Al Mugello nella seconda giornata del GT Sprint successo di Michelotto-Liberati in GT3 e di Vebster-Segù in GT Cup
Al Mugello nella seconda giornata del GT Sprint successo di Michelotto-Liberati in GT3 e di Vebster-Segù in GT Cup
Fanatec GT Europe Endurance Cup: doppietta Ferrari a Barcellona mentre Akkodis ASP si aggiudica il secondo titolo consecutivo
Fanatec GT Europe Endurance Cup: doppietta Ferrari a Barcellona mentre Akkodis ASP si aggiudica il secondo titolo consecutivo
Kacper Sztuka in gara 1 dalla pole alla vittoria
Kacper Sztuka in gara 1 dalla pole alla vittoria
Al Mugello Klingmann-Spengler e Kurzejewski-Balzan vincono le prime due gare del 3° round del Campionato Italiano GT Sprint
Al Mugello Klingmann-Spengler e Kurzejewski-Balzan vincono le prime due gare del 3° round del Campionato Italiano GT Sprint
A Barcellona dominio Mercedes-AMG nelle prequalifiche del Fanatec Gt Europe
A Barcellona dominio Mercedes-AMG nelle prequalifiche del Fanatec Gt Europe
Kacper Sztuka perfetto in qualifica al Mugello Circuit
Kacper Sztuka perfetto in qualifica al Mugello Circuit
PODIO IN ROSA, A VARANO, CON SPADOTTO
PODIO IN ROSA, A VARANO, CON SPADOTTO
L’Italian F.4 al Mugello Circuit per il penultimo round di stagione
L’Italian F.4 al Mugello Circuit per il penultimo round di stagione
FANT, AL MUGELLO, RILANCIA LA SFIDA TRA LE MINI
FANT, AL MUGELLO, RILANCIA LA SFIDA TRA LE MINI
Rilancio al Mugello per Lamborghini Roma by DL Racing nel Tricolore
Rilancio al Mugello per Lamborghini Roma by DL Racing nel Tricolore
Alberto Naska secondo: si decide tutto a Zolder per il Gran Finale della NASCAR Whelen Euro Series a doppi punti!
Alberto Naska secondo: si decide tutto a Zolder per il Gran Finale della NASCAR Whelen Euro Series a doppi punti!
PINETTI MOTORSPORT TORNA AL MUGELLO CON LE M2
PINETTI MOTORSPORT TORNA AL MUGELLO CON LE M2
SPRINT SERIES, FICO AGGUANTA IL TERZO AL FOTOFINISH
SPRINT SERIES, FICO AGGUANTA IL TERZO AL FOTOFINISH
Rovera riaccende la Ferrari 296 GT3 a Barcellona nel GTWC
Rovera riaccende la Ferrari 296 GT3 a Barcellona nel GTWC
F.1 IN GIAPPONE RITORNA ALA VITTORIA MAX VERSTAPPEN
F.1 IN GIAPPONE RITORNA ALA VITTORIA MAX VERSTAPPEN
Academy Motorsport / Alex Caffi Motorsport resta leader in Euronascar 2 dopo la Germania
Academy Motorsport / Alex Caffi Motorsport resta leader in Euronascar 2 dopo la Germania
Il team Algarve Pro Racing si aggiudica una folle 4 Ore di Spa-Francorchamps
Il team Algarve Pro Racing si aggiudica una folle 4 Ore di Spa-Francorchamps
Alex Lynn con la Oreca del team Algarve Pro Racing partirà in pole position alla 4 Ore di Spa
Alex Lynn con la Oreca del team Algarve Pro Racing partirà in pole position alla 4 Ore di Spa
NASCAR Whelen Euro Series appuntamento a Oschersleben Motorsport Arena: Alberto Naska pronto al combattimento!
NASCAR Whelen Euro Series appuntamento a Oschersleben Motorsport Arena: Alberto Naska pronto al combattimento!
Per decisione della DSMB Eurolegend Cup non potrà correre a Oschersleben Motorsport Arena
Per decisione della DSMB Eurolegend Cup non potrà correre a Oschersleben Motorsport Arena
Rovera si schiera fra i Prototipi anche alla 4 Ore di Spa
Rovera si schiera fra i Prototipi anche alla 4 Ore di Spa
L'INCREDIBILE WEEKEND DI MONZA
L'INCREDIBILE WEEKEND DI MONZA
Italian F.4 Championship, cambia il calendario 2024
Italian F.4 Championship, cambia il calendario 2024
Quinta prova dell’avvincente serie Euronascar al via a Oschersleben il 22-24 settembre  dove il team italiano capitanato da Federico Monti è pronto a dare il massimo.
Quinta prova dell’avvincente serie Euronascar al via a Oschersleben il 22-24 settembre dove il team italiano capitanato da Federico Monti è pronto a dare il massimo.
Prestazioni fantastiche per i piloti ACI Salerno
Prestazioni fantastiche per i piloti ACI Salerno
FICO GIOCA IN CASA L'ULTIMA DELLA SPRINT SERIES
FICO GIOCA IN CASA L'ULTIMA DELLA SPRINT SERIES
A Monza Raptor Engineering consolida il lavoro in ottica Porsche Festival
A Monza Raptor Engineering consolida il lavoro in ottica Porsche Festival
Fenici torna subito sul podio in Carrera Cup Italia a Monza
Fenici torna subito sul podio in Carrera Cup Italia a Monza
MONZA AMARA PER PELLEGRINI E PINETTI MOTORSPORT
MONZA AMARA PER PELLEGRINI E PINETTI MOTORSPORT
LA ROULETTE DI MONZA NON PREMIA TRENTIN
LA ROULETTE DI MONZA NON PREMIA TRENTIN
WEEKEND DA DIMENTICARE PER LUIGI GALLO NEL TCR ITALY DSG A MONZA.
WEEKEND DA DIMENTICARE PER LUIGI GALLO NEL TCR ITALY DSG A MONZA.
PATRINICOLA PRENOTA IL TRICOLORE
PATRINICOLA PRENOTA IL TRICOLORE
Villorba Corse alza il ritmo a Valencia nel Lamborghini Super Trofeo
Villorba Corse alza il ritmo a Valencia nel Lamborghini Super Trofeo
Villorba Corse a ridosso del podio a Monza in Carrera Cup Italia
Villorba Corse a ridosso del podio a Monza in Carrera Cup Italia
Lamborghini Roma by DL Racing vince e convince a Monza e Valencia
Lamborghini Roma by DL Racing vince e convince a Monza e Valencia
Nella gara finale dell’Euro 4 arriva la prima vittoria di Arvid Lindblad
Nella gara finale dell’Euro 4 arriva la prima vittoria di Arvid Lindblad
Comandini-Cassarà-Nilsson vincono la tappa di Monza del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance
Comandini-Cassarà-Nilsson vincono la tappa di Monza del Campionato Italiano Gran Turismo Endurance
Vanthoor e Weerts vincono Gara 2 a Valencia, ancora aperta la corsa per il titolo
Vanthoor e Weerts vincono Gara 2 a Valencia, ancora aperta la corsa per il titolo
F.1  A SINGAPORE STREPITOSA VITTORIA DI CARLOS SAINZ
F.1 A SINGAPORE STREPITOSA VITTORIA DI CARLOS SAINZ
Kacper Sztuka conquista Monza nella prima gara dell’Euro 4 Championship
Kacper Sztuka conquista Monza nella prima gara dell’Euro 4 Championship
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

Scuderia Efferre: Poker di podi ad Aosta, sfida a Como per Peloso

Martedì, 19 Settembre 2023 19:11 Published in Rally

Scuderia Efferre: Poker di podi ad Aosta, sfida a Como per Peloso

 

 

 

Il Rally Valle d'Aosta, disputato il 16 e 17 Settembre, ha visto tutti gli equipaggi Efferre arrivare al traguardo ed il poker è stato servito con risultati di classe prestigiosi. Il giovanissimo Andrea Boatti, con la Renault Clio N3, navigato da Giuseppe Sboarina ha primeggiato nella classe N3. Ha vinto 5 delle 6 prove in programma restando sempre al vertice della classifica di classe e classificandosi 46° assoluto, inoltre 2° assoluto tra gli Under 25 dietro ad una performante Rally4. Antonio Madama e Matteo Quercioli, su Renault Clio Williams RS 2.0, sono giunti in 101° posizione vincendo la classe RSP 2.0. Andrea Robone e Luigi Bariani a bordo della Fiat 600 A0, hanno raggiunto il traguardo in 103° posizione e 3° di classe a completare il poker Stefano Bossuto e Nancy Bondì vittoriosi in classe RSP 1.4 con la loro Peugeot 106 e 116° assoluti.

L'appuntamento per il prossimo fine settimana sarà al Rally di Como. Nei giorni 22 e 23 Settembre Corrado Peloso e Paolo Carrucciu ci proveranno a bordo della Renault Clio Rally 5.

 

Ho bei ricordi di questa gara – dice Corrado - che ho corso per ben 8 volte. Ricordi positivi di quando vinsi i trofei Suzuki, R1 e Gruppo N e N 2 Ruote motrici. Volevo fare questa gara che conosco per verificare alcune cose, ad esempio poter sfruttare al meglio la Renault Clio Rally 5, voglio trovare la giusta chiave di lettura ed inoltre vedere il mio livello dopo l'incidente del Rally Due Valli”

 

“ Per me i Rally sono sfida , competizione e confrontarsi con gli avversari, la classe Rally 5 è competitiva ed è quello che mi piace. Como è una gara completa, con prove alternate veloci e meno, con poco grip, c'è un po' di tutto. Inoltre la Val Cavargna di 21 km in notturna, prova tostissima, vale da sola l'iscrizione alla gara. Concludo con il mio obiettivo che resta di capire bene la vettura, la voglia di migliorare e vedere il mio livello in un campionato competitivo come il CIRA”.

 

 

 

Corrado Peloso nasce ad Aosta nel 1973

 

 

Oltre 100 gare all'attivo, debutto al Rally Città di Torino 2002

 

Ha sempre corso con vetture a noleggio (Rover, Peugeot, Suzuki, Honda, Renault)

 

Navigatore con cui ha corso maggiormente: Paolo Carrucciu, 40 gare

Miglior piazzamento: 9° Mille Miglia Junior “14

Principali avversari: Simone Rivia, Claudio Gubertini e Alessandro Uliana, amici e trofeisti per alcuni anni.

Sogno nel cassetto: Correre il più possibile ed essere competitivo

 

Gare Top: “Como e Salento. Como perchè nelle edizioni del 2012, ”16 e “18 mi ha consegnato dei titoli a cui sono legato.

Salento perchè, nonostante io abiti in montagna, è una gara particolare, o la si ama o la sia odia, a me piace l'ambiente,

il sud ed è una gara da preparare bene, con i giusti riferimenti e scivolosa...

non per ultimo la uso anche come periodo vacanziero”

 

Gara da scordare: “Due Valli “23, il ricordo è ancora fresco, una delle mie uscite di strada più cruente che spero di dimenticare”

Curriculum rallystico:

https://www.ewrc-results.com/profile/12527-corrado-peloso/?cod=

PAOLO VENTURI PRIMO DI CLASSE A PEDAVENA

Martedì, 19 Settembre 2023 19:05 Published in Salite
PAOLO VENTURI PRIMO DI CLASSE A PEDAVENA 
 
Ottimo risultato per il veterano della Scuderia ViMotorsport griffato Alpenplus, che alimenta ulteriormente la sua già solida classifica del Tivm Nord. 
 
 
PEDAVENA- Una gara dal fascino intatto, sebbene sia stata dimezzata nell’estensione per annose querelle ambientalistiche, grazie ad uno splendido affaccio sulle vette Feltrine e ad un’ accoglienza davvero speciale da parte della comunità. 
Dopo un anno di stop, grazie anche al meteo favorevole, alla bellissima birreria ed all'ingresso gratuito c'era davvero molto pubblico, segno di questo fosse atteso il ritorno di questa celebre cronoscalata, che in un sondaggio del 2019 fatto da una rivista di settore, risulto’ la più amata d’Italia. 
La gara del pilota della ViMotorsport è stata tirata in ogni sessione e fin dalle prove: sebbene fossero solo in 4 i competitor di classe RS2000 infatti, erano tutti agguerriti e competitivi. Sin dalle prove Venturi è comunque riuscito a mantenere la testa e grazie all’analisi della camera car che gli ha fatto individuare due errori in prova 2, riusciva ad essere più preciso svettando di 37 centesimi sul locale Stefano Perotto e di 54 sul terzo (Tazio).
Gara-2 diventava quindi la prova d’appello per Venturi che prendeva maggiori rischi centrando quasi il tempo che si era prefissato, fermandosi ad un ottimo 2.43.96 che lo distanziava nettamente dai rivali, che invece alzavano i loro crono nel secondo stint. 
Una gara quindi di sano divertimento e grande tenuta mentale per il pilota griffato AlpenPlus, bravo a gestire la tensione del duello ravvicinato e ad affondare il colpo in seconda manche. Sebbene l’analisi successiva degli on board gli abbia restituito un ulteriore margine di un paio di secondi, la sua prestazione resta di assoluto pregio. Quanto al risultato di gruppo, gli allunghi perentori rimasti sul percorso a dispetto dell’accorciamento della strada della metà, hanno favorito soprattutto le vetture turbo, che comunque lo hanno scalzato da podio della divisione RS per soli 47 centesimi. 
Focus adesso su Cividale, gara atipica con tratti quasi rallystici che Venturi ama particolarmente e nella quale è entrato più volte nella Top Ten assoluta. 
 
Comunicazione driver Paolo Venturi

La 39^ Pedavena - Croce D’Aune incorona Degasperi su Osella

Domenica, 17 Settembre 2023 18:30 Published in Salite
La 39^ Pedavena - Croce D’Aune incorona Degasperi su Osella

Straordinario duello e 1 a 1 con Caruso su Nova Proto 2° alla fine. Terzo Liber primo veneto su Migale GB 08. Avvincenti le Storiche con successo di Giampaolo Basso su Porsche Carrera. Collegamenti live su ACI Sport TV (228 Sky)

 

Pedavena (BL), 17 settembre 2023. La 39^ Pedavena - Croce D’Aune ha riscosso successo pieno di pubblico e piloti ed è stata seguita in ogni sua fase da un vasto numero di spettatori attraverso le immagini video diffuse sui social e dai diversi collegamenti in diretta su ACI Sport TV (228 Sky).

Un duello mozzafiato ha decretato la vittoria andata per la somma di tempi a Diego Degasperi su Osella FA 30 Zytek, il trentino di Vimotorsport ha vinto gara 1 con 1 secondo e 98 centesimi di vantaggio su Franco Caruso su Nova Proto NP 01-2, il siciliano che con una impennata di carattere e tenacia ha vinto gara 2 dopo rapidi ed efficaci controlli sull’auto da parte del team.

Vittoria al driver trentino neo Campione Italiano Velocità Montagna gruppo E2SS che ha realizzato rispettivamente 1’52”11 e 1’52”02. I crono di Caruso sono stati 154”09 ed il vincente 1’50”23. 

Quarta piazza assoluta per un altro trentino, Matteo Moratelli, autore di una decisa rimonta quando ha ottimizzato il set up della Nova Proto NP 01 che usa soltanto da poche gare. Top ten completata dal Campione Italiano Assoluto Simone Faggioli, a Pedavena in gara test con la Nova Proto NP 03 Aprila da 1150 cc, sulla quale ha raccolto dati utili allo sviluppo. A congratularsi con i vincitori sul podio anche il Primo Cittadino di Pedavena Nicola Castellaz.

-“Doppia soddisfazione per gli importanti punti di TIVM e per un successo in una gara bela e che merita tanto, anche nella sua versione rivisitata - ha affermato Diego Degasperi - un bel duello con Franco Caruso che è sempre un eccellente avversario ed ottimo pilota. Sono state decisive le scelte dopo le prove, abbiamo fatto le ultime regolazioni che mi hanno permesso di attaccare sempre”-

-“Dopo le due manche perfette di prova, purtroppo qualcosa non ha funzionato all’avantreno in gara 1 ed ho evitato pericolosi rischi. Sono soddisfatto anche se è chiaro il rammarico per aver dovuto rinunciare ad un duello più ravvicinato per il successo assoluto”-.

-“Certamente essere sul podio fa molto piacere ma non aver potuto avvicinare il vertice meno - le parole di Denny Zardo - ancora non abbiamo risolto i problemi all’avantreno sulla nostra biposto, per cui manca ancora un bel pò dall’essere a posto”-.

-“Pedavena è una gara fantastica, incredibile la bellezza del tracciato anche nella sua forma più compatta in cui abbiamo corso quest’anno, l’organizzazione è meticolosa e perfetta - ha dichiarato Simone Faggioli - per noi si trattava di una gara test ed abbiamo acquisito dati e provato soluzioni diverse sulla Nova Proto NP 03, da trasferire poi ai nostri piloti, che con questa generosa biposto colgono risultati sempre maggiori”-.

Sesta posizione assoluta per lo svizzero Fabien Bouduban sulla Nova Proto in versione 4x4 turbo, con cui ha preceduto un’altra biposto del marchio francese, la NP 01 turbo di Giancarlo Maroni, ancora alle prese con qualche problema di gioventù dell’auto. Ottavo Damiano Schena, altro driver veneto, migliore nella classe 1600 delle monoposto. Con un ottimo 9° posto è riuscito ad entrare in top ten il ligure Gianluca Ticci sulla estrema Fiat X1/9 di gruppo E2SH, sulla quale il pilota della Favale 07 dispone di un propulsore molto evoluto da 2000 cc.. Classifica dei primi 10 completata dal trentino Gino Pedrotti sempre efficace sulla Tatuus F.Renault. Andrea Drago si è preso il gruppo CN, il ligure sulla Ligier Honda è balzato in testa, quando il bolognese Marco Capucci è scivolato indietro in gara 2 dopo un buon 9° posto assoluto nella prima. In gruppo GT Roberto Ragazzi torna in vetta e fa pieno di punti TIVM sulla Ferrari 488 ed a poco sono valsi i tentativi di avvicinamento di Enrico Bellin su Porsche 991. Giuseppe D’Angelo si è imposto con la Volkswagen Golf GTI nel gruppo delle TCR, il salernitano della Tramonti Corse ha certamente molto puntato sulle sue esperienze di CIVM. Scintille anche tra le estreme auto del gruppo E1 con scatto decisivo e successo di Stefano Miotto su Renault Clio Cup, dopo un ottimo duello col tenace Matteo Togn su Volkswagen Golf. Per le categorie del recente passato A-S e N-S l’agonismo è stato completamente attuale. Il toscano Lorenzo Mercati che sulla Mitsubishi Lancer ha fatto il vuoto nella N-S. Kevin Lechner ha vinto per una manciata di centesimi, dopo un 1 a 1 nell e due gare, su Denys Adami nel serrato ed appassionante duello tra BMW.

Il driver e preparatore di Brescia Francesco Abate ha vinto la Racing Start Cup con una doppietta netta sulla Peugeot 308. Sul podio sono saliti il brillante Roberto Boscariol su Renault Clio Cup e poi Romy Dall’Antonia che è stato il primo della agguerrita pattuglia delle Seat Ibiza.

Graffio di Isidoro Alastra in racing Start Plus, il vicentino di Sicilia ha attaccato con decisione in gara ed ha messo la su MINI davanti a tutti, con un vantaggio che ha lasciato spazio solo alla lotta ravvicinata per il secondo posto, tra il bravo padrone di casa Ivano Cenedese ed il milanese Gianluca Grossi, entrambi sulle Renault Clio che hanno completato il podio nell’ordine con distacchi davvero minimi.

La Racing Start ha visto il dominio del bresciano Stefano Gheza su MINI tra le auto turbo della RSTB, il portacolori Squadra Corse Angelo Caffi ha allungato su tutti sin dalle prove. Per la RS aspirate successo dell’incisivo trentino della Millenium Sport Marco Cappello sulla scattante Honda Civic Ek4.

Successo quasi a sorpresa per Giampaolo Basso sulla Porsche Carrera di 2° Raggruppamento, l’ottimo driver è stato pronto a prendere il comando quando Tony Fassina è rimasto ai paddock, dopo essere stato protagonista incontrastata di prove e gara 1 sulla mitica Lancia. Secondo su un ipotetico podio è stato il primo di 4° Raggruppamento che è stato Cristiano Romoli sulla Ford Sierra Cosworth. Terzo tempo generale per Agostino Iccolti, anche lui su Porsche Carrera, seconda vettura di 2° Raggruppamento. Quarta prestazione in ordine generale per il migliore di 3° Raggruppamento, Giuseppe Pezzo sulla versione 911 della GT di Stoccarda. Un altro padrone di casa, Luigi Pellanda ha coronato una carriera densa di passione e successi con la vittoria di 1° Raggruppamento al volante della BMW Ti. 

Classifica Top 10: 1 Degasperi (Osella FA 30 Zytek) in 3’44”13; 2 Caruso (Nova Proto NP 01-2) a 0”19; 3 Liber (Mistral GB 08 F1) a 11”35; 4 Moratelli (Nova proto NP 01) a 13”44; 5 Faggioli (Nova Proto NP 03 Aprilia) a 13”89; 5 ; 6 Bouduban (Nova proto NP 01) a 15”86; 7 Maroni (Nova Proto NP 01) a 24”48; 8 Schena (Wolf GB 08 Thunder) a 25”78; 9 Ticci (Fiat X1/9) a 31”08; 10 Pedrotti (Tatuus .Renault) a33”89.

Tutte le info su www.pedavenacrocedaune.com . Tempi Live su: https://salita.ficr.it/#/SAL/programma/39%C2%BA%20PEDAVENA%20-%20CROCE%20D'AUNE%20-%20%28TIVM%29/2023/23/2/1  

 

Rif. Rosario Giordano

F.1 A SINGAPORE STREPITOSA VITTORIA DI CARLOS SAINZ

Domenica, 17 Settembre 2023 18:24 Published in Pista

                  F.1  A SINGAPORE STREPITOSA VITTORIA DI CARLOS SAINZ

                            2° NORRIS 3° HAMILTON, VITTORIA PER LA FERRARI CHE MANCAVA DAL 2022

Marina Bay (Singapore)- Carlos Sainz è il vero “matador” del Gran Premio di Singapore, il madrileno conferma la splendida forma messa in mostra dopo la pausa estiva con la pole e il terzo posto di Monza , e sempre davanti a tutti in questo weekend di Singapore. Un lampo “Rosso” nella notte di Marina Bay  quello di Sainz e della Ferrari, in un gran premio spettacolare che ci riconcilia con questa spesso soporifera e monotematica F.1. Lo spagnolo ha dato una dimostrazione  di maturità , rischio calcolato e tattica che non si vedeva da tempo, concedendo volutamente  nel finale il DRS  a Lando Norris- secondo con la McLaren- per contenere il veemente  ritorno delle due Mercedes con Russell ed Hamilton, che grazie ad una “virtual safety” hanno giocato il jolly di un secondo pit stop, con Russell poi mestamente a muro nel giro finale per tentare il tutto per tutto. Come detto una gara che dal primo all'ultimo giro ha vissuto senza un attimo di pausa ,dalla lotta per la vittoria fino alle retrovie. E la Red Bull? Ovviamente la corazzata di Marko & co. si può permettere il lusso di ...riposare per una gara, però almeno ad una prima valutazione in questo weekend ,  fin dal venerdì sia Verstappen che Perez non sono mai stati incisivi, con addirittura l'esclusione di entrambi dal Q3 nelle qualifiche , cosa che per la Red Bull non avveniva da immemorabile data. Il dubbio che sorge è che la RB19, non abbia “digerito” la nuova modifica regolamentare che riguarda le ali mobili, oppure è solo quello che tutto il team ha iniziato a dire fin dall'arrivo a Singapore, cioè: -questa è la pista dove non siamo così superiori agli altri-. Come detto nessun pericolo come sappiamo per il terzo titolo consecutivo di Super Max e della sua Red Bull, ma una risposta a questo sospetto la avremo  fra sette giorni al GP del Giappone.

FERRARI-  Se Sainz diventa il “matador”, Leclerc a sua volta sembra almeno in queste ultime gare , sempre meno il predestinato. Il monegasco a Singapore dopo aver visto sfumare la prima fila in qualifica da Russell per il classico ...soffio, con un avvio di gara perfetto si è messo alle spalle di Sainz dando l' illussione  di una clamorosa doppietta. Poi oggi non per colpa sua , il traffico che gli ha impedito durante il doppio pit stop effettuato dal team sfruttando la Safety Car , di rientrare nella sua posizione, è stato “sacrificato” per frenare l' arrembaggio delle  Mercedes, concludendo con un comunque dignitoso quarto posto, grazie al ritiro di Russell. A difesa di Leclerc va detto anche che spesso dai box gli hanno detto di rallentare anche perchè  la sua SF23 aveva un problema con le temperature. Ora c'è da verificare quanto la crescita di Sainz influisca sul morale di Leclerc. Come c'è  da verificare se la Ferrari intesa come SF 23 e Squadra, abbia trovato il bandolo della matassa, almeno per tentare magari con qualche altro colpo a sorpresa di lottare per la seconda posizione nel costruttori. Per Vasseur e i suoi non è che gli esami siano superati con la “cavalcata” trionfale di oggi , anche per loro come per Red Bull c'è già un  altro”compito in classe ...pardon pista “ fra soli sette giorni.

TOP TEN-  Quinto posto per Max Verstappen, un piazzamento che non lo soddisfa neppure quando parcheggia al ...Supermercato”. In sofferenza come detto fin da venerdì con la delusione espressa in mondovisione dopo l'esclusione di ieri dal Q3, oggi l'ormai certo tri-campione , spinge come sempre al massimo, azzardando anche una strategia diversa da tutti , ottenendo il  miglior risultato possibile. Al sesto posto viene considerato Russell, nonostante il botto nel finale, “salvato” dal vantaggio sul settimo, l'ottimo Gasly con l'Alpine . Ottavo posto per  Oscar Piastri con l'altra McLaren, il giovane australiano, dopo  gli exploit iniziali è ritornato ad ….imparare la F.1 , comunque in modo onorevole.  Nono posto sub-judice per Sergio Perez investigato per una manovra durante la Virtual Safety Car. Grande impresa di Liam Lawson, il baby neozelandese alla terza gara in carriera conquista il suo primo punto, con  una gara accorta portando ancora punti per la Williams, nella giornata no di Albon.

ROBERTO SAGUATTI

CLASSIFICA GP DI SINGAPORE

  • SAINZ- FERRARI
  • NORRIS-McLAREN
  • HAMILTON- MERCEDES
  • LECLERC-FERRARI
  • VERSTAPPEN- RED BULL
  • RUSSELLMERCEDES
  • GASLY-ALPINE
  • PIASTRI-McLAREN
  • PEREZ- RED BULL
  • LAWSON-WILLIAMS

Arresta domina il 5° Slalom Quota 1000

Domenica, 17 Settembre 2023 18:19 Published in Slalom

Arresta domina il 5° Slalom Quota 1000

Il portacolori trapanese della Giarre Corse si è imposto su Gloria B5 Evo Suzuki nella gara etnea valida per il Trofeo d’Italia sud e per il Campionato Siciliano col miglior punteggio registrato nel corso della prima manche di 114,19. Seconda piazza per il driver locale La Spina su Radical Pro Sport, mentre terzo si conferma SilvioFiore su Formula Five.Grande successo organizzativo di Passione e Sport, che ha gestito con grande professionalità l’evento alla presenza del Delegato/Fiduciario Aci Sport Daniele Settimo e del Presidente della Commissione Slalom Marco Cascino.

Linguaglossa (CT), 17Settembre Salvatore Arresta ha vinto il 5° Slalom Quota 1000 da dominatore. Al pilota mazzarese sono bastate infatti solo due manche di Gara per primeggiare con la sua scattante Gloria B5 Evo Suzuki, rispetto ai catanesi Alessandro La Spina su Radical Pro Sport e Silvio Fiore su Formula Fire Suzuki.

Arresta ha subito firmato la prima manche con la sua migliore prestazione con 114,19, ipotecando la gara, poi sulla seconda nell’intento di migliorare ancora ha toccato un birillo incorrendo nella penalizzazione,ha deciso poi di non prendere il via alla terza forte del primato acquisito. La Spina, driver proveniente dalla vicina Riposto, dopo una prima manche che lo ha visto protagonista con il secondo crono di 118,90 , a seguito di alcuni problemi di allineamento non è riuscito a migliorarsi. Fioreanche lui pilota etneo, che ha chiuso la prima ascesa con 119,63 ,ha provato ad attaccare sia nella seconda manche nella quale ha toccato un birillo, sia nella terza dove ha dovuto alzare bandiera bianca per lo stop forzato prima dell’arrivo.

La gara, che ha assegnato punti per il Trofeo d’Italia sude per il Campionato Regionale Slalom, promosso dalla Delegazione Aci Sport Sicilia, ha visto la presenza del Delegato Regionale Aci Sport Daniele Settimo e Presidente della Commissione Slalom Marco Cascino.

Ottimo anche il riscontro di pubblico trattenutosi numeroso fino alla premiazione a cui ha presenziato il Sindaco Luca Stagnitta, che ha concluso la manifestazione nella Villa Milana Di Linguaglossa. Assegnati al vincitore Salvatore Arresta sia il Trofeo Ciccio Giuffrida, in quanto migliore della classifica assoluto proveniente “da più lontano” sia il Memorial Ninni Mulè, secondo il desiderio dell’Associazione Ciccio La Delfa a cui gli organizzatori hanno  demandato la designazione.

Il vincitore nel post gara ha dichiarato: - ”Ho scelto di non partecipare alla terza manche perché ho sentito dei rumori alla mia vettura che non mi facevano stare tranquillo, d’altra parte il bel risultato della prima mi dava tranquillità per l’esito della gara. Con questo successo ho potuto raccogliere tanti altri punti per la corsa al titolo di Campione Siciliano”-.

La Spina ha così commentato la sua gara: - ”Sono riuscito a disputare la prima manche con serenità e il crono mi ha premiato con un risultato gratificante, poi per dei problemi in allineamento e ho perso la tranquillità per gestire una competizione sportiva dove noi piloti rischiamo in prima persona e non sono più riuscito a migliorarmi nonostante abbia vinto Gara 3”-.

“Per me è stato comunque molto importante confermare il piazzamento dello scorso anno - ha detto Fiore– ho provato anche a spingere in Gara 2 dove ho toccato un birillo, mentre in Gara 3 sono stato costretto al ritiro”.

Quarto posto, e primo di Gruppo E2SC,il messinese Santi Leo su Suzuki SR4 1400, vincitore di Gara 2, davanti a Salvatore Gentile, quinto su Elia Avrio 1400, che ha chiuso al secondo posto fra le vetture biposto. Prestigiosa sesta piazza per Francesco Lombardo su Peugeot 205 Rally di Gruppo E1 1400. Il rientrante driver messinese di Barcellona Pozzo di Gotto ha voluto provare nello slalom etneo la vettura con cui prenderà parte alla Salita dei Monti Iblei sfoderando una prestazione di eccellenza in Top Ten. Settima piazza per Domenico Giangrande anche lui su Elia Avrio di Gruppo E2SC 1400, mentre chiude all’ottavo posto Salvatore Castorina, secondo di Gruppo E1 con la Fiat 500 Sporting.

Chiudono la Top Tenl’avolese Salvatore Turrisi, ancora su Elia Avrio e Isidoro di Bartolo su Gloria B5.

 

Marco Gammeri ha chiuso il podio della E1 risultando undicesimo assoluto con la Renault RS 2000.

 

Gianfranco Catalano ha prevalso fra le estreme vetture silhouette di Gruppo E2SH con la spettacolare Chevy Sedan Yamaha davanti a Luigi Cosentino su Fiat X 1/9 che è risultato il migliore fra gli under 23.

 

Appassionante testa a testa in Gruppo Slalom Speciale che ha visto prevalere Giuseppe Raineri rispetto a Francesco Pirri entrambi su Fiat 127 di Classe S3.

 

Successo fra le bicilindriche per Sebastiano Fiore, secondo degli under 23, davanti ad Alex Scuderi entrambi su Fiat 500 di Gruppo 5.

 

Puntuali sigilli con le Peugeot 106 del pilota e preparatore Michele Ferrara in Gruppo A, Francesco Crucitti in Gruppo N e di Ignazio Bonavires fra le Racing Start Plus. Alfio La Pace ha vinto il Gruppo RS su Fiat 500 turbo 1400.

 

Nella classifica femminile Katia Di Dio su Fiat 127 di Gruppo P, ha preceduto Rossella Pappalardo su Fiat 500 Gruppo S, e Alice Gammeri su Renault Clio 2000 di Gruppo N.

 

 

 

CLASSIFICA TOP TEN

1 Salvatore Arresta (Gloria B5 Evo Suzuki) 114,19; 2 Alessandro La Spina (Kawasaki Club Sport) a 4,71; 3 Silvio Fiore (Suzuki Formula Fire) a 5,44; 4 Leo Santi (Radical) a 9,37; 5 Salvatore Gentile (Elia Avrio) a 11,88; 6 Francesco Lombardo (Peugeot 205 Rally) a 16,82; 7 Domenico Giangrande (Suzuki Hayabusa Elia Avrio) a 18,02; 8 Salvatore Castorina (Fiat 500 Sporting) a 18,14; 9 Sebastiano Turrisi (Suzuki Avrio) a 19,21; 10 Isidoro Di Bartolo (Gloria Suzuki) a 19,38.

42° RALLY APPENNINO REGGIANO:

RITMO SERRATO E VITTORIA PER VELLANI-MARCOMINI (SKODA)

Giornata spettacolare sulle montagne sopra Reggio Emilia per la gara che ha riproposto in grande spolvero l’elevato livello dei driver reggiani, in continua bagarre fino all’ultimo metro.

Le prove speciali, nove in programma, ricavate dalla tradizione hanno elevato il pilota di Quattro Castella, che si è aggiudicato anche la Coppa Rally di Zona 5.

Ai posti d’onore Medici-De Luis e Tosi-Del Barba, anche loro su Skoda.

 

 

Castelnuovo ne’ Monti (Reggio Emilia), 17 settembre 2023 – Temperature calde, estive e decisamente “caldo” anche in gara, per il 42. Rally Appennino Reggiano, corso oggi sulla lunghezza di nove prove speciali.

 

La gara, tornata in calendario dopo la pausa di un anno, affidata dall’Automobile Club Reggio Emilia alla struttura toscana di MaremmaCorse 2.0 ha avuto il cuore pulsante a Castelnuovo ne’ Monti, luogo assai conosciuto dai rallisti di tutta Italia ed ha ripreso il via con 73 iscritti, tanta qualità di “nomi” e vetture.  

 

I poco meno di settanta chilometri di distanza competitiva su strade che hanno rivelato una sfida di alto valore tecnico, hanno visto salire sul gradino più alto del podio Roberto Vellani e Gianmaria Marcomini, al termine di una giornata decisamente tirata, giocata spesso sul filo dei decimi di secondo. Con la Skoda Fabia R5, Vellani ha così fatto suo il titolo della Coppa Rally di Zona 5 staccando dunque il ticket per giocarsi la finale unica nazionale di Cassino a fine ottobre.

 

Sono sempre stati in cinque, a giostrarsi l’attico della classifica, con Vellani che aveva preso il comando dalla prima prova, poi ha ceduto il testimonio a Gianluca Tosi (Skoda, affiancato da Del Barba) sulla terza complice una foratura ma dalla quarta prova il driver di Quattro Castella ci ha dato dentro con decisione, è tornato leader e sapendo rintuzzare gli attacchi decisi dei competitor ha potuto accarezzare per primo la bandiera a scacchi.

 

Seconda posizione per Davide Medici, in al fianco il valtellinese De Luis. Pur correndo poco rispetto ai suoi avversari, il pilota di Vezzano sul Crostolo, anche lui con una Fabia R5, ha sfoggiato carattere e grinta riuscendo a movimentare non poco gli equilibri della top five ed alla fine ha còlto un risultato di pregio, mettendo la firma sul miglior tempo assoluto in cinque tratti cronometrati.

 

Terzo gradino del podio per il carpinetano Gianluca Tosi. Per lui vale quanto scritto per Rusce, un “Appennino” di alto livello, sempre di vertice, conferma del proprio valore espresso durante la stagione..

 

Quarta piazza per un altro reggiano di lunga esperienza tricolore, Antonio Rusce, affiancato da Martina Musiari. Anche lui su Skoda, il pilota di Rubiera è sempre stato ai vertici, senza mai allentare la presa e certamente ben figurando sulle strade casalinghe. Quinto ha terminato il gentleman driver veronese Stefano Zambon, alla sua quarta gara in assoluto ed al volante per la prima volta di una Citroen C3 WRC “plus”. Con la vettura della “doppia spiga”, lo scaligero ha trascorso la prima parte di gara per prendere feeling con la vettura per poi emergere con una progressione di valore.

 

Gara sfortunata per un altro reggiano doc, Ivan Ferrarotti, anche lui sempre in alto in classifica, prima rallentato da una foratura durante la settima prova quando era secondo assoluto tallonando Vellani, poi costretto ad alzare bandiera bianca per uscita di strada nella prova conclusiva.

 

NELLA FOTO: Vellani in azione (foto T. Simonelli)

 

#Rally #Motorsport #CastelnovoMonti #Felina. #Carpineti #RallyAppenninoReggiano2023  #ACIReggioEmilia #MaremmaCorse20  #AutomobileClubReggioEmilia

 

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

PRIMO GRADINO DEL PODIO PER MERLI NELLA 42ª BUZETSKI DANI IN CROAZIA

10°ROUND CAMPIONATO EUROPEO

 

 

Il campione europeo Christian Merli, al volante della sua Osella FA 30 LRM Judd, che ha onorato l’Europeo sino all’ultima gara, la 42ª Buzetski Dani sita nella parte settentrionale dell’Istria. Quest’anno, il portacolori della Scuderia Vimotorsport è salito sul gradino più alto del podio in tutte le gare in programma: Francia, Austria, Spagna, Portogallo, Repubblica Ceca, Italia, Polonia, Svizzera, Slovenia e Croazia.

Christian, stagione indimenticabile

“Tutto bene. Abbiamo terminato in bellezza questo Campionato Europeo. Non è sempre stato facile con gli avversari che si avvicinavano sempre di più. Noi abbiamo sempre dato il massimo e siamo stati premiati con dieci vittoria in altrettante gare. Questa mattina, la nostra Osella sbandava posteriormente, poi tra una manche e l’altra abbiamo sistemato tutto. Abbiamo avuto un’accoglienza fantastica in una gara che ci piace. Il tracciato croato? Una cronoscalata di cinque chilometri con un tratto misto iniziale ed a metà percorso un tornante destro, si passa in mezzo ad un centro abitato ed un altro un tratto veloce per affrontare un tornate sinistro seguito da uno a destra ed un altro a sinistra. S’arriva ad un bivio in mezzo ad un paesino, dove la strada si restringe. Curva impegnativa e poi l’arrivo.

Le prove

Nella prima salita di prova è al comando il campione di Fiavè seguito da Trnka su Norma a 6”350 e Lanzagorta con la Nova a 7”037. Secondo passaggio con classifica immutata.

La gara

Gara 1 con caldo e sole. Il verdetto vede Merli in testa seguito da Trnka e Lanzagorta. Gara 2 al pomeriggio ed è classifica fotocopia. Il campione trentino incassa la decima vittoria in dieci gare. Dietro c’è il ceco a 3”757 e lo spagnolo a 9”455.

Il podio per somma dei tempi

1°Merli (Osella FA30 Judd LRM), 2°Trnka (Norma M20 FC) a 4”886, 3°Lanzagorta (Nova NP01) a 14”978.

RALLYE ELBA GRAFFITI:

I VINCITORI SONO GANDINO-MERENDA (FIAT RITMO 130 ABARTH)

Due tappe e ben 93 rilevamenti sono stati i motivi di interesse della celebre gara di regolarità tricolore a media, quest’anno partecipata dai migliori specialisti italiani.

 

 

Capoliveri (Isola d’Elba-Livorno), 17 settembre 2023 – Trentacinque iscritti, due tappe e ben 93 rilevamenti sulla strada. Ecco gli ingredienti del celebre “Elba Graffiti”, nel contesto del XXXV Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy, che dallo scorso giovedì fino al pomeriggio di ieri ha movimentato l’Isola d’Elba.

 

Appuntamento classico e irrinunciabile, il “Graffiti” quest’anno ha messo in elenco iscritti ben 34 iscritti con al via il top italiano della specialità, certamente attratto dai caratteri della sfida sull’isola e dalle sue bellezze.

 

La vittoria è andata alla Fiat Ritmo 130 Abarth con i colori della blasonata Scuderia “del Grifone” di Genova, portata in gara da Marco Gandino e Carlo Merenda, con 274 penalità, quattro in più del duo Beretta-Liverani, con una Porsche 911. Terzo gradino del podio per Catanzaro-Beneduce, su una Mazda 323, a 301 penalità.

 

 

Nelle foto: Gandino-Merenda (FOTO T.E. SIMONELLI)

 

#RallyeElbaStorico2023 #TrofeoLocmanItaly #Locman #ElbaGraffiti #AciLivorno #AciLivornoSport #CIRAS  #autostoriche #rallystorici #rally #motorsport #elba #isoladelba #italy #mare #sea #elbaisland #toscana #island #sky #travel #tuscany #italia

 

www.rallyelbastorico.net

 

Aci Livorno Sport ASD

Via Verdi 32  - 57126 Livorno

tel. 0039 (0) 586 898435

fax 0039 (0)586 205937

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FACEBOOK  www.facebook.com/RallyeElba

INSTAGRAM www.instagram.com/rallyeelba

TIK TOK @rallyeelba

 

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

Un Rally dei Nuraghi e del Vermentino da incorniciare per Angelo Pucci Grossi:

sesto assoluto e vittoria della Coppa Aci Sport Under 25 “Trofeo Pucci Grossi”

 

Il pilota riminese conquista la “top ten” e - con due gare di anticipo – la Coppa Aci Sport riservata ai giovani ed intitolata a suo padre, pluricampione che ha legato la propria carriera ai fondi sterrati italiani.

 

 

 

 

Rimini, 17 settembre 2023

 

 

 

 

Angelo Pucci Grossi è il vincitore della Coppa Aci Sport Under 25 – Trofeo Pucci Grossi, riconoscimento assegnato matematicamente al pilota riminese, con due gare di anticipo, a conclusione di un Rally dei Nuraghi e del Vermentino archiviato in una ottima sesta posizione assoluta. Al volante della Skoda Fabia Rally2 Evo schierata – per questa occasione – dal team Step Five e condivisa con il copilota Francesco Cardinali, il portacolori della scuderia Valtiberina Motorsport si è reso interprete di una performance valsa il miglior risultato stagionale, concretizzando una progressiva crescita in termini di feeling con la vettura “gommata” Pirelli e con le caratteristiche espresse dai fondi sterrati sardi, seppur limitato dalla foratura dello pneumatico anteriore sinistro, accusata nel corso della terza prova speciale, a circa tre chilometri dalla conclusione.

 

La vittoria della Coppa Aci Sport Under 25, intitolata a Pucci Grossi, indimenticato pluricampione romagnolo che ha legato la propria carriera ai fondi sterrati italiani, si è concretizzata su un palcoscenico che ha espresso grandi contenuti qualitativi, il Campionato Italiano Rally Terra, che ha visto il giovane pilota riminese conquistare la leadership di categoria nel primo appuntamento in programma, il Rally Val d’Orcia e consolidarla all’arrivo del San Marino Rally e del Rally Adriatico.

 

“Una gara fantastica, un ambiente incredibile – il commento di Angelo Pucci Grossi a fine gara – è stato difficile, abbiamo cercato di non demordere nonostante la foratura accusata nel secondo giro di prove, forti delle sensazioni regalate da una vettura che ci ha permesso di esprimerci al meglio. Non abbiamo mai mollato, portando a casa la vittoria della Coppa Aci Sport Under 25 – Trofeo Pucci Grossi, intitolata a mio padre, con due gare di anticipo. Una grande emozione per me, riuscire a conquistare un risultato così importante alla prima stagione con questa vettura. La nostra crescita è stata costante, oggi festeggiamo un risultato di gara che non ci aspettavamo minimamente, un sesto posto conquistato su strade da Mondiale, mai affrontate in precedenza ed alla prima occasione di utilizzo della Skoda Fabia in versione Evo. Tengo a ringraziare Step Five, il team By Bianchi, gli sponsor per quello che ci stanno permettendo di fare attraverso questa programmazione, Francesco Cardinali e tutte le persone che mi seguono. Festeggiare con due gare di anticipo sulla conclusione del campionato significa veramente tanto per me”.

 

 

 

Nella foto (free copyright Max Ponti): Angelo Pucci Grossi e Francesco Cardinali all’arrivo del Rally dei Nuraghi e del Vermentino.   

Accelerano le iscrizioni alla corsa del 24 settembre valida per i Trofei Centro, Bicilindriche ACISPORT, Trofeo “Giacomo Sabatelli”,

ed ultima prova dell’interregionale CPB. Attesi i prototipi di Palumbo, Ricci e Lavieri. Tra le rombanti “piccole” FIAT già prenotate, il campano Mascolo punta al titolo.

COMUNICATO STAMPA n. 2 – 17 settembre 2023 - presentazione

 

Tante le validità, tanti i titoli in palio: il 9^ Slalom “Selva di Fasano”, in programma il prossimo 24 settembre, traccerà una tappa determinante verso il finale della stagione ACISPORT 2023 e, ad una settimana dalla gara organizzata da Fasano Corse, si concretizzano le iscrizioni - aperte fino a mercoledì 20 settembre - da parte dei piloti che vorranno cimentarsi sui celebri tornanti pugliesi della strada provinciale “2” che sale sulla Selva.

Ha già confermato la propria adesione il vincitore delle due ultime edizioni, il driver di Lucera Domenico Palumbo, chiamato a difendere lo scettro della gara al volante della sua Radical SR4 per la Scuderia Venanzio, in un momento di grande forma e sempre “accompagnato, al volante di una Chiavenuto Suzuki e spesso anche sul podio, dal padre Giuseppe. Si attende di conoscere chi raccoglierà il guanto di sfida tra gli altri protagonisti di Fasano 2022, ovvero il frusinate Adriano Ricci, su Formula Gloria, lo scorso anno secondo assoluto, i lucani Antonio Lavieri, terzo su Radical SR4, e nuovi possibili pretendenti.

Nella corsa al Trofeo Centro, i candidati si giocano gli ultimi punti che decreteranno il vincitore in una classifica che al momento è guidata dal campano King Dragon su Mini Cooper, tallonato da un gruppetto di inseguitori composto da Domenico Murino, Michele Sellitto e Francesco Turchiarulo. Murino e Turchiarulo sono anche impegnati nella lotta per la conquista del 20° Campionato Interregionale CPB (Campania, Puglia Basilicata) che si chiude proprio con la tappa di Fasano, preziosissima perché al massimo coefficiente 3.0. Il leader provvisorio, dopo la prova di Tito disputata domenica scorsa, è Vincenzo Fusco, su Peugeot 106 Rallye N1600.

Un’attesa tutta speciale è concentrata sulle bicilindriche, di cui l’evento di Fasano ha da quest’anno la titolarità di Trofeo nazionale, “promosso” da ACI SPORT grazie anche alla straordinaria partecipazione di vetture registrata lo scorso anno. Sono state ben 45 le vetture iscritte nella categoria, in risposta all’invito del 1° Memorial “Giacomo Sabatelli”, istituito in onore dello storico preparatore fasanese, molto amato e stimato, scomparso pochi mesi prima e vinto dal pluricampione italiano Andrea Currenti, su Fiat 500. Mentre in queste ore è in scena in Sicilia lo Slalom “Quota Mille”, tra le “piccole” rombanti di casa FIAT, hanno già sottoscritto la partecipazione il leader della classifica del Trofeo Francesco Mascolo, ed il forte pilota locale Oronzo Montanaro per il gruppo 5, per il gruppo 2, Francesco Guarini e Vincenzo Sabatelli, il figlio del maestro, in gara con la FIAT 500 classe 700 costruita nel 2017 proprio da Giacomo Sabatelli. 

Lo slalom, aperto a vati tipi di vettura tra cui prototipi, rally, VST (Velocità Su Terra), Racing Start, bicilindriche a vantaggio della spettacolarità agonistica, si svolgerà sulla celeberrima SP2 “Viale Varnesina-Selva di Fasano”, teatro storico delle cronoscalate. La linea di partenza sarà fissata in prossimità del Canale di Pirro, per un tracciato lungo 2520 metri con 14 barriere di rallentamento e il traguardo sarà posizionato in viale Toledo. Il programma della competizione, diretta dal lucano Carmine Capezzera, scatterà alle ore 8.30, con la ricognizione ufficiale del percorso, il via della manche 1 sarà dato alle ore 10.30 e, a seguire, si disputeranno gara 2 e gara 3. La direzione gara sarà ubicata presso la Casina Municipale dove si svolgeranno anche le premiazioni, previste alle ore 17.30. Tutte le informazioni sulla competizione sono disponibili sulla pagina web http://www.fasanocorse.com/ e sulla pagina Facebook “Slalom Trofeo Selva di Fasano”.                         

Privacy Policy