NUOVA AUTO, NUOVE CITTÀ, NUOVI TEAM, NUOVO FORMATO E UN NUOVO LOOK PER L'ABB FIA FORMULA E WORLD CHAMPIONSHIP NELLA STAGIONE 9
NUOVA AUTO, NUOVE CITTÀ, NUOVI TEAM, NUOVO FORMATO E UN NUOVO LOOK PER L'ABB FIA FORMULA E WORLD CHAMPIONSHIP NELLA STAGIONE 9
Nicola Lacorte vince il 19° Supercorso ACI Sport nella festa dei 40 anni di Scuola Federale
Nicola Lacorte vince il 19° Supercorso ACI Sport nella festa dei 40 anni di Scuola Federale
Gianluca Grossi al Trofeo Italia Storico per Gretaracing su Triumph Dolomite Sprint
Gianluca Grossi al Trofeo Italia Storico per Gretaracing su Triumph Dolomite Sprint
TROFEO ITALIA CLASSICO E TROFEO ITALIA STORICO A MAGIONE: DOMENICA 27 NOVEMBRE L’ULTIMO ATTO.
TROFEO ITALIA CLASSICO E TROFEO ITALIA STORICO A MAGIONE: DOMENICA 27 NOVEMBRE L’ULTIMO ATTO.
Penultimo giorno di Supercorso, le Formula 4 alzano l’asticella aspettando il gran finale
Penultimo giorno di Supercorso, le Formula 4 alzano l’asticella aspettando il gran finale
FRANCHETTI E MAGGIAN SE LA GODONO A RIJEKA
FRANCHETTI E MAGGIAN SE LA GODONO A RIJEKA
Parte l’azione al Supercorso Federale sulle Renault Clio Cup
Parte l’azione al Supercorso Federale sulle Renault Clio Cup
A RIJEKA L'ENNESIMO DOMINIO DI BOLZA CORSE
A RIJEKA L'ENNESIMO DOMINIO DI BOLZA CORSE
RALLY TEAM FESTEGGIA IL TERZO ASSOLUTO A RIJEKA
RALLY TEAM FESTEGGIA IL TERZO ASSOLUTO A RIJEKA
F.1 CHIUSURA AD ABU DHABI CON VITTORIA DI VERSTAPPEN, LECLERC 2° E' VICE-CAMPIONE CON IL 4° POSTO DI SAINZ LA FERRARI E' SECONDA NEL COSTRUTTORI
F.1 CHIUSURA AD ABU DHABI CON VITTORIA DI VERSTAPPEN, LECLERC 2° E' VICE-CAMPIONE CON IL 4° POSTO DI SAINZ LA FERRARI E' SECONDA NEL COSTRUTTORI
Il Trofeo Inverno emette i primi verdetti al Levante Circuit
Il Trofeo Inverno emette i primi verdetti al Levante Circuit
Lorenzo Mariani è pronto per l’esordio nell’automobilismo
Lorenzo Mariani è pronto per l’esordio nell’automobilismo
QUATTRO SU OTTO, A PRECENICCO, PER FUNNY TEAM
QUATTRO SU OTTO, A PRECENICCO, PER FUNNY TEAM
F.1 IN BRASILE “TORNA” LA MERCEDES DOPPIETTA CON  RUSSELL E HAMILTON
F.1 IN BRASILE “TORNA” LA MERCEDES DOPPIETTA CON RUSSELL E HAMILTON
IL PROGRAMMA DI GARA 2022 DEL TEAM PEUGEOT TOTALENERGIES ARRIVA AL FINALE...
IL PROGRAMMA DI GARA 2022 DEL TEAM PEUGEOT TOTALENERGIES ARRIVA AL FINALE...
Rovera iridato bis nel FIA WEC, il secondo titolo è in LMP2 Pro Am
Rovera iridato bis nel FIA WEC, il secondo titolo è in LMP2 Pro Am
In Bahrain la Toyota vince la 8 Ore e celebra la vittoria del titolo FIA WEC Hypercar 2022. Alla Ferrari i titoli piloti e costruttori della classe GT
In Bahrain la Toyota vince la 8 Ore e celebra la vittoria del titolo FIA WEC Hypercar 2022. Alla Ferrari i titoli piloti e costruttori della classe GT
Partenza in prima fila per la PEUGEOT 9X8 in Bahrain
Partenza in prima fila per la PEUGEOT 9X8 in Bahrain
FIA WEC: ultima gara della stagione in Bahrein, Toyota conquista la pole, Porsche precede Ferrari nelle qualifiche LMGTE Pro
FIA WEC: ultima gara della stagione in Bahrein, Toyota conquista la pole, Porsche precede Ferrari nelle qualifiche LMGTE Pro
Rovera si schiera in Bahrain allo showdown del Mondiale Endurance
Rovera si schiera in Bahrain allo showdown del Mondiale Endurance
IL REXAL FFF RACING TEAM CHIUDE EGREGIAMENTE IL LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPE 2022 E LE LAMBORGHINI GRAND FINALS
IL REXAL FFF RACING TEAM CHIUDE EGREGIAMENTE IL LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPE 2022 E LE LAMBORGHINI GRAND FINALS
LUIGI GALLO IN GRANDE SPOLVERO NELL’ULTIMO ROUND DELLA COPPA ITALIA A MISANO ADRIATICO.
LUIGI GALLO IN GRANDE SPOLVERO NELL’ULTIMO ROUND DELLA COPPA ITALIA A MISANO ADRIATICO.
DL Racing in lotta ai vertici fra Misano e Portimao
DL Racing in lotta ai vertici fra Misano e Portimao
Anteprima notturna per il Team Peugeot TotalEnergies in Bahrain
Anteprima notturna per il Team Peugeot TotalEnergies in Bahrain
Il Porsche Club GT ha celebrato tutti i campioni 2022 a Misano
Il Porsche Club GT ha celebrato tutti i campioni 2022 a Misano
Magliona si laurea campione del Master Tricolore Prototipi
Magliona si laurea campione del Master Tricolore Prototipi
Giornata conclusiva del Misano Racing Weekend: Franca è campione della RS Cup, Magliona conquista il titolo del Master Tricolore Prototipi classe CN
Giornata conclusiva del Misano Racing Weekend: Franca è campione della RS Cup, Magliona conquista il titolo del Master Tricolore Prototipi classe CN
Annunciato a Portimão l’accordo tra Lamborghini e Iron Lynx per la gestione delle competizioni GT nel 2023 e per il programma LMDh nel FIA WEC e IMSA nel 2024
Annunciato a Portimão l’accordo tra Lamborghini e Iron Lynx per la gestione delle competizioni GT nel 2023 e per il programma LMDh nel FIA WEC e IMSA nel 2024
A Misano le gare del sabato del Gruppo Peroni Race: Fernandez vince in Coppa Italia Turismo, Lancellotti si aggiudica la RS Cup
A Misano le gare del sabato del Gruppo Peroni Race: Fernandez vince in Coppa Italia Turismo, Lancellotti si aggiudica la RS Cup
A TORRICELLA, LE EMOZIONI DEL TRICOLORE FORMULA CHALLENGE
A TORRICELLA, LE EMOZIONI DEL TRICOLORE FORMULA CHALLENGE
Grandi traguardi per i piloti ACI Salerno
Grandi traguardi per i piloti ACI Salerno
Levante Circuit sinonimo di sport e sicurezza
Levante Circuit sinonimo di sport e sicurezza
Academy Motorsport premiato come miglior team in Croazia
Academy Motorsport premiato come miglior team in Croazia
Il Porsche Club GT incorona i campioni 2022 nella finale di Misano
Il Porsche Club GT incorona i campioni 2022 nella finale di Misano
Magliona al gran finale del Master Tricolore Prototipi a Misano
Magliona al gran finale del Master Tricolore Prototipi a Misano
Nel futuro di Silvaggi una Formula 4
Nel futuro di Silvaggi una Formula 4
FX ITALIAN SERIES A BABUIN, BOLZONI E MARCHESINI
FX ITALIAN SERIES A BABUIN, BOLZONI E MARCHESINI
TROFEO ITALIA CLASSICO A MAGIONE: FRANCESCO FASOLINO HA PRATICAMENTE GIA’ IN TASCA IL TITOLO NELLA  RACING START, MENTRE IL PADRE DAVIDE DOVRA’ GIOCARSI TUTTO  NELL’ULTIMA GARA PER LA VITTORIA DI CLASSE NELLA PRODUZIONE DI SERIE.
TROFEO ITALIA CLASSICO A MAGIONE: FRANCESCO FASOLINO HA PRATICAMENTE GIA’ IN TASCA IL TITOLO NELLA RACING START, MENTRE IL PADRE DAVIDE DOVRA’ GIOCARSI TUTTO NELL’ULTIMA GARA PER LA VITTORIA DI CLASSE NELLA PRODUZIONE DI SERIE.
Il grande ritorno Ferrari nel mondiale Endurance: presentata la Hypercar 499P
Il grande ritorno Ferrari nel mondiale Endurance: presentata la Hypercar 499P
I titoli dei campionati ATCC e Legends Cars Italia assegnati all’Autodromo Nazionale Monza
I titoli dei campionati ATCC e Legends Cars Italia assegnati all’Autodromo Nazionale Monza
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

STEFANO PERONI SU OSELLA PA 8 E’ IL MIGLIORE NELLA 8° CRONOSCALATA STORICA DELLO SPINO E IL PADRE GIULIANO VINCE IL V RAGGRUPPAMENTO.

 

SFORTUNATO IL BENIAMINO LOCALE ENNIO BRAGAGNI CAPACCINI, MESSO FUORI GIOCO DALLA ROTTURA DI UN SEMIASSE. FRA LE MODERNE SI IMPONE L’UMBRO MICHELE FATTORINI SU OSELLA FA 30

Stefano Peroni

PIEVE SANTO STEFANO - La famiglia Peroni da Sesto Fiorentino, tesserata con il Team Italia, è la “regina” dell’8° cronoscalata storica e 45esima di sempre dello Spino, disputata sui 6 chilometri esatti della provinciale 208 che da Pieve Santo Stefano conducono fin quasi all’abitato di Montalone. La tappa numero 6 del Campionato Italiano di Velocità per Auto Storiche (Civsa) era anche valevole per il Trofeo Toscano di Velocità in Montagna (Ttvm). Stefano Peroni, 45 anni, alza al cielo il trofeo Tratos Cavi per essere stato il migliore in assoluto (con record ritoccato) nella somma dei tempi delle storiche al volante della sua Osella Pa 8, anno 1980 e di conseguenza rafforza la sua leadership nel III Raggruppamento, realizzando il tris stagionale dopo le imprese di Cortona e di Scarperia. Per lui, è anche la prima volta da dominatore allo Spino. Il padre Giuliano, 70 anni, si impone fra le monoposto formula (V Raggruppamento) e sale sul virtuale podio con la terza prestazione complessiva, mentre il fratello Fabrizio, 34 anni, vince il gruppo CN e si classifica quarto assoluto fra le moderne. Sul fatto che Stefano Peroni fosse divenuto il favorito numero uno avevano parlato con chiarezza già le prove ufficiali del sabato: la gara lo ha confermato in pieno, con il record stabilito lo scorso anno dall’Osella di Uberto Bonucci che è stato abbassato di 96 centesimi (2’55”03 il nuovo) durante una prima manche nella quale peraltro Peroni si è anche leggermente scomposto in un paio di curve. Qualche sbavatura nella seconda salita gli ha poi fatto alzare il tempo: 2’56”49, per un totale di 5’51”52. “Ho cercato di dare il massimo – ha commentato un soddisfatto Stefano Peroni – anche perché qui allo Spino avevo più di un conto in sospeso: nel 2012 ruppi il motore in gara 1 e lo scorso anno, con le gomme slick e la pioggia, ho perso la gara negli ultimi 500 metri”. Nuovo record stabilito, nonostante qualche imperfezione. “Più di una – replica Stefano Peroni – e anche nella seconda manche la voglia di abbassare mi ha portato a commettere due-tre errori”. Terzo trionfo stagionale, ovvero le mani sul campionato? “Diciamo che per ora stiamo andando bene”. La sorpresa della domenica c’è stata semmai alle ipotetiche spalle di Stefano Peroni, dove il beniamino di casa Ennio Bragagni Capaccini – che anche nella salita iniziale aveva confermato la seconda posizione del sabato in 3’03”36 – è stato tradito dalla rottura di un semiasse della Re.Bo. 03 proprio alla partenza della seconda manche, della quale ha percorso soltanto un centinaio di metri. Sfumata pertanto la possibile affermazione nel IV Raggruppamento. “Che debbo farci? – ha dichiarato Bragagni Capaccini stringendo le spalle, ma facendo buon viso a cattiva sorte – Quando la sfortuna ci si mette di mezzo va a finire così. Mi dispiace anche perché, dopo il 3’03”36 del mattino, si sarebbe potuto limare qualcosa: non scendere sotto i 3 minuti, ma arrivare appena sopra”. Grande l’amarezza del pubblico locale - pronto per applaudire l’illustre compaesano in gara - e quindi via libera a Piero Lottini, che dopo un sabato in sordina si è ritrovato con la sua Osella Pa 9/90 a scalare un altro gradino, garantendosi la piazza d’onore (sempre nel podio ipotetico) e soprattutto il primato nel IV Raggruppamento, con ulteriori punti preziosi che consolidano la sua leadership.

 

Bracagni Capaccini

Ed ecco i risultati suddivisi per raggruppamento: nel primo, il valdarnese Tiberio Nocentini del Team Italia risolve con una notte di intenso lavoro i problemi della sua Chevron B19, che lo avevano fatto penare il sabato e va a prendersi il successo, superando il diretto rivale Angelo De Angelis su Nerus Silhouette e riavvicinandosi a lui in classifica; terzo posto per la Nsu Brixner di Antonio Di Fazio. “Abbiamo dovuto cambiare la bobina ma non riuscivamo ugualmente a trovare l’inghippo – ha raccontato Nocentini – e allora ci siamo dovuti sorbire un bel viaggio serale a Reggio Emilia per capire di che cosa si trattasse. Siamo tornati alle 4.00 di mattina, ma finalmente ci siamo messi a posto, eliminando una magagna che ci stava dando noia fin dalla gara di Montefiascone”. Nel II Raggruppamento, Ildebrando Motti della Bologna Corse mette tutti d’accordo con la sua Porsche Carrera Rs e guadagna terreno nei confronti del leader Giuliano Palmieri, assente in questa circostanza. Più staccate l’altra Porsche Carrera di Vincenzo Rossi e l’Alfa Romeo 1750 di Fosco Zambelli, che occupano le piazze d’onore. Particolarmente esaltante il “derby” locale nella classe TC700 fra le Fiat Giannini di Michele Bertelli e di Mario Riccardo Viggiani, entrambi di Sansepolcro, che ha visto il vincitore Bertelli spuntarla per oltre 4”, anche se Viggiani è andato meglio nella seconda manche. Nel III Raggruppamento, alle spalle di Stefano Peroni c’è la potente Fiat X 1.9 Dallara di Remo Decarli, mentre è uscita di scena per problemi meccanici nella prima manche l’omologa vettura di Gennaro Ventriglia. Brillante terza posizione per la Bmw 2002 Schnitzer di Massimo Vezzosi, molto vicina alla Fiat X 1.9 di Decarli. Nel IV Raggruppamento, alle spalle di Lottini della Bologna Corse – e per effetto del ritiro di Bragagni Capaccini – ci sono le Lucchini di Walter Marelli (primo nella Sport Nazionale) e di Sandro Zucchi, non dimenticando il quarto posto assoluto del fedelissimo per eccellenza dello Spino, Roberto Brenti di Bibbiena su Renault R5 Gt Turbo, alla 36esima partecipazione e alla 21esima vittoria di classe allo Spino. Relativamente al V Raggruppamento, quello che ha registrato il trionfo di papà Peroni, Emanuele Aralla su Dallara F 390 riesce a recuperare e a distaccare al secondo posto Antonio Lavieri su Formula Renault Europa. Restano invece fuori dal podio due piloti di classifica, Maurizio Rossi su Formula Alfa Boxer e Gina Colotto su Formula Fiat Abarth. A Sara Fiorini su Autobianchi A112 Abarth (III Raggruppamento) è infine andato il trofeo messo in palio dalla BS Lubrificanti di Sansepolcro per il più giovane concorrente classificato fra le auto storiche.

 

 

Nocentini Tiberio

Dominio netto della scuderia Speed Motor (trionfo e tre conduttori fra i primi cinque) nella 45esima edizione di sempre della cronoscalata, quella riservata alle vetture moderne. A iscrivere il proprio nome nell’albo d’oro è l’umbro Michele Fattorini (figlio 27enne di Fabrizio, vincitore allo Spino nel 2003) su Osella Fa 30, che seppure al photofinish riesce ad aver la meglio sull’altra Fa 30 del trentino Diego Degasperi. Una lotta incerta ed entusiasmante fra i due, già protagonisti nel Civm: 2’44”25 per Fattorini e 2’45”27 per Degasperi nella prima salita, 2’45”15 per Fattorini e 2’45”28 per Degasperi nella seconda, con scarti di 1”02 e di 13 centesimi sempre in favore del primo, per un totale complessivo di appena 1”15. Eccellente terza posizione per Franco Manzoni: il ravennate della Speed Motor ha dato il massimo con l’Osella Pa 21/S Evo (circa 200 cavalli in meno di potenza) e si è imposto nella E2-SC, precedendo nella graduatoria assoluta l’Osella Pa 20 S di Fabrizio Peroni, primo nella CN e l’Osellina – la Pa 21 J – del tuderte Alessandro Alcidi, altro portacolori della Speed Motor che per la prima volta affrontava lo Spino. In grande evidenza anche i conduttori locali: di tutto riguardo l’exploit del giovane Daniele Giannini di Pieve Santo Stefano su Gloria B4 classe 1000, settimo nella generale, mentre Lorenzo Mercati di Sansepolcro ha primeggiato nel gruppo N e fra le turismo con la sua Mitsubishi Lancer Evo, conquistando l’ottava piazza assoluta. 

 

Delle 183 auto nella lista di partenza, alla fine sono state 175 quelle che effettivamente hanno preso il via, ripartite fra le 58 moderne e le 117 storiche. Salvo piccole interruzioni dovute a problemi meccanici, tutto è filato liscio senza incidenti, al punto tale che alle 15.00 le due salite erano già state completate fra i circa 3000 spettatori presenti lungo la strada in una giornata di sole atmosfericamente ottimale, con il leggero vento refrigerante a rendere più gradevole il clima.

 

8° CRONOSCALATA STORICA DELLO SPINO

Campionato Italiano di Velocità Auto Storiche

 

Motti Ildebrando 

Le classifiche

 

 

I RAGGRUPPAMENTO

 

  • Tiberio NOCENTINI (Chevron B19) in 6’54”40, alla media di km/h 104,2
  • Angelo DE ANGELIS (Nerus Silhouette) a 15”53
  • Antonio DI FAZIO (Nsu Brixner) a 17”77
  • Alessandro RINOLFI (Austin Mini Cooper) a 55”52
  • Claudio CONTI (Tvr Griffith) a 1’01”05

 

 

 

II RAGGRUPPAMENTO

 

  • Ildebrando MOTTI (Porsche Carrera Rs) in 6’58”72, alla media di km/h 103,2
  • Vincenzo ROSSI (Porsche Carrera Rs) a 11”84
  • Fosco ZAMBELLI (Alfa Romeo 1750 Gtam) a 13”37
  • Alessandro MARALDI (Porsche 914/6) a 22”55
  • Vittorio MANDELLI (Porsche 911 Sc) a 25”55

 

 

 

III RAGGRUPPAMENTO

 

  • Stefano PERONI (Osella Pa 8) in 5’51”52, alla media di km/h 122,9
  • Remo DECARLI (Fiat X 1.9 Dallara) a 57”39
  • Massimo VEZZOSI (Bmw 2002 Schnitzer) a 58”90
  • Salvatore ASTA (Bmw 2002) a 1’18”40
  • Mauro CECCARELLI (Ams Sport 1300) a 1’29”58

 

 

 

IV RAGGRUPPAMENTO

 

  • Piero LOTTINI (Osella Pa 9/90) in 6’12”01, alla media di km/h 116,1
  • Walter MARELLI (Lucchini Sn 88) a 28”35
  • Sandro ZUCCHI (Lucchini Sn 85) a 58”11
  • Roberto BRENTI (Renault R5 Gt Turbo) a 1’06”71
  • Roberto VINCENZI (Bmw M3 E30) a 1’12”03

 

 

 

V RAGGRUPPAMENTO

 

  • Giuliano PERONI (Martini Mk 32) in 6’15”26 alla media di km/h 115,1
  • Emanuele ARALLA (Dallara F 390) a 25”92
  • Antonio LAVIERI (Formula Renault Europa) a 34”59
  • Maurizio ROSSI (Formula Alfa Boxer) a 47”09
  • Gina COLOTTO (Formula Fiat Abarth) a 1’30”92

 

 

 

45° PIEVE SANTO STEFANO-PASSO DELLO SPINO

Auto moderne

 

Classifica assoluta

 

  • Michele FATTORINI (Osella Fa 30) in 5’29”40, alla media di km/h 131,1
  • Diego DEGASPERI (Osella Fa 30) a 1”15
  • Franco MANZONI (Osella Pa 21/S Evo) a 21”09
  • Fabrizio PERONI (Osella Pa 20 S) a 22”30
  • Alessandro ALCIDI (Osella Pa 21 Jrb) a 33”49

 

 

Nelle foto della gara:

- l'Osella Pa 8 numero 9 del vincitore, Stefano Peroni

- la Chevron B19 numero 16 di Tiberio Nocentini, vincitore del I Raggruppamento

- la Re.Bo. 03 numero 2 di Ennio Bragagni Capaccini, ritiratasi all'inizio della seconda manche

- la Porsche Carrera Rs numero 108 di Ildebrando Motti, vincitore del II Raggruppamento

 

Pieve Santo Stefano, 18 giugno 2017

 

 

Ufficio stampa

Pro Spino Team

 

 

 

Cetilar Villorba Corse, 24 Ore di Le Mans: sabato

Sabato, 17 Giugno 2017 18:57 Published in Rally

Cetilar Villorba Corse, 24 Ore di Le Mans: sabato

Le Mans (Francia), 17 giugno 2017. Viaggia costante la Dallara P217 Gibson della Cetilar Villorba Corse alla 24 Ore di Le Mans. L'equipaggio Roberto Lacorte, Giorgio Sernagiotto e Andrea Belicchi ha preso il via della leggendaria corsa endurance francese sabato alle 15 e dopo tre ore e mezza di gara occupa l'undicesima posizione della classe LMP2, la quindicesima assoluta. Dopo il bagno di folla di venerdì alla parata dei piloti nel centro di Le Mans e dopo i positivi riscontri del warm up disputato sabato in mattinata, nel pomeriggio è toccato a Belicchi salire per primo sul prototipo dell'unico team tutto italiano iscritto nelle categorie delle sportscar. Scattato dalla 24esima posizione della griglia, il pilota emiliano ha seguito la strategia decisa dalla squadra per questa prima fase della corsa. Sempre con passo costante, Belicchi è risalito fino alla top-ten di classe e dopo due ore e mezza al momento del suo quarto pit-stop per rifornimento ha ceduto il volante a Sernagiotto mentre il team effettuava il primo cambio gomme della propria gara. Al momento il driver trevigiano si trova per la prima volta in gara alla 24 Ore di Le Mans e dopo di lui, in serata il battesimo di fuoco (con tanto di sole e caldo) toccherà anche al pisano Lacorte.

Il Team Principal Raimondo Amadio commenta: Dopo tutto quanto già fatto tra mercoledì e giovedì in qualifica, i ragazzi del team hanno fatto un lavoro magnifico anche venerdì. Hanno lavorato sulla macchina dalle 9 di mattina fino a mezzanotte per permetterci di avere un prototipo in perfette condizioni fin dal warm up, dove siamo stati molto consistenti verificando che tutto funzionasse. Finora in gara non abbiamo registrato particolari problemi, ma la corsa è ancora massacrante, speriamo di poter continuare così il nostro sogno".Belicchi racconta subito dopo il suo primo turno di guida in gara: Ho cercato di gestire al meglio gli pneumatici mantenendo un passo sempre costante, anche perché ancora delle incognite sulla loro effettiva performance sulla durata le avevamo. Ho tirato un po' soltanto verso la fine, quando sapevo che con Sernagiotto avremmo montato delle coperture nuove. Sono contento di queste prime ore di gara, la nostra Dallara sta funzionando bene e anche nell'abitacolo il caldo è sopportabile. L'esperienza maturata e i dati raccolti in questa prima parte sarà fondamentale per il prosieguo. E' ancora lunghissima.

 

Allegate: Foto Paola Depalmas

Ufficio Stampa

Gianluca Marchese

Medaglia d'argento per Iaquinta a Monza in gara uno

Sabato, 17 Giugno 2017 17:44 Published in Rally

 

Medaglia d'argento per Iaquinta a Monza in gara uno

 

Il driver calabrese ha conquistato il secondo posto nel Mini Challenge. "Sono motivato e pronto ad affrontare gara due"
 
 
Simone Iaquinta conferma l'ottima giornata di qualifica, che lo aveva visto conquistare la seconda posizione in griglia di partenza, agguantando un meritatissimo podio in gara uno nel campionato Mini Challenge. A un passo dalla vittoria, il forte driver calabrese ha tagliato il traguardo al secondo posto, al volante della Mini Cooper S "John Cooper Works" curata da AC Racing.
Un risultato di prestigio, quello conquistato all'autodromo di Monza, impreziosito peraltro dal miglior giro fatto registrare durante la gara. Al di là del giro veloce, comunque, Iaquinta ha dimostrato consapevolezza e autorevolezza al volante della vettura, e proverà domani (con start alle 9,45), a bissare il risultato in gara due.
L'obiettivo, nella seconda e ultima sfida di questo fine settimana a Monza, è quello di portare a casa punti importanti e un pieno di morale in vista del prosieguo di stagione.
"Sono felice di questo risultato - ha specificato Iaquinta al termine di gara uno - Non era facile mantenere la posizione e al contempo cercare di attaccare. Ringrazio il team che mi supporta sempre per mettere a disposizione una vettura competitiva. Sono carico e motivato per affrontare la seconda sfida di domani"
 
 
Ufficio Stampa
Erregimedia

A Monza suonano anche i motori dell'ACI Racing week end 

 

I grandi eventi musicali in programma all’Autodromo Nazionale Monza in questo fine settimana con gli I-Days non frenano il rombante e incessante calendario sportivo 2017. Dopo il Ferrari Challenge, questo mese di giugno offre agli appassionati un ricco programma targato ACI Racing Weekend con ben cinque campionati che daranno vita a 14 gare fra sabato e domenica, a cui si sommeranno le attività del Ferrari Club Italia, per un totale di oltre cento vetture in pista. L’ingresso è gratuito in tutte le giornate con libero accesso a tribune e paddock (parcheggio, da giovedì a domenica, 10 euro auto, 5 euro moto).

Ferrari, Lamborghini, BMW, Audi, Mercedes, Porsche, Corvette, sono i prestigiosi marchi che si sfideranno nel Campionato Italiano Gran Turismo, la serie nazionale di vetture a ruote coperte, al suo terzo appuntamento stagionale (sette in tutto le gare in calendario, con conclusione in ottobre al Mugello). Confermata la formula con due gare separate di minidurata (48 minuti + 1 giro) per le classi Super GT3/GT3 e Super GT Cup/GT Cup/GTS.
Nella prima sono in testa nella classifica assoluta Michele Beretta e Alex Frassineti (Lamborghini Huracan del team Ombra), vittoriosi in Gara 2 nell’ultima tappa di Misano, che precedono Riccardo Agostini e Daniel Zampieri (Lamborghini Huracan dell’Antonelli Motorsport). Dietro di loro Stefano Gai (Ferrari 488 Italia del Black Bull Swiss Racing), due vittorie con Mirko Venturi nella prima uscita di Imola. Da segnalare il figlio d’arte Edward Cheever. A Monza il via per Gara 1, rispettivamente, sabato alle 15.05 e alle 17.05, domenica alle 14.25 e alle 17.10.

Doppia gara da 25 minuti + 1 giro per il Campionato Italiano Sport Prototipi che vede sulla griglia di partenza vetture di varie marche fra cui Osella, Wolf, Norma e Radical. Campionato con sette appuntamenti che ha visto nelle prime quattro gare altrettante affermazioni di Ivan Bellarossa (Wolf del team Avelon Formula). Cerca il riscatto a Monza Francesco Turatello con la sua Osella PA21 dopo il podio sfumato a Misano. Sabato alle 14.10 e domenica alle 10.40 lo start.

A rappresentare il mondo TCR, presente in quasi trenta Paesi a livello internazionale, giunge a Monza il TCR Italy Touring Car Championship che prevede sette appuntamenti, di cui due in terra brianzola, nel corso di quest’anno. Due graduatorie per vetture di omologazione internazionale e di omologazione nazionale. Classifica assoluta dominata finora da Eric Scalvini che con la sua Honda Civic ha ottenuto finora ben tre vittorie fra Adria e Misano. Suo principale avversario Nicola Baldan a bordo di una Seat Leon. Due gare di 25 minuti + 1 giro: il via sabato alle 16.15, domenica 16.25.

A completare il programma le due gare del Mini Challenge, monomarca ufficiale MINI, giunto alla sua sesta stagione (gare di 25 minuti + 1 giro, con partenza sabato alle 13.15 e domenica alle 9.45) e le quattro gare della serie italiana Mitjet, nata grazie alla società francese Tork Engineering, che prenderanno il via sabato alle 12.30 e alle 18.15, domenica alle 9.00 e alle 15.40 (20 minuti + 1 giro). Vi saranno infine sia sabato (dalle 10.25 alle 11.35 e dalle 18.50 alle 19.40), sia domenica (11.20 alle 13.20), le attività del Ferrari Club Italia.

Data la concomitanza con i concerti degli I-Days si segnala che l’ingresso di Vedano sarà solo pedonale, mentre operatori dell’informazione, addetti ai lavori e tutti i tifosi potranno accedere all’impianto con auto e moto unicamente dall’ingresso di S. Maria alle Selve. (p.r.)

 

L'Ufficio Stampa

 

 

Nebrosport all’esordio sugli asfalti della vecchia contea di ceccano.

 

Sant’Angelo di Brolo, 15 giugno 2017 – Weekend laziale per la Nebrosport che il 17 e 18 giugno 2017 sarà presente al “Rally Contea di Ceccano”. La 1^ edizione della kermesse ciociara, organizzata dal Contea di Ceccano Rally Team e supportata dall’Automobile Club Frosinone, avrà validità di Rally Day, zona nazionale 6.

Ad esordire con i colori della scuderia siciliana sarà Francesco Bucciarelli, affiancato da Vincenzo Romano. L’equipaggio si prepara ad affrontare la gara di casa al volante di Clio Super 1600, con il chiaro obiettivo di puntare ai vertici della classifica assoluta.

Scuderia Nebrosport

GRAN PARTE DEI 202 PILOTI ISCRITTI E’ GIA’ A PIEVE SANTO STEFANO PER LE VERIFICHE. SABATO 17 LA PROSECUZIONE FINO ALLE 11.00, POI ALLE 12.00 IL VIA ALLE PROVE UFFICIALI DELLA 8° CRONOSCALATA STORICA DELLO SPINO E 45ESIMA DI SEMPRE

 

PIEVE SANTO STEFANO - In un caldissimo venerdì pomeriggio, sono iniziate le verifiche sportive e tecniche della 8° cronoscalata storica dello Spino e 45esima di sempre, che si concluderanno alle 11.00 di sabato 17 giugno, un’ora prima del via delle prove ufficiali. Fin dalla tarda mattinata, il paese di Pieve Santo Stefano ha iniziato a calarsi sempre più nell’atmosfera della gara, valevole quest’anno sia per il Campionato Italiano di Velocità in Salita per Auto Storiche (Civsa), che per il Trofeo Toscano di Velocità in Montagna (Ttvm), non dimenticando la partecipazione delle vetture moderne senza limite massimo di iscrizioni.

 

A far salire l’entusiasmo degli sportivi e degli appassionati della specialità è stato senza dubbio il ragguardevole totale di iscritti, pari a 202 e suddivisi fra le 138 vetture storiche e le 64 moderne. Numeri che danno ragione alla Pro Spino Team, alla sua organizzazione e alla cura minuziosa nell’allestimento del tracciato di 6 chilometri sulla provinciale 208, che i concorrenti dovranno coprire due volte. Nonostante la possibilità di verificare anche al sabato mattina, con tre ore a disposizione, la stragrande maggioranza dei piloti ha raggiunto Pieve il venerdì, sistemando così la pratica per potersi concentrare sulle caratteristiche del percorso.

 

Oltre ai paddock, fulcro della manifestazione è stato il centro storico del paese: in piazza Logge del Grano i tavoli per le verifiche sportive, nell’attigua piazza Plinio Pellegrini i gazebo per le verifiche tecniche in mezzo a una cornice di pubblico che non si è fatto di certo pregare. Poco prima dell’inizio delle due sessioni di prove ufficiali, fissato per le ore 12.00 di sabato 17 giugno, si conoscerà il numero esatto dei partenti, mentre il via del direttore Flavio Candoni alla gara verrà dato alle 9.30 di domenica 18. Piacevole appendice del venerdì, la presentazione del primo volume del libro sulla storia dello Spino, scritto dall’architetto Enzo Roncolini di Arezzo, che in questa pubblicazione ha raccolto tutti i dati relativi alle 29 edizioni iniziali, quelle disputatesi sul tracciato lungo di 12 chilometri e mezzo. 

 

 

Pieve Santo Stefano, 16 giugno 2017

 

 

Ufficio stampa

Pro Spino Team

 

 

Simone Iaquinta secondo in griglia di partenza a Monza

 

l driver bruzio ha conquistato un ottimo risultato nelle qualifiche del trofeo Mini Challenge

 

 

Partirà dalla seconda posizione in griglia di partenza il pilota calabrese Simone Iaquinta nella terza uscita stagionale del trofeo Mini Challenge. Un weekend impegnativo, complice anche il gran caldo, che si svolgerà sul nastro d'asfalto del circuito di Monza.

Iaquinta, che correrà a bordo di una Mini Cooper S "John Cooper Works", 2000 turbo da 270 cavalli (team AC Racing), lotterà per mantenere le posizioni di testa e chiudere al traguardo con un risultato importante.

Le tre sessioni di prove di oggi - due libere e una di qualifica - hanno sancito la seconda posizione che occuperà il pilota calabrese prima del semaforo verde. La sfida avrà inizio domani, sabato 17 giugno, alle 13,15, con il segnale di start di gara uno, della durata di 25' + un giro. Domenica, invece, alle 9,45, il driver bruzio affronterà gara due.

"Sono soddisfatto del risultato conseguito nelle qualifiche - ha dichiarato a caldo il giovane pilota - perché credo sia importante partire dalle prime posizioni. Dovremo gestire questo vantaggio e disputare una gara oculata e attenta, perché gli avversari sono temibili e nulla va dato per scontato. La vettura - ha concluso Iaquinta - ha risposto bene alle sollecitazioni sia durante le prove libere che le qualifiche vere e proprie, e questo mi dà morale e mi convince che siamo sulla strada giusta. Ci impegneremo al massimo per portare a casa punti preziosi".

 

Ufficio Stampa 

Erregimedia - Rosario Giordano - Gianluca Marchese

IL RALLY CITTA' DI SCHIO E’ ON LINE

Venerdì, 16 Giugno 2017 18:55 Published in Rally

IL RALLY CITTA' DI SCHIO E’ ON LINE

 

L’organizzazione rende fruibile sul proprio sito web i caratteri dell’evento,che dopo la rinascita dello scorso anno compie un passo avanti, andando

a riproporlo come gara nazionale il 22 e 23 luglio.Confermata la cerimonia di partenza in Piazza Rossi a Schio

e subito dopo il via al confronto con una “piesse” nel Comune di Monte di Malo.Sette le prove speciali in programma per un totale competitivo di 69,300 Km.

 

Schio (Vicenza), 16 giugno 2017

 

Da poche ore il Rally Città di Schio, con la sua ventisettesima edizione, è “on line”. Indirizzandosi a www.rallycittadischio.it, dalla giornata odierna è possibile conoscere tutti i caratteri ed i dettagli dell’evento, in programma per il 22 e 23 luglio.Un evento che dopo la rinascita dello scorso anno torna a riproporsi come rally nazionale, proseguendo così un lavoro importante mosso dalla passione, del giovane sodalizio scledense P.S.G. Rally, forte di una significativa impronta femminile. Tornato lo scorso anno dopo quattro stagioni di pausa come un "Rally Day", quest'anno viene proposto come "rally nazionale", sette prove speciali di grande effetto quasi settanta chilometri competitivi, quelli che certamente faranno tornare a regalare le sensazioni di un tempo.Il percorso proposto dall’edizione duemiladiciassette arriva dalla tradizione della gara scledense, che ha sempre avuto ampi apprezzamenti da parte dei piloti. Con alcuni “ritocchi” e variazioni rispetto allo scorso anno, oltre ad ovviamente un percorso più lungo per adeguarlo alla normativa prevista per i “nazionali”. Quattro diverse prove speciali: una quella di apertura da correre una sola volta come “aperitivo” di sabato 22 luglio ed altre tre da affrontare per due volte nella giornata di domenica.

UNA STORIA IMPORTANTE

Tutto il lavoro è frutto di una grande passione e di un guardare alla tradizione, alla storia “dello Schio”. Una storia gloriosa. Nell’albo d’oro delle ben 26 edizioni disputate (oltre a quella dello scorso anno che per regolamento non proseguì la numerazione) risultano nomi come“Lucky”, Corradin, Ceccato, il compianto Zenere, Battaglin, Bianco, Gasparotto, il còrso Campana, sino all’ultimo vincitore del 2012, il locale Andrea Smiderle. Una storia dunque importante, tornata attuale nel 2016 con la vittoria firmata dal lusianese Eddie Sciessere, una storia che non si poteva lasciare negli annali e che è stato deciso di proseguire con un nuovo corso, con nuovi stimoli, con nuove persone alla gestione dietro le quinte. Tutto questo grazie ai diversi partner economici che hanno creduto e continuano a credere nel progetto di questa manifestazione, e soprattutto con un dialogo ampiamente costruttivo con le Istituzioni e con la popolazione interessata dal passaggio dell’evento.

UN EVENTO PER IL TERRITORIO

Il 27° Rally Città di Schio é nuovamente inteso anche come forma di comunicazione del territorio, per questo è stata avviata una forte e costruttiva sinergia con l’Amministrazione Comunale di Schio, pertinente a promuovere i luoghi con lo sport, grazie soprattutto al turismo "emozionale”, quello catalizzato dall’evento stesso, capace di portare sul territorio un importante flusso di appassionati in almeno tre giorni intorno alla gara.

SPORT, SICUREZZA E AMBIENTE

L'Organizzatore, oltre a promuovere la manifestazione automobilistica con l’obiettivo della sicurezza attiva e passiva per piloti e pubblico, guarda anche e dello spettacolo, cercando comunque di accrescere l’educazione all’ambiente, rispettando tutte le normative vigenti.

Lungo il percorso di gara, verranno predisposti appositi contenitori affinché il pubblico presente non abbandoni rifiuti ed al termine della gara, a cura dell’organizzazione, si provvederà alla pulizia delle strade e delle adiacenze.

RICONFERMATO IL PASSAGGIO DEI CONCORRENTI IN CENTRO A SCHIO

Dell’importanza che verrà data all’evento il tratto distintivo sarà di nuovo il passaggio in Piazza Alessandro Rossi a Schio con la cerimonia di partenza e di arrivo, in centro, davanti al magnifico duomo di San Pietro, che prende origini dal decimo secolo, sulla sommità del colle Gorzone, un piccolo sperone roccioso, ultimo tratto della lingua di terra che si incunea nel centro cittadino.

IL PROGRAMMA DI GARA

Iscrizioni aperte dal 23 giugno al 14 luglio, poi si entrerà nel vivo della manifestazione sabato 15 luglio con le ricognizioni autorizzate e vigilate (ore 09,00-12,00 e 14,00-18,00), per poi ripeterle venerdì 21 luglio con gli stessi orari e modalità.

Sabato 22 luglio si entra decisamente in clima di gara: dalle 9,00 alle 13,30 presso il palasport "PalaRomare" a Schio sono in programma le operazioni di verifica amministrativa e tecnica, poi motori accesi con lo "shakedown", il test con le vetture da gara (ore 13,00-16,00).

Dalle ore 19,00 partenza "tecnica" della gara dal Piazzale Pubblici Spettacoli a Schio, seguita dal transito delle vetture, con controllo orario in Piazza Rossi, dove vi sarà la cerimonia di partenza con la presentazione di tutti gli equipaggi. Dalle 19,42 sarà gara, con la prima "piesse" di 3,220 Km. dopo la quale i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno previsto in Piazza Statuto a Schio (dalle 20,10).

Il resto della competizione l'indomani, domenica 23 luglio. L'uscita dal riordinamento notturno sarà dalle 09,01, cui seguiranno le restanti sei prove speciali (tre da ripetere due volte), con la bandiera a scacchi che sventolerà in Piazza Rossi a partire dalle 17,30.

Confermata la logistica del passato, con il quartier generale dell'evento riproposto al Palasport "PalaRomare" in Viale dell'Industria a Schio, e i due riordini della domenica presso il partner dell’evento GPS Packaging in Via Campania.

 

FOTO: IL PODIO DELL'EDIZIONE 2016 (FOTO SPORT)

 

 

SCUDERIA P.S.G. RALLY

Associazione Sportiva Dilettantistica

c/o Palasport “Livio Romare” – Viale dell’Industria – 36015 Schio (VI)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

www.rallycittadischio.it

 

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

studio MGTCOMUNICAZIONE

 

 

56^ COPPA TEODORI, ISCRIZIONI VICINE ALLA CHIUSURA

Giovedì, 15 Giugno 2017 19:37 Published in Salite

 

56^ COPPA TEODORI, ISCRIZIONI VICINE ALLA CHIUSURA

 

Per la cronoscalata ascolana iscrizioni chiuse per la prova internazionale IHCC. Per la validità italiana iscrizioni aperte fino alle 24 di lunedi 19 giugno. La delegazione di Treviri in visita per la gara e per una donazione al Comune per i danni del terremoto.

 

Ascoli Piceno - Ci stiamo avvicinando a grandi passi alla Coppa Paolino Teodori, valevole per il CIVM e TIVM, oltre che per la Coppa FIA della Montagna IHCC. Come da regolamento, si sono già chiuse le iscrizioni per la prova internazionale, con l’adesione di piloti provenienti da Repubblica Ceca ed Ungheria, mentre all’inizio della prossima settimana (ore 24 di lunedi 19 giugno), si chiuderanno le iscrizioni per la gara di validità nazionale. Si attende il pieno di piloti partecipanti, per proseguire la tendenza delle ultime stagioni che hanno visto consolidato il gradimento nazionale ed internazionale per la cronoscalata Picena.

La manifestazione, organizzata dall’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo e dal Gruppo Sportivo AC Ascoli Piceno, si svolge sul percorso Colle San Marco-San Giacomo di 5,038 km. Venerdi 23 nel pomeriggio si svolgeranno le verifiche tecniche e sportive negli spazi dislocati sul pianoro di Colle San Marco. Sabato 24 giugno si disputeranno due salite di prove ufficiali e domenica 25 giugno si disputerà la gara in due manches, valevole come quinta prova del Campionato Italiano Velocità Montagna, quarta prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna e sesta prova della Coppa FIA Internazionale della Montagna.

La stagione sportiva delle salite è iniziata nel grande segno dell’incertezza e della spettacolarità. I due big della montagna, il toscano Simone Faggioli ed il trentino Christian Merli si stanno confrontando ad altissimo livello sia in chiave europea che nazionale, ma alle loro spalle premono altri protagonisti, che hanno ridotto le distanze, in primis il giovane calabrese Domenico Scola capoclassifica del CIVM, che proprio ad Ascoli ottenne nel 2012 il suo primo successo assoluto.

Mercoledi 21 giugno alle ore 11,30 ci sarà la conferenza stampa di presentazione della gara presso la Sala Consiliare dell’Automobile Club Ascoli Piceno-Fermo, Viale Indipendenza 38/a.

Durante il fine settimana dell’evento ci sarà anche la gradita presenza di una numerosa delegazione proveniente da Treviri in Germania, antica città della Renania-Palatinato gemellata dal 1958 con Ascoli Piceno. Le due città si sono unite in nome di Sant’Emidio, nato a Treviri e divenuto patrono della città di Ascoli. La delegazione guidata da Manfred Kronenbourg, organizzatore della cronoscalata tedesca e amico da tempo dello staff della Coppa Teodori, compirà un lungo tour all’insegna della cultura, dell’enogastronomia e dei motori, che inizierà a Maranello e proseguirà nell’ascolano con varie visite alla città capoluogo e nelle zone coinvolte dal terremoto. Il momento più significativo si terrà nella mattinata di domenica 23 giugno presso il Municipio di Ascoli Piceno e sarà rappresentato dalla consegna al sindaco di una raccolta fondi per contribuire alla ricostruzione dei paesi danneggiati dai recenti eventi sismici che hanno colpito il centro Italia. La delegazione sarà poi ospite dell’evento Coppa Teodori e sulla strada del ritorno farà tappa nel parmense prima di rientrare a Treviri.

 

 

ufficio stampa GS AC Ascoli Piceno

- Giuseppe Saluzzi - 15 giugno 2017         

http://www.gsacascoli.org                                                           

http://www.coppateodori.org

 

 

LORENZO VEGLIA ATTESO A MONZA PER IL TRICOLORE GRAN TURISMO

 

Il pilota torinese deciso a confermare l'ottimo risultato conseguito a Misano, dove è riuscito a centrare il podio in Gara 1. Appuntamento sull'asfalto brianzolo da venerdì 16 a domenica 18 giugno.

 

 

- Leini (TO), 13 maggio 2017-

 

 

L'occasione di confermare l'ottimo risultato conquistato a Misano appena due settimane fa, cercando di replicare una performance divenuta garante del podio assoluto. Lorenzo Veglia è atteso alla chiamata del Campionato Italiano Gran Turismo, in scena all'Autodromo di Monza nel prossimo fine settimana.

Al volante della Lamborghini Huracàn GT3 messa a disposizione dal team Antonelli Motorsport, equipe compartecipe degli ottimi risultati in ambito iridato conseguiti dal pilota di Leini nella stagione 2016, Lorenzo Veglia cercherà di dare un prosieguo alla crescita evidenziata sul tracciato romagnolo.

Ad inaugurare il fine settimana targato Acisport, condiviso dal giovane torinese con lo svizzero Alain Valente, saranno le prove libere, previste nella giornata di venerdì. Prove ufficiali all'indomani, con la disputa della due sessioni che decreteranno l'ordine di partenza dalla griglia.

Alle ore 15 partenza di Gara 1, con Lorenzo Veglia chiamato al confronto con gli esponenti della classe Super GT3. Domenica, seconda sessione di gara da 48' ed un giro, in programma alle ore 14,25.

Una stagione agonistica iniziata nel segno della “top ten” e che ha evidenziato un feeling crescente con la vettura. Particolare dal quale potrebbero emergere certezze proprio in vista del doppio confronto su uno dei tracciati più celebri.

Affrontiamo questo appuntamento con la consapevolezza di poter dare continuità al risultato conquistato a Misano – il commento di Veglia a pochi giorni dal via della gara – ripetersi è sempre difficile ma le sensazioni sono decisamente buone, il feeling con la vettura è in continua crescita grazie ad un lavoro continuo di squadra che sta confermando le aspettative”.

 

 

Nella foto FREE PRESS (concessa da Claudio Signori): Lorenzo Veglia festeggia il podio a Misano.

 

 

UFFICIO STAMPALORENZO VEGLIA

 

MGT comunicazione

Gabriele Michi

Privacy Policy