Premiazioni CAMPIONATO REGIONALE ACI SPORT SARDEGNA SLALOM 2019
Premiazioni CAMPIONATO REGIONALE ACI SPORT SARDEGNA SLALOM 2019
Ottimi riscontri in ambito Slalom per i portacolori della RO racing.
Ottimi riscontri in ambito Slalom per i portacolori della RO racing.
Impegno su due fronti per RO racing questo weekend.
Impegno su due fronti per RO racing questo weekend.
Tripla validità per il 12° Slalom di Avola
Tripla validità per il 12° Slalom di Avola
IL CATANESE PUGLISI (RADICAL) VINCE IN VOLATA IL 13° autoslalom città dei musei
IL CATANESE PUGLISI (RADICAL) VINCE IN VOLATA IL 13° autoslalom città dei musei
L’attesa è ora finita. domani, alle 9.00, via al 13° autoslalom città dei musei
L’attesa è ora finita. domani, alle 9.00, via al 13° autoslalom città dei musei
IL 13° slalom città dei musei ‘dei record’ ACCENDE I MOTORI. DOMANI LE VERIFICHE
IL 13° slalom città dei musei ‘dei record’ ACCENDE I MOTORI. DOMANI LE VERIFICHE
Doppio centro Nebrosport nel weekend degli Slalom
Doppio centro Nebrosport nel weekend degli Slalom
CLAMOROSO RECORD PER IL 13° autoslalom città dei musei: SONO 178 GLI ISCRITTI!
CLAMOROSO RECORD PER IL 13° autoslalom città dei musei: SONO 178 GLI ISCRITTI!
Marco Segreto campione siciliano e vincitore coppa Aci sport.
Marco Segreto campione siciliano e vincitore coppa Aci sport.
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
SULLA RAMPA DI LANCIO IL 13° AUTOSLALOM CITTÀ DEI MUSEI A CHIARAMONTE GULFI
SULLA RAMPA DI LANCIO IL 13° AUTOSLALOM CITTÀ DEI MUSEI A CHIARAMONTE GULFI
Manfrin si riconferma
Manfrin si riconferma
IL 2019 DI PACCAGNELLA IN ARCHIVIO CON IL BOLCA
IL 2019 DI PACCAGNELLA IN ARCHIVIO CON IL BOLCA
Ritorno alle gare per il veterano : Antonino Bonino
Ritorno alle gare per il veterano : Antonino Bonino
Guarino al via del 18º Slalom Monte Condrò per festeggiare il titolo di Campione Italiano Slalom 2019.
Guarino al via del 18º Slalom Monte Condrò per festeggiare il titolo di Campione Italiano Slalom 2019.
PACCAGNELLA CI HA PRESO GUSTO, VIA AL BOLCA
PACCAGNELLA CI HA PRESO GUSTO, VIA AL BOLCA
CARMELO COVIELLO SI CONFERMA RE DI SANTA CATERINA
CARMELO COVIELLO SI CONFERMA RE DI SANTA CATERINA
Morali 6º assoluto allo Slalom Civitavecchia Terme Traiane.
Morali 6º assoluto allo Slalom Civitavecchia Terme Traiane.
E’ RECORD DI ISCRITTI AL “SANTA CATERINA”
E’ RECORD DI ISCRITTI AL “SANTA CATERINA”
lo slalom città dei musei riparte dopo sette anni: motori accesi il 20 ottobre
lo slalom città dei musei riparte dopo sette anni: motori accesi il 20 ottobre
7º Slalom Civitavecchia Terme Traiane, Morali al via con RO racing.
7º Slalom Civitavecchia Terme Traiane, Morali al via con RO racing.
RUBINI, POSITIVO, È SECONDO ALLO SLALOM DI ESTE
RUBINI, POSITIVO, È SECONDO ALLO SLALOM DI ESTE
AD ESTE IL GHIACCIO SI È ROTTO PER PACCAGNELLA
AD ESTE IL GHIACCIO SI È ROTTO PER PACCAGNELLA
CASA CONQUISTA LA VETTA DEL COLLI EUGANEI
CASA CONQUISTA LA VETTA DEL COLLI EUGANEI
MAX RACING ALLA FESTA DEL “SANTA CATERINA”
MAX RACING ALLA FESTA DEL “SANTA CATERINA”
Slalom, Piu chiude in Gloria a Nuoro
Slalom, Piu chiude in Gloria a Nuoro
7°Slalom “Civitavecchia-Terme Traiane”
7°Slalom “Civitavecchia-Terme Traiane”
ACCETTULLI, A CASA, RITROVA IL PRIMO AMORE
ACCETTULLI, A CASA, RITROVA IL PRIMO AMORE
BALDON RALLY, CASA E L'ITALIANO SLALOM AD ESTE
BALDON RALLY, CASA E L'ITALIANO SLALOM AD ESTE
MAMMA PACCAGNELLA, AD ESTE, TORNA AL VOLANTE
MAMMA PACCAGNELLA, AD ESTE, TORNA AL VOLANTE
RUBINI GIOCA IN CASA, ALLO SLALOM DEI COLLI EUGANEI
RUBINI GIOCA IN CASA, ALLO SLALOM DEI COLLI EUGANEI
RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.
RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.
Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani”
Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani”
La Vesuvio sugli scudi al Maxislalom di Roccadaspide
La Vesuvio sugli scudi al Maxislalom di Roccadaspide
Pedrini re di uno «Slalom Val di Sole» bagnato Il trentino si mette dietro Gurschler e Lechner
Pedrini re di uno «Slalom Val di Sole» bagnato Il trentino si mette dietro Gurschler e Lechner
8º Maxislalom di Roccadaspide bene Giuseppe Poppa.
8º Maxislalom di Roccadaspide bene Giuseppe Poppa.
La Vesuvio al Maxislalom di Roccadaspide in 14
La Vesuvio al Maxislalom di Roccadaspide in 14
Saranno in 70 a darsi battaglia a Dimaro per la terza edizione dello Slalom Val di Sole
Saranno in 70 a darsi battaglia a Dimaro per la terza edizione dello Slalom Val di Sole
GIUSEPPE VACCARA AL VIA AL 16 SLALOM CITTA INTERNAZIONALE DEI MARMI.
GIUSEPPE VACCARA AL VIA AL 16 SLALOM CITTA INTERNAZIONALE DEI MARMI.
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

LOMBARDO-BERTINOTTI-DELL’ACQUA TRE CAMPIONI ITALIANI SU PORSCHE 911 AL DUE VALLI

Trionfo tricolore nell’ultimo episodio del CIR Auto Storiche. La gara scaligera ha consegnato il titolo a Lombardo-Livecchi (911 SC) nel III Raggruppamento, primi anche nel Trofeo Assoluto. Festeggiano il tricolore anche Bertinotti-Rondi (911 RSR) nel II Raggruppamento e Dell’Acqua-Galli (911 S) nel I Raggruppamento

 

Verona 12 ottobre 2019 – Il 14° Rally Due Valli Historic ha chiuso in bellezza il Campionato Italiano Rally Auto Storiche 2019 e ha consegnato tre titoli tricolore. Tre successi nei tre Raggruppamenti rimasti aperti fino all’ultimo round della serie tricolore, tutti realizzati da equipaggi a bordo di Porsche 911. Ma la gara veronese organizzata dall’Automobile Club di Verona ha proposto un nome su tutti. Quello di Marco Bertinotti, vincitore dell’Italiano nel II Raggruppamento. Il biellese sulla 911 RSR di Pentacar, con alle note Andrea Rondi, si è messo in luce sin dai primi passaggi del rally gialloblù e ha sfidato Lombardo per il vertice della classifica fino all’ultimo crono. Stessa grande soddisfazione per Angelo Lombardo, il nuovo Campione per il III Raggruppamento. Il pilota di Cefalù, affiancato da Giuseppe Livecchi sulla 911 del Team Guagliardo, ha dominato la corsa nonostante si trovasse di fronte ad un asfalto sconosciuto. L’ennesimo debutto stagionale per il siciliano classe ’85 si è chiuso con un trionfo. Era il rookie del CIRAS eppure ha dimostrato, a fasi alterne, di potersi ricavare un posto tra i top driver. Al Due Valli arriva la quinta vittoria nel “terzo”, che vale il titolo, oltre al primo sigillo assoluto che consegna a Lombardo l’ambito Trofeo Assoluto. Un premio virtuale al miglior pilota dell’anno.

Un duello lungo 9 prove speciali, scratch su scratch, con il piemontese davanti sui tratti sporchi della “Roncà” e il siciliano a rendere il favore sulla selettiva classica “Cà del Diaolo”. Un confronto avvincente deciso solo al penultimo crono, quando Bertinotti riesce a segnare lo scratch che lo fa salire sul gradino più alto del podio proprio davanti a Lombardo, che chiude a +27.8’’ con la certezza del tricolore in tasca. Alle sue spalle grande rimonta di Roberto Rimoldi, che riesce a chiudere sul terzo gradino del podio di Verona e secondo assoluto nel III Raggruppamento. Dopo che aveva perso oltre 35’’ nella prova numero 7. Il piemontese con la Porsche 911 SC divisa con Roberto Consiglio, è riuscito a recuperare terreno su Paolo Nodari, a bordo della BMW M3. Il vicentino in coppia con Giulio Nodari può accontentarsi comunque del quarto assoluto che vale la vittoria del rally per il IV Raggruppamento. Quinto crono generale “Raffa” su BMW M3, stessa vettura del miglior driver veronese Dennis Tezza, che completa il podio del “quarto”.

Missione compiuta anche per Marco Dell’Acqua su Porsche 911 S, che confezione il quinto successo in Campionato nel I Raggruppamento e si inserisce anche lui nel trio di Campioni Italiani applauditi in Piazza Bra. Il varesino insieme ad Alberto Galli sull’altra vettura di Stoccarda del Team Guagliardo doveva vincere necessariamente il Due Valli nel “primo” per approfittare dell’assenza di Nello Parisi. Detto-fatto con un’altra prestazione senza errori e un rally comandato da start a stop.

Settimo crono assoluto per il veronese Riccardo Andreis, che ci ha messo un po' a togliere di dosso la ruggine dopo qualche anno di inattività, ma completa una prestazione positiva al volante della 911 SC Gruppo B. Dietro di lui il pilota di Schio Riccardo Bianco, limitato da problemi alla coppia della sua Ford Sierra Cosworth sin dall’inizio della seconda giornata. Completano la top ten assoluta Michele Solfa, che sale sul podio del “terzo” su Alfa Romeo GTV, quindi Giulio Guglielmi su altra 911 SC.

Nell’appuntamento valido per il Trofeo Rally di Zona la vittoria è arrivata per il vicentino Giorgio Costenaro, con alle note Giuseppe Ferrarelli, in corsa con la bellissima Lancia Stratos e sempre a suo agio sulle strade attorno a Verona. Secondo il padovano Andrea Montemezzo con Andrea Fiorin su Opel Kadett GSI 16v. Chiude il podio l'equipaggio di Montecchio Maggiore composto da Renato e Nico Pellizzari su Opel Kadett GT/E.

Tra le ladies del Campionato ancora un’ottima prova per Fiorenza Soave sulla Ritmo Abarth 130 TC, che festeggia a Verona il successo già acquisito nel Femminile, il quinto consecutivo. 

 

CLASSIFICA ASSOLUTA RALLY DUE VALLI HISTORIC 1. Bertinotti-Rondi (Porsche 911 RSR) in 1:08'43.1; 2. Lombardo-Livecchi (Porsche 911 SC) a 31.8; 3. Rimoldi-Consiglio (Porsche 911 SC) a 1'31.4; 4. Nodari-Nodari (BMW M3) a 1'41.3; 5. ''Raffa''-Leso (BMW M3) a 1'50.5; 6. Tezza-Merzari (BMW M3) a 2'38.2; 7. Andreis-Farina (Porsche 911 SC) a 4'45.6; 8. Patuzzo-Martini (Ford Sierra Cosworth 4X4) a 5'36.6; 9. Solfa-Signorini (Alfa Romeo GTV 6) a 5'43.0; 10. Guglielmi-Guglielmi (Porsche 911 SC) a 7'00.6;

1°RAGGRUPPAMENTO: 1. Dell'Acqua-Galli (Porsche 911 S) in 1:21'16.4; 2. Salin-Protta (Porsche 911 S) a 4'39.3;

2° RAGGRUPPAMENTO: 1. Bertinotti-Rondi (Porsche 911 RSR) in 1:08'43.1; 2. Stoschek-Monterio (Porsche 2.8 RSR) a 11'08.0; 3. Bonini-Seminara (Porsche 911 RS) a 56'21.9

3°RAGGRUPPAMENTO: 1. Lombardo-Livecchi (Porsche 911 SC) in 1:09'14.9; 2. Rimoldi-Consiglio (Porsche 911 SC) a 59.6; 3. Guglielmi-Guglielmi (Porsche 911 SC) a 6'28.8

4°RAGGRUPPAMENTO: 1. Nodari-Nodari (BMW M3) in 1:10'24.4; 2. ''Raffa''-Leso (BMW M3) a 9.2; 3. Tezza-Merzari (BMW M3) a 56.9

 

Addetto stampa – Redazione Centrale

Daniele De Bonis

 

#CIRAutoStoriche #CIRAS #acisport #ACI #rallyduevalli #historic

 

Aggiornamenti, approfondimenti, classifiche e foto sul sito ufficiale ACI Sport - www.acisport.it/STORICHE

Facebook - @acicsai

Twitter - @CIRAutoStoriche

Youtube – ACI Sport TV

IL TEAM DRIVER COGLIE LA TOP 10 NELLA ROK CUP SUPERFINAL DI LONATO.

 

E’ stata un edizione della ROK Cup Final davvero entusiasmante quella che si è appena conclusa sul tracciato South Garda Karting di Lonato. Il Team Driver, quest’anno quanto mai in cerca di vittorie in ogni manifestazione, si presentava al via con ben 6 piloti divisi in due categorie. Nella agguerritissima categoria Mini ROK, che ha visto al via ben 130 piloti, a salire in cattedra è stato Kastelic che sfiorava la TOP 10 in Finale (11°), dopo essere stato costantemente nelle primissime posizioni per tutto il week end. Molto bene anche Tsolov, che chiude 12° subito alle spalle del compagno Kastelic, autore di un week end di grandissimo profilo che lo ha portato anche a conquistare la vittoria in una delle cinque manche disputate. Ottime rimonte e grande velocità anche per Costa, 16° in Finale, ma autore di ottime prestazioni in tutto il week end e conquistatore di un podio in una delle manche di sfida. Sfortuna invece in Finale per Menyhert, anche lui sempre molto veloce ma costretto a chiudere la Finale 26° dopo alcuni duelli accesi in pista. L’unico pilota a non qualificarsi per la Finalissima è stato invece Molnar che si qualificava per il Trofeo Shinga chiuso però nelle retrovie a causa di un contatto in partenza. Nella categoria Expert invece Marcelli, dopo un ritiro in una delle tre manche e due posizionamenti a centro classifica nelle altre due, riusciva a conquistare il 10° posto di categoria in Finalissima. Un week end dunque comunque positivo per il team veneto di patron De Luchi che ora si prepara alla nuova grande sfida stagionale della IAME International Final che si disputerà la prossima settimana sul tracciato francese di Le Mans.

Devid De Luchi: Sono molto soddisfatto. Sapevamo che, soprattutto nella Mini ROK, non sarebbe stato facile andare a podio. In realtà ci siamo riusciti spesso nelle manche ma ci è mancato qualcosa in Finale. I nostri piloti sono stati comunque davvero tutti molto bravi e maturi nel gestire al meglio la pressione di un evento di questo livello. Grazie come sempre anche a tutto il mio staff per l’ottimo lavoro svolto. Ora si vola subito a Le Mans per le Finali IAME dove vogliamo davvero fare grandi cose.”

Per maggiori info visitate www.teamdriver.com 

 

RINICELLA STUPISCE TUTTI E SFIORA IL PODIO NELLA ROK CUP SUPERFINAL.

 

Dopo questa entusiasmante ROK Cup Superfinal 2019 non ci sono più dubbi sulle qualità velocistiche del pilota della VR Racing-Parolin Valerio Rinicella. Il pilota laziale, pur fresco di passaggio alle categorie Junior, ha stupito infatti tutti sfiorando il podio della Junior ROK contro un “plotone” composto da ben 102 piloti, tra i più quotati a livello internazionale. Subito velocissimo sin dalle qualifiche dove chiudeva terzo di gruppo, Rinicella faceva ancora meglio nelle 5 manche di sfida ottenendo ben tre vittorie, un terzo posto e un 20° (sotto la bandiera era transitato ancora una volta terzo) a causa di una leggera partenza anticipata che lo penalizzava a fine gara. Grazie a questi incredibili risultati, il pilota AV Racing si guadagnava dunque la quarta fila (7°) dello schieramento di partenza della Super Finale. Allo start Rinicella guadagnava subito la sesta piazza andando poi, giro dopo giro, a conquistare ulteriori posizioni e ad entrare in zona podio. Nelle fasi conclusive della Finalissima però, dopo aver perso un paio di posizioni, il driver laziale forzava troppo la staccata andando in testacoda e chiudendo così in fondo al gruppo. Malgrado questo inconveniente, che lo ha privato di un potenziale podio, Rinicella a fine gara era quanto mai raggiante e riceveva in complimenti di tutto il team per gli strepitosi risultati ottenuti in un evento così blasonato.

Valerio Rinicella:Quando senti l’odore del podio e poi lo perdi non fa mai piacere ma torno a casa da questa mia prima ROK Cup Superfinal con tre vittorie, un podio e un quasi giro veloce (terzo) nella Finalissima per cui direi che non posso davvero lamentarmi. Non so come ringraziare tutti: AV Racing, Parolin Racing, il mio coach Giorgio, il mitico supervisor Fausto Ippoliti, la mia famiglia e tutti i miei sponsor. E’ stato davvero un week end indimenticabile. Ora pensiamo già ai prossimi impegni perché incomincio davvero a prenderci gusto.”

 

L'Ufficio Stampa

LA MILLE MIGLIA 2020 TORNERA’ NEL FERMANO E NELL’ASCOLANO

 

 

Ascoli Piceno - La notizia era nell’aria ed è stata finalmente ufficializzata durante la presentazione di Brescia della prossima edizione della Mille Miglia. La 38^ edizione rievocativa della corsa “più bella del mondo”, che si svolgerà dal 13 al 16 maggio 2020 tornerà ad attraversare i territori del fermano e dell’ascolano, grazie al determinante contributo dell’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo. La seconda tappa da Cesenatico a Roma di giovedi 14 maggio attraverserà le Marche e dopo Urbino, Pergola e Fabriano raggiungerà poi Macerata ed a seguire Fermo ed Ascoli Piceno.

 

L’occasione sarà preziosa per toccare e sentire vicine le popolazioni interessate dal sisma del centro Italia con il passaggio che interesserà anche Arquata del Tronto ed Amatrice nel reatino.

Saranno 400 le splendide vetture d’epoca che sfileranno sul lungo percorso in quattro tappe, modelli che hanno segnato la storia dell’auto, della tecnologia, del design e naturalmente dell’automobilismo sportivo. Il carattere storico della rievocazione infatti coinvolge i modelli di vetture che hanno effettuato la corsa disputata dal 1927 al 1957, offrendo agli italiani un vero e proprio museo dell’automobile in movimento ed ai tantissimi equipaggi stranieri partecipanti, ma anche agli italiani al via uno spaccato dell’Italia dal punto di vista del paesaggio, delle tradizioni e della cultura che equivale ad una promozione invidiabile a livello turistico delle regioni attraversate che sono nell’ordine Lombardia, Emilia-Romagna, Marche, Lazio e Toscana.

Il passaggio nel fermano e nell’ascolano sarà giovedi pomeriggio 14 maggio, con vari momenti di particolare interesse tra i quali il controllo timbro a Fermo ed il controllo orario ad Ascoli Piceno, durante l’attraversamento del centro storico. Alla presentazione della prossima edizione erano presenti i vice presidenti dell’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo, l’avv. Alessandro Bargoni e l’ing. Mario Laureati.

Per l’avv. Bargoni: “La Mille Miglia non è solo sport e spettacolo ma anche solidarietà, che tutti i protagonisti della manifestazione porteranno nelle zone terremotate.” L’ing. Mario Laureati: “La Mille Miglia è sempre più importante dal punto di vista storico e culturale e dai prossimi anni, se inserita nel patrimonio immateriale dell’UNESCO, coniugherà tecnologia, storia ed arte dei territori attraversati contribuendo alla loro valorizzazione.” Questo invece il parere del presidente dell’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo, dott. Elio Galanti: “Sarà un’edizione speciale perché riporteremo nel nostro territorio una delle icone più prestigiose e rappresentative dell’automobilismo italiano, simbolo di esperienza, eccellenza, tradizione e innovazione in tutto il mondo.”

ufficio stampa Automobile Club Ascoli Piceno/Fermo - Giuseppe Saluzzi - 11 ottobre 2019

Nelle foto: l’avv. Baroni e l’ing. Laureati alla presentazione della Mille Miglia 2020 a Brescia, due immagini della rievocazione della Mille Miglia In Piazza del Popolo (edizione 2015) e un’immagine storica della corsa

Alle porte il 13º Trofeo Natale Nappi, la grande festa della Scuderia Vesuvio.

 

Lavora a ritmo incessante lo staff della Scuderia Vesuvio per l’organizzazione del 13° Trofeo Natale Nappi, il tradizionale evento motoristico di fine stagione.

 

L’appuntamento atteso dagli appassionati si disputerà, come ormai consuetudine, lungo i 1600 metri d’asfalto dell’impianto salernitano del Circuito del Sele.

Il trofeo, intitolato per volontà della famiglia, alla memoria del lungimirante imprenditore partenopeo Natale Nappi, ha ricevuto l’onore anche quest’anno del patrocinio degli Automobile Club di Salerno e Napoli, oltre al patrocinio del CONI Comitato Regionale Campania e la partnership di importanti realtà private al fianco delle quali il sodalzio campano ha ottenuto numerosi successi.

La gara di Velocità organizzata in piena sintonia tra la Scuderia Vesuvio e la Selegest Srl,  richiama i migliori nomi dell’automobilismo nazionale che si daranno battaglia a suon di crono veloci nel weekend del 26 e 27 ottobre prossimi.

Il programma della manifestazione prevede le qualifiche al sabato e due manche di gara la domenica. 

Il team organizzativo campano sta lavorando ad un ricco programma di sorprese e novità per l’edizione numero tredici, che vivrà senz’altro di grande entusiasmo ed agonismo durante le sfide della domenica, intervallate da un momento di ringraziamento e grande emozione.

Una particolare attenzione quest’anno sarà riservata al socio storico della Scuderia Vesuvio e gentleman driver Piero Nappi.

Dopo una lunga ed entusiasmante carriera l’imprenditore napoletano solo poche settimane fa ha annunciato il ritiro dalle gare.

La Scuderia Vesuvio, di comune accordo con Nappi, ha così previsto uno spazio per tributargli il meritato saluto ed il caloroso abbraccio degli appassionati.

Tra l’altro con grande gioia di Piero, parteciperanno alla gara altri tre Nappi: il figlio Giovanni, il fratello Ciro ed il nipote Giovanni.

A tal proposito l’attuale team manager Valentino Acampora ha dichiarato: “ La Scuderia Vesuvio nasce da un’ idea di Piero Nappi e di suo fratello, una grande passione e un grande attaccamento alle corse di questo grande pilota che ci ha regalato tanti gratificanti successi correndo in ogni specialità dalla pista alle cronoscalate. Piero è un vero gentleman e con la sua consueta eleganza si è ritirato senza eclatanti annunci. Noi siamo onorati di poter continuare il lavoro che lui ha iniziato con tanta dedizione e lo saremo ancor più rivolgendoci a lui per consigli e suggerimenti. Piero sarà sempre assieme a noi sui campi di gara per seguire tutti i nostri portracolori e sicuramente per trasmettere tanta passione ed entusiasmo”

Lo staff organizzativo non sta lasciando nulla al caso, curando al meglio anche la premiazione e la consegna dei premi omaggi previsti attraverso un sorteggio a fine manifestazione. 

Premiazione effettuata da una presenza femminile di rilievo internazionale: sarà infatti la bellissima Paulina Bien la madrina del 13º Trofeo Natale Nappi. 

Modella e presentatrice, la Bien è stata tra l’altro la madrina del Giro d’Italia 2019 e sarà lei a consegnare l’ambito trofeo nella mano del vincitore assoluto

 

 

 

Tutte le info ed i contatti su www.scuderiavesuvio.it/

 

www.facebook.com/ScuderiaVesuvioASD/      www.instagram.com/scuderiavesuvio/

 

 

 

L’Ufficio Stampa

 

Rif. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Marco Superti e Battista Brunetti pronti al via del Rallylegend per la Squadra Corse Angelo Caffi

 

Per la prima volta la loro Porsche 911 Carrera RSR 3.0 sarà sulle prove speciali dell'esaltante evento all'ombra del Monte Titano.

 

La Squadra Corse Angelo Caffi scalda i motori per scendere in prova speciale al 17° Rallylegend, l'evento rallystico internazionale che entrerà nel vivo tra poche ore a San Marino.Per Superti e Brunetti, al volante della Porsche 911 Carrera RSR 3.0 #51, sarà la prima volta nella kermesse rallystica senza pari nel mondo che ogni anno vede al via autentiche leggende della specialità, sia del passato che del presente. L'equipaggio bresciano della Squadra Corse Angelo Caffi parteciperà al Rallylegend Historic, la manifestazione che ricalca l'essenza della gara con le vetture più belle tra quelle che hanno scritto la storia di questa affascinante disciplina sportiva.La corsa prenderà il via da San Marino questa sera alle 19:00 per la prima frazione di gara, totalmente in notturna come nella migliore delle tradizioni, con due prove da ripetere per due volte, “Le Tane” di 5.00 chilometri e “San Marino” di 5.50 chilometri. Domani alle 13:30 lo start della seconda tappa, la più lunga, con tre prove da ripetere per tre volte tra cui “La Casa” con un importante tratto sterrato, e la spettacolare “The Legend” che ogni anno attira migliaia di festanti appassionati da tutto il mondo. Domenica 13 si disputerà la terza ed ultima tappa, con altre due prove da ripetere per due volte, per un totale di 14 prove cronometrate, oltre 78 chilometri di competizione per un percorso complessivo di poco oltre i 222 chilometri. L'arrivo, al Rallyvillage a San Marino, sarà a partire dalle 14:00 di domenica.

«Sono davvero emozionato e molto felice di prendere parte per la prima volta a Rallylegend» ha commentato Superti a ridosso della partenza. «Non mi riferisco solo all'aspetto tecnico di questa gara, quanto all'importanza che riveste nel cuore degli appassionati. Questa mattina abbiamo disputato lo shakedown e sono rimasto impressionato dalla quantità di persone e dall'interesse che gira intorno a questo evento. Ogni volta che ci fermiamo la vettura viene accerchiata da appassionati, si respira l'aria dei rally di una volta, è qualcosa di indescrivibile. Sarà sicuramente un weekend divertente, cercheremo di assaporarne ogni attimo e se riusciremo anche a cogliere un risultato non potremo che essere ulteriormente soddisfatti, ma già essere al via di Rallylegend è ovviamente un'emozione unica».

 

L'Ufficio Stampa

Targa Florio Classica, seconda tappa

Venerdì, 11 Ottobre 2019 19:24 Published in Rally

Targa Florio Classica, seconda tappa

 

Il Grande Evento di Automobile Club Palermo ed Automobile Club Italia con ACI Sport e ACI Storico sta superando le "fatiche" e le bellezze siciliane della seconda tappa, preparandosi per la terza giornata, in programma domani sulle strade delle Madonie ripercorrendo il Mito della "Cursa". Giovanni Moceri e Valeria Dicembre al comando della classifica assoluta dopo le prime prove della prima tappa di ieri.

Palermo, 11 ottobre 2019 - Iniziata ieri con una prima giornata dedicata alla registrazione dei concorrenti, alla spettacolare Cerimonia di Partenza in Piazza Verdi con la stretta degli appassionati siciliani, quindi con "l'aperitivo" serale delle prime Prove di Precisione nelle stradine del Campus universitario con il finale presso il Museo dei Motori e dei Meccanismi del sistema Museale dell'Università di Palermo: sette Prove Cronometrate, sette "passaggi sui pressostati a lanciare al vertice della classifica assoluta il "re siciliano" della Targa Florio Classica, quel Giovanni Moceri che, in coppia con la moglie Valeria Dicembre sulla Fiat 508 C del 1939 nei colori della Scuderia Targa Florio, conduce con esiguo vantaggio sul conterraneo Mario Passanante e la lombarda Himara Bottini, secondi su Fiat 508 C del 1937 per la Franciacorta Motori. Terzi sono in evidenza i bresciani Cavalleri e Meini con la Fiat 508 Spider/Sc. Targa Florio a precedere i sorprendenti giapponesi Yokota Masahiro e Oki Etsuko su Lancia Aprilia del 1937,quarti davanti ai friulani Andrea Giacoppo e Daniela Grillone Tecioiu con la Mercedes 230 SL del 1965 nei colori del Team Bassano, seguiti da Margiotta e La Chiana su Volvo Pv444 del 1947, quindi Sisti e Gualandi su Lancia Aprilia del 1937 Classic Team.

 

La "Cursa" 2019 è proseguita oggi con la seconda tappa, offrendo i suggestivi quadri naturali della Sicilia. Da Palermo ad Agrigento, passando per la Conca d'Oro, tagliando i Monti Sicani, arrivando nelle terre dei grandi letterati siciliani. Un passaggio "Coast to Coast" attraverso un territorio non usuale per la "Targa", ma che ha suscitato unanime meraviglia per i tesori offerti dal territorio e dai Siciliani, da Corleone a Ribera. Ed anche il doveroso omaggio ai letterati e dotti scrittori agrigentini ed alla memoria di Andrea Camilleri: "Il magico contastorie della Sicilia", quindi al cospetto degli dei greci nella "Valle dei Templi" di Agrigento, e l'inchino al Castello Chiaromonte di Siculiana.

Un percorso piacevole, quanto impegnativo, da guidare, gustare ed ammirare che ha richiesto duplice attenzione agli equipaggi: concentrazione sportiva e turistica, e che poi ha riportato la lunga teoria di auto, sino a Casteldaccia, passando per Cianciana, Regagliofoli e Caccamo.

 

Cinquanta i rilevamenti cronometrici al centesimo di secondo, dei quali sei "Prove a Media" e le restanti "Prove Cronometrate", che hanno affrontato i concorrenti lungo i 160 chilometri della seconda giornata di gara. Tappa impegnativa che ha messo a dura prova il fisico e le auto per più di dodici ore con poche soluzioni di continuità, minando la capacità di concentrazione di tutti, anche dei TOP Driver che ambiscono ai vertici della classifica di gara.

Classifica che questa sera avrà una fisionomia differente e che domani assumerà invece quella definitiva nella terza giornata sulle strade del mito ideato da Vincenzo Florio. Un impegno ancor più intenso proveranno i concorrenti percorrendo le tortuose strade che dal mare si inerpicano verso le vette delle Medie ed Alte Madonie. La terza Tappa di sabato 12 sarà a Floriopoli e alle Tribune di Cerda, 270 chilometri di sviluppo comprendendo i passaggi di Caltavulturo, Polizzi Gerosa, Collesano e Campofelice di Roccella. Quindi la "ronde" di Cefalù, con sosta pranzo al Sea Palace tra i siti riconosciuti Patrimonio Unesco, quindi Gibilmanna, Lascari e  Gratteri e rientro a Palermo passando per Termini Imerese, ripercorrendo la costa.

 

Il chilometraggio totale del percorso di gara è di circa 630 chilometri. Domenica 13 è la giornata conclusiva dell'evento con in evidenza la Rievocazione del Circuito della Favorita e l'arrivo in Piazza Verdi a Palermo per la Cerimonia di Arrivo e Premiazione.

 

 

 

Targa Florio Classica 2019 è affiancata dagli Official Sponsor ACI Global Servizi, MA FRA, SARA, dall'Official Timekeeper TAG Heuer, oltre dai Technical Partner Chin8Neri, Winner.

 

Carlo Forni

Capo Ufficio Stampa ACI Storico – ACI Sport

Enzo Branda

Rosario Giordano

Enzo Branda
ACI Sport
Ufficio Stampa

 

Sulla rampa di lanci il13° autoslalom città dei Musei a Chiaramonte Gulfi

 

Si mettono a punto gli ultimissimi dettagli tecnici e logistici, nella cittadina del Ragusano ‘dell’Olio’, in vista del diciottesimo round per il Campionato siciliano della specialità e della quinta tappa stagionale per lo Challenge Palikè 2019, in programma il 20 ottobre. Già numerose le iscrizioni da parte di alcuni tra i migliori specialisti in Sicilia, ancora possibili per qualche giorno. La competizione è promossa sul territorio dal Team Palikè Palermo, dal Comune di Chiaramonte Gulfi e dalla Muxaro Corse, in collaborazione con i ‘Cinquecentisti Chiaramontani’

 

Chiaramonte Gulfi, 11 ottobre - Cresce sempre più l’attesa, nella cittadina del Ragusano nota in tutta Italia per il suo fine olio d’oliva “Dop” e per i bellissimi Musei,­ in vista del 13° Slalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi, diciottesimo  appuntamento stagionale con il Campionato Siciliano della specialità e quinta tappa valevole per lo Challenge Palikè 2019. La nuova sfida automobilistica tra i birilli (che segna il ritorno di questa disciplina a Chiaramonte Gulfi, dopo ben sette anni di “oblio”; l’ultima edizione venne disputata nel 2012, con vittoria per il catanese Giuseppe “Jo” Spoto, sulla Sport Chiavenuto Suzuki) è in programma nel weekend tra sabato 19 e domenica 20 ottobre. Il comprensorio del Ragusano tornerà così a riaccendere i motori, a poco più di un mese e mezzo dalla 62a Salita Monti Iblei “dei record”.

Numerose, già, le adesioni da parte di alcuni tra i migliori specialisti siciliani pervenute sui tavoli del Comitato organizzatore (inoltrabili ancora per qualche giorno). Confermato il ‘tocco d’internazionalità’ instaurato ormai da qualche anno dalla Salita dei Monti Iblei, con la presenza fissa di alcuni piloti in rappresentanza dell’isola di Malta. Pure nello Slalom Città dei Musei potremo assistere così alle prestazioni sportive dei due veloci maltesi Noel Galea (“habitué” nella cronoscalata valevole per il Trofeo Italiano Velocità Montagna girone Sud) con la funambolica Ford Escort MK2 iscritta in classe E2SH Silhouette 2000 e David Grech, alla sua seconda presenza stagionale in Sicilia, anch’egli al volante di una Ford Escort MK2, ma schierata da parte sua nel gruppo E1 Italia ed in classe 1400.

Tra i più solerti ad iscriversi, anche il mazarese Girolamo Ingardia, già vincitore di quattro slalom in Sicilia, nel 2019 (Sciacca Terme, Misilmeri, Sant’Angelo Muxaro, tutti promossi dal Team Palikè ed, in ultimo, Campobello di Mazara), a Chiaramonte Gulfi con l’agile monoposto Ghipard Ghi008 Suzuki schierata dalla Trapani Corse. Confermata anche la presenza del velocissimo avolese Michele Migliore, più volte messosi in luce, quest’anno, con l’A112 Abarth gruppo Speciale della ViemmeCorse, nonché del rallysta nisseno Luigi Alesso, con l’inedita e tutta da scoprire MG 105 ZR di gruppo A.

Naturalmente confermato in blocco il Comitato organizzatore del 13° Slalom Città dei Musei, formato ancora dal Team Palikè Palermo (con al timone, Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario, Roberto ed Alice Cirrito e inoltre in cabina di regia, a livello logistico ed organizzativo, anche Michela Merlino e Matteo Cuccia) e dal Comune di Chiaramonte Gulfi coordinato dal sindaco, on. Sebastiano Gurrieri (come sempre supportato dal vice sindaco Paolo Battaglia e da tutta la Giunta comunale).

Ad affiancare nel ruolo di co-organizzatore il Team Palikè e l’Amministrazione comunale di Chiaramonte Gulfi è inoltre confermata al ‘Città dei Musei’ la presenza della dinamica associazione Muxaro Corse di Sant’Angelo Muxaro, nell’Agrigentino, presieduta da Francesco Vullo, la quale si avvarrà, a sua volta, della collaborazione con il locale gruppo dei Cinquecentisti Chiaramontani. Rilevante sarà l’azione di appoggio alla corsa esercitata dal Libero consorzio comunale (l’ex Provincia regionale di Ragusa) ed ancora dai vertici del Distretto turistico degli Iblei.

La sfida tra i birilli nel territorio dei Monti Iblei entrerà nel vivo sabato 19 ottobre, con le canoniche verifiche tecniche e sportive per i concorrenti e le vetture allestite dalle 14.30 alle 19.30 nel funzionale Villaggio Gulfi (nei locali del Centro commerciale annesso e nel piazzale antistante), ad una manciata di chilometri dal paese. Domenica 20 ottobre, lo Slalom Città dei Musei entrerà nel vivo con le 3 manche di competizione, previste dalle 9.00 (non è contemplata la ricognizione), con direzione di gara affidata all’esperto casertano Gioacchino Cimmino.

Qualche piccola modifica ha interessato il tracciato di gara, leggermente accorciato rispetto alle edizioni già in archivio. Il nuovo nastro d’asfalto misura adesso una lunghezza complessiva di 2,990 km ed è articolato lungo la strada provinciale numero 7, che unisce i comuni di Comiso e Chiaramonte Gulfi, dal km 10+400 (all’altezza del Villaggio Gulfi) al km 12+700 e quindi fino al km 0+690 lungo la s. p. 108, nel tratto della Circonvallazione di Chiaramonte Gulfi. “Icona” e simbolo dello Slalom Città dei Musei rimarrà (così come accade per la Salita Monti Iblei) l’edicola votiva “quadrifronte” visibile nella contrada Quattro Cappelle, a poche centinaia di metri dall’ingresso della cittadina.

Per quanto concerne lo Challenge Palikè, la classifica assoluta, dopo quattro prove sin qui già in archivio, vede al comando il trapanese “figlio d’arte” Emanuele Campo, con la Fiat 126 Proto schierata dalla storica scuderia Drepanum Corse, con 48 punti, frutto di quattro successi su quattro. Lo inseguono da presso l’agrigentino (di Sciacca) Marco Segreto, secondo classificato nello Challenge Palikè nelle ultime due edizioni, su Peugeot 106 Rallye (45 punti, per la Project Team) ed il già citato mazarese Girolamo Ingardia, terzo con 44 punti. Saranno tutti presenti, il 20 ottobre, a Chiaramonte Gulfi.

Tra gli Under 23, sempre in ambito Challenge Palikè, nettamente al comando è il giovane trapanese (di Erice) Michele Poma, campione italiano Slalom Under 23 nel 2017, con la Radical SR4 Suzuki dell’Armanno Corse (ed i suoi 48 punti), mentre nella classifica femminile dello Challenge è la due volte campionessa italiana Slalom (e neo campionessa siciliana Rally) Enza Allotta a detenere la vetta, pur con una sola gara al suo attivo, al volante della Fiat 126 Special (12 punti, Armanno Corse).

Il calendario dello Challenge Palikè, oltre a prevedere lo Slalom Città dei Musei, ha confermato lo svolgimento del 7° Autoslalom Città di Cammarata e San Giovanni Gemini (sesto e penultimo “round”, previsto adesso il 23 e 24 novembre nell’Agrigentino) ed aggiunto la 7a ed ultima tappa stagionale, il ritorno dell’Autoslalom delle Fonti Scillato, sullo storico tracciato ricavato sulle Madonie palermitane già teatro della Targa Florio degli anni d’oro del Mondiale Marche, il 30 novembre e 1° dicembre prossimi.

Ulteriori informazioni e curiosità sul 13° Autoslalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi potranno comunque essere facilmente reperite in qualsiasi momento da addetti ai lavori ed appassionati di motori sul sito internet ufficiale del Team Palikè Palermo: http://www.palike.it/slchiaramonte.html oppure su Facebook: www.facebook.com/nicola.palike. Altre informazioni reperibili su Twitter, all’indirizzo: @FlavioLipani e su Linkedin, al medesimo indirizzo. Per tempi e classifiche ‘live’, nel corso della gara, si potrà consultare il sito internet ufficiale della Federazione italiana Cronometristi: www.ficr.it .

 

FOTO AA GIROLAMO INGARDIA by MANUEL MARINO

FOTO AB NOEAL GALEA by FLAVIO LIPANI

FOTO AC LUIGI ALESSO (NELLO SCATTO L’AUTO E’ GUIDATA DA MATTIA BELLIA) by ACISPORT

 

ufficio stampa 13° Slalom Città dei Musei Chiaramonte Gulfi

                                                                                                                                          

 

GHEZZI CAMPIONE ITALIANO GT4 ENDURANCE

Giovedì, 10 Ottobre 2019 22:56 Published in Altre Notizie

GHEZZI CAMPIONE ITALIANO GT4 ENDURANCE

Mugello: Quarto e ultimo round del girone Endurance del Campionato italiano GT svoltosi questo weekend al Mugello dove il pilota trentino Giuseppe Ghezzi portacolori della scuderia Pintarally Motorsport si è presentato assieme ai piloti Chiesa e Babini da leader di classifica sempre a bordo della Porsche Cayman 718 GT4 del team Autorlando. Nelle qualifiche di sabato Ghezzi conquista la pole position di classe partendo così in ottima posizione in griglia la domenica. Gara importante dove in tre ore di gara si sono decise le sorti dei campionati GT3 e GT4. La gara si conclude con un primo posto del pilota trentino ma soprattutto con la conquista del titolo di Campione Italiano GT4 Endurance. “Per la prima volta si è corso in Italia il Campionato GT4 e l’abbiamo vinto. Sono orgoglioso, felice e dedico la vittoria a mia moglie Antonia”. Un anno memorabile per Giuseppe, la conquista del terzo posto assoluto nella gara di casa Trento Bondone, il matrimonio lo scorso weekend con la moglie Antonia a cui dedica la vittoria e infine questo weekend dove il pilota trentino conquista il titolo italiano. Prossimo appuntamento il 19 e 20 ottobre a Monza dove in coppia con il pilota neo papà Joel Camathias disputerà l’ultima tappa del GT Sprint. Rally di Bassano: Il nuovo entrato in scuderia il vicentino Michele Crescenzo in coppia con il trentino Luca Camiscia hanno concluso la gara di casa il Rally di Bassano valido per il Campionato IRC al 5° posto di classe A1600 con la Peugeot 106 Gr.A del team Galiazzo al suo debutto su questa vettura. Oltre a lui era in gara Giorgio Marzari con la sua personale Peugeot 306 Gr.N ma purtroppo ha dovuto abbandonare alla quarta prova speciale per problemi alla vettura. Salita Cividale Castelmonte: Grande prestazione invece per Manuel Morocutti con la Honda Civic Type R gr.RS 2.000 alla salita Cividale Castelmonte regalandosi un ottimo terzo posto di classe. Questo week end saranno in gara i piloti Fabio Farina con la Peugeot 208 R2B, Maurizio Capuzzo con la Opel Adam Rs e Christian Toscana su Renault Clio S1600 al rally Due Valli valido per il Campionato italiano Assoluto. 

 

L'Ufficio Stampa

CAMPEDELLI E ORANGE1 RACING PRONTI PER IL 37° RALLY DUE VALLI

Giovedì, 10 Ottobre 2019 22:49 Published in Rally

CAMPEDELLI E ORANGE1 RACING PRONTI PER IL 37° RALLY DUE VALLI

Si torna a fare sul serio. Dopo la doppia foratura che li ha privati di un risultato al top in Friuli, Simone Campedelli e Tania Canton si accingono a scendere in campo nel Rally Due Valli, penultimo appuntamento del Tricolore 2019, con la massima carica e concentrazione. Trascorsa l’estate a prepararsi, con la partecipazione vincente al Rally di Modena ed il proficuo allenamento su sterrato al Nido dell’aquila al volante di una Fiesta R5 modello 2018, le Pantere Alate di Orange1 Racing si apprestano a ritrovare la Ford Fiesta St R5 versione 2019 realizzata da M-Sport, il reparto corse ufficiale della Ford. Tre le prove speciali in programma nella prima tappa del rally veronese, venerdì 11 (due passaggi sui 22 chilometri della classica Erbezzo, più la prova spettacolo delle 21.45 a Verona) e otto nella seconda frazione di gara, sabato 12 (Roncà, Ca’ del Diaolo; Santissima Trinità, Marcemigo ripetute); con arrivo in Piazza Bra a Verona dalle ore 19 di sabato 12, dopo 154,89 chilometri di tratti cronometrati. Una sfida importante per le sorti del Tricolore Rally che vede Simone Campedelli e Tania Canton in terza posizione di campionato (senza considerare gli scarti di risultato), a pochissime lunghezze dal vertice. A due gare dalla fine tutti i giochi sono aperti e per le Pantere Alate di Orange1 Racing è giunto il momento di concretizzare le ambizioni loro e di Ford Italia per quanto riguarda la classifica Costruttori. .

Le classifiche del Tricolore Conduttori: 1. Basso 74,5 punti; 2. Rossetti 61,5; 3. Campedelli 56,75; 4. Crugnola 52,25; 5. Breen 23 Costruttori: 1. Citroen 64,25; 2. Ford 63,5 punti Il calendario 22-23 marzo Rally Il Ciocco (asfalto); 12-14 aprile Rally di Sanremo (asfalto); 9-12 maggio Targa Florio (asfalto); 14-16 giugno Rally Italia-Sardegna (terra*); 19-21 luglio Rally Roma (asfalto); 30-31 agosto Rally Friuli (asfalto); 10-12 ottobre Rally Due Valli (asfalto); 22-24 novembre Tuscan Rewind (terra**) * due gare con coefficiente 0,75 ciascuna ** coefficiente 1,5

 

Ufficio Stampa Orange1 Racing