Atteso un parterre di classe alla XXXVII Pedavena-Croce d'Aune.
Atteso un parterre di classe alla XXXVII Pedavena-Croce d'Aune.
LA 2^ COPPA FARO CHIUDE IL CIVSA CON LA VITTORIA DI STEFANO PERONI SU MARTINI MK32
LA 2^ COPPA FARO CHIUDE IL CIVSA CON LA VITTORIA DI STEFANO PERONI SU MARTINI MK32
2^Coppa Faro bilancio più che positivo
2^Coppa Faro bilancio più che positivo
CLAUDIO BISCEGLIA E LA SCUDERIA 5 SPEED CONQUISTANO IL TRICOLORE ALLA COPPA FARO.
CLAUDIO BISCEGLIA E LA SCUDERIA 5 SPEED CONQUISTANO IL TRICOLORE ALLA COPPA FARO.
Stefano Peroni su Martini Mk32 vince la 2^ Coppa Faro Pesaro
Stefano Peroni su Martini Mk32 vince la 2^ Coppa Faro Pesaro
Coppa Faro. A Pesaro motori accesi per l’ultima prova del CIVSA
Coppa Faro. A Pesaro motori accesi per l’ultima prova del CIVSA
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
Drace protagonista di buone prestazioni alla Cividale Castelmonte
Drace protagonista di buone prestazioni alla Cividale Castelmonte
MANCIN VINCE IL TIVM, PER IL SECONDO ANNO DI FILA
MANCIN VINCE IL TIVM, PER IL SECONDO ANNO DI FILA
2^ COPPA FARO CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
2^ COPPA FARO CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
La 2^Coppa Faro esordisce nel Tricolore Salita Autostoriche
La 2^Coppa Faro esordisce nel Tricolore Salita Autostoriche
LEONESSA CORSE FESTEGGIA UN OTTIMO WEEKEND DI CORSE!
LEONESSA CORSE FESTEGGIA UN OTTIMO WEEKEND DI CORSE!
Elenco Iscritti 2^Coppa Faro
Elenco Iscritti 2^Coppa Faro
Massimo Sansone allo start della 2^Coppa Faro
Massimo Sansone allo start della 2^Coppa Faro
CLAUDIO BISCEGLIA AL VIA DELLA 2° COPPIA FARO, ULTIMO ATTO DEL CIVSA.
CLAUDIO BISCEGLIA AL VIA DELLA 2° COPPIA FARO, ULTIMO ATTO DEL CIVSA.
Paola Pascucci è la vincitrice del Tivm nord di classe E1-ITA 1600 Turbo
Paola Pascucci è la vincitrice del Tivm nord di classe E1-ITA 1600 Turbo
Cubeda è campione siciliano con record alla Termini Caccamo
Cubeda è campione siciliano con record alla Termini Caccamo
Alla 21ª Termini-Caccamo riscontri positivi per i portacolori RO racing.
Alla 21ª Termini-Caccamo riscontri positivi per i portacolori RO racing.
La 21^ ed. della Termini – Caccamo nel nome di Cubeda tra le moderne e Riolo tra le storiche
La 21^ ed. della Termini – Caccamo nel nome di Cubeda tra le moderne e Riolo tra le storiche
21^ edizione della Termini – Caccamo domani la gara al via alle 9
21^ edizione della Termini – Caccamo domani la gara al via alle 9
Al via della cronoscalata termitana la Scuderia RO racing con La Franca e Ferrauto.
Al via della cronoscalata termitana la Scuderia RO racing con La Franca e Ferrauto.
Dracepresente alla Cividale Castelmonte
Dracepresente alla Cividale Castelmonte
MANCIN, AD ALGHERO, VINCE E CONVINCE
MANCIN, AD ALGHERO, VINCE E CONVINCE
Cubeda al via della 21esima Termini Caccamo su Osella
Cubeda al via della 21esima Termini Caccamo su Osella
“2^ COPPA FARO”- E' INIZIATO IL COUNTDOWN PER LA GARA DI PESARO CHE DAL 11 AL 13 OTTOBRE CHIUDERA' IL CVSA
“2^ COPPA FARO”- E' INIZIATO IL COUNTDOWN PER LA GARA DI PESARO CHE DAL 11 AL 13 OTTOBRE CHIUDERA' IL CVSA
“Cronoscalata Scala Piccada” positiva per la Porto Cervo Racing.
“Cronoscalata Scala Piccada” positiva per la Porto Cervo Racing.
Diego Degasperi si gode il successo di Alghero
Diego Degasperi si gode il successo di Alghero
The Doctor sugli allori in Sardegna
The Doctor sugli allori in Sardegna
Daniele Filippetti della P&G Racing Conquista il Tivm nord Under 25 assoluto
Daniele Filippetti della P&G Racing Conquista il Tivm nord Under 25 assoluto
Degasperi su Osella si impone alla  58^ Alghero Scala Piccada
Degasperi su Osella si impone alla 58^ Alghero Scala Piccada
Lavieri su Ralt vince la 40^Coppa del Chianti Classico
Lavieri su Ralt vince la 40^Coppa del Chianti Classico
Atmosfera di grandi sfide alla 40^ Coppa del Chianti Classico
Atmosfera di grandi sfide alla 40^ Coppa del Chianti Classico
Scatta la 58^ Alghero Scala Piccada
Scatta la 58^ Alghero Scala Piccada
Pronti alle sfide i protagonisti della 58^ Alghero Scala Piccada
Pronti alle sfide i protagonisti della 58^ Alghero Scala Piccada
Vueffecorse sbarca in Sardegna.
Vueffecorse sbarca in Sardegna.
La Porto Cervo Racing allo start della “58ª Cronoscalata Alghero-Scala Piccada”.
La Porto Cervo Racing allo start della “58ª Cronoscalata Alghero-Scala Piccada”.
La 58^ Alghero Scala Piccada pronta alle verifiche
La 58^ Alghero Scala Piccada pronta alle verifiche
Doppia Trasferta Siciliana dai due volti per Vito Tagliente
Doppia Trasferta Siciliana dai due volti per Vito Tagliente
La 40^ Coppa del Chianti Classico pronta allo start con pieno d’iscritti
La 40^ Coppa del Chianti Classico pronta allo start con pieno d’iscritti
NELLA RIVIERA DEL CORALLO IL ROMBO DEI MOTORI È GIÀ ALTO IN VISTA DELLA 58AALGHERO – SCALA PICCADA:  WEEKEND DI GRANDI SFIDE SUI TORNANTI DELLA CRONOSCALATA CHE HA FATTO LA STORIA DELL’AUTOMOBILISMO
NELLA RIVIERA DEL CORALLO IL ROMBO DEI MOTORI È GIÀ ALTO IN VISTA DELLA 58AALGHERO – SCALA PICCADA: WEEKEND DI GRANDI SFIDE SUI TORNANTI DELLA CRONOSCALATA CHE HA FATTO LA STORIA DELL’AUTOMOBILISMO
Rosa Guerra

Rosa Guerra

Rally Race archiviato. Salviotti vince la classe.

Lunedì, 14 Ottobre 2019 10:41 Published in Rally
Rally Race archiviato. Salviotti vince la classe.
 
 
 
 
Concluso il Rally Race – Terre del Timorasso Derthona, una gara molto selettiva anche per il meteo che proponeva prove asciutte e bagnate in alternanza.
La scuderia EfferreMotorsport ha dovuto accusare alcuni di questi ritiri ma ha portato a podio anche qualche equipaggio.
La gara, che aveva come sede di partenza e arrivo la cittadina di Tortona (AL), vedeva al via prima le vetture storiche e poi le moderne.
Tra le vetture “anciennes” con il #203 c'erano l'equipaggio piacentino composto da Renato Paganini e Carmen Razza su Opel Ascona. Per loro un ritiro prima della prova #6 di Grondona.
Anche tra le vetture moderne segnaliamo il ritiro di Muscia-Moia su Peugeot 208 R2 sulla prova #4.
Ottima la gara di Andrea “Tigo” Salviotti e Susy Ghisoni sulla Suzuki Swift RS Plus, giunti 23° assoluti e vincitori di gruppo e classe, hanno preceduto Nussio-Nespoli, su Renault Clio N3, che nonostante 1'20” di penalità hanno conquistato il terzo posto di classe.
26° assoluto Antonio Madama e Giuseppe Sboarina, su Renault Clio Williams N3 , 4° di classe ed infine Claudia Spagnolo, che navigava Alberto Ciotti su Peugeot 106 RS, si è aggiudicata il 3° posto di classe e gruppo.
 
 
L'ufficio stampa

MM MOTORSPORT NELLA TOP TEN AL DUE VALLI

Lunedì, 14 Ottobre 2019 10:30 Published in Rally

MM MOTORSPORT NELLA TOP TEN AL DUE VALLI

Il team lucchese conquista il 10° posto assoluto ed il secondo nel monomarca Peugeot grazie all'incisiva

prova di Giacomo Guglielmini e Simone Giorgio, in gara con la 208 R2B.

 

 

 

Porcari (LU), 13 ottobre 2019 

Ancora un fine settimana sugli scudi per MM Motorsport, che rientra dal 37° Rally Due Valli, penultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally, con un significativo 10° posto assoluto.

A conquistare il prestigioso risultato, tenendo così alto l'onore del team lucchese, ci ha pensato l'equipaggio composto da Giacomo Guglielmini e Simone Giorgio, impegnati sulle strade scaligere con la Peugeot 208 R2B. L'equipaggio, iscritto per la Maranello Corse, è partito cauto, memore anche dell'uscita di strada nel finale del “Friuli”, sciogliendosi ed aumentando il ritmo con il passare dei chilometri. Il pilota di Montefiorino ha quindi trovato il passo giusto per mantenersi nei piani alti della classifica, ed allo stesso tempo senza prendere inutili rischi. Grazie anche al perfetto lavoro del team ed all'affidabilità della vettura preparata nell'officina di Porcari, aspetti che lo stesso Guglielmini ci tiene a rimarcare, MM Motorsport e l'equipaggio emiliano-ligure hanno così potuto festeggiare la top ten assoluta, la terza piazza tra le R2B, ma soprattutto il secondo posto nel contesto del Peugeot Competition 208 Rally Cup Top, obiettivo stagionale del driver emiliano: con i punti incamerati a Verona, Guglielmini si trova adesso ad un solo punto di distanza dalla leadership del monomarca, e potrà quindi giocarsi la vittoria finale nell'ultimo appuntamento in programma, sugli sterrati del Tuscan Rewind a metà novembre.

Dichiarazione di Manuela Martinelli“Torniamo a casa con l'ennesimo risultato di spicco colto in questa stagione. Giacomo è stato bravissimo nel gestire le varie fasi di gara, usando il cervello e rimanendo lontano dai guai, la squadra ha lavorato al meglio ed ora possiamo andare al Tuscan Rewind a giocarci le nostre carte, convinti di avere tutte le potenzialità per mettere le mani, insieme a Guglielmini, sul Peugeot Competition 208 Rally Cup Top.”

 

Nella foto (free copyright Riccardo Stecca): Giacomo Guglielmini e Simone Giorgio in gara al 37° Rally Due Valli con la Peugeot 208 R2B di MM Motorsport.

 

UFFICIO STAMPA MM MOTORSPORT

Il Rally Terra Sarda dei grandi numeri. Bilancio positivo per l'8ª edizione della gara organizzata dalla Porto Cervo Racing.

 

 

Un Rally che ha unito il mondo dello sport, alla cultura, alla promozione del territorio e alla campagna di sensibilizzazione alla sicurezza stradale. L'ottava edizione del Rally Terra Sarda (valida per la Coppa Rally di Zona ACI Sport e per il Sardegna Rally Cup) organizzata dalla Porto Cervo Racing, ha riscosso un grande successo tra gli equipaggi, gli addetti ai lavori e i tanti appassionati della specialità che non sono voluti mancare ad uno degli appuntamenti fissi e più attesi del calendario ACI Sport.

“Sono stati tre giorni impegnativi ma che ci hanno dato grandi soddisfazioni”, ha detto Mauro Atzei, presidente della Porto Cervo Racing, “vent'anni di attività, il diciottesimo rally che abbiamo organizzato. Da un punto di vista tecnico è andato tutto alla perfezione, un ringraziamento particolare a tutto lo staff, alle 300 persone che erano 'dietro le quinte' di questo evento, il loro lavoro è encomiabile.

Da un punto di vista sportivo è stata una bella gara, molto appassionante fino all'ultima speciale tra due equipaggi oltretutto della nostra scuderia, due grandi campioni dentro e fuori l’abitacolo come Vittorio Musselli, che con Claudio Mele si sono aggiudicati la gara nell’ultima prova speciale e Maurizio Diomedi con Mauro Turati secondi per pochi decimi dopo essere stati in testa per l’intera gara, loro, come tutti gli altri piloti, hanno deliziato con le loro performance il numerosissimo pubblico presente lungo tutto il percorso.

E' stata una festa, sono stati tre giorni in uno scenario unico come la Gallura, ringrazio il supervisore e il Collegio di gara per i complimenti ricevuti, le prove erano molto belle, a partire dallo shakedown, alla prova di Porto Cervo.

 

Ringrazio le Forze dell'Ordine, a chi ci ha dato un supporto non indifferente, al pubblico che si è comportato in modo egregio e le amministrazioni dei quindici comuni che ci hanno accolto a braccia aperte. Numerosi gli eventi collaterali organizzati, come la cittadina del Rally a Tempio nella quale c'era la possibilità di mostrare le bellezze del nostro territorio, tanti assaggi dei vini e tante degustazioni dei prodotti locali.

Quest'anno abbiamo studiato una campagna particolare riponendo molta attenzione al tema dell'ambiente con il Rally delle 3R che termina l’l1 ottobre con 150 studenti provenienti da diversi centri della Gallura che faranno parte integrante del nostro progetto a tutela dell’ambiente.

E ancora, abbiamo partecipato alla settimana dello sport, organizzato il convegno sulla sicurezza stradale ad Aggius e tante altre manifestazioni molto importanti”.

Notevole la copertura mediatica con dodici testate giornalistiche accreditate, trenta operatori della comunicazione tra giornalisti, operatori TV e fotografi e, per la prima volta, quasi dieci ore di diretta streaming del Rally Terra Sarda, dallo shakedown, alla cerimonia di partenza da Tempio Pausania, presentata, così come la cerimonia di premiazione (in diretta streaming) ad Arzachena, dal noto speaker radiofonico Tommy Rossi.

Numerosi i contatti attraverso le pagine social della Porto Cervo Racing, del Rally Terra Sarda e il sito del Team dal quale era possibile scaricare, sempre gratuitamente, la rivista di quasi novanta pagine, dedicata alla gara.

Il Rally, che ha coinvolto i comuni di Aggius, Aglientu, Arzachena, Badesi, Bortigiadas, Calangianus, Luogosanto, Luras, Santa Teresa Gallura, Sant'Antonio di Gallura, Olbia, Palau, Tempio Pausania, Trinità d'Agultu e Vignola e Viddalba, ha avuto un'importante ricaduta economica sul territorio: le strutture ricettive hanno registrato il tutto esaurito così come i ristoranti e i vari punti ristoro.

“E' stato un Rally avvincente, ricco di sorprese”, ha detto Andrea Biancareddu, assessore allo sport della Regione Sardegna”, “un Rally che ha fatto conoscere la Gallura dal mare alla montagna, seguito da tanta gente, con una grande organizzazione. Quello a cui tenevo maggiormente è il messaggio che è passato: il rally porta cultura, artigianato e promozione del territorio. L'epilogo è stata la vittoria di un mio concittadino, non posso che essere felice e fargli i miei migliori auguri. Da appassionato e assessore allo sport, non farò mancare il mio appoggio a queste manifestazioni”.

 

Grazie ai risultati positivi dei suoi equipaggi, la Porto Cervo Racing ha conquistato la coppa scuderia.

I primi due gradini del podio assoluto sono stati conquistati dai portacolori del Team Musselli-Mele (Volkswagen Polo R5) e Diomedi-Turati (Skoda Fabia R5). Canu-Piras (Mitsubishi Lancer Evo IX) hanno chiuso al 10° posto assoluto (secondi di classe N4 e di gruppo N), Locci-Sanna (Peugeot 208 R2B) al 15° assoluto (quarti di classe R2B), Cocco-Deiana (Peugeot 207 S2000) al 19° posto assoluto (primi di classe S2000 e terzi di gruppo), Murgia-Pilia (Peugeot 208 R2B) al 24° posto assoluto (quinti di classe R2B), Spezzigu-Piccinnu (Ford Fiesta R2B) al 27° posto assoluto, Pileri-Baglio (Peugeot 106) al 30° assoluto (secondi di classe N2), Tilocca-Pompei (Citroën Saxo) al 36° posto assoluto (quarti di classe N2) e Ladu-Demontis (Peugeot 208 R2B) al 40° posto assoluto. Gara sfortunata per Dore-Tocco (Citroën C2), Deriu-Pileri (Renault Clio), Ruzittu-Degosciu (Peugeot 106), Pau-Pau (Fiat Panda), Deiana-Salis (Renault Clio S1600) e Pittorru-Liceri (Renault Clio).

Il Rally Terra Sarda, che ha beneficiato della partnership della Regione Autonoma della Sardegna, del patrocinio dell'ACI Sport e come ente di appartenenza dell'Automobile Club Sassari, è stato inserito nel programma degli eventi organizzati dalla Porto Cervo Racing per i festeggiamenti dei primi vent'anni di attività del Team.

"E' stata un'edizione veramente speciale", ha concluso Mauro Atzei, "volevamo festeggiare i vent'anni della scuderia in modo particolare e, dal mio punto di vista, ci siamo riusciti ampiamente. Ringrazio gli sponsor, l'assessore al turismo della Regione Sardegna, il presidente della Regione Sardegna, l'assessore allo sport presente all'evento e le amministrazioni comunali, perchè il rally non si può fare senza il coinvolgimento del nostro territorio. Il Rally Terra Sarda è il rally di tutti, vi aspettiamo alla prossima edizione”.

Per tutte le informazioni potete seguire le pagine social della scuderia oppure visitare il sito www.portocervoracing.it.

 

L'ufficio stampa

 

LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE

Giovedì, 10 Ottobre 2019 22:49 Published in Salite

LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE

 

 

 

 

Sant’Angelo di Brolo 11 ottobre 2019

Doppio impegno per la Nebrosport in vista dell’imminente fine settimana motoristico del 12 e 13 ottobre 2019.

La scuderia santangiolese sarà infatti rappresentata sia alla seconda edizione dello Slalom Roccella-San Cataldo, che al sedicesimo Minislalom Città di Bagaladi.

Nel primo caso, organizzato Passione e Sport, lo slalom sarà valido per la Coppa Aci Sport 5° Zona e per il Campionato Siciliano di specialità. L’evento reggino, invece, è stato dalla Scuderia Aspromonte

Saranno ben due i portacolori Nebrosport presenti sui due diversi fronti.

A partire da Antonio Furnari sulle strade dello Slalom Roccella-San Cataldo. Galvanizzato dal terzo posto del Novara di Sicilia, il driver rossoblù si ripresenta al volante di Clio Williams in classe N2000 per trovare un’altra affermazione.

Varcando lo stretto di Messina, troviamo invece Francesco Di Stefano a bordo di A112 Abarth di classe S2, impegnato nel Minislalom Città di Bagaladi.

Anche lui aveva partecipato all’ultima edizione del Novara di Sicilia, conquistando il primato di classe, l’ambizione è quella di confermare l’alto livello di competitività.

 

SCUDERIA NEBROSPORT

MANCIN VINCE IL TIVM, PER IL SECONDO ANNO DI FILA

Giovedì, 10 Ottobre 2019 22:34 Published in Salite

MANCIN VINCE IL TIVM, PER IL SECONDO ANNO DI FILA

Il pilota di Rivà, grazie al secondo posto a Cividale, conquista il successo nella zona nord della serie tricolore, sulla Ferrari 458 Evo, bissando quello del 2018.

 

 

 

 

Rivà (RO), 10 Ottobre 2019 

Il Polesine si tinge di tricolore, per il secondo anno consecutivo, grazie a Michele Mancin, il quale è riuscito nell'intento di firmare, nuovamente, il Trofeo Italiano Velocità Montagna, questa volta salendo in classe GT Cup.

Nel 2018, alla guida della pluridecorata Citroen Saxo gruppo A, e nel 2019, al volante della Ferrari 458 Evo di Gaetani Racing, il pilota di Rivà ha centrato una doppietta inattesa, maturata nel penultimo appuntamento della stagione alla Cronoscalata Alghero - Scala Piccada.

In Sardegna il portacolori di Mach 3 Sport, assieme allo staff del team patavino, aveva intravisto la possibilità di tentare il colpaccio, grazie ad un regolamento che rendeva obbligatoria la partecipazione ad almeno tre eventi validi per il solo TIVM, al fine di non risultare trasparenti.

L'esperienza maturata sul finale della scorsa edizione della serie ha quindi drizzato le orecchie al polesano, il quale ha saputo sfruttare la ghiotta opportunità e, grazie al secondo posto di classe GT Cup ottenuto alla recente Cronoscalata Cividale - Castelmonte di Domenica scorsa, ha potuto inserire in una già nutrita bacheca il primo titolo nazionale sulla rossa di Maranello.

 

Un bottino reso ancor più importante dal secondo gradino del podio assoluto nel gruppo GT.

A pensarlo ad inizio stagione ci avrei messo la firma” – racconta Mancin – “perchè era semplicemente impossibile anche il solo immaginare di poter vincere un titolo nell'anno di debutto sulla Ferrari 458 Evo. I grazie da dire sono davvero tanti, prima di tutto a Gaetani Racing per avermi dato fiducia, lasciandomi nelle mani una vettura così performante. Tutto il team mi è sempre stato molto vicino e mi ha aiutato a crescere, di gara in gara. Grazie a tutti i partners che mi hanno sostenuto, soprattutto nella fase finale quando hanno dovuto affrontare uno sforzo ulteriore per portare a casa il titolo nel Trofeo Italiano Velocità Montagna 2019.”

Un ruolino di marcia invidiabile, quello di Mancin all'esordio: primo sul Costo, debutto assoluto sulla vettura del cavallino rampante, terzo a Verzegnis, primo ad Alghero e secondo a Cividale.

Quattro gare disputate” – aggiunge Mancin – “con due vittorie di classe, un secondo ed un terzo. Sempre a podio. Possiamo dire che è stata una stagione pressochè perfetta, per tutti noi. Un successo che va diviso con tutti quelli che han creduto nel nostro progetto 2019.”

Una Cividale - Castelmonte che, pur avendo visto il portacolori della scuderia polesana a podio, non è stata semplice, data la pressione per l'alta posta in palio messa in gioco.

A Cividale potevamo spingere un po' di più ma va bene comunque” – conclude Mancin – “perchè l'obiettivo era quello di portare a casa il titolo, cercando di non commettere errori. Ero un po' abbottonato, non sapendo come si sarebbe comportata la Ferrari su un tracciato così sconnesso e stretto. Alla fine è andata benissimo così. Un altro bel successo da archiviare.”

Immagini di Michele Mancin, in azione , a cura di Mach 3 Sport .

 

L'ufficio stampa

La 2^Coppa Faro esordisce nel Tricolore Salita Autostoriche

Giovedì, 10 Ottobre 2019 16:19 Published in Salite

La 2^Coppa Faro esordisce nel Tricolore Salita Autostoriche

Si completa con la gara pesarese organizzata da P & G Racing dall’11 al 13 ottobre il calendario di Campionato Italiano.

Il week end pesarese inizierà con le verifiche venerdì e sabato mattina, nel pomeriggio le ricognizioni e domenicale due salite di gara lungo i 3,8 km

 

 

 

 

Pesaro, 10 ottobre 2019.

La 2^ Coppa Faro, dall’11 al 13 ottobre, esordisce nel Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche e completa il calendario della serie tricolore ACI Sport con 87 iscritti.

La gara organizzata dalla P & G Racing emetterà altri verdetti tricolori in una competizione già molto apprezzata nella sua edizione d’esordio del 2018. Venerdì 11 prima sessione di verifiche dalle 15 alle 20 e dalle dalle 8 alle 10.30 di sabato 12, le sportive presso l’Hotel Flaminio e le tecniche presso l’ex Campo di Marte.

Sempre sabato alle 14.30 si accenderanno i motori delle auto da gara per le due salite di ricognizione sugli 3,8 Km della Sp Panoramica S. Bartolo.

Alle 9.15 di domenica 13 ottobre il Direttore di Gara Fabrizio Bernetti darà il via alla prima delle due salite di gara. Saranno dei duelli tricolori decisivi quelli di cui sarà teatro la gara marchigiana.

In 4° Raggruppamento duello toscano per il titolo, oltre che per il primato in gara, tra le Osella Pa 9/90 BMW di Piero Lottini e Uberto Bonucci, il pisano della Bologna Squadra Corse che comanda per 5 lunghezze sul senese del Team Italia, sfortunato nella recente gara di casa al Chianti, tradito da un guasto al propulsore.

 

Lottini spera di trovare la definitiva intesa con al sua biposto di cui ancora non è riuscito ad usare appieno il potenziale. I riflettori saranno puntati anche sul milanese Walter Marelli, incisivo ma incostante nelle presenze a causa di impegni personali.

Tra le sport nazionali arriva a Pesaro da leader e pronto ad alzare la Coppa, il laziale Dino Valzano sulla Symbol, ma in gara, tra gli altri troverà anche l’esperto giovane abruzzese Stefano Di Fulvio sulla Lucchini in versione Sport Nazionale spinta da motore Alfa Romeo, stessa motorizzazione anche per la Olmas di Andrea Bonucci.

Tra le auto turismo del 4° Raggruppamento Francesco Menichelli festeggerà il primato di classe N+2000 sulla BMW M3, come farà Claudio Bisceglia sulla Fiat Ritmo 105TC. Assalterà certamente il vertice della gara il toscano Stefano Peroni, il fiorentino leader di 5° Raggruppamento, che al volante della Martini Mk32 BMW, desidera riscattarsi dalla sfortuna subita al Chianti quando si è rotto un semiasse.

La ligure Gina Colotto per difendere il primato di classe 1000 con la Fiat Abarth SE033, dovrà duellare con il rimontante Maurizio Rossi su Formula Alfa Boxer.

Gioca in casa il marchigiano già tricolore Antonio Angiolani su March 783 F3. Gara decisiva anche per il 3° Raggruppamento dove l’emiliano Giuseppe Gallusi vorrà conquistare successo e titolo sulla Porsche 911, dopo le ultime gare non troppo fortunate per il Campione 2018.

Per completare il podio la sfida si allarga a Otello Ronchi in posizione da podio su Volkswagen Golf di classe T1600 e Ferdinando Morselli, anche il portacolori della Valdelsa Classic sulla Golf ma di classe GTS 1600. Il calabrese Aldo Pezzullo con la biposto Lola motorizzata Dallara di classe 1300cc potrà portare a casa la Coppa di classe, come tra le silhouette il trapanese di Bologna Salvatore Asta sulla performante BMW 2002 Ti.

Giuliano Peroni dovrà amministrare il vantaggio in 2° Raggruppamento dove il fiorentino al volante della Osella PA 3 BMW è saldamente in testa e dovrà duellare per il successo in gara con l’arrembante piemontese Mario Massaglia su biposto gemella, molto insidioso.

 

La sfida per completare il podio sarà quella decisiva tra le Porsche di gruppo GTS del 2° Raggruppamento, tra l’emiliano Giuliano Palmieri ed il siciliano Natale Mannino. Palmieri, alfiere della Bologna Squadra Corse, è reduce dal successo nel Campionato Europeo di Categoria sulla Carrera curata dal Team Balletti, mentre il portacolori Island Motorsport deve cercare l’indispensabile rimonta sulla 911 del Team Guagliardo dopo il guasto meccanico che lo ha fortemente rallentato al Chianti.

Altra appassionante sfida da seguire sarà quella tutta Alfa Romeo, tra le GTAM del lecchese Ruggero Riva, ad un passo dalla Coppa, contro il tenace emiliano Fosco Zambelli.

In 1° Raggruppamento anche se con il titolo Tricolore in mano, il ternano Angelo De Angelis sulla sempre ammirata Nerus Silhouette onora il campionato fino in fondo e cerca la gloria conclusiva nella gara marchigiana, dove invece il fiorentino e campione uscente Tiberio Nocentini è sempre più in rimonta sulla Chevron B19 Cosworth dopo un inizio in 4° raggruppamento dove il bravo pilota detiene ancora il comando di classe BC2000.

 

 

Vuole finire la stagione sul podio di raggruppamento con la vittoria di classe FT1300 il padron di casa Alessandro Rinolfi sulla Morris Mini Cooper in doppia veste, di pilota e organizzatore. Tra le sempre interessanti vetture, di nuovo in gara la Lancia Fulvia Barchetta del piemontese Giorgio Taglietti, la ricca di storia Alta Sports dell’appassionato e sportivissimo George Prugger e la Fiat 1100 Ala D’Oro di Tonino Camilli.

Coppa di classe da festeggiare anche per il bolognese Francesco Amante sulla bella Jaguar E-Type, gemella di quella del concittadino Vittorio Mandelli.

Classifiche Raggruppamenti Campionato Italiano dopo 9 gare valide: 1 Raggr.:1 De Angelis p 46; 2 Nocentini 33; 3 Rinolfi 31. 2 Raggr: 1 Peroni G. 62; 2 Palmieri 52; 3 Mannino 45. 3 Raggr.: 1 Gallusi 62; 2 Tessore 42; 3 Ronchi 21. 4 Raggr.:1 Lottini 44; 2 Bonucci 39; 3 Menichelli 30. 5 Raggr.: 1 Peroni S. 50; 2 Colotto 28; 3 Rossi 25.

Calendario CIVSA 2019: 5/7 aprile, 33^ Camucia - Cortona (AR); 26/28 apr, 12° Trofeo Storico Lodovico Scarfiotti (MC); 10/12 mag, Scarperia - Giogo (FI); 7/9 giu, 10^ Cronoscalata Storica dello Spino (AR); 22/23 giu, 23^ Lago Montefiascone (VT); 12/14 lug 38^ Cesana - Sestriere (TO); 26/28 lug, 31^ Bologna - Raticosa (BO); 13/15 set, 4^ Salita Storica Monte Erice (TP); 27/29 set, 40^ Coppa del Chianti Classico (SI); 11/15 ott 2^ Coppa Faro (PU).

 

L'ufficio stampa

 

“I PROTAGONISTI RACCONTANO”

Giovedì, 10 Ottobre 2019 16:00 Published in Altre Notizie

“I PROTAGONISTI RACCONTANO”: DOMENICA 13 OTTOBRE, AL CINEMA TEATRO ASTRA,

IL RITORNO DI DIVERSI PILOTI CHE HANNO DISPUTATO LA SAN GIUSTINO-BOCCA TRABARIA

IN OCCASIONE DELLA MOSTRA DEDICATA AI 50 ANNI DALLA PRIMA EDIZIONE

 

 

 

Ci saranno i fratelli aretini Mauro e Fulvio Braconi, grandi protagonisti ai tempi di Mauro Nesti ed Ezio Baribbi; ci saranno il casentinese Roberto Brenti e il tuderte Adriano Alcidi e ci saranno soprattutto i diversi piloti locali e del vicinato (Natale Massi, Valerio Mercati, Mario Mariotti e Artemio Bianchi, tanto per citarne alcuni), assieme a commissari sportivi, amministratori pubblici di allora e appassionati.

La mostra “Un profumo di benzina… mai svanito”, allestita dallo scorso 29 settembre e fino al 20 ottobre nei locali del cinema teatro Astra di San Giustino per ricordare la cronoscalata automobilistica San Giustino-Bocca Trabaria a distanza di 50 anni dalla prima edizione, arriva all’appuntamento clou, quello di domenica 13 ottobre alle ore 11: “I protagonisti raccontano” è infatti il titolo dell’incontro che costituisce una sorta di simpatica rimpatriata – sempre all’interno dell’Astra – fra coloro che la corsa l’hanno disputata in epoche diverse.

 

Con l’ausilio dei filmati che verranno proiettati sullo schermo e che, oltre a diverse edizioni della crono, riportano anche interviste e momenti particolari come la cerimonia di premiazione, verranno ripercorse le esperienze al volante non soltanto dal punto di vista tecnico-agonistico, ma anche sotto una veste più umana e persino goliardica. Il classico “dietro le quinte, insomma”, che contribuirà a rendere piacevole il ritorno a San Giustino degli ex piloti con un ricco buffet al termine della mattinata.

Anche questa iniziativa, come la mostra, è organizzata dall’associazione sportiva dilettantistica Melisciano Corse con il patrocinio dell’amministrazione comunale di San Giustino. Ricordiamo che la mostra è visitabile tutti i giorni dalle 16 alle 20 e il venerdì e il sabato dalle 16 alle 22.

 

Nelle foto:
  • Adriano Gradi, detto "Dipsacus", nell'edizione 1970 della cronoscalata
  • Mauro Sacchini con l'Alfa Romeo Gtam nell'edizione del 1973

San Giustino, 10 ottobre 2019

 

L'ufficio stampa

GIANESINI È SESTO AL RALLY DEL SEBINO

Giovedì, 10 Ottobre 2019 09:10 Published in Rally

GIANESINI È SESTO AL RALLY DEL SEBINO

 

Il pilota della Top Rally su Clio S1600 pregiudica la sua gara a seguito di un dritto nelle battute iniziali della combattutissima corsa bergamasca.

 

 

 

Sondrio 

Il Rally del Sebino si è dimostrato ancora ostico per Marco Gianesini. Il pilota valtellinese della Top Rally, ha affrontato la sfida bergamasca insieme a Fabrizio Cattaneo su una Renault Clio S1600.

Già nel corso delle prime battute però, il 53enne driver è incappato in un “lungo” che gli ha fatto perdere secondi preziosi che, alla luce di un elenco iscritti qualitativamente elevato, gli ha di fatto impedito di poter lottare per le posizioni di vertice.

Un terzo posto assoluto nell’ultima prova speciale ha risollevato l’animo di Gianesini che, al termine della corsa, ha firmato la sesta posizione assoluta a 30” dalla vetta.

“Al Sebino non sono mai particolarmente fortunato – spiega “Gomma” - ma devo ammettere che confrontarmi con questi piloti è sempre motivo di stimolo. Ovviamente l’intenzione è quella di riscattare quanto prima questa prestazione!”

 

L'ufficio stampa

 

 

CRZ ZONA 7 | LA ZONA PIÙ COMBATTUTA D’ITALIA FA I SUOI NOMI PER LA FINALE DI COPPA

Grande bagarre per la frazione a Sud della Coppa Rally di Zona. 17 piloti, un record di vincitori e qualificati per l’epilogo di Como.

Ora all’appello manca solo la Zona 3 che concluderà il preliminare.

 

 

 

Mercoledì 9 ottobre 2019 

Nella Coppa ACI Sport Rally di Zona si è chiusa anche la corsa nella Zona 7, composta da sette diverse regioni, l’intera porzione centro-meridionale dello stivale: Lazio – Molise – Abruzzo – Campania – Puglia – Basilicata – Calabria. Il percorso di qualificazione della “settima”, distribuito su sei tappe, è partito dal Rally Città di Casarano seguito dal Rally Terra di Argil prima della doppietta Rally del Salento e Rally di Roma – Città di Pico, entrambi appuntamenti “tricolore” a coefficiente 2. Quindi il Rally Porta del Gargano prima della chiusura con il Rally del Molise, andato in scena lo scorso fine settimana. Al termine della corsa sono ben 17 i piloti, i migliori nelle rispettive categorie, che hanno guadagnato l’accesso alla Finale Nazionale ACI Sport Rally Cup Italia, attesa il 25 e 26 a Como nel contesto del 38° Trofeo ACI Como. Un piccolo record di qualificati che potrebbe quindi permettere al Centro-Sud di essere il territorio con più presenze e rappresentanti nella gara lariana.

Davanti a tutti chiude Gianluca D’Alto. Il pilota salernitano ha iniziato con un buon bottino di punti grazie al quarto posto al Rally Città di Casarano, prima di centrare una pesante vittoria al Rally Terra di Argil sulla Skoda Fabia R5 insieme a Mirko Liburdi. La leadership per D’Alto si è consolidata poi con il quarto posto ottenuto a Pico, prima dell’ultimo gradino del podio nella gara sipontina. Proprio nel triangolo Manfredonia - Monte Sant'Angelo – Mattinata si è messo in evidenza il numero due della Zona 7 Giuseppe Bergantino. Percorso inverso infatti per il pilota di Manfredonia, che ha vinto la gara di casa alla terza presenza in Coppa, dopo la falsa partenza di Casarano su Ford Fiesta R5 e il riscatto a Roma con il secondo posto su Skoda Fabia R5. Tre risultati che assicurano comunque la qualificazione e il secondo posto assoluto a Bergantino davanti a Michele Campagna. Il podio assoluto ha il sapore della vittoria per il pilota ciociaro, che si è messo in mostra con tre vittorie consecutive in classe N3, per la quale si è assicurato quindi la vittoria nella Coppa con una gara d’anticipo. Su tutte da evidenziare la prestazione di Campagna a Pico, chiusa con il sesto assoluto al volante di Renault Clio RS.

Tre giovani piloti saranno chiamati a rappresentare la Zona 7 a Como. Si tratta di Riccardo Pisacane, vincitore della categoria Under 25 davanti a Angelo Mattia Mele e Domenico Felicita. Tre ragazzi che si sono distinti in tre categorie differenti. Il n°1 leccese Pisacane è uno dei più giovani piloti visti all’opera nella “settima”, in particolare evidenza soprattutto nel Città di Casarano e in Salento, due volte al secondo posto con Gianmarco Potera su Peugeot 206 RC in classe N3. Altro giovane, alto leccese, altro qualificato alla Finale Mattia Mele con una Renault Clio in R1C Nazionale. Ottimo bilancio stagionale per l’under di Campobasso Domenico Felicita, che ha collezionato le sue prime tre presenze in carriera con straordinario profitto al volante di Peugeot 208 R2B.

Per quanto riguarda il Gruppo N arrivano altri due successi di classe. Percorso netto e vittoria in tasca in N2 per Paolo Grazia che cala il tris Casarano-Salento-Gargano sulla Peugeot 106 Rally. Discorso differente per Andrea Rotondo che esordisce vincendo a Pofi su Mitsubishi Lancer Evo IX, firma tre presenze nella CRZ e si porta a casa la classe N4.

Fondamentale la partenza nella gara di casa per il giovane pilota di Casarano Federico Petracca, che alla vittoria in apertura su Renault Clio William aggiunge gli ottimi risultati di Gallipoli e Manfredonia per chiudere al primo posto in classe A7. Parte bene anche Marco Liguori che riesce a strappare il pass per la finale grazie al primato in classe A6, completando l’opera nelle ultime due gare del calendario su Citroen Saxo VTS. Bilancio ottimo anche per Albino Ferdinandi che vince la classe A5 con due pesanti successi nella gara capitolina e nell’ultima di Coppa su Peugeot 106.

Tre risultati utili e leadership su Peugeot 206 in Super 1600 per Libero Simone che, insieme a Rosario Navarra, può volare verso la finalissima. Primo per quanto riguarda classifica di classe R2B, la sempre molto affollata, il driver irpino Pierpaolo Siano in coppia con Lucio Fiorentino Iscaro su Peugeot 208 VTI, che chiude in bellezza con il podio di Campobasso.  Ottiene il passaggio in finale anche Alessio De Santis, che si aggiudica la classe R3C in virtù delle tre presenze collezionate in Coppa su Renault New Clio Sport, come Pietro Paolo Massaro leader tra le vetture RSTB 1.6.

Da sottolineare anche il successo nella classifica tutta al Femminile per Rossella Convertini, partita alla grande a Gallipoli con la Clio RS2.0 e nuovamente tra i migliori piloti di classe anche in Molise.

Al top tra gli Over 55 c’è Francesco Laganà, che ha iniziato la stagione su Skoda Fabia R5 con il settimo assoluto a Casarano, quindi proseguito in Salento su Abarth 124 Rally, poi nuovamente sulla R5 ceca nel rally foggiano dove si è piazzato sesto assoluto.

Questi i 17 per la Zona 7. Archiviata anche questa frazione manca soltanto la Zona 3 all’appello per la fase di qualificazione della Coppa Rally di Zona. Con il Rally Due Valli infatti si decideranno anche gli ultimi nomi candidati alla Finale, lista che attualmente è prossima alla quota 100.

GARE DISPUTATE: Rally Città di Casarano (14 aprile coeff.  1) - Rally Terra di Argil (5 maggio coeff. 1) - Rally del Salento (2 giugno coeff. 2) - Rally di Roma - Città di Pico (21 luglio coeff. 2) - Rally Porta del Gargano (8 settembre coeff. 1,5) - Rally del Molise (6 ottobre coeff. 1)

CONDUTTORI AMMESSI ALLA FINALE NAZIONALE RALLY CUP ITALIA 2019

Classifica assoluta:

1) D’Alto Gianluca – Liburdi Mirko; 2) Bergantino Giuseppe; 3) Campagna Michele

Classe N2

1) Garzia Paolo

Classe N3

1) Campagna Michele

Classe N4

1) Rotondo Andrea

Classe A5

1) Ferdinandi Albino

Classe A6

1) Liguori Marco

Classe A7

1) Petracca Federico

Classe Super 1600

1) Simone Libero – Navarra Rosario

Classe R2B

1) Siano Pierpaolo – Iscaro Fiorentino Lucio

Classe R3C

1) De Santis Alessio

Classe R5

1) D’Alto Gianluca – Liburdi Mirko

Classe RSTB 1.6

1) Massaro Pietro Paolo

Under 25

1) Pisacane Riccardo – Potera Gianmarco; 2) Mele Mattia Angelo; 3) Felicita Domenico

Over 55

1) Laganà Francesco

Femminile:

1) Convertini Rossella

ACCESSO ALLA FINALE

Al Rally valevole per la Finale Nazionale potranno partecipare, in base alla graduatoria che indicherà anche la classe ed il gruppo di ammissione, i seguenti conduttori:

- i primi tre classificati nella classifica generale finale di ciascuna delle Zone

- il primo classificato nelle classifiche di classe di ogni Zona del CRZ

- i primi 3 equipaggi classificati Under 25 di ogni Zona del CRZ.

- il primo classificato Over 55 nelle classifiche di ogni zona del CRZ

- l’equipaggio Femminile primo classificato in ogni zona della CRZ

Si sottolinea che per aggiudicarsi il titolo e il piazzamento nella rispettiva classifica il conduttore dovrà disputare regolarmente almeno tre gare.

PREMI IN PALIO

Oltre ai diversi premi d’onore e ai premi stabiliti per i vincitori della Coppa Rally ACI Sport di Zona, ACI Sport ha stabilito alcuni premi da assegnare ai vincitori della Finale Nazionale:

PREMI STAGIONE CRZ

Vincitore Assoluta: Il vincitore della classifica finale assoluta di ogni Coppa Rally di Zona avrà diritto, per la stagione successiva, all’iscrizione gratuita in tutte le gare valide per la CRZ della zona vinta.

Gli equipaggi che si saranno qualificati per concorrere all’aggiudicazione del titolo della Aci Sport Rally Cup Italia, avranno diritto alla iscrizione gratuita alla Finale Nazionale.

PREMI FINALE NAZIONALE

Vincitore assoluto della Finale Nazionale: diritto per la stagione successiva all’iscrizione gratuita in tutte le gare valide per la CRZ in una zona da lui scelta. Premio in denaro di 7.500 euro

Primi tre della classifica assoluta: diritto alla priorità del secondo elenco internazionale per la stagione 2020

Vincitore Classe: diritto al rinnovo gratuito della Licenza nella stagione successiva. Premio in denaro di 1.500 euro

Vincitore Under 25: Qualora il vincitore della classifica Under 25 partecipasse al CIR Junior 2020 avrà uno sconto di 20.000 euro sui pagamenti relativi all’iscrizione e partecipazione alla serie stessa. Premio in denaro di 1.500 euro

Primo Under 25: diritto di partecipazione al Supercorso Federale Rally ACI Sport 2019

Secondo e terzo Under 25: diritto di partecipazione al Corso Federale Rally ACI Sport 2019

Vincitore Femminile: Premio in denaro di 1.500 euro

Vincitore Over55: Premio in denaro di 1.500 euro

 

Classifiche sul sito ufficiale www.acisport.it/CRN

 

L'ufficio stampa

SCALZOTTO, AL DUE VALLI, SI GIOCA IL TUTTO PER TUTTO

Mercoledì, 09 Ottobre 2019 15:31 Published in Rally

SCALZOTTO, AL DUE VALLI, SI GIOCA IL TUTTO PER TUTTO

 

Il pilota vicentino, sulla Swift 1.6 R1 di Baldon Rally, è pronto per la sfida da dentro o fuori mentre nel nazionale saranno tre i locali sulle vetture del sodalizio vicentino.

 

 

 

 

Castelgomberto (VI), 09 Ottobre 2019 

Uno scontro senza appello, quello che attende il prossimo fine settimana Andrea Scalzotto, desideroso di puntare in alto al Rally Due Valli.

L'ultimo atto del Campionato Italiano Rally e dell'annesso girone della Suzuki Rallye Cup, in programma tra Venerdì e Sabato prossimi a Verona, vedrà il pilota di Baldon Rally, fresco vincitore del titolo di migliore Under 25 nella serie CIWRC del monomarca giapponese, deciso a concludere nel miglior modo possibile una stagione che lo ha già visto protagonista assoluto.

Tra le piccole di casa Suzuki si preannuncia una lotta senza tregua, in virtù di una classifica che vede al comando Poggio, seguito da un trittico composto da Scalzotto, in gara con Daniele Cazzador, Peloso e Rivia, tutti a quota sessantuno punti e lontani tre lunghezze dalla vetta.

I motivi per guardare all'evento scaligero con ottimismo non finiscono qui infatti nel Campionato Italiano R1 l'alfiere di Baldon Rally figura al terzo assoluto, a pari punti con Poggio e lontano uno soltanto da Rivia, secondo, mentre sono venti quelli di margine di Campanaro, medesima situazione riflessa anche in chiave di Seconda Divisione.

Scalzotto si conferma giovane di belle speranze, avendo in cassaforte il titolo di migliore Under 25, grazie ai ventitre punti di vantaggio su Borgato nel tricolore dedicato alle piccole R1.

 

Per Andrea, qui al Due Valli, la carne al fuoco è davvero tanta” – racconta Baldon (titolare Baldon Rally) – “e siamo certi che vorrà riscattarsi dal mancato successo nel girone CIWRC della Suzuki Rallye Cup. La vettura c'è, il pilota è di indiscusso valore quindi dobbiamo solo augurarci che vada tutto per il meglio e che sia soltanto il cronometro a decidere. Siamo fiduciosi per un finale di stagione da protagonisti, così come lo è stato per tutto il 2019.”

 

Un Due Valli non solo incentrato sul CIR ma anche sulla Coppa Rally ACI Sport, in quarta zona, con tre vetture affidate a piloti locali, i quali cercheranno di ben figurare sulle strade di casa.

Ad aprire il tridente ci penserà, in classe A5, Luca Guglielmini, il quale sarà affiancato da Mattea Modenini su una Peugeot 106 Rallye, precedendo gli altri due iscritti tra le vetture di produzione e, più precisamente, Francesco Allegrini, alle note Davide Spada, e Mirko Cecchin, in coppia con Massimo Boni, sempre al volante delle trazioni anteriori della casa transalpina.

 

Siamo impegnati su duplice fronte” – aggiunge Baldon – “perchè, oltre a quello con Andrea nell'ambito del Campionato Italiano Rally e della Suzuki Rallye Cup, avremo tre equipaggi di casa che vorranno sicuramente ottenere un buon risultato di fronte al proprio pubblico. Avremo Guglielmini in A5, giovane veronese che si presenterà al debutto in una gara insidiosa come il Due Valli, il quale sarà seguito da altri due casalinghi, Allegrini e Cecchin, impegnati in classe N2. Per il primo si tratterà di un Due Valli di riscatto, dopo il ritiro al Rally della Valpolicella mentre, per Cecchin l'obiettivo sarà quello di migliorare il quinto posto ottenuto nell'ultima uscita. Noi siamo pronti per questa sfida e daremo, come sempre, il massimo per i nostri piloti.”

Immagine, di repertorio, di Andrea Scalzotto, in azione nel precedente Rally San Martino di Castrozza 2019 , a cura di Suzuki Italia .

L'ufficio stampa