Sun Energy 1 e Mercedes-AMG si aggiudicano la 12 Ore di Bathurst, Valentino Rossi è sesto
Sun Energy 1 e Mercedes-AMG si aggiudicano la 12 Ore di Bathurst, Valentino Rossi è sesto
FORMULA E E NEW ERA CAP UNISCONO LE FORZE NELLA PARTNERSHIP PER I CAPPELLI
FORMULA E E NEW ERA CAP UNISCONO LE FORZE NELLA PARTNERSHIP PER I CAPPELLI
Il team Airflow Racing pronto all'esordio in Formula 4
Il team Airflow Racing pronto all'esordio in Formula 4
Primo appuntamento del Winter Motor Game porta la firma di Cristian Fedeli.
Primo appuntamento del Winter Motor Game porta la firma di Cristian Fedeli.
Alla 24 Ore di Daytona l’Acura conquista la vittoria nell’era dei prototipi ibridi. Tra le GT si impongono Mercedes e Aston Martin
Alla 24 Ore di Daytona l’Acura conquista la vittoria nell’era dei prototipi ibridi. Tra le GT si impongono Mercedes e Aston Martin
WEHRLEIN CONQUISTA IL DOPPIO A DIRIYAH E LA GUIDA DEL CAMPIONATO - RAPPORTO CORE DIRIYAH E-PRIX ROUND 3 2023
WEHRLEIN CONQUISTA IL DOPPIO A DIRIYAH E LA GUIDA DEL CAMPIONATO - RAPPORTO CORE DIRIYAH E-PRIX ROUND 3 2023
Daytona Giorni Endurance di Tuono...
Daytona Giorni Endurance di Tuono...
VITTORIA PER PASCAL WEHRLEIN E PORSCHE AL CORE DIRIYAH E-PRIX 2023 ROUND 2
VITTORIA PER PASCAL WEHRLEIN E PORSCHE AL CORE DIRIYAH E-PRIX 2023 ROUND 2
ACI avvia la fase 2 della vendita dei biglietti per i GP di Formula 1 di Monza e Imola
ACI avvia la fase 2 della vendita dei biglietti per i GP di Formula 1 di Monza e Imola
Nasce Lamborghini Roma by DL Racing per puntare in alto nel GT 2023
Nasce Lamborghini Roma by DL Racing per puntare in alto nel GT 2023
L'AZIENDA INDIANA LEADER NELLE ENERGIE RINNOVABILI GREENKO NOMINATA TITLE SPONSOR DEL GREENKO HYDERABAD E-PRIX 2023
L'AZIENDA INDIANA LEADER NELLE ENERGIE RINNOVABILI GREENKO NOMINATA TITLE SPONSOR DEL GREENKO HYDERABAD E-PRIX 2023
Il Porsche Club GT 2023 svela un calendario di lusso
Il Porsche Club GT 2023 svela un calendario di lusso
Blomqvist con l’Acura strappa la pole position alla 24 Ore di Daytona, le Mercedes dominano tra le GT
Blomqvist con l’Acura strappa la pole position alla 24 Ore di Daytona, le Mercedes dominano tra le GT
La Formula 2000 e la F.20 Cup puntano in alto
La Formula 2000 e la F.20 Cup puntano in alto
La Porsche del team Pure Rxcing si aggiudica la 6 Ore di Abu Dhabi con sette secondi di vantaggio su quella di Herberth Motorsport
La Porsche del team Pure Rxcing si aggiudica la 6 Ore di Abu Dhabi con sette secondi di vantaggio su quella di Herberth Motorsport
LIFESTYLE BRAND CORE NOMINATO TITLE SPONSOR DEL CORE DIRIYAH E-PRIX 2023
LIFESTYLE BRAND CORE NOMINATO TITLE SPONSOR DEL CORE DIRIYAH E-PRIX 2023
Nuovi traguardi internazionali per Rovera su Ferrari nel 2023
Nuovi traguardi internazionali per Rovera su Ferrari nel 2023
Il Team WRT trionfa nella 24 Ore del Dubai conquistando il primo gradino del podio ed il terzo con Valentino Rossi
Il Team WRT trionfa nella 24 Ore del Dubai conquistando il primo gradino del podio ed il terzo con Valentino Rossi
JAKE DENNIS VINCE LA PRIMA GARA DELL'ERA GEN3 - 2023 HANKOOK MEXICO CITY E-PRIX RACE REPORT
JAKE DENNIS VINCE LA PRIMA GARA DELL'ERA GEN3 - 2023 HANKOOK MEXICO CITY E-PRIX RACE REPORT
Partita oggi la 24 Ore del Dubai, prima gara del Campionato 24h Series: dopo 9 ore di gara la BMW M4 di Valentino Rossi è terza
Partita oggi la 24 Ore del Dubai, prima gara del Campionato 24h Series: dopo 9 ore di gara la BMW M4 di Valentino Rossi è terza
FORMULA E: DOVE GUARDARE LA PRIMA GARA DELLA STAGIONE E IL DEBUTTO DELLA NUOVISSIMA AUTO DA CORSA GEN3
FORMULA E: DOVE GUARDARE LA PRIMA GARA DELLA STAGIONE E IL DEBUTTO DELLA NUOVISSIMA AUTO DA CORSA GEN3
HOLA GEN3 ERA! STAGIONE 9 E ANTEPRIMA E-PRIX DI HANKOOK CITTA' DEL MESSICO 2023
HOLA GEN3 ERA! STAGIONE 9 E ANTEPRIMA E-PRIX DI HANKOOK CITTA' DEL MESSICO 2023
FORMULA E E DHL RINNOVANO LA PARTNERSHIP CHE INIZIA CON LA NUOVA ERA GEN3
FORMULA E E DHL RINNOVANO LA PARTNERSHIP CHE INIZIA CON LA NUOVA ERA GEN3
Pubblicato l’elenco iscritti al Campionato Mondiale Endurance 2023: ben 13 Hypercar presenti
Pubblicato l’elenco iscritti al Campionato Mondiale Endurance 2023: ben 13 Hypercar presenti
Ferrari annuncia la formazione dei due equipaggi che parteciperanno al FIA WEC 2023 con la 499P LMH
Ferrari annuncia la formazione dei due equipaggi che parteciperanno al FIA WEC 2023 con la 499P LMH
Zinox è Title partner di F2000 Trophy e F2.0 Cup 2023
Zinox è Title partner di F2000 Trophy e F2.0 Cup 2023
Peugeot punta a segnare il debutto negli Esports con un ottimo risultato nella 24 Ore di Le Mans Virtual
Peugeot punta a segnare il debutto negli Esports con un ottimo risultato nella 24 Ore di Le Mans Virtual
Iron Lynx ha annunciato la formazione della squadra che parteciperà alla 24 Ore di Daytona
Iron Lynx ha annunciato la formazione della squadra che parteciperà alla 24 Ore di Daytona
Raptor Engineering con Lorenzo Ferrari nella Carrera Cup 2023
Raptor Engineering con Lorenzo Ferrari nella Carrera Cup 2023
Test di fine anno a Vallelunga per La Ferrari 499P
Test di fine anno a Vallelunga per La Ferrari 499P
TEST PRE-STAGIONALI DI FORMULA E: I PILOTI REAGISCONO AI PRIMI TEST UFFICIALI SULLA NUOVA AUTO DA CORSA GEN3
TEST PRE-STAGIONALI DI FORMULA E: I PILOTI REAGISCONO AI PRIMI TEST UFFICIALI SULLA NUOVA AUTO DA CORSA GEN3
PEUGEOT 9X8 – IL FASCINO NATO PER LA CORSA
PEUGEOT 9X8 – IL FASCINO NATO PER LA CORSA
HANKOOK TIRE PARTNER DI FORMULA E PER IL PROGRAMMA FIA GIRLS ON TRACK 2023
HANKOOK TIRE PARTNER DI FORMULA E PER IL PROGRAMMA FIA GIRLS ON TRACK 2023
Parte la vendita dei biglietti per il Formula 1 Gran Premio d’Italia 2023
Parte la vendita dei biglietti per il Formula 1 Gran Premio d’Italia 2023
Raptor Engineering porta all’esordio Guirreri in GT Winter Series
Raptor Engineering porta all’esordio Guirreri in GT Winter Series
LA FORMULA E È AL TOP DELLA SOSTENIBILITÀ GLOBALE INDIPENDENTE NELLE CLASSIFICHE SPORTIVE
LA FORMULA E È AL TOP DELLA SOSTENIBILITÀ GLOBALE INDIPENDENTE NELLE CLASSIFICHE SPORTIVE
Academy Motorsport rilancia con il grande salto di Tziortzis in EuroNascar Pro
Academy Motorsport rilancia con il grande salto di Tziortzis in EuroNascar Pro
L'attesa è finita, siamo di nuovo in pista.
L'attesa è finita, siamo di nuovo in pista.
DL Racing si proietta nel 2023 dopo un anno “a tutto campo”
DL Racing si proietta nel 2023 dopo un anno “a tutto campo”
Rovera è d’argento alla 12 Ore del Golfo su Ferrari
Rovera è d’argento alla 12 Ore del Golfo su Ferrari
Paolo Rignanese

Paolo Rignanese

LA 35ª EDIZIONE AI NASTRI DI PARTENZA CON 124 VETTURE

Mercoledì, 11 Gennaio 2023 18:13 Published in Rally

LA 35ª EDIZIONE AI NASTRI DI PARTENZA CON 124 VETTURE

Al via anche i volti noti di Sky Sport Davide Valsecchi su Lancia Fulvia e Guido Meda su Alfa Romeo 1750

 ELENCO ISCRITTI

 

 

 

Mancano 8 giorni al via della Winter Marathon: la più tradizionale e longeva gara invernale di regolarità, per la 16esima volta organizzata da Vecars, è in programma dal 19 al 22 gennaio a Madonna di Campiglio e sarà l'edizione con il maggior numero di rilevamenti in assoluto; oltre infatti alle 65 prove cronometrate (di cui 16 nella prima tappa di giovedì 19 e le restanti 49 nel "tappone" di venerdì 20) cresceranno a 8 le prove di media con un totale di ben 28 rilevamenti segreti misurati tramite il preciso e affidabile sistema di tracking GPS di BE Traced. Una nuova edizione come sempre riservata alle vetture costruite entro il 1968 e a una selezione di modelli di particolare interesse storico e collezionistico prodotti entro il 1976 oltre infine a un ristretto numero, fuori classifica, di modelli “youngtimer” prodotti dal 1977 al 1990. Il tracciato, che si snoderà come sempre lungo le più affascinanti zone del Trentino-Alto Adige, misurerà 480 chilometri per un totale di 15 ore di guida e con il valico di 14 impegnativi passi dolomitici. Dopo le operazioni di accredito e verifiche previste al Savoia Palace Hotel giovedì 19 dalle 11.00 alle 17.00, la gara prenderà il via alle 19.00 dalla centrale Piazza Righi con le vetture impegnate in un percorso di 120 km che li condurrà fino al controllo timbro in Piazza XXVII Settembre a Ponte di Legno (apprezzato passaggio introdotto nella scorsa edizione) con due serie di nuove prove fra cui quelle previste all'interno della spettacolare Pista Ghiaccio Val di Sole sul Passo Tonale. Dopo la cena servita al Ristorante La Baracca e la ripetizione delle stesse prove effettuate in senso inverso, le vetture rientreranno a Campiglio a partire dalle 23.30. Venerdì 20, dalle 13.30, la partenza della seconda e più impegnativa tappa di 360 km: la prima parte riporterà i concorrenti in Val di Sole con i passaggi a Dimaro e Fondo e il valico del Passo della Mendola fino al controllo orario del Safey Park di Vadena. La ripartenza verso Bolzano porterà gli equipaggi verso la Val Gardena con i passaggi a Fiè allo Sicliar, Castelrotto, Passo Pinei e Ortisei da cui proseguiranno fino al valico del Passo Gardena e il successivo controllo orario di Corvara. Da qui le vetture affronteranno le affascinanti salite verso i Passi Campolongo e Pordoi con la disputa delle prove solitamente più impegnative e selettive ai fini della classifica. Dopo la discesa a Canazei e il transito in Val di Fassa i concorrenti saliranno nuovamente verso i Passi Costalunga e Nigra prima della discesa verso Tires e il rientro a Bozlano dalle 21.00 per la cena prevista al Four Points by Sheraton all'interno del moderno complesso fieristico FieraMesse. L'ultima parte di gara dopo la sosta prevedrà il ritorno, dopo alcuni anni dall'ultima volta, sul Passo Palade dove saranno predisposte le ultime prove cronometrate e successivamente il rientro attraverso la Val di Non e la Val di Sole verso il controllo orario finale di Folgarida in attesa del rientro della prima auto in Piazza Righi a Campiglio previsto alle 24.50. Lo spettacolo riprenderà sabato 21 gennaio alle ore 13.15 sul lago ghiacciato di Campiglio con lo svolgimento dei due classici trofei-spettacolo fuori classifica; il primo riservato ai primi 8 equipaggi classificati allaWinter Marathon su vettura Porsche (Trofeo Centro Porsche Brescia) mentre il secondo per i primi 32 classificati (Trofeo Persol), entrambi svolti con la formula dell'eliminazione diretta con in palio importanti premi e cadeaux. Subito a seguire le premiazioni che verranno svolte direttamente sul lago ghiacciato al termine dei due trofei. Fra i 124 equipaggi al via è confermata la presenza del pilota nonché volto Sky Sport F1 Davide Valsecchi su Lancia Fulvia Coupé Rallye 1.3 HF del 1968 che verrà "sfidato" dal collega e voce di Sky Sport MotoGp Guido Meda, alla prima esperienza in questa gara, al volante di una Alfa Romeo 1750 Berlina del 1970. Saranno in totale 17 i marchi automobilistici presenti, 8 le nazioni rappresentate dai conduttori, 20 le vetture anteguerra iscritte e 24 i Top Driver al via che proveranno a conquistare il successo in una manifestazione mai banale e tecnicamente sempre molto apprezzata, che negli ultimi due anni è stata vinta da Edoardo Bellini e Roberto Tiberti, nuovamente in gara anche nel 2023 sulla stessa Fiat 508 C del 1937 per difendere il primato. Oggi come non mai è determinante sottolineare l’apporto di quelle aziende che hanno deciso di legare il proprio brand a quello della Winter Marathon: iniziando col rimarcare il prezioso supporto di Centro Porsche Brescia - Gruppo Saottini Auto che da 16 anni consecutivi è a fianco dell’evento, fra i Main Sponsor ci saranno la new entry Persol, che premierà il podio dell’omonimo Trofeo sul lago ghiacciato di sabato 21 gennaio, BPER Banca, Sparco, Famila, il gradito ritorno di Acqua Lauretana - acqua ufficiale dell’evento oltre che del Giro d’Italia -Isval e Industria Chimica Panzeri. Fra i Top Sponsor, oltre a Villa Trasqua, azienda vinicola di Castellina in Chianti (Siena) già official red wine della Mille Miglia, Armi Perazzi, APT Madonna di Campiglio, Unica, DimmidiSì, Goldenpoint e Promotica. Anche questa edizione della Winter Marathon sarà trasmessa in diretta streaming su internet; sarà infatti possibile connettersi tramite PC, tablet o smartphone tifando gli equipaggi preferiti e interagendo attraverso le pagine ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram con l’hashtag #WinterMarathon2023. Grazie alla collaborazione con Teletutto sarà inoltre possibile seguire in TV (canale 16 DDT zona Lombardia) oppure in streaming sul sito teletutto.it i momenti salienti della manifestazione attraverso i collegamenti in diretta da Madonna di Campiglio e lungo il percorso oltre che assistere in diretta alle due prove spettacolo di sabato 21 sul lago ghiacciato con le immagini e le interviste ai protagonisti. Tramite il sito internet wintermarathon.it sarà infine possibile monitorare in tempo reale sia il posizionamento delle vetture in gara grazie al servizio di BE Traced sia le classifiche ufficiali curate come sempre dalla Federazione Italiana Cronometristi.

 

Sarezzo, 11 gennaio 2023

La «Coppa Città della Pace» compie 30 anni

Mercoledì, 11 Gennaio 2023 18:00 Published in Altre Notizie

La «Coppa Città della Pace» compie 30 anni
Il 18 febbraio sfida tricolore in Vallagarina

 

 

Anche nel 2023 il primo importante evento motoristico organizzato in Trentino sarà la «Coppa Città della Pace». Si tratta dell’unica competizione valida per un Campionato italiano, insieme alla «Trento Bondone», che si svolge nel territorio provinciale e quindi avrà puntati su di sé i riflettori di tutti gli appassionati della disciplina. La competizione organizzata dalla scuderia roveretana Adige Sport nell’occasione raggiunge inoltre il traguardo della 30ª edizione, un numero importante, da celebrare non solo per gli organizzatori, capitanati da Luca Manera, ma anche dall'intera Vallagarina, il cui territorio, insieme a tutto il Trentino sud-occidentale, nel corso di questi anni è stato promosso in maniera molto efficace dall’evento, non a caso gode del supporto dei Comuni attraversati, di Trentino Marketing e dell'Apt di Rovereto e Vallagarina.
La «Coppa Città della Pace» sarà anche nel 2023 il secondo appuntamento del Cireas: si svolgerà infatti sabato 18 febbraio, due settimane dopo la «Coppa Giulietta e Romeo» (in provincia di Verona) e due settimane prima della «Millecurve» (in provincia di Avellino). La stagione consta di undici gare, ultima la «Coppa Costa Gaia» (in provincia di Trapani), che assegneranno il titolo italiano, vinto nel 2022 dalla coppia composta da Guido Barcella e Ombretta Ghidotti della scuderia Amams Tazio Nuvolari, i quali avevano aperto la serie di successi proprio a Rovereto, imponendosi su una Fiat 508C del 1938, davanti ad Andrea Vesco e Fabio Salvinelli (Fiat 508 S Balilla Sport del 1936) e a Luca Patron e Steve Clark (MG L Magna del 1933). Nella classifica generale del Cireas Barcella e Ghidotti (276,5 punti) hanno preceduto di oltre cinquanta punti Nicola Barcella e di oltre 120 Angelo Accardo, entrambi in gara con navigatori diversi nel corso della stagione.

 


Il programma della manifestazione trentina si apre con le verifiche tecniche e sportive, che si svolgeranno venerdì 17 all'Urban City di Rovereto dalle ore 15 alle ore 20. Il sabato il primo concorrente lascerà l’Hotel Nerocubo alle ore 8.30, per arrivare alle ore 9 in piazza San Giovanni ad Ala, dove sarà dato lo start ufficiale. Ad ospitare la pausa per il pranzo sarà il Ristorante Alfio a Dro. Prima di allora i veicoli saranno transitati a Chizzola, Crosano, Besagno, in Val di Ledro e Bezzecca. Dopo la sosta attraverseranno nuovamente la Val di Ledro, Bezzecca, Mori, Besagno, Crosano, Chizzola, Villa Lagarina, Nomi, Volano e Rovereto, per chiudere la gara nuovamente ad Ala il piazza San Giovanni. Il primo concorrente è atteso per le ore 17.
Oltre ad avere la possibilità di seguire le vetture lungo il percorso, che misura 220 chilometri e sarà costellato di controlli a pressostato (60) e orari (cinque), gli appassionati potranno osservare driver e vetture a Rovereto, in Corso Bettini davanti al Mart, dalle 16.30 alle 17.00. Questa è l’area prescelta per la «Power Stage Classic», una sfida fra i pressostati affrontata dalle vetture in rapida sequenza. La cerimonia di premiazione e il buffet si svolgeranno sempre ad Ala a Palazzo Scherer dalle ore 19 in poi. Anche quest'anno i conduttori della miglior vettura anteguerra riceveranno l'opera realizzata dall'artista Luisa Bifulco.
È ancora presto per conoscere i nomi dei partecipanti, ma si può star certi che anche questa volta vederemo al via il meglio che può offrire questa disciplina in Italia. Le iscrizioni sono già aperte.

La Pintarally Motorsport inizia bene il 2023 con Christian Merli al 91° Rallye Monte-Carlo

 

 

Inizia alla grande il 2023 per la Pintarally Motorsport. Il grandissimo campione trentino Christian Merli sarà il portacolori della Scuderia Pintarally Motorsport al 91° Rally di Monte-Carlo. “Siamo orgogliosi di sostenere Christian Merli e Marco Zortea in questa bellissima avventura sulla Skoda Fabia Rally2 Evo di Erreffe Rally Team”, dice Silvano Pintarelli. “Christian Merli, oltre ad essere un grandissimo pilota, è davvero una bella persona. Sono quindi molto contento di poterlo supportare in questa gara importante. Ci conosciamo da tantissimi anni ed era da tanto tempo che speravo di averlo in Scuderia. Sono onorato che rappresenti i nostri colori in una competizione prestigiosa come è il Rally di Monte-Carlo. Per me sarà un po’ come tornare indietro di qualche anno, al 2008, quando ho partecipato con la Renault Clio R3 del team Balbosca. Oggi rivivrò da spettatore e tifoso”. Dopo aver disputato il Rally del Brunello vicino a Siena, l’ultimo round del Campionato Italiano Rally Terra lo scorso dicembre, il neo campione europeo della montagna 2022 Christian Merli si appresta ora infatti a partecipare al Rally di Monte-Carlo, prima prova del Campionato del Mondo in programma dal 19 al 22 gennaio 2023 con la Skoda Fabia R5 Evo 2 del Team Erreffe. Fresco vincitore del suo quarto titolo del Campionato Europeo della Montagna con l’Osella FA 30 Judd LRM, Christian Merli è infatti ora pronto a stupire i suoi tifosi, partecipando al Rally di Monte-Carlo a bordo di una vettura del WRC2. “Dopo diciassette gare su asfalto e sedici vittorie, mi sono premiato con questa gara su terra per divertirmi. Ero assente da queste manifestazioni da un anno. È stato davvero bello. Mi sono divertito tanto. Apriamo il 2023 con la partecipazione al Rally di Montecarlo, prima prova del Campionato del Mondo in programma a metà gennaio. Stessa vettura e Team, ma al mio fianco ci sarà Marco Zortea. Quest’anno ho compiuto cinquant’anni, gareggio da trenta ed ho vinto il Campionato Europeo per la quarta volta. Realizzo un sogno straordinario. Quattro giorni di gara, diciotto speciali e il giovedì s’inizia in notturna con il mitico Col De Turini. Facile trovare neve, ghiaccio, tratti asciutti sul percorso del Principato. Evento dove ogni appassionato sogna d’essere allo start. Sono solo una settantina gli equipaggi ammessi. Ben 325 chilometri di speciali da affrontare con il cronometro alla mano. Sarà fantastico e ringrazio sin d’ora gli sponsor, i ricognitori, importantissimi in questo evento e la Scuderia Pintarally Motorsport”.

Al termine di una fase otto ricca di azione arriva il meritato giorno di riposo a Riyadh

Sébastien Loeb si è assicurato una seconda vittoria di tappa al Rally Dakar 2023 domenica, ma è stato Nasser Al-Attiyah ad avere molte ragioni per sorridere, dato che rimane più di un'ora davanti al suo rivale più vicino nella gara automobilistica dopo otto estenuanti tappe attraverso l'Arabia Saudita

 

 

8 gennaio | Fase 8 | Al Duwadimi - Riyad | Distanza - Totale/Speciale: 476 km/346 km

- Nonostante le condizioni meteorologiche ostili per tutta la settimana, il convoglio di concorrenti ha raggiunto Riyadh domenica ed è stato Loeb ad ereditare la vittoria di tappa dopo che Carlos Sainz ha ricevuto una penalità di cinque minuti per eccesso di velocità, privandolo del primo posto. Tuttavia, il campione in carica Al-Attiyah rimane in pole position per vincere un quinto titolo Dakar mentre si trova in cima alla classifica delle corse automobilistiche.

- Nella gara ciclistica, Kevin Benavides della Red Bull KTM Factory Racing ha goduto di una giornata fruttuosa e ora è a soli 13 secondi dal comando, mentre i compagni di squadra Toby Price e Matthias Walkner sono entrambi nella Top 10. Benavides, 33 anni, ha dichiarato: “Sono partito dal fondo e ho raggiunto i ragazzi davanti dopo l'ultimo rifornimento. Ora vogliamo fare del nostro meglio nella seconda settimana”.

- C'è stato anche un assaggio della battaglia che possiamo aspettarci di vedere in testa alla gara T3 nella seconda settimana della Dakar, quando Guillaume De Mevius e il copilota François Cazalet hanno mantenuto la loro leadership nella categoria. Ma sanno che saranno sotto pressione, come lo erano durante la Fase 8, da parte di AJ Jones e del compagno di squadra Seth Quintero del Red Bull Off-Road Junior Team USA presentato da BFGoodrich.

- Ora i concorrenti avranno 24 ore per riposare, recuperare e mettere a punto i loro veicoli per la seconda settimana della Dakar.

7 gennaio | Fase 7 | Riyad - Al Duwadimi | Distanza - Totale/Speciale: 528 km/333 km

- Mentre la settima tappa è stata annullata per moto e quad, non c'è stata pausa per i concorrenti su quattro ruote mentre auto, camion e side-by-side hanno affrontato l'impegnativo percorso.

- Non c'è stato alcun cambiamento nella parte anteriore della corsa automobilistica poiché il campione in carica Al-Attiyah e il copilota Mathieu Baumel hanno un vantaggio di oltre un'ora sul loro avversario più vicino. Il pilota del Qatar, 52 anni, ha dichiarato: “Questa non è stata davvero una tappa facile. Stavamo davvero spingendo molto fin dall'inizio. Abbiamo perso qualche minuto ma ci siamo preoccupati di metterci in una buona posizione per domani”.

- È stata un'altra buona giornata per Baciuška del Red Bull Can-Am Factory Team, poiché il lituano e il suo copilota Oriol Mena si sono assicurati una terza vittoria di tappa e ora sono in testa alla classifica generale del T4.

- Tripletta di vittorie di tappa anche per il Red Bull Off-Road Junior Team USA presentato da BFGoodrich grazie all'americano Guthrie Jr. e al copilota Kellon Walch. Il duo ha conquistato la vittoria dopo alcune gare serrate contro i compagni di squadra Seth Quintero/Dennis Zenz e i leader della corsa Guillaume De Mevius/François Cazalet.

- Domani le moto e i quad si riuniranno al rally per la tappa otto. Una prova speciale cronometrata di 345 km sarà l'attività finale della prima settimana di questa Dakar.

6 gennaio | Fase 6 | Ha'il - Riyadh | Distanza - Totale/Speciale: 560 km/358 km

- La sesta tappa ha richiesto al gruppo di pensare in piedi sulla prova speciale accorciata e sull'enorme percorso di collegamento per Riyadh - cambiato a causa delle forti inondazioni nella regione di Al Duwadimi in Arabia Saudita - mentre il leader automobilistico Al-Attiyah ha ottenuto una seconda vittoria di tappa consecutiva con il copilota Mathieu Baumel, mentre i rivali del Team Audi Sport Stéphane Peterhansel/Edouard Boulanger e Carlos Sainz/Lucas Cruz hanno visto le loro speranze per il titolo finire tristemente in incidenti separati.

- Il quattro volte campione della Dakar ha ora un vantaggio di oltre un'ora con l'equipaggio esordiente Lucas Moraes/Timo Gottschalk che si gode un'altra buona giornata al terzo posto assoluto. Il qatariota Al-Attiyah, 52 anni, ha dichiarato: "Abbiamo spinto molto e negli ultimi 40 km abbiamo avuto una pompa dello sterzo rotta. Abbiamo perso lo sterzo e molto olio. Per fortuna siamo riusciti ad arrivare alla fine della tappa".

- Meno di 20 minuti separano i primi otto piloti della gara ciclistica, poiché il due volte vincitore Price ha conquistato il terzo posto nella giornata consolidando il secondo assoluto, mentre è stata una buona giornata per il belga De Mevius e il copilota François Cazalet che hanno stabilito il il tempo più veloce della giornata nel T3 per aumentare il loro vantaggio generale - anche il Red Bull Off-Road Junior Team USA presentato dagli equipaggi BFGoodrich di Seth Quintero/Dennis Zenz e AJ Jones/Gustavo Gugelmin brilla dietro.

- Non ci sarà alcuna gara ciclistica per la settima tappa riconfigurata di sabato a causa della stanchezza dei concorrenti con il resto del convoglio che va da Riyadh al bivacco Al Duwadimi attraverso una speciale cronometrata di 333 km e, alla fine della prova speciale, ai concorrenti saranno consentiti due ore con i loro meccanici poi solo i concorrenti si dirigeranno al bivacco Al Duwadimi dove il loro veicolo passerà la notte in parco chiuso.

 

 

5 gennaio | Fase 5 | Ha'il - Ha'il | Distanza - Totale/Speciale: 645,04 km/373 km

- La sabbia compatta nella quinta tappa di giovedì ha causato molti problemi, ma non sarebbe potuta andare molto meglio per il campione in carica Al-Attiyah e il copilota Baumel sulla loro Toyota GR DKR Hilux T1+.

- Il motivo per cui hanno dovuto spingere così tanto è stato l'annuncio da parte degli organizzatori che avrebbero permesso al Team Audi Sport di aumentare la potenza massima delle loro vetture Audi RS Q e-tron E2 con Peterhansel/Boulanger e Sainz/Cruz, entrambi sfruttando l'extra rispettivamente per la seconda e la terza volta. Il francese ha rivelato: "Questa è stata una delle fasi più difficili della mia vita. Abbiamo avuto un grande impatto sulla schiena e sul collo".

- La malattia e le collisioni hanno scosso la classifica delle moto con il leader Daniel Sanders costretto a guidare bene con se stesso dopo essersi svegliato sentendosi male, il duo Red Bull KTM Factory Racing di Price e l'argentino Kevin Benavides ne ha approfittato per salire al secondo e terzo posto assoluto.

- Purtroppo lo spagnolo Laia Sanz e il copilota Maurizio Gerini sono caduti - ma fortunatamente sono rimasti illesi - mentre il motociclista di Rally2 Camille Chapelière è tornato presto nella sua casa francese per riprendersi dall'infortunio al braccio.

- Nella gara T3, Quintero e il copilota Zenz hanno recuperato 15 minuti sui leader De Mevius/François Cazalet, mentre c'è stata un'altra vittoria di tappa nel T4 per il lituano Rokas Baciuška e il copilota Oriol Vidal.

4 gennaio | Fase 4 | Ha'il - Ha'il | Distanza - Totale/Speciale: 574,01 km/425 km

- Il ritmo incessante della gara del 2023 è continuato mercoledì con 425 km contro il tempo attraverso erba di cammello, canyon del deserto e dune di sabbia intimidatorie mentre i pesi massimi della Dakar Sébastien Loeb/Fabian Lurquin e Peterhansel/Boulanger si sono dati battaglia.

- Entrambi gli equipaggi hanno guidato la tappa in vari punti durante la giornata nella categoria auto prima che il nove volte vincitore del WRC Loeb superasse il traguardo 13 secondi più veloce del 14 volte vincitore della Dakar Peterhansel. Il francese Loeb ha dichiarato: "Abbiamo cercato di spingere al massimo in questa tappa. Siamo stati sempre all'attacco".

- L'australiano Sanders è arrivato ottavo, tuttavia è stato sufficiente per rivendicare il comando della classifica generale dopo che il percorso era stato drasticamente alterato da forti piogge. Il 28enne ha dichiarato: "Non ho davvero aperto i roadbook dall'ultima Dakar. È stata una navigazione davvero complicata".

- Un'altra vittoria di tappa del T3 per il Red Bull Off-Road Junior Team USA presented by BFGoodrich grazie all'americano Mitch Guthrie Jr. e al co-pilota Kellon Walch, che ora guidano la classifica T3 seguiti da De Mevius/Cazalet al secondo posto e AJ Jones/Gustavo Gugelmin al terzo posto.

Il Rally Dakar 2023 si svolge in Arabia Saudita e si svolge dal 31 dicembre 2022 al 15 gennaio 2023.

ERREFFE RALLY TEAM: RIVA BATTEZZA LA STAGIONE SUL GHIACCIO DI PRAGELATO

 

 

Castelnuovo Scrivia (Al) –Mentre i rally su strada stanno ancora vivendo il loro breve letargo invernale in attesa del prestigioso Rallye Monte-Carlo, l’Erreffe Rally Team ha scaldato i motori con la prima gara dell’anno dell’Ice Challenge. Sul circuito imbiancato di Pragelato, alle porte del Sestriere, il piemontese Piergiacomo Riva si è divertito a far “scodinzolare” la Skoda Fabia Rally2 Evo preparata in provincia di Alessandria.

 

 

Il veterano driver si è alternato con la sua personalissima Fiat Panda da ghiaccio e la performante Skoda ottenendo rispettivamente la 27esima e 28esima posizione generale mostrandosi molto divertito. Riva è un “ghiaccista” d’antan ma negli ultimi anni ha già utilizzato la Skoda in occasione del Rally Valli Cuneesi e del Rally di Alba.

La vettura di Riva era equipaggiata con pneumatici Pirelli e griffata con i loghi di Zinox Laser.

Fabio Mezzatesta in evidenza a Pragelato: buone sensazioni per il pilota romano, all’esordio su ghiaccio

Il portacolori di Meteco Corse si congeda dal primo appuntamento proposto da Ice Challenge 2023 regalandosi tre manches all’insegna di un sempre più confortante feeling con la Hyundai I20 R5 del team Bernini, vettura che ha contraddistinto l’esordio del driver romano sui fondi bianchi.

 

 

 

Roma, 8 gennaio 2022

Ha assecondato le aspettative, l’esordio su fondo ghiacciato di Fabio Mezzatesta. Il pilota romano, portacolori della scuderia Meteco Corse, ha archiviato la gara inaugurale di Ice Challenge 2023 – Campionato Italiano Velocità su Ghiaccio – ponendosi in evidenza nelle tre manches espresse oggi, domenica 8 gennaio, sul tracciato di Pragelato, contesto affrontato al volante della Hyundai I20 R5 messa a disposizione dal team Bernini.

Una performance, quella di Fabio Mezzatesta, concretizzata con il miglior tempo nel confronto “di batteria” inerente le prove di qualificazione e la prima manche di gara. L’evoluzione del confronto lo ha poi visto conquistare la seconda posizione nella seconda manche e la terza in quella conclusiva, elementi che gli hanno garantito la quinta piazza finale di classe 4.

“Sono soddisfatto, l’obiettivo era quello di divertirsi ma i fondi di Pragelato, oggi, ci hanno regalato molto di più – il commento del driver romano – l’occasione si è rivelata un’ottima opportunità in vista del nostro futuro impegno nell’RX Italia, il Campionato Italiano Rallycross. Nel corso delle tre manches, ho avuto modo di conoscere in modo più approfondito il comportamento della Hyundai I20 R5, vettura che mi ha garantito ottimi riscontri all’approccio con i fondi ghiacciati ed un indicativo training in vista della programmazione che prenderà il via ad aprile”.

Il prossimo appuntamento di Ice Challenge vedrà Fabio Mezzatesta cimentarsi ancora sul tracciato ad anello di Pragelato, teatro delle due prossime manches di campionato, in programma sabato 28 e domenica 29 gennaio.

 

 

Nella foto (free copyright Elio Magnano): Fabio Mezzatesta in azione a Pragelato.

IL RALLY DEI LAGHI RITROVA LA SUA MISS

Domenica, 08 Gennaio 2023 17:33 Published in Rally

IL RALLY DEI LAGHI RITROVA LA SUA MISS

Dopo gli anni di stop forzato a causa del Covid, torna l’evento pregara in cui verrà eletta la madrina del Rally Internazionale dei Laghi. Appuntamento al 4 febbraio a Carnago grazie allo Studio Fotografico Barbaresco.

 

 

Varese- L’elezione di Miss Rally dei Laghi è stato un evento che dal 2013 ha accompagnato costantemente il rally varesino dei Laghi eleggendo la madrina della corsa. Ora, dopo lo stop forzato a causa delle emergenze Covid, lo Studio Fotografico Eugenio Barbaresco torna a riproporre l’iniziativa con rinnovato entusiasmo e lo fa nel suggestivo contesto di Villa Bregana a Carnago, cittadina alle porte del capoluogo di provincia. La sera di sabato 4 febbraio sarà il momento in cui, dopo la cena di gala delle ore 20, si terrà l’elezione della più bella ragazza che abbinerà il suo fascino a quello già conclamato del Rally Internazionale dei Laghi che si svolgerà nelle giornate di venerdì 24 e sabato 25 febbraio quale primo appuntamento della Coppa Rally di Zona2 e per il quale si apriranno le iscrizioni il prossimo 25 gennaio. Ad allietare la serata ci sarà l’illusionista Ale Bellotto – vincitore del premio Le Magicien d’or in Francia e due volte campione italiano di magia- e la bellissima Francesca Mognoni. Per riservare un posto per la cena di gala e prendere parte alla serata contattare l’organizzatore alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 

 

Ecco i nomi delle miss che si sono succedute nel corso delle sette edizioni sin qui disputate: Alexia Cunico (2013), Erika Ambesi (2014), Mikol Antioco (2015), Martina Piazzo (2016), Giulia Massara (2017), Lara Marchi (2018) e Greta Bertoldo (2019) “Siamo felici che si torni alla normalità –afferma Andrea Sabella di Asd Rally dei Laghi- e che Eugenio Barbaresco abbia voluto riproporre questo evento che si abbina molto bene alla nostra corsa. Ogni iniziativa che può dare risalto al nostro rally è ben accetta e ciò che ha fatto Eugenio negli anni è un lavoro eccellente: siamo lieti di rivederlo all’opera anche per quest’anno!” La competizione varesina potrà godere, anche per il 2023 dei prestigiosi patrocini di Regione Lombardia, Automobile Club Varese e di Camera di Commercio di Varese/Varese Sport Commission e del sostegno di Magugliani.it, Fox Town, Samar e Chicco d’Oro.

Per tutte le informazioni legate al Rally dei Laghi è attivo il sito www.varesecorse.it

Lo Stage Seven di sabato porta il brivido nelle categorie a quattro ruote

Nasser Al-Attiyah rimane sulla buona strada per il quinto titolo del Rally Dakar, mentre Mitch Guthrie Jr. e Rokas Baciuška si sono entrambi assicurati la vittoria di tappa durante l'emozionante Fase Sette di sabato alla 45a edizione della più dura prova di resistenza del motorsport.

 

 

7 gennaio | Fase 7 | Riyad - Al Duwadimi | Distanza - Totale/Speciale: 528 km/333 km

- Mentre la settima tappa è stata annullata per moto e quad, non c'è stata pausa per i concorrenti su quattro ruote mentre auto, camion e side-by-side hanno affrontato l'impegnativo percorso.

- Non c'è stato alcun cambiamento nella parte anteriore della corsa automobilistica poiché il campione in carica Al-Attiyah e il copilota Mathieu Baumel hanno un vantaggio di oltre un'ora sul loro avversario più vicino. Il pilota del Qatar, 52 anni, ha dichiarato: “Questa non è stata davvero una tappa facile. Stavamo davvero spingendo molto fin dall'inizio. Abbiamo perso qualche minuto ma ci siamo preoccupati di metterci in una buona posizione per domani”.

- È stata un'altra buona giornata per Baciuška del Red Bull Can-Am Factory Team, poiché il lituano e il suo copilota Oriol Mena si sono assicurati una terza vittoria di tappa e ora sono in testa alla classifica generale del T4.

- Tripletta di vittorie di tappa anche per il Red Bull Off-Road Junior Team USA presentato da BFGoodrich grazie all'americano Guthrie Jr. e al copilota Kellon Walch. Il duo ha conquistato la vittoria dopo alcune gare serrate contro i compagni di squadra Seth Quintero/Dennis Zenz e i leader della corsa Guillaume De Mevius/François Cazalet.

- Domani le moto e i quad si riuniranno al rally per la tappa otto. Una prova speciale cronometrata di 345 km sarà l'attività finale della prima settimana di questa Dakar.

6 gennaio | Fase 6 | Ha'il - Riyadh | Distanza - Totale/Speciale: 560 km/358 km

- La sesta tappa ha richiesto al gruppo di pensare in piedi sulla prova speciale accorciata e sull'enorme percorso di collegamento per Riyadh - cambiato a causa delle forti inondazioni nella regione di Al Duwadimi in Arabia Saudita - mentre il leader automobilistico Al-Attiyah ha ottenuto una seconda vittoria di tappa consecutiva con il copilota Mathieu Baumel, mentre i rivali del Team Audi Sport Stéphane Peterhansel/Edouard Boulanger e Carlos Sainz/Lucas Cruz hanno visto le loro speranze per il titolo finire tristemente in incidenti separati.

- Il quattro volte campione della Dakar ha ora un vantaggio di oltre un'ora con l'equipaggio esordiente Lucas Moraes/Timo Gottschalk che si gode un'altra buona giornata al terzo posto assoluto. Il qatariota Al-Attiyah, 52 anni, ha dichiarato: "Abbiamo spinto molto e negli ultimi 40 km abbiamo avuto una pompa dello sterzo rotta. Abbiamo perso lo sterzo e molto olio. Per fortuna siamo riusciti ad arrivare alla fine della tappa".

- Meno di 20 minuti separano i primi otto piloti della gara ciclistica, poiché il due volte vincitore Price ha conquistato il terzo posto nella giornata consolidando il secondo assoluto, mentre è stata una buona giornata per il belga De Mevius e il copilota François Cazalet che hanno stabilito il il tempo più veloce della giornata nel T3 per aumentare il loro vantaggio generale - anche il Red Bull Off-Road Junior Team USA presentato dagli equipaggi BFGoodrich di Seth Quintero/Dennis Zenz e AJ Jones/Gustavo Gugelmin brilla dietro.

- Non ci sarà alcuna gara ciclistica per la settima tappa riconfigurata di sabato a causa della stanchezza dei concorrenti con il resto del convoglio che va da Riyadh al bivacco Al Duwadimi attraverso una speciale cronometrata di 333 km e, alla fine della prova speciale, ai concorrenti saranno consentiti due ore con i loro meccanici poi solo i concorrenti si dirigeranno al bivacco Al Duwadimi dove il loro veicolo passerà la notte in parco chiuso.

5 gennaio | Fase 5 | Ha'il - Ha'il | Distanza - Totale/Speciale: 645,04 km/373 km

- La sabbia compatta nella quinta tappa di giovedì ha causato molti problemi, ma non sarebbe potuta andare molto meglio per il campione in carica Al-Attiyah e il copilota Baumel sulla loro Toyota GR DKR Hilux T1+.

- Il motivo per cui hanno dovuto spingere così tanto è stato l'annuncio da parte degli organizzatori che avrebbero permesso al Team Audi Sport di aumentare la potenza massima delle loro vetture Audi RS Q e-tron E2 con Peterhansel/Boulanger e Sainz/Cruz, entrambi sfruttando l'extra rispettivamente per la seconda e la terza volta. Il francese ha rivelato: "Questa è stata una delle fasi più difficili della mia vita. Abbiamo avuto un grande impatto sulla schiena e sul collo".

- La malattia e le collisioni hanno scosso la classifica delle moto con il leader Daniel Sanders costretto a guidare bene con se stesso dopo essersi svegliato sentendosi male, il duo Red Bull KTM Factory Racing di Price e l'argentino Kevin Benavides ne ha approfittato per salire al secondo e terzo posto assoluto.

- Purtroppo lo spagnolo Laia Sanz e il copilota Maurizio Gerini sono caduti - ma fortunatamente sono rimasti illesi - mentre il motociclista di Rally2 Camille Chapelière è tornato presto nella sua casa francese per riprendersi dall'infortunio al braccio.

- Nella gara T3, Quintero e il copilota Zenz hanno recuperato 15 minuti sui leader De Mevius/François Cazalet, mentre c'è stata un'altra vittoria di tappa nel T4 per il lituano Rokas Baciuška e il copilota Oriol Vidal.

4 gennaio | Fase 4 | Ha'il - Ha'il | Distanza - Totale/Speciale: 574,01 km/425 km

- Il ritmo incessante della gara del 2023 è continuato mercoledì con 425 km contro il tempo attraverso erba di cammello, canyon del deserto e dune di sabbia intimidatorie mentre i pesi massimi della Dakar Sébastien Loeb/Fabian Lurquin e Peterhansel/Boulanger si sono dati battaglia.

- Entrambi gli equipaggi hanno guidato la tappa in vari punti durante la giornata nella categoria auto prima che il nove volte vincitore del WRC Loeb superasse il traguardo 13 secondi più veloce del 14 volte vincitore della Dakar Peterhansel. Il francese Loeb ha dichiarato: "Abbiamo cercato di spingere molto forte o

I più furbi sono stati premiati quando la Fase Sei viene dirottata a Riyadh

Nasser Al-Attiyah, Toby Price e Guillaume De Mevius hanno tutti evitato guai durante la drammatica Fase Sei di venerdì alla 45a edizione della prova di resistenza più dura del motorsport, il Rally Dakar.

 

 

6 gennaio | Fase 6 | Ha'il - Riyadh | Distanza - Totale/Speciale: 560 km/358 km

- La sesta tappa ha richiesto al gruppo di pensare in piedi sulla prova speciale accorciata e sull'enorme percorso di collegamento per Riyadh - cambiato a causa delle forti inondazioni nella regione di Al Duwadimi in Arabia Saudita - mentre il leader automobilistico Al-Attiyah ha ottenuto una seconda vittoria di tappa consecutiva con il copilota Mathieu Baumel, mentre i rivali del Team Audi Sport Stéphane Peterhansel/Edouard Boulanger e Carlos Sainz/Lucas Cruz hanno visto le loro speranze per il titolo finire in incidenti separati.

- Il quattro volte campione della Dakar ha ora un vantaggio di oltre un'ora con l'equipaggio esordiente Lucas Moraes/Timo Gottschalk che si gode un'altra buona giornata al terzo posto assoluto. Il qatariota Al-Attiyah, 52 anni, ha dichiarato: "Abbiamo spinto molto e negli ultimi 40 km abbiamo avuto una pompa dello sterzo rotta. Abbiamo perso lo sterzo e molto olio. Per fortuna siamo riusciti ad arrivare alla fine della tappa".

- Meno di 20 minuti separano i primi otto piloti della gara ciclistica, poiché il due volte vincitore Price ha conquistato il terzo posto per consolidare il secondo assoluto, mentre è stata una buona giornata per il belga De Mevius e il copilota François Cazalet che hanno stabilito il T3 più veloce della giornata tempo per aumentare il loro vantaggio generale - dietro di loro brilla anche il Red Bull Off-Road Junior Team USA presentato dagli equipaggi BFGoodrich di Seth Quintero/Dennis Zenz e AJ Jones/Gustavo Gugelmin.

- Non ci sarà alcuna gara ciclistica per la settima tappa riconfigurata di sabato a causa della stanchezza dei concorrenti con il resto del convoglio che va da Riyadh al bivacco Al Duwadimi attraverso una speciale cronometrata di 333 km e, alla fine della prova speciale, ai concorrenti saranno consentiti due ore con i loro meccanici poi solo i concorrenti si dirigeranno al bivacco Al Duwadimi dove il loro veicolo passerà la notte in parco chiuso.

Il Rally Dakar 2023 si svolge in Arabia Saudita e si svolge dal 31 dicembre 2022 al 15 gennaio 2023.

Alla Dakar Classic Carcheri e Bernacchini non si arrendono

Venerdì, 06 Gennaio 2023 20:47 Published in Rally

Alla Dakar Classic Carcheri e Bernacchini non si arrendono

L’equipaggio della Squadra Corse Angelo Caffi è impegnato in una lotta contro il tempo per cercare di ritornare in corsa in quello che ancora una volta si conferma l’evento sportivo tra i più duri e selettivi del mondo.

 

 

Brescia, 6 gennaio 2023 – Continua l’avventura alla Dakar Classic 2023 per la Squadra Corse Angelo Caffi anche se per la seconda giornata consecutiva lontano dalle speciali nel deserto dell’Arabia Saudita. Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini stanno affrontando una sfida che pur fuori dall’abitacolo è l’essenza di questa competizione estrema tra i deserti dell’Arabia Saudita. L’equipaggio ha infatti scelto di correre senza assistenza e quindi anche in questa fase possono contare solo sulla loro preparazione tecnica e sulla loro volontà di rimettersi in marcia. Anche oggi sono proseguiti i lavori per riparare l’Isuzu Vehicross #721 che si è danneggiato nel corso della tappa dello scorso 4 gennaio. Una fuoriuscita d’olio non notata con tempismo da parte dell’equipaggio ha condizionato le funzionalità del propulsore ed i portacolori del team bresciano sono alla ricerca della migliore e più rapida soluzione. “La sfortuna ha voluto che la spia dell’olio non fosse visibile in quanto stavamo guidando controsole - ha raccontato Carcheri stamane - e quindi non ci siamo fermati immediatamente ma dopo qualche secondo, dettaglio che ha purtroppo fatto la differenza. Oggi abbiamo affrontato un viaggio di quasi 1000 chilometri per recuperare i pezzi che potrebbero permetterci di riprendere la corsa. La vettura è attualmente in un’officina, stiamo facendo il possibile per rientrare anche dopo due o tre giorni di stop”.

Privacy Policy