Premiazioni CAMPIONATO REGIONALE ACI SPORT SARDEGNA SLALOM 2019
Premiazioni CAMPIONATO REGIONALE ACI SPORT SARDEGNA SLALOM 2019
Ottimi riscontri in ambito Slalom per i portacolori della RO racing.
Ottimi riscontri in ambito Slalom per i portacolori della RO racing.
Impegno su due fronti per RO racing questo weekend.
Impegno su due fronti per RO racing questo weekend.
Tripla validità per il 12° Slalom di Avola
Tripla validità per il 12° Slalom di Avola
IL CATANESE PUGLISI (RADICAL) VINCE IN VOLATA IL 13° autoslalom città dei musei
IL CATANESE PUGLISI (RADICAL) VINCE IN VOLATA IL 13° autoslalom città dei musei
L’attesa è ora finita. domani, alle 9.00, via al 13° autoslalom città dei musei
L’attesa è ora finita. domani, alle 9.00, via al 13° autoslalom città dei musei
IL 13° slalom città dei musei ‘dei record’ ACCENDE I MOTORI. DOMANI LE VERIFICHE
IL 13° slalom città dei musei ‘dei record’ ACCENDE I MOTORI. DOMANI LE VERIFICHE
Doppio centro Nebrosport nel weekend degli Slalom
Doppio centro Nebrosport nel weekend degli Slalom
CLAMOROSO RECORD PER IL 13° autoslalom città dei musei: SONO 178 GLI ISCRITTI!
CLAMOROSO RECORD PER IL 13° autoslalom città dei musei: SONO 178 GLI ISCRITTI!
Marco Segreto campione siciliano e vincitore coppa Aci sport.
Marco Segreto campione siciliano e vincitore coppa Aci sport.
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
SULLA RAMPA DI LANCIO IL 13° AUTOSLALOM CITTÀ DEI MUSEI A CHIARAMONTE GULFI
SULLA RAMPA DI LANCIO IL 13° AUTOSLALOM CITTÀ DEI MUSEI A CHIARAMONTE GULFI
Manfrin si riconferma
Manfrin si riconferma
IL 2019 DI PACCAGNELLA IN ARCHIVIO CON IL BOLCA
IL 2019 DI PACCAGNELLA IN ARCHIVIO CON IL BOLCA
Ritorno alle gare per il veterano : Antonino Bonino
Ritorno alle gare per il veterano : Antonino Bonino
Guarino al via del 18º Slalom Monte Condrò per festeggiare il titolo di Campione Italiano Slalom 2019.
Guarino al via del 18º Slalom Monte Condrò per festeggiare il titolo di Campione Italiano Slalom 2019.
PACCAGNELLA CI HA PRESO GUSTO, VIA AL BOLCA
PACCAGNELLA CI HA PRESO GUSTO, VIA AL BOLCA
CARMELO COVIELLO SI CONFERMA RE DI SANTA CATERINA
CARMELO COVIELLO SI CONFERMA RE DI SANTA CATERINA
Morali 6º assoluto allo Slalom Civitavecchia Terme Traiane.
Morali 6º assoluto allo Slalom Civitavecchia Terme Traiane.
E’ RECORD DI ISCRITTI AL “SANTA CATERINA”
E’ RECORD DI ISCRITTI AL “SANTA CATERINA”
lo slalom città dei musei riparte dopo sette anni: motori accesi il 20 ottobre
lo slalom città dei musei riparte dopo sette anni: motori accesi il 20 ottobre
7º Slalom Civitavecchia Terme Traiane, Morali al via con RO racing.
7º Slalom Civitavecchia Terme Traiane, Morali al via con RO racing.
RUBINI, POSITIVO, È SECONDO ALLO SLALOM DI ESTE
RUBINI, POSITIVO, È SECONDO ALLO SLALOM DI ESTE
AD ESTE IL GHIACCIO SI È ROTTO PER PACCAGNELLA
AD ESTE IL GHIACCIO SI È ROTTO PER PACCAGNELLA
CASA CONQUISTA LA VETTA DEL COLLI EUGANEI
CASA CONQUISTA LA VETTA DEL COLLI EUGANEI
MAX RACING ALLA FESTA DEL “SANTA CATERINA”
MAX RACING ALLA FESTA DEL “SANTA CATERINA”
Slalom, Piu chiude in Gloria a Nuoro
Slalom, Piu chiude in Gloria a Nuoro
7°Slalom “Civitavecchia-Terme Traiane”
7°Slalom “Civitavecchia-Terme Traiane”
ACCETTULLI, A CASA, RITROVA IL PRIMO AMORE
ACCETTULLI, A CASA, RITROVA IL PRIMO AMORE
BALDON RALLY, CASA E L'ITALIANO SLALOM AD ESTE
BALDON RALLY, CASA E L'ITALIANO SLALOM AD ESTE
MAMMA PACCAGNELLA, AD ESTE, TORNA AL VOLANTE
MAMMA PACCAGNELLA, AD ESTE, TORNA AL VOLANTE
RUBINI GIOCA IN CASA, ALLO SLALOM DEI COLLI EUGANEI
RUBINI GIOCA IN CASA, ALLO SLALOM DEI COLLI EUGANEI
RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.
RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.
Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani”
Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani”
La Vesuvio sugli scudi al Maxislalom di Roccadaspide
La Vesuvio sugli scudi al Maxislalom di Roccadaspide
Pedrini re di uno «Slalom Val di Sole» bagnato Il trentino si mette dietro Gurschler e Lechner
Pedrini re di uno «Slalom Val di Sole» bagnato Il trentino si mette dietro Gurschler e Lechner
8º Maxislalom di Roccadaspide bene Giuseppe Poppa.
8º Maxislalom di Roccadaspide bene Giuseppe Poppa.
La Vesuvio al Maxislalom di Roccadaspide in 14
La Vesuvio al Maxislalom di Roccadaspide in 14
Saranno in 70 a darsi battaglia a Dimaro per la terza edizione dello Slalom Val di Sole
Saranno in 70 a darsi battaglia a Dimaro per la terza edizione dello Slalom Val di Sole
GIUSEPPE VACCARA AL VIA AL 16 SLALOM CITTA INTERNAZIONALE DEI MARMI.
GIUSEPPE VACCARA AL VIA AL 16 SLALOM CITTA INTERNAZIONALE DEI MARMI.
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

ASD Piloti Sipontini con 2 equipaggi alla sfida finale di Como

Martedì, 22 Ottobre 2019 22:03 Published in Rally

ASD Piloti Sipontini con 2 equipaggi alla sfida finale di Como

 

Sono due i portacolori della scuderia ASD Piloti sipontini che prenderanno il via alla finale di Como

 

Monte Sant’Angelo, 22/10/2019 Dopo un’estenuante e impegnativo percorso agonistico come lo è stato quello della Coppa Aci di 7a zona,scocca l'ora per l'ultimo atto,quello della finale di Como presso il 38° Trofeo Aci Como,valido per l’assegnazione della Supercoppa Wrc Italia,Finale Nazionale AciSport Rally Cup Italia 2019 e  tre trofei monomarca Michelin,Renault e Suzuki.

Saranno ai nastri di partenza portacolori dell’ASD Piloti Sipontini Andrea Rotondo navigato da Nicolò Barla sulla loro fida Mitsubishi Lancer Evo IX N4 sotto la supervisione tecnica della Trodella Racing. Andrea Rotondo e Nicolò Barla sono in testa alla classifica della Coppa Aci di 7a zona.

L’altro equipaggio è formato da Paolo Guerra e Martino Rosato sulla loro performante Renault Clio N3sempre portacolori dell’ASD Piloti Sipontini, in testa alla classifica del Trofeo Corri con Clio.

Lo spettacolo sarà di casa visti i 70 finalisti e quasi i 200 iscritti per questa finale di Como.

 

foto 1 e 2 di Andrea Rotondo - Nicolò Barla di Pasquale Ciuffreda per Mattiperlecorse

foto 3 di Paolo Guerra - Martino Rosato di Top Video

 

Programma del 38° Rally Aci Como

Validità:


- Supercoppa WRC Italia
- Finale Nazionale AciSport Rally Cup Italia 2019
- Rally Storico Aci Como - Nazionale
- Trofei: Renault, Suzuki, Michelin

Iscrizioni:


- Apertura mercoledì 25 settembre 2019 ore 8,00
- Chiusura venerdì 18 ottobre 2019 ore 18,00

Presentazione Stampa:


- martedì 15 ottobre 2019 ore 11.00 - Presso Villa D’Este

Road Book Distribuzione:


- DRIVER COMO mercoledì 23 ottobre 2019 dalle 17.00 alle 20.30 Via P. Paoli 114 COMO
- AC Como v.le Masia 79 Como giovedì 24 ottobre 2019 dalle 8,00 alle 12,00

Ricognizioni Vetture di serie:


- PS 1/3 e 2 - giovedì 24 ottobre 2019 dalle 8,00 alle 19,00
- PS 4/7 5/8 6/9 - giovedì 24 ottobre 2019 dalle 8,00 alle 17,00

Verifiche Sportive:


- DRIVER COMO giovedì 24 ottobre 2019 dalle 20,00 alle 21,30
- DRIVER COMO venerdì 25 ottobre 2019 dalle 7,00 alle 11,00
- Via P. Paoli 114 Como (su appuntamento concordato al ritiro del radar)

Verifiche Tecniche:
- DRIVER COMO giovedì 24 ottobre 2019 dalle 20,15 alle 22,00
- DRIVER COMO venerdì 25 ottobre 2019 dalle 7,15 alle 11,30

Shakedown:
 

- San Fermo della Battaglia (CO) venerdì 25 ottobre 2019 dalle 9,00 alle 12,00

 

Briefing Obbligatorio:


- DRIVER COMO venerdì 25 ottobre 2019 alle 12,00 - concorrenti che non fanno lo shakedown
- DRIVER COMO venerdì 25 ottobre 2019 alle 12,30 - concorrenti che fanno lo shakedown

- Via P. Paoli 114 Como

Partenza:


- Como P.zza Cavour venerdì 25 ottobre 2019 ore 14,31

Arrivo:


- Como P.zza Cavour sabato 26 ottobre 2019 ore 17,01

Premiazioni:


- Como P.zza Cavour sabato 26 ottobre 2019 all’arrivo sul palco

 

L'Ufficio Stampa

 

 

 

MOSENA A PODIO, TRA LE DAME, A PEDAVENA

Lunedì, 21 Ottobre 2019 21:03 Published in Salite

MOSENA A PODIO, TRA LE DAME, A PEDAVENA

 

L'ultimo atto del Campionato Italiano Velocità Montagna vede la pilota di Mel, al debutto sulla Peugeot 208 R2 di Baldon Rally, chiudere al terzo posto nel femminile.

 

 

Castelgomberto (VI), 21 Ottobre 2019 – Una prima più che positiva per Silvia Mosena, la quale conclude l'edizione numero trentasette della Cronoscalata Pedavena - Croce D'Aune salendo sul terzo gradino del podio nella classifica riservata alle dame.

Il risultato, contornato dall'ottava piazza in classe A 1600, conferma un buon feeling costruito dalla pilota di Mel nella due giorni bellunese, andata in scena nel recente fine settimana.

Tanta la soddisfazione in casa Baldon Rally per aver archiviato un'altra trasferta in attivo, a conferma della competitività e dell'affidabilità che caratterizzano le vetture del team vicentino.

Una prima giornata difficile da interpretare, quella delle prove ufficiali del Sabato, vedeva protagonista una pioggia altalenante che non rendeva la vita facile a Mosena, calatasi per la prima volta nell'abitacolo di una Peugeot 208 R2 targata Baldon Rally.

 

“Nella prima giornata di prove ufficiali è stata abbastanza difficile” – racconta Mosena – “perchè la pioggia andava e veniva ma la strada rimaneva sempre scivolosa. Con calma, senza farmi prendere dalla foga, ho cercato di prendere le misure alle frenate. Man mano che i chilometri passavano ho preso sempre più confidenza con il cambio sequenziale. In condizioni meteo così variabili l'esperienza dei ragazzi di Baldon Rally è stata determinante. Una partenza positiva.”

 

Conclusa la tornata di prove ufficiali ai piedi del podio in rosa, quarta in entrambe le salite, il Campionato Italiano Velocità Montagna dava il via ufficiale all'ultimo evento stagionale.

In una Domenica caratterizzata da un clima decisamente più mite, complice l'assenza della pioggia, Mosena chiudeva gara 1 con il terzo tempo nella classifica femminile.

Un risultato che veniva consolidato anche nella seconda tornata, nuovamente terzo parziale ma con un sensibile miglioramento a livello cronometrico, a conferma della crescita di feeling.

Un podio che gratifica la bellunese, di fronte al pubblico di casa, e tutto il team Baldon Rally.

 

“Domenica è andata decisamente meglio” – sottolinea Mosena – “perchè con il fondo asciutto ho avuto la possibilità di spingere e, di conseguenza, di divertirmi molto di più. La Peugeot 208 R2 di Baldon Rally è stata impeccabile ed il team, capitanato da Alessandro, è stato davvero disponibile e capace di indicarmi la strada giusta nei momenti più difficili. Sono molto soddisfatta del risultato ottenuto. Terza del femminile, dietro alla Ronconi con una monoposto ed alla Broccolini. In pratica ho centrato il mio obiettivo. Sono consapevole che si può andare molto più forte ma sono già contenta così. Spero di risalire al più presto su questa vettura.”

 

Gli fa eco Alessandro Baldon, titolare di Baldon Rally.

 

“Ringraziamo Silvia per averci dato fiducia” – racconta Baldon – “e siamo contenti che possa aver raggiunto il suo obiettivo. È stata molto brava a condurre una gara molto intelligente.”

 

L'Ufficio Stampa

LUISE DOMINA IL RALLY DELLA COSTA SMERALDA

Lunedì, 21 Ottobre 2019 20:52 Published in Rally

LUISE DOMINA IL RALLY DELLA COSTA SMERALDA

 

Il polesano non smette di stupire, in questo finale di 2019, e fa suo, insieme al ritrovato Zanella, l'appuntamento sardo, infliggendo quasi mezzo minuto al secondo.

Adria (RO), 21 Ottobre 2019 – È un Matteo Luise stellare, quello visto in azione nel recente Rally della Costa Smeralda storico, concluso con la vittoria assoluta, la quarta in carriera, alla guida della Fiat Ritmo 130 Abarth gruppo A, condivisa con il ritrovato Flavio Zanella alle note.

Il pilota di Adria, portacolori del Team Bassano, ha firmato cinque delle nove speciali in programma, prendendo il comando delle operazioni, grazie ad una netta spallata al termine della prima frazione di gara, quella del Venerdì, unico a riuscire a segnare lo stesso tempo sulla “San Pasquale”, non curandosi in sostanza del passaggio dal giorno alla notte.

Indescrivibile la gioia in seno a tutto il team, gratificando il lavoro della coppia Amati e Vettore.

 

Dedico questa vittoria a Melissa” – racconta Luise – “perchè è rimasta a casa, colpita da un malessere. Ci tenevo a fare un'assoluta con lei ma sono certo che avremo il tempo per rifarci. Grazie di cuore a Flavio, professionista indiscutibile, che ho avuto il piacere di vedere emozionato, sia in abitacolo durante che la gara che sulla pedana di arrivo. È stato tutto perfetto, grazie anche a come Silvano e Valentino hanno preparato la Ritmo. Mi dispiace per gli altri ragazzi, Luca ed Alberto in primis, per aver vinto così lontano da casa, non potendo condividere con loro la gioia immensa che abbiamo provato. Ricevere a fine dell'ultima prova i complimenti di Tiziano Siviero e Mauro Pregliasco, il messaggio di Lucky ed altri che di rally ne capiscono un bel po' mi hanno riempito il cuore di gioia. Il modo migliore per chiudere il 2019.”

Gli fa eco Flavio Zanella, tornato in abitacolo con il polesano dopo ben ventidue anni.

 

Aspettavo da ventidue anni di poter risalire al fianco di Matteo” – racconta Zanella – “per fargli vedere chi è il vero Flavio. Quella volta, al Messina del 97, ero stato chiamato dalla Grifone per sostituire Caliro. Siamo cambiati molto, tutti e due. Questa volta era tutto diverso, sono partito con entusiasmo ed avevamo meno pressione di allora. Matteo, sul veloce, guida divinamente ma sull'ultima del Venerdì, in notturna, mi ha stupito. Allo start gli avevo detto che se alzavamo di un secondo a chilometro era già un bel passo. Alla fine, arrivare con lo stesso tempo del giro di giorno, è stato stupendo. In abitacolo il feeling era perfetto. Entrare in piena velocità in certe curve, di notte, è solo da grandi piloti. Credo sia una delle prove più belle che ho fatto in vita mia, al fianco di uno che ha doti di guida innate. Il resto lo potete trovare dentro le classifiche. Sono felice, lo dovevo a Matteo. Grande persona e grande pilota, così come tutto il suo team.”

 

Si unisce, in un coro di felicità, anche il direttore sportivo, Valentino Vettore.

 

Passione, professionalità, competenza” – aggiunge Vettore – “sono i tre fondamenti di questo successo. La nostra ricerca della perfezione tecnica si unisce alle incredibili doti di guida di Matteo. Non è un traguardo ma punto di partenza, per tutti noi, per spingerci ancora più in alto.”

 

L'Ufficio Stampa

FRANCESCO PAOLINI STREPITOSO AL 43° TROFEO MAREMMA: QUARTO ASSOLUTO CON LA PEUGEOT 207 S2000

 

Debutto con un'auto a trazione integrale da sogno per il pilota di Montieri, che assieme a Marco Nesti ha portato la vettura di Top Rally ai piedi del podio.

Montieri, 21 ottobre 2019 – L'aria di casa ha esaltato Francesco Paolini, che sulle strade del 43° Trofeo Maremma ha sfoggiato una performance da 110 e lode, arpionando con grinta la quarta posizione assoluta, oltre al primato di gruppo e di classe.

Sono quindi tanti i motivi per i quali il portacolori di Jolly Racing Team può sorridere: oltre al risultato in sé, condiviso con l'amico Marco Nesti, il driver di Montieri era al debutto con una vettura a quattro ruote motrici, la Peugeot 207 S2000, e con l'esemplare preparato dalla veronese Top Rally è stato l'unico ad impensierire le vetture R5, la classe di riferimento nei rally nazionali.

Partito cauto, cercando di interpretare il comportamento della trazione integrale, ben diverso dalle “tuttoavanti” che aveva guidato in passato, Paolini ha via via aumentato il ritmo, esaltandosi in particolar modo sulla prova speciale di “Montieri”, quella a lui più cara, arrivando ai piedi del podio assoluto, preceduto soltanto da vetture R5, molto più recenti e prestazionali rispetto alla 207. Dulcis in fundo, per Paolini e Nesti è arrivato anche il premio quale miglior equipaggio interamente licenziato per ACI Grosseto.

Si va così ad aggiungere un ulteriore tassello alla serie di risultati positivi centrati da Paolini, sempre in coppia con Nesti, da fine 2018 ad ora: per l'equipaggio maremmano c'è stata la vittoria assoluta al Fettunta, nel dicembre scorso, e nella stagione attuale il secondo posto assoluto al Colline Metallifere e la doppia top five al Valdinievole ed al Valdicecina, a cui ora fa compagnia il quarto posto assoluto del Trofeo Maremma.

 

Dichiarazione di Francesco Paolini“Sono stati due giorni di gara intensi, ma magici ed indimenticabili. Gran macchina la 207 S2000, non mi aspettavo di poter arrivare così in alto, anche in virtù delle numerose R5 presenti, con piloti “tosti”, ma pur non essendo recentissima ha ancora un gran potenziale. All'inizio mi sono dovuto adattare, la 4x4 richiede uno stile di guida completamente diverso rispetto a come ero abituato con le trazioni anteriori, ma il team Top Rally è stato, come sempre, perfetto nel seguirmi, permettendomi di esprimermi al massimo. Marco, al mio fianco, si è confermato quale navigatore d'eccellenza, e grande merito del risultato va a lui, vista la fiducia che mi trasmette. Un enorme grazie lo devo dire anche a mio fratello Andrea e a Elia, che hanno fatto un lavoro egregio, aggiornandomi sempre sulle condizioni delle prove, e ci tengo anche a ringraziare la mia scuderia, Jolly Racing Team, e tutti i partner e gli amici che ci hanno sostenuto e permesso di essere al via: penso che questo risultato sia il miglior ringraziamento che potessi fargli!”

Con ancora due mesi alla fine del 2019, Paolini sta definendo gli ultimi impegni stagionali, che verranno svelati a breve.

 

Nelle foto (free copyright Thomas Simonelli): Paolini-Nesti in gara e sul podio del 43° Trofeo Maremma con la Peugeot 207 S2000.

 

UFFICIO STAMPA FRANCESCO PAOLINI

 

THOMAS SIMONELLI

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Luca Panzani a Como in cerca di una nuova vittoria Renault

Lunedì, 21 Ottobre 2019 20:24 Published in Rally

Luca Panzani a Como in cerca di una nuova vittoria Renault

 

L’atto finale del Trofeo della Casa francese, che disputerà insieme a Federico Grilli con la Renault Clio R3 di Pavel Group e con i colori della Jolly Racing Team, rappresenta il momento clou della stagione.Sarà una gara avvincente, che la coppia disputerà per la prima volta, affrontando i migliori trofeisti d’Italia con la Clio.

 

 

Lucca, 21 ottobre 2019 – Questo fine settimana sarà quello decisivo della stagione, per il pilota lucchese Luca Panzani nel Trofeo Renault Clio R3 “open”, che consumerà l’atto finale al 38° Trofeo AC Como, che assegnerà il titolo di Rally Cup Italia.

Reduce da tre vittorie consecutive (i rallies “Abeti”, “Lucca” e “Pistoia”), Panzani, insieme a Federico Grilli, ha ora davanti a sé la possibilità di provare a vincere un nuovo monomarca della Casa “della losanga”, alla quale è molto legato essendo stata quattro anni fa il trampolino di lancio perso le più significative esperienze in ambito nazionale.

Panzani e Grilli saranno al via della gara lariana, che si sviluppa in quattro aree lariane storicamente di grande passione motoristica: Como, Valle d’Intelvi, Val Cavargna e Triangolo Lariano, con la Renault Clio R3C di Pavel Group, ovviamente come portacolori di Jolly Racing Team, in una gara mai disputata prima, dovendo affrontare i migliori trofeisti Renault d’Italia, cercando anche il risultato d’effetto per la finale Rally Cup Italia. Un compito dunque non facile, con diverse variabili, da quella appunto del non conoscere la gara, agli avversari di rango ed anche a possibili difficoltà meteorologiche.

INTERVENTO DI LUCA PANZANI: “Dunque siamo arrivati all’atto finale della stagione. Una stagione avviata “in corso d’opera” grazie all’intervento di Pavel Group e Jolly Racing Team e grazie anche ad alcuni partner, ma una stagione anche ricca di soddisfazioni per quello che abbiamo ottenuto e per quello che ci è stato possibile fare. Siamo reduci da tre vittorie su altrettante gare, adesso arriva il momento della verità per noi come tutti gli altri trofeisti, una gara “secca” dove ci si gioca tutto, peraltro in una gara che mi dicono bellissima ma che non conosciamo.  Saranno in diversi ad attenderci. Ma . . .  anche noi attendiamo loro!”.

Il tracciato della gara misura 376 km. con nove prove di 82 km. Verifiche al “Driver” di Como giovedì 24 ottobre, ore 20,00-22,00, e sabato, ore 7,00-11,30. Venerdì shakedown mattutino in Valfresca, da Como a San Fermo della Battaglia poi start da Como alle ore 14.30. Poi, sono in programma due passaggi della prova speciale di Sormano-Pian del Tivano (km. 7,500) e da Bellagio alla Madonna del Ghisallo (km.11.250). Sabato si correrà a Grandola (km. 5,200), Corrido (km. 13,700) e Alpe Grande (km.8.860). La bandiera a scacchi sventolerà dalle ore 17,00 in Piazza Cavour a Como.

 

#RallyPistoia2019  #LucaPanzani    #TrofeoRenaultClio   #PanzaniGrilli  #RenaultClioR3  #RenaultClio  #CoppaRallydiZona6  #Rally   #motorsport 

 

 

Foto AmicoRally

 

UFFICIO STAMPA

MGTCOMUNICAZIONE

ALESSANDRO BUGELLI

Peccenini con lode all'esame di Magny Cours in Ultimate Cup

 

Il pilota milanese della TS Corse “sfata” la pista francese e le insidiose condizioni da bagnato e avvicina il Trofeo Gentleman Driver grazie soprattutto ai successi di gara 1 (in grande rimonta) e gara 2 al volante della F.Renault 2.0 con la quale continua a dare battaglia anche nell'assoluta. Agli inizi di novembre affronterà il gran finale della serie internazionale, che si decide a Le Castellet

 

 

Magny-Cours (Francia). Pietro Peccenini supera a pieni voti anche la prova di Magny-Cours, storicamente una delle meno favorevoli, e nell'Ultimate Cup Series avvicina sensibilmente il titolo del Trofeo Gentleman Driver, oltre a continuare a dare battaglia nelle prime posizioni della classifica assoluta. Al volante della Formula Renault 2.0 della TS Corse, sul circuito francese il pilota milanese classe 1973 dopo aver centrato la pole position non si è arreso a una controversa penalità inflittagli in qualifica per aver toccato la linea bianca in uscita box: in gara 1 è stato autore di una partenza a razzo completata dalla rimonta che gli ha consentito di continuare la serie di vittorie consecutive nelle condizioni più insidiose. Passato da 8° a 3° in un solo giro, Peccenini ha quindi vinto la prima gara del weekend nella propria categoria concludendo quarto assoluto dopo aver montato gomme rain. Identico il risultato di gara 2, disputata completamente sul bagnato, nella quale Pietro ha sfiorato il podio della generale in battaglia con i più giovani rivali della serie internazionale. Il sesto round dell'Ultimate Cup Series si è poi chiuso con il terzo posto di categoria e il quinto assoluto colti in gara 3. Il driver milanese ha così conquistato ulteriori punti pesanti per la conferma del titolo Gentlemen, obiettivo che potrà centrare nel gran finale di stagione con in palio punteggi raddoppiati e in programma a inizio novembre a Le Castellet. Il portacolori del team lombardo diretto da Stefano Turchetto proverà anche a confermarsi tra i più veloci protagonisti dei vertici assoluti, classifica nella quale a Magny-Cours ha pienamente confermato la quarta posizione.

Peccenini dichiara raggiante al termine del fine settimana francese: “Un weekend alla grande! Abbiamo costantemente lottato lì davanti, sono davvero contento. Siamo riusciti a dominare anche a Magny-Cours, dove invece spesso in passato avevamo dovuto difenderci, e siamo stati competitivi anche sul bagnato. Segnali positivi che ci confermano un ottimo stato di forma e il fatto che continuiamo a migliorare in una stagione finora davvero importante. Sono felice anche per il primo podio del mio compagno di squadra Howard Sklar, lo meritava così come lo meritava il team. Ora però restiamo con i piedi per terra. A Le Castellet tutti i rivali vorranno batterci e i punti in palio sono tantissimi. Dovremo presentarci al meglio: al di là del campionato e dei titoli, puntiamo dritti a continuare questa serie ultra-positiva di risultati”.

 

L'Ufficio Stampa

 

Monza assegna il titolo GT Sprint ad Agostini-Rovera

Domenica, 20 Ottobre 2019 19:55 Published in Altre Notizie

Monza assegna il titolo GT Sprint ad Agostini-Rovera

 

Fraga conquista due gare su tre nella Formula Regional, in pista nel Tempio della Velocità anche due monoposto storiche di F1 e F2

 

Un campionato combattuto fino all’ultimo giro. Monza premia come campioni italiani 2019 del GT Sprint la coppia Agostini-Rovera nell’ultima gara della stagione, ribaltando i pronostici matematici che vedevano in vantaggio fino al giorno precedente il duo Postiglione-Mul sulla Lamborghini Huracan della Imperiale Racing.

Il Tempio della Velocità ha riservato agli spettatori un avvincente scontro nel fine settimana di gare organizzato da ACI Sport, grazie all’incertezza del titolo del Campionato Italiano Gran Turismo Sprint, con quattro equipaggi a contendersi la corona d’alloro.

Gara-1 ha portato sul primo gradino del podio il duo Abe-Colombo con la Ferrari 488 GT3 di AF Corse. Il team piacentino ha sfruttato l’ingresso di due safety car per staccare gli inseguitori, fermi ai box per il cambio pilota. Il Cavallino rampante ha occupato anche la seconda posizione con Veglia-Crestani di Easy Race che hanno anticipato Comandini-Johansson su BMW M5.

L’equipaggio di BMW Team Italia è riuscito a salire anche sul podio di gara-2, questa volta in seconda posizione. Comandini-Johansson hanno lasciato invece il primo posto a Riccardo Agostini e Alessio Rovera, al volante della Mercedes AMG GT3 di Antonelli Motorsport, che sono riusciti così a conquistare i punti necessari per raggiungere la vetta della classifica e sollevare il trofeo del campionato. Terzi sotto la bandiera a scacchi, Fuoco-Hudspeth del team AF Corse.

Nel Formula Regional European Championship, Igor Fraga si dimostra a suo agio sul bagnato, vincendo due gare su tre nel piovoso weekend monzese. Nella prima sfida, il brasiliano anticipa il campione Frederik Vesti e Raul Guzman. Questi ultimi si scambiano le posizioni di arrivo in gara-2, vinta sempre da Fraga. Nell’ultima competizione, doppietta Prema Powerteam con Vesti ed Enzo Fittipaldi  sui primi due gradini del podio; chiude Fraga in terza posizione.

Nell’Italian F4 Championship powered by Abarth, il campione Dennis Hauger si conferma imbattibile anche a Monza, segnando una tripletta di vittorie. Il norvegese ha preceduto in gara-1 Belov e Rasmussen, in gara-2 Belov e Aron e in gara-3 Stanek e Rasmussen. Il Rookie Trophy viene assegnato a Paul Aron.

Le Tatuus della F.4 e Formula Regional non sono le uniche monoposto ad aver corso oggi nel Tempio della Velocità. Gli spettatori hanno potuto infatti risentire il motore della F1 March 761 del 1976 e della F2 March 732 del 1973. Le vetture storiche hanno completato dei giri di pista, per il divertimento dei tifosi, guidate da Roberto Farneti e dall’ex pilota di Formula 1 Bruno Giacomelli.

Matteo Greco ottiene il titolo di vicecampione del TCR Italy con l’ultima gara del campionato. In gara-1 sono saliti sul podio, nell’ordine, Marco Pellegrini con Hyundai i30, Enrico Bettera e Jacopo Guidetti, entrambi con Audi RS3. In gara-2 ha invece prevalso la Cupra di Greco. Secondo, Guidetti e terzo Eric Scalvini che completa un podio formato da soli piloti Under 25.

La Porsche Carrera Cup Italia assegna a Monza il titolo 2019 a Simone Iaquinta della Ghinzani Arco Motorsport che vince anche la prima gara del monomarca. Dietro di lui, i compagni di squadra Alberto Cerqui e Jaden Conwright. In gara-2 ottiene la prima posizione Lodovico Laurini, seguito da Diego Bertonelli e Gianmarco Quaresmini.

Nel Mini Challenge, Gustavo Sandrucci si conferma primo in classifica e agguanta il titolo, dominando entrambe le gare. Al secondo posto sia in gara-1 che in gara-2, Andrea Gagliardini. In terza posizione, Alessio Alcidi in gara-1 e Filippo Maria Zanin in gara-2.

Domenica 3, 10 e 24 novembre saranno invece gli amatori a correre nel Tempio della Velocità. Tornano infatti i Track Day, giornate di circolazione turistica aperte ad auto private. Per maggiori informazioni sui costi e le modalità di iscrizione, è possibile consultare il sito www.monzanet.it. (d.c.)

 

foto 1, 2, 4: ACI Sport
foto 3: M. Bettiol

 

 

L'Ufficio Stampa

Rovera è Campione Italiano GT Sprint a Monza dopo pole e vittoria

 

Il giovane varesino agguanta il titolo all'ultima gara del 2019 e in diretta su RaiSport al volante della Mercedes-AMG GT3 del team Antonelli Motorsport condivisa con Agostini. E' il suo terzo tricolore dopo quelli in Formula Abarth e in Carrera Cup: “Una domenica speciale, un grande risultato da condividere con la squadra, siamo stati ai vertici per tutta la stagione e che emozione trionfare al fotofinish!”

Monza20 ottobre 2019. Domenica trionfale per Alessio Rovera sul circuito di Monza. Il 24enne pilota varesino si è laureato Campione Italiano GT Sprint 2019 al termine di un weekend perfetto culminato con la vittoria centrata nella decisiva gara 2 al volante della Mercedes-AMG GT3 del team Antonelli Motorsport condivisa con il compagno di squadra Riccardo Agostini. Per Rovera si tratta del terzo titolo tricolore della carriera: un “abbonamento” alla bandiera italiana inaugurato nel 2013 tra le monoposto nella Formula Abarth, preseguito dopo il passaggio in GT nella Carrera Cup Italia 2017 e ora celebrato dal trionfo nel Campionato Italiano GT. L'ultimo round stagionale era iniziato proprio con la pole position (una costante in questa stagione tra serie Sprint ed Endurance) conquistata da Rovera per gara 1, nella quale l'equipaggio di Antonelli Motorsport doveva però scontare un pesante handicap tempo per via della vittoria colta nel precedente appuntamento al Mugello Circuit. Dopo il comunque utile quarto posto ottenuto nella corsa di sabato, toccava ad Agostini scattare in pole position nella finale gara 2, conclusa proprio da Rovera con un sorpasso decisivo agevolato dalla scelta azzeccata dalla squadra di entrare una seconda volta ai box per montare gomme rain non appena le condizioni della pista avevano iniziato a peggiorare causa pioggia. Tripudio ai box alla fine della corsa per la rimonta completata e andata in onda anche in diretta su RaiSport e seguente festa durante la cerimonia del podio.

Rovera dichiara dopo lo champagne stappato a MonzaE' una domenica speciale, si mischiano tante emozioni. Questo titolo italiano, voluto, cercato e agguantato da vincenti al fotofinish e all'ultima bandiera a scacchi della stagione ha un significato particolare e lo condivido con tutta la squadra. Oggi tutto è stato perfetto e la strategia finale ci ha premiato con merito. Siamo stati ai vertici per l'intera stagione e solo la sfortuna ci aveva costretto a una rimonta difficile ma poi coronata con questo incredibile finale. Ringraziando tutti quelli che ci hanno creduto e sostenuto, ci prendiamo un po' di tempo per festeggiare ancora, ma molto presto torneremo a lavorare per programmare la prossima stagione.

 

Campionato Italiano GT 2019: 7 aprile Monza (GT Endurance); 4-5 maggio Vallelunga (GT Sprint); 19 maggio Misano (GT Endurance); 22-23 giugno Imola (GT Sprint); 20-21 luglio Mugello (GT Sprint); 15 settembre Vallelunga (GT Endurance); 6 ottobre Mugello (GT Endurance); 19-20 ottobre Monza (GT Sprint).

 

Ufficio stampa - Rif. Gianluca Marchese

Merli 2°a Pedavena

Domenica, 20 Ottobre 2019 19:32 Published in Salite

Merli 2°a Pedavena

12° e ultimo round del Campionato Italiano Velocità in Montagna

(DOMENICA 20 OTTOBRE 2019)

 

 

 

Secondo assoluto, primo tra le monoposto. Il campione europeo 2019 Christian Merli ha gareggiato ieri nella 37ª Pedavena Crode D’Aune in provincia di Belluno, ultimo appuntamento del Campionato Italiano Velocità in Montagna. Al volante dell’Osella Zytek LRM ufficiale gommata Avon, il portacolori del team Blue City Motorsport ha affrontato le due manche di gara della cronoscalata veneta lunga 7,785 chilometri. Buona prestazione in prova del pilota di Fiavè, mentre in gara vince Simone Faggioli.

L’intervista

“Abbastanza, ma non del tutto soddisfatti. In prova è andato tutto bene, mentre in Gara 1 ho usato coperture intermedie morbide ed è stata una scelta errata. Un distacco notevole, mentre in Gara 2 è andata meglio, ma era impossibile recuperare 8” e quindi ho fatto quello che potevo. Complimenti a Simone”.

Le prove

Nel primo passaggio di ricognizioni, Merli stacca il miglior tempo in 4’04”45 con Faggioli a solo 0”87. Pioggia, asfalto umido e nebbia nella seconda sessione di prove. Ed i tempi si alzano. Miglior tempo di Merli con Faggioli a 8”05.

Gara 1

Cielo coperto ed asfalto che lentamente s’asciuga. Faggioli con la sua Norma stacca il miglior tempo. Merli è secondo a 7”90 con Avon intermedie, forse troppo morbide per le condizioni della salita.

Gara 2

Il toscano della Norma è davanti a Christian per 1”24,

Il podio di Gara 1

1° Faggioli (Norma M20 FC), 2° Merli (Osella FA 30 Zytel LRM) a 7”90, 3°Conticelli (Osella FA 30) a 17”21.

Il podio di Gara 2

1° Faggioli (Norma M20 FC), 2° Merli (Osella FA 30 Zytel LRM) a 1”24, 3°Degasperi (Osella FA 30) a 8”20.

Il calendario CIVM 2019

14/4 Luzzi - Sambucina (Calabria) Vincitore Cubeda, 28/4 Trofeo Scarfiotti (Marche) Vincitore Fattorini, 19/5 Alpe del Nevegal (Belluno) Vincitore Magliona, 2/6 Verzegnis - Sella Chianzutan (Friuli-Venezia Giulia)- Vincitore Zardo, 16/6 Salita Morano – Campotenese (Calabria) Vincitore Merli, 30/6 Coppa Paolino Teodori (Marche) Vincitore Merli, 7/7/ Trento Bondone – Vincitore Faggioli, 28/7 Rieti Terminillo (Lazio) Vincitore Magliona, 25/8 Trofeo Fagioli (Umbria) Vincitore Merli, 15/9 Monte Erice (Sicilia) vincitore Faggioli, 22/9 Coppa Nissena (Sicilia) vincitore Faggioli, 20/10 Pedavena – Croce d’Aune vincitore Faggioli.

 

L'Ufficio Stampa

 

Faggioli su Norma vince la 37^ Pedavena - Croce D’Aune

Domenica, 20 Ottobre 2019 18:47 Published in Salite

Faggioli su Norma vince la 37^ Pedavena - Croce D’Aune

 

Il campione italiano della Best Lap sulla M20FC Zytek fa poker di successi tricolori al 12° e conclusivo round di Campionato Italiano Velocità Montagna. Gara affascinante con podio completato dal combattivo Merli e dal sorprendente Francesco Conticelli entrambi su Osella FA 30. Sub iudice la RS+ con Liuzzi e la MINI primi in gara 1

Pedavena, 20 ottobre 2019. Simone Faggioli su Norma M20 FC Zytek di gruppo E2SC ha vinto la 37^ Pedavena - Croce D’Aune con una doppia affermazione ed il miglior tempo siglato in gara 2 in 3’28”00, con fondo quasi completamente asciutto. Il fiorentino portacolori della Best Lap con la vittoria numero 11 alla gara veneta, ha portato così a 4 i successi tricolori nell’anno 2019 in cui si è cucito il 13° scudetto sulla tuta ed ha alzato l’11° titolo europeo. Seconda posizione per l’altro Campione Europeo 2019, Christian Merli, il trentino della Vimotorsport al volante dell’Osella FA 30 Zytek EVO di gruppo E2SS, ha pagato l’azzardo di una scelta di gomme troppo morbide in gara 1 ed un gap incolmabile malgrado un deciso tentativo d’attacco. A completare il podio il giovane trapanese Francesco Conticelli alla sua 4^ gara sulla Osella FA 30 Zytek, con cui dopo delle attente prove il siciliano ha trovato un ottimo feeling con l’impegnativa monoposto, con cui si è difeso da Degasperi su auto gemella, autore del 3° tempo in gara 2. La sfida pugliese sulle MINI, decisiva per il titolo di Campione Italiano Gruppo Racing Start Plus ha visto l’affermazione di Giacomo Liuzzi in gara 1 e la scelta di non partire in gara 2. Vito Tagliente, 6° in gara 1 ma impossibilitato a disputare gara 2, dopo una toccata e la rottura del cambio, ha esposto reclamo verso l’avversario, pertanto la classifica è sub iudice. La gara organizzata dagli Amici della Pedavena che ha visto al via 234 concorrenti, si è svolta senza la temuta pioggia, sebbene sotto un cielo coperto ma con il consueto pienone di pubblico. Faggioli in prova ha lavorato sul set up della Norma, continuando i test di sviluppo sulla biposto francese ufficiale, seppur nelle condizioni assai difficili delle prove. Il pluricampione ha sferrato l’attacco decisivo soprattutto in gara 1, dove ha ottenuto il tempo di 3’32”70 ed ha inflitto quasi 8 secondi alla concorrenza, complice l’ottimo lavoro delle gomme Pirelli intermedie.

Merli, protagonista in prova, ha trovato dei buoni compromessi per le regolazioni della prototipo monoposto ufficiale equipaggiata con gomme Avon, in gara 1 la scelta azzardata di una mescola intermedia eccessivamente morbida ha privato il driver Blue City dell’assalto al vertice. -“Ancora una bella gratificazione per il team che lavora sempre con grande impegno ed anche per Pirelli, un importante supporto ufficiale - ha dichiarato Faggioli - In prova eravamo in difficoltà perché nelle condizioni di umido era difficile provare soluzioni nuove. Siamo tornati ad un punto certo e siamo ripartiti da quello per il set up da gara. Un ottimo risultato, 4 vittorie in CIVM indicano che i progressi sono evidenti, speriamo di essere sulla giusta strada per gli sviluppi sui quali stiamo lavorando”-. -“Ci ha condizionato la scelta azzardata in gara 1, la mescola era troppo morbida e nella seconda parte di percorso è stato impossibile cercare l’attacco - sono state le parole di Merli - Siamo soddisfatti e la vettura è davvero Ok, sebbene la rimonta in gara 2 non siamo stati bravi come Simone”-. -“Pedavena è una gara bella a cui partecipo sempre con piacere - spiega Conticelli - anche in prova, nelle condizioni più impegnative sono salito ugualmente perché mi serve capire la macchina e fare chilometri. Era la prima volta qui con la FA 30, ho fatto la mia gara ed ho scelto gomme intermedie in gara 1, ma il risultato mi rende molto felice! E’ solo la 4^ gara sulla FA 30 Zytek”-. Sotto al podio Diego Degasperi, il trentino che in gara 1 ha azzardato la scelta di gomme da asciutto per l’Osella FA 30 Zytek, ma poi ha rimontato in gara 2 ottenendo il 3° tempo chiudendo a ridosso del podio. Quinto il catanese Domenico Cubeda su Osella FA 30, soddisfatto per aver prontamente risolto i problemi ai freni emersi in prova ed aver trovato nuove conferme dalla monoposto di classe regina. Con la prima Osella PA 2000 Honda al traguardo Omar Magliona ha chiuso in 6^ posizione. Il sardo di CST Sport neo Campione Italiano gruppo E2SC che ha usato la lunga esperienza per risalire la forte corrente. Settima posizione per l’altro sardo Sergio Farris, l’alfiere Speed Motor che sull’umido non ha trovato il feeling ideale con l’assetto della Osella PA 2000 dopo l’immediato intervento al cambio del Team Dalmazia prova 1. Ottava piazza e gratificante nuovo successo nella classe E2SC1000 per Achille Lombardi sull’agile e scattante Osella PA 21 Jrb BMW, purtroppo rallentato da un doppiaggio durante gara 1.

Nono posto e primato in classe E2SS 1000, delle monoposto, per il veneto di Alby Racing Mirko Venturato sulla Gloria C8F, decisamente incisivo. A completare la top ten con rimonta in gara 2 con una zampata aggressiva e vincente in gruppo E2SH Manuel Dondi. Il bolognese già tricolore, dopo le prove ha regolato la Fiat X1/9 e con una scelta adeguata di gomme, ha respinto il tentativo d’avvicinamento del bresciano Mauro Soretti che a sua volta ha trovato un feeling migliore tra il tracciato e la sua Subaru Impreza grazie alle gomme dapioggia sul fondo ancora bagnato di gara 1. Podio completato da MIchele Ghirardo su Lotus Exige, il trevigiano protagonista delle prove. In gruppo GT prima vittoria per Maurizio Pitorri su Ferrari 488 GT Super cup, il patron della Best Lap alla sua prima volta a Pedavena ha respinto gli attacchi di Rosario Parrino su Lambirghini Huracan in gara 1 e del vincitore della Coppa GT Super Cup Roberto Ragazzi su Ferrari 488 in gara 2. Ragazzi ha rimontato e conquistato il secondo posto di gruppo in rimonta su Parrino che in gara 2 ha perso tempo per un traverso di troppo. Stefano Artuso ha nuovamente portato il suo affondo in GT Cup sulla 458 di Maranello, classe di cui ha già alzato la Coppa tricolore. Nuovo successo in gruppo E1 per il giovane Andrea Palazzo, l’alfiere della Fasano Corse che non ha lasciato spazio a nessuno sulla Peugeot 308 Racing Cup curata da AC Racing, seguito da Bet su Peugeot 205 e Pichler su BMW 320. Il triestino Paolo Parlato ha chiuso la stagione con il primato in classe 2000 sulla Renault Clio. In 1600 turbo è stata la lady umbra Deborah Broccolini su MINI a vincere dopo aver già afferrato la Coppa Dame 2019.Appasionante il duello di gruppo A tra piloti di casa vinto per 81 centesimi di secondo dal rallista “Brik” su Skoda Fabia R5 su Stefano Maccagnan alla guida della Ford Fiesta R5. Terzo Alex D’Agostini su Skoda Fabia. Tornato al successo italiano di gruppo N Antonino Migliuolo, il trentino di Sorrento sula Mitsubishi Lancer, campione europeo di categoria, dopo i problemi al cambio in prova, ha sferrato l’attacco con gomme da pioggia in gara 1 e mescola da asciutto nella seconda, ha respinto gli assalti del pluricampione altoatesino Rudi Bicciato su auto gemella, come il toscano Lorenzo Mercati che ha completato un podio di alto livello. In Racing Start Plus è tornato alla vittoria in una gara del tricolore salita il trevigiano Romy Dall’Antonia sulla MINI John Cooper Works, con la quale il pistard, già Campione di gruppo A in salita, ha preceduto sul podio il vicentino di Trapani Isidoro Alastra, anche lui su MINI, ed il novarese Gianluca Luigi Grossi primo tra i motori aspirati con la Renault Clio. Subito a segno in Racing Start RS il reatino Antonio Scappa che ha testato con successo la nuova MINI John Cooper Works turbodiesel preparata da DP Racing. Tra le MINI sovralimentate della RSTB brillante doppietta del pugliese Marco Magdalone, il portacolori della Scuderia Valle d’Itria che finalmente ha centrato la prima affermazione stagionale davanti al corregionale Angelo Loconte, frenato da un improvviso banco di nebbia in gara 1. Podio completato dall’orvietano Francesco Laschino, che si aspettava di più dalla trasferta veneta. Tra le motorizzazioni aspirate successo in casa per Carmelo Fusaro su Honda Civic Type-R.

 

Classifica assoluta: 1 Faggioli (Norma M20 FC) in 7’0”70; 2 Merli (Osella FA 30) a 9”14; 3 Conticelli F. (Osella FA 30) a 26”53; 4 Degasperi (Osella FA 30) a 27”93; 5 Cubeda(Osella FA 30) a 31”92; 6 Magliona (Osella PA 2000 Honda) a 34”837; 7 Farris (Osella PA 2000 Honda) a 46”08; 8 Lombardi (Osella PA 21 Jrb) a 1’03”49; 9 Venturato (Gloria C8F) a 1’26”06; 10 Dondi (Fiat X1/9) a 1’08”20. Gara 1: 1 Faggioli (Norma M20 FC) in 3’32”70; 2 Merli (Osella FA 30) a 7”90; 3 Conticelli F. (Osella FA 30) a 17”21; 4 Cubeda (Osella FA 30) a 17”84; 5 Degasperi (Osella FA 30) a 19”73; 6 Magliona (Osella PA 2000 Honda) a 20”85; 7 Farris (Osella PA 2000 Honda) a 24”83; 8 Venturato (Gloria C8F) a 32”39; 9 Bouduban (Norma M20 FC) a 37”41; 10 Lombardi (Osella PA 21 Jrb) a 38”66. Classifica gruppi in gara: RS: 1 Scappa (MINI JCW) in 9’35”36; 2 Magdalone (MINI JCW) a 15”58; 3 Loconte (MINI JCW) a 26”81. RS+: 1 Dall’Antonia (MINI JCW) in 9’30”55; 2 Alastra (MINI JCW) a 1”21; 3 Grossi (Renault Clio) a 3”05. N: 1 Migliuolo (Mitsubishi Lancer EVO) in 8’54”29; 2 Bicciato (Mitsubishi Lancer EVO) a 8”58; 3 Mercati (Mitsubishi Lancer EVO) a 14”72. A: 1 “Brik” (Skoda Fabia R5) in 9’00”04; 2 Maccagnan (Ford Fiesta R5) a 0”81; 3 D’Agostini (Skoda Fabia R5) a 9”88. E1: 1 Palazzo (Peugeot 308 RC) in 9’02”10; 2 Bet (Peugeot 2015 Gti) a 17”99; 3 Pichler (BMW 320 WTCC) a 18”52. GT: 1 Pitorri (Ferrari 488 Challenge) in 8’33”34; 2 Ragazzi (Ferrari 488 Challenge) a 5”86; 3 Parrino (Lamborghini Huracan) a 6”93. E2SH: 1 Dondi (Fiat X1/9) in 8’08”9; 2 Soretti (Subaru Impreza) a 11”12; 3 Ghirardo (Lotus Exige) a 40”24. CN: 1 Graziosi (Osella PA 21/P) in 8’58”69; 2 Parisi (Osella PA 21/S) a 25”35; 3 Catalani (Osella PA 21/S) a 32”07. E2SC: 1 Faggioli (Norma M20 FC) in 7’007; 2 Magliona (Osella PA 200 Honda) a 34”37; 3 Farris (Osella PA 2000 Honda) a 46”08. E2SS: 1 Merli (Osella FA 30 Zytek) in 7’09”84; 2 Conticelli (Osella FA 30 Zytek) a 17”39; 3 Degasperi (Osella FA 30 Zytek) a 18”79.

 

Calendario CIVM 2019: 12-14/04, “Trofeo Silvio Molinaro” Luzzi-Sambucina (CS); 26-28/04 29° Trofeo Scarfiotti Sarnano-Sassotetto (MC); 17-19/05 45^ Alpe del Nevegal (BL); 31/05 - 02/06 50^ Verzegnis-Sella Chianzutan (UD); 14-16/06 9^ Salita MoranoCampotenese (CS); 28-30/06 58^ Coppa Paolino Teodori (AP); 05-07/07 69^ Trento-Bondone (TN); 26-28/07 56^ Rieti-Terminillo 54^ Coppa Bruno Carotti (RI); 23-25/08 54° Trofeo Luigi Fagioli (PG); 13-15/09 61^ Monte Erice (TP); 20-22/09 65^ Coppa Nissena (CL); 18-20/10 37^ Pedavena-Croce D’Aune (BL).

 

Addetto Stampa C.I.V.M. Rosario Giordano