La Scuderia Nebrodi Racing sbarca in Sardegna
La Scuderia Nebrodi Racing sbarca in Sardegna
Weekend dal doppio impegno per la Porto Cervo Racing: Cronoscalata di Tandalò e Rally di Chiusdino
Weekend dal doppio impegno per la Porto Cervo Racing: Cronoscalata di Tandalò e Rally di Chiusdino
La 50^ Cronoscalata della Castellana è finale Nazionale TIVM
La 50^ Cronoscalata della Castellana è finale Nazionale TIVM
MERLI PREMIATO IN SPAGNA DALLA FIA
MERLI PREMIATO IN SPAGNA DALLA FIA
Assegnate le validità CIVM 2023
Assegnate le validità CIVM 2023
Buona la prima per Vincenzo Cimino sulla Ferrari 458 della Scuderia Suparchallenge.
Buona la prima per Vincenzo Cimino sulla Ferrari 458 della Scuderia Suparchallenge.
Tandalò, perché no?
Tandalò, perché no?
DEGASPERI VINCE L'IGLESIAS - SANT'ANGELO
DEGASPERI VINCE L'IGLESIAS - SANT'ANGELO
E-CIVM MSC: Vittoria di Maurizio Capuzzo alle Svolte di Popoli
E-CIVM MSC: Vittoria di Maurizio Capuzzo alle Svolte di Popoli
La 6^ Cronoscalata di Tandalò scalda i motori e prepara un altro grande spettacolo
La 6^ Cronoscalata di Tandalò scalda i motori e prepara un altro grande spettacolo
ACI Salerno conquista le finalissime
ACI Salerno conquista le finalissime
16a Bologna-San Luca  Gara di Velocità in Salita per Auto Storiche
16a Bologna-San Luca Gara di Velocità in Salita per Auto Storiche
La Cronoscalata della Castellana ora guarda alla 50^ edizione
La Cronoscalata della Castellana ora guarda alla 50^ edizione
Vito Tagliente chiude con una vittoria il suo 2022 in salita
Vito Tagliente chiude con una vittoria il suo 2022 in salita
Si conclude con un podio a Orvieto la stagione agonistica di Angelo “The Doctor” Loconte
Si conclude con un podio a Orvieto la stagione agonistica di Angelo “The Doctor” Loconte
BIS DI DEGASPERI, NUOVO SIGILLO SUL TIVM
BIS DI DEGASPERI, NUOVO SIGILLO SUL TIVM
Onore alla Sicilia dalla Cronoscalata La Castellana
Onore alla Sicilia dalla Cronoscalata La Castellana
Faggioli fa il bis alla 49^ Cronoscalata della Castellana di Orvieto
Faggioli fa il bis alla 49^ Cronoscalata della Castellana di Orvieto
Successo per la Rievocazione Storica Caprino-Spiazzi
Successo per la Rievocazione Storica Caprino-Spiazzi
16^ Bologna-San Luca   Gara di Velocità in Salita per Auto Storiche
16^ Bologna-San Luca Gara di Velocità in Salita per Auto Storiche
Pronta una avvincente 49^ Cronoscalata della Castellana di Orvieto
Pronta una avvincente 49^ Cronoscalata della Castellana di Orvieto
MSC E-CIVM: Manolo Polonioli fa suo il primo appuntamento alla Coppa Nissena
MSC E-CIVM: Manolo Polonioli fa suo il primo appuntamento alla Coppa Nissena
La 49^ Cronoscalata della Castellana è entrata in fase clou
La 49^ Cronoscalata della Castellana è entrata in fase clou
Angelo “The Doctor” Loconte già in modalità race   a Orvieto per la finalissima TIVM
Angelo “The Doctor” Loconte già in modalità race a Orvieto per la finalissima TIVM
Ad Orvieto sfida di fine stagione per i migliori del TIVM
Ad Orvieto sfida di fine stagione per i migliori del TIVM
Presentata la 49^ Cronoscalata della Castellana con 237 iscritti
Presentata la 49^ Cronoscalata della Castellana con 237 iscritti
Cassibba alla finale di Orvieto
Cassibba alla finale di Orvieto
Torna la Rievocazione Storica Caprino-Spiazzi con oltre 60 vetture.
Torna la Rievocazione Storica Caprino-Spiazzi con oltre 60 vetture.
VITTORIA DI CHRISTIAN MERLI NELLA 19ª SUBIDA ARONA TENERIFE (SPAGNA)
VITTORIA DI CHRISTIAN MERLI NELLA 19ª SUBIDA ARONA TENERIFE (SPAGNA)
La 49^ Cronoscalata della Castellana già oltre quota 200
La 49^ Cronoscalata della Castellana già oltre quota 200
Caprino Veronese pronto ad accogliere la festosa Rievocazione della Caprino-Spiazzi
Caprino Veronese pronto ad accogliere la festosa Rievocazione della Caprino-Spiazzi
Il sogno ora è realtà: la «Levico Vetriolo» torna nel calendario motoristico nazionale
Il sogno ora è realtà: la «Levico Vetriolo» torna nel calendario motoristico nazionale
MERLI IN GARA NELLA 19ª SUBIDA ARONA A TENERIFE (CANARIEA – SPAGNA)
MERLI IN GARA NELLA 19ª SUBIDA ARONA A TENERIFE (CANARIEA – SPAGNA)
Il sogno ora è realtà: la «Levico Vetriolo» torna nel calendario motoristico nazionale
Il sogno ora è realtà: la «Levico Vetriolo» torna nel calendario motoristico nazionale
La 49^ Cronoscalata della Castellana è sicurezza, agonismo e storia
La 49^ Cronoscalata della Castellana è sicurezza, agonismo e storia
SCOPEL VINCE IL TIVM IN ZONA NORD
SCOPEL VINCE IL TIVM IN ZONA NORD
MSC E-CIVM 2022 alle porte, 6 tappe da vivere full gas
MSC E-CIVM 2022 alle porte, 6 tappe da vivere full gas
Stagione da incorniciare per Manuel D'Antoni
Stagione da incorniciare per Manuel D'Antoni
Brilla Riolo anche nell’ultima del Tricolore Auto Storiche
Brilla Riolo anche nell’ultima del Tricolore Auto Storiche
Francesco Conticelli su Nova Proto vincitore della Monti Iblei 2022
Francesco Conticelli su Nova Proto vincitore della Monti Iblei 2022
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

DL Racing in lotta ai vertici fra Misano e Portimao

Lunedì, 07 Novembre 2022 18:50 Published in Pista

DL Racing in lotta ai vertici fra Misano e Portimao

Per la scuderia milanese arrivano degli importanti piazzamenti sia nel Porsche Club GT con il viterbese Fossati sia nelle Finali Mondiali del Lamborghini Super Trofeo con il barasino Giannoni

 

 

Milano. Si è concluso con punti e piazzamenti importanti il weekend di corse che vedeva impegnata la scuderia DL Racing in campo nazionale e internazionale fra il Misano World Circuit e l’Autodromo dell’Algarve a Portimao, in Portogallo, fra i gran finali di diversi monomarca Porsche e Lamborghini e in tutte le condizioni: notte e giorno e asciutto e bagnato.

La compagine milanese saluta con grande soddisfazione l’ultimo round del Porsche Club GT andato in scena il 5-6 novembre a Misano Adriatico con impegnato Antonio Fossati, alle prese con le prime esperienze alla guida in pista della 911 GT3 Cup, ma in grande progressione nei tempi sul giro. Per il pilota viterbese si trattava soltanto della terza presenza in assoluto e la prova è stata superata a pieni voti anche durante le prove ufficiali che per la prima volta si sono svolte in notturna sabato sera. Con la Porsche di classe DSW 991 Cup da quasi 500 cavalli gestita da Krypton Motorsport e nei colori DL Racing, Fossati ha sfoggiato una prestazione figlia di tenace applicazione e di carattere e ha concluso la stagione con un promettente quarto posto assoluto, con riscontri che gli hanno addirittura consentito di chiudere non lontano dal podio. Un’iniezione di fiducia per pilota e staff che ora possono guardare al 2023 con rinnovate prospettive.

 

 

A Portimao sono invece andati in scena l’ultimo round del Lamborghini Super Trofeo Europe (il 2-4 novembre) e nel weekend le “Grand Finals” mondiali dello stesso monomarca della casa di Sant’Agata Bolognese. DL Racing era in gara con la Lamborghini Huracan ST Evo2 da 620 cavalli numero 96 gestita dalla Target Racing con al volante Raffaele Giannoni. Nel corso di quasi una settimana di prove e gare il driver di Sant’Angelo Lodigiano ha dovuto affrontare il tecnico e impegnativo circuito portoghese nelle diverse condizioni, bagnato compreso, e ha saputo competere sempre sul filo della top-5. Nella finale della serie europea ha concluso la stagione con due preziosi sesti posti nella AM Cup, mentre nelle due gare “mondiali” Giannoni ha conquistato una sesta e un’ottava piazza (quest’ultima nonostante due penalità per track limits), ben figurando al cospetto di ben 35 Lamborghini al via delle corse.

MARCO GIANESINI RITROVA LA PISTA IN OCCASIONE DELLO SPECIAL RALLY CIRCUIT

Ad un anno di distanza il pilota valtellinese torna nel circuito brianzolo in occasione dello Special Rally Circuit by Vedovati; con Fabrizio Cattaneo userà una Skoda Fabia Rally2 Evo dell’Erreffe.

 

 

Sondrio- Un anno fa al “Monzino” terminò nono assoluto; quest’anno Marco Gianesini vuole riprovare ad entrare nuovamente nella top ten in un rally circuit e ancora una volta teatro della sfida sarà l’autodromo di Monza dove tra sabato 12 e domenica 13 si correrà lo Special Rally Circuit organizzato dalla Vedovati Corse. Insieme al bergamasco Fabrizio Cattaneo, Gianesini affronterà la sfida a bordo di una Skoda Fabia Rally2 Evo dell’Erreffe Rally Team proprio come quella con cui si è classificato secondo assoluto allo scorso Coppa Valtellina. “È dall’Adria Rally Show di due anni fa che non corro con Fabrizio – afferma il pilota della scuderia Top Rally- ed ora torniamo insieme in un altro circuito, quello prestigioso di Monza. Sono felice perché per noi sarà un momento di festa come tutte le volte che condividiamo l’abitacolo. Il divertimento è assicurato!” Lo Special Rally Circuit di Vedovati si correrà sabato 12 e domenica 13; nella prima giornata i concorrenti si dedicheranno alle ricognizioni e allo shakedown mentre nella seconda l’appuntamento è con i cronometri che sanciranno i vincitori dopo le quattro prove in programma e gli oltre ottanta chilometri di speciali.

UN NUOVO TITOLO PER NDM TECNO: SUCCESSO DI MARCO ZANIN ALLA FINALE DI COPPA ITALIA A CASSINO

L’evento finale delle Coppe di zona, ha incoronato vincitore nella categoria Rally5 il più giovane dei due fratelli veneti, che ha così proseguito il trend positivo della sua prima annata agonistica, evidenziata da costanti piazzamenti da podio. Al suo fianco c’era l’abituale copilota del fratello Mattia, Fabio Pizzol, la cui esperienza ha avuto “peso” per il risultato.

 

 

07 novembre 2022  Un nuovo alloro è arrivato in bacheca di NDM TECNO, la struttura tecnico-sportiva di Massarosa che fa capo a Leonardo Bertolucci, sempre più riferimento nazionale per quanto riguarda le vetture da rally di casa Renault.

Alla finale unica nazionale della Coppa Italia, il Rally del Lazio Cassino-Pico, provincia di Frosinone, nel fine settimana appena trascorso, il giovanissimo Marco Zanin, al via con una Renault Clio, al suo primo anno di gare ha centrato la vittoria nella categoria Rally5. La due giorni di rally nella zona del cassinate, con al via il meglio del rallismo delle nove aree geografiche delle gare di rally in Italia, è stata assai difficoltosa, date soprattutto le condizioni meteorologiche avverse e corsa su strade tanto veloci quanto anche tecniche con asfalto spesso indecifrabile, dove le difficoltà erano dietro ad ogni curva.

Per l’occasione Zanin, portacolori della scuderia Vimotorsport, era affiancato dall’abituale copilota del fratello Mattia, Fabio Pizzol, la cui esperienza ha avuto un peso determinante per il risultato e con il quale ha suggellato una stagione si alto profilo, caratterizzata tre vittorie di categoria nella 4^ zona, da Piancavallo, a Scorzè sino al “Friuli”, tre “centri” che gli hanno assicurato la qualificazione alla finale.

Un percorso sportivo disegnato per la maturazione del giovane driver di Conegliano Veneto, per il quale, avendo concluso con una vittoria, ma soprattutto facendo vedere ottime qualità di base, si “vede” già un futuro di livello.

 

Nella foto : MARCO ZANIN in azione (by Simonelli)

 

#NDMtecno  #mcracing #Rally #Rallye #Motorsport #PassionForExcellence #fullgas #RacingIsLife #RenaultClioRally4 #RenaultClioRally5  #CoppaItalia

 

 

UFFICIO STAMPA

ANDREA VOLPI DA TOP TEN ALLA FINALE DELLA COPPA ITALIA A CASSINO

Un settimo assoluto, primo dei non iscritti alla finale, per il pilota elbano, che si è aggiudicato anche di due trofeo Michelin legati alla finale. Perfetto il feeling con la Polo, con al fianco per la prima volta la spezzina Simona Righetti.

 

 

07 novembre 2022

Prestazione d’effetto, per Andrea Volpi, nel fine settimana appena passato, al via del Rally del Lazio Cassino-Pico, finale unica nazionale della Coppa Italia Rally 2022.

Di nuovo al volante della VolksWagen Polo R5 della Pool Racing, il pilota di Portoferraio portacolori della Scuderia ProRacing, con al fianco per la prima volta la spezzina Simona Righetti, ha conquistato la settima posizione assoluta, primo dei non iscritti alla finale.

La gara di Cassino aveva al via praticamente il meglio del rallismo riferito alle nove zone della Coppa Italia e si è disputata con l’incertezza del maltempo, due giorni decisamente difficili dove Volpi ha dovuto soprattutto concentrarsi per trovare il miglior feeling con la vettura tedesca, usata per la prima volta a Pistoia ad inizio ottobre e soltanto nelle prime battute del “Collne Metallifere” due settimane fa, finito con un ritiro per cause tecniche.

L’appuntamento era particolarmente “caldo”, dato anche dalla validità della Michelin Rally Cup, dove Volpi, dopo essersi aggiudicato la vittoria per la sesta zona del trofeo organizzato dal gommista transalpino, si è aggiudicato la vittoria anche nella classifica prevista nella R Italian Trophy.

Un finale di stagione dunque di alto profilo, quello di Volpi, che ha disputato una gara tattica, viste le diverse incognite che aveva davanti, prima fra tutte il non conoscere le strade laziali, oltre che essere affiancato per la prima volta dalla brava copilota Righetti: la gara era partita dalla nona posizione, per poi vederlo arretrare fuori dalla top ten in tredicesima posizione a metà gara. La parte finale del rally è stata quella della reazione concreta, finendo quindi con un risultato di pregio. Risultato che premia la costanza, l’impegno continuo del driver elbano, che proseguire quindi al meglio la lunga tradizione dei piloti da rally isolani.

IL COMMENTO DI ANDREA VOLPI: “Un risultato importante, dico. Voglio ringraziare in primis chi ha lavorato per tutto questo. Da mia moglie Paola, poi Simona Righetti, la mia strepitosa naviga per avermi sopportato ed aiutato in momenti critici e per il suo superlativo lavoro. Un grazie di cuore al team, a Paolo e Benedetta Bellingeri, per la “super Polo” che ci hanno fornito, i consigli dell’insostituibile Claudio Arzà, poi Gianandrea Pisani e compagna, il mio super fans club, i tanti amici che mi sostengono sempre e la mia famiglia che da casa non mi ha lasciato solo un minuto. Un particolare ringraziamento va a Bardahl, il principale sponsor della stagione, il suo supporto è stato determinante, insieme a tutti gli altri partner”.

 

FOTO SIMONELLI

 

Ufficio Stampa

Il Rally del Brunello “si accende” con i colori Martini

Lunedì, 07 Novembre 2022 18:24 Published in Rally

Il Rally del Brunello “si accende” con i colori Martini

 Il brand italiano partner del doppio appuntamento proposto da Scuderia Etruria Sport in collaborazione con Deltamania Montalcino, in programma da venerdì 9 a domenica 11 dicembre e valido per il Campionato Italiano Rally Terra e Campionato Italiano Rally Terra Storico. Apertura affidata a “Martini”, marchio al centro della serata prevista per giovedì 8 dicembre, a Montalcino. 

 

 

 

Montalcino (SI), 7 novembre 2022

Si arricchisce di nuove tonalità, il Rally del Brunello. La manifestazione, organizzata da Scuderia Etruria Sport in collaborazione con Deltamania Montalcino ed in programma sulle strade della provincia di Siena da venerdì 9 a domenica 11 dicembre, abbraccerà le inconfondibili linee di Martini, brand che ha legato i propri colori alla storia del rallismo di “casa nostra”, rendendosi parte integrante di un progetto vincente che ha fatto leva - in passato - sul binomio Lancia e Campionato del Mondo Rally.

Il Rally del Brunello manderà in archivio il Campionato Italiano Rally Terra ed il Campionato Italiano Rally Terra Storico, occasione che eleverà gli sterrati di Montalcino al ruolo di decisivo giudice per le sorti delle due espressioni del Tricolore 2022 e che coinvolgerà Martini in una serata di presentazione del doppio evento in programma giovedì 8 dicembre a Montalcino, in Via Matteotti 22, all’interno della Taverna di Baietto. Ospiti della serata dedicata alla “griffe” del rallismo italiano saranno alcuni tra i protagonisti più attesi del confronto, valorizzato nelle sue due espressioni agonistiche da altrettanti contraddistinti format, con il brand Martini a caratterizzare la vigilia di un Rally del Brunello da “grandi firme”.

Tutte le informazioni sono disponibili all’indirizzo https://rallydelbrunello.com/

 

 

Nelle foto (free copyright Aci Sport): una Lancia Delta (Pellegrini-Grossi) con i colori Martini, in gara nella precedente edizione del Rally del Brunello

TITOLO “ROSA” PER MOVISPORT: SARA MICHELETTI CONQUISTA LA COPPA ITALIA FEMMINILE

Nuova e vibrante soddisfazione per i colori reggiani, che hanno inanellato una nuovo trofeo, quello femminile nella finale di Coppa Italia, ad opera della lady driver lombarda. Soddisfazioni anche da Antonio Rusce, quarto assoluto, a conferma dell’ottimo stato di forma del pilota di Rubiera. Questo fine settimana si apre un nuovo scenario con quattro partecipazioni a Cingoli, per l’ultima prova tricolore su terra, in cerca di continuità da costanti soddisfazioni in ogni gara dove i portacolori della scuderia prendono parte.

 

 

Reggio Emilia, 07 novembre 2022 – Un nuovo trofeo è andato a impreziosire la bacheca di Movisport, nel fine settimana appena concluso. Si tratta di un trofeo speciale, “rosa”, in modo particolare, in quanto è riferito a alla vittoria del titolo di Coppa Italia femminile conquistato da Sara Micheletti e Miriam Marchetti, con la Skoda Fabia R5.

Marchetti e Micheletti hanno vinto l’alloro in coincidenza con la finale unica del Rally del Lazio Cassino-Pico, chiudendo il cerchio di una stagione da grandi firme in contesti decisamente competitivi trascorsi durante l’intera annata nella Coppa Rally di seconda zona. Quattro le gare disputate prima della finale nel Lazio dalla coppia “rosa” di Movisport, con due occasioni nella top ten assoluta ed un ritiro, delineando una stagione quindi da grandi firme suggellata proprio in provincia di Frosinone in una gara sofferta per via del maltempo, terminata in 22^ posizione assoluta tra i finalisti.

Alla stessa gara di Cassino non è mancata poi la firma, a tratto marcato, di Antonio Rusce, in coppia con Sauro Farnocchia su un’altra Fabia R5. Quarti assoluti, risultato quindi di pregio, al termine di una gara tirata ed imprevedibile, dove il driver di Rubiera, ben guidato dall’esperto copilota toscano ha saputo trarre il massimo possibile, facendola di nuovo da protagonista sfiorando il podio assoluto. Luca Fiorenti - Daniel Pozzi, anche loro con una Fabia R5, hanno finito invece in 14^ posizione assoluta, perfetta conclusione di una stagione anche in questo altisonante in seconda zona.

Quattro, invece, le presenze per la 2^ Ronde Halloween, a San Marino, che ha registrato il pieno di iscritti ed ha registrato anche altrettanti nuovi podii dei portacolori Movisport.  

Davide Incerti - Monica Debbi (Citroen DS3) e Alex e Alfonso  Ferrari (Peugeot 208 Rally4) hanno primeggiato nelle rispettive classi R3 e Rally4, Filippo Cordani - Matteo Padovani (Renault Clio) hanno chiuso in seconda posizione di Rally5 e, per lo storico, Alessandro Bolzani - Daniele Benedetti, su una Opel Kadett GSI hanno terminato terzi di classe ma soprattutto quarti assoluti.

TORNA LA SFIDA TRICOLORE SU TERRA AL “MARCHE”.

Tornano le gare sterrate, il 15. Rally delle Marche a Cingoli, nel maceratese, penultima prova del Campionato Italiano rally Terra (CIRT) e tornano sfide spettacolari. Con quattro alfieri di Movisport, questo fine settimana decisi a movimentare la situazione in vista del rush finale. Skoda Fabia R5 per il versiliese Emanuele Dati, in coppia con Giacomo Ciucci, in cerca di un riscatto da un “San Marino”, in luglio deludente, condizionato dal ritiro per problemi alla trasmissione. Con all’attivo un quarto posto di forza al Rally Adriatico, Dati e Ciucci contano dunque di nuovo sulle strade marchigiane per riprendere ritmo e avanzare in classifica, per migliorare il decimo posto in cui si trovano.

Torna anche il veronese Luca Hoelbling, certamente “gasato” dalla solare prestazione fornita al recente “due Valli”, gara per lui di casa.  In coppia con Righetti su una Skoda Fabia R5 torna sugli sterrati dallo scorso marzo, dalla bella prestazione, quinto assoluto, a Foligno, ovviamente cercando un nuovo risultato di vertice.

Alessandro Taddei, affiancato da Andrea Gaspari, Skoda Fabia R5, torna in gara dopo due anni, avendo saltato il Rally in Portogallo del 2021 per incidente allo shakedown. Ultima  gara fatta dunque il “Tuscan Rewind” del 2020 dove firmò la decima piazza assoluta. Infine, torna Piergiorgio Bedini, in coppia con Andrea Albertini. Il modenese salirà di nuovo sulla Ford Fiesta N5 usata in primavera al Master Show di Vallefoglia

Allo Special Rally Circuit Vedovati, sul circuito di Monza, Guido Zanazio, in coppia con Brusa, saranno della partita con la Ford Fiesta WRC “Plus”.

                                                       

Nella foto: Micheletti-Marchetti in azione (foto Chiara Colella)

 

#Rally #Rallye #Movisport #PassionForExcellence #Motorsport #RacingIsLife

 

 

UFFICIO STAMPA

A Sarno verso il gran finale della prova d’apertura della WSK Final Cup

Torna il sereno dopo la pioggia di venerdì e sul Circuito Internazionale Napoli le manches di sabato indicano i maggiori protagonisti della prima prova della WSK Final Cup.  

 

 

Sarno (ITA), 05.11.2022

Il momento critico della forte pioggia delle prima giornata di venerdì della WSK Final Cup a Sarno è solamente un ricordo. Sul Circuito Internazionale Napoli è tornato un tempo decisamente clemente, e la seconda giornata di sabato dedicata alle manches si è svolta in piena regolarità.

I piloti, provenienti da 46 nazioni, hanno potuto finalmente esprimersi al meglio, nonostante al mattino ancora qualche goccia di pioggia ha continuato a bagnare i 1550 metri dell’asfalto del circuito campano. Tutto regolare quindi nelle manches di sabato, solamente la MINI e la OKJ concluderanno le loro gare eliminatorie domenica mattina a causa del maltempo di venerdì che ha fatto slittare parte del programma.

In gara a Sarno le quattro classiche categorie di KZ2, OK, OKJ e Mini, con tanti protagonisti impegnati ad acquisire i primi importanti punti in vista del secondo e ultimo round della WSK Final Cup il prossimo weekend a Lonato per l’evento conclusivo che assegnerà i titoli di categoria della stagione.

Diretta TV Streaming nel sito Wsk e su Motorsport.tv.

Il programma di domenica 6 novembre sul Circuito Internazionale Napoli di Sarno prevede le ultime manches della MINI e della OKJ con inizio alle ore 9:10, quindi la fase finale in diretta TV Streaming nel sito wsk.it e su Motorsport.tv con le Prefinali dalle 11:10 e le Finali dalle 14:00.

I risultati delle manches.

KZ2 – Denner si candida al successo, ma sono in 4 ad ambire alla vittoria.

In KZ2 il francese Emilien Denner (CPB Sport/Sodikart-TM Racing-Vega), dopo aver segnato la pole position e aver ottenuto venerdì la prima vittoria di manche, si ripete anche nella seconda manche di sabato, ma nella terza deve lasciare strada ai due italiani Cristian Bertuca (BirelART Racing/BirelART-TM Racing) e al suo compagno di squadra Giuseppe Palomba che rispettivamente si assicurano le prime due posizioni. Denner si piazza terzo ma mantiene il comando della classifica delle manches, davanti a Palomba. In lotta per il successo c’è anche il compagno di squadra di Denner, l’olandese Senna Van Walstijn, che al momento occupa la terza posizione.

Classifica delle manches, KZ2: 1. Denner penalità 3; 2. Palomba pen. 7; 3. Van Walstijn pen. 9; 4. Bertuca pen. 12; 5. Ekelchik pen. 13; 6. Nomblot pen. 16; 7. Rousseau pen. 25; 8. Putiatin pen. 27.

OK – Emerge Turney, deciso a confermarsi anche in finale.   

Nella OK non è mancata l’alternanza dei piloti al vertice di questo appuntamento, con 5 diversi piloti andati al successo nelle 6 manches che si sono disputate tra venerdì e sabato. Su tutti però è emerso un campione come l’inglese Joseph Turney (Tony Kart Racing Team/Tony Kart-Vortex-LeCont), che con due vittorie si è portato al comando della classifica provvisoria, candidandosi ovviamente al successo finale. Gli antagonisti maggiori sono il giovane belga Ean Eyckmans (EPG Racing Team/Tony Kart-Vortex) e il francese Jimmy Helias (Ward Racing/Tony Kart-Vortex), insieme agli altri vincitori che si sono aggiudicati le altre manches, il cinese Yuanpu Cui (KR Motorsport/KR-Iame), il pilota della Lettonia Tomass Stolcermanis (Energy Corse/Energy-TM Racing), lo svedese Oscar Pedersen (Waerd Racing/Tony Kart-Vortex), Maksimilian Popov (Koski Motorsport/Tony Kart-Vortex).

Classifica delle manches, OK: 1. Turney penalità 4; 2. Eyckmans pen. 10; 3. Helias pen. 11; 4. Powell pen. 11; 5. Zhang pen. 12; 6. Popov pen. 12; 7. Cui pen. 13; 8. Stolcermanis pen. 15. 

MINI – Zulfikari si conferma leader. Inseguono Sala e Ivannikov.

La MINI, dopo aver disputato tre manches nella prima giornata di venerdì, ha visto l’effettuazione di 9 manches nella seconda giornata di sabato. Nelle 12 gare finora disputate, il migliore in assoluto si è rivelato il turco Iskender Zulfikari (BabyRace Driver Academy/Parolin-Iame-Vega), già autore della pole position in prova e vincitore di tutte le sue 4 manches. Inseguono l’italiano Filippo Sala (Team Driver/KR-Iame) con 3 vittorie e Vladimir Ivannikov (Gamoto/EKS-TM Racing) con 2 vittorie. Fra i 76 piloti presenti di 26 nazionalità, la lotta si annuncia certamente intensa anche nelle ultime 3 manches di domenica mattina.

Classifica provvisoria delle manches, MINI: 1. Zulfikari penalità 0; 2. Sala pen. 5; 3. Ivannikov pen. 12; 4. Ociepa pen. 13; 5. Calleja pen. 13; 6. Rousseau pen. 19; 7. Cosma-Crtistofor pen. 21; 8. Gryc pen. 22.     

OKJ – Costa e Aksoy a pari punti nelle manches.

Anche la Junior conclude le manches domenica mattina, con una situazione piuttosto aperta. Nelle 8 manches disputate, sono stati 7 i piloti che si sono imposti, capitanati dal brasiliano Miguel Costa (Sauber Academy/KR-Iame-Vega) vincitore di una manche e in testa ma a pari punti con il turco Hasan Aksoy Alp (Tony kart Racing Team/Tony Kart-Vortex) che è l’unico a poter vantare due vittorie. In evidenza anche l’italiano Emanuele Olivieri (IPK Official Team/IPK-TM Racing) con una vittoria e terzo nella classifica provvisoria delle manches. Sfortunato il francese Andy Consani (Shamick/Parolin-TM Racing), autore della pole position e costretto al ritiro nella sua ultima manche della giornata.    

Classifica provvisoria delle manches, OKJ: 1. Costa penalità 7; 2. Aksoy pen. 7; 3. Olivieri pen. 10; 4. Drummond pen. 12; 5. Schaufler pen. 16; 6. Martinese pen. 16; 7. Bogunovic pen. 18; 8. Cosma-Cristofor pen. 19.  

Il programma WSK Final Cup, Sarno:

Domenica 6 novembre

(TV, Live Streaming nel sito Wsk e Motorsport.tv)

08:05 – 09:07: Warm-up Mini, OKJ

09:10 – 10:25: Manches

10:30 – 11:05 Warm up KZ2, OK

11:10 – 13:20 Prefinali

14:00 – 16:00: Finali (14:00 MINI; 14:30 OKJ; 15:00 KZ2; 15:30 OK).

Infowww.wskarting.it/index.asp

 

 

WSK Promotion

Ufficio Stampa

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ph. Sportinphoto

Prima giornata della Fiorio Cup a Masseria Camarda,
Ceglie Messapica (BR).

Andrea Crugnola apre vincendo la prima Prova Speciale. È lotta con Damiano De Tommaso, Piero Longhi e Andrea Aghini.
Live streaming dai canali social Aci Sport e Fiorio Cup. Diretta domani su Aci Sport TV - Sky 228.

Spettacolo a Ceglie Messapica nella Fiorio Cup.
Ceglie Messapica, 5 novembre 2022
È nel clima più vicino alla classica competizione di rally che la Fiorio Cup, seconda edizione, ha avuto il suo avvio a Ceglie Messapica (BR), sul tracciato di Masseria Camarda, a casa della famiglia di Cesare Fiorio: il meteo odierno ha deciso che il fondo più adatto doveva essere molto impegnativo e così è stato, al termine dell’intensa pioggia di stamattina che ha anticipato le partenze. Allo spettacolo non ha voluto mancare il Presidente ACI Angelo Sticchi Damiani (nella foto sotto, a colloquio con Cesare Fiorio), intervenuto insieme al Presidente dell’AC Lecce Francesco Saverio Sticchi Damiani e alla Direttrice dello stesso ente Francesca Napolitano.
 
 
Andrea Crugnola apre con il miglior tempo.
Il fango che si è creato sul circuito sterrato di 4,2 Km disegnato da Alex Fiorio, figlio dell’ex DS Lancia e Ferrari, ha messo a dura prova i sei equipaggi selezionati per questa gara tra i migliori rallisti, che si sono confrontati con gli altri due emersi dalle qualifiche di ieri, tutti al volante delle Skoda Fabia R5 gommate Pirelli, fornite dalla P.A. Racing di Alessandro Perico. I risultati della prima prova speciale disputata nel pomeriggio, la Camarda 1, hanno premiato due tra i più forti piloti italiani, ma siamo solo all’inizio della gara. Stasera è infatti in programma la prova in notturna, che sarà seguita domani mattina dalle altre due Prove Speciali che chiuderanno la competizione.
È stato Andrea Crugnola (sopra, nella foto in apertura), fresco Campione Italiano Rally assoluto, che si è presentato con le intenzioni più decise, puntando al bis della vittoria conquistata l’anno scorso alla prima edizione della Fiorio Cup. Il pilota varesino, con accanto Pietro Ometto a chiamargli le note, ha segnato non solo il tempo più veloce in 5’29”91 ma anche il percorso netto, senza accumulare penalità dovute al tocco dei paletti esterni segnapista. “Tutto bene, nonostante un percorso particolarmente insidioso in queste condizioni, su un tracciato che di per sé è molto tecnico e impegnativo”. Così Crugnola ha descritto la propria prestazione, appena uscito dall’abitacolo.
 
 
Andrea Crugnola apre con il miglior tempo.
È stato difficile, in queste condizioni di fondo, evitare secondi aggiuntivi, tanto è vero che solo altri tre piloti sono stati capaci di non toccare i paletti: tra questi, il più veloce dietro il leader provvisorio è stato l’equipaggio di Damiano De Tommaso e Giorgia Ascalone, giovani promesse del panorama nazionale. “Divertente come l’anno scorso. Bel tracciato, che per domani avrà un meteo migliore” – ha commentato De Tommaso, che con il tempo di 5’56”40 resta sempre il principale avversario di Crugnola, del quale è pure concittadino, dopo aver appena concluso alle sue spalle la stagione del Campionato Italiano. Percorso netto anche per Piero Longhi e Gianmaria Santini e per Andrea Aghini con Massimiliano Cerrai. “Oggi, meglio nel tratto veloce che nel lento, dove si fa fatica a uscire dalle curve” – così Longhi ha descritto la sua prova – “mentre sarebbe stato più divertente per tutti su un fondo più asciutto. Domani mattina le previsioni sono migliori, perciò ci sarà modo di puntare a fare meglio”. “Ho perso del tempo in una staccata, dove ho dovuto fare retromarcia dopo essere arrivato lungo” – spiega a sua volta Aghini, ripreso al via della stessa prova nella foto sopra – “Il tempo è stato inclemente fino a poco prima del via, riempiendo il tracciato di pozzanghere. In una di queste, del fango mi è schizzato su parabrezza e, nella concitazione di trovare il comando del tergi, ho perso il riferimento della frenata. Ma, dalla prova in notturna di oggi in avanti, c’è tutto il tempo per rifarmi.” Meno soddisfatta è Tamara Molinaro, che con Lorenzo Granai occupa il sesto posto iniziale, dietro Davide Negri e Gianfranco Rappa: “Arrivando lunga in una curva, ho dovuto far manovra per uscire, dopo di che ho accumulato penalità per aver preso un paletto. Ma a partire dalla prova notturna, dove l’anno scorso mi è andata bene, conto di poter recuperare.” Infine Harri Toivonen, che con il navigatore Cedric Wrede, chiude la prima PS all’ottavo posto, dietro Alessandro Battaglin e Selena Pagliarini: “Per la prima volta torno a disputare una gara su sterrato, dopo aver abbandonato questa specialità nel 1988 ed essermi dedicato alle corse endurance a Le Mans.” – spiega il finlandese – “Guido per la prima volta questa vettura, in condizioni molto scivolose. Ma mi sto divertendo tantissimo, e questo lo devo alla fantastica idea che Alex Fiorio e la sua famiglia hanno avuto, allestendo questa gara meravigliosa.”
Dopo la Prova Speciale in notturna, disputata a fine giornata, la Fiorio Cup si appresta a vivere la sua giornata finale domani mattina, con lo svolgimento delle due PS conclusive, che dalle ore 9:00 alle ore 14:00 decideranno l’equipaggio vincitore. Nel programma è inserito anche il Delta Tribute, esibizione di guida sulla Lancia Delta plurivincitrice del Mondiale Rally, che conterà per la classifica finale.
Ogni momento della giornata finale sarà visibile in live streaming, con il commento di Claudia Peroni, sui canali social di Aci Sport e della Fiorio Cup. La stessa diretta sarà diffusa anche dalla piattaforma Sky sul canale ACI Sport TV – 228.

Siciliani tenaci alla Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport

Successo tra gli under per Scannella - Galipò, Di Benedetto - Barbaro tra le S2000, Pellitteri - Lo Monaco in A7. Daniele Settimo: “Gara molto selettiva, complimenti a chi ha partecipato, i giovani esaltano la Sicilia”.

 

 

Cassino (FR), 5 novembre 2022. Il Rally del Lazio Cassino-Pico ha offerto l’occasione di confronto ai migliori equipaggi in arrivo dalle migliori 9 zone in cui è suddivisa l’Italia da Rally nella Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport 2022. Il Delegato/Fiduciario Daniele Settimo si è congratulato con tutti i partecipanti ed in particolare con i siciliani, come sempre protagonisti. Un gara molto selettiva ed impegnativa sugli asfalti del basso Lazio dove ha spiccato l’ottima prestazione del pilota nisseno Salvatore Pio Scannella e del navigatore messinese Francesco Galipò, con successo in Under 25 sulla Peugeot 208 di categoria Rally4. Il duo della CST Sport dopo un’ottima stagione, alla finale ha chiuso al 1° posto di classe tra i finalisti. Successo in classe A7, tra le auto a due ruote motrici di RC4, per l’agrigentino di San Giovanni Gemini Nazareno Pelliteri e Michele Lomonaco, sulla collaudata Renault Clio Williams per i colori PS Start, con cui hanno disputato una gara molto proficua e sempre in posizioni di vertice di categoria. Salvatore Di Benedetto e Giovanni Barbaro hanno chiuso primi tra le auto Super 2000 con la Peugeot 207. Il driver nisseno ed i co-driver messinese non hanno assunto rischi eccessivi mirando dritti al concreto risultato. Il messinese Antonino Bertuccio navigato da Mario Fraioli è stato protagonista assoluto sulla Citroen Saxo di gruppo Racing Start, purtroppo il tempo lasciato sulla prova d’apertura ha compromesso la gara dove l’esperto driver ha vinto diverse prove. Anche gli agrigentini Domenico Gabriele Morreale e Giuseppe Scolaro su Peugeot 106 hanno pagato caro il tempo lasciato sulle parti maggiormente bagnate della gara ed alla fine hanno chiuso a ridosso del podio della classe N2. -“La finale nazionale si conferma occasione di impegnativo ma proficuo confronto tra equipaggi in arrivo da ogni parte d’Italia - ha dichiarato Daniel Settimo - I piloti siciliani sono emersi soprattutto tra i giovani e questo conferma il valore del talento che c’è nella nostra regione. I complimenti miei e dell’intera Delegazione vanno a tutti, piloti e navigatori che hanno partecipato a questa formativa esperienza. Purtroppo le gare sono queste e sanno regalare gratificazioni, ma anche delusioni che devono sempre essere trasformate in esperienza di crescita sportiva”-.

Sul sito www.acisportdelegazionesicilia.it è anche possibile iscriversi alla newsletter per rimanere costantemente informati su tutte le novità della Delegazione.

 

 

Ufficio Stampa Delegazione ACI Sport Sicilia

Signor-Bonato su Skoda vincono la Finale di Coppa Italia al Rally del Lazio

Il trevigiano è il nuovo Re di Coppa con il successo nella finale unica sugli asfalti di Cassino e Pico, dopo sette prove in due giornate sotto la pioggia, piene di colpi di scena. Piazza d’onore per Bravi-Bertoldi su Hyundai i20 a 29.1’’, appena 1.5’’ davanti a Chentre-Grimaldi terzi su Skoda. Salvatore Pio Scannella su Peugeot 208 Rally4 la nuova promessa dell’Under 25. La Regione Lombardia vince la corsa a Squadre. Friulmotor miglior Preparatore.

 

 

Cassino (FR), sabato 5 novembre 2022 – Marco Signor e Corrado Bonato sono i nuovi Re di Coppa, vincitori della Finale Nazionale Coppa Italia Rally ACI Sport al Rally del Lazio. Una doppia giornata di rally da cuori forti, quella andata in scena sugli asfalti di Cassino e Pico nella gara organizzata da M33, capitanata da Max Rendina, per la prima volta scelta come atto conclusivo della Coppa Rally di Zona, serie dedicata ai migliori equipaggi locali qualificati e provenienti dalle 9 Zone in cui è stata divisa l’Italia rallistica. Dalla flotta dei 152 equipaggi iscritti è svettato il trevigiano, arrivato da vincitore della 4^ Zona, appartenente al Friuli e parte del Veneto, che ha conquistato lo scettro grazie al miglior tempo su tre delle sette prove speciali affrontate in condizioni estreme, sotto una pioggia incessante che non ha abbandonato se non a tratti le strade del frusinate, già veloci ed insidiose, dallo shakedown fino al traguardo. “Sapevamo che sarebbe stata una gara davvero difficile – racconta Signor al traguardo – ma le condizioni meteo hanno complicato le cose. Siamo partiti con il nostro passo e siamo riusciti a mantenerlo fino all’ultimo giro per centrare l’obiettivo. È stato una finale fantastica, di alto livello e grande attenzione mediatica, ci farò un pensiero sicuramente per difendere il titolo nel 2023”. La vittoria ha portato a Signor, oltre al premio d’onore, anche un premio di 10.000 euro che sommato a tutti gli altri per ciascuna categoria e classe hanno raggiunto un montepremi complessivo di oltre 100.000 euro. In tanti sulle vetture della categoria maggiore Rally2 hanno provato a contendere il titolo a Signor. Per primo Filippo Bravi con Enrico Bertoldi su Hyundai i20 Rally2, secondi al traguardo con 29.1’’ di distacco. Eppure il friulano era partito meglio di tutti, con il primo scratch sulla prova iniziale “Infiniti-Terelle” già estremamente bagnata. Dopo aver chiuso la prima giornata a 4’’ proprio da Signor, Bravi ha però faticato a ritrovare la quadratura nella seconda giornata, mentre gli altri spingevano, e ha concluso senza riuscire a recuperare. Ha completato il podio Elwis Chentre con Fabio Grimaldi su altra Skoda Fabia Rally2, appena 1.5’’ dietro a Bravi-Bertoldi, dopo un finale ricco di colpi di scena nell’ultima prova “Greci-Pico”, la più temuta, che ha scombinato gli equilibri nelle prime posizioni.

 

 

L’aostano arrivato come detentore del titolo dopo il successo 2021 nella finale a Modena ha consegnato simbolicamente la corona a Signor, ma ha raggiunto il terzo posto nonostante non sia mai riuscito a trovare il suo passo alla sua prima apparizione dalle parti di Cassino. Tra i protagonisti che invece hanno lasciato proprio a Pico le ultime speranze di successo c’è stato Giuseppe Testa con Gino Abatecola su Skoda. Il molisano, trasparente per la Coppa, si è presentato all’ultima prova in seconda posizione con 8’’ da recuperare su Signor, dopo tre prove vinte, e sembrava avere margine per il sorpasso mentre l’avversario gestiva. Poi una foratura all’anteriore sinistra lo ha costretto a fermarsi nel tratto cittadino a pochi chilometri dalla fine. La prova è stata quindi interrotta anche per la toccata in una chicane nella parte finale per Marco Pollara e Daniele Mangiarotti, anche loro sulla boema quattro ruote motrici, che ha causato la rottura del radiatore e li ha costretti a fermarsi in trasferimento dopo aver fatto segnare comunque il sesto tempo assoluto a fine crono. Il gruppo alle spalle del podio è rimasto quindi più staccato del previsto. Hanno guadagnato la quarta posizione il reggiano Antonio Rusce con Sauro Farnocchia, anche loro su Fabia, seguiti dall’equipaggio di casa Carmine Tribuzio e Fabiano Cipriani, altra Skoda, che non sono riusciti a sfruttare la conoscenza delle strade amiche in condizioni mai viste anche da loro. È stato un rally da applausi per la qualità messa in prova dal pilota di Manfredonia Giuseppe Bergantino, che insieme a Mirko Di Vincenzo è riuscito a chiudere a ridosso del vertice, nei primi tre della giornata iniziale malgrado non avesse mai corso prima sul bagnato estremo. La sua corsa al podio è stata però compromessa nell’ultimo giro per una penalità di 10’’, causa partenza anticipata sulla PS6, prima di una foratura sull’ultima che gli ha concesso solo il sesto posto. In settima posizione, non in corsa per la Finale, si è piazzato l’elbano Andrea Volpi con Simona Righetti su Volkswagen Polo Rally2, che ha voluto mettersi alla prova in un rally di alto livello ed è riuscito a non sfigurare all’esordio nel frusinate. A completare le prime dieci posizioni assolute altri tre equipaggi finalisti, a partire dal bergamasco Enrico Oldrati, specialista dello sterrato, su Skoda con Elia De Guio mai tornato in confidenza con l’asfalto; al friulano Claudio De Cecco che si toglie la soddisfazione del quarto titolo Over 55 nella Finale Nazionale insieme a Jean Campeis su Hyundai i20 Rally2; quindi il veronese Federico Bottoni con Sofia Peruzzi, sempre su Skoda, subito in difficoltà nelle battute iniziali prima di andare in gestione senza prendere rischi al sabato. Oltre all’Assoluto e alla Rally2 ci sono stati molti altri brindisi e qualche lacrima di gioia per tutti i vincitori delle varie classi e categorie, alcuni con risultati eccellenti anche guardando la classifica generale. La quindicesima posizione assoluta sottolinea infatti la performance di Moreno Cambiaghi e Giulia Paganoni, mai apparsi in difficoltà e quindi vincitori della Coppa di classe R3 su Renault Clio.

 

 

Addirittura esagerato il diciottesimo posto assoluto a sottolineare la vittoria della categoria Under 25 Due Ruote Motrici per il ventenne siciliano Salvatore Pio Scannella, con Francesco Galipò su Peugeot 208 Rally4. Il talento di Mussomeli viene presentato alla ribalta nazionale con un titolo che gli consegna un montepremi di 20.000, messo in palio da ACI Sport, in funzione dell’iscrizione al prossimo Campionato Italiano Assoluto Rally Junior 2023. In classe Super 1600 prova di forza per Bernd Zanon con Denis Piceno su Renault Clio, sempre in controllo sui rivali tenuti a distanza di quasi mezzo minuto fino al rientro a Cassino. Ha dovuto resistere agli errori anche il siciliano Salvatore Di Benedetto con Giovanni Barbaro per assicurarsi la Coppa Super 2000 sulla Peugeot 207, dopo le sfortune che hanno subito rallentato De Santis-Quarta, su stessa vettura, distanti 32.1’’ nel duello. La vittoria per il Femminile è andata a Sara Micheletti con Miriam Marchetti, impegnate più a contenere le disattenzioni che ha sfogare i cavalli della loro Skoda Fabia Rally2. La vittoria vale doppio nel caso di Mattonen, pilota di Ceccano che ha sfatato la maledizione delle strade di casa che, dopo partecipazioni senza risultati, stavolta gli hanno concesso la vittoria di Coppa N4, sulla Mitsubishi Lancer Evo X con William Micheli alle note. In N3 soddisfazione in Finale per Michele Campagna e Fabrizio Mallozzi su Renault Clio. Per quanto riguarda la classe Rally 5 vittoria del trevigiano Marco Zanin con Fabio Pizzol sulla Reanult Clio di nuova generazione. È arrivata invece la prima vittoria per la Lombardia della tanto ambita Coppa riservata alle Squadre Regionali, che ha portato al confronto sette selezioni da cinque piloti ciascuna scelte dai diversi Delegati Regionali ACI Sport. Un successo raggiunto dalla formazione composta da Oldrati-De Guio, ottavi assoluti (Skoda Fabia Rally2), Fiorenti-Daniel Pozzi quattordicesimi (Skoda Fabia Rally2) e Cambiaghi-Paganoni (Renault Clio R3) quindicesimi assoluti, i migliori tre che hanno offerto una somma di tempi imbattibile per i rivali. La Coppa per il miglior Preparatore va infine a Friulmotor, struttura tecnica di proprietà della famiglia friulana De Cecco, grazie al risultato ottenuto da Bravi-Bertoldi con la loro Hyundai i20 Rally2. 

Privacy Policy