Lavieri su Ralt in vetta alla 4^ Salita Storica Monte Erice
Lavieri su Ralt in vetta alla 4^ Salita Storica Monte Erice
Vittoria e record di Faggioli su Norma alla 61^ Monte Erice
Vittoria e record di Faggioli su Norma alla 61^ Monte Erice
Merli 2° ad Erice
Merli 2° ad Erice
RO racing alla 61esima Monte Erice tra vittorie e podio.
RO racing alla 61esima Monte Erice tra vittorie e podio.
Loconte chiude a podio le prove della Monte Erice
Loconte chiude a podio le prove della Monte Erice
Pronta al debutto tricolore la 4^ Salita Storica Monte Erice
Pronta al debutto tricolore la 4^ Salita Storica Monte Erice
Partita alla grande la 61^ Monte Erice
Partita alla grande la 61^ Monte Erice
La Scuderia Vesuvio in Sicilia con ambizioni
La Scuderia Vesuvio in Sicilia con ambizioni
Alla 4^ Salita Storica Monte Erice il Tricolore torna in Sicilia
Alla 4^ Salita Storica Monte Erice il Tricolore torna in Sicilia
ANTONIO MORALI CON RO racing AL TROFEO MACOTA.
ANTONIO MORALI CON RO racing AL TROFEO MACOTA.
CINQUE PORTACOLORI RO racing alla MONTE ERICE.
CINQUE PORTACOLORI RO racing alla MONTE ERICE.
Ritorno alla 61°Monte Erice dopo 23 anni Giuseppe Vaccara
Ritorno alla 61°Monte Erice dopo 23 anni Giuseppe Vaccara
Con la 61^ Monte Erice via al rush finale di CIVM e CIVSA
Con la 61^ Monte Erice via al rush finale di CIVM e CIVSA
Cubeda risponde presente alla 61esima Monte Erice su Osella Fa30
Cubeda risponde presente alla 61esima Monte Erice su Osella Fa30
Vito Tagliente: Presente ad Erice e alla Coppa Nissena
Vito Tagliente: Presente ad Erice e alla Coppa Nissena
Loffredo scende in Sicilia per la 61^ Monte Erice
Loffredo scende in Sicilia per la 61^ Monte Erice
Magliona in azione a Erice nella prima “finale” del CIVM
Magliona in azione a Erice nella prima “finale” del CIVM
la scuderia catania corse ha fatto “tredici” ALLA 62a SALITA MONTI IBLEI
la scuderia catania corse ha fatto “tredici” ALLA 62a SALITA MONTI IBLEI
Vittoria e nuovo record a Bistrica valgono a Faggioli l’undicesimo titolo europeo
Vittoria e nuovo record a Bistrica valgono a Faggioli l’undicesimo titolo europeo
Alla 62ª Salita Monti Iblei il portacolori della Porto Cervo Racing Ennio Donato (Ford Escort Cosworth) vince la classe e chiude sul podio di gruppo. Sfida in Umbria nel weekend.
Alla 62ª Salita Monti Iblei il portacolori della Porto Cervo Racing Ennio Donato (Ford Escort Cosworth) vince la classe e chiude sul podio di gruppo. Sfida in Umbria nel weekend.
Sono 170 gli iscritti alla 47esima Cronoscalata della Castellana
Sono 170 gli iscritti alla 47esima Cronoscalata della Castellana
CAMILLA BISCEGLIA PUNTA IN ALTO ALLA CRONOSCALATA DELLA CASTELLANA
CAMILLA BISCEGLIA PUNTA IN ALTO ALLA CRONOSCALATA DELLA CASTELLANA
SODDISFAZIONI A META’ PER LA SCS A GUBBIO
SODDISFAZIONI A META’ PER LA SCS A GUBBIO
Macchine a pieno regime per la  XXXVII Pedavena-Croce D'Aune
Macchine a pieno regime per la XXXVII Pedavena-Croce D'Aune
E’ SEMPRE LUI IL “CANNIBALE”: AL CATANESE CUBEDA (OSELLA) LA 62a SALITA MONTI IBLEI
E’ SEMPRE LUI IL “CANNIBALE”: AL CATANESE CUBEDA (OSELLA) LA 62a SALITA MONTI IBLEI
Merli Campione Europeo 2019
Merli Campione Europeo 2019
Iscrizioni verso lo stop alla 47^ “Cronoscalata della Castellana”
Iscrizioni verso lo stop alla 47^ “Cronoscalata della Castellana”
Cubeda padrone su Osella della 62esima Salita dei Monti Iblei
Cubeda padrone su Osella della 62esima Salita dei Monti Iblei
Weekend trionfale per la Scuderia RO racing.
Weekend trionfale per la Scuderia RO racing.
IL CATANESE DOMENICO CUBEDA (OSELLA FA 30) “PRENOTA” LA 62a SALITA MONTI IBLEI
IL CATANESE DOMENICO CUBEDA (OSELLA FA 30) “PRENOTA” LA 62a SALITA MONTI IBLEI
LA 62a SALITA MONTI IBLEI È GIÀ NEL CUORE DELLA GENTE. DOMANI LE RICOGNIZIONI (9.30)
LA 62a SALITA MONTI IBLEI È GIÀ NEL CUORE DELLA GENTE. DOMANI LE RICOGNIZIONI (9.30)
Doppio impegno per RO racing nel prossimo weekend.
Doppio impegno per RO racing nel prossimo weekend.
La Scuderia Vesuvio celebra i Campioni
La Scuderia Vesuvio celebra i Campioni
Cubeda Corse con 14 alfieri all'attacco della Salita dei Monti Iblei
Cubeda Corse con 14 alfieri all'attacco della Salita dei Monti Iblei
La Porto Cervo Racing dall’Umbria alla Sicilia con il pilota Ennio Donato.
La Porto Cervo Racing dall’Umbria alla Sicilia con il pilota Ennio Donato.
LA 62a salita monti iblei ACCENDE I MLA 62a salita monti iblei ACCENDE I MOTORI. DOMANI ‘PUNZONATURE’ PER I 243 iscrittiOTORI. DOMANI ‘PUNZONATURE’ PER I 243 iscritti
LA 62a salita monti iblei ACCENDE I MLA 62a salita monti iblei ACCENDE I MOTORI. DOMANI ‘PUNZONATURE’ PER I 243 iscrittiOTORI. DOMANI ‘PUNZONATURE’ PER I 243 iscritti
catania corse CON GRANDI AMBIZIONI ALLA SALITA MONTI IBLEI DEI RECORD
catania corse CON GRANDI AMBIZIONI ALLA SALITA MONTI IBLEI DEI RECORD
Trasferta ricca di conferme per Drace al 54° Trofeo Luigi Fagioli
Trasferta ricca di conferme per Drace al 54° Trofeo Luigi Fagioli
Merli al via in Slovenia  11° Appuntamento Campionato Europeo della Montagna
Merli al via in Slovenia 11° Appuntamento Campionato Europeo della Montagna
Loconte ad un passo dal podio al Trofeo Fagioli
Loconte ad un passo dal podio al Trofeo Fagioli

TRENTO-BONDONE: ADOLFO BOTTURA CONCEDE IL BIS FRA LE STORICHE CON L’OSELLA PA 9/90 E MARIO TACCHINI E’ TERZO ASSOLUTO IN RACING START CON LA MINI COOPER. FUORI MICHELE FATTORINI PER UN CONTATTO DELLA SUA OSELLA FA 30 CON IL GUARD-RAIL

 

 

TRENTO - Bis di Adolfo Bottura fra le storiche, podio per Mario Tacchini nella Racing Start e ritiro, causa incidente, per Michele Fattorini. Bilancio positivo con una punta finale di amaro per i piloti della Speed Motor alla 69esima edizione della Trento-Bondone, settimo appuntamento del campionato italiano di velocità in montagna 2019 (con validità anche per il trofeo di specialità) e unica tappa “nostrana” dell’europeo. Un’autentica maratona di giornata sui 17 chilometri e 300 metri dell’impegnativo tracciato (il più lungo di tutto il continente), iniziata alle 10 e terminata poco dopo le 18, con temporale e grandine che hanno costretto gli organizzatori a una sospensione di oltre un’ora e con il risultato agonistico inevitabilmente condizionato dai capricci del tempo. Dicevamo in apertura dello sfortunato Michele Fattorini, partito che erano quasi le 18 con le gomme slick per tentare di far risultato, nonostante il fondo stradale non si fosse ancora asciugato per intero; la sua avventura in gara, dopo il quinto responso nelle prove ufficiali in 9’57”25, è terminata nella parte iniziale della salita, con l’Osella Fa 30 che ha strisciato contro un guard-rail, ponendo subito fine anche alla speranza di rientrare quantomeno nella “top ten”, un traguardo che – visto il contesto generale venutosi a creare – sarebbe stato da considerare persino eccellente. Per fortuna, danni limitati alla vettura.

 

 

Bene fra le turismo Mario Tacchini: il baldo 74enne di Bergamo, al volante della Mini John Cooper Works, ha conquistato il terzo posto assoluto in Racing Start e il secondo nella classe 1.6 della turbo. Addirittura primo al termine delle prove del sabato, anche a causa di noie al manicotto del turbo che avevano penalizzato il suo avversario di classe, Giovanni Angelini, Tacchini è riuscito a migliorare di oltre 4” e mezzo la sua prestazione, coprendo la distanza in 12’32”22, ma Angelini e Alessandro Leidi su Honda Civic Type R hanno sensibilmente abbassato i rispettivi tempi, con il primo che – una volta risolto l’inconveniente - ha limato di 45”. Soddisfatto comunque Tacchini: “A parte qualche problema con le gomme e un errore nel cambio di marcia commesso proprio all’arrivo – ha dichiarato – la vettura ha risposto bene e il piazzamento ottenuto è gratificante, se soltanto pensiamo che sono riuscito a tener dietro piloti del calibro di Magdalone e Loconte”. Passando alle storiche, seconda impresa consecutiva di Adolfo Bottura, peraltro beniamino di casa, che appone così un’altra firma nell’albo d’oro della Trento-Bondone e si porta di nuovo a casa il trofeo intitolato al grande Muro Nesti. Le uniche ma sostanziali differenze con il 2018 riguardano la vettura e il verdetto del cronometro: se lo scorso anno aveva dominato con la March 712M di Formula Due in 11’14”74, stavolta ha condotto in cima l’Osella Pa 9/90 (anno 1984 e motore Bmw M12) in 11’05”53, impiegando oltre 9” in meno e lasciandone quasi 10 - 9”74 per l’esattezza - all’altra Osella Pa 9/90 di Piero Lottini. “Mi sto adattando sempre più a una macchina che è rimasta originale, senza cioè alcuna modifica – ha commentato Bottura – e che in prova mi aveva dato qualche preoccupazione a causa dei freni, mentre in gara abbiamo fatto la giusta scelta di gomme ed è uscito un tempo davvero buono. Semmai, l’Osella era un tantino “grassa” a livello di carburazione; sono partito leggermente abbottonato, per poi spingere forte nel tratto centrale del percorso – dove in pratica mi sono costruito la vittoria – e amministrare nella parte finale, temendo che i freni mi potessero giocare qualche altro scherzetto. Vincere in casa procura sempre un piacere particolare”.

 

7 luglio 2019

 

 

Ufficio stampa