Sun Energy 1 e Mercedes-AMG si aggiudicano la 12 Ore di Bathurst, Valentino Rossi è sesto
Sun Energy 1 e Mercedes-AMG si aggiudicano la 12 Ore di Bathurst, Valentino Rossi è sesto
FORMULA E E NEW ERA CAP UNISCONO LE FORZE NELLA PARTNERSHIP PER I CAPPELLI
FORMULA E E NEW ERA CAP UNISCONO LE FORZE NELLA PARTNERSHIP PER I CAPPELLI
Il team Airflow Racing pronto all'esordio in Formula 4
Il team Airflow Racing pronto all'esordio in Formula 4
Primo appuntamento del Winter Motor Game porta la firma di Cristian Fedeli.
Primo appuntamento del Winter Motor Game porta la firma di Cristian Fedeli.
Alla 24 Ore di Daytona l’Acura conquista la vittoria nell’era dei prototipi ibridi. Tra le GT si impongono Mercedes e Aston Martin
Alla 24 Ore di Daytona l’Acura conquista la vittoria nell’era dei prototipi ibridi. Tra le GT si impongono Mercedes e Aston Martin
WEHRLEIN CONQUISTA IL DOPPIO A DIRIYAH E LA GUIDA DEL CAMPIONATO - RAPPORTO CORE DIRIYAH E-PRIX ROUND 3 2023
WEHRLEIN CONQUISTA IL DOPPIO A DIRIYAH E LA GUIDA DEL CAMPIONATO - RAPPORTO CORE DIRIYAH E-PRIX ROUND 3 2023
Daytona Giorni Endurance di Tuono...
Daytona Giorni Endurance di Tuono...
VITTORIA PER PASCAL WEHRLEIN E PORSCHE AL CORE DIRIYAH E-PRIX 2023 ROUND 2
VITTORIA PER PASCAL WEHRLEIN E PORSCHE AL CORE DIRIYAH E-PRIX 2023 ROUND 2
ACI avvia la fase 2 della vendita dei biglietti per i GP di Formula 1 di Monza e Imola
ACI avvia la fase 2 della vendita dei biglietti per i GP di Formula 1 di Monza e Imola
Nasce Lamborghini Roma by DL Racing per puntare in alto nel GT 2023
Nasce Lamborghini Roma by DL Racing per puntare in alto nel GT 2023
L'AZIENDA INDIANA LEADER NELLE ENERGIE RINNOVABILI GREENKO NOMINATA TITLE SPONSOR DEL GREENKO HYDERABAD E-PRIX 2023
L'AZIENDA INDIANA LEADER NELLE ENERGIE RINNOVABILI GREENKO NOMINATA TITLE SPONSOR DEL GREENKO HYDERABAD E-PRIX 2023
Il Porsche Club GT 2023 svela un calendario di lusso
Il Porsche Club GT 2023 svela un calendario di lusso
Blomqvist con l’Acura strappa la pole position alla 24 Ore di Daytona, le Mercedes dominano tra le GT
Blomqvist con l’Acura strappa la pole position alla 24 Ore di Daytona, le Mercedes dominano tra le GT
La Formula 2000 e la F.20 Cup puntano in alto
La Formula 2000 e la F.20 Cup puntano in alto
La Porsche del team Pure Rxcing si aggiudica la 6 Ore di Abu Dhabi con sette secondi di vantaggio su quella di Herberth Motorsport
La Porsche del team Pure Rxcing si aggiudica la 6 Ore di Abu Dhabi con sette secondi di vantaggio su quella di Herberth Motorsport
LIFESTYLE BRAND CORE NOMINATO TITLE SPONSOR DEL CORE DIRIYAH E-PRIX 2023
LIFESTYLE BRAND CORE NOMINATO TITLE SPONSOR DEL CORE DIRIYAH E-PRIX 2023
Nuovi traguardi internazionali per Rovera su Ferrari nel 2023
Nuovi traguardi internazionali per Rovera su Ferrari nel 2023
Il Team WRT trionfa nella 24 Ore del Dubai conquistando il primo gradino del podio ed il terzo con Valentino Rossi
Il Team WRT trionfa nella 24 Ore del Dubai conquistando il primo gradino del podio ed il terzo con Valentino Rossi
JAKE DENNIS VINCE LA PRIMA GARA DELL'ERA GEN3 - 2023 HANKOOK MEXICO CITY E-PRIX RACE REPORT
JAKE DENNIS VINCE LA PRIMA GARA DELL'ERA GEN3 - 2023 HANKOOK MEXICO CITY E-PRIX RACE REPORT
Partita oggi la 24 Ore del Dubai, prima gara del Campionato 24h Series: dopo 9 ore di gara la BMW M4 di Valentino Rossi è terza
Partita oggi la 24 Ore del Dubai, prima gara del Campionato 24h Series: dopo 9 ore di gara la BMW M4 di Valentino Rossi è terza
FORMULA E: DOVE GUARDARE LA PRIMA GARA DELLA STAGIONE E IL DEBUTTO DELLA NUOVISSIMA AUTO DA CORSA GEN3
FORMULA E: DOVE GUARDARE LA PRIMA GARA DELLA STAGIONE E IL DEBUTTO DELLA NUOVISSIMA AUTO DA CORSA GEN3
HOLA GEN3 ERA! STAGIONE 9 E ANTEPRIMA E-PRIX DI HANKOOK CITTA' DEL MESSICO 2023
HOLA GEN3 ERA! STAGIONE 9 E ANTEPRIMA E-PRIX DI HANKOOK CITTA' DEL MESSICO 2023
FORMULA E E DHL RINNOVANO LA PARTNERSHIP CHE INIZIA CON LA NUOVA ERA GEN3
FORMULA E E DHL RINNOVANO LA PARTNERSHIP CHE INIZIA CON LA NUOVA ERA GEN3
Pubblicato l’elenco iscritti al Campionato Mondiale Endurance 2023: ben 13 Hypercar presenti
Pubblicato l’elenco iscritti al Campionato Mondiale Endurance 2023: ben 13 Hypercar presenti
Ferrari annuncia la formazione dei due equipaggi che parteciperanno al FIA WEC 2023 con la 499P LMH
Ferrari annuncia la formazione dei due equipaggi che parteciperanno al FIA WEC 2023 con la 499P LMH
Zinox è Title partner di F2000 Trophy e F2.0 Cup 2023
Zinox è Title partner di F2000 Trophy e F2.0 Cup 2023
Peugeot punta a segnare il debutto negli Esports con un ottimo risultato nella 24 Ore di Le Mans Virtual
Peugeot punta a segnare il debutto negli Esports con un ottimo risultato nella 24 Ore di Le Mans Virtual
Iron Lynx ha annunciato la formazione della squadra che parteciperà alla 24 Ore di Daytona
Iron Lynx ha annunciato la formazione della squadra che parteciperà alla 24 Ore di Daytona
Raptor Engineering con Lorenzo Ferrari nella Carrera Cup 2023
Raptor Engineering con Lorenzo Ferrari nella Carrera Cup 2023
Test di fine anno a Vallelunga per La Ferrari 499P
Test di fine anno a Vallelunga per La Ferrari 499P
TEST PRE-STAGIONALI DI FORMULA E: I PILOTI REAGISCONO AI PRIMI TEST UFFICIALI SULLA NUOVA AUTO DA CORSA GEN3
TEST PRE-STAGIONALI DI FORMULA E: I PILOTI REAGISCONO AI PRIMI TEST UFFICIALI SULLA NUOVA AUTO DA CORSA GEN3
PEUGEOT 9X8 – IL FASCINO NATO PER LA CORSA
PEUGEOT 9X8 – IL FASCINO NATO PER LA CORSA
HANKOOK TIRE PARTNER DI FORMULA E PER IL PROGRAMMA FIA GIRLS ON TRACK 2023
HANKOOK TIRE PARTNER DI FORMULA E PER IL PROGRAMMA FIA GIRLS ON TRACK 2023
Parte la vendita dei biglietti per il Formula 1 Gran Premio d’Italia 2023
Parte la vendita dei biglietti per il Formula 1 Gran Premio d’Italia 2023
Raptor Engineering porta all’esordio Guirreri in GT Winter Series
Raptor Engineering porta all’esordio Guirreri in GT Winter Series
LA FORMULA E È AL TOP DELLA SOSTENIBILITÀ GLOBALE INDIPENDENTE NELLE CLASSIFICHE SPORTIVE
LA FORMULA E È AL TOP DELLA SOSTENIBILITÀ GLOBALE INDIPENDENTE NELLE CLASSIFICHE SPORTIVE
Academy Motorsport rilancia con il grande salto di Tziortzis in EuroNascar Pro
Academy Motorsport rilancia con il grande salto di Tziortzis in EuroNascar Pro
L'attesa è finita, siamo di nuovo in pista.
L'attesa è finita, siamo di nuovo in pista.
DL Racing si proietta nel 2023 dopo un anno “a tutto campo”
DL Racing si proietta nel 2023 dopo un anno “a tutto campo”
Rovera è d’argento alla 12 Ore del Golfo su Ferrari
Rovera è d’argento alla 12 Ore del Golfo su Ferrari
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

Prime emozioni alla Dakar Classic 2023

Domenica, 01 Gennaio 2023 21:24 Published in Rally

Prime emozioni alla Dakar Classic 2023

La Squadra Corse Angelo Caffi ha completato la frazione d’apertura con Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini. Prime dune e scenari spettacolari. Buoni rilevamenti cronometrici.

 

 

Brescia, 1 gennaio 2023 – Si è conclusa con soddisfazione la prima tappa della Dakar Classic 2023 per la Squadra Corse Angelo Caffi. La compagine bresciana ha così inaugurato la terza partecipazione consecutiva alla maratona desertica riservata alle auto storiche che si svolge in Arabia Saudita al seguito della Dakar 2023. Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini, a bordo della Isuzu Vehicross #721, hanno percorso gli oltre 330 chilometri di oggi senza particolari intoppi cercando di prendere la maggiore confidenza possibile con strumentazione e navigazione. La frazione, un anello con partenza e arrivo al Sea Camp, il bivacco nei pressi di Alula sul Mar Rosso, si componeva di tre prove di regolarità e una di navigazione. La selezione è stata fatta dalle prove di regolarità specie la seconda e la terza con la presenza di alcune dune di sabbia, scenario tipico e spettacolare. Carcheri è partito bene, ma nel finale di tappa ha accusato distacchi più ampi e si trova ora intorno alla metà di classifica, in linea con i tempi di categoria H2 che valgono le prime venti posizioni. Si tratta ovviamente solo dell’inizio, la strada è ancora lunga, ma in questa prima tappa era importante assicurarsi che tutto funzionasse per il meglio sia a livello meccanico che a livello di navigazione tra Carcheri e Bernacchini, come del resto è stato. “Il livello sembra essere particolarmente alto anche in H2, del resto la Dakar Classic ha aumentato considerevolmente la sua popolarità e di conseguenza si alza anche la preparazione degli equipaggi che intendono ben figurare. La tappa era bella, più tecnica del previsto specie nella sua seconda parte. Ora controllo tecnico alla vettura e poi ci prepariamo per la giornata di domani”. La tappa di domani | 2 gennaio 2023 Lunghezza totale: 540km Lunghezza prove: 218km Partenza: Sea Camp Arrivo: Alula Descrizione: Tappa piuttosto lunga nel suo complesso chilometrico, caratterizzata sia da piste battute che da dune che, sulla carta, dovrebbero essere decisive.

Ekström, Gutiérrez e Price partono alla grande al 45° Rally Dakar

Mattias Ekström, Cristina Gutiérrez e Toby Price sono stati i protagonisti del prologo di apertura della 45a edizione della prova di resistenza più dura del motorsport, il Rally Dakar. 

 

31 dicembre | Prologo | Accampamento in mare - Accampamento in mare

- Una breve e tagliente pista del prologo di sabato di 13 km sulle rive del Mar Rosso ha determinato le posizioni di partenza per la più impegnativa prova speciale cronometrata di 368 km di domenica con un totale di 603 concorrenti su 355 veicoli che hanno corso per lo più in meno di 10 minuti per lanciare la gara.

- Il due volte vincitore del campionato DTM Ekström ha pilotato l'Audi RS Q e-tron E2 per la prima volta con il miglior tempo della giornata in tutte le categorie (otto minuti) per rivendicare un primo vantaggio nella classifica della classe T1. Lo svedese, 44 anni, ha dichiarato: "Una buona fine per il 2022, ma domani è il vero inizio".

- Passa alla gara T3 e Gutiérrez ha fatto segnare il miglior tempo con il copilota Pablo Moreno mentre cerca di migliorare il terzo posto assoluto alla precedente Dakar. Lo spagnolo, 31 anni, ha dichiarato: "Sono davvero contento della macchina e del team, la mentalità è davvero positiva".

- L'ex campione di moto Price ha vinto per il team Red Bull KTM Factory Racing con il connazionale australiano Daniel Sanders al secondo posto. Il 35enne ha dichiarato: "Mi sento bene e la moto va bene".

- Il capodanno a Yanbu sarà caratterizzato da 368 km contro il tempo su un anello, che inizia e finisce al Dakar's Sea Camp alternando piste sabbiose, pietrose e ghiaiose prima di una sezione di dune.

Al via la Dakar Classic 2023 per la Squadra Corse Angelo Caffi

Domenica, 01 Gennaio 2023 21:09 Published in Rally

Al via la Dakar Classic 2023 per la Squadra Corse Angelo Caffi

Oggi il prologo con una importante sessione di test che ha visto Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini trovare subito un buon ritmo.

 

 

Brescia, 31 dicembre 2022 – Ultime ore del 2022 e ultime ore di attesa prima dello start vero e proprio della Dakar Classic 2023, l’evento dedicato alle auto che hanno fatto la storia del rally raid più famoso al mondo che si svolge anche quest’anno in Arabia Saudita. La Squadra Corse Angelo Caffi ha preparato nel dettaglio questa terza partecipazione consecutiva con Luciano Carcheri che in questa occasione sarà affiancato dall’esperto navigatore lombardo Giovanni Bernacchini su una inedita e particolarissima Isuzu Vehicross del 1997 preparata in collaborazione con TecnoSport ed in gara con il numero #721. Oggi, al Sea Camp allestito vicino Alula su un suggestivo promontorio attorniato dal Mar Rosso, si è svolta la giornata prologo che per i concorrenti del Classic è equivalsa ad una sessione di test aggiuntivi dove sono stati stilati i primi verdetti indicativi. Carcheri e Bernacchini hanno preso un ottimo ritmo di navigazione che lascia presupporre ad una gara da protagonisti in categoria H2, anche se le incognite saranno ovviamente molte. La prima vera frazione, in programma domani, domenica 1 gennaio 2023, sarà composta da 218 chilometri cronometrati e 336 totali inclusi i trasferimenti non competitivi. Il percorso sarà ad anello con partenza ed arrivo al Sea Camp che ha ospitato anche le fasi preliminari. Pista non troppo difficile che servirà per entrare nella mentalità della gara che, per il Classic, unisce tratti cronometrati a tempo imposto e tratti cronometrati a media. L’evento prevede 13 tappe, più il prologo iniziale e l’ultimo trasferimento finale in programma il 15 gennaio con il traguardo di Damman. In totale saranno oltre 6.500 i chilometri da percorrere, una vera sfida alla luce del fatto che Carcheri effettuerà, per scelta, la parte di manutenzione meccanica senza l’ausilio di meccanici esterni. "La preparazione è terminata - ha commentato Carcheri - oggi tutto è andato bene anche alla luce della sostituzione della ventola di raffreddamento che abbiamo apportato ieri dopo un problema presentatosi nei primi test. Abbiamo studiato con Giovanni tutta la strumentazione, domani la tappa è molto interessante e dovrebbero esserci anche delle dune. Siamo motivati e pronti”.

IL RALLY CITTÀ DI SCHIO AVRÀ UN 2023 “INTERNAZIONALE”

Domenica, 01 Gennaio 2023 21:04 Published in Rally

IL RALLY CITTÀ DI SCHIO AVRÀ UN 2023 “INTERNAZIONALE”

La gara organizzata da Power Stage, dopo tre edizioni di rilancio e di grandi numeri, per la stagione prossima, quella della 32^ edizione, opera il “grande salto” entrando nel Campionato IRC, di cui sarà l’atto finale, il 17 e 18 novembre.

 

 

 

Schio (Vicenza), 31 dicembre 2022 – Sono stati momenti di grande fermento, per Power Stage, quelli trascorsi dopo la 31^ edizione del Rally Città di Schio dello scorso novembre. Non c’è stato il classico momento di riposo del post-gara, si è proseguito a lavorare in ottica 2023, per quale c’era “tanta carne al fuoco”.

E quella carne al fuoco è ora di toglierla e rivelare quale sarà la “pietanza”, in chiave decisamente rallistica, per la prossima stagione: l’ingresso nel Campionato IRC del quale, il 17 e 18 novembre, sarà l’appuntamento finale.

Gara di lunga tradizione, molto amata nel triveneto e non solo, il Rally Città di Schio per la sua 32^ edizione assume quindi la titolarità internazionale e la notizia, iniziata a spargersi da alcuni giorni, ha trovato la più ampia soddisfazione dai praticanti quanto dagli appassionati e dagli addetti ai lavori.

Un traguardo significativo, che evidenzia sempre più la grande voglia di fare da parte dell’organizzazione, una giovane struttura che ha preso in mano le redini della competizione nel 2020 e che proprio nell’anno messo in ginocchio dalla pandemia ha saputo reggere l’onda d’urto di momenti in cui tutto era difficile, acquistando fiducia e credibilità in tutto il movimento nazionale delle corse su strada. Un grande traguardo che conferma il voler vedere lontano, che è da prendersi come una promozione per l’impegno profuso da tutto il gruppo di lavoro.

“Quando abbiamo preso in mano la gara – commenta Enrico Tessaro, al timone di Power Stage – lo abbiamo fatto con il preciso intento di farla crescere, di riportarla ai fasti di un tempo e di guardare anche oltre. Quell’oltre credo sia proprio l’entrare nella serie IRC, dando alla gara ma anche al territorio stesso una parvenza, ma anche una sostanza, internazionale. Abbiamo trascorso queste tre edizioni passate senza titolazione, mentre noi per la gara volevamo qualcosa che fosse un valore aggiunto per il suo “nome” ed uno stimolo in più per gli equipaggi a partecipare. Ci siamo trovati con il gruppo di lavoro IRC, abbiamo vagliate le esigenze di entrambe le parti ed abbiamo subito visto che collimavano in più punti. Ci siamo perciò detti che valeva la pena di provare. Voglio ringraziare, a nome di tutto lo staff Loriano Norcini e tutto il team IRC per fiducia riposta, di sicuro lavoreremo a testa bassa per arrivare al gran finale del Campionato con una gara che debba essere indimenticabile. Durante l’anno saremo insieme agli altri organizzatori a dare mano ed anche ad imparare, per carpire anche il più piccolo dettaglio che possa servire a migliorare il nostro evento. Siamo davvero felici, lusingati, motivati!”.

 

NELLA FOTO, DI FABRIZIO BURAGLIO/ACTUALFOTO, LO SLOVENO AVBELJ, VINCITORE DELL’IRC 2022, IN AZIONE AL RALLY DI SCHIO 2022

 

UFFICIO STAMPA

 

UFFICIO STAMPA

Un 2023 di novità per International Rally Cup

Domenica, 01 Gennaio 2023 20:48 Published in Rally

Un 2023 di novità per International Rally Cup

Saranno ancora quattro le gare che caratterizzeranno il campionato “griffato” Pirelli, parti integranti di un format rinnovato nel suo cinquanta per cento. Confermati gli appuntamenti del Rally Internazionale del Taro e del Rally Internazionale Casentino, con il gradito ritorno nella programmazione del Rallye Elba, evento di apertura e l’adesione del Rally Città di Schio, cornice che manderà in archivio la ventiduesima edizione della kermesse.

 

 

 

Bedonia, 31 dicembre 2022

IRC Sport, promoter di International Rally Cup, cala ancora il poker.

Reduce da un’edizione 2022 all’insegna di grandi numeri e di conferme, legate alla scelta di articolarla su quattro appuntamenti, il sodalizio parmense ha replicato proponendo alla prossima stagione sportiva un format in linea con quello precedente dal punto di vista numerico ma rinnovato nei contenuti. Ad inaugurare la ventiduesima edizione del campionato “griffato” Pirelli sarà il Rallye Elba, cornice che tornerà ad ambientarlo dopo esserne stata parte integrante nelle stagioni 2014 e 2015Un’apertura esclusiva per IRC 2023, con l’isola dell’arcipelago toscano pronta ad accogliere l’agonismo della kermesse nelle giornate di venerdì 21 e sabato 22 aprile.

A caratterizzare la fase centrale di International Rally Cup saranno ancora gli appuntamenti che l’hanno contraddistinto negli anni, il Rally Internazionale del Taro – con la provincia di Parma coinvolta il 27 e 28 maggio - ed il Rally Internazionale Casentino, terzo appuntamento del campionato in programma a Bibbiena, in provincia di Arezzo, venerdì 7 e sabato 8 luglio.

A chiudere l’edizione 2023 di IRC sarà il Rally Città di Schio, novità assoluta nella programmazione di IRC Sport. L’appuntamento conclusivo vedrà la provincia di Vicenza proporre il proprio asfalto elevando sul podio i protagonisti delle classifiche di campionato - assoluta e di raggruppamento - al termine di un confronto che troverà espressione nei giorni 17-18 novembre. Una proposta ambiziosa, IRC 2023, che coinvolgerà ACI Livorno Sport, Scuderia San Michele, Scuderia Etruria Sport e Power Stage, organizzatori delle quattro gare inserite nella programmazione stagionale.

Le premiazioni di International Rally Cup 2022 avverranno all’interno della rassegna Rally Meeting, a Vicenza, in programma dal 3 al 5 febbraio.

 

 

Nelle foto (free copyright Amicorally): Nicola Sartor, vincitore di IRC Challenge.      

Il Rally del Carnevale alla chiamata del 2023: il 18-19 febbraio la prima proposta stagionale di AC Lucca

Automobile Club Lucca svela le linee dell’appuntamento, organizzato in collaborazione con New Lucca Corse e Laserprom 015 nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 febbraio 2023. Viareggio e la Versilia protagoniste della prima proposta “su asfalto” della stagione rallistica toscana.

 

 

 

Lucca, 30 dicembre 2022

Sarà ancora Automobile Club Lucca ad inaugurare l’asfalto della stagione rallistica toscana: l’istituzione automobilistica provinciale è attesa alla terza edizione del Rally del Carnevale, appuntamento che chiamerà all’agonismo gli interpreti del rallismo italiano nelle giornate di sabato 18 e domenica 19 febbraio. Un appuntamento che coinvolgerà la Versilia e, nello specifico, i comuni di Viareggio, Massarosa, Camaiore, Pescaglia, Fabbriche di Vergemoli e Stazzema, parti integranti di un format in grado di confermare l’appeal riscontato nelle sue due precedenti edizioni.

In co-organizzazione con Jolly Racing Team e con il supporto operativo di New Lucca Corse, Automobile Club Lucca è pronta a lanciare la sfida sui selettivi chilometri della Versilia nella loro validità nazionale, rivolgendosi quindi alle vetture di riferimento dei rallies italiani, gli esemplari di classe Rally2 ed a tutte le categorie previste dallo specifico regolamento, a quattro e due ruote motrici.

Ad inaugurare l’evento saranno le operazioni amministrative, quelle di verifica rivolte ad equipaggi e vetture partecipanti, programmate sabato negli spazi adiacenti lo stabilimento di Fonte Ilaria - nel comune di Pescaglia – location che ospiterà anche il parco assistenza. La stessa giornata sarà testimone dell’accensione dei motori: in località Stiava è infatti previsto lo shakedown ovvero il test con vetture da gara. Un approccio all’agonismo, utile per l’acquisizione dei riferimenti in merito alle condizioni di asfalto e di un primo riscontro cronometrico.

Un legame importante, quello tra Automobile Club Lucca e la manifestazione che contraddistingue il territorio a livello nazionale – il Carnevale di Viareggio – confermato dalla scelta di regalare alla cerimonia di partenza la caratteristica cornice della Cittadella del Carnevale, a Viareggio, già teatro di avvio della prima, fortunata edizione della gara. Domenica, la giornata sarà contraddistinta dalle evoluzioni degli equipaggi protagonisti con i riflettori puntati sulle prove speciali e sul riordinamento previsto a Camaiore - nella rinnovata Piazza XIX Maggio - con le vetture attese al rush finale, determinante per la definizione della classifica. La cerimonia di arrivo coinvolgerà il comune di Massarosa, location che eleverà i vincitori della terza edizione del confronto.

 

 

Nella foto (free copyright Amicorally): La Skoda Fabia di Luca Panzani, vincitore del 38° Rally del Carnevale.

Un nuovo titolo tricolore in bacheca per Paolo Andreucci e per il 2023 non mancheranno le sorprese

• Paolo Andreucci ha vinto il Campionato Italiano Rally Terra per il secondo anno consecutivo a punteggio pieno

• La vittoria al Rally il Ciocchetto, un successo importante anche per lo sviluppo delle MRF Tyres su asfalto

 

 

 

È una stagione da incorniciare quella appena conclusa da Paolo Andreucci. Il 2022 è stata un’annata perfetta, che si è conclusa a Bologna con la premiazione dei Caschi d’Oro e Volanti Aci, che ha visto tra gli altri lo stesso Paolo Andreucci essere premiato, insieme al navigatore Rudy Briani con il Volante Aci, grazie al tredicesimo titolo conquistato nel campionato italiano rally terra. Il 2022 rimarrà una di quelle stagioni che difficilmente verrà dimenticata dal pluricampione garfagnino, che di campionati in carriera ne ha vinti tanti, ma quello dell’anno che sta per concludersi, verrà ricordato per quello con il maggior numero di vittorie. Su sei gare di campionato disputate, sono state infatti ben 5 le vittorie assolute di campionato, ed un secondo posto nella gara in cui gli sarebbe bastato un terzo posto per aggiudicarsi il titolo. Un titolo conquistato con una gara di anticipo, grazie appunto all’ottima prestazione nel corso dei round precedenti, ma non si è risparmiato di certo nell’ultima di campionato, il Rally del Brunello, dove ha portato al debutto su terra una BMM M3 tra le storiche ed il giorno successivo ha trionfato tra le moderne, a bordo della Skoda Fabia Rally2 del Team H Sport di Silvio Lazzara. Il finale di stagione lo ha visto trionfare al rally il Ciocchetto, in cui ha corso a bordo della Citroen C3 Rally2 del Team PRT, supportato da Sportec, dove ha scritto sull’albo d’oro il suo nome per la quarta volta. “È stata una grandissima stagione, intensa e con risultati importanti – ha commentato Andreucci-. La vittoria del campionato italiano rally terra per il secondo anno consecutivo, sigla in modo chiaro il progresso nello sviluppo delle gomme MRF Tyres. Abbiamo dimostrato che il nostro lavoro di sviluppo sta dando a pieni titoli i suoi frutti e non solo su terra. Nel corso della stagione, grazie ai test eseguiti anche su asfalto, sono arrivati risultati anche in altri campionati, come l’europeo vinto da Efren Llarena e Sara Fernandez ed il CIRA vinto da Simone Campedelli e Tania Canton che ha diviso il sedile di destra con Gianfranco Rappa. Adesso, stiamo programmando la prossima stagione, che ci vedrà, ancora una volta, protagonisti a tempo pieno. Nelle prossime settimane comunicheremo il nostro calendario sportivo 2023, che stiamo sviluppando grazie alla fiducia dei nostri sponsor che continuano a supportarci. Già da adesso – ha concluso il portacolori della Scuderia M33 e Skygate- vi possiamo garantire che non mancheranno delle sorprese.” 

TOYOTA GAZOO RACING ITALY TRACCIA IL BILANCIO 2022 E “VEDE” LA GR YARIS RALLY CUP DELLA TERZA STAGIONE

Sono dati significanti, quelli definiti dalla stagione sportiva appena conclusa, gratificati da risultati sportivi e tecnici che fanno guardare con convinzione al 2023, nel quale sarà confermato un imponente montepremi con importanti opportunità per i giovani e dove si proseguirà a pensare anche alle gare su terra.

 

 

ROMA, 29 dicembre 2022

Toyota Gazoo Racing Italy traccia il bilancio del 2022, la seconda annata GR YARIS RALLY CUP, e lo scrive a tratto nero marcato. Un bilancio dunque che ha soddisfatto le attese, sul quale continuare a lavorare per migliorarsi e sviluppare nuove stimolanti prospettive.

Sono state ben 105, le occasioni che hanno visto la GR Yaris R1T4x4 calcare i chilometri della penisola, in tutta l’Italia dei rallies. Numeri che hanno premiato la bontà di un progetto che guarda lontano, avviato nel 2021 e che ad inizio di quest’anno con la dotazione del nuovo cambio sequenziale, ha consolidato la vettura. Un progetto culminato – proprio sul finire della stagione – con il primo ma già convincente approccio della vettura su fondo sterrato, a Montalcino, sulle strade della campagna senese che hanno fatto la storia del rallismo iridato.

Un’occasione, quella concretizzata sulle intriganti prove speciali del Rally del Brunello, che ha chiamato in causa Thomas Paperini e Simone Fruini, equipaggio vincitore della GR Yaris Rally Cup 2022. A loro, nella veste ufficiale legata alla vittoria del campionato monomarca, sono state affidate le ambizioni riposte da TGR Italy, assecondate da un risultato che ha confermato la distintiva lungimiranza di Toyota nel motorsport.

Un nuovo, esaltante capitolo di una storia che attende di essere sviluppata, ancora, su pagine importanti e che, nel 2023, vedrà rinnovarsi la sfida sulle più celebri prove speciali italiane, quelle di sei appuntamenti su asfalto, da affrontare con la consapevolezza di potersi imporre con un pacchetto di assoluto livello. Un’esperienza rivolta agli interpreti del rallismo nazionale, resa ancora più accattivante dalle misure Extra-Large del suo montepremi che tra premi in denaro e premi in valore, supererà le precedenti edizioni, dando la possibilità ai giovani meritevoli, di sentirsi valorizzati e godere dello stesso coinvolgimento provato da Thomas Paperini e Simone Fruini nella messa a punto della vettura sulla terra.

La GR YARIS RALLY CUP 2023 sarà supportata da un ancora più imponente piano di comunicazione che Toyota Motor Italia attiverà sul campionato, i cui dettagli, insieme a quelli sportivi, verranno ufficializzati dopo le festività natalizie.

 

Nella foto:  Thomas Paperini e Simone Fruini, vincitori della GR Yaris Rally Cup 2022 (foto di AmicoRally)

MSC E-CIVM: A Gubbio vince Polonioli, ma Giovanni Falci è campione assoluto

 
Si è concluso l'E-CIVM 2022 con l'ultima delle sei tappe che si è svolta al Trofeo Luigi Fagioli. Tutti i titoli sono stati assegnati e si sono aggiunti altri campioni, dopo le vittorie già acquisite nelle scorse settimane. A Gubbio nell'ultima tappa a trionfare è stato Manolo Polonioli su Norma M20 FC alla sua seconda vittoria stagionale, che però non è bastata per consegnargli il titolo assoluto per soli quattro punti da Falci. Secondo assoluto a Gubbio Antonello Bruno che su Osella PA2000 Turbo si è piazzato davanti al neo campione Giovanni Falci, anche lui sulla PA2000 Turbo.
Passiamo ai gruppi, dove nel gruppo E2SS ha trionfato il neo campione di classe 1000 Leonardo Di Bari con la sua Wolf Thunder, davanti a Salvatore Tuttolomondo su Radical PR6 e a cui va dato merito di aver lasciato aperta la sfida fino all'ultimo metro al cospetto di un Di Bari che comunque si è dimostrato sempre costante e alla fine ha trionfato. Terzo Angelo Martucci, anche lui sulla Radical PR6. Nello stesso raggruppamento, da segnalare il ritiro in gara 1 sia per Maurizio Capuzzo che per Valerio Magliano, quest'ultimo vincitore nel campionato della classe 3000.
Nel gruppo E2SC, il podio è come l'assoluta con Polonioli, Bruno e Falci con Polonioli vincitore di classe 3000 e Bruno di classe 2000.
In classe 1400, vittoria per Claudio Pasculli davanti a Francesco D'Acri e Donato Pinto, tutti su Elia Avrio e con questa vittoria Pasculli ha concretizzato la vittoria del campionato.
In classe 1000, vittoria per Luca Sciortino sull'Osellina PA21 JrB.
Nel gruppo CN, Ayrton Molinaro con la Norma M20 FC di classe 2000 vince a Gubbio(e fa anche quarto assoluto), ma non basta per il titolo che è andato ad un Orazio Alessandro Prastani sempre costante su Osella PA21 e con Molinaro che ha pagato probabilmente l'intoppo della Monte Erice di qualche settimana fa. In classe 3000, vittoria e titolo assicurato già da qualche gara per Marcello Gabrielli su Osella PA20.
Nel gruppo E2SH, vittoria e titolo di gruppo per Liborio Chiapparo(BMW 134)che è campione per un solo punto rispetto ad Antonio Matraxia(BMW 320) che si è dimostrato un grande rivale ai fini della classe +3000. Alessio Vacirca a Gubbio invece ha trovato un bel terzo posto di gruppo e ovviamente la vittoria in classe 1000, con la sua piccola Fiat 126 Proto, chiudendo una stagione che lo ha visto concretizzare in maniera netta.
Nel gruppo E1, vittoria e titolo per Simone Vacirca sull'Alfa Romeo 155 GTA davanti a Luca Gandini su auto gemella e Salvatore Miccichè su BMW 320 STW, vincitore della classe 2000.
In classe +3000, dietro a Vacirca e Gandini si è piazzato Andrea Sorlini su Alfa Romeo 75.
In classe 1600T, vittoria per il neo campione Leonardo Bartolini su Renault 5 GT Turbo davanti a Maurizio Grola su Fiat Uno Turbo.
In classe 1600, vittoria in gara e sopratutto in campionato per Alessio Bruno su Peugeot 106 davanti a Giampiero Barraco e Mirko Aronica e anche loro sulla 106, con i tre che come sempre hanno regalato uno spettacolo da sfide ravvicinate.
In classe 1150, vittoria per Raffaele Chiarella davanti a Michele Petrolo e Alessandro Mazzonelli, tutti su A112. Ma in questa classe a diventare campione è stato Andrea Tilotta a cui è bastato il quarto posto a Gubbio per festeggiare.
Nel gruppo A, ennesima vittoria per Nicola Pio Restagno che ha vinto il titolo vincendo tutte le gare con la sua Mitsubishi Lancer Evo VI. Ma gli applausi vanno fatti anche a Claudio Barbagallo, che su auto gemella ha sempre cercato di tenere viva la lotta in campionato e a Gubbio ha trovato un secondo posto finale. Terzo Roberto Flammini su Ford Escort. Tutti e tre i piloti erano al via su auto di classe +3000.
In classe 1600 vince Roberto Pernestino davanti al neo campione Giovanni Galati su Honda Civic EG6.
In classe 1300, vittoria per Salvatore Di Benedetto davanti ad Alberto Lorenzino e Thierry Graziosi, neo campione di classe. C'è da sottolineare come la lotta sia stata bella intensa e da seguire, con Graziosi che ha vinto per soli tre punti su Di Benedetto. Tutti e tre i piloti erano allo start su Peugeot 205.
In RS CUP-2, vittoria e titolo per il Calabrese Luigi Gravino su Seat Cupra Leon davanti a Mattia Raffetti su Audi RS3 e Leo Cucca su Peugeot 308, con quest'ultimo che ha pagato una gara 2 più alta rispetto alla prima salita dove aveva vinto la manche.
Nelle Bicilindriche, vittoria per Valerio D'Arcangelo davanti a Francesco Savaglia e al neo campione di categoria Stefano Bianca, che aveva vinto gara 2 ma non è bastata per vincere nella complessiva. Bianca comunque ha portato a casa il titolo che era l'obiettivo principale. Tutti e tre i preparati driver, erano al via su Fiat 500.
Passiamo allo Starter Pack MSC, dove nel gruppo N il neo campione Sebastien Ronat su Renault Clio(classe 2000) ha vinto davanti a Nicolò Garaffa(vincitore della gara e del titolo in classe 1600) su Citroen Saxo e Francolino Ruiu su Renault Clio di classe 2000.
Proprio nella classe 2000, dietro a Ronat e Ruiu si è piazzato Silvio Caruso, anche lui sulla Clio.
In classe 1600, dietro al neo campione Nicolo Garaffà si son piazzati Tonino Icolari su Citroen Saxo e Domenico Icolari su Peugeot 106.
In Racing Start Plus, vittoria in classe 1.6 Turbo per Marco Priolo su Mini Cooper JCW davanti a Guerriero Franceschini e Francesco Semeraro, entrambi su Renault Clio RS. C'è da segnalare che il neo campione di categoria Marco Chiarella, aveva vinto nettamente gara 2 ma nel complessivo ha pagato il suo tempo alto nella prima salita di gara.
Tra le aspirate, vittoria in Racing Start 2000 per Gaetano Caruso su Honda Civic Type R davanti al neo campione di classe Massimiliano Setta su auto gemella e Alessandro Palmieri su Renault Clio RS.Un altro campionato targato Modders Squadra Corse è stato archiviato con successo, si chiude il 2022 e siamo sicuri che il 2023 sarà anche meglio per il mondo MSC, che guarda sempre di più all'evoluzione. Noi di "Cronoscalate Che Passione" nelle nostre possibilità abbiamo cercato di raccontarvi gli avvenimenti virtuali, mettendo alla luce le belle iniziative dei ragazzi di Modders e cercando anche di farvi conoscere i piloti virtuali che si sono messi in mostra con le loro nobili prestazioni. Come Media Partner, siamo molto onorati di essere stati scelti anche per il 2022 e ci auguriamo che anche per il 2023, continui questa valida cooperazione. Ringraziamo i ragazzi dello staff di Modders, per averci sostenuto concretamente in ogni singola richiesta come classifiche, foto e non solo quando c'era da mettere in evidenza gli eventi. Tutto questo è un segnale evidente di come si possa collaborare per bene, quando due realtà oneste si incontrano e non conoscono altro se non il rispetto e l'amore per le corse. Un solo e unico obiettivo, valorizzare il motorsport reale in salita, vivendo anche il virtuale nel tempo libero.

M&E MOTORSPORT festeggia i suoi piloti.

Giovedì, 29 Dicembre 2022 14:14 Published in Altre Notizie
M&E MOTORSPORT festeggia i suoi piloti.
 
 
Nella splendida cornice della Trattoria Eurobar di Arpino sì svolta la cena di fine anno di M&E MOTORSPORT. Il team capitanato da Michael Lauro ha premiato i suoi due alfieri Edoardo Rea Vice Campione CIVS su Honda Hrc e Matteo Taglione vincitore della Coppa CSAI Slalom su Renault Clio. (Nella Foto in compagnia del Titolare del Drcsportmanagement)
Alla serata erano ospiti tutti coloro che hanno contribuito a raggiungere questi successi.
Il Presidente del M.C. Castelliri Gianni Scala. Ezio Campoli titolare dell'omonima azienda che si occupa dei motori dei due piloti. Carmine Ricci Presidente della Scuderia Santopadre Racing compagine dove milita Taglione. Durante la serata sono state fatte delle interviste dalla GLOBAL RALLY Network di Itri LT.
 
 
 
Drcsportmanagement.it
 
 
 
Privacy Policy