Per Movisport in Sardegna lacrime “iridate” e sorrisi “tricolori”
Per Movisport in Sardegna lacrime “iridate” e sorrisi “tricolori”
June 17, 2019
“Sardegna” sfortunata per XRace Sport: Dalmazzini-Ciucci costretti al ritiro
“Sardegna” sfortunata per XRace Sport: Dalmazzini-Ciucci costretti al ritiro
June 17, 2019
BASSO-GRANAI (SKODA FABIA R5) SI AGGIUDICANO AL FOTOFINISH GARA 2 AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019. ORA COMANDANO IL CIR
BASSO-GRANAI (SKODA FABIA R5) SI AGGIUDICANO AL FOTOFINISH GARA 2 AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019. ORA COMANDANO IL CIR
June 16, 2019
MIRABOLANTE VITTORIA DI SORDO SU HYUNDAI AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
MIRABOLANTE VITTORIA DI SORDO SU HYUNDAI AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
June 16, 2019
IL RALLY D’ITALIA PER ALTRI TRE ANNI IN TERRA DI SARDEGNA
IL RALLY D’ITALIA PER ALTRI TRE ANNI IN TERRA DI SARDEGNA
June 16, 2019
TANAK DOMINA LA 2^ TAPPA DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
TANAK DOMINA LA 2^ TAPPA DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 15, 2019
VALLI OSSOLANE DAL CAMPIONATO SVIZZERO ALLE PROVE SOTTO LA LENTE D’INGRANDIMENTO: OGGI TOCCA ALLA “CRODO”
VALLI OSSOLANE DAL CAMPIONATO SVIZZERO ALLE PROVE SOTTO LA LENTE D’INGRANDIMENTO: OGGI TOCCA ALLA “CRODO”
June 15, 2019
BIS NEL CIRT PER STEPHANE CONSANI E THIBAULT DE LA HAYE (SKODA FABIA R5) AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
BIS NEL CIRT PER STEPHANE CONSANI E THIBAULT DE LA HAYE (SKODA FABIA R5) AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 15, 2019
AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019 ORA E’ TANAK DAVANTI
AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019 ORA E’ TANAK DAVANTI
June 15, 2019
SIMONE BARONCELLI IN EVIDENZA AL RALLY ITALIA SARDEGNA: SUA LA “TOP TEN” NEL  CONFRONTO TRICOLORE TERRA
SIMONE BARONCELLI IN EVIDENZA AL RALLY ITALIA SARDEGNA: SUA LA “TOP TEN” NEL CONFRONTO TRICOLORE TERRA
June 15, 2019
SORDO SU HYUNDAI AL COMANDO DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
SORDO SU HYUNDAI AL COMANDO DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 14, 2019
LATVALA E LA TOYOTA IN TESTA AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
LATVALA E LA TOYOTA IN TESTA AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
June 14, 2019
ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL SULL’ASSE FRANCIA-MILANO-SARDEGNA
ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL SULL’ASSE FRANCIA-MILANO-SARDEGNA
June 13, 2019
OGIER-INGRASSIA (CITROEN C3 WRC) SUBITO IN TESTA AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
OGIER-INGRASSIA (CITROEN C3 WRC) SUBITO IN TESTA AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 13, 2019
DAL TARO AL DOLOMITI… MS MUNARETTO GRANDE PROTAGONISTA
DAL TARO AL DOLOMITI… MS MUNARETTO GRANDE PROTAGONISTA
June 13, 2019
SCUDERIA NEW TURBOMARK TRA SARDEGNA E MILANO RALLY SHOW
SCUDERIA NEW TURBOMARK TRA SARDEGNA E MILANO RALLY SHOW
June 13, 2019
CON MAZZOCCHI IN SARDEGNA È UNA LEONESSA CORSE IN FORMATO MONDIALE
CON MAZZOCCHI IN SARDEGNA È UNA LEONESSA CORSE IN FORMATO MONDIALE
June 12, 2019
SCATTA IL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
SCATTA IL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
June 12, 2019
VISINTIN DI NUOVO IN PISTA, CON AMBIZIOSI PROGETTI
VISINTIN DI NUOVO IN PISTA, CON AMBIZIOSI PROGETTI
June 12, 2019
UN TABARELLI DI SPESSORE ALL'OMBRA DELLE DOLOMITI
UN TABARELLI DI SPESSORE ALL'OMBRA DELLE DOLOMITI
June 12, 2019
Gara di assoluto prestigio per Andrea Crugnola che nel prossimo fine settimana sarà impegnato nella sedicesima edizione del Rally Italia Sardegna 2019, quarto round del Campionato Italiano Rally.
Gara di assoluto prestigio per Andrea Crugnola che nel prossimo fine settimana sarà impegnato nella sedicesima edizione del Rally Italia Sardegna 2019, quarto round del Campionato Italiano Rally.
June 11, 2019
PASSO FALSO PER BELLAN AL DOLOMITI
PASSO FALSO PER BELLAN AL DOLOMITI
June 11, 2019
RAMPAZZO È TERZO, CON RIMPIANTO, AL DOLOMITI
RAMPAZZO È TERZO, CON RIMPIANTO, AL DOLOMITI
June 11, 2019
MASCHERA E DALL'Ò, ENTRAMBE VINCENTI AL DOLOMITI
MASCHERA E DALL'Ò, ENTRAMBE VINCENTI AL DOLOMITI
June 11, 2019
UN TARO FORMATIVO PER RABAGLIA
UN TARO FORMATIVO PER RABAGLIA
June 11, 2019
FOFO’ DI BENEDETTO ANCORA PROTAGONISTA NELL’IRC CON I COLORI DELL’ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL
FOFO’ DI BENEDETTO ANCORA PROTAGONISTA NELL’IRC CON I COLORI DELL’ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL
June 11, 2019
PRESENTATO IL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
PRESENTATO IL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 11, 2019
SECONDO SFUMATO PER FINOTTI AL DOLOMITI
SECONDO SFUMATO PER FINOTTI AL DOLOMITI
June 11, 2019
DUE GIOIE SU TRE PER BALDON RALLY AL DOLOMITI
DUE GIOIE SU TRE PER BALDON RALLY AL DOLOMITI
June 11, 2019
Al rally R.A.A.B. un percorso modificato ma ispirato alla tradizione
Al rally R.A.A.B. un percorso modificato ma ispirato alla tradizione
June 11, 2019
Poker d’assi Movisport al rally Italia-Sardegna “mondiale”: Andolfi, Gryazin, Hoelbling e Scandola
Poker d’assi Movisport al rally Italia-Sardegna “mondiale”: Andolfi, Gryazin, Hoelbling e Scandola
June 11, 2019
OGLIARI PRONTO A METTERE IL CASCO PER IL SUO MILANO RALLY SHOW
OGLIARI PRONTO A METTERE IL CASCO PER IL SUO MILANO RALLY SHOW
June 11, 2019
UN “TARO” REDDITIZIO PER TOSI-DEL BARBA: SEMPRE TERZI NELL’IRCup.
UN “TARO” REDDITIZIO PER TOSI-DEL BARBA: SEMPRE TERZI NELL’IRCup.
June 11, 2019
Tutto pronto per l’avventura mondiale:  Giuseppe Testa  e Massimo Bizzocchi sbarcano in Sardegna per mettersi in mostra
Tutto pronto per l’avventura mondiale: Giuseppe Testa e Massimo Bizzocchi sbarcano in Sardegna per mettersi in mostra
June 11, 2019
LEONESSA CORSE: AL RALLY DEL TARO È UN BECCHETTI RUGGENTE
LEONESSA CORSE: AL RALLY DEL TARO È UN BECCHETTI RUGGENTE
June 10, 2019
Pasquale Pucella in Sardegna per la prima esperienza nel WRC
Pasquale Pucella in Sardegna per la prima esperienza nel WRC
June 10, 2019
UN CIR TERRA MONDIALE PER IL RALLY ITALIA SARDEGNA
UN CIR TERRA MONDIALE PER IL RALLY ITALIA SARDEGNA
June 10, 2019
IN SARDEGNA FORD IN FORMAZIONE DA MONDIALE
IN SARDEGNA FORD IN FORMAZIONE DA MONDIALE
June 10, 2019
“Profumo iridato” per XRace Sport: al Sardegna mondiale con Dalmazzini-Ciucci
“Profumo iridato” per XRace Sport: al Sardegna mondiale con Dalmazzini-Ciucci
June 10, 2019
PRESENTATO ALLA STAMPA IL 55° RALLY VALLI OSSOLANE
PRESENTATO ALLA STAMPA IL 55° RALLY VALLI OSSOLANE
June 10, 2019
Mattipelecorse - Rally
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

TUTTI I MIGLIORI DELLA SPECIALITA’ AL VIA NELLA 10° CRONOSCALATA STORICA DELLO SPINO, CHE REGISTRA IN TOTALE 188 ISCRITTI. GRANDE SFIDA FRA GLI ULTIMI DUE VINCITORI ASSOLUTI, UBERTO BONUCCI E STEFANO PERONI, IN UNA CRONOSCALATA CHE PROPONE IL TOP A LIVELLO TECNICO

 

 

 

Un elenco degli iscritti di prim’ordine, a livello sia quantitativo – con 188 concorrenti in totale – che qualitativo, con la presenza di tutti i big della categoria delle storiche. La 10° Cronoscalata Storica dello Spino e la 47esima Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino parte davvero con tutti i migliori auspici e promette inevitabilmente battaglia sui 6 chilometri del suo tracciato. Iniziamo con la ripartizione della gara valevole quale quarta tappa del campionato italiano di velocità in salita auto storiche. Sono 143 le vetture, così suddivise: 24 nel I Raggruppamento, 44 ciascuna nel II e nel III, 12 nel IV più 10 biposto e 9 nel quinto. Le altre 45 appartengono alla cerchia delle moderne. Fra coloro che disputano il tricolore e gli altri italiani impegnati nell’europeo, a Pieve Santo Stefano si sfideranno i migliori piloti che offre al momento l’intero panorama, per cui non mancheranno di certo i colpi di acceleratore. A cominciare dai due più recenti vincitori, entrambi toscani: il senese Uberto Bonucci su Osella Pa 9/90 (IV Raggruppamento), primo nel 2016 e il fiorentino Stefano Peroni su Martini Mk 32 (V Raggruppamento), che ha trionfato nel 2017 e nel 2018. Fra le monoposto, ci sono Matteo ed Emanuele Aralla (Formula Renault Europe e Dallara F390 le rispettive auto), ma anche Andrea Fiume su Chevron B42, mentre avversari diretti di Bonucci sono Piero Lottini e l’attuale leader del IV Raggruppamento, Tiberio Nocentini, anch’essi su Osella Pa 9/90, non dimenticando l’altotiberino Marco Piccinelli su Lucchini Sn 88.

 

 

Nel III Raggruppamento, il capoclassifica Giuseppe Gallusi su Porsche 911 Sc se la vede con Salvatore Asta su Bmw 2002 Ti e Pier Luigi Ruschi su Fiat X 1/9 e nel II – dove Giuliano Peroni (Osella Pa 3) cerca di consolidare il suo primato – si preannuncia interessante la contesa a tre nella classe oltre 2500 fra la De Tomaso Pantera di Giuliano Palmieri e le Porsche Carrera Rs di Natale Mannino e Matteo Adragna. Nel I Raggruppamento, l’uomo da battere è Angelo De Angelis su Nerus Silhouette, anche se avrà un degno rivale in Antonio Di Fazio su Nsu Brixner. Fra le moderne, Fabrizio Peroni (fratello più giovane di Stefano e figlio di Giuliano) tenta il bis con l’Osella Pa 20/S, seppure un pensierino lo stia facendo anche Alessandro Alcidi con l’esordiente Speed Motor 01. Derby pievano nella classe 1000 della E2-SS fra le Gloria di Michele Gregori e di Mauro Polcri. Tre le donne al via: Camilla Bisceglia, che sarà la prima in assoluto a partire con la Peugeot 106 fra le moderne, poi Anna Brenciaglia nel II Raggruppamento con la Bmc Sprite Mk 1 e infine Gina Colotto, che torna allo Spino con la Formula Abarth nel V Raggruppamento. Di fronte a un “parterre” del genere, che costituisce il top, il richiamo per gli appassionati diventa automatico. Si comincia venerdì 7 giugno con le verifiche sportive e tecniche dalle 15 alle 19.30, che andranno avanti anche sabato 8 dalle 8 alle 11, prima dell’inizio delle prove ufficiali alle 13. Che la festa dello Spino cominci!

 

Pieve Santo Stefano, 6 giugno 2019

 

 

Ufficio stampa

Pro-Spino Team

EFFERREMOTORSPORT – Bossuto vince l'N1 al Grappolo, Paganini-Razza presenti al Taro

 

 

Grande soddisfazione per la scuderia EfferreMotorsport per l'ottima prestazione di Stefano Bossuto e Nancy Bondi al Rally del Grappolo.
L'equipaggio piemontese ha infatti vinto e convinto nella classe N1 a bordo della piccola Peugeot 106.
Dopo il 2° posto nella prova serale di Sabato, Stefano e Nancy sono partiti all'attacco sulle prove della Domenica mattina, scalando la classifica e vincendo in maniera convincente la classe N1.
Stefano: “Siamo andati oltri il nostro obiettivo che resta sempre quello di concludere le gare divertendoci. La vittoria in N1 vale molto e la dedichiamo a chi ci aiuta e sostiene in ogni nostra gara, un grazie particolare all'assistenza che ci ha “regalato” l'autografo di Paolo Andreucci, che insieme al trofeo di classe fare bella nostra nelle nostre bacheche”.

Dal Piemonte all'Emilia Romagna, dove Sabato e Domenica andrà in scena il prestigioso Rally del Taro. A correre nella gara nazionale, con il #135, la coppia piacentina composta da Renato Paganini e Carmen Razza, sulla MG Rover A5.
Questa gara arriva dopo l'ottima prestazione al Rally Day Castelli piacentini, dove hanno conquistato la classe di appartenenza. La speranza e di ripetere la prestazione ottenuta in val Tidone, in una gara che li ha visto sovente protagonisti.

 

GARA IN FAMIGLIA PER LA SCUDERIA 5 SPEED ALLA CRONOSCALATA DELLO SPINO.

Al via della gara toscana, quarta tappa del Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, ci sarà il team manager Claudio Bisceglia, al volante di una Fiat Ritmo 105 TC e nelle auto moderne Camilla Bisceglia al volante di una Peugeot 106.

 

 

San Sepolcro (Ar): Sarà una gara tutta in famiglia, quella che vedrà protagonista la scuderia 5 Speed, alla 10° Cronoscalata dello Spino : nella quarta gara del CIVSA, in programma a Pieve Santo Stefano ( Ar) dal 7 al 9 Giugno saranno al via il team manager Claudio Bisceglia e sua figlia Camilla. Claudio, alla terza gara stagionale, sarà al volante della sua fida Fiat Ritmo 105 TC nel 4° Raggruppamento nelle Autostoriche: un connubio, quella con la vettura italiana, ormai solido che si è reso protagonista di ottime performance nelle precedenti gare. Allo “ Spino”, l’obiettivo è quello di fare una gara tra i protagonisti, vista la conoscenza del tracciato , che si può definire “ di casa”. Camilla, invece, sarà al via nella auto moderne a bordo di una Peugeot 106 nella Racing Start 1.4: anche per la lady della scuderia, l’obiettivo è quello di disputare una buona performance, su un tracciato che si addice alle sue caratteristiche di guida. Entrambe le vetture sono state preparate e saranno assistite da Sasa Motorsport: una garanzia per il team, viste le eccellenti prestazioni che le auto hanno sempre dimostrato. Appuntamento , quindi, sui tornanti del Passo dello Spino: sabato 8 Giugno sono previste le prove libere, mentre domenica 9 Giugno la gara.

TOTO' FARINA E STEFANO PIAZZA SUL PODIO AL RALLY DEI TEMPLI

Mercoledì, 05 Giugno 2019 17:01 Published in Rally

TOTO' FARINA E STEFANO PIAZZA SUL PODIO AL RALLY DEI TEMPLI

 

 

Agrigento: Sulle strade dell'entroterra agrigentino è andata in scena l'uno e due giugno il Rally dei Templi, manifestazione organizzata dall'automobile club Agrigento. Totò Farina e Stefano Piazza portacolari della scuderia Real Cefalù Reparto Corse hanno condotto la loro piccola Peugeot 106 di classe N2 sul 3° gradino del podio nonostante alcune noie tecniche patite durante i due giorni di gara sulle tre prove speciali denominate Cianciana - Aragona e Montaperto. Il driver di Mussomeli ha ottenuto punti preziosi sia in ottica Campionato Siciliano sia nel Trofeo Peugeot Competition. Prossimo appuntamento al rally del Tirreno in programma la seconda settimana di agosto in provincia di Messina.

ALLO SPINO PRESENTAZIONE UFFICIALE E NUOVO ESORDIO IN SALITA PER LA SPEED MOTOR 01 CON AL VOLANTE ALESSANDRO ALCIDI. IN GARA FRA LE MODERNE ANCHE MARIO TACCHINI CON LA MINI COOPER

 

 

 

Due piloti della Speed Motor in gara sabato 8 e domenica 9 giugno nella 47esima edizione della Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino, la gara riservata alle vetture moderne che affianca la 10° Cronoscalata Storica dello Spino. Dopo l’annullamento della Camucia-Cortona a causa del tragico incidente nel quale ha perso la vita Fabrizio Bonacchi, per la Speed Motor 01 – la monoposto di realizzazione tutta umbra nata dal progetto del team di Gubbio su ideazione del francese Epsilon Barazi Caparo – diventa di fatto questa la gara che segna l’esordio nella velocità in montagna, anche se due mesi fa a Cortona aveva disputato le due sessioni di prove ufficiali. Lo staff tecnico e il pilota che gareggerà sui 6 chilometri del tracciato toscano nella classe 1400 del gruppo E2-SS, il tuderte Alessandro Alcidi, arriveranno al completo a Pieve Santo Stefano perché oltre alla parentesi agonistica – che dovrà dare indicazioni importanti sulle performance in salita – è in programma anche la presentazione ufficiale della Speed Motor 01, fissata per le 19.30 di venerdì 7 giugno nella centralissima piazza Amintore Fanfani, al termine delle verifiche sportive e tecniche del pomeriggio. “Voglio rivolgere un ringraziamento alla Pro-Spino Team e al suo presidente, Alessandro Pigolotti, per la possibilità che ci è stata offerta e per il piacere con il quale gli organizzatori dello Spino hanno accettato di tenere a battesimo la nostra vettura nel week-end in cui si cimenterà in una cronoscalata”.

 

 

Questa la dichiarazione di Tiziano Brunetti, presidente della Speed Motor, che aggiunge: “Lo spirito di collaborazione è fondamentale e all’accoglienza riservata risponderemo con un allestimento particolare del nostro paddock”. Assieme ad Alcidi, ci sarà per il team di Gubbio anche il bergamasco Mario Tacchini su Mini Cooper nella classe TB_1600 della Racing Start. Tacchini è uno dei veterani e dei fedelissimi in assoluto della gara dello Spino, alla quale non è voluto mancare nemmeno in questa occasione. Verifiche sportive e tecniche dalle 15 alle 19.30 di venerdì 7 e dalle 8 alle 11 di sabato 8, con partenza alle 13 delle prove ufficiali in due sessioni. Il via di gara 1 verrà dato alle 9.30 di domenica 9, con gara 2 a ruota. Sia alle prove che in gara, le auto moderne partiranno prima delle storiche. 

 

5 giugno 2019

 

Ufficio stampa

Claudio Roselli

PIOVONO ISCRITTI AL 55° RALLY VALLI OSSOLANE E SABATO CI SARÀ LA PRESENTAZIONE

Passati i cento iscritti, la corsa ossolana ha ancora nove giorni utili per le iscrizioni: si va verso un record! Sabato sera a Malesco ci sarà la presentazione ufficiale. I piloti ci raccontano la gara: appuntamento con la Ps di Aurano.

 

 

Malesco (VB) – L’edizione 2019 del Valli Ossolane procede a gonfie vele. Quando mancano ancora nove giorni alla chiusura delle iscrizioni, la scuderia New Turbomark conta già la bellezza di 105 iscritti calcolando che ancora non sono giunte le adesioni dei piloti svizzeri che prenderanno parte al massimo campionato elvetico per cui la corsa è valida. Un successo incredibile che non fa che confermare l’amore e l’attenzione che i concorrenti hanno da sempre verso questa gara che risulta tra le più antiche d’Italia. Presentazione - Sabato 8 giugno a Malesco, presso il ristorante La Peschiera, alle ore 21 verrà presentato il Rally davanti a pubblico, stampa ed autorità: l’interesse mediatico per il “Valli” è già alto ed in occasione della presentazione verranno svelati alcuni dettagli della gara.

 

 

Le prove speciali sotto la lente di ingrandimento – Inizia da questo comunicato il percorso di avvicinamento all’edizione numero 55 del Valli Ossolane. Abbiamo interpellato alcuni dei piloti più rappresentativi di questa corsa che sono strettamente legati alla gara: è a loro che abbiamo chiesto di descrivere le speciali di quest’anno. Piero Longhi, Fabrizio Margaroli, Marco Laurini, Erminio Barbieri e Davide Caffoni ci hanno accompagneranno virtualmente sulle strade di Aurano, Cannobina, Crodo-Mozzio, Zornasco e Montecrestese con le descrizioni delle strade e dei loro personali ricordi. La prima “puntata” è focalizzata sulla prima e terza prova, l’Aurano. Allacciatevi le cinture: si parte! Ps 1/3 Aurano (12,10 km sabato 15 giugno 14:23 e 18:39) Scheda di Piero Longhi Descrizione: Sempre uguale rispetto al passato, l’Aurano è stata utilizzata anche in occasione del 111’, il rally di "casa mia"; sarà la speciale di apertura del rally e dopo la Cannobina è quella più lunga con i suoi 12 chilometri.

 

 

La prova inizia da Ramello, frazione di Cambiasca, con un misto veloce che viaggia in costa e che dopo il primo tratto si lascia a sinistra il bivio per Intragna e Gabbio situato su una destra insidiosa. Attraverso il passaggio su alcuni ponticelli stretti si inizia a percorrere un sottobosco nel quale i ritmi sono sempre sostenuti; l’asfalto è in buone condizioni e si arriva a gran velocità ad un altro bivio dove un susseguirsi di “destra-sinistra” è da farsi quasi in apnea. Il ritmo è spezzato da un tornante sinistro che inizia a far crescere i percentili di pendenza della salita che prosegue con un’altra serie di tornanti separati da curve veloci e da non sottovalutare. In totale i tornanti sono ben sedici e quasi tutti abbastanza stretti: conterà molto farli bene per cercare di ripartire al meglio per perdere il minor tempo possibile Per il pubblico:

 

 

Prova ostica per il pubblico: pochi gli accessi come i punti utili per assistere in piena sicurezza. L'inizio prova facilmente raggiungibile da Cambiasca è quello più agevole dove però bisogna selezionare bene la postazione visto che le auto transitano veloci e la carreggiata è stretta con muri e bosco che si affacciano sulla strada impedendo lo stazionamento. Meglio stare nei bivi o nei tornanti nella seconda metà di prova pur considerando che l'accesso è permesso arrivando da Piancavallo.

 

 

Il mio ricordo: Sono passati molti anni dal mio ultimo Valli Ossolane; ricordo che l'Aurano era una speciale proprio differente dalle altre: il misto veloce nel primo tratto si spezzava continuamente con i tornanti a salire. Era un cambio drastico rispetto alle speciali precedenti come ad esempio la Cannobina, decisamente più veloce; questo però è ed è stato uno dei motivi per cui i concorrenti hanno sempre amato il Valli Ossolane; si trova di tutto, dalla salita alla discesa, dal largo veloce allo stretto lento, tornanti spettacolari, inversioni strette e passaggi nei paesini. Un rally tosto per piloti veri! Chi è: nato a Borgomanero nel 1965, Piero Longhi è uno dei piloti di maggior successo a livello nazionale ed anche uno dei pochi ad aver svolto la professione di pilota sia in ambito rally che in ambito pista. Il driver di Paruzzaro ha vinto per due volte il Campionato Italiano Rally nel 2000 a bordo di una Toyota Corolla Wrc e nel 2005 su una Subaru Impreza gr.N. Nel 2011 ha vinto il Campionato Sloveno su Skoda Fabia S2000. L’albo d’oro del Valli Ossolane lo consacra per due volte vincitore: nel 1988 con “Swilly” Leonardi su Renault 5 Gt Turbo e nel 1990 con Pietro Carraro su Lancia Delta Integrale.

 

www.rallyvalliossolane.it

SALENTO OPACO PER BALDON RALLY

Mercoledì, 05 Giugno 2019 16:17 Published in Rally

SALENTO OPACO PER BALDON RALLY 

Il terzo atto del Campionato Italiano WRC, valido anche per la Suzuki Rallye Cup, vede i due piloti del team di Castelgomberto in ombra, a causa di diversi fattori.

 

 

Castelgomberto (Vi), 05 Giugno 2019 – Un fine settimana abbastanza incolore per Baldon Rally, archiviando il giro di boa nel Campionato Italiano WRC comunque in positivo.

Due erano le punte schierate dal team di Castelgomberto alla cinquantaduesima edizione del Rally del Salento, disputatasi nel recente fine settimana, entrambe autrici di una prestazione sotto le aspettative, con la complicità di alcune problematiche tecniche di diversa natura.

Vista la buona posizione in classifica, sia nel tricolore che nella Suzuki Rallye Cup, molto ci si aspettava da Andrea Scalzotto, con Sofia D'Ambrosio sulla versione Swift 1.6.

Una gara in sordina, rallentata da alcune noie al motore, non vedeva il pilota vicentino mai in lotta per le posizioni di vertice, chiudendo con una quinta piazza in classe R1 che non soddisfa.

Nonostante la prestazione opaca la situazione di campionato risulta essere un toccasana: nella Coppa ACI Sport Under 25 Scalzotto si conferma al secondo posto, ritardo di quattro punti e mezzo dalla vetta e vantaggio di otto sul terzo, mentre in quella R1 è virtualmente sul gradino più basso del podio con un passivo di nove punti e mezzo dal secondo ed undici dal primo.

Nella Suzuki Rallye Cup, girone CIWRC, il vicentino scende al terzo posto con nove punti di ritardo dal secondo e dieci dal primo. 

“Per alcuni problemi al motore” – racconta Baldon (titolare Baldon Rally) – “Scalzotto non è riuscito ad esprimersi ai consueti livelli di competitività. Abbiamo perso un po' di terreno in campionato ma nulla è compromesso. Non potendo effettuare alcun intervento che risolvesse la situazione abbiamo optato per arrivare in fondo, evitando rischi e cercando di incamerare quanti più punti possibili vista la situazione. Va bene così, entrambe le serie sono lunghe.” 

Lo era nei piani della vigilia ed il risultato, il sesto posto finale in classe R1, lo ha ampiamente confermato: il debutto di Edoardo De Antoni sulla nuova Suzuki Swift 1.0 turbo, condivisa assieme a Nicola Argenta, è stato pesantemente penalizzato dal ritardo nella consegna della vettura stessa, costringendo Baldon Rally agli straordinari per poter essere al via.

L'impossibilità di rendere competitiva la nuova arrivata non ha tolto il sorriso allo staff del sodalizio vicentino, il quale ha potuto comunque constatarne l'affidabilità.

L'aggiunta di una banale toccata, avvenuta sulla settima prova speciale, ha allontanato in modo definitivo il pilota di Camposampiero, in provincia di Padova, dalle posizioni che contano. 

“Discorso a parte merita De Antoni” – sottolinea Baldon – “perchè ci siamo presentati in campo gara, purtroppo non per colpe nostre, con una vettura incompleta. Non abbiamo avuto il tempo materiale di montare tutte le evoluzioni disponibili perchè ci è stata consegnata in ritardo. Abbiamo voluto comunque essere presenti al Salento, con la nuova Swift turbo, per macinare un po' di chilometri, in vista dei prossimi appuntamenti di campionato. Non è stato un Salento facile, con qualche acquazzone che ha rimescolato le carte. Siamo comunque soddisfatti del nostro risultato. Le vetture sono arrivate in fondo, nonostante i problemi. Siamo positivi.”

WEEKEND SU DI GIRI PER IL REAL CEFALU' REPARTO CORSE ALLA CRONOSCALATA DEL SANTUARIO.
 
 

Cefalù (PA). Nel weekend del 2 giugno è andata in scena la Cronoscalata del Santuario Cefalù-Gibilmanna valevole per il T.I.V.M ed il Campionato Siciliano auto moderne e storiche. Il tracciato di gara ricavato su di un tratto di 7450 mt. della SP54 bis, teatro negli anni 80, di innumerevoli sfide tra i migliori piloti del palcoscenico europeo. Per il sodalizio cefaludese due giorni intensi all'insegna della competizione e del divertimento dove diversi piloti si sono contraddistinti a partire dalla classe TC 1150 in cui il madonita Giovanni Grisanti a bordo della sua A112 ha dovuto alzare bandiera bianca in gara 2 dopo aver fatto segnare tempi di tutto rispetto sia in gara 1 sia nelle prove effettuate nella giornata di sabato. A spuntarla è stato il responsabile tutto fare della scuderia cefaludese Giuseppe Esposito, per la prima volta al volante di una vettura storica, che si è imposto al termine della seconda manche cronometrata, portando così al successo della gara di casa la piccola e rombante A112 del compianto Paolino Di Marco scomparso prematuramente lo scorso anno. Sempre nella categoria riservata alle auto storiche, Santo Ilardo a bordo della sua Peugeot 205 GTI 1.6 ha tolto un po' di ruggine dopo un lungo stop facendo segnare interessanti rilievi cronometrici nonostante le condizioni meteo in gara 1 che hanno visto una leggera pioggia abbattersi sul tracciato, ciò nonostante conquistando il primato di classe ed il terzo posto di quarto raggruppamento. Su vettura gemella ma di cilindrata inferiore Salvatore Garbo è salito sul gradino più alto di classe. Entusiasmante il weekend di gara per il cefaludese Piero Vazzana che dopo aver smaltito in fretta la delusione della Targa Florio Historic Rally ha portato la sua 911 sc di 3° raggruppamento al secondo posto assoluto in classifica generale al termine di gara 2. Buona la prestazione di Totò Lo Forti new entry nella scuderia, che con la sua Mini Cooper di 2° raggruppamento si è piazzato in 32° posizione assoluta nella classifica generale conquistando il gradino più in alto di classe.

Massiccia presenza di alfieri del Real Cefalù Reparto Corse nella gara riservata alle vetture moderne, a partire da Angelo Miccichè che al volante della Formula Gloria ha conquistato il terzo posto assoluto in classifica generale e primo di E2SS. In Gruppo Racing Start lotta serrata tra Giovanni Esposito e Vincent Mazzola. Ad avere la meglio è stato Giovanni Esposito, che al volante della consueta Renault New Clio 2.0 si è piazzato in 23ª posizione assoluta conquistando la prima posizione di classe e di gruppo, precedendo Vincent Mazzola al via con la Fiat Grande Punto RSD alimentata a gasolio, il quale alle prese con piccoli problemi meccanici che hanno rallentato la sua prestazione, ha chiuso in 25° posizione assoluta e primo di classe.
Gara tutta in salita quella di Giuseppe Serio che dopo alcuni problemi tecnici riscontrati nelle prove di sabato ha condotto la clio williams di classe PRODE 2000 fino 11° posto assoluto ed al secondo di classe. Cosimo Pirajno su Peugeot 106 Rallye ProdS 1600 dopo aver trovato il giusto feeling con la vettura della casa del leone, ha concluso al 12° posto assoluto e secondo di classe. Per la classe Prod E1400, spicca la fantastica prestazione di Giovanni Spinosa, il quale primeggia sia in gara 1 che in gara 2 al volante della piccola Peugeot 106 Rallye. Ottima prestazione per Mattia Provenza, figlio d’arte, che alla sua prima esperienza assoluta al volante della Peugeot 106 Rallye di classe Prod E 1400 è giunto sul secondo gradino del podio. Nella stessa classe da segnalare il ritiro del veterano Vincenzo Maggio su Peugeot 205 Rallye che in gara 1 vedeva svanire i sogni di gloria a causa di una rovinosa uscita di strada con relativo cappottamento, dal quale ne è uscito illeso. Altro debutto più che positivo è quello di un altro giovane figlio d'arte, Mirko Marsala ai nastri di partenza con la Citroen C2 Vts di classe A1600 si è piazzato in 19° posizione assoluta nella classifica generale e secondo di classe precedendo l’altra new entry della scuderia, Rosario Fertitta, che dopo tre anni di stop ha ceduto al richiamo della gara di casa, e presentatosi a bordo di una Peugeot 106 Rallye di gruppo A1600, ha dovuto fare i conti con un' indisposizione fisica nel corso di gara 1 e gara 2, e tirando i remi in barca si è dovuto accontentare della 26ª posizione assoluta della quarta posizione del gruppo A e della terza posizione di classe. Adriano Marsala al via con una Peugeot 106 Rallye di classe Prod S1400 ha concluso la sua gara in 27ª posizione assoluta e secondo di classe nonostante la poca esperienza al volante. Sfortunata la gara di Giovanni Maggio.

CRESCE L’ATTESA PER LA 2^ COPPA VILLE LUCCHESI

Mercoledì, 05 Giugno 2019 16:05 Published in Rally

CRESCE L’ATTESA PER LA 2^ COPPA VILLE LUCCHESI

Trofeo Rally di Zona per il Rally Storico, Campionato Italiano per la versione “Regolarità a media”: grandi contenuti in scena nei giorni 12-13 luglio sulle strade della Piana lucchese. Iscrizioni aperte dal 12 giugno.

 

 

Lucca, 5 giugno 2019 - Cresce l’attesa per la seconda edizione della Coppa Ville Lucchesi, pronta a confermare l’appeal riscontrato anche lo scorso anno. Assecondato dalle neo-titolarità assegnate da Aci Sport, l’evento promosso da Automobile Club Lucca – in programma nei giorni 12 e 13 luglio lungo le strade che circondano Lucca – offrirà alla platea motoristica nazionale un’espressione agonistica in linea con le ambizioni del proprio gruppo di lavoro.

Trofeo Rally di Zona per quanto riguarda il Rally Storico e Campionato Italiano Regolarità a media come scenario per i conduttori iscritti al format previsto dalla disciplina: elementi di primo piano che, con la conferma della formula dedicata alle vetture “All Stars”, verranno valorizzati al meglio dai luoghi scelti per disputare la Coppa, le bellissime Colline lucchesi, le Ville che costellano il paesaggio e i borghi medievali che svelano un passato ricco di storia.

“Siamo in piena preparazione - commentano Luca Gelli e Luca Sangiorgio, rispettivamente presidente e direttore di Aci Lucca - Quest’anno cureremo ogni dettaglio con ancora maggiore dedizione e attenzione dell’anno precedente, con l’obiettivo di offrire agli equipaggi partecipanti e al pubblico presente uno spettacolo unico e indimenticabile. La scelta delle colline lucchesi, la volontà di esaltare il nostro territorio in abbinamento alla bellezza degli esemplari motoristici che hanno fatto la storia del rally nasce da una considerazione semplice: lo sport come strumento di aggregazione, di condivisione di valori, di conoscenza e di valorizzazione delle bellezze che abbiamo nella nostra provincia”.

Tre prove speciali e tre prove di media, ripetute fino a sfiorare settanta chilometri cronometrati, quattro riordinamenti che esalteranno le eccellenze del territorio, piazza d’Armi a Montecarlo, Villa Reale a Marlia, Parco Pandora a Segromigno e piazza Ricasoli ad Altopascio, un percorso che attraverserà le colline e i borghi lucchesi, da Aquiilea a Villa Basilica, e che vedrà il suo punto di partenza dal cuore di Altopascio, casa per eccellenza della via Francigena. Un legame con il territorio pronto a rinnovarsi anche in occasione dei controlli a timbro previsti dal format di gara, nei pressi della Fortezza Medievale di Montecarlo e a Villa Torrigiani, a Camigliano, con la città di Altopascio interessata dal passaggio delle vetture in fase di trasferimento. Capannori sarà invece teatro del Parco Assistenza dove, negli spazi adiacenti lo stadio comunale, gli appassionati avranno la possibilità di seguire da vicino le fasi di “service”. 

La  2^ Coppa Ville Lucchesi accenderà i motori delle vetture partecipanti – esemplari che hanno fatto la storia dell’automobilismo internazionale – alle ore 19.31 di venerdì 12 luglio, dal centro storico di Altopascio, in piazza Ricasoli. L’arrivo è previsto alle ore 18.31 dell’indomani nel cuore di Montecarlo, a conclusione di un confronto che decreterà i vincitori dopo sette prove speciali. L’apertura delle iscrizioni è stata programmata per mercoledì 12 giugno, fase che si concluderà nella giornata di lunedì 8 luglio e che vedrà garantite importanti agevolazioni: previsto uno sconto del 25% per i conduttori di Automobile Club Lucca e del 20% per gli equipaggi che hanno partecipato alla prima edizione.

Informazioni sul programma, aggiornamenti e novità su: www.coppavillelucchesi.it.

 

Nella foto (free copyright Thomas Simonelli): il podio della 1^ edizione. 

FINOTTI PUNTA ALLA SCALATA DEL DOLOMITI

Mercoledì, 05 Giugno 2019 12:20 Published in Rally

FINOTTI PUNTA ALLA SCALATA DEL DOLOMITI

Il pilota di Taglio di Po, reduce da un positivo debutto sulla Peugeot 208 R2, è al via dell'evento valido per il Trofeo Peugeot Regional Rally Club e la Coppa Rally ACI Sport.

 

 

Taglio di Po (Ro), 05 Giugno 2019 – Riparte dalla provincia di Belluno la stagione agonistica 2019 di Eros Finotti, il quale sarà impegnato, Sabato 8 e Domenica 9 Giugno alla quarta edizione del Dolomiti Rally, evento che avrà come fulcro la cittadina di Agordo.

Il pilota di Taglio di Po, affiancato come di consueto dal clodiense Nicola Doria, tornerà alla guida della Peugeot 208 R2, messa a disposizione dal team Baldon Rally ed iscritta per i colori della Scuderia Torre del Moro a.s.d., nella speranza che il parco partenti, in classe R2B, possa regalargli maggiore soddisfazione rispetto alla precedente apparizione. 

“Al Rally Bellunese abbiamo fatto una buona esperienza” – racconta Finotti – “ed abbiamo potuto migliorare il nostro affiatamento con la Peugeot 208 R2. Il vero peccato, in quel frangente, è che ci siamo trovati da soli in classe e questo ci ha tolto il confronto diretto, per capire come ci stavamo evolvendo nel corso della gara. Ci auguriamo che qui al Dolomiti la situazione sia diversa e che ci possano essere al via degli avversari tosti, con i quali poterci confrontare apertamente e che ci spingeranno a crescere ulteriormente, di prova in prova.” 

Un desiderio, quello di avere un parco partenti più nutrito nella propria classe, che si tradurrebbe in un maggiore potenziale, in ottica di punteggi attribuibili, sia per il Trofeo Peugeot Regional Rally Club ed alla Coppa Rally ACI Sport di zona quattro.

Nel monomarca della casa del leone Finotti risulta attualmente trasparente mentre in quella del CRZ comanda, in solitaria tra le R2B, le operazioni con 5,25 punti. 

“I nostri due obiettivi stagionali” – aggiunge Finotti – “sono tutt'ora il Trofeo Peugeot Regional Rally Club e la Coppa Rally ACI Sport, in quarta zona, ma il confronto risulta essere difficile da vincere se ci troviamo in pochi partenti in classe. Avere al via più avversari ci permetterebbe di ambire ad un maggiore bottino di punti e confidiamo che questo si verifichi qui al Dolomiti.” 

Il Dolomiti Rally 2019 ricalcherà, in linea di massima, l'ossatura della precedente edizione: saranno tre le prove speciali che andranno a comporre il percorso di gara, tutte da ripetere per tre passaggi, a partire dalla “Oltach” (6,63 km) che sarà seguita dalla “San Tomas” (6,85 km) e dalla “Valada” (7,48 km), un totale di poco meno di sessantatre chilometri cronometrati. 

“Dalle ricognizioni svolte la scorsa settimana” – sottolinea Finotti – “abbiamo potuto constatare come l'asfalto sia molto bello, con tanto grip. Le prove speciali, seppur corte, sono caratterizzate da parecchia discesa e noi amiamo correre in queste condizioni. Il basso chilometraggio, per singola prova, non deve essere sinonimo di semplicità. Si tratterà di una sorta di gara sprint, zero errori ammessi e dare sempre il massimo. Un errore risulterebbe molto difficile da recuperare. Al Bellunese abbiamo lavorato molto sul setup. Partiremo quindi da buona base di lavoro. Un grazie di cuore a tutti i nostri partners, i quali rendono possibile ciò.”