Atteso un parterre di classe alla XXXVII Pedavena-Croce d'Aune.
Atteso un parterre di classe alla XXXVII Pedavena-Croce d'Aune.
LA 2^ COPPA FARO CHIUDE IL CIVSA CON LA VITTORIA DI STEFANO PERONI SU MARTINI MK32
LA 2^ COPPA FARO CHIUDE IL CIVSA CON LA VITTORIA DI STEFANO PERONI SU MARTINI MK32
2^Coppa Faro bilancio più che positivo
2^Coppa Faro bilancio più che positivo
CLAUDIO BISCEGLIA E LA SCUDERIA 5 SPEED CONQUISTANO IL TRICOLORE ALLA COPPA FARO.
CLAUDIO BISCEGLIA E LA SCUDERIA 5 SPEED CONQUISTANO IL TRICOLORE ALLA COPPA FARO.
Stefano Peroni su Martini Mk32 vince la 2^ Coppa Faro Pesaro
Stefano Peroni su Martini Mk32 vince la 2^ Coppa Faro Pesaro
Coppa Faro. A Pesaro motori accesi per l’ultima prova del CIVSA
Coppa Faro. A Pesaro motori accesi per l’ultima prova del CIVSA
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
LA NEBROSPORT NEL WEEKEND SI FA IN DUE
Drace protagonista di buone prestazioni alla Cividale Castelmonte
Drace protagonista di buone prestazioni alla Cividale Castelmonte
MANCIN VINCE IL TIVM, PER IL SECONDO ANNO DI FILA
MANCIN VINCE IL TIVM, PER IL SECONDO ANNO DI FILA
2^ COPPA FARO CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
2^ COPPA FARO CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE
La 2^Coppa Faro esordisce nel Tricolore Salita Autostoriche
La 2^Coppa Faro esordisce nel Tricolore Salita Autostoriche
LEONESSA CORSE FESTEGGIA UN OTTIMO WEEKEND DI CORSE!
LEONESSA CORSE FESTEGGIA UN OTTIMO WEEKEND DI CORSE!
Elenco Iscritti 2^Coppa Faro
Elenco Iscritti 2^Coppa Faro
Massimo Sansone allo start della 2^Coppa Faro
Massimo Sansone allo start della 2^Coppa Faro
CLAUDIO BISCEGLIA AL VIA DELLA 2° COPPIA FARO, ULTIMO ATTO DEL CIVSA.
CLAUDIO BISCEGLIA AL VIA DELLA 2° COPPIA FARO, ULTIMO ATTO DEL CIVSA.
Paola Pascucci è la vincitrice del Tivm nord di classe E1-ITA 1600 Turbo
Paola Pascucci è la vincitrice del Tivm nord di classe E1-ITA 1600 Turbo
Cubeda è campione siciliano con record alla Termini Caccamo
Cubeda è campione siciliano con record alla Termini Caccamo
Alla 21ª Termini-Caccamo riscontri positivi per i portacolori RO racing.
Alla 21ª Termini-Caccamo riscontri positivi per i portacolori RO racing.
La 21^ ed. della Termini – Caccamo nel nome di Cubeda tra le moderne e Riolo tra le storiche
La 21^ ed. della Termini – Caccamo nel nome di Cubeda tra le moderne e Riolo tra le storiche
21^ edizione della Termini – Caccamo domani la gara al via alle 9
21^ edizione della Termini – Caccamo domani la gara al via alle 9
Al via della cronoscalata termitana la Scuderia RO racing con La Franca e Ferrauto.
Al via della cronoscalata termitana la Scuderia RO racing con La Franca e Ferrauto.
Dracepresente alla Cividale Castelmonte
Dracepresente alla Cividale Castelmonte
MANCIN, AD ALGHERO, VINCE E CONVINCE
MANCIN, AD ALGHERO, VINCE E CONVINCE
Cubeda al via della 21esima Termini Caccamo su Osella
Cubeda al via della 21esima Termini Caccamo su Osella
“2^ COPPA FARO”- E' INIZIATO IL COUNTDOWN PER LA GARA DI PESARO CHE DAL 11 AL 13 OTTOBRE CHIUDERA' IL CVSA
“2^ COPPA FARO”- E' INIZIATO IL COUNTDOWN PER LA GARA DI PESARO CHE DAL 11 AL 13 OTTOBRE CHIUDERA' IL CVSA
“Cronoscalata Scala Piccada” positiva per la Porto Cervo Racing.
“Cronoscalata Scala Piccada” positiva per la Porto Cervo Racing.
Diego Degasperi si gode il successo di Alghero
Diego Degasperi si gode il successo di Alghero
The Doctor sugli allori in Sardegna
The Doctor sugli allori in Sardegna
Daniele Filippetti della P&G Racing Conquista il Tivm nord Under 25 assoluto
Daniele Filippetti della P&G Racing Conquista il Tivm nord Under 25 assoluto
Degasperi su Osella si impone alla  58^ Alghero Scala Piccada
Degasperi su Osella si impone alla 58^ Alghero Scala Piccada
Lavieri su Ralt vince la 40^Coppa del Chianti Classico
Lavieri su Ralt vince la 40^Coppa del Chianti Classico
Atmosfera di grandi sfide alla 40^ Coppa del Chianti Classico
Atmosfera di grandi sfide alla 40^ Coppa del Chianti Classico
Scatta la 58^ Alghero Scala Piccada
Scatta la 58^ Alghero Scala Piccada
Pronti alle sfide i protagonisti della 58^ Alghero Scala Piccada
Pronti alle sfide i protagonisti della 58^ Alghero Scala Piccada
Vueffecorse sbarca in Sardegna.
Vueffecorse sbarca in Sardegna.
La Porto Cervo Racing allo start della “58ª Cronoscalata Alghero-Scala Piccada”.
La Porto Cervo Racing allo start della “58ª Cronoscalata Alghero-Scala Piccada”.
La 58^ Alghero Scala Piccada pronta alle verifiche
La 58^ Alghero Scala Piccada pronta alle verifiche
Doppia Trasferta Siciliana dai due volti per Vito Tagliente
Doppia Trasferta Siciliana dai due volti per Vito Tagliente
La 40^ Coppa del Chianti Classico pronta allo start con pieno d’iscritti
La 40^ Coppa del Chianti Classico pronta allo start con pieno d’iscritti
NELLA RIVIERA DEL CORALLO IL ROMBO DEI MOTORI È GIÀ ALTO IN VISTA DELLA 58AALGHERO – SCALA PICCADA:  WEEKEND DI GRANDI SFIDE SUI TORNANTI DELLA CRONOSCALATA CHE HA FATTO LA STORIA DELL’AUTOMOBILISMO
NELLA RIVIERA DEL CORALLO IL ROMBO DEI MOTORI È GIÀ ALTO IN VISTA DELLA 58AALGHERO – SCALA PICCADA: WEEKEND DI GRANDI SFIDE SUI TORNANTI DELLA CRONOSCALATA CHE HA FATTO LA STORIA DELL’AUTOMOBILISMO
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

MIOLO AI NASTRI DI PARTENZA DEL RACEDAY

Martedì, 15 Ottobre 2019 16:30 Published in Rally

MIOLO AI NASTRI DI PARTENZA DEL RACEDAY 

Il pilota di Veggiano, archiviata la sfortunata esperienza nell'Alpe Adria Rally Cup, si rilancia ed abbraccia, da Novembre, il challenge dedicato agli amanti dei fondi sterrati.

 

 

Veggiano (PD), 15 Ottobre 2019 – La tanto fugace quanto sfortunata apparizione nell'Alpe Adria Rally Cup non ha scalfito il morale di Flavio Miolo, il quale ha deciso di voltare pagina.

Lo sterrato, essenza del rallysmo a livello mondiale, ha spinto il pilota di Veggiano ad imbastire un programma che lo vedrà impegnato, a tempo pieno, nel Challenge Raceday Rally Terra.

Una delle serie più amate, a livello nazionale, e l'unica a traghettare i concorrenti attraverso due stagioni, iniziando dal mese di Novembre per arrivare sino a Marzo del 2020. 

“Come avevamo già anticipato a Luglio” – racconta Miolo – “ci siamo messi a lavorare a testa bassa per cercare di dare una svolta ad un programma, quello originario nell'Alpe Adria Rally Cup, che ci aveva regalato soltanto delusioni. Chiuso un capitolo ne apriamo uno del tutto nuovo, particolarmente stimolante, che ci vedrà protagonisti sui più belli sterrati dell'Italia.”

Quattro le tappe che vedranno protagonista il portacolori della scuderia Racing 3 Team, a partire dal prossimo Rally delle Marche che si terrà a Cingoli, il 9 e 10 di Novembre.

La carovana del Raceday farà poi tappa sulle insidiose piane della campagna trevigiana, in occasione del Prealpi Master Show, 21 e 22 Dicembre, classico evento di chiusura dell'anno.

Ci si sarà appuntamento nel nuovo anno per trasferirsi in Toscana, su quelle speciali che hanno reso famosa l'Italia rallystica a livello mondiale: a Febbraio, in quel di Radicofani, si terrà il Rally della Val d'Orcia mentre a Marzo, ad Arezzo, il Raceday vivrà il conclusivo Rally Valtiberina. 

 

 

“Per noi si tratterà di un sogno già correre su queste strade” – aggiunge Miolo – “perchè qui si sono scritte pagine indelebili della storia del rallysmo mondiale. Le Marche e la Toscana sono la patria per gli sterrati tricolori ed il Prealpi Master Show è un evento nell'evento. Ogni anno il parco partenti è impressionante. È un gran bel programma e non vediamo l'ora di partire.” 

Ad affiancarlo, sul sedile di destra, troveremo un giovane di belle speranze, Nicola Argenta, che ha già avuto modo di mettersi in evidenza, vincendo la Under 23 a Rally Italia Talent 2018. 

“Sarà la mia prima volta nel Raceday” – racconta Argenta – “e sono contento che Flavio mi abbia contattato. È una persona seria, competente ed ambiziosa. Non per niente anche Flavio è riuscito ad arrivare più volte in finale a Rally Italia Talent, dove oltre alle capacità velocistiche si valutano anche quelle caratteriali. Obiettivo? Divertirsi e cercare di battagliare per il vertice.” 

Se il pacchetto sportivo è già ben definito l'unica incognita è rappresentata dalla vettura, con l'unica certezza che il patavino cercherà di portare in alto i colori dell'ovale blu.

“Saremo sicuramente al via con Ford” – conclude Miolo – “ma definiremo, a breve, quale sarà.”

LEONESSA CORSE CONQUISTA DUE PODI DI CLASSE AL RALLY 2VALLI

Martedì, 15 Ottobre 2019 16:21 Published in Rally

LEONESSA CORSE CONQUISTA DUE PODI DI CLASSE AL RALLY 2VALLI

Buona prova di Tosini-Scalfi che terminano terzi di R2 nella gara CRZ mentre Fiorenti conclude 2° di R3 nella gara Cir ma senza sorrisi.

 

 

Brescia – Il Rally 2Valli ha regalato altri due podi di prestigio alla scuderia bresciana Leonessa Corse anche se sono da leggere in chiavi differenti. Sulle strade asfaltate della provincia di Verona, Guido Tosini e Corrado Scalfi sono stati autori di una gara in crescendo che li ha visti chiudere in terza posizione di classe R2B sulla performante Peugeot 208 della Vieffecorse. Dopo una partenza accorta, l’affiatato equipaggio bresciano ha iniziato a spingere a fondo il pedale del gas fino a realizzare un ottimo terzo tempo di classe sulla temutissima prova “Ca’ del Diaolo” agguantando i podio di classe senza più lasciarlo fino al traguardo.

 

 

Meno fortunata la trasferta veneta dei valtellinesi Luca Fiorenti e Nicola Doglio. A bordo della loro Renault ClioR3C, i portacolori della Leonessa Corse sono incappati dapprima in un grosso problema ai freni mentre in seconda battuta, in un testacoda che ha compromesso la loro gara. La seconda posizione di classe è un boccone amaro che non gratifica l’equipaggio che si aspettava una competitività maggiore.

Peccenini a Magny Cours per continuare a stupire in Ultimate Cup

In Francia il pilota milanese della TS Corse affronta il sesto round 2019 con i rivali della serie internazionale, dove nel weekend arriva da capoclassifica del Trofeo Gentleman Driver al volante della F.Renault 2.0, forte di dieci vittorie di categoria e dei due podi assoluti consecutivi conquistati a Valencia: “Pronti alla sfida da preparare bene fin dai test, dobbiamo confermare il trend positivo”

 

 

Milano. Pietro Peccenini è pronto per una nuova tappa nella Ultimate Cup Series, il cui sesto round 2019 va in scena sul circuito di Magny-Cours nel weekend del 20 ottobre. L'appuntamento, il penultimo della stagione, sarà cruciale per decidere gli equilibri di classifica in vista del gran finale del mese prossimo. Il pilota milanese classe 1973 torna agguerrito al volante della Formula Renault 2.0 della TS Corse con la quale affronterà una nuova tripla sfida su tre gare “sprint” da mezzora con i rivali diretti in corsa per il Trofeo Gentleman Driver e i più giovani campioni con i quali è sempre più in bagarre anche nella classifica assoluta. Il portacolori della scuderia lombarda diretta da Stefano Turchetto è reduce infatti dai due podi consecutivi conquistati in gara 2 e gara 3 a Valencia a fine settembre e ha rinsaldato il quarto posto della graduatoria generale, oltre ad aver allungato in quella di categoria, dove tra i Gentleman Driver è ora il favorito per il titolo. Sono 74 i punti di vantaggio che Peccenini vanta sul più immediato inseguitore, frutto di ben 10 vittorie (delle quali le ultime 9 consecutive) e ulteriori 5 podi in una stagione che finora l'ha sempre visto concludere a punti, anche nell'assoluta, dove tra i piazzamenti vanta tre podi e sei top-5. La trasferta francese del 17-20 ottobre inciderà profondamente in ottica campionato: la priorità resta quella di continuare a mostrare i progressi degli ultimi mesi e proseguire nel trend positivo di risultati, anche perché i punti da assegnare sono molti. Nell'ultimo round a Le Castellet in palio ci saranno punteggi doppi e quindi nulla è ancora scontato.

 

 

Peccenini dichiara in vista dell'appuntamento che inaugura il rush finale di stagione: “Magny-Cours è sempre stata la gara più difficile, in primis per i tanti rivali francesi che conoscono benissimo ogni segreto di una pista molto tecnica. Non partiremo favoriti e inoltre le previsioni meteo sono incerte, ma insieme al team abbiamo il dovere di confermare il trend positivo. Con le vie di fuga in ghiaia la pista non perdona gli errori, dobbiamo restare concentrati e fare bene i 'compiti' nei test e nelle prove libere. Siamo pronti alla sfida, non pensiamo ad amministrare il vantaggio in classifica. Non vedo l'ora: finora la stagione è stata bella e molto divertente, siamo migliorati dappertutto e forse ora avremo l'occasione di scoprire se anche sul bagnato sapremo mostrare dei progressi”.

Sul circuito di Magny-Cours, giovedì monoposto in pista nelle previste tre sessioni di test, seguite venerdì dalle prove libere, mentre sabato iniziano i turni ufficiali: qualifiche dalle 9.20 alle 9.50 e nel pomeriggio gara 1, al via alle 14.00. Domenica doppia sfida con gara 2 alle 8.30 e gara 3 alle 14.25 a concludere il programma.

E'possibile seguire in diretta streaming le gare, i tempi e i risultati al link https://series.ultimatecup.racing/live/.


Foto: Foto Marco Pieri

 

Link:

ERREFFE RALLY TEAM: IL BILANCIO DEL FINE SETTIMANA

Martedì, 15 Ottobre 2019 16:10 Published in Rally

ERREFFE RALLY TEAM: IL BILANCIO DEL FINE SETTIMANA

 

 

Castelnuovo Scrivia (Al)- L’ennesima scorpacciata di successi per l’Erreffe Rally Team Bardahl non prevede celebrazioni. Nonostante gli ottimi risultati conseguiti sul campo, è ancora troppo forte il cordoglio per la vittima dell’incidente al Rally Cardabelles, gara nella quale la struttura alessandrina era presente e pronta a partire con Gilles Salgues –Jérôme Mouysset. Sempre in Francia però, l’Erreffe era presente in altre gare: domenica si è svolto anche il Rally de la Haute Saône, dove David Deloy Olivier Belot su Skoda Fabia R5 hanno chiuso in seconda posizione assoluta una corsa nella quale hanno pure vinto alcune prove speciali; l’unico rammarico sta nella pioggia improvvisa che ha scompaginato i piani dell’equipaggio che in quel momento non montava gomme adatte: il distacco dai vincitori è stato di solo 7” e alla luce di quanto descritto, si può capire la beffa del duo francese.

 

 

Gara straordinaria e vittoria di classe per Kevin Reghessa che a bordo di una Renault Clio S1600 dell’Erreffe, ha battuto la concorrenza piazzandosi pure al secondo posto assoluto in un rally farcito di vetture turbo e 4x4: la seconda posizione vale una vittoria! Sempre in classe S1600 hanno terminato al secondo posto di categoria Christophe Peyne e Frederic Hermet che su Renault Clio, erano impegnati al Rally della Croisette; alla “medaglia d’argento” è corrisposta anche l’ottima settima piazza assoluta. Un altro piazzamento di rilievo è arrivato da Paolo Curone e Matteo Raggi che al Rally Race Terre del Timorasso-Derthona hanno ottenuto anch’essi il secondo posto di S1600 e l’11° posizione assoluta bissando il prestigioso risultato della settimana precedente.

 

 

Ritiro amaro per Michele Tagliani e Claudia Musti che su Skoda Fabia R5 sono incappati in un’uscita di strada in Ps2, la prima della domenica. Gara “funny” per il piemontese Claudio Marenco che con una Renault Clio era schierato al Rallylegend; navigato dalla Melella; Marenco ha compiuto una divagazione che gli ha fatto perdere parecchio tempo e posizioni in classifica pur non facendo venir meno il divertimento. L’appuntamento con il podio è solo rimandato! Tutti gli equipaggi elencati hanno utilizzato pneumatici Pirelli e lubrificanti Bardahl.

AL 10° TUSCAN REWIND L’ATTO FINALE DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY 2019

Dal 21 al 23 novembre, i “magici” sterrati del senese saranno il teatro di una sfida unica, spettacolare, che chiuderà il sipario su una stagione di grande effetto. Il percorso prevede un totale di otto Prove Speciali, con partenza ed arrivo a Montalcino. Le iscrizioni avvieranno il 23 ottobre per chiudersi il 13 novembre. Attesi i migliori interpreti del rallismo italiano, essendo la gara anche ultimo atto del tricolore “terra” e del Trofeo Terra Rally storici. Prevista anche la gara di “Regolarità sport”.

 

 

 

Montalcino (Siena), 15 ottobre 2019 

Tutto è pronto per il gran finale. Per il gran finale del Campionato Italiano Rally, che assegnerà il titolo in un contesto decisamente “magico”, che riporta ai ricordi degli anni d’oro delle corse su strada. Che riporta agli sterrati della provincia di Siena, quelli che da dieci anni identificano il TUSCAN REWIND

Sarà la decima edizione della gara organizzata da Eventstyle, lo scenario esclusivo dell’epilogo del Campionato Italiano Rally (CIR), ma anche del “tricolore terra” (CIRT) e del “Trofeo Terra Rally Storici” (TTRS), oltre alla “regolarità sport”: quattro competizioni in un solo evento, in programma dal 21 al 23 novembre con partenza ed arrivo a Montalcino.

E’ una gara cresciuta anno dopo anno, il TUSCAN REWIND, che fa dunque il suo debutto nella massima serie tricolore con i riflettori puntati addosso, sia perché è la grande novità della stagione, sia perché dopo la penultima prova tricolore del “2Valli” di Verona della settimana passata, la corsa per il titolo ha assunto toni molto incerti.

Ben quattro piloti, infatti, si giocheranno il titolo, il risultato del 2 Valli ha lasciato tutto apertissimo: il giovane varesino Andrea Crugnola vincendo di forza ha sparigliato le carte, la situazione di classifica si è fatta ancora più incerta, corta anzi, cortissima, con i primi quattro in classifica (Basso, Campedelli, Crugnola e Rossetti, nell’ordine) racchiusi in meno di 10 punti, scarti compresi. 

Capita al momento giusto, il percorso del TUSCAN REWIND, ricavato certamente dalla tradizione sia della gara che soprattutto dalla storia dei rallies mondiali, che nel senese hanno scritto pagine di storia indimenticabile, una storia che ritorna e che certamente piloti, appassionati ed addetti ai lavori apprezzeranno come un regalo di grande valore e che soprattutto saprà esaltare le performance di chi raccoglierà il guanto di sfida. 

Il tracciato di gara è stato disegnato su 280,720 chilometri, dei quali 120,390 di Prove Speciali, otto totali, due da ripetere due volte, una per tre volte (la più lunga del rally), oltre alla “Superprova” che aprirà la contesa venerdì 22 novembre a metà pomeriggio (ore 15,05), dopo la partenza prevista da Montalcino-Piazza del Popolo alle 14,30. Le restanti sette “piesse” saranno disputate sabato 23 novembre, con uscita dal riordinamento notturno di Montalcino alle 7,01 e bandiera a scacchi che sventolerà sempre in Piazza del Popolo a Montalcino dalle ore 16,00. 

Il parco di assistenza sarà a Buonconvento (dove sarà ubicato anche il refuelling di carburante), i riordinamenti in totale sono tre: quello notturno tra i due giorni di gara è previsto a Buonconvento, gli altri due a Caparzo

Il primo momento ufficiale dell’evento sarà l’apertura delle iscrizioni, prevista per martedì 23 ottobre, con chiusura fissata a mercoledì 13 novembre

Per il sito internet ufficiale dell’evento, all’indirizzo https://www.tuscanrewind.com è iniziato in questi giorni l’aggiornamento per renderlo fruibile a tutti gli interessati, dall’appassionato a chi vi vorrà correre, agli addetti ai lavori. 

CLASSIFICA CIR: Basso 84,50 punti; Campedelli 68,75; Crugnola 67,25; Rossetti 65,50.

 

FOTO ALLEGATA: I LEADER DEL CAMPIONATO ITALIANO RALLY, BASSO-GRANAI (foto M. Bettiol)

 

 https://www.tuscanrewind.com/

 

UFFICIO STAMPA

AB Racing rinforza la linea verde nella Carrera Cup Italia a Monza

Oltre ai rookie Monaco e De Luca, nel gran finale 2019 il 18-20 ottobre il team supportato da SVC The Motorsport Group schiera la terza 911 GT3 Cup dei Centri Porsche di Roma per il 19enne Hugo Chevalier, già tra i protagonisti top del monomarca in Francia. Le due gare sabato alle 16.20 (in differita Sky Sport Arena alle 19.00) e domenica alle 13.00 (in diretta tv pure in chiaro su Cielo)

 

 

Roma / Treviso. C'è una grande novità in arrivo da AB Racing - Centri Porsche di Roma per l'ultimo round della Carrera Cup Italia all'autodromo di Monza. Nel weekend del 20 ottobre il team che fa capo agli Autocentri Balduina e guidato nelle attività “racing” da Raimondo Amadio attraverso SVC The Motorsport Group porterà all'esordio nel prestigioso monomarca tricolore il giovanissimo Hugo Chevalier. Il 19enne pilota francese salirà sulla terza 911 GT3 Cup di AB Racing, aggiungendosi per la prima volta agli altri due rappresentanti della “linea verde” della scuderia, il 21enne pilota esordiente italo-svizzero Stefano Monaco e il 23enne driver romano Francesco Massimo De Luca, entrambi sempre protagonisti negli ultimi appuntamenti disputati. Nonostante la giovane età, nel 2019 Chevalier è stato in corsa per il titolo della Carrera Cup France fino all'ultimo round disputato lo scorso weekend a Le Castellet. Dopo aver vinto il titolo riservato ai rookie nel 2018, quest'anno il pilota transalpino ha centrato una vittoria e un totale di 8 podi nelle 12 gare del monomarca francese con il team campione Martinet by Alméras, struttura nota in ambito Porsche con la quale AB Racing proprio da Monza avvia un'importante collaborazione mirata appunto alla crescita dei protagonisti più giovani, “mission” che la squadra italiana sta a sua volta già intraprendendo con Monaco e De Luca.

Dopo le prove libere di venerdì, a Monza sabato si disputano le qualifiche in mattinata e gara 1 alle 16.20 con differita tv alle 19.00 su Sky Sport Arena. Domenica gara 2 concluderà la stagione italiana alle 13.00 in diretta in chiaro su Cielo (canale 26 del digitale terrestre) e ancora su Sky Sport Arena. Le due gare saranno trasmesse anche in live streaming su www.carreracupitalia.it .

 

Raimondo Amadio, a capo di SVC The Motorsport Group: “E' esaltante concludere la Carrera Cup Italia 2019 schierando tre giovanissimi, sui quali puntiamo molto per fare bene. Anche a Misano due weekend fa la squadra con le performance di De Luca ha messo in mostra una crescita di competitività. Ora la terza auto sarà affidata a Chevalier, pilota promettente che esce dalla filiera della scuola di Philippe Alméras, personalità di tutto rispetto nel mondo Porsche con il quale iniziamo una collaborazione mirata. Siamo davvero contenti che abbia scelto proprio la nostra struttura per 'svezzare' e far fare ulteriori esperienze ai suoi piloti. A Monza rincorriamo quel podio che comunque ci manca e che, seppure in extremis, avremmo piacere di agguantare nell'ultima prova della stagione”.

Movisport al via in Maremma: Rudy Michelini cerca il bis con la Polo R5 ed il poker in gara

Il pilota lucchese torna in gara due settimane dopo il trionfo di Pistoia, di nuovo con la vettura tedesca, andando alla ricerca del poker di successi. Sfortunato Luca Hoelbling, con la Hyundai i20, al Rally “2 Valli”, fermato da un’uscita di strada.

 

 

 

Reggio Emilia, 15 ottobre 2019

Movisport sarà di nuovo al via in Toscana, questo fine settimana, per la precisione in Maremma, per la 43^ edizione della classica gara di Follonica (Grosseto), dove sarà impegnato nuovamente il toscano di Lucca Rudy Michelini, fresco vincitore e dominatore del 40° Rally Città di Pistoia al debutto al volante della VolksWagen Polo R5 di PA Racing. 

Dopo la notevole performance fornita nella competizione pistoiese ma soprattutto dopo le ottime sensazioni “sentite” alla guida della vettura tedesca, Michelini, affiancato da Michele Perna, ci riprova, dunque, cercando di capitalizzare l’esperienza della prima gara con la Polo R5 e per cercare anche di siglare il poker di allori dopo quelli ottenuti nel 2012, 2016 e 2017. 

Il 43° Trofeo Maremma presenterà diverse novità rispetto alla passata edizione, sia per la logistica che per le sfide cronometrate. Nuova location per le verifiche, a Grosseto sabato 19 dalle 10 alle 14.30, lo shakedown, sul primo tratto della Prova Speciale di “Gavorrano” (sempre sabato, dalle 13 alle 16.30), ed il parco assistenza, a Bagno di Gavorrano. Il via alla gara verrà dato sabato sera alle 19.01 da Piazza XXV Aprile a Follonica, con i concorrenti che disputeranno la prova spettacolo “Città di Follonica” (2,55 km) all'interno del Palagolfo. Il clou della gara sarà domenica 20: due prove da ripetere tre volte, “Gavorrano-Syndial” di 8,430 km (assente nel 2018) e “Tatti” di 12,300 km (modificata rispetto allo scorso anno nella prima parte), ed il doppio passaggio su “Montieri” (9,360 km) porteranno a 9 i tratti cronometrati in programma, per 83,460 km competitivi su un percorso globale di 367,030. La bandiera a scacchi sventolerà dalle 17.52, nuovamente in Piazza XXV Aprile.

RALLY 2 VALLI: LUCA HOELBLING OUT “IN CASA” CON LA HYUNDAI I20

La gara di casa non ha portato fortuna a Luca Hoelbling, lo scorso fine settimana impegnato al 37° rally 2Valli, affiancato da Federico Fiorini penultima prova del Campionato Italiano.

L’obiettivo, alla guida della Hyundai i20 R5, era quello di inserirsi nella lotta di vertice, cercando di riscattare un’annata avara di soddisfazioni ed anche di migliorare il settimo posto del 2018 e le premesse per le prime cinque prove speciali vi erano tutte, per far bene, ma durante la sesta prova è arrivata la doccia fredda dell’uscita di strada senza avere più modo di ripartire.

 

#Movisport  #CIRally #SkodaFabiaR5#HyundaiR5 #WRC2 #SRT  #FabioAndolfi  #Rally #motorsport #MicheliniPerna #TrofeoMaremma #TrofeoRallyToscano #VolksWagenPoloR5  #LucaHoelbling

 

NELLA FOTO:  Michelini in azione (foto AmicoRally)

 

 

UFFICIO STAMPA

Atteso un parterre di classe alla XXXVII Pedavena-Croce d'Aune.

Sarà un'edizione da non perdere con tutti i principali protagonisti della scena tricolore: da Simone Faggioli a Christian Merli, Domenico Cubeda, Sergio Farris, Alberto Dall'Oglio, Omar Magliona e Diego Degasperi. In fase di ultimazione l'elenco iscritti.

 

 

Pedavena, 15.10.2019 – Sale con forza l'attesa per la Pedavena-Croce d'Aune la cui XXXVII edizione andrà in scena il 19 e 20 ottobre sui 7.785 metri del classico tracciato come ultimo round del Campionato Italiano Velocità Montagna 2019. L'evento è pronto a regalare anche quest'anno intense emozioni grazie alla regia dell'Associazione Amici della Pedavena Croce d'Aune e con il supporto dei comuni di Pedavena, Feltre, Sovramonte oltre al sostegno e collaborazione di tanti partners con in prima fila New Bassani Auto e Forgialluminio che metteranno in palio i trofei rispettivamente per le vetture moderne e le auto storiche.

Mentre è in fase di definizione finale l'elenco iscritti ufficiale, trapelano già i primi importanti nomi che prenderanno il via a questa edizione, che ha attirato i principali protagonisti delle cronoscalate tricolori, intenzionati a non mancare ad un evento di prestigio e tradizione come la Pedavena-Croce d'Aune.

 

 

Tra i grandi attesi c'è sicuramente Simone Faggioli, che fresco vincitore del Campionato Italiano Velocità Montagna 2019, porterà sulle rampe della classica veneta la Norma M20 FC della Best Lap inseguendo un altro clamoroso successo nel tentativo di battere solo sé stesso, unico pilota ad aver vinto ben 10 edizioni della corsa. Ma la sua impresa non sarà facile, perché a Pedavena si riaccenderà una battaglia storica, quella con il trentino Christian Merli, iscritto con la Osella FA30 Zytek LRM della Vimotorsport che inseguirà la sua prima affermazione a Pedavena, sfuggita in più di un'occasione sempre nel confronto con l'avversario fiorentino. Non mancherà nemmeno il vincitore dello scorso anno, Omar Magliona, su Osella PA2000 Honda con la quale si è già laureato Campione Italiano in E2SC.

Non sarà una corsa a due, l'elenco delle iscrizioni ricevute pubblicato sul sito www.pedavenacrocedaune.org e puntualmente aggiornato di ora in ora, conta anche altri piloti in grado di inserirsi nella lotta per il primato. Tra questi spiccano il veronese Enrico Zandonà, con una inedita Fiat 500 di classe E2SH per i colori del Funny Team, Mirko Zanardini con la Wolf GB08 Thunder della Historika che lo ha visto recentemente terzo nel Campionato Italiano Sport Prototipi 2019, Stefano Artuso con la Ferrari 458 Challenge della Scuderia Superchallenge che lo ha visto vincitore del Trofeo GT Cup alla Monte Erice, Francesco Conticelli sulla Osella FA30 Zytek.

La lista prosegue con Domenico Cubeda e la sua Osella FA30 della Cubeda Corse, Alberto dall'Oglio su Norma M20 FC e il forte pilota trentino Diego Degasperi, che su Osella FA30 Zytek battente bandiera Vimotorsport cercherà di bissare il suo recente successo alla Alghero-Scala Piccada, in Sardegna. E proprio dalla Sardegna arriverà anche Sergio Farris, fortissimo pilota che quest'anno ha dimostrato grande classe e determinazione. Sarà al via con la Osella PA2000 Evo della Speed Motor con la quale si è distinto nella stagione in corso.

 

 

La sfida sarà per entrare nel prestigioso Albo d'Oro della corsa veneta, che quest'anno spegne le 37 candeline forte di una storia e di una tradizione senza pari che hanno visto su questi tornanti il confronto sportivo tra veri assi delle cronoscalate. Dalle due vittorie di “Amphicar” nelle prime due edizioni del 1971 e 1972, la prima al volante della mai dimenticata Abarth 2000 Sport, vettura che oggi fa bella mostra nelle più rinomate esposizioni d'auto d'epoca del mondo, la Pedavena-Croce d'Aune ha fatto tanta strada e tanti sono stati i suoi protagonisti.

Simone Faggioli detiene il record di vittorie, dieci, ottenute in una finestra temporale di ben diciassette anni, dalla prima del 2000 all'ultima del 2017, segno inequivocabile che il suo talento non accenna a diminuire. Quattro sono invece quattro le vittorie di Pasquale Irlando, ottenute nel 1995, 1996, 1997, 1999 unico driver, insieme a Faggioli, ad aver vinto la corsa per tre volte consecutive. Chi invece ha vinto tre edizioni, ma non di fila, sono Ezio Baribbi (1984-1991-1992) 

e Romano Casasola (1985-1988-1989), oramai parte della stupenda storia sportiva di questo evento.

Oltre ad “Amphicar”, anche Mauro Nesti (1993-1994) e Omar Magliona (2016-2018) hanno sbancato per due volte questo evento, mentre una sola vittoria l'hanno ottenuta Franco Pilone (1973), Pino Tambone (1986), Rudi Bicciato (1998) che sarà al via anche in questa edizione, Michele Buiatti (2001), Bruno Negrente (2004), David Baldi (2009), Michele Camarlinghi (2011), Denny Zardo (2012) e Paride Macario (2014), che proprio qui ottenne la sua prima vittoria in assoluto.

Come per le passate edizioni l'accesso al percorso di gara sabato 19 e domenica 20 ottobre sarà a pagamento. Nella giornata di prove il biglietto intero sarà acquistabile a 7€, ridotto 5€ ai ragazzi fino a 12 anni e gratuito fino agli 8 anni. Domenica biglietto intero a 10€, ridotto 7€ e sempre gratis l'accesso fino agli 8 anni.

Tutte le informazioni sulla gara sono disponibili su www.pedavenacrocedaune.org e sulla pagina Facebook @pedavenacrocedaune che seguirà in diretta l'evolversi della manifestazione.

 

 

 

 

IL TEAM DRIVER A CACCIA DI SUCCESSI NELLA IAME INTERNATIONAL FINAL.

 

 

A distanza di sole poche ore dalla conclusione della ROK CupSuperfinal di Lonato (BS), il Team Driver di Devid De Luchi inizia oggi una nuova importante sfida internazionale sul circuito francese di Le Mans: la IAME International Final. Nel prestigioso scenario del kartodromo francese, attiguo al mitico tracciato della più famosa 24 ore del mondo, il team veneto punta ad ottenere il successo più prestigioso, dopo aver conquistato moltissimi successi nella serie italiana IAME e aver conquistato il titolo della X30 Mini con il veneto Pavan. Proprio il giovane campione italiano sarà ovviamente uno dei protagonisti della categoria a scendere in pista per cercare di conquistare il successo internazionale, dopo l’ottimo debutto nel 2018 che lo aveva visto sfiorare il podio. Al fianco di Pavan saranno schierati anche Sasha, Costa, Monza, Garcia, Miles, Lucas Fluxa, Luna Fluxa (Cadet) e Kawpeng. Ben 9 piloti dunque per il team di Asolo in una delle categoria che promette maggior spettacolo in pista. Nella altrettanto combattuta X30 Junior il Team Driver presenta in pista l’esperto e veloce Cenedese mentre nella X30 Senior saranno Fornaroli, Ingolfo e Levorato a tentare l’assalto alla vittoria. 13 piloti, tutti veloci ed esperti, al cospetto di una entry list che conta ben 460 iscritti divisi nelle sette categorie previste dal regolamento. Un mega evento nel quale il team principal De Luchi ripone ovviamente grandi aspettative.

Devid De Luchi: Nel 2018 abbiamo fatto molto bene e dunque quest’anno vogliamo fare ancora meglio. In tutte le categorie, soprattutto Junior e Senior, i nostri piloti affronteranno più di 100 avversari per cui ogni manche sarà fondamentale per il risultato finale. Ci sarà anche l’incognita meteo che si preannuncia quanto mai instabile. Sarà una lunghissima e intensissima settimana di gare. Dita incrociate e testa bassa per lavorare sempre al meglio.”

Il programma dell’evento vede lo start dei motori nella giornata di oggi con le prove libere ufficiali e le qualifiche per proseguire poi nelle giornate di domani. Giovedì e una parte di venerdì con tutte le manche di sfida. A seguire nel pomeriggio di Sabato inizieranno le prime finali per concludere poi Sabato con le

Finalissime di ogni categoria. Per chi volesse seguire l’evento LIVE (Timing & Streaming) sarà sufficiente collegarsi con il sito ufficiale dell’evento: www.iif.iamekarting.com.

Per maggiori info visitate www.teamdriver.com 

LA 2^ COPPA FARO CHIUDE IL CIVSA CON LA VITTORIA DI STEFANO PERONI SU MARTINI MK32

 


Pesaro- Stefano Peroni su Martini Mk32, si aggiudica la vittoria assoluta basata sul riscontro cronometrico, della 2^ Coppa Faro, dopo una lotta sul filo del rasoio con Uberto Bonucci e la sua Osella PA9/90 B.M.W.. La gara pesarese, ultimo round del CIVSA 2019, ha visto una sfida entusiasmante fra i due protagonisti, che sui 3,800 metri che dalla riva del mare di Baia Flaminia hanno portato i concorrenti al Faro che sovrasta il Porto di Pesaro, attraverso il suggestivo scenario del Parco Naturale San Bartolo. Bonucci si è aggiudicato la prima manche con il tempo di 2'06”.73, precedendo Peroni per meno di mezzo secondo. Nella seconda manche complice qualche sbavatura del plurititolato driver senese, è stato il giovane fiorentino portacolori del Team Italia a stabilire il miglior crono, sfruttando al meglio tutti i cavalli della sua splendida Martini MK32, con il tempo di 2'03”76, Peroni ha fatto suo il primo gradino del podio con un riscontro totale di 4'10”.90, mentre Bonucci si è fermato a 4'12”.10. Fra i due ha provato ad inserirsi il “ritrovato”, fra le Storiche, Stefano di Fulvio, ma l'abruzzese sempre grintoso,ha pagato senz'altro il gap di cavalli della sua comunque performante e bella Lucchini SP90 in versione sport nazionale. Di Fulvio ha comunque conquistato la seconda piazza nel 4 Raggruppamento, precedendo Piero Lottini, che con la sua Osella PA 9/90,dopo una prima manche opaca, ha provato il recupero su Di Fulvio precedendolo nella seconda frazione, ma in modo non sufficiente per sopravanzarlo. Entusiasmanti anche le battaglie negli altri Raggruppamenti, nel 1 “vola” Tiberio Nocentini con la sua splendida Chevron B19, l'alfiere del Team Italia ha regolato il neo campione di raggruppamento Angelo De Angelis , che con la sua Nerus Silhouette ha preceduto la singolare e performante Austin Healey Sprite Lenham,prodotta artigianalmente nella cittadina inglese che le da il nome, del senese Lupi Grassi. Nel 2 Raggruppamento con ben 26 partenti, avvincente bagarre fra le due Osella PA3, con Peroni Giuliano che fa pari con la vittoria del figlio Stefano, precedendo di soli 3 decimi, l'ex pistard Mario Massaglia, che si sta adattando in fretta al mondo delle salite. Al terzo posto troviamo Brando Motti,che dopo una battaglia “interna” sia come auto sia come scuderia, ha la meglio sull'altra Porsche Carrera RS, di Giuliano Palmieri, tutti e due per i colori della Scuderia Bologna. Nel 3 Raggruppamento ancora battaglia fra le coupè di Stoccarda, a bordo di due 911 Sc “gemelle” la spunta Giuseppe Gallusi su Sergio Galletti. Terzo gradino del podio per il “Pasticcere volante” siculo-emiliano, Salvatore Asta,con la B.M.W.2002Ti. Del podio riguardante il 4 Raggruppamento ne abbiamo già parlato ampiamente,lo ripetiamo per dovere di cronaca: Bonucci,Di Fulvio, Lottini, che altro...dire. Anche il 5 Raggruppamento lo conosciamo già per il vincitore Stefano Peroni, meritano una citazione il secondo classificato Antonio Angiolani, con la splendida March 783 e l'ottimo Maurizio Rossi con la sua F.Alfa Boxer. Segnaliamo anche l' ottima prestazione di “Lady Racing” Gina Colotto, con la sua Fiat Abarth 033, oltre a confermarsi nel titolo femminile, ha messo dietro come spesso accade dei maschietti di esperienza. Fra le Scuderie “egemonia” della “Scuderia Bologna Squadra Corse” seconda piazza per la “Valdelsa Classic” che precede il “Team Italia”,che si consola con l'assoluto di Stefano Peroni, ed il secondo di Bonucci. Ottimo il risultato per il marchigiano “Team-One Motorsport” a ridosso del podio. Due i piloti di Pesaro in gara, l'ideatore e promotore della Coppa Faro, Alessandro Rinolfi, come sempre spettacolare e veloce su un percorso che conosce ovviamente a memoria, dove ha “danzato” con la sua Morris Mini Cooper “S”, chiudendo al primo posto del periodo “1 F” Turismo 1.300, e quinto del 1 Raggruppamento dietro a macchine con il doppio della sua cilindrata. L'altro pilota della “Città di Rossini” in gara è stato Roberto Domenichelli, con esperienza fra le moderne , per la gara di casa Domenichelli una-tantum è salito, per la prima volta nelle ricognizioni del sabato ,su una performante e bella B.M.W. 2002 Ti del 2 Raggruppamento, ottenendo un lusinghiero quarto posto nel Gr 2 TC 2.000. La Coppa Faro organizzata dalla esperta “P&G Racing”, con il supporto della “Intercontact s.r.l.”, si propone come un evento non solo fine ai motori. Con il Paddock e la Direzione gara in “riva”al mare, l'ampia offerta di prelibati ristoranti di pesce, ed il Centro Storico, con la casa natale di Gioacchino Rossini, l'omonimo Teatro ed il Conservatorio, che hanno fatto si di essere riconosciuta come “Città della Musica” dall'Unesco, Pesaro completando l'opera con un percorso di gara suggestivo in uno dei più ampi Parchi Naturali nazionali, si candida a divenire un appuntamento classico del CIVSA.