IN OTTIMA FORMA TRA I BIRILI
Sono 39 gli iscritti alla seconda edizione dell’autoslalom San Giustino-Bocca Trabaria.
Sono 39 gli iscritti alla seconda edizione dell’autoslalom San Giustino-Bocca Trabaria.
CINQUE PILOTI GRIFFATI RO RACING IMPEGNATI NEGLI SLALOM QUESTO WEEKEND.
CINQUE PILOTI GRIFFATI RO RACING IMPEGNATI NEGLI SLALOM QUESTO WEEKEND.
Giuseppe Vaccara al 6 SLALOM Sciacca Terme.
Giuseppe Vaccara al 6 SLALOM Sciacca Terme.
TORNA IL 16 GIUGNO L’AUTOSLALOM SAN GIUSTINO-BOCCA TRABARIA, PROVA DEL CAMPIONATO REGIONALE UMBRO ALLA QUALE PARTECIPERA’ ANCHE L’ATTORE JACK QUERALT
TORNA IL 16 GIUGNO L’AUTOSLALOM SAN GIUSTINO-BOCCA TRABARIA, PROVA DEL CAMPIONATO REGIONALE UMBRO ALLA QUALE PARTECIPERA’ ANCHE L’ATTORE JACK QUERALT
BERNARDO BUGGEMI SI RIMETTE IL CASCO
BERNARDO BUGGEMI SI RIMETTE IL CASCO
TORNA IL 16 GIUGNO L’AUTOSLALOM SAN GIUSTINO-BOCCA TRABARIA,
TORNA IL 16 GIUGNO L’AUTOSLALOM SAN GIUSTINO-BOCCA TRABARIA,
Enrico Piu conquista la 3a edizione dello Slalom Città di Loceri
Enrico Piu conquista la 3a edizione dello Slalom Città di Loceri
A DANIELE RAVAIOLI LO SLALOM DI ASCOLI PICENO
A DANIELE RAVAIOLI LO SLALOM DI ASCOLI PICENO
Esordio positivo per Pagnozzi allo Slalom del Vallone
Esordio positivo per Pagnozzi allo Slalom del Vallone
Il 2° Slalom del Vallone accende di entusiasmo Milena.
Il 2° Slalom del Vallone accende di entusiasmo Milena.
sulla rampa Di lancio il 6° SLALOM sciacca terme, debutta lo “challenge”
sulla rampa Di lancio il 6° SLALOM sciacca terme, debutta lo “challenge”
Jack Queralt special guest al 2° Slalom San Giustino - Bocca Trabaria
Jack Queralt special guest al 2° Slalom San Giustino - Bocca Trabaria
Pronto alle sfide il 2° Slalom del Vallone a Milena
Pronto alle sfide il 2° Slalom del Vallone a Milena
Slalom di Novara e Rally del Tirreno eventi estivi Top Competiton
Slalom di Novara e Rally del Tirreno eventi estivi Top Competiton
SLALOM CITTA’ DI ASCOLI ALLE PORTE
SLALOM CITTA’ DI ASCOLI ALLE PORTE
Si corre il 9 giugno il 2° Slalom del Vallone a Milena
Si corre il 9 giugno il 2° Slalom del Vallone a Milena
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

Movisport fa rotta verso Roma:

un poker d’assi per la doppia sfida continentale e “tricolore”

 

Gryazin, Melegari, Michelini e Scandola pronti ad una sfida incandescente sulle strade della gara più esaltante dell’anno nella “città eterna”.

Fa notizia il passaggio di Melegari alla 124 Abarth, per la sfida continentale ERC-2, dove è secondo in classifica.

 

 

 

 

Reggio Emilia, 15 luglio 2019

 

Si prospetta un fine settimana esaltante, per Movisport, al Rally di RomaCapitale, settima edizione di una delle gare più affascinanti non solo in Italia, valida sia per ilCampionato Europeo (quinto appuntamento) che per l’Italiano (sesto round).

Per un “tavolo da gioco” così importante ed esclusivo, la compagine reggiana sfodera di prima mano un poker esaltante, fatto di grandi piloti, tutti in grado di conferire valore e dare nuove soddisfazioni.

Soddisfazioni come quelle che andrà cercando Zelindo Melegari, attualmente secondo in classifica ERC-2, e per proseguire nel trend positivo, il gentleman reggiano annuncia il cambio di macchina, passando dalla Mitsubishi Lancer Evolution alla Abarth 124 rally. Una scelta motivata dal fatto che con la berlina giapponese non è sbocciato il feeling auspicato mentre dall’altro lato cerca la competitività della vettura “dello scorpione”, per la quale la Casa madre ha stabilito anche un montepremi importante. Culla l’intento di attaccare, con la nuova macchina, Melegari ed allo stesso tempo, insieme a Corrado Bonato, di difendersi, contando proprio sulle performance che saranno rese possibili dalla 124.

ZELINDO MELEGARI: “Ho provato la macchina la settimana scorsa, il cambiamento non è facile, tante cose nuove da imparare avendo corso prevalentemente coi gruppi N la 124 è molto, ma molto diversa! Abbiamo lavorato sull’assetto cercando di adattarlo alle mie esigenze, poi vedremo in gara.  Non sarà facile, gli avversari che la usano, la Abarth 124 conoscono già la macchina, è la quarta gara per loro, Andrea Nucita poi sappiamo è un pilota molto veloce, un professionista, conosce bene macchina e gara, il nostro obiettivo sarà fare strada per imparare la macchina e cercare di almeno lottare con il polacco Polonski e contro gli amici degli Emirati Arabi con la Mitsubishi. Perché il cambio vettura? Per due motivi, principalmente: non ho trovato il giusto feeling con la Lancer, vettura potente ma estremamente pesante, di conseguenza la 124 su asfalto con circa 4/500 chili in meno dovrebbe essere molto più competitiva. E poi c’è anche il montepremi Abarth, incentivo a proseguire il Campionato al meglio”.

Cercherà nuova linfa alla sua voglia di diventare un grande tra i grandi, il russo Nikolay Gryazin, insieme a Yaroslav Fedorov, sulla Skoda Fabia R5 della SRT. Impegnato quest’anno nel mondiale WRC-2 (attualmente quinto nella classifica provvisoria), il giovane russo non ha voluto mancare all’appuntamento nella “città eterna”, sfruttandola (oltre al prossimo Rally Barum in Repubblica Ceka) come premio per aver vinto il FIA ERC-1 Junior Championship nel 2018 (categoria dedicata a tutti i nati dopo l’1 gennaio 1991 che corrono con le vetture di classe R5). Gryazin, reduce nel fine settimana appena passato da un terzo posto al rally in Estonia tra gli iscritti al Campionato Lettone di rally si pone tra i grandi protagonisti della gara, come tra i grandi si vogliono proporre sia Rudy Michelini che Umberto Scandola. Diverse le motivazioni per i due: il toscano conta sulla gara di Roma per proseguire al comando della serie “Asfalto” del Campionato Italiano ed anzi, di allungare sulla concorrenza, affiancato daMichele Perna sulla fida Skoda Fabia R5. Il veronese, reduce da un “San Marino” da dimenticare non ha voluto mancare al “salotto buono” del rallismo italiano e sarà al via – affiancato da Guido D’Amore – sulla Hyundai i20 R5 ufficiale italiana con il doppio target di riscatto dalla recente delusione alle falde del “Titano” e per rimettersi in gioco contro i colleghi del “tricolore” che lui quest’anno ha lasciato per correre su terra.

“TERRA GRIGIA” A SAN MARINO

Umberto Scandola (con Guido d’Amore) e Luca Hoelbling (di nuovo con Federico Fiorini), entrambi con le Hyundai i20 R5 ufficiali italiane, erano pronti a rimettersi in gioco, nel fine settimana passato, al 47° Rally di San marino, terza prova del Campionato Italiano Terra. Partiti rispettivamente terzo (ad un solo punto dal secondo) e quarto in classifica con premesse per fare importanti progressi, hanno invece toccato la cruda realtà: ha patito problemi alla turbina sin dallo start verso il primo tratto cronometrato. Noie che non sono state risolte neanche dopo due passaggi in assistenza, costringendo quindi la coppia al ritiro in trasferimento al termine della settima prova speciale. Diverso il problema patito da Luca Hoelbling. La vettura lo ha rallentato spesso per perdita di potenza causata dalla temperatura che si alzava rapidamente ad ogni prova speciale. Hoelbling è comunque riuscito a portare a casa il quinto posto assoluto e punti buoni per il tricolore. Ritiro, durante la quinta prova speciale, anche per Tullio Versace, con Cristina Caldart, su una Skoda Fabia R5.

Il programma di Movisport a San Marino prevedeva anche la presenza alla gara “San Marino Rally Show” con Andrea Tonelli, affiancato da Calzolari su una Ford Escort RS, sesti assoluti e primi di classe, un risultato concreto che ha regalato anche tanto spettacolo, con la trazione posteriore “dell’ovale blu”.

Al Rally Valli della Carnia, in Friuli, Andrea Casarotto-Stefano Costi erano al via su una Clio S1600. A distanza di ben otto anni dall’ultima uscita con tale tipo di vettura, il portacolori Movisport ha firmato il quarto di classe ed il 20° posto assoluto.

 

Foto: Melegari e Bonato (foto Josef Petru)

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa

Alessandro Bugelli

54^ COPPA CITTA’ DI LUCCA:

GIOVEDI’ 18 LUGLIO L’APERICENA E LA PRESENTAZIONE

In programma per il 26 e 27 luglio, la gara verrà presentata al pubblico con l’apericena

organizzata alla Pasticceria “Regina” di Lucca dalle 18,30 in poi.

 

Lucca, 15 luglio 2019

Prosegue il cammino del periodo “pre event” che porterà alla 54^ Coppa Città di Lucca, in programma per il 26 e 27 luglio (iscrizioni aperte fino a venerdì 19 luglio), organizzata dallaMaremmaCorse 2.0, la struttura organizzativa che ha rilevato l’evento dalla passata edizione.

Tanto interesse, tanto fermento, nel “giro” del rallies regionali e non solo, per questo evento che quest’anno proporrà un percorso in parte rivisto, comunque mantenuto sul filo della tradizione, oltre ad una logistica in ampia parte rivista, nella quale svetta il nome, per la prima volta, di Porcari come cuore pulsante dell’evento, ospitando verifiche e parco assistenza, oltre ad un controllo a timbro.

Per tenere alto l’interesse e mantenere forte il rapporto con il tessuto sportivo locale, è stata organizzata la presentazione della gara per giovedì 18 luglio, con un’apericena organizzata alla pasticceria Regina di Lucca (tra i partner dell’evento), in Via Papa Giovanni XXIII.

Con l’iniziativa, l’organizzazione avrà modo di presentare l’evento, le sue caratteristiche ed i suoi partner, oltre a voler focalizzare il fatto di quanto e come la Coppa Città di Lucca abbia un significato storico, oltre che sportivo per Lucca ed il suo territorio. Un patrimonio di alto valore e di grandi contenuti, che necessita del sostegno di tutti, da quello delle Amministrazioni Locali a quello delle tante attività economiche che possono fare da traino ad una manifestazione che ogni anno deve sostenere costi organizzativi e gestionali sempre più alti.

Con ciò, cercando di guardare all’orizzonte per proporre la gara in ambiti sempre più importanti e per non perdere una tradizione come poche altre in Italia,  l’organizzazione esprime la propria ampia soddisfazione per la costruttiva collaborazione avuta dal Comune di Porcari , oltre a quella dei Comuni di Bagni di Lucca, Capannori, Fabbriche di Vallico, Fabbriche di Vergemoli, Lucca, Montecarlo, Pescaglia e Villa Basilica.

La gara ha significativi sostegni anche da importanti partner ecinomici, che hanno intuito la valenza della Coppa Città di Lucca per il territorio: AnotherRent, AutoP, Bardahl Italia, Eurocolor, Gesam gas e luce, Gruppo Titano, Grafiche Ottoquadro, Italcar Scania, MM Motorsport, Pasticceria Regina.

UN PERCORSO CON NOVITA’

Anche quest’anno valido per la Coppa Rally di 6^ Zona, oltre che per il Trofeo Rally Toscano, per il Premio Rally Aci Lucca e per i trofei Renault, il rally si presenta con tre diverse prove speciali con alcune novità introdotte: la Prova delle Pizzorne, che aprirà e chiuderà le sfide è nel classico disegno ma verrà fatta disputare in senso contrario rispetto agli anni passati ed è anche più corta. Parte dall’abitato di Duomo in direzione di Matraia. La prova speciale di “San Rocco” è nel classico sviluppo, con il famoso “guado” la “Bagni di Lucca” è la più lunga della gara. Non viene disputata da tempo e la maggior parte del suo sviluppo è in salita.

Un percorso che non mancherà di certo di soddisfare i palati “più fini” sia tra gli equipaggi che tra gli addetti ai lavori, che pure tra gli appassionati. Conta un totale di distanza cronometrata di 82,400 chilometri, sui 363 dell’intero percorso.

 

LA LOGISTICA IN AMPIA PARTE RIVISTA

Oltre alle variazioni sul percorso di gara, vi sono importanti novità sulla logistica, con Porcari, importante polo industriale a livello mondiale nel settore cartario, che diverrà centro nevralgico dell’evento.  Lì, al palazzo comunale (sede della direzione gara, segreteria e sala stampa) e nell’area intorno ad esso (Piazza Orsi), quindi in centro, vi saranno organizzate le verifiche sportive e tecniche e non lontano, vi sarà ubicato anche il parco assistenza, previsto nei piazzali della Scania Italcar, in via Giacomo Puccini, la direttrice che da Altopascio porta a Capannori.

 

IL PROGRAMMA DI GARA

Il programma prevede le verifiche amministrative e tecniche già dalla sera di venerdì 26 luglio (ore 17,45 - 21,30), per proseguire l’indomani, sabato 27 (ore  08,00 – 09,30), giorno della disputa con sette prove speciali in totale. La partenza della gara sarà alle 12,00 e qui si torna alla tradizione, riproponendo lo scenario dell’Antico Caffè delle Mura, dove i concorrenti faranno ritorno dalle ore 23,20.

 

Nuovo anche il luogo dello “shakedown”, il test con le vetture da gara: è stato previsto a Montecarlo, in via Poggio Baldino II, venerdì 26 luglio, dalle ore 19,00 alle ore 23,00.

Un riordino sarà al “Bar Aquilone” sulla via Ludovica dopo le prime due prove speciali ed il secondo, dopo altre due è previsto in centro a Bagni di Lucca ed un controllo a timbro sarà a Porcari.

La scorsa edizione del rally conobbe l’ottava vittoria del locale Rudy Michelini, in coppia con Michele Perna, su una Skoda Fabia R5. Il resto del podio fu per Pierotti-Milli (Peugeot 208 T16 R5) e per Pinelli-Menchini (Skoda Fabia R5).

 

Nella foto, il podio del 2018

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa

Alessandro Bugelli

AB Racing cerca conferme al Mugello nella Carrera Cup Italia

Il team supportato da SVC The Motorsport Group torna in azione nel quarto round con le 911 GT3 Cup dei Centri Porsche di Roma per Berton, Monaco e De Luca,chiamati a una prova concreta dopo i progressi di Imola. Le gare sabato alle 17.30 (diretta Sky Sport Arena) e domenica alle 12.50 (su Cielo)

Treviso, 15 luglio 2019. Dopo aver lottato tra top-5 e top-10 a Imola con tutte le tre 911 GT3 Cup gestite in pista da SVC The Motorsport Group, il team AB Racing - Centri Porsche di Roma affronta il quarto round della Carrera Cup Italia dal 19 al 21 luglio sui tecnici saliscendi del Mugello Circuit. Sarà uno degli impegni più probanti per la compagine guidata nelle attività “racing” da Raimondo Amadio, che andrà alla ricerca di conferme per continuare a crescere all'interno del nutrito e competitivo parterre del monomarca tricolore di Porsche Italia. Sulla pista toscana tornano in azione i portacolori 2019 del team, a partire dall'esperto pilota veneto Giovanni Bertonsettimo assoluto nella classifica generale, che dovrà riscattare la gara 2 di Imolanella quale è stato protagonista dello sfortunato contatto (entrambi ritirati) con Stefano Monacoil 20ennepilota esordiente italo-svizzero già abitualmente a punti nella prestigiosa serie (Imola a parte, appunto).

Lo stesso Monaco ha vissuto un'intensa giornata di test di preparazione proprio al Mugello la settimana scorsa con l'altro “giovane rampante” di casa AB Racing, Francesco Massimo De LucaA Imola il 22enne driver romano è stato competitivo protagonista fin dalle qualifiche e ha poi fatto segnare i primi punti stagionali in entrambe le gare, concretizzando al meglio i progressi fatti e il lavoro della squadra. Durante i test entrambi i rookie sono stati seguiti da Come Ledogar, pilota francese già campione della Carrera Cup sia in Italia sia in Francia chiamato dal team proprio per favorire ulteriori progressi.

Dopo libere e qualifiche, al Mugello sabatalle 17.30 il via di gara 1 in diretta tv su Sky Sport Arena e domenica gara 2 alle 12.50 in diretta in chiaro su Cielo (canale 26 del digitale terrestre) e ancora su Sky Sport ArenaLdue gare saranno trasmesse anche in live streaming su www.carreracupitalia.it .

 

Raimondo Amadio, a capo di SVC The Motorsport Group: La classifica di gara 2 a Imola non ha purtroppo messo in luce il passo in avanti che effettivamente avevamo compiuto durante l'intero weekend, quindi per il Mugello dobbiamo ripartire da lì. Essere convincenti e concreti e dimostrare che la squadra e in particolare anche i ragazzi più giovani stanno crescendo gara dopo gara. Abbiamo completato una positiva giornata di test coinvolgendo pure un pilota del calibro di Ledogar, che ha fatto da coach a Monaco e De Luca e ha dato delle buone indicazioni alla squadra. Questo weekend saremo presenti in quattro diversi impegni in contemporanea, però come sempre daremo il massimo e siamo sicuri che al Mugello le proveremo tutte per fare bene.

 

Allegate: Foto Porsche / Alex Galli

 

Calendario Carrera Cup Italia 2019: 6-7 aprile Monza; 18-19 maggio Misano; 22-23 giugno Imola; 20-21 luglio Mugello; 14-15 settembre Vallelunga; 5-6 ottobre Misano (Porsche Festival); 19-20 ottobre Monza.

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa

Agenzia ErregiMedia

Alex Caffi Motorsport sale sul podio ed è protagonista a Venray nella Nascar Whelen Euro Series 2019
Miura è terzo nel Challenger Trophy mentre Vartiainen in Elite 2 concretizza una spettacolare rimonta e chiude nella top ten
 
Montecarlo, 15 luglio 2019 – Weekend decisamente positivo per Alex Caffi Motorsport che sull'ovale di Venray (NL), quarto round della Nascar Whelen Euro Series 2019, ha centrato il podio e ha regalato spettacolo in pista.
Il team coordinato dall'ex F1 monegasco Alex Caffi ha schierato per l'atteso round olandese la Chevrolet Camaro #2 affidata a Kenko Miura (JPN) in Elite 1 e a Jesse Vartiainen (FIN) in Elite 2, realizzando una prestazione sicuramente oltre le aspettative che ha riscattato il weekend di Most e confermato il valore dei piloti e di tutto il team.
ELITE 1
L'apprendistato con il mezzo miglio di Venray ha impegnato Kenko Miura sia nelle prove libere che nelle qualifiche, dove il pilota giapponese ha sfruttato tutte le possibilità che ha avuto per accrescere la confidenza di guida in queste specifiche condizioni ed usare appieno il potenziale del motore Chevrolet 5.7 a quattro marce della sua Camaro.
In qualifica ha chiuso in 20.234, diciottesimo assoluto e terzo di Challenger Trophy, preparandosi per una gara in rimonta. Nel corso dei 100 giri della sfida, il pilota Alex Caffi Motorsport ha concretizzato una progressione notevole, con diversi sorpassi spettacolari che lo hanno visto lottare per l'affermazione di categoria con Henri Tuomaala e Dario Caso. Nella consueta bagarre finale delle scie, Miura ha resistito con determinazione e ha concretizzato un ottimo terzo posto, dodicesimo assoluto dopo un recupero di ben sei posizioni.
Per lui anche la soddisfazione di aver chiuso a pieni giri, un aspetto che su un tracciato ovale non è assolutamente da sottovalutare.
ELITE 2
Subito a suo agio sul tracciato di Venray, Jesse Vartiainen ha segnato il nono riferimento nelle prove libere, promettendo una sessione di qualifica da protagonista. Un inconveniente tecnico patito nel corso delle prove ufficiali lo ha costretto al dodicesimo posto, in 20.448, ma il pilota Alex Caffi Motorsport non si è dato per vinto.
In gara ha dimostrato di avere il passo per stare con i migliori e ha confezionato una prestazione rabbiosa e determinata che lo ha visto chiudere nella top ten all'ottavo posto assoluto, con ottimi tempi sul giro.
Alex Caffi – Team Manager:
“Il weekend è stato sicuramente positivo, nonostante le caratteristiche della pista fossero, ovviamente, molto diverse da qualsiasi altro appuntamento della stagione. Kenko ha migliorato la sua sensazione di guida sull'ovale, pur partendo arretrato ha recuperato fino alla dodicesima piazza assoluta nella combattuta Elite 1 e ha lottato per la vittoria in Challenger Trophy. Jesse ha disputato una grande gara pur partendo indietro, ha segnato ottimi tempi con bei sorpassi e questo dimostra che senza il problema delle qualifiche poteva puntare ancora più in alto”.
La Nascar Whelen Euro Series 2019 si prenderà ora una pausa estiva prima di tornare in pista con le semi finali del 21-22 settembre a Hockenheim (GER) e le finali il 5 e 6 ottobre a Zolder (B).
 
 
 
 
 
 
Ufficio Stampa 
Agenzia ErregiMedia

A ROMA FORD RACING AL DEBUTTO CON LA 
NEW FORD FIESTA R5 E R1


Il rally di Roma Capitale segna l’inizio della seconda parte della stagione, fondamentale per prendere la migliore posizione in vista della volata finale. La doppia validità Europea e nazionale sarà garante di una grande qualità del parterre e per l’occasione la coppia targata FORD Racing, Simone Campedelli e Tania Canton porterà al debutto tricolore e nel campionato Europeo la New Ford Fiesta R5 (la nuova arma della casa dell’ovale blu preparata nella factory Britannica M-Sport per dare l’assalto alle serie continentali e nazionali). Un onore, ma soprattutto un’investitura per Simone Campedelli ed il reparto che segue le attività sportive del marchio FORD in Italia. Un ingresso quella della New FORD Fiesta R5 che dovrebbe dare quel plus prestazionale in grado di fare pendere l’ago della bilancia del Campionato Italiano Rally piloti e costruttori in direzione dei colori FORD Racing.
 
L’appuntamento capitolino con i rally di casa Italia oltre ad aprire le ostilità verso un finale di stagione che si annuncia incandescente per FORD Racingrappresenta una pietra miliare perché oltre al debutto della attesissima R5segnerà il debutto della piccola New FORD Fiesta R1. Programma annunciato ad inizio stagione per andare alla carica anche nel Campionato Italiano R1, la serie propedeutica del panorama nazionale con il rapporto qualità prezzo più vantaggioso. Per la vettura uscita da pochi giorni dalla factory M-Sport Poland.che ha seguito direttamente sviluppo ed omologazione, secondo le nuove linee previste dal regolamento tecnico FIA 2019 per la classe R1 si tratta della prima assoluta. Sulle strade Italiane a curarla sarà la TH Motorsport di Biella, ed a sostegno del programma continua la solida collaborazione con la ERTS che andrà a gommare la New FORD Fiesta R1 con gli pneumatici Hankook.
 
Al volante della New FORD Fiesta R1 siederà il pilota Pistoiese Daniele Campanaro affiancato alle note da Irene Porcu, un programma che non fa mistero delle ambizioni tricolore come confermano le parole di Daniele Campanaro. “Nei giorni passati siamo stati invitati a Cracovia in M-Sport Poland per un’intera giornata di test sulla vettura, un’esperienza molto positiva quella di potere lavorare nella messa a punto fianco a fianco con gli ingegneri che hanno progettato e sviluppato la New FORD Fiesta R1, che si è dimostrata molto performante. Prima di questo fine settimana è previsto un test sulle nostre strade, il cui focus sarà quello di trovare le giuste soluzioni sul set-up e la giusta mescola delle gomme, visto che Roma propone temperature ed asfalto bollenti e dobbiamo adattare tutto agli pneumatici Hankook. Inoltre con una vettura tutta da scoprire fare chilometri sarà importantissimo sia per noi che per la squadra.”
 
Il debutto al Roma Capitale della New FORD Fiesta R1 sarà la prima mondiale della nuova arma della FORD per andare all’assalto della classe di ingresso nel mondo dei rally. Un fiore all’occhiello per FORD Racing e per la TH Motorsport, un peso supplementare che si affastella sulle spalle di Campanaro. “Se da una parte è una bella gratifica, che ci rende orgogliosi, dall’altra rappresenta un peso non indifferente perché sappiamo di avere addosso gli occhi di molti, in primis quelli di M-Sport Poland. L’importante è tenere la testa sempre sulle spalle, per cercare di fare una bella figura perché le sensazioni nei test sono una cosa, altra è il confronto cronometrico quando sei in gara. Con il nuovo regolamento R1 grazie alla scocca della New Fiesta e al cambio sequenziale, al volante la sensazione è quella di un’auto da corsa vera come su una R2, la differenza è limitata ai picchi prestazionali limitati da restrizioni tecniche.”  
 

 

 

 

 

Ufficio Stampa
FORD Racing

CONSANI-DE LA HAYE (SKODA FABIA R5) FANNO TRIS NEL CIR TERRA AL SAN MARINO RALLY

L’equipaggio francese, sempre più leader di Campionato, vince anche il terzo round del tricolore approfittando del ritiro nel finale di Costenaro-Bardini (Fabia R5). Secondi Ceccoli-Capolongo (Fabia R5) che si arrendono solo all’ultima speciale. Terzi Andreucci-Briani (Peugeot 208 T16 R5)

San Marino, 13 luglio 2019 – Stephane Consani e Thibault De La Haye vincono il 47° San Marino Rally e realizzano la tripletta nel Campionato Italiano Rally Terra firmato ACI Sport. Tre su tre, senza repliche, per la coppia francese sulla vettura boema di Erreffe Rally Team, che grazie al successo nella gara organizzata dalla Federazione Auto Motoristica Sanmarinese si porta nettamente in vantaggio nella corsa al titolo italiano 2019. Questa volta però la battaglia è stato molto più accesa, aperta a tre equipaggi, per una corsa tirata fino all’ultimo dei tre giri di prove speciali all’ombra del Titano. Dopo i primi due loop infatti si era portato al comando della gara il vicentino Giacomo Costenaro, insieme a Justin Bardini sulla Skoda Fabia R5 di Delta Rally. Il driver di Marostica aveva segnato il miglior tempo su quattro dei primi sei tratti cronometrati prima del ritiro forzato all’ingresso della PS7. Durante il trasferimento verso la “Macerata-Feltria” Costenaro è rimasto bloccato per un problema alla pompa della benzina, quindi abbandona la sfida per la vittoria finale. Confronto che si è trasformato dunque in un duello tra Consani e il pilota di casa Daniele Ceccoli. Il sanmarinese vincitore dell’ultima edizione del San Marino Rally, affiancato da Piercarlo Capolongo su Fabia R5 di PA Racing, ha cercato di accorciare le distanze durante l’ultimo loop. Due scratch consecutivi sulla “Lunano-Piandimeleto” e sulla lunga “Sestino” lo hanno avvicinato a 6.3’’ di distacco dal transalpino per il rush finale sui 5 km della “San Marino”, tratto interamente asfaltato. A spuntarla alla fine è il driver classe ‘91 di Aix en Provence che strappa l’ultimo miglior crono, quindi il rally per 12’’.

 

Terzo posto per Paolo Andreucci e Rudy Briani su Peugeot 208 T16 R5 di MM Motorsport. L’undici volte campione italiano è costretto ad accontentarsi del gradino più basso podio, comunque un buon risultato che fa il paio con l’esordio al Rally Adriatico. Per il garfagnino una prestazione costante, sempre a ridosso del vertice, limitata anche da un ritardo in entrata e qualche difficoltà durante a la PS4 che gli hanno fatto perdere circa 15.5’’.

Quarta piazza per Nicolò Marchioro e Marco Marchetti sulla R5 boema di RB Motorsport. Anche il giovane pilota di Montagnana non ha brillato sulle strade sanmarinesi. Era la sua possibilità per riaprire il Campionato, ma ha continuamente patito problemi di assetto che lo hanno fatto fuori dalla battaglia per la vetta. Marchioro rimane comunque secondo nella classifica assoluta della serie e primo rivale di Consani per il titolo, con un distacco di 17,5 punti.

 

È stata invece una gara da incubo per un altro dei protagonisti del CIRT come Umberto Scandola insieme a Guido D’Amore. Era uno dei più quotati alla vigilia, ma ha patito problemi alla turbina della sua Hyundai i20 NG R5 sin dallo start verso il primo tratto cronometrato. Noie che non sono state risolte neanche dopo due passaggi in assistenza, quindi il ritiro in trasferimento al termine della settima speciale. Diverso il problema patito dal compagno di squadra, l’altro pilota veronese, Luca Hoelbling in coppia con Federico Fiorini. La sua R5 coreana lo ha rallentato spesso per perdita di potenza causata dalla temperatura che si alzava rapidamente ad ogni speciale. Hoelbling è comunque riuscito a portare a casa il quinto posto assoluto e punti buoni per il tricolore. Risultato estremamente soddisfacente per Riccardo Rigo ed Alessio Angeli, sesti al traguardo su Mitsubishi Lancer Evo IX R4 davanti al terraiolo Massimo Squarcialupi. L’aretino navigato dal fratello Giovanni ha sofferto la scarsa conoscenza delle prove oltre al mancato feeling con la Ford Fiesta R5 sulle strade bianche del San Marino. Guadagna quindi l’ingresso in top ten assoluta, il nono posto e l’ennesima soddisfazione nel Trofeo Gruppo N 4 Ruote Motrici by Yokohama il giovane Mattia Codato con Christian Dinale su Mitsubishi Lancer Evo X.

Appena fuori dai primi dieci, al dodicesimo posto, Filippo Baldinini in coppia con Giancarlo Rossini su Citroen DS3 R3T, che non riesce a far sua la sfida tra R3 con i rivali di classe Andrea Coti Zelati e Davide Bozzo su stessa vettura.

 

Il San Marino ha regalato un esordio assoluto da applausi per il giovane Simone Petrocco, alle note Nicola Arena, che conquista la classe R2 su Ford Fiesta Mk8. Si aggiudica la battaglia tra le N3 un altro dei protagonisti del CIRT, Davide Cagni insieme a Stefano Palù alla guida di Renault Clio.

 

Con il San Marino Rally ormai in archivio il CIR Terra volge ai due round finali, con il prossimo appuntamento che si svolgerà a Nocera Umbra il 27 e 28 settembre nel Nido dell’Aquila 2019.

 

 

CLASSIFICA FINALE SAN MARINO RALLY: 1. CONSANI-DE LA HAYE (Skoda Fabia R5) in 1:08'52.0; 2. CECCOLI-CAPOLONGO (Skoda Fabia R5) a 12.0; 3. ANDREUCCI-BRIANI (Peugeot 208 R5) a 49.3; 4. MARCHIORO-MARCHETTI (Skoda Fabia R5) a 59.5; 5. HOELBLING-FIORINI (Hyundai I20 NG R5) a 4'09.9; 6. RIGO-ANGELI (Mitsubishi Lancer EVO IX R4) a 5'30.0; 7. SQUARCIALUPI-SQUARCIALUPI (Ford Fiesta R5) a 6'43.4; 8. PETROCCO-SAVINI (Skoda Fabia R5) a 6'58.2; 9. CODATO-DINALE (Mitsubishi Lancer Evo X N4) a 8'11.8; 10. BUCCI-GABRIELLI (Renault Clio R3C) a 9'42.6;

 

CLASSIFICA ASSOLUTA CIRT: 1. Consani-De La Haye (Skoda Fabia R5) 52,5pt; 2. Marchioro-Marchetti (Skoda Fabia R5) 35pt; 3. Scandola-D'Amore (Hyundai i20 R5) 26pt; 4. Andreucci-Briani (Peugeot 208 T16 R5) 20pt; Hoelbling-Fiorini (Hyundai i20 R5) 19pt; 5. Ceccoli-Capolongo (Skoda Fabia R5) 18pt;

 

 

CALENDARIO CIRT 2019: 26° RALLY ADRIATICO (3-4 maggio); RALLY ITALIA SARDEGNA 2019 (13–16 giugno) 1a Tappa coeff. 1,5; 47° SAN MARINO RALLY (12-13 luglio); IL NIDO DELL’AQUILA 2019 (27-28 settembre); 10° TUSCAN REWIND (22-24 novembre) coeff. 1,5

 

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa

Aci Sport 

 

 

LA 2^ COPPA VILLE LUCCHESI INCORONA ALBERTO SALVINI

Sabato, 13 Luglio 2019 19:49 Published in Rally

LA 2^ COPPA VILLE LUCCHESI INCORONA ALBERTO SALVINI

Il pilota senese riesce ad affermarsi nella manifestazione promossa da Automobile Club Lucca, grazie a sei primati conquistati al volante della Porsche 911 RSR, su sette prove speciali a disposizione. 

 

 

Segromigno in Piano (LU), 13 luglio 2019

 

 

 

E’ il senese Alberto Salvini, con Davide Tagliaferri “alle note”, ad aggiudicarsi la seconda edizione della Coppa Ville Lucchesi, evento promosso da Automobile Club Lucca valido per il Trofeo Rally di Zona e per il Campionato Italiano Regolarità a Media.

Al volante della Porsche 911 RSR, il portacolori della scuderia Palladio Historic è riuscito ad imporsi sui chilometri di sei prove speciali, su un totale di sette tratti cronometrati disponibili. Un primato - quello di Alberto Salvini, protagonista del miglior riscontro assoluto - maturato nonostante una problematica di natura elettrica che ha causato lo spegnimento della vettura nel secondo passaggio su “Gragnano”, prova di apertura di un trittico che ha interessato la tecnicità delle successive “Pizzorne” ed “Aquilea”.

Un ipotetico podio assoluto che ha elevato, alle spalle del leader, la Porsche 911 SC di Gian Marco Marcori e Iacopo Innocenti, limitati da un problema al cambio nel primo “giro” di speciali e da una “toccata” accusata in occasione della penultima ripetizione di “Pizzorne”. Protagonista del terzo miglior riscontro totale, la Porsche 911 SC di Luca Ambrosoli ed Aurelio Corbellini, al centro di una prestazione che ha visto il driver comasco costantemente a ridosso delle prime posizioni.

 

“Un’altra grande edizione - spiegano il Vicepresidente e il Direttore di Aci Lucca, Calogero La Porta e Luca Sangiorgio - emozioni fortissime, spettacolarità assicurata e rapporto sempre più radicato con il nostro territorio: la Coppa anche quest’anno conferma tutti gli elementi che rendono unica questa gara, dagli aspetti tecnici a quelli più paesaggistici e culturali. E ora arrivederci alla terza edizione”.

 

A prevalere nel 4° Raggruppamento è stata la BMW M3 di Giovanni Mori e Massimo Cesaretti, attardata da un testacoda occorso sui chilometri di “Aquilea”, valso quindici secondi di troppo sul riscontro totale. Alle spalle del pilota lucchese, la Peugeot 205 GTI di Mauro Lenci e Ronny Celli, con la vettura francese al centro di una problematica di natura elettronica riscontrata fin dalle prime fasi di gara. Una variabile che ha negato all’esperto pilota locale la “top three” della gara. Terza posizione di 4° Raggruppamento per Riccardo Bianco e Nicola Rutigliano, costretti ad una condotta aggressiva nella fase centrale di gara a causa di un problema al manicotto del turbo della loro Ford Sierra Cosworth che li ha attardati sui primi chilometri. Di spessore, le prestazioni di Lorenzo Gilli e Nicola Zandanel - quarti su Ford Sierra Cosworth - e di Gabriele Noberasco e Giacomo Ciucci, quinti nel Raggruppamento grazie ad una condotta crescente improntata sui sedili della BMW M3.

 

Protagonista sul primo gradino del podio di 3° Raggruppamento è la Porsche 911 SC di Gianmarco Marcori e Iacopo Innocenti, sei secondi più veloce di quella portata in gara da Luca Ambrosoli  ed Aurelio Corbellini. A chiudere il lotto, la Fiat 127 Sport di Mauro Cravero e Oddino Ricca, entusiasti della condotta messa in atto alla loro prima partecipazione al confronto lucchese.

 

Nel 2° Raggruppamento, a prevalere è stata la Porsche 911 RSR di Alberto Salvini e Davide Tagliaferri, “primattori” della 2^ Coppa Ville Lucchesi. Un primato di categoria che li ha visti precedere la Porsche Carrera RS di Giampaolo Mantovani e Luigi Annoni e la Renault Alpine A110 di Ettore Falchetti ed Emanuele Mischi, terzi sul podio.

 

Classifiche complete su www.coppavillelucchesi.it

Nella foto (free copyright Thomas Simonelli): la Porsche 911 di Alberto Salvini, vincitrice della 2^ Coppa Ville Lucchesi. 

 

 

 

 

Ufficio Stampa 

Gabriele Michi 

Lo Slalom Rocca Novara di Sicilia su tre manche con 106 partenti
Iniziato il week end della gara organizzata da Top Competition ospitata in uno dei “Borghi più belli d’Italia” in provincia di Messina dove c’è grande fermento e afflusso di tanto pubblico. Domani, domenica 14 luglio parola ai motori ed al cronometro per la caccia ai punti di  Trofeo D’Italia Sud, Coppa 5^ Zona e Campionato Siciliano.
 
Novara di Sicilia (ME), 13 luglio 2019. Il 24° Slalom Rocca Novara di Sicilia è entrato nel vivo. Concluse le verifiche che hanno portato a termine 106 concorrenti per la competizione messinese organizzata da Top Competition e che è ospitata in uno dei “Borghi più Belli d’Italia”, dove il Sindaco Gino Bertolami e l’intera Amministrazione sono attivi partner della gara valida per il Trofeo D’Italia Sud, la Coppa Slalom 5^ Zona, oltre a quella per il Trofeo Italiano Femminile e Campionato Siciliano con coefficiente 1,7.
Per assegnare i punti delle prestigiose serie saranno tre manche di gara che a partire dalle 9 di domani domenica 14 luglio, si disputeranno sui 3,3 Km della SS 185, dove i concorrenti dovranno attraversare ben 14 postazioni di rallentamento, ovvero, le tanto temute barriere di birilli da evitare attentamente. Ufficiali di Gara, Commissari di Percorso, personale di soccorso sanitario e meccanico, team specializzati antincendio, estricazione e decarcerazione, uno staff medico ad alta specializzazione, volontari e Forze dell’Ordine compongono l’articolata  macchina che garantisce il sereno e regolare svolgimento della competizione diretta da Michele Vecchio con l’aggiunto Maurizio Ambrogio. La Cerimonia di Premiazione subito dopo la gara avrà luogo come consuetudine sul palco allestito nella centrale Piazza Bertolami.
Novara di Sicilia è già invasa dal pubblico che si fa sempre più numeroso man mano che si avvicina lo start della gara, occasione gradita per scoprire un comune e un territorio montano, non distante dal mare, dal grande fascino e del quale ci si innamora con facilità. Tutta la comunità sente la manifestazione e diverse realtà sono la fianco degli organizzatori, come la locale Agenzia UnipolSai e la Ferrara Motors, la factory di preparazione di auto da competizione famosa e vincente in tutta Italia, lo stesso titolare Michele Ferrara sarà al volante della estrema Peugeot 106 per ambire alla vetta del gruppo E1.
Molti i piloti di spicco a caccia di punti per le varie serie.
Sulle Radical SR4 1600 il messinese Emanuele Schillace saldamente in testa al “Siciliano” con i suoi en plein di successi, il catanese di Giarre Michele Puglisi in risalita e leader nella Under 23, entrambi alfieri T.M. Racing. Con le Radical di cilindrata 1400 sicuri protagonisti saranno il modicano della Street Racers Giuseppe Medica, il trapanese Giuseppe Viriglio, i messinesi Francesco Lombardo, Santi Leo e Salvatore Bellini, mentre con le monoposto ci saranno Rosario Miano sulla Reynard di formula 3 e portacolori Giarre Corse, con cui salì sul podio nel 2018, l’latro trapanese Girolamo Ingardia su Gloria attuale secondo in campionato e altro driver della zona Giuseppe Bellini sulla agile Ghipard. Oltre a Michele Ferrara sarà acclamato in casa anche il sempre tenace Alfredo Giamboi sulla inseparabile Fiat X1/9 di gruppo Speciale. Accreditate anche le presenze femminili di Jessica Muccio, la tenace santateresina su Renault Clio 2000, la due volte lady tricolore tricolore Vincenza Allotta, la palermitana punta della Armanno Corse sulla Fiat 126 gruppo Speciale e la catanese Alice Gammeri su Renault Clio Williams 2000 per i colori della Puntese Corse.
Tra i protagonisti delle vigilia alcuni hanno espresso considerazioni sul tracciato e la gara: Emanuele Schilace (Radical SR4): “Il tracciato è molto bello e guidato, anche se altamente impegnativo. Un percorso che si addice al nostro tipo di  vettura. Sul finale c’è un tratto che occorre saper interpretare poichè molto impegnativo. Stiamo proseguendo dei test con le gomme Pirelli che stanno dando ottimi riscontri”-.
Girolamo Ingardia (Gloria B5): “Non volevo mancare qui a Novara e per questo uso la Gloria  che mi ha messo a disposizione Massimo Gentile, in luogo della mia vettura purtroppo con qualche danno dopo la toccata a Castelbuono
Jessica Miuccio Renault Clio): “Un bellissimo percorso, ce la metteremo tutta per guadagnare punti. Adesso il feeling con la macchina è arrivato, le regolazioni funzionano. La classifica femminile è importante, ma miriamo anche alla classe dove per adesso sono in 2^ posizione”-.
Vincenza Allotta (Fiat 126): “Vorrei riconfermare il titolo tricolore, sono venuta qui a Novara perchè è una gara molto bella ed un tracciato esaltante. La macchina è a posto ora attendiamo la gara”-.
 
 
 
 
 
 
Ufficio Stampa
Agenzia ErregiMedia

Apprezzata la 38^ Cesana - Sestriere è tornata “lunga”

Ricognizioni utili a ritrovare il feeling con il tracciato riportato nuovamente a 10,4 Km per il 5° appuntamento di Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche con validità Europea della competizione piemontese organizzata dall’Automobile Club Torino. Start della gara alle 11 di domani, domenica 14 luglio. Duello top annunciato tra Peroni e Bonucci

Sestriere (TO), 13 luglio 2019. La 38^ Cesana - Sestriere ha acceso i motori dopo le verifiche. I 139 concorrenti ammessi al via hanno effettuato le due salite di ricognizione per riprendere il giusto feeling con il tracciato tornato nella versione lunga da 1,4 Km tra le due note località piemontesi. La competizione organizzata dall’Automobile Club Torino è 5° round di campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche e seconda prova tricolore del FIA Historic Hill Clim Championship. I protagonisti delle due prestigiose serie hanno usato le prove per scegliere quelle che saranno le migliori e più efficaci regolazioni per la gara che si correrà in salita unica e che scatterà alle 10 di domani, domenica 14 luglio. A precedere il transito delle auto in gara ci saranno ancora una volta le oltre 100 prestigiose ed ammirate protagoniste della Cesana - Sestriere Experience, la passerella dal prestigio assoluto dedicata a vetture dal particolare valore storico e sportivo che poi si potranno ammirare proprio al Sestriere e che anche oggi hanno preceduto le ricognizioni. A fine gara nella centrale Piazza Giovanni Agnelli, sede anche del parco chiuso, si terrà la cerimonia di premiazione.

Duello annunciato tra Uberto Bonucci su Osella PA 9/90 BMW di 4° Raggruppamento e Stefano Peroni su Martini MK32, il senese vincitore del 2018 ed il fiorentino leader di 5° Raggruppamento hanno ottenuto riscontri pressoché uguali, pertanto tutto da decidere in gara tra i due alfieri Team Italia. Il miglior riscontro di giornata lo ha ottenuto Peroni nella seconda manche in 4’54”32. Ancora non entrato nel giusto ritmo il milanese Walter Marelli, alfiere della Di Fulvio Racing tornato al volante della Osella PA 9/90 BMW di classe 2000, con cui dopo lo “Studio” in prova attende la gara per l’affondo, dove il duello per il podio sarà anche con il pisano della Bologna Squadra Corse Piero Lottini che ha regolato la sua Osella PA 9/90 BMW per l’attacco in gara.

Per il 3° Raggruppamento si è portato in ottima evidenza Mario Massaglia particolarmente a suoi agio in casa sulla Osella PA 3 BMW con cui ha prenotato un posto da primo attore, anche se le auto coperte promettono battaglia tricolore con il leader Giuseppe Gallusi che al volante della Porsche 911 ha preferito studiare a fondo il tracciato, mentre il campano della Scuderia Vesuvio Gennaro Ventriglia è stato ottimo interprete del tracciato sula estrema Fiat X1/9 in versione silhouette. In 2° Raggruppamento subito pungente il fiorentino Giuliano Peroni senior sulla Osella PA 3 BMW, anche se ha trovato il tracciato a tratti più insidioso del previsto, le minacce potrebbero arrivare dalla March di Pierpaolo Serra, poi tra le auto turismo l’emiliano Giuliano Palmieri ha scelto la Porsche Carrera per la gara piemontese, ma attenzione ai siciliani Natale Mannino e Matteo Adragna, anche se il bolognese Fosco Zambelli su Alfa GTAM e anche Luca Prima Mello su BMW 2002 sono stati decisamente convincenti. Tiberio Nocentini appena risalito sulla Chevron B19 Cosworth di 1° Raggruppamento ha ritrovato immediato feeling  con la biposto con cui il fiorentino ha prenotato l’ideale pole position.

 

 

Classifiche Raggruppamenti Campionato Italiano: 1 Raggr.:1 De Angelis p 25; 2 Rinolfi 21 e Di Fazio 21; 4 Rollino17. 2 Raggr: 1 Peroni G. 36; 2 Palmieri 25; 3 Mannino 23. 3 Raggr.: 1 Gallusi 35; 2 Tessore 17; 3 Bartoloni, Bianucci e Magaddino 13. 4 Raggr.:1 Lottini 20; 2 Valzano, Nocentini e Bonucci 19. 5 Raggr.: 1 Peroni S. 32; 2 Rossi e Colotto 13; 4 Catalano  11.

Calendario CIVSA 2019: 5/7 aprile, 33^ Camucia - Cortona (AR); 26/28 apr, 12° Trofeo Storico Lodovico Scarfiotti (MC); 10/12 mag, Scarperia - Giogo (FI); 7/9 giu, 10^ Cronoscalata Storica dello Spino (AR); 22/23 giu, 23^ Lago Montefiascone (VT); 12/14 lug 38^ Cesana - Sestriere (TO); 26/28 lug, 31^ Bologna - Raticosa (BO); 31 ago/1 set, Trofeo Fabio Danti - 32^ Limabetone (PT); 13/15 set, 4^ Salita Storica Monte Erice (TP); 27/29 set, 40^ Coppa del Chianti Classico (SI).
Addetto Stampa C.I.V.M. Rosario Giordano +39 3346233608

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa

 Giordano Aci Sport

PARTE IL SAN MARINO RALLY, TERZO ROUND DEL CIR TERRA

Sabato, 13 Luglio 2019 10:39 Published in Rally

PARTE IL SAN MARINO RALLY, TERZO ROUND DEL CIR TERRA

 

Bagno di folla sul lungomare di Riccione per l’apertura dell’appuntamento tricolore organizzato dalla FAMS. Il rally si correrà tutto nella giornata di domani, sabato 13, con partenza verso le 10 prove speciali. Andreucci, Scandola, Marchioro e Ceccoli a caccia del leader Consani

 

 

Riccione, 12 luglio 2019 – Il 47° San Marino Rally, terzo round del Campionato Italiano Rally Terra firmato ACI Sport, si è aperto con la classica presentazione degli equipaggi nel cuore di Riccione accolto dal caloroso pubblico che ha gremito piazzale Ceccarini. Si è chiusa quindi in bellezza la giornata preparativa della gara organizzata dalla Federazione Auto Motoristica Sanmarinese. Domani si inizierà invece a fare sul serio, con lo start effettivo del rally che lancerà i protagonisti delle strade bianche verso i 10 tratti cronometrati in programma attorno alla Repubblica biancoazzurra. Le vetture partiranno dal Multieventi Sport Domus alle ore 7.30 per affrontare il doppio giro sulle tre diverse prove speciali.

LE PROVE - Si inizierà con la “Macerata Feltria” (8,35 km) [PS1 ore 8:22 | PS4 ore 12:42 | PS7 ore 17:02] prima della classica e spesso decisiva “Sestino” (14,88 km) [PS2 ore 9:13 | PS5 ore 13:33 | PS8 ore 17:53], quindi la “Lunano-Piandimeleto” (5,28 km) [PS3 ore 9:50 | PS6 ore 14:10 | PS9 ore 18:30]. Due loop che anticiperanno il gran finale nella conclusiva prova “San Marino” (5,66 km), tutta su fondo asfaltato, che porterà i vincitori verso l’arrivo a Borgo Maggiore per la premiazione nel centro di San Marino.

SFIDA TRICOLORE - Cresce quindi l’attesa per assistere allo spettacolo garantito dalla presenza dei big del Campionato, tutti molto quotati per la vittoria. In quattro a caccia del leader francese Stephane Consani. Sembra essere questa la trama della gara, con i rivali per il tricolore che proveranno a negargli la terza vittoria in tre gare. Il pilota di Aix en Provence farà il suo debutto sulle strade del Titano con Thibault De La Haye su Skoda Fabia R5, ma anche in questo caso partirà da favorito. Come sempre occhi puntati su Paolo Andreucci e Rudy Briani, con il pluricampione italiano su Peugeot 208 T16 R5 che vuole la sesta vittoria a San Marino per provare a riaprire la corsa a titolo. Ha il favore del pubblico di casa Daniele Ceccoli che cerca il bis dopo il clamoroso successo di un anno fa, sempre insieme a Piercarlo Capolongo su Fabia R5. Sempre su R5 boema anche Nicolò Marchioro con Marco Marchetti, attualmente secondi nell’assoluta. Terzi in classifica generale Umberto Scandola e Guido D’Amore che partiranno davanti a tutti sulla Hyundai i20 R5 per cercare un terzo sigillo sul Titano che li rilancerebbe in chiave Campionato.

 

IL DEBUTTO - Sarà interessante seguire anche per il debutto dei Side by Side all’interno della massima serie su terra. Il San Marino rappresenta infatti il primo dei tre appuntamenti del Campionato aperti alla partecipazione dei quaddy protagonisti nel Cross Country. Un esperimento aperto anche alla partecipazione di giovani piloti che abbiano già compiuto i sedici anni.

 

 

Addetto stampa | Redazione centrale

 

Daniele De Bonis