NUOVA AUTO, NUOVE CITTÀ, NUOVI TEAM, NUOVO FORMATO E UN NUOVO LOOK PER L'ABB FIA FORMULA E WORLD CHAMPIONSHIP NELLA STAGIONE 9
NUOVA AUTO, NUOVE CITTÀ, NUOVI TEAM, NUOVO FORMATO E UN NUOVO LOOK PER L'ABB FIA FORMULA E WORLD CHAMPIONSHIP NELLA STAGIONE 9
Nicola Lacorte vince il 19° Supercorso ACI Sport nella festa dei 40 anni di Scuola Federale
Nicola Lacorte vince il 19° Supercorso ACI Sport nella festa dei 40 anni di Scuola Federale
Gianluca Grossi al Trofeo Italia Storico per Gretaracing su Triumph Dolomite Sprint
Gianluca Grossi al Trofeo Italia Storico per Gretaracing su Triumph Dolomite Sprint
TROFEO ITALIA CLASSICO E TROFEO ITALIA STORICO A MAGIONE: DOMENICA 27 NOVEMBRE L’ULTIMO ATTO.
TROFEO ITALIA CLASSICO E TROFEO ITALIA STORICO A MAGIONE: DOMENICA 27 NOVEMBRE L’ULTIMO ATTO.
Penultimo giorno di Supercorso, le Formula 4 alzano l’asticella aspettando il gran finale
Penultimo giorno di Supercorso, le Formula 4 alzano l’asticella aspettando il gran finale
FRANCHETTI E MAGGIAN SE LA GODONO A RIJEKA
FRANCHETTI E MAGGIAN SE LA GODONO A RIJEKA
Parte l’azione al Supercorso Federale sulle Renault Clio Cup
Parte l’azione al Supercorso Federale sulle Renault Clio Cup
A RIJEKA L'ENNESIMO DOMINIO DI BOLZA CORSE
A RIJEKA L'ENNESIMO DOMINIO DI BOLZA CORSE
RALLY TEAM FESTEGGIA IL TERZO ASSOLUTO A RIJEKA
RALLY TEAM FESTEGGIA IL TERZO ASSOLUTO A RIJEKA
F.1 CHIUSURA AD ABU DHABI CON VITTORIA DI VERSTAPPEN, LECLERC 2° E' VICE-CAMPIONE CON IL 4° POSTO DI SAINZ LA FERRARI E' SECONDA NEL COSTRUTTORI
F.1 CHIUSURA AD ABU DHABI CON VITTORIA DI VERSTAPPEN, LECLERC 2° E' VICE-CAMPIONE CON IL 4° POSTO DI SAINZ LA FERRARI E' SECONDA NEL COSTRUTTORI
Il Trofeo Inverno emette i primi verdetti al Levante Circuit
Il Trofeo Inverno emette i primi verdetti al Levante Circuit
Lorenzo Mariani è pronto per l’esordio nell’automobilismo
Lorenzo Mariani è pronto per l’esordio nell’automobilismo
QUATTRO SU OTTO, A PRECENICCO, PER FUNNY TEAM
QUATTRO SU OTTO, A PRECENICCO, PER FUNNY TEAM
F.1 IN BRASILE “TORNA” LA MERCEDES DOPPIETTA CON  RUSSELL E HAMILTON
F.1 IN BRASILE “TORNA” LA MERCEDES DOPPIETTA CON RUSSELL E HAMILTON
IL PROGRAMMA DI GARA 2022 DEL TEAM PEUGEOT TOTALENERGIES ARRIVA AL FINALE...
IL PROGRAMMA DI GARA 2022 DEL TEAM PEUGEOT TOTALENERGIES ARRIVA AL FINALE...
Rovera iridato bis nel FIA WEC, il secondo titolo è in LMP2 Pro Am
Rovera iridato bis nel FIA WEC, il secondo titolo è in LMP2 Pro Am
In Bahrain la Toyota vince la 8 Ore e celebra la vittoria del titolo FIA WEC Hypercar 2022. Alla Ferrari i titoli piloti e costruttori della classe GT
In Bahrain la Toyota vince la 8 Ore e celebra la vittoria del titolo FIA WEC Hypercar 2022. Alla Ferrari i titoli piloti e costruttori della classe GT
Partenza in prima fila per la PEUGEOT 9X8 in Bahrain
Partenza in prima fila per la PEUGEOT 9X8 in Bahrain
FIA WEC: ultima gara della stagione in Bahrein, Toyota conquista la pole, Porsche precede Ferrari nelle qualifiche LMGTE Pro
FIA WEC: ultima gara della stagione in Bahrein, Toyota conquista la pole, Porsche precede Ferrari nelle qualifiche LMGTE Pro
Rovera si schiera in Bahrain allo showdown del Mondiale Endurance
Rovera si schiera in Bahrain allo showdown del Mondiale Endurance
IL REXAL FFF RACING TEAM CHIUDE EGREGIAMENTE IL LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPE 2022 E LE LAMBORGHINI GRAND FINALS
IL REXAL FFF RACING TEAM CHIUDE EGREGIAMENTE IL LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPE 2022 E LE LAMBORGHINI GRAND FINALS
LUIGI GALLO IN GRANDE SPOLVERO NELL’ULTIMO ROUND DELLA COPPA ITALIA A MISANO ADRIATICO.
LUIGI GALLO IN GRANDE SPOLVERO NELL’ULTIMO ROUND DELLA COPPA ITALIA A MISANO ADRIATICO.
DL Racing in lotta ai vertici fra Misano e Portimao
DL Racing in lotta ai vertici fra Misano e Portimao
Anteprima notturna per il Team Peugeot TotalEnergies in Bahrain
Anteprima notturna per il Team Peugeot TotalEnergies in Bahrain
Il Porsche Club GT ha celebrato tutti i campioni 2022 a Misano
Il Porsche Club GT ha celebrato tutti i campioni 2022 a Misano
Magliona si laurea campione del Master Tricolore Prototipi
Magliona si laurea campione del Master Tricolore Prototipi
Giornata conclusiva del Misano Racing Weekend: Franca è campione della RS Cup, Magliona conquista il titolo del Master Tricolore Prototipi classe CN
Giornata conclusiva del Misano Racing Weekend: Franca è campione della RS Cup, Magliona conquista il titolo del Master Tricolore Prototipi classe CN
Annunciato a Portimão l’accordo tra Lamborghini e Iron Lynx per la gestione delle competizioni GT nel 2023 e per il programma LMDh nel FIA WEC e IMSA nel 2024
Annunciato a Portimão l’accordo tra Lamborghini e Iron Lynx per la gestione delle competizioni GT nel 2023 e per il programma LMDh nel FIA WEC e IMSA nel 2024
A Misano le gare del sabato del Gruppo Peroni Race: Fernandez vince in Coppa Italia Turismo, Lancellotti si aggiudica la RS Cup
A Misano le gare del sabato del Gruppo Peroni Race: Fernandez vince in Coppa Italia Turismo, Lancellotti si aggiudica la RS Cup
A TORRICELLA, LE EMOZIONI DEL TRICOLORE FORMULA CHALLENGE
A TORRICELLA, LE EMOZIONI DEL TRICOLORE FORMULA CHALLENGE
Grandi traguardi per i piloti ACI Salerno
Grandi traguardi per i piloti ACI Salerno
Levante Circuit sinonimo di sport e sicurezza
Levante Circuit sinonimo di sport e sicurezza
Academy Motorsport premiato come miglior team in Croazia
Academy Motorsport premiato come miglior team in Croazia
Il Porsche Club GT incorona i campioni 2022 nella finale di Misano
Il Porsche Club GT incorona i campioni 2022 nella finale di Misano
Magliona al gran finale del Master Tricolore Prototipi a Misano
Magliona al gran finale del Master Tricolore Prototipi a Misano
Nel futuro di Silvaggi una Formula 4
Nel futuro di Silvaggi una Formula 4
FX ITALIAN SERIES A BABUIN, BOLZONI E MARCHESINI
FX ITALIAN SERIES A BABUIN, BOLZONI E MARCHESINI
TROFEO ITALIA CLASSICO A MAGIONE: FRANCESCO FASOLINO HA PRATICAMENTE GIA’ IN TASCA IL TITOLO NELLA  RACING START, MENTRE IL PADRE DAVIDE DOVRA’ GIOCARSI TUTTO  NELL’ULTIMA GARA PER LA VITTORIA DI CLASSE NELLA PRODUZIONE DI SERIE.
TROFEO ITALIA CLASSICO A MAGIONE: FRANCESCO FASOLINO HA PRATICAMENTE GIA’ IN TASCA IL TITOLO NELLA RACING START, MENTRE IL PADRE DAVIDE DOVRA’ GIOCARSI TUTTO NELL’ULTIMA GARA PER LA VITTORIA DI CLASSE NELLA PRODUZIONE DI SERIE.
Il grande ritorno Ferrari nel mondiale Endurance: presentata la Hypercar 499P
Il grande ritorno Ferrari nel mondiale Endurance: presentata la Hypercar 499P
I titoli dei campionati ATCC e Legends Cars Italia assegnati all’Autodromo Nazionale Monza
I titoli dei campionati ATCC e Legends Cars Italia assegnati all’Autodromo Nazionale Monza
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

CAMINOS DEL INCA, UN DOMINIO MARCHIATO N5

Giovedì, 03 Novembre 2022 18:32 Published in Rally

CAMINOS DEL INCA, UN DOMINIO MARCHIATO N5

 

Il rally più difficile al mondo, undici giorni di speciali e quasi duemila chilometri cronometrati, vede la vittoria di Palomino, su Yaris, seguito da Martinez,

terzo su Fabia.

 

 

Roma, 03 Novembre 2022 – Salta il banco in Perù con l'edizione del cinquantennale del Rally Caminos del Inca che ha messo in chiara evidenza l'affidabilità delle vetture di classe N5.

Undici giorni di prove speciali, dal 20 al 31 di Ottobre, con ben milleottocento chilometri cronometrati, su un totale di tremila, hanno visto salire sul gradino più alto del podio assoluto l'idolo di casa Ronmel Palomino Ortiz, al debutto sulla Toyota Yaris N5 ed in coppia con Guillermo Sierra Ovalle, al culmine di un 2022 che lo ha già visto protagonista di rilievo.

Il peruviano era infatti reduce da due vittorie, al Los Chankas ed al Socos alla guida di una Peugeot 208 N5, confermando l'elevato livello di competitività del progetto portato sul campo.

Terzo gradino del podio nella generale per un più che solido Jorge Martinez Merizalde che, affiancato da Julio Echazú Puente su una Skoda Fabia N5, ha ulteriormente valorizzato il bottino di un contingente che vedeva al via sei vetture, con due sole defezioni causate da un singolare fattore ovvero quello di essere sostanzialmente rimaste a secco, ad alta quota.

Un risultato significativo anche per il secondo portacolori locale, abituale protagonista del mondo N5 in Perù ed autore di un tabellino personale che, in questa stagione, lo ha visto secondo assoluto al Los Andes ed al Premio Ciudad de Arequipa, aggiungendo un quinto nella generale, quale peggior risultato dell'annata, siglato nell'ultimo Region Junin.

Numeri importanti anche sul fronte dei parziali con le vetture N5 che si sono dimostrate quasi sempre imbattibili, firmando quasi tutti gli scratch e lasciandone soltanto due alla concorrenza.

Il giusto premio per la determinazione e la caparbietà mostrata sempre da RMC Motorsport.

Un risultato che spinge ulteriormente N5 Italia a rilanciare i propri trofei in chiave 2023.

 

Il Caminos del Inca è il rally più duro del mondo” – racconta Alfredo De Dominicis (responsabile N5 Italia) – “e siamo stati estremamente felici di vedere le vetture N5 farla da padrone, dopo undici giorni di gara e quasi duemila chilometri di prove speciali. Di sei vetture quattro sono arrivate al traguardo, una ha vinto ed una ha chiuso terza assoluta. I due ritiri non sono avvenuti per problemi tecnici ma per aver finito il carburante. Credo che questa sia stata una bella prova di forza, capace di dimostrare che il progetto è solido e vincente. I nostri complimenti agli amici di RMC Motorsport, con i quali siamo legati da una forte collaborazione.”

 

immagini a cura di Javier Ruiz

LO SPECIAL RALLY CIRCUIT VUOLE LA TRIPLA CIFRA: SI VA VERSO LA PROROGA ISCRIZIONI FINO AL 7 NOVEMBRE

 

Per la gara che si svolgerà a Monza sabato 12 e domenica 13 novembre sono già arrivate 90 domande di partecipazione ma la Vedovati Corse ha chiesto di prorogare le iscrizioni fino a lunedì 7 novembre. Già iscritte 4 Wrc di cui una Plus: al via anche il campione italiano Crugnola e il vincitore 2021 Marco Butti. Confermati i premi Pirelli per i migliori.

 

 

 

Monza (MB) –Lo scorso anno gli iscritti furono 103; oggi, giorno fissato come scadenza per le  richieste di partecipazione, lo Special Rally Circuit by Vedovati Corse ne conta novanta anche se molti concorrenti hanno contattato la segreteria chiedendo la possibilità di attendere lunedì 7 novembre: molte vetture saranno impegnate alla finale di Coppa Italia e l’esito della corsa potrebbe influire sulla possibilità di partecipazione al rally circuit brianzolo; per questo motivo è stata chiesta una proroga di alcuni giorni.

 

Al via nomi di peso e auto di pregio- Nell’attesa di completare il parterre di iscritti, i nomi già sicuri di presenza non fanno che dare lustro al comitato organizzatore; allo Special Rally Circuit parteciperà il neo campione italiano Andrea Crugnola sulla stessa Citroen C3 che gli ha permesso di conquistare il suo secondo tricolore. Tra i rallysti sarà sicuramente il primo a puntare allo scettro attualmente nelle mani del giovanissimo comasco Marco Butti che, pur cambiando auto (da VW a Hyundai) sarà in gara anche quest’anno in Rally2.  Tra i tanti nomi, due pistaioli si candidano ad un ruolo di sicuro protagonismo nelle zone alte della classifica: il plurititolato Marco Bonanomi, “a casa” in quel di Monza e il bresciano “Linos” a suo agio sul nastro asfaltato brianzolo. I rallysti amanti delle traiettorie non mancano: da Luca Tosini a Giacomo Ogliari, l’elenco è ben guarnito di driver in grado di fare un pensiero nelle zone nobili della classifica. Non solo; con i primi numeri saranno in gara le World Rally Car: l’ossolano Zanazio (Ford Plus), Luigi e Fabrizio Fontana (Hyundai) e Sassi saranno protagonisti con quattro tra le più potenti auto presenti sul mercato ed il pubblico non potrà che essere felice.

 

Premi Pirelli -In accordo con il costruttore milanese di pneumatici, allo Special Rally Circuit verranno conferiti premi in gomme per i migliori interpreti di alcune categorie: il 1° U25 su 4x4; il 1° U25 di 2RM, il 1° di Rally2, il 1° di Rally4 ed il 1° di Rally5.

 

http://www.vedovaticorse.com/specialrallycircuit/

 

 

Addetto stampa: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.;

BB Competition punta tutto su Marco Betti alla “finalissima” del Rally del Lazio

 La scuderia spezzina pronta a giocarsi le “proprie carte” nella Finale Nazionale Coppa Italia Rally, in programma nel fine settimana sulle strade del Rally del Lazio, con Marco Betti e Massimo Moriconi, su Peugeot 208 Rally4.

 

 

 

La Spezia, 2 novembre 2022

 

 

 

 

Saranno affidate a Marco Betti, le aspettative di BB Competition in vista del Rally del Lazio, cornice che assegnerà la Coppa Italia Rally nel prossimo fine settimana. La scuderia spezzina sarà rappresentata dal driver chiamato ancora al volante della Peugeot 208 Rally4 messa a disposizione dal team V-Sport e “gommata” Michelin, al centro di una condotta stagionale concretizzata sulle strade della toscana. Al suo fianco siederà Massimo Moriconi, copilota con il quale ha condiviso l’intera programmazione stagionale, archiviata con la conquista della Coppa Rally di Zona 6. Parte integrante della sfida - in programma in provincia di Frosinone, a Cassino - sarà anche la copilota Simona Righetti, attesa sul sedile destro della Volkswagen Polo Rally2 dell’elbano Andrea Volpi. Una collaborazione, quella tra la codriver spezzina ed il pilota terzo classificato al recente Rally Città di Pistoia, rivolta ad un piazzamento di spessore nella Michelin Zone Cup, obiettivo condiviso con il team Pool Racing.

 

La tabella di marcia propone un totale cronometrato sviluppato su 83,59 chilometri divisi in 7 prove speciali, con Cassino a fare da riferimento centrale. Dopo il riscaldamento nello shakedown di venerdì mattina alle ore 7.30 a Belmonte Castello, ci sarà lo start da Corso della Repubblica a partire dalle 14.00. Venerdì verranno affrontati due diversi tratti cronometrati, con la più lunga prova del rally “Infiniti Terelle” anche in notturna, intervallata da un passaggio sulla breve e spettacolare cittadina “Pico Show”. La giornata decisiva del sabato si svilupperà con un doppio giro sulle prove “Viticuso” e “Greci-Pico”. L’arrivo e la cerimonia di premiazione si svolgeranno sempre in Corso della Repubblica a Cassino, a partire dalle 18:15.

 

Il fine settimana appena lasciato alle spalle ha visto BB Competition protagonista su due fronti, l’Herbst Rallye e lo slalom “Chiavari-Leivi”. Sulle strade del primo appuntamento, ambientato in Bassa Austria, il portacolori Simone Boscariol si è visto costretto al ritiro sulla prima prova speciale, condivisa con Alberto Marcon sulla Renault Clio N5 curata in campo gara da Boscarally Team. A tradire il portacolori del sodalizio spezzino è stato l’unico inconveniente di natura meccanica accusato in stagione, particolare che ha lui precluso la possibilità di lottare per il titolo 2022 dell’Alpe Adria Trophy, archiviata in seconda posizione finale dopo aver legittimato la leadership nell’intera programmazione. Un amaro epilogo che non ha vanificato la conquista della prima posizione della classifica “copiloti” da parte di Jasmine Manfredi, abituale navigatrice impegnata - nelle stesse date dell’appuntamento austriaco - al Rally Città di Bassano. Un impegno stagionale, quello di Simone Boscariol, mandato in archivio con la “top ten” dell’Austrian Rally Production, concluso in settima piazza. Buone sensazioni dallo slalom “Chiavari-Leivi”, con Luca Raspini nono classificato assoluto - in mezzo ad esemplari “prototipi” - primo gruppo e primo di classe S4 su Peugeot 205 Rallye. “Un risultato di cui mi sento in dovere di ringraziare Pietro Bancalari e Raffaele Corniglia, per la vettura messa a disposizione” il commento del driver, entusiasta, all’arrivo. Una presenza importante, quella di BB Competition, concretizzata anche con la vittoria del Gruppo N da parte di Pietro Bancalari, su Renault Clio RS e la seconda piazza di Gruppo A da parte di Stefano Iani, su Honda Civic. Quarta piazza di Gruppo N per Luca Lorenzini, su Renault Clio Williams.

 

 

Nella foto (free copyright): un’anteprima della livrea della Peugeot 208 Rally4 di Marco Betti in vista del Rally del Lazio.

 

 

 

 

--

Gabriele Michi

Parte la sfida a Masseria Camarda, Ceglie Messapica (BR).

Mercoledì, 02 Novembre 2022 17:34 Published in Rally

Parte la sfida a Masseria Camarda, Ceglie Messapica (BR).


È vigilia alla 2. edizione della Fiorio Cup, sfida in live streaming da Aci Sport TV, dal 4 al 6 novembre tra i Campioni di ieri e di oggi .

Live streaming da Masseria Camarda per i Campioni della Fiorio Cup.
 
 
Ceglie Messapica, 2 novembre 2022
Finalmente ci siamo. Tutto è pronto per la seconda edizione della Fiorio Cup (qui sopra, la locandina con il programma di gara), che vedrà sfidarsi otto equipaggi su un percorso sterrato, realizzato all’interno del comprensorio della Masseria Camarda, residenza da anni di Cesare Fiorio e più recentemente dall’ex campione del mondo rally Gr.N, Alessandro Fiorio e dalla figlia Maria Paola.
Quattro le prove che i piloti dovranno affrontare: due sabato 5 novembre, con la seconda che sarà disputata in notturna, e due la mattina di domenica 6, su un percorso molto selettivo di oltre quattro chilometri. Per la classifica finale, i piloti in gara potranno scartare il tempo più alto ma non quello della prova in notturna: prestazione che, come in occasione della prima edizione della Fiorio Cup, potrebbe rivelarsi quella decisiva per determinare il vincitore.
Sarà ancora una volta un tutti contro tutti, senza possibilità di calcoli tattici. Sarà soprattutto una sfida tra piloti della nuova generazione contro i campioni di ieri, piloti che hanno scritto molte pagine della storia dei rally internazionali.
Si godrà lo spettacolo, comodamente seduto in poltrona, Cesare Fiorio, che seguirà la gara in live streaming dai canali social di Aci Sport, oltre che dalla piattaforma Sky sul canale ACI Sport TV 228: “Tutti i meriti vanno ad Alessandro, che ha ideato e concretizzato tutto” – ha dichiarato l’ex Direttore Sportivo Lancia e Ferrari – “Pensavo di aver chiuso con i rally dopo tanti anni di successi, con tutte le auto con cui il Gruppo Fiat ha gareggiato nel Campionato del Mondo. Invece me li ritrovo sulla porta di casa!”
 
 
Pronti ad affrontare la Fiorio Cup 2022.
 
In gara con il numero 1 sarà Andrea Crugnola, il vincitore della Fiorio Cup 2021 (nella foto sopra), che vorrà festeggiare il titolo di Campione Italiano, appena conquistato ufficialmente al Rally Due Valli: “Sarà una vera e propria rivincita, nella quale sono chiamato a difendere la vittoria dello scorso anno. Non sarà facile, pur se mi presento reduce da una stagione più che positiva. Il percorso lo conosco, sono quattro chilometri molto impegnativi. È un tracciato che non ammette errori, qualsiasi sbavatura la si paga senza possibilità di recuperare. L’idea di una gara del genere è una grande idea di Alessandro Fiorio.”
Damiano De Tommaso, secondo classificato nel campionato Italiano Rally: “È la prima occasione di prendermi una rivincita con Andrea Crugnola. Partirò con il coltello tra i denti, conosco bene la Skoda Fabia R5 - Pirelli della P.A. Racing di Alessandro Perico, che guiderò in questa sfida veramente spettacolare. Imperativo è non commettere errori, poi attenderò la sentenza del cronometro.”
Harri Toivonen: ”Sono molto curioso. Per me è una novità correre in questa gara, in cui le doti di guida alla fine emergono, anche se le prove non sono certo lunghe e sfiancanti.  Recentemente ho parlato con Biasion, che era entusiasta per l’ambiente e sensazioni vissute l’anno passato. Spero di fare bene e di tenere alta la tradizione dei piloti finlandesi sulla terra.”
Miki Biasion, il due volte Campione del Mondo, a Ceglie Messapica è quasi di casa: ”Non ci si può tirare indietro di fronte a una sfida altamente spettacolare come questa. Tutti vogliamo vincere e ognuno di noi ha più di un motivo per salire sul gradino più alto del podio. Sono pronto e vaccinato, nell’accettare queste sfide. Ho contribuito a  disegnare il tracciato affinchè  fosse sicuro, tecnico e spettacolare.”
 
Tutti i presenti sul tracciato della Fiorio Cup.
 
Questi  i piloti in gara (in ordine alfabetico):
Miki Biasion: nella foto sopra, nell'edizione 2021 insieme a Alex Fiorio e alla navigatrice Ramaella, uno dei migliori interpreti e protagonisti al volante della Lancia Delta. Vincitore 2 volte del titolo di Campione del Mondo (1988 e 1989) e di 16 gare del massimo campionato.
Andrea Aghini: uno dei più forti piloti italiani degli ultimi 20 anni, tra i migliori asfaltisti degli anni 1990. Rimane sua l'ultima vittoria di un italiano su una vettura italiana in un rally del campionato mondiale, al Rally di Sanremo 1992 sulla Lancia Delta Integrale.
Andrea Crugnola: campione italiano 2020 e 2022, 10° Classificato al Rally di Monza, nel Campionato del Mondo 2021. E’ il vincitore della Fiorio Cup 2021.
Damiano De Tommaso: vincitore della Coppa Italia Rally Under 25 nel 2021, secondo classificato nel Campionato Italiano Rally 2022.
Piero Longhi: é stato campione italiano di specialità nel 2000 e nel 2005. Nel 2001 ha partecipato a qualche gara del Trofeo Italiano Rallies, vincendo il rally dell'Asinara. Nel 2003 e nel 2005 è stato anche campione italiano di Gruppo N.
Tamara Molinaro: Campionessa Italiana Rally Terra 2021, nel 2022 ha debuttato al Desert E-Prix con il team Xite Energy Racing nel campionato Extreme E, la serie off- road elettrica ove ha chiuso al sesto posto assoluto.
Harri Toivonen: ha corso nei rally, in gare nazionali e con validità europea, al volante di Ford Escort, Mitsubishi e Mazda. Per il team Tre Gazzelle ha corso con la Lancia 037 e la Delta 4WD, con cui ha vinto nel 1988 l'Hankiralli in Finlandia, prima di passare alla pista nel mondiale Endurance su Porsche 962, con cui nel 1991 si è classificato terzo a Suzuka, quinto a Monza, ottavo a Silverstone, nono alla 24 Ore di Le Mans, terzo al Nurburgring e sesto a Magny Cours. Ha preso parte a 5 edizioni della 24 Ore di Le Mans nel 1991, 1992, 1996, 1997 e 2001.

A questi sette piloti si aggiungerà  il vincitore di una speciale selezione che si terrà venerdì: una sfida tra piloti meno noti, provenienti dal panorama nazionale, per determinare chi sfiderà i “grandi” dei rally.

Sabato e domenica ci sarà spazio anche per il “Delta Tribute”: una speciale giuria, con a capo Cesare Fiorio,  giudicherà il miglior pilota  per stile e rendimento di guida, in una sfida tra tutti i piloti iscritti alla Fiorio Cup, che si confronteranno al volante di una Lancia Delta del Jolly Autosport, su un tratto del tracciato particolarmente impegnativo. In palio uno speciale trofeo.

Sono presenti le aziende che hanno sostenuto la prima edizione, come White Wise, Johnny Looper, Freem, Agostinetto, Etika Consulting, Saluber, Sansoni NCH, mentre altre si sono aggiunte come Calamit, Caffè Milano e SC Impianti Termici. Anche il territorio ha apprezzato l’iniziativa che contribuisce all’immagine di Ceglie Messapica e sono molti gli operatori economici che hanno dato il loro sostegno per la migliore riuscita della Fiorio Cup: Hello Group, Engineering Planning Construction, Antico Viaggi, Simeone Carburanti, Nuova Auto 3, Altergusto, Fagnite, Andrea Chirulli, Giovanni Aiello, Legno Art, Polvanera, Gallone e MITA.
 
 
 
 
 

FIORESE, PRIMO AL BASSANO, FA SUO L'IRC

Mercoledì, 02 Novembre 2022 17:28 Published in Rally

FIORESE, PRIMO AL BASSANO, FA SUO L'IRC

 

Il presidente, in coppia con Zannoni, salva il bilancio di Rally Team al Mundialito Triveneto, assieme ad Alessio, Baù e Cappellari, riscattando la sfortuna di molti.

Rosà (VI), 02 Novembre 2022 – È stato un Rally Città di Bassano particolarmente duro nei confronti della scuderia di casa, rientrata dalla due giorni del Mundialito Triveneto con poche soddisfazioni e con la principale arrivata grazie al presidente di Rally Team, Pier Domenico Fiorese, che ha portato la sua Mitsubishi Lancer Evo X R4, curata da La Marca Racing e condivisa con Francesco Zannoni, alla vittoria di classe ed al titolo nell'International Rally Cup.

Per il patron del sodalizio di Rosà anche il terzo gradino del podio tra gli Over 55 ed un buon gruzzoletto di punti che lo rilancia in testa al Challenge Internazionale Rally Polizie.

 

Per portare a casa l'IRC dovevamo vincere a Bassano” – racconta Fiorese (presidente Rally Team) – “quindi la tensione si mischiava alla concentrazione, fino alla fine. Sulla Cavalletto abbiamo fatto la differenza, rifilando oltre mezzo minuto al nostro diretto rivale in campionato. Auto perfetta, grazie a La Marca Racing, così come il buon Francesco. Siamo soddisfatti.”

 

È durato soltanto due prove il Bassano di Alessandro Battaglin, con Selena Pagliarini su una Hyundai i20 WRC di HMI, rallentato da problemi alla turbina e bloccato poi da quelli al cambio.

Tanto divertimento ma epilogo sfortunato, fuori sulla quinta per noie alla trasmissione, anche per Daniel Mores, in coppia con Raffaella Quetti su una Skoda Fabia R5 di Delta Rally.

Fine settimana sofferto pure per Paolo Alessio, terzo di classe al debutto sulla Mitsubishi Lancer Evo X R4 di MFT Motors con Enrico Sandri al suo fianco, penalizzato da problemi di temperature che lo hanno costretto a rinunciare al bang, puntando unicamente all'arrivo.

Il tabellino delle defezioni ha visto anche l'inserimento di Christian Camazzola, dettando le note a Michele Milani su una Mitsubishi Lancer Evo VII gruppo N, in lotta con i migliori del produzione in avvio ma già fermo, sulla prima “Valstagna”, a causa del cedimento del turbo.

Debutto positivo per Antonio Zanarella, in coppia con l'esordiente Roberto Mosele, su una Peugeot 208 R2 di Galiazzo, buon ventottesimo in Rally 4 in mezzo a tanti piedi pesanti.

Meglio di lui, ventunesimo dopo l'ultima speciale, ha fatto Filippo Vanzetto, assieme a Rudy Tessaro su una Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally, in progressione verso il prossimo Schio.

Battesimo sfortunato, all'età di quarantasette anni, per un Denis Crivellaro che, sulla prima “Cavalletto” si è visto costretto a parcheggiare in anticipo la Peugeot 208 R2, messa a disposizione da Delta Rally e condivisa con Denis Zuliani, tradito dallo sporco e da una toccata.

Iscritto con Mauro Cumerlato ed una Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally ma non presente ai nastri di partenza, a causa di impegni personali, Davide Vanin ha dichiarato forfait anticipato.

Problemi di natura meccanica hanno invece segnato lo stop di Michele Alberto Bertuzzo, alle note Michael Guglielmi, fermo dopo la seconda con la Renault Clio Williams gruppo A.

Stessa sorte toccata anche ad uno sfortunato Alberto Puppato, in coppia con Michele Barison su una Renault Clio RS gruppo N seguita da Leon Competition, al palo sulla sesta speciale quando era in pieno recupero e con il podio di classe N3 ampiamente alla propria portata.

Una duemila del produzione che si è rivelata fatale anche per Nicolò Mezzalira, alle note Christian Ronzani su una seconda Renault Clio RS gruppo N, soddisfatti del divertimento provato ma delusi dall'aver abbandonato la carovana, ad inizio secondo giro, per noie ai freni.

Dopo tanti bocconi amari la compagine vicentina torna a sorridere grazie all'eterno Remigio Baù, settantasei primavere all'attivo ed una passione immutata in oltre quarantacinque anni di gare nei quali ha abbondantemente superato quota duecento presenze.

Per lui, in coppia con Silvano Cerato su una Peugeot 208 Racing Start, il secondo di RA5N.

Un lampo nella notte prima che la dea bendata continuasse ad accanirsi contro la scuderia casalinga, ripartendo con un Carlo Maroso che, al volante della Peugeot 106 Maxi Kit Car di Galiazzo e con Enrico Fantinato alla sua destra, ha dovuto deporre le armi dopo la quarta speciale per il cedimento di un semiasse che gli ha sottratto una certa vittoria in classe K10.

Poca fortuna anche per l'esordiente Denny Cappellari, alle note Andrea Rigoni su una Peugeot 106 Rallye gruppo A di Galiazzo, fuori dai giochi, era settimo di A6, prima del giro conclusivo.

Stessa sorte toccata a Michele Luca Alessio, affiancato da Massimo Menegon su un'altra Peugeot 106 Rallye gruppo A, rallentato da problemi al motore che, nonostante il frenetico lavoro del team, lo hanno portato al ritiro anticipato mentre viaggiava ottavo di classe A6.

Millesei del gruppo A che si è dimostrata un'autentica bestia nera, aumentando il numero dei bocconi amari da digerire anche con il debuttante Luca Pianezzola, affiancato da Alberto Speranza sull'ennesima Peugeot 106 Rallye gruppo A, bravo a prendere le misure alla grintosa francesina ma autore poi di una toccata al posteriore sulla seconda “Cavalletto”.

Tanta esperienza per lui ed un quinto in A6, prima del ritiro, che fa ben sperare per il futuro.

A cercare di raddrizzare un bilancio pesante ci ha provato Gabriele Cappellari, bravo a portare al successo la Peugeot 106 Rallye gruppo A di Galiazzo in classe A6, in compagnia di Domagoj Dujman, ed aumentando la caratura del risultato terminando quarto tra gli Under 25.

Secondo sfumato, in classe RS20, per Roberto Carlo Sbalchiero e la sua consueta Renault Clio 3 in versione Racing Start, condivisa con Mirco Santacaterina alle note, fermo sulla prima “Valstagna” per un piccolo problema meccanico che gli ha rovinato tutto il divertimento.

Podio sottratto in classe N2, per un problema elettrico ed un tempo imposto, a Gianmaria Dissegna, con Thomas Ceron su una Peugeot 106 Rallye gruppo N di Team Autocar, vincitore di quattro speciali sulle sei disputate nella giornata di Sabato ed alla fine soltanto settimo.

Millesei del produzione che ha invece sorriso ad un raggiante Giuseppe Cortese, su una seconda Peugeot 106 Rallye gruppo N di Team Autocar, bravo a rompere il ghiaccio con un più che positivo quinto in classe N2, alla sua prima al volante nel mondo dei rally.

Dulcis in fundo spazio alle dame con Anna Borgo, assieme a Mattea Modenini sull'ultima Peugeot 106 Rallye N2 iscritta e portata in campo da Galiazzo, a conti fatti seconda nel femminile e sedicesima in classe N2, nonostante una toccata che la ha penalizzata.

 

immagini a cura di Mario Leonelli

Nel futuro di Silvaggi una Formula 4

Mercoledì, 02 Novembre 2022 17:21 Published in Pista

Nel futuro di Silvaggi una Formula 4

 

Per l'adolescente pilota frusinate sono fissati per il prossimo metà novembre dei test in Formula 4,questo sul circuito internazionale di Le Mans.


Ceccano 01-11-2022

Il giovane Rookie di Ceccano Alessandro Silvaggi,tenta il grande salto. Dopo soddisfacenti stagioni nel karting,nei giorni scorsi,ha ricevuto  la buona notizia. Proprio qualche giorno prima del suo quindicesimo compleanno,Alessandro,ha avuto la convocazione da parte del team Prf per la disputa di una sessione di test in vista della stagione 2023 nel campionato internazionale Formula 4. Il giovane pilota di Ceccano,avrà modo di provare la Formula a ruote scoperte sul circuito internazionale francese di Le Mans. Grande soddisfazione da parte sua “Sono molto contento- Asserisce Alessandro- di questa convocazione,dopo una stagione 2021 dove ho svolto molte giornate di test con la vettura Formula 4,attendevo questo momento”. Per l'adolescente classe 2007,c'è stata anche la gratificazione di aver provato in pista,sul finire del 2021,la Lamborghini Huracàn per il trofeo omonimo della casa modenese. Intanto il pensiero,per il giovanissimo è rivolto alla tre giorni di test in programma dal 15 al 17 novembre prossimi.Saranno i primi passi per Alex in vista di una stagione 2023 nel campionato Formula 4 Fia,un traguardo importante,dopo anni di grande impegno nel Karting a varie latitudini.

 

Press-Office Silvaggi

 

PRESENTATE LE PROVE SPECIALI DEL 15° RALLY DELLE MARCHE “TRICOLORE”:

UN OCCHIO ALLA TRADIZIONE

 

Oggi ultimo giorno di iscrizioni per la gara, in programma per il 12 e 13 novembre nel territorio del “Balcone delle Marche” che ospiterà i diversi protagonisti del tricolore, che giungeranno alla penultima fatica stagionale.

 

Saranno 9, in totale le prove speciali previste, con Cingoli ancora fulcro dell’evento, in un percorso ispirato dalla tradizione, sul quale si sfideranno anche i fuoristrada del “Cross Country”.

 

CINGOLI (MC), 02 novembre 2022 – Oggi ultimo giorno di iscrizioni aperte per il 15. Rally delle Marche, in programma per il 12 e 13 novembre, con cuore pulsante a Cingoli (Macerata), la sua “sede” storica. Questa del “Balcone delle Marche” sarà la quinta e penultima prova stagionale del sempre avvincente Campionato Italiano Rally Terra, inserita in calendario insieme al 1° Baja delle Marche.

 

PRS Group, con il forte sostegno dell’Amministrazione Comunale di Cingoli e del Comune di Cupramontana, ha lavorato con impegno per organizzare l’evento, che è arrivato a disputarsi un mese dopo del previsto a causa delle difficoltà del territorio legate alle alluvioni recenti, assicurando comunque continuità ed equilibrio alla stagione “tricolore” su terra che a Cingoli ha sempre trovato ampia considerazione e accoglienza dall’intero territorio, per il quale i rallies sono diventati una costante che porta immagine ed economia per l’indotto ricettivo.

 

Il meglio del rallismo italiano riferito alle gare sterrate, sarà dunque a Cingoli e dintorni alla metà di novembre, di fatto aprendo l’ipotetica dirittura di arrivo stagionale con le “piesse” classiche, anche in questo caso ricavate dalla tradizione. La gara conta in totale 9 Prove Speciali, 3 da ripetere 3 volte, con la lunghezza complessiva del percorso di km. 220 cui km 57 di Prove Speciali. Eccole, presentate nei loro dettagli:

 

Shakedown “Colognola” (km 2,630): Shakedown classico già utilizzato nelle scorse edizioni. Parte dalla località di Colognola con direzione Valcarecce. Rispecchia molto le caratteristiche delle prove speciali della gara, avendo tratti veloci e lenti in successione, con un fondo in buono stato di manutenzione. La sua localizzazione è ottimale per i team, in quanto si trova a poca distanza dal Parco Assistenza.

PS 1/4/7 “Dei Laghi” (km 8,520): E’ una prova classica del Rally delle Marche, anche se è stata accorciata a causa dei danni causati dal recente alluvione. Parte in salita con un andamento medio veloce, poi verso metà prova vi è il tratto più rapido con una successione di curve veloci e rettilinei in cui vi è anche una chicane. Terminata questa parte si riprende con un saliscendi che alterna curve lente ad altre medio-veloci, che richiedono un continuo cambio di ritmo. La parte finale, dopo un piccolo tratto di asfalto, interessa un percorso stretto e mosso, un po’ diverso come tipologia rispetto al resto della prova. Prova molto bella e selettiva, con un fondo liscio e compatto, ha la caratteristica di essere veloce e visibile per lunghi tratti dalla parte superiore del tracciato. Sarà sicuramente una speciale che farà classifica per la massima concentrazione che richiederà ai piloti.

PS 2/5/8 “Cupramontana” (km 6,040): Nuova per il Rally delle Marche, ma è già stata percorsa varie volte dal Rally Adriatico. La partenza è in falsopiano, ma subito dopo la strada inizia a discendere con curve medio veloci fino a raggiungere il bivio in asfalto di San Michele. Da qui si riprende a salire con curve lente, ma poi il ritmo si velocizza di nuovo una volta ritornati nella parte alta con una serie di curve veloci; nella parte centrale è stata anche prevista una chicane di rallentamento prima di un dosso. Nell’ultimo chilometro si rallenta di nuovo con curve medio-lente su un fondo stretto ed ondulato. E’ una prova speciale impegnativa anche se non lunghissima. Richiederà la massima attenzione e concentrazione. 

PS 3/6/9 “Colognola” (km 4,400): Prova già effettuata in passato, accorciata nella parte iniziale, e che utilizza parzialmente il tracciato delle shakedown. Parte alle porte di San Pietro Acqualta ed il primo tratto è in salita e tortuoso con un fondo compatto, ma a tratti ondulato. Arrivati nelle vicinanze di Colognola si affronta un piccolo tratto di asfalto in discesa molto insidioso, per poi riprendere la terra nel percorso utilizzato dello shakedown. In questa seconda parte il percorso si velocizza pur rimanendo quasi totalmente in salita e con un fondo in buono stato di conservazione. Prova molto tecnica che nonostante la sua limitata lunghezza potrà comunque fare la differenza.

 

 

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

 

 Giovedì 10 Novembre                  

18.00/21.00                                       Accrediti presso Sala Consiliare, P.zza Vittorio Emanuele II 1, Cingoli (Mc)

 Venerdì 11 Novembre                 

08.30/10.30                                       Accrediti presso Sala Consiliare, P.zza Vittorio Emanuele II 1, Cingoli (Mc)

09.00/12.30                                       Ricognizioni autorizzate (3 passaggi totali)

14.00/18.00                                       Ricognizioni autorizzate (3 passaggi totali)

 

 

Sabato 12 Novembre                    

08.30/10.30          Verifiche Tecniche presso Parco Assistenza, zona Impianti Sportivi Cingoli,                                                                                                                                                    Equipaggi Prioritari ed iscritti al CIRT

10.31/13.00         Verifiche Tecniche presso Parco Assistenza, zona Impianti Sportivi, Cingoli,

                                                                Altri Equipaggi

12.30/14.30         Shakedown - Equipaggi Prioritari ed iscritti al CIRT

14.31/16.30         Shakedown – Altri Equipaggi

 

Domenica 13 Novembre             

06.45                                                    Partenza – Parco Assistenza, Zona Impianti Sportivi, Cingoli (Mc)

16.00                                                    Arrivo con premiazione (sub-judice), P.zza Vittorio Emanuele II, Cingoli (Mc)

SEGRETERIA e DIREZIONE GARA :

Fortezza Il Cassero, via del Cassero, Cingoli (Mc)

 

PARCO ASSISTENZA:

Zona Impianti Sportivi, Cingoli (Mc)

 

www.rallydellemarche.it

 

#rally #motorsport  #Marche #Cingoli  #BalconedelleMarche  #RallydelleMarche2022  #BajaMarche2022 #CIRT  #chiterragode  #PRSGroup  #gravel  #terra  #rallypassion

 

 

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

UN ARGENTO, PER SCETTRI, AL MUNDIALITO TRIVENETO

Mercoledì, 02 Novembre 2022 17:07 Published in Rally

UN ARGENTO, PER SCETTRI, AL MUNDIALITO TRIVENETO

 

L'ultimo atto dell'International Rally Cup vede il pilota di Este lottare per le posizioni di vertice, regalando il secondo podio consecutivo ad Irontech Motorsport.

 

 

Ospedaletto Euganeo (PD), 02 Novembre 2022 – Il Rally Città di Bassano è un palcoscenico blasonato, uno dei più importanti in Italia, non a caso soprannominato Mundialito Triveneto.

Sulle strade del vicentino, tra Venerdì e Sabato scorsi, si è rivisto in azione anche un Valerio Scettri in ottimo stato di forma, grazie anche alla bella vittoria siglata nel precedente Scorzè.

Alla guida dell'intramontabile Renault Clio Williams di gruppo A, battente bandiera Irontech Motorsport, il pilota di Este partiva con il piede giusto già dall'insidiosa “Rubbio” in notturna.

Al controllo stop il cronometro segnalava la seconda prestazione in classe A7, il solo in grado di contenere il divario da Cogo mentre gli inseguitori incassavano già pesanti distacchi.

Un avvio promettente per lui e per Roberto Segato, quest'ultimo impegnato alla sua destra.

 

Amo la notte” – racconta Scettri – “ed infatti siamo stati molto competitivi sulla prima Rubbio. Abbiamo preso poco più di sette secondi da Cogo mentre tutti gli altri erano già abbastanza lontani da noi. Ci aspettava una seconda giornata all'insegna della lotta e così è andata.”

 

Si ripartiva al Sabato con un'icona del Città di Bassano, la “Valstagna”, dove Scettri chiudeva con il terzo tempo di classe, incassando il parziale rientro di un Guidolin che sul successivo tratto cronometrato, quello di Cavalletto, abbandonava definitivamente la compagnia.

Al termine del primo giro, quello mattutino, la classifica sembrava ormai congelata e l'atestino poteva iniziare a gestire la propria posizione, non potendo più impensierire il leader Cogo ma, al tempo stesso, vantando un significativo margine, di oltre due minuti, su Gasparini.

Se la situazione in classe A7 rimaneva invariata nella sostanza, durante l'ultimo giro di speciali, ben diversa è stata quella nella generale dove Scettri, reduce da una divagazione sulla prima “Cavalletto”, riusciva a recuperare ben dieci posizioni, completando una buona rimonta nell'ultimo appuntamento valevole per l'International Rally Cup e per altre, numerose, serie.

 

È andata benissimo” – aggiunge Scettri – “ed abbiamo vissuto una gara bella e divertente. Sulla prima Cavalletto abbiamo preso qualche rischio e, sulla discesa, siamo usciti di strada. Non abbiamo fatto danni ma abbiamo perso un bel po' di tempo. La Valstagna è sempre bella da affrontare, così come la Cavalletto che è davvero spettacolare, grazie ai tanti tratti veloci che la contraddistinguono. La lunga lista dei ritiri ha confermato, ancora una volta, perchè questo evento si chiama Mundialito Triveneto. Correre qui è come affrontare due gare in una, facendo molta esperienza. Siamo soddisfatti di come ci siamo espressi, soprattutto nell'iniziale lotta a tre con Cogo e Guidolin. I nostri tempi sono stati buoni. Certo, si può fare di meglio ma, per noi, va già bene così. La nostra francesina è stata impeccabile e non ci ha mai dato nessun tipo di problema. Grazie, di cuore, a tutti i nostri partners ed a tutto il team che ci ha messo a disposizione un'assistenza a dir poco invidiabile, lavorando al meglio e consentendoci di chiudere in bellezza questa trasferta. Siamo a due podi in questo 2022 ed il detto recita non c'è due senza tre. Valuteremo, lavoro permettendo, dove cercare di continuare questo bel trend.”

 

immagine a cura di Fotosport

TRIS DI PRIMI, TRA LE PORTE, PER FUNNY TEAM

Martedì, 01 Novembre 2022 16:37 Published in Slalom

TRIS DI PRIMI, TRA LE PORTE, PER FUNNY TEAM

 

A Trieste Dal Ben fa sua la millesei del produzione e Serafin vince la classifica delle dame mentre Quintarelli, al Chiavari - Leivi, è il migliore in classe S3.

Abano Terme (PD), 01 Novembre 2022 – Lo slalom si conferma sempre più uno dei terreni di caccia più produttivi per Funny Team, reduce da un fine settimana ricco di risultati prestigiosi.

Sabato e Domenica scorsi è andata in scena la seconda edizione dello Slalom Trieste e la scuderia con base ad Abano Terme si presentava al via con due portacolori, ad iniziare dal segretario Nicola Dal Ben che, sulla Citroen Saxo in versione gruppo N, è salito sul gradino più alto del podio in classe N1600 nonché terzo nella classifica generale del produzione.

Ottimo il risultato per il pilota di Cadoneghe, in costante sviluppo con la vettura transalpina.

 

 

Gara molto bella e con una strada fantastica” – racconta Dal Ben – “sulla quale ho combattuto tutto il giorno, alla ricerca di un assetto performante. Sono soddisfatto di questo risultato perchè questa gara, seppur nuova, ha alle sue spalle una storia importante. Siamo ancora in fase di sviluppo ma va bene così. Grazie a tutti i partners che credono in me, alla scuderia Funny Team ed in particolare al presidente Flavio. Grazie anche a tutti gli amici che mi seguono.”

 

Da un successo all'altro con Elisa Serafin, in gara con una seconda Citroen Saxo in versione Racing Start, che si è ben destreggiata tra le birillate triestine, ponendo la propria firma sul femminile ed aggiungendo sia il secondo in classe RS16P che il terzo in gruppo RSP.

Un bilancio più che positivo per la pilota di Chiarano, in costante progressione in questo 2022.

 

La nostra Saxo si è comportata bene” – racconta Serafin – “anche se abbiamo accusato un problema meccanico che non ci ha permesso di migliorare dopo la prima manche. Era il mio secondo slalom ed ho trovato un percorso non dei più semplici, abbastanza veloce. Sono soddisfatta del risultato ma il margine è ancora molto ampio e si può fare decisamente meglio. Grazie a Nicola, punto di riferimento sia per la guida che per il supporto tecnico alla mia vettura. Grazie a Debora ed al Mauri che ci seguivano in diretta, dandoci il loro sostegno.”

 

Dall'estremo est verso l'opposto, passando ad uno Slalom Chiavari - Leivi che, negli stessi giorni, ha visto impegnato un consistente Franco Quintarelli, al volante della consueta Fiat 127.

Il pilota di Negrar è riuscito a dimostrarsi più forte delle ultime disavventure patite, collezionando la vittoria in classe S3, il quinto in gruppo S ed il ventiquattresimo assoluto.

 

Ultima gara dell'anno per me” – racconta Quintarelli – “e devo dire che è andata molto bene. Il tracciato si è rivelato particolarmente bello e tecnico, vissuto in una stupenda giornata, assieme a tanti amici che non vedevo da molto tempo. Dopo le ultime problematiche la nostra auto è stata perfetta, permettendomi di spingere al massimo, ed infatti è arrivata una bella vittoria di classe ed un ventiquattresimo assoluto significativo. Grazie ai miei meccanici Ale, Domenico e Marco che, questa volta, mancavano ma è ritornato Bolla. Grazie alla scuderia Funny Team.”

 

Immagine di Franco Quintarelli, in azione allo Slalom Chiavari - Leivi 2022 (immagine a cura di Manuel Marino), di Nicola Dal Ben ed Elisa Serafini, in azione allo Slalom Trieste 2022 (immagini a cura di Christian Boccadoro).

GHISU STELLARE AL GOLFO DELL'ASINARA

Martedì, 01 Novembre 2022 16:32 Published in Rally

GHISU STELLARE AL GOLFO DELL'ASINARA

 

Il pilota di casa è sesto assoluto, primo di classe e secondo di gruppo, mentre al Bassano Silvestri dice addio al titolo IRC, tra le ex R2B, e Carrara si consola.

 

Ranica (BG), 01 Novembre 2022 – Un altro fine settimana alle spalle per Rally Sport Evolution, condito da numerose emozioni e da risultati che hanno portato il bilancio in positivo.

Iniziando dalla Sardegna, sotto le luci della ribalta il ritorno del Rally Golfo dell'Asinara, all'appuntamento di casa Alessandro Ghisu ha risposto presente, a chiare lettere.

Il pilota della Ford Fiesta Rally 4 della squadra corse di Ranica, condivisa con Nicola Demontis, ha fatto la voce grossa tra Sabato e Domenica, vincendo la classe Rally 4, chiudendo secondo in gruppo RC4N e firmando la sesta casella nella classifica finale assoluta.

 

Siamo felicissimi del nostro risultato” – racconta Ghisu – “e meglio di così non potevamo chiedere. Non avrei mai pensato di arrivare così in alto, dopo aver visto le prove speciali. Sabato siamo partiti fortissimo, stando vicini ai migliori nella generale, mentre Domenica abbiamo gestito la situazione. È la terza volta che corro con Rally Sport Evolution e li devo ringraziare perchè mi hanno dato un orologio svizzero, non una macchina. Grazie ai partners.”

 

In bella evidenza, in terra sarda, anche Giovanni Martinez, alle note Marco Demontis per il debutto sulla Peugeot 208 Rally 4, costantemente alle spalle del compagno di colori Ghisu in classe e quarto di gruppo RC4N, prima di dover abbandonare la compagnia, sul sesto crono per un'anomala noia tecnica, quando aveva varcato la soglia dei migliori dieci della generale.

Il cedimento del tubo di mandata dell'olio, pericoloso per il cuore pulsante della vettura d'oltralpe, sarà analizzato nei prossimi giorni, direttamente con i tecnici di Peugeot Sport.

Risalendo lo stivale si è fatto tappa al Mundialito Triveneto, il Rally Città di Bassano, che ha chiuso i conti per un International Rally Cup che ha visto il team bergamasco tra i migliori.

In lotta per il titolo tra le ex R2B Daniele Silvestri, con Leonardo Maraccini su una Peugeot 208 R2, ha dovuto deporre le armi prima del dovuto, rallentato da un feeling non perfetto con i freni che non gli ha consentito di esprimersi al meglio, ripiegando sul quindicesimo di classe Rally 4.

Da leader nell'IRC riservato alle aspirate ad una probabile uscita dal podio nella serie.

 

Nonostante il grande lavoro di squadra non è stata la nostra giornata” – racconta Silvestri – “ed il poco feeling con i freni ci ha condizionato. Peccato perchè potevamo vincere il campionato ma la sorte aveva deciso diversamente. Dovremmo essere quarti ma ce ne facciamo una ragione, sono inconvenienti che possono capitare. Grazie al team ed ai partners.”

 

Da un'occasione mancata ad un ottimo risultato, settimo di classe Rally 4 e di gruppo RC4N, ma con un gran rimpianto, lo zero segnato al Casentino, per un ritrovato Mirko Carrara.

Il pilota della seconda Peugeot 208 R2, condivisa con Stefano Tiraboschi, si è espresso ad altissimi livelli, giocandosi il successo di categoria e chiudendo terzo tra le ex aspirate.

Un piazzamento significativo, in una classe da capogiro, che dovrebbe consentirgli di chiudere il cammino stagionale nell'IRC con il quinto posto, in attesa delle classifiche finali ufficiali.

 

Dopo la prova di apertura eravamo primi di trofeo” – racconta Carrara – “e ci siamo giocati la vittoria, durante tutto il Sabato, in tre. Sono abbastanza soddisfatto della gara ma un po' deluso per il risultato finale del campionato. Senza lo zero del Casentino potevamo fare meglio, essendo sempre stati in lotta per il podio. Ci accontentiamo di un teorico quinto posto.”

 

Tanto divertimento, nonostante un Venerdì ed un Sabato intensi, per Giovanni Giaquinto, sulla Peugeot 208 Rally 4, alla sua seconda apparizione stagionale nel campionato.

Affiancato da Alberto Corradi il pilota della compagine lombarda ha potuto apprezzare le virtù della turbo d'oltralpe, potendola testare, per la prima volta, in condizioni di pieno asciutto.

Un ventiduesimo in classe Rally 4 che si traduce nel secondo nella serie ACN Forze di Polizia.

A chiudere il lotto dei partenti è stato il turco Eytan Halfon, a bordo di una terza Peugeot 208 R2 condivisa con Burak Akcay, ventisettesimo di classe Rally 4 e soddisfatto del suo weekend.

 

immagine a cura di Foto Magnano

Privacy Policy