Per Movisport in Sardegna lacrime “iridate” e sorrisi “tricolori”
Per Movisport in Sardegna lacrime “iridate” e sorrisi “tricolori”
June 17, 2019
“Sardegna” sfortunata per XRace Sport: Dalmazzini-Ciucci costretti al ritiro
“Sardegna” sfortunata per XRace Sport: Dalmazzini-Ciucci costretti al ritiro
June 17, 2019
BASSO-GRANAI (SKODA FABIA R5) SI AGGIUDICANO AL FOTOFINISH GARA 2 AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019. ORA COMANDANO IL CIR
BASSO-GRANAI (SKODA FABIA R5) SI AGGIUDICANO AL FOTOFINISH GARA 2 AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019. ORA COMANDANO IL CIR
June 16, 2019
MIRABOLANTE VITTORIA DI SORDO SU HYUNDAI AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
MIRABOLANTE VITTORIA DI SORDO SU HYUNDAI AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
June 16, 2019
IL RALLY D’ITALIA PER ALTRI TRE ANNI IN TERRA DI SARDEGNA
IL RALLY D’ITALIA PER ALTRI TRE ANNI IN TERRA DI SARDEGNA
June 16, 2019
TANAK DOMINA LA 2^ TAPPA DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
TANAK DOMINA LA 2^ TAPPA DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 15, 2019
VALLI OSSOLANE DAL CAMPIONATO SVIZZERO ALLE PROVE SOTTO LA LENTE D’INGRANDIMENTO: OGGI TOCCA ALLA “CRODO”
VALLI OSSOLANE DAL CAMPIONATO SVIZZERO ALLE PROVE SOTTO LA LENTE D’INGRANDIMENTO: OGGI TOCCA ALLA “CRODO”
June 15, 2019
BIS NEL CIRT PER STEPHANE CONSANI E THIBAULT DE LA HAYE (SKODA FABIA R5) AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
BIS NEL CIRT PER STEPHANE CONSANI E THIBAULT DE LA HAYE (SKODA FABIA R5) AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 15, 2019
AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019 ORA E’ TANAK DAVANTI
AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019 ORA E’ TANAK DAVANTI
June 15, 2019
SIMONE BARONCELLI IN EVIDENZA AL RALLY ITALIA SARDEGNA: SUA LA “TOP TEN” NEL  CONFRONTO TRICOLORE TERRA
SIMONE BARONCELLI IN EVIDENZA AL RALLY ITALIA SARDEGNA: SUA LA “TOP TEN” NEL CONFRONTO TRICOLORE TERRA
June 15, 2019
SORDO SU HYUNDAI AL COMANDO DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
SORDO SU HYUNDAI AL COMANDO DEL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 14, 2019
LATVALA E LA TOYOTA IN TESTA AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
LATVALA E LA TOYOTA IN TESTA AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
June 14, 2019
ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL SULL’ASSE FRANCIA-MILANO-SARDEGNA
ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL SULL’ASSE FRANCIA-MILANO-SARDEGNA
June 13, 2019
OGIER-INGRASSIA (CITROEN C3 WRC) SUBITO IN TESTA AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
OGIER-INGRASSIA (CITROEN C3 WRC) SUBITO IN TESTA AL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 13, 2019
DAL TARO AL DOLOMITI… MS MUNARETTO GRANDE PROTAGONISTA
DAL TARO AL DOLOMITI… MS MUNARETTO GRANDE PROTAGONISTA
June 13, 2019
SCUDERIA NEW TURBOMARK TRA SARDEGNA E MILANO RALLY SHOW
SCUDERIA NEW TURBOMARK TRA SARDEGNA E MILANO RALLY SHOW
June 13, 2019
CON MAZZOCCHI IN SARDEGNA È UNA LEONESSA CORSE IN FORMATO MONDIALE
CON MAZZOCCHI IN SARDEGNA È UNA LEONESSA CORSE IN FORMATO MONDIALE
June 12, 2019
SCATTA IL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
SCATTA IL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019.
June 12, 2019
VISINTIN DI NUOVO IN PISTA, CON AMBIZIOSI PROGETTI
VISINTIN DI NUOVO IN PISTA, CON AMBIZIOSI PROGETTI
June 12, 2019
UN TABARELLI DI SPESSORE ALL'OMBRA DELLE DOLOMITI
UN TABARELLI DI SPESSORE ALL'OMBRA DELLE DOLOMITI
June 12, 2019
Gara di assoluto prestigio per Andrea Crugnola che nel prossimo fine settimana sarà impegnato nella sedicesima edizione del Rally Italia Sardegna 2019, quarto round del Campionato Italiano Rally.
Gara di assoluto prestigio per Andrea Crugnola che nel prossimo fine settimana sarà impegnato nella sedicesima edizione del Rally Italia Sardegna 2019, quarto round del Campionato Italiano Rally.
June 11, 2019
PASSO FALSO PER BELLAN AL DOLOMITI
PASSO FALSO PER BELLAN AL DOLOMITI
June 11, 2019
RAMPAZZO È TERZO, CON RIMPIANTO, AL DOLOMITI
RAMPAZZO È TERZO, CON RIMPIANTO, AL DOLOMITI
June 11, 2019
MASCHERA E DALL'Ò, ENTRAMBE VINCENTI AL DOLOMITI
MASCHERA E DALL'Ò, ENTRAMBE VINCENTI AL DOLOMITI
June 11, 2019
UN TARO FORMATIVO PER RABAGLIA
UN TARO FORMATIVO PER RABAGLIA
June 11, 2019
FOFO’ DI BENEDETTO ANCORA PROTAGONISTA NELL’IRC CON I COLORI DELL’ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL
FOFO’ DI BENEDETTO ANCORA PROTAGONISTA NELL’IRC CON I COLORI DELL’ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL
June 11, 2019
PRESENTATO IL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
PRESENTATO IL RALLY ITALIA SARDEGNA 2019
June 11, 2019
SECONDO SFUMATO PER FINOTTI AL DOLOMITI
SECONDO SFUMATO PER FINOTTI AL DOLOMITI
June 11, 2019
DUE GIOIE SU TRE PER BALDON RALLY AL DOLOMITI
DUE GIOIE SU TRE PER BALDON RALLY AL DOLOMITI
June 11, 2019
Al rally R.A.A.B. un percorso modificato ma ispirato alla tradizione
Al rally R.A.A.B. un percorso modificato ma ispirato alla tradizione
June 11, 2019
Poker d’assi Movisport al rally Italia-Sardegna “mondiale”: Andolfi, Gryazin, Hoelbling e Scandola
Poker d’assi Movisport al rally Italia-Sardegna “mondiale”: Andolfi, Gryazin, Hoelbling e Scandola
June 11, 2019
OGLIARI PRONTO A METTERE IL CASCO PER IL SUO MILANO RALLY SHOW
OGLIARI PRONTO A METTERE IL CASCO PER IL SUO MILANO RALLY SHOW
June 11, 2019
UN “TARO” REDDITIZIO PER TOSI-DEL BARBA: SEMPRE TERZI NELL’IRCup.
UN “TARO” REDDITIZIO PER TOSI-DEL BARBA: SEMPRE TERZI NELL’IRCup.
June 11, 2019
Tutto pronto per l’avventura mondiale:  Giuseppe Testa  e Massimo Bizzocchi sbarcano in Sardegna per mettersi in mostra
Tutto pronto per l’avventura mondiale: Giuseppe Testa e Massimo Bizzocchi sbarcano in Sardegna per mettersi in mostra
June 11, 2019
LEONESSA CORSE: AL RALLY DEL TARO È UN BECCHETTI RUGGENTE
LEONESSA CORSE: AL RALLY DEL TARO È UN BECCHETTI RUGGENTE
June 10, 2019
Pasquale Pucella in Sardegna per la prima esperienza nel WRC
Pasquale Pucella in Sardegna per la prima esperienza nel WRC
June 10, 2019
UN CIR TERRA MONDIALE PER IL RALLY ITALIA SARDEGNA
UN CIR TERRA MONDIALE PER IL RALLY ITALIA SARDEGNA
June 10, 2019
IN SARDEGNA FORD IN FORMAZIONE DA MONDIALE
IN SARDEGNA FORD IN FORMAZIONE DA MONDIALE
June 10, 2019
“Profumo iridato” per XRace Sport: al Sardegna mondiale con Dalmazzini-Ciucci
“Profumo iridato” per XRace Sport: al Sardegna mondiale con Dalmazzini-Ciucci
June 10, 2019
PRESENTATO ALLA STAMPA IL 55° RALLY VALLI OSSOLANE
PRESENTATO ALLA STAMPA IL 55° RALLY VALLI OSSOLANE
June 10, 2019
Mattipelecorse - Rally
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

Nella notturna di Misano del TCR Elite ai piedi del Podio.

Strepitoso Mabellini , sulla VolKswahen Golf GTI, parte ultimo è arriva quarto rendendo dolce un weekend caratterizzato dalle forature, che ha visto Elite Motorsport esaltarsi nella 3° Prova del TCR DGS Endurance, anche fra le tante difficolà.


Elite Motorsport e il giovanissimo Andrea Mabellini, sono stati protagonisti sul Misano World Circuit Marco Simoncielli  di un performance che ha dello straordinario se si tiene conto delle premesse e di come si è poi svolta la gara.

La straordinaria cornice del DTM e la particolarità della gara in notturna hanno catalizzato l’interesse sull’appuntamento adriatico del TCR che sul piano dello spettacolo ne aveva   già sublimato l’aspetto estetico  con la parata cittadina delle auto attraverso Misano e Riccione. La prima giornata di competizioni, era sembrata subito in salita per Elite Motorsport avendo dovuto nelle prove ufficiali fare a meno proprio della vettura di Mabelinni, , e  nella gara di qualifica avendo cercato oltremodo il miglior assetto che consentisse all’esordiente Jacopo Baratto  di potere dare il massimo contributo nella corsa vera è propria. La scelta, però come ha confermato dopo la gara il pilota di lmp3, si è rivelata fin troppo audace fino a consumare completamente le gomme.

 

 

La due ore, partita al tramonto è stata comunque un capolavoro di strategia, anche se con un po’ più di fortuna si sarebbe potuto raccogliere ancor di più.

Il 19enne Marbellini  partito dall’ultima fila con un condotta di gare da pilota navigato è risalito presto in top ten, per poi portarsi in scia ai primi e il più esperto Baratto allungando al massimo il suo stint è stato addirittura in testa alla graduatoria fino a poche curve dal suo rientro ai box, raggiunti miracolosamente con la gomma deciappata. Stessa sorte è toccata a Imberti e Gnutti, che hanno forato a causa di alcuni detriti che si trovavano sulla pista. Imberti  a comunque potuto concludere la gara, mentre Gnutti è stato costretto all’ abbandono.

Berton, che ha sostituito Baratto alla guida è rimasto anche lui più a lungo possibile in pista tornando momentaneamente  al comando  fino al momento del terzo pit stop.

Dopo il valzer dei cambi e dei rifornimenti  la classifica si è consolidata con  Marbellini che ha chiuso meritatamente al quarto posto fra l’entusiasmo di tutta la scuderia.

A margine della gara il Team manager Nicola Novaglio  ha dichiarato:”E’ stato un fine settimana difficile , la gestione di quattro macchina ha dato un lavoro intenso alla squadra, altresì è stata un’ occasione di positivo test della coesione del team che è riuscito a gestire al meglio anche le situazioni più impegnative, quindi un bilancio positivo che ci da molta energia”.

 

PRESENTATA UFFICIALMENTE A PIEVE SANTO STEFANO LA SPEED MOTOR 01, CHE HA ESORDITO CON UN BUON 3’05”77 NELLA PRIMA SESSIONE DI PROVE UFFICIALI DELLA CRONOSCALATA DELLO SPINO

 

 

PIEVE SANTO STEFANO - Una vetrina serale nella centralissima piazza Amintore Fanfani a Pieve Santo Stefano, al termine delle verifiche sportive e tecniche di venerdì 7 giugno. La Speed Motor 01, monoposto formula che porta il nome della scuderia ideatrice del progetto, è stata dunque tenuta a battesimo in occasione dell’edizione 2019, la 47esima di sempre della Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino, alla quale partecipa nelle vesti di “esordiente” in salita dopo l’annullamento della Camucia-Cortona. Due ore di permanenza – dalle 19.30 alle 21.30 – alla visita del pubblico e degli appassionati; il nuovo sindaco di Pieve Santo Stefano, Claudio Marcelli, ha fatto gli onori di casa ricordando l’importanza che riveste per il paese la cronoscalata dello Spino e tutto ciò che ad essa è collegato, compresa quindi la volontà espressa dalla scuderia di Gubbio di presentare qui la vettura, alla quale la Pro-Spino Team ha dato l’ok con molto piacere.

 

 

Assieme al primo cittadino pievano, sono intervenuti anche Albano Bragagni - che è stato sindaco fino allo scorso 27 maggio e che dello Spino è sponsor con l’azienda Tratos Cavi – e due componenti della nuova squadra di maggioranza: Luca Gradi e il giovane consigliere Federico Cavalli, che nella legislatura appena iniziata si occupa di sport. Per la Speed Motor, erano presenti il presidente Tiziano Brunetti e il pilota della monoposto, Alessandro Alcidi, che hanno spiegato le caratteristiche tecniche della vettura, dotata di motore Kawasaki 1400 e inserita nel gruppo E2-SS. Nella prima sessione delle prove ufficiali di sabato 8 giugno, la Speed Motor 01 ha coperto i 6 chilometri esatti del tracciato in 3’05”77, seconda migliore ricognizione (e prima in E2-SS) fra le moderne dopo quella di Fabrizio Peroni su Osella Pa 20/S, gruppo CN. “Come partenza, direi non male – ha commentato Alessandro Alcidi prima di prepararsi per la seconda prova – e ricordo che con l’Osella Pa 21 Jrb iniziai due anni fa impiegando 3’08” per poi scendere in gara a 2’59”. L’obiettivo è quindi quello di abbattere il muro dei 3 minuti – ha rimarcato il 31enne pilota di Todi – per cui ora ci concentreremo sul setup e sui rapporti per avere riferimenti più validi in vista dell’appuntamento di Ascoli Piceno”. La crono dello Spino prenderà il via alle 9.30 di domenica 9 giugno. 

 

8 giugno 2019

 

 

Ufficio stampa

Claudio Roselli

Il 2° Slalom del Vallone accende di entusiasmo Milena.

Sabato, 08 Giugno 2019 23:27 Published in Slalom

Il 2° Slalom del Vallone accende di entusiasmo Milena.

Domani ‘start’ alle 9.00 L’affetto di tantissimi appassionati di motori della laboriosa cittadina del Nisseno ha “stretto” in un caloroso abbraccio virtuale (nonostante i 38°!) le operazioni di verifica tecnica e sportiva riservate ai 65 concorrenti annunciati protagonisti della sfida valida quale 6a tappa di Campionato siciliano di specialità, a coefficiente 1,2. Promuovono la competizione Passione & Sport ed Automobil Club Caltanissetta. Patrocinio del Comune

 

 

Milena (CL), 08 giugno 2019 – Si preannuncia sin d’ora una giornata caldissima. Non soltanto dal punto di vista atmosferico (nel corso delle verifiche tecniche e sportive ospiti oggi in corso Pietro Nenni si sono mantenuti costanti i 38°), ma soprattutto dal punto di vista agonistico. Domani, domenica 9 giugno, è il gran giorno dello Slalom del Vallone, la cui seconda edizione assicura elevati i toni della tenzone tra i 65 concorrenti già annunciati tra i protagonisti. La sfida tra i birilli, organizzata dall’associazione nissena Passione & Sport, in sinergia con l’Automobile Club Caltanissetta ed il patrocinio del Comune di Milena, assegnerà punti “pesanti” per il Campionato siciliano Slalom curato dalla Delegazione regionale Sicilia AciSport (di cui costituisce la sesta tappa per il 2018), grazie pure al coefficiente di moltiplicazione del punteggio pari ad 1,2. L’arrivo della bella stagione favorirà certamente l’afflusso del pubblico delle grandi occasioni lungo il percorso della lunghezza di 2,890 km ricavato lungo la strada provinciale 24, che unisce il piccolo centro agricolo in territorio di Caltanissetta alla strada statale 189 Palermo-Agrigento.

 

 

Come riferito, i motori si accenderanno domani mattina alle 9.00, in concomitanza con la cosiddetta salita di ricognizione, utile ai piloti per trovare i giusti riferimenti sul percorso e sulle rispettive vetture. Poco dopo si farà sul serio, con la prima sessione cronometrata di gara, a cui ne seguiranno altre due, prima della compilazione di tutte le classifiche e della proclamazione dei vincitori. A coordinare sul campo l’evento è il direttore di gara Michele Vecchio. La cerimonia di premiazione, fissata in via Nazionale (non lontano dalla centrale piazza Garibaldi) ad apertura di parco chiuso (programmato lungo la s.p. 24, 300 metri dopo l’arrivo) contribuirà a far calare definitivamente, ovviamente solo per quest’anno, il sipario sullo Slalom del Vallone. Tutti presenti, intanto, i big annunciati alla vigilia. Riflettori puntati, naturalmente, sul giovane messinese Emanuele Schillace, campione italiano Slalom Under 23 in carica e grande favorito per la vittoria assoluta con la sua Radical SR4 Suzuki schierata dalla Scuderia Tm Racing. Schillace, al momento saldamente al comando della classifica assoluta provvisoria del Regionale con le sue quattro vittorie già in bacheca, qui a Milena proverà ad ottenere un altro importante successo. “E’ chiaro che per quest’anno il mio obiettivo principale rimane la conquista del titolo siciliano – rimarca il portacolori della Tm Racing – si tratta anche di una gara test. Assieme a mio papà Franco e con tutto lo staff tecnico stiamo cercando infatti di trovare il giusto feeling con le nuove gomme Pirelli, che già da alcune gare stiamo adottando sulla nostra Radical. Bisogna fare chilometri e siamo qua anche per questo”.

 

 

A contrastare il passo ad Emanuele Schillace (già vincitore lo scorso anno al debutto dello slalom) proverà l’esperienza del trapanese (di Custonaci) Nicolò Incammisa, che a Milena ha portato una Radical SR4 a motore Suzuki completamente rivista nella parte tecnica. “Nuovo motore, nuovo assetto ed una inedita sospensione - ci conferma il presidente della Trapani Corse – allo Slalom Agro Ericino non ho avuto modo di testare la vettura come si deve, voglio provarci qui, anche se la tipologia di manto stradale non è molto adatta”. A puntare inoltre dritto al podio saranno il saccense Nino Di Matteo (Gloria C8F Evo Suzuki, Tm Racing), il modicano Giuseppe Medica (Radical Prosport Suzuki) ed i siracusani Mirko Pugliara (Proto Trovato con propulsore Kawasaki) e Simone Di Pietro (Radical SR4 Suzuki). Tra i tanti piloti locali, occhi ai velocissimi nisseni Roberto Lombardo (Peugeot 106) e Maurizio Anzalone (Renault Clio), nonché al mussomelese Gero Zucchetto (Peugeot 106).

 

L’Ufficio Stampa

STEFANO PERONI SU MARTINI MK 32 PRENOTA IL TRIS CONSECUTIVO NELLA 10° CRONOSCALATA STORICA DELLO SPINO.

L’OSELLA DI UBERTO BONUCCI E’ FRENATA DA UN PROBLEMA AL CAMBIO NELLA SECONDA SALITA DELLE PROVE UFFICIALI, MA SARA’ UGUALMENTE GRANDE SFIDA FRA I DUE PROTAGONISTI. E INTANTO, FABRIZIO PERONI SU OSELLA PA 20/S SI DISTINGUE ANCORA FRA LE MODERNE

 

 

 

PIEVE SANTO STEFANO - La 10° Cronoscalata Storica dello Spino non tradisce le attese nemmeno nelle prove ufficiali, anche se un problema al cambio della sua Osella Pa 9/90 rallenta vistosamente la seconda salita di Uberto Bonucci, che conclude con un tempo alto dopo il 2’59”82 di apertura. Le migliori ricognizioni sono pertanto quelle di Stefano Peroni: il 47enne fiorentino, al volante della Martini Mk 32, è stato protagonista di due performance in fotocopia: 2’56”78 e 2’56”54. Il campione d’Italia prenota il tris consecutivo allo Spino e lancia la sfida al senese campione d’Europa, che dovrà per forza intervenire sulla vettura per risolvere il problema. “Un responso per ora ottimo, quello della vettura – ha commentato Peroni – e le piccole regolazioni di altezza e aerodinamica ci stanno dando ragione”. Il nuovo asfalto? “Molto bene nei punti in cui è stato steso, mancano un paio di pezzi per avere il fondo a puntino”.

 

 

Ed ecco Bonucci subito dopo la prima prova: “Asfalto buono, ma si salta ugualmente, perché di tanto in tanto si incontra qualche leggero “dossetto”. E comunque, domani si può e si deve limare molto”. Alle spalle di Peroni, un ottimo Emanuele Aralla su Dallara F 390, che con il suo 3’09” nella seconda sessione si candida per un posto sul podio, non dimenticando il 3’15”49 del figlio Matteo su Formula Renault Europe, preceduto dall’Osella Pa 9/90 di Piero Lottini (3’10”68 e 3’12”43) e dalla Lucchini Sn 88 dell’altotiberino Marco Piccinelli, che ha coperto i 6 chilometri del tracciato in 3’12”11. Nel III Raggruppamento, il bolognese Salvatore Asta su Bmw 2002 tii è apparso il più baldanzoso con un 3’36”35, staccando le Fiat X 1/9 di Giampaolo Bianucci e Pier Luigi Ruschi e la Porsche 911 Sc di Giuseppe Gallusi, mentre nel II Raggruppamento il Peroni padre, Giuliano, resta il favorito d’obbligo sull’Osella Pa 3: 3’08”04 nella prima prova, poi nella seconda non è partito; è invece scattato al via, fermandosi poi per un problema meccanico, Mario Massaglia, anche lui su Osella Pa 3 e con un tempo di 3’22”77 nella prima prova.

 

 

Più lontano Pierpaolo Serra su March 75 S; fra le turismo di raggruppamento, è sfida da non perdere fra Giuliano Palmieri su De Tomaso Pantera, Fosco Zambelli su Alfa Romeo Gtam e Lucio Gigliotti su Fiat 128. Nel I Raggruppamento, infine, Angelo De Angelis su Nerus Silhouette firma subito un 3’43”78, poi un imprevisto gli fa salire il tempo fino a 4’11”16, con Matteo Lupi Grassi su Sprite Lenham alle sue spalle, poi è battaglia fra la Porsche 356 di Vincenzo Rossi, la Jaguar E Type di Vittorio Mandelli e la Morris Mini Cooper S di Alessandro Rinolfi. Fra i conduttori del posto, il migliore è risultato Nicola Veri su Renault 5 Gt Turbo, in 3’45”06.

Per ciò che riguarda la 47esima edizione della Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino, il fratello più giovane di Stefano Peroni, Fabrizio, ipoteca su Osella Pa 20/S il bis, fermando il cronometro a 3’00”54 e 3’01”61; secondo è Alessandro Alcidi, che realizza un 3’05”77 con l’esordiente monoposto Speed Motor 01, ma non prende parte alla seconda sessione. Bene anche Paolo Cornelli su Gloria C8, autore di un 3’06”59. 

 

 

Sono stati alla fine 173 i concorrenti che hanno disputato le prove ufficiali sui 176 verificati, per la soddisfazione della Pro-Spino Team, realtà che dal 2002 organizza la cronoscalata. Tutti al via i 133 delle storiche, per cui i 3 forfait hanno riguardato le moderne. Buona l’affluenza di pubblico in un pomeriggio abbastanza caldo, con ottime indicazioni dal punto di vista atmosferico anche per la giornata di domenica 9 giugno, quella che conta. Il direttore di gara, Flavio Candoni, farà scattare gara 1 alle 9.30, poi gara 2 seguirà a ruota. Il pubblico potrà meglio seguire lo svolgimento della corsa grazie al commento tecnico della coppia di speaker composta da Mario Carafa e Francesco Franceschetti.       

 

Pieve Santo Stefano, 8 giugno 2019

 

 

Ufficio stampa

Pro-Spino Team

sulla rampa Di lancio il 6° SLALOM sciacca terme, debutta lo “challenge” 

Si mettono a punto gli ultimi dettagli organizzativi in vista dell’attesa kermesse automobilistica saccense, al via il prossimo 16 giugno, a cura del Team Palikè Palermo e della Scuderia Sciacca Corse. Arrivano frattanto copiose le iscrizioni per la prova valevole per il Trofeo d’Italia Sud, la Coppa Slalom 5a zona, il Trofeo italiano Femminile, il Campionato Siciliano e lo Challenge Palikè 2019, che qui apre la sua 21a stagione. ‘Media partner’ la rivista RS

 

 

Marsala, 08 giugno – Si respira sin d’ora un’atmosfera di notevole fermento, nella cittadina marinara incastonata sul litorale agrigentino, in vista del 6° Autoslalom Sciacca Terme, la kermesse automobilistica destinata ad accendere i motori nel weekend compreso tra sabato 15 e domenica 16 giugno, su una sezione del tracciato che, anni addietro, ospitò la leggendaria cronoscalata Sciacca-Monte Kronio.

In attesa di procedere alla definizione del ‘roster’ completo dei piloti ‘smaniosi’ di accettare la nuova sfida tra i birilli, il dato più rilevante riguarda le iscrizioni, che proprio in queste ore continuano a pervenire numerose sui tavoli del Comitato organizzatore, coordinato come tradizione consolidata dal Team Palikè Palermo (con al timone Annamaria Lanzarone, Nicola, Dario, Roberto ed Alice Cirrito). A promuovere a 360° sul territorio lo slalom è inoltre la Scuderia Sciacca Corse, a sua volta rappresentata dal presidente Pierpaolo Cravotta e dai collaboratori-piloti Stefano Sutera, Stefano Marciante ed Ignazio Bonavires (già campione italiano Slalom gruppo N 2017). Patrocinio a cura del Comune di Sciacca, retto dal sindaco Francesca Valenti.

 

 

Il 6° Autoslalom Sciacca Terme (al quale viene abbinato pure per quest’anno il Memorial “Pasquale Tacci”, in ricordo delle gesta sportive di un grande pioniere dell’automobilismo saccense, protagonista al volante di vetture quali Alfa Romeo, Porsche e Ferrari al via di importanti competizioni automobilistiche tra gli anni Cinquanta e Settanta del Novecento, tra le quali Targa Florio, Giro di Sicilia e prestigiose cronoscalate), si è visto confermare per quest’anno da AciSport ben cinque validità, tra nazionali e regionali, a riprova della qualità offerta dalla manifestazione allestita nella cittadina nota per il più antico Carnevale di Sicilia, per la sua industria ittico- conserviera, per le apprezzate case vinicole ed olearie, per il corallo e le ceramiche.

Lo “Sciacca Terme” avrà infatti valenza per il rinnovato Trofeo d’Italia Sud della specialità (è terza prova stagionale), per la Coppa AciSport 5a zona (di cui costituisce il terzo appuntamento), per il Trofeo Italiano Femminile (vinto per due anni consecutivi, 2017 e 2018, dalla palermitana Enza Allotta), per il Campionato siciliano AciSport Slalom (quale settima tappa per l’anno solare in corso), nonché per lo Challenge Palikè 2019, la serie regionale promossa dal Team Palikè Palermo per la ventunesima volta e sempre capace di riscuotere grossissimi consensi tra i piloti e gli addetti ai lavori.

 

 

Tra le tante novità di quest’anno, l’abbinamento dello Challenge Palikè (che proprio a Sciacca aprirà la sua stagione, “spalmata” su sei appuntamenti, fino ad ottobre) con il Memorial “Alberto Ventura”, in ricordo del commissario di percorso alcamese AciSport scomparso nel febbraio scorso nel Palermitano, a causa di un incidente stradale. Una targa verrà consegnata al vincitore alla conclusione dei sei round valevoli per la serie regionale. Lo Challenge Palikè 019 godrà inoltre del supporto, in veste di media partner ufficiale, della rivista specializzata nazionale RS RallySlalom e oltre, che coprirà tutte le gare con servizi, foto, curiosità ed interviste.

Confermato invece dagli organizzatori il selettivo percorso di gara, riconosciuto ed apprezzato da tutti per le sue peculiarità tecniche e logistiche. Lo Slalom Sciacca Terme “atto sesto” si disputerà domenica 16 giugno, ancora lungo la strada provinciale n. 54, arteria che, dalla periferia cittadina, s’inerpica sino al monte Kronio, che sovrasta la città termale. Il tratto interessato dalla corsa automobilistica è della lunghezza di poco meno di 3 km (2,990 km, tanto per essere esatti).

Lo “start” sarà localizzato sul prolungamento di via Aldo Moro (dove è stato previsto l’allineamento per le vetture, poco prima della partenza), mentre l’arrivo è individuato lungo la via San Calogero al Monte (sempre ricadente sulla s.p. 54), non lontano dalla famosa Basilica Santuario dedicata a San Calogero. Sono tre le manche cronometrate, da regolamento, senza ricognizione del tracciato (che ricalca in parte i fasti della mai dimenticata cronoscalata Sciacca-Monte Kronio, capace di raggiungere la massima notorietà tra gli anni Ottanta e Novanta del secolo scorso). Il citato percorso verrà chiuso come da decreto dalle autorità locali al transito veicolare a partire dalle 7 di 

domenica 16 giugno.

 

 

Il 6° Slalom Sciacca Terme entrerà comunque nel vivo nel pomeriggio di sabato 15 giugno, con le canoniche verifiche sportive e tecniche, previste, rispettivamente, dalle 14.30 alle 19 nei locali della Casa comunale di corso Vittorio Emanuele e dalle 15 alle 19.30 nell’attigua piazza Scandaliato, “salotto” di Sciacca. I motori si accenderanno sul serio domenica 16 giugno, alle 9, con il coordinamento dell’esperto direttore di gara casertano Gioacchino Cimmino. Sono tredici, nel suo complesso, le postazioni di rallentamento ideate per i concorrenti, con altrettante serie di birilli collocati in punti “nodali” del percorso.

La premiazione, coordinata dal Team Palikè e dalla Sciacca Corse al completo, si terrà solamente dopo l’apertura del parco chiuso, nel piazzale antistante la Basilica Santuario di San Calogero al Monte Kronio. Nel corso della cerimonia saranno assegnati due speciali trofei. Il Memorial “Pasquale Tacci” sarà attribuito al pilota locale che avrà realizzato il miglior punteggio, sommando le tre manche di gara. L’altro trofeo “Heart Mad” verrà invece consegnato al pilota che avrà siglato il miglior punteggio, ancora una volta sommando le tre sezioni cronometrate di gara, tra le vetture appartenenti alla classe 700 (le sempre affascinanti Fiat 500 e Fiat 126 tra Autostoriche, Attività di base, Bicilindriche e gruppo Speciale Slalom).

Ad imporsi nella passata edizione è stato il ventenne catanese (nato a Giarre) Michele Puglisi, campione siciliano Slalom in carica, su Radical Prosport Suzuki, davanti al veterano trapanese (di Custonaci) Nicolò Incammisa (Radical SR4 Suzuki) ed al marsalese Claudio Bologna, nell’abitacolo della sua Gloria C8F Suzuki. Tra i piloti locali, primato per Nino Di Matteo, con l’altra Gloria C8F Evo Suzuki, abile a precedere il giovanissimo Alberto Macaluso (con la Radical Prosport Suzuki) e Stefano Sutera, sul prototipo Barbone 001 Suzuki.

Ulteriori informazioni e curiosità sul 6° Autoslalom Sciacca Terme - Memorial “Pasquale Tacci” potranno poi essere facilmente reperite in qualsiasi momento da addetti ai lavori e semplici appassionati sul sito internet ufficiale: http://www.palike.it/sldelleterme15.html, o su Facebook, all’indirizzo: www.facebook.com/nicola.palike , quindi su Twitter, all’indirizzo: @FlavioLipani. Infine su Linkedin.

 

 

FOTO AA, AB, AC, AD by MANUEL MARINO

 

ufficio stampa 6° Autoslalom Sciacca Terme

ufficio stampa Team Palikè 2019

SPINO: TERMINATE LE VERIFICHE SPORTIVE E TECNICHE. BEN 176 I PARTENTI ALLE PROVE UFFICIALI SUI 188 ISCRITTI IN TOTALE: UN MARGINE DI DEFEZIONE PARI AD APPENA IL 6%. SONO 133 I PILOTI IN GARA PER IL CAMPIONATO ITALIANO DI VELOCITA’ IN SALITA AUTO STORICHE

 

 

 

PIEVE SANTO STEFANO - Sono in totale 176 i verificati – e quindi i partenti – sui 188 iscritti della 10° Cronoscalata Storica dello Spino e 47esima edizione della Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino. Un responso davvero ottimo, quello delle 11 di sabato 8 giugno, momento nel quale i preliminari sportivi e tecnici si sono conclusi. Soltanto 12 le defezioni, pari ad appena il 6,3%: un dato quasi da record, se rapportato con la media “fisiologica” che normalmente si registra.

 

 

Di queste 176 vetture, 43 appartengono alle moderne e le altre 133 sono quelle in gara nella quarta tappa del Campionato Italiano di Velocità in Salita per Auto Storiche, non dimenticando le validità per il Trofeo Toscano di Velocità in Montagna e per lo Challenge Salita Piloti Auto Storiche. Ecco la ripartizione numerica delle auto storiche: 24 nel I Raggruppamento, 41 nel II, 39 nel III, 21 nel IV (compresi i 10 prototipi biposto) e 8 nel V. Alle 13, sempre di sabato 8, verrà dato il via alle prove ufficiali in due sessioni, precedute dagli appassionati della parata “Un giorno al… lo Spino” e dalla sfilata del Porsche Berg. Domani mattina alle 9.30, la partenza di gara 1. Condizioni atmosferiche ottimali: soli e un leggero venticello che rende il clima senza dubbio gradevole. 

 

Pieve Santo Stefano, 8 giugno 2019

 

 

Ufficio stampa

Pro-Spino Team

TONDINA: CHE SFORTUNA AL GRAPPOLO

Sabato, 08 Giugno 2019 11:20 Published in Rally

TONDINA: CHE SFORTUNA AL GRAPPOLO

Ritiro beffardo per Riccardo Tondina al Rally del Grappolo: la sua Clio si ferma a 500 metri dal palco finale dopo una gara vissuta da protagonista.

 

 

Nebbiuno (NO) – “Non tutte le ciambelle escono col buco” è un detto quanto mai attuale per il pilota novarese Riccardo Tondina che lo scorso fine settimana era in gara al Rally del Grappolo insieme all’ossolano Andrea Dresti. Sulla Renault Clio R3C della Valsesia Motors, il giovane pilota della scuderia Vaemenia Historic ha ingaggiato fin da subito un avvincente duello con il piemontese Gianluca Quaderno alterandosi con lui in vetta alla classifica provvisoria di classe; quando Tondina sembrava aver preso le redini della vittoria e tenuto a debita distanza il rivale, a due speciali dalla fine ecco il colpo di scena materializzatosi con una apparentemente innocua uscita in un prato: tra i colpi subiti nel “lungo” e quelli nel tentativo di rientro, la vettura ha accusato qualche piccolo danno che pareva ormai passato. Purtroppo però, la Clio si è ammutolita sul più bello in prossimità del palco finale di San Damiano d’Asti. “Seppure con ampio ritardo ma in una posizione di classe comunque favorevole, credevo di poter concludere questa bellissima gara” ha raccontato Tondina. Purtroppo il nebbiunese non aveva fatto i conti con la sfortuna che lo ha appiedato a prove speciali concluse: "Sono molto dispiaciuto per l'errore che ho commesso e che ha vanificato ogni speranza di vittoria e di portare a casa un altro bel punteggio per il Trofeo Renault e per la Coppa di Zona. Cercherò di trarne spunto per le prossime gare, con l'idea che ci sia ancora molto da migliorare ma che la direzione sia quella giusta. Ringrazio tutte le persone che mi stanno supportando in questa impegnativa stagione, il team Valsesia che mi ha fornito una vettura veramente competitiva e affidabile e i miei sponsor senza i quali tutto questo non sarebbe possibile". Le statistiche sono però di conforto a “Ricky-Rocky” perché è la seconda uscita di strada in diciannove gare corse: la prima volta fu in occasione del debutto assoluto: nel mezzo ben nove vittorie di classe. Questi numeri saranno la forza per rientrare più agguerrito di prima!

INTORNO A 140 I PILOTI IN GARA ALLO SPINO CHE SI SONO PRESENTATI ALLE VERIFICHE DI VENERDI’ 7 GIUGNO. SABATO MATTINA IL SECONDO TURNO, POI ALLE 13 IL VIA ALLE PROVE UFFICIALI

 

 

PIEVE SANTO STEFANO - Sono stati intorno ai 140, sui 188 in totale fra le due grandi categorie di vetture, i piloti che nel pomeriggio di venerdì 7 giugno hanno espletato le verifiche sportive e tecniche della 10° Cronoscalata Storica dello Spino e 47esima edizione della Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino. Fra i primi a presentarsi, anche Uberto Bonucci con l’Osella Pa 9/90, mentre la famiglia Peroni – con il padre Giuliano e i figli Stefano e Fabrizio – è arrivata nel tardo pomeriggio. Già sul posto anche gli altri big della corsa. Per le verifiche, vi sarà comunque un’appendice nella mattinata di sabato 8 dalle 8 alle 11.

 

 

Le condizioni atmosferiche favorevoli, con il sole e un caldo da stagione estiva, costituiscono il miglior viatico anche per il pubblico che si sistemerà lungo i 6 chilometri della provinciale 208 - dalla immediata periferia di Pieve Santo Stefano fin quasi all’abitato di Montalone - che sono il teatro della gara, valevole come quarta tappa del Campionato Italiano di Velocità Auto Storiche e anche per il Trofeo Toscano di Velocità in Montagna e per lo Challenge Salita Piloti Auto Storiche. Fulcro di giornata sono state le centralissime piazze Logge del Grano e Plinio Pellegrini, nelle quali si sono concentrate le verifiche, con parentesi finale nell’attigua piazza Amintore Fanfani, che ha ospitato la presentazione ufficiale della Speed Motor 01, la monoposto in gara con le moderne all’esordio ufficiale in salita.

 

 

Anche i dettagli organizzativi sono stati messi a punto dalla Pro-Spino Team, per cui l’interesse del fine settimana si sposterà sulla linea di partenza: alle 13 di sabato 8, il direttore di gara Flavio Candoni darà il via alle due sessioni di prove ufficiali (le moderne partiranno per prime), che vivranno un simpatico anteprima con la parata automobilistica “Un giorno al… lo Spino” per gli appassionati che vogliono cimentarsi sul percorso e con il Porsche Berg, in collaborazione con il Porsche Club Toscana.     

 

Pieve Santo Stefano, 7 giugno 2019

 

 

Ufficio stampa

Pro-Spino Team

Jack Queralt special guest al 2° Slalom San Giustino - Bocca Trabaria   

Si preannuncia una seconda tappa del CRUS spettacolare che vedrà come ospite d'onore l'attore internazionale di Terragona

 

 

 

 

Fervono i preparativi nell'attesa di questa seconda edizione del 2° Autoslalom San Giustino Bocca Trabaria gara valida per il campionato regionale umbro che si svolgerà domenica 16 giugno.

Gara che vedrà ai nastri di partenza l'attore internazionale Jack Queralt, è un attore di fama mondiale che ha girato molti film in Italia, in Spagna ed in America, a settembre girerà una nuova fiction in Spagna chiamata CURRO JIMENEZ, sarà presente in veste di pilota a bordo di una Fiat 500 messa a disposizione dalla P&G Racing di Giuliano Filippetti.

 

 

La Fiat 500 che userà Queralt avrà una livrea particolare che pubblicizzerà la sua linea di moda QUERALTSTARS.COM, l' amicizia con Filippetti che è nata sui set del cinema internazionale.

Noi di Mattiperlecorse siamo onorati in quanto Jack Queralt ci ha scelto per i suoi comunicati e ci ha concesso l'esclusiva nelle interviste con Faby Valentina che lo ha già intervistato telefonicamente. 

 


Sarà un pilota d'eccezione, che per la prima volta si cimenta in una gara di Slalom e tutte le signore che vogliamo prendere parte al nostro Slalom, sia in veste di pilota che di semplice spettatore, avranno il piacere di incontrarlo e di gareggiare con lui.

 

 

 Sul sito www.pegracing.wordpress.com trovate la scheda d'iscrizione e la scheda prenotazione Paddock, le birillate sono 10, in tracciato molto tecnico e veramente bello... Ricordiamo che le iscrizioni sono aperte fino alle ore 24 di lunedi 10 giugno

Iscrivetevi numerosi.

La Scuderia P&G è a disposizione per qualsiasi informazione.

 

Faby Valentina addetto stampa P&G

 

 

 

 

Pronto alle sfide il 2° Slalom del Vallone a Milena

Venerdì, 07 Giugno 2019 15:15 Published in Slalom

Pronto alle sfide il 2° Slalom del Vallone a Milena

Agonismo garantito dai 65 nomi iscritti al 6° round Campionato Siciliano l’8 e 9 giugno in provincia di Caltanissetta, che si contenderanno il punteggio regionale con coefficiente 1,2. tre le manche per la gara organizzata da Passione & Sport in collaborazione con l’Automobile Club Caltanissetta ed il patrocinio del Comune di Milena. Sabato 8 le verifiche

 

 

Milena (CL), 7 giugno 2019 – La prima conferma che arriva dal 2° Slalom del Vallone, è la garanzia di accese sfide per l’aggiudicazione dei puti del 6° Round di campionato Siciliano che vanta il coefficiente di moltiplicazione di 1,2. Sono 65, tutte di elevato livello, le presenze confermate alla competizione organizzata da Sport & Passione che si svolgerà a Milena in provincia di Caltanisetta nei giorni 8 e 9 giugno. La gara è il 6° round di Campionato Siciliano conta sull’efficace patrocinio del Comune di Milena e la collaborazione dell’Automobile Club Caltanissetta. Le previsioni meteo favoriranno l’arrivo del grande pubblico ad assiepare i 2.890 metri della Strada Provinciale 24 alle porte del caratteristico ed accogliente comune nisseno. Tredici le postazioni di rallentamento per i concorrenti, con una distanza tra le temute barriere di birilli ciascuna di 12 metri. Gli organizzatori di Passione & Sport hanno confermato di aver ricevuto tutte le autorizzazioni necessarie per il regolare svolgimento della competizione ed hanno espresso gratitudine verso tutti gli organi preposti per la disponibilità e la collaborazione affinché la gara trovasse un nuovo spazio in calendario in tempi brevi dopo il rinvio dello scorso aprile per minaccia meteo. Il giovanissimo messinese Emanuele Schillace presente per risaldare le leadership regionale sulla Radical SR4 Suzuki affidata alle cure di papà Franco. Il portacolori T.M. Racing arriva da ben 4 successi e la soddisfazione del primo siciliano al tricolore di Torregrotta, si pone come avversario di riferimento. Pronto a sferrare un deciso attacco ci saranno diversi accreditati piloti come, i trapanesi Nicolò Incammisa, portacolori Trapani Corse su Radical, il catanese Mirko Pugliara sul prototipo “Trovato”, il il giovane ed esperto modicano Giuseppe Medica sulla versione Prosport della Radical, Simone Di Pietro anche lui sulla biposto inglese, poi il saccense Antonino Di Matteo su Gloria C8 Suzuki ed Eugenio Bellotti su Formula Gloria. Un lotto di sportscar che punterà dritto al vertice della classifica ottenuta al meglio delle tre manche di gara.

 

 

Giocano in casa per i colori del Motor Team Nisseno due esperti degli slalom come Giuseppe Dell’Utri che sarà al volante della Fiat 126 in versione silhouette e l’esperto Maurizio Anzalone sulla Renault Clio RS in versione gruppo E1, con cui ha la categoria nel mirino, anche se l’alfiere Catania Corse Modesto Sollima su Peugeot 205 come Calogero Sollima, e l’etneo portacolori Giarre Corse Giuseppe Sparti, promettono battaglia, come Alfio Messina anche lui su Renault Clio. In gruppo Speciale sarà occasione ghiotta per il messinese Tony Maiorana su Fiat X 1/9 poter avvicinare la vetta di classe, come per Salvatore Polizzi su Fiat 500 in classe 1. Molto affollato il gruppo A dove in classe 1600 in cerca di rimonta ci sarà il pattese di CST Sport Bruno Costantino su Opel Corsa GSI. Ci sarà il tenace nisseno Roberto Lombardo in gara test con la Peugeot 106, ma il nisseno di FR Motorsprt Jerry Pio Mingoia su Renault Clio come Michelangelo Schillaci e Calogero Cassenti garantiscono le sfide di vertice. Numeroso anche il gruppo N dove cercheranno spazio i protagonisti della classe regina da 2000 cc, tra cui Gaetano Perrera e Giuseppe Fantauzzo sulle Renault Clio o Pietro Ganci su Peugeot 206. Il ricco programma della due giorni motoristica milocchese prevede sabato 8 giugno le consuete operazioni di verifica tecnica e sportiva per i piloti e le rispettive vetture, dalle 15.00 alle 19.00 nei locali e nel piazzale antistante ‘Il Chiosco’ in corso Pietro Nenni, a Milena. Domenica 9 giugno il clou della kermesse motoristica con le tre manche di gara cronometrata, precedute da una salita di ricognizione con le auto da corsa, dalle 9.00. Al termine verranno redatte le classifiche. A coordinare lo Slalom del Vallone, sarà l’esperto direttore di gara Michele Vecchio. La cerimonia di premiazione chiuderà il weekend motoristico nisseno, ospite nella centrale piazza Garibaldi, a Milena.

 

 

L’Ufficio Stampa