NUOVA AUTO, NUOVE CITTÀ, NUOVI TEAM, NUOVO FORMATO E UN NUOVO LOOK PER L'ABB FIA FORMULA E WORLD CHAMPIONSHIP NELLA STAGIONE 9
NUOVA AUTO, NUOVE CITTÀ, NUOVI TEAM, NUOVO FORMATO E UN NUOVO LOOK PER L'ABB FIA FORMULA E WORLD CHAMPIONSHIP NELLA STAGIONE 9
Nicola Lacorte vince il 19° Supercorso ACI Sport nella festa dei 40 anni di Scuola Federale
Nicola Lacorte vince il 19° Supercorso ACI Sport nella festa dei 40 anni di Scuola Federale
Gianluca Grossi al Trofeo Italia Storico per Gretaracing su Triumph Dolomite Sprint
Gianluca Grossi al Trofeo Italia Storico per Gretaracing su Triumph Dolomite Sprint
TROFEO ITALIA CLASSICO E TROFEO ITALIA STORICO A MAGIONE: DOMENICA 27 NOVEMBRE L’ULTIMO ATTO.
TROFEO ITALIA CLASSICO E TROFEO ITALIA STORICO A MAGIONE: DOMENICA 27 NOVEMBRE L’ULTIMO ATTO.
Penultimo giorno di Supercorso, le Formula 4 alzano l’asticella aspettando il gran finale
Penultimo giorno di Supercorso, le Formula 4 alzano l’asticella aspettando il gran finale
FRANCHETTI E MAGGIAN SE LA GODONO A RIJEKA
FRANCHETTI E MAGGIAN SE LA GODONO A RIJEKA
Parte l’azione al Supercorso Federale sulle Renault Clio Cup
Parte l’azione al Supercorso Federale sulle Renault Clio Cup
A RIJEKA L'ENNESIMO DOMINIO DI BOLZA CORSE
A RIJEKA L'ENNESIMO DOMINIO DI BOLZA CORSE
RALLY TEAM FESTEGGIA IL TERZO ASSOLUTO A RIJEKA
RALLY TEAM FESTEGGIA IL TERZO ASSOLUTO A RIJEKA
F.1 CHIUSURA AD ABU DHABI CON VITTORIA DI VERSTAPPEN, LECLERC 2° E' VICE-CAMPIONE CON IL 4° POSTO DI SAINZ LA FERRARI E' SECONDA NEL COSTRUTTORI
F.1 CHIUSURA AD ABU DHABI CON VITTORIA DI VERSTAPPEN, LECLERC 2° E' VICE-CAMPIONE CON IL 4° POSTO DI SAINZ LA FERRARI E' SECONDA NEL COSTRUTTORI
Il Trofeo Inverno emette i primi verdetti al Levante Circuit
Il Trofeo Inverno emette i primi verdetti al Levante Circuit
Lorenzo Mariani è pronto per l’esordio nell’automobilismo
Lorenzo Mariani è pronto per l’esordio nell’automobilismo
QUATTRO SU OTTO, A PRECENICCO, PER FUNNY TEAM
QUATTRO SU OTTO, A PRECENICCO, PER FUNNY TEAM
F.1 IN BRASILE “TORNA” LA MERCEDES DOPPIETTA CON  RUSSELL E HAMILTON
F.1 IN BRASILE “TORNA” LA MERCEDES DOPPIETTA CON RUSSELL E HAMILTON
IL PROGRAMMA DI GARA 2022 DEL TEAM PEUGEOT TOTALENERGIES ARRIVA AL FINALE...
IL PROGRAMMA DI GARA 2022 DEL TEAM PEUGEOT TOTALENERGIES ARRIVA AL FINALE...
Rovera iridato bis nel FIA WEC, il secondo titolo è in LMP2 Pro Am
Rovera iridato bis nel FIA WEC, il secondo titolo è in LMP2 Pro Am
In Bahrain la Toyota vince la 8 Ore e celebra la vittoria del titolo FIA WEC Hypercar 2022. Alla Ferrari i titoli piloti e costruttori della classe GT
In Bahrain la Toyota vince la 8 Ore e celebra la vittoria del titolo FIA WEC Hypercar 2022. Alla Ferrari i titoli piloti e costruttori della classe GT
Partenza in prima fila per la PEUGEOT 9X8 in Bahrain
Partenza in prima fila per la PEUGEOT 9X8 in Bahrain
FIA WEC: ultima gara della stagione in Bahrein, Toyota conquista la pole, Porsche precede Ferrari nelle qualifiche LMGTE Pro
FIA WEC: ultima gara della stagione in Bahrein, Toyota conquista la pole, Porsche precede Ferrari nelle qualifiche LMGTE Pro
Rovera si schiera in Bahrain allo showdown del Mondiale Endurance
Rovera si schiera in Bahrain allo showdown del Mondiale Endurance
IL REXAL FFF RACING TEAM CHIUDE EGREGIAMENTE IL LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPE 2022 E LE LAMBORGHINI GRAND FINALS
IL REXAL FFF RACING TEAM CHIUDE EGREGIAMENTE IL LAMBORGHINI SUPER TROFEO EUROPE 2022 E LE LAMBORGHINI GRAND FINALS
LUIGI GALLO IN GRANDE SPOLVERO NELL’ULTIMO ROUND DELLA COPPA ITALIA A MISANO ADRIATICO.
LUIGI GALLO IN GRANDE SPOLVERO NELL’ULTIMO ROUND DELLA COPPA ITALIA A MISANO ADRIATICO.
DL Racing in lotta ai vertici fra Misano e Portimao
DL Racing in lotta ai vertici fra Misano e Portimao
Anteprima notturna per il Team Peugeot TotalEnergies in Bahrain
Anteprima notturna per il Team Peugeot TotalEnergies in Bahrain
Il Porsche Club GT ha celebrato tutti i campioni 2022 a Misano
Il Porsche Club GT ha celebrato tutti i campioni 2022 a Misano
Magliona si laurea campione del Master Tricolore Prototipi
Magliona si laurea campione del Master Tricolore Prototipi
Giornata conclusiva del Misano Racing Weekend: Franca è campione della RS Cup, Magliona conquista il titolo del Master Tricolore Prototipi classe CN
Giornata conclusiva del Misano Racing Weekend: Franca è campione della RS Cup, Magliona conquista il titolo del Master Tricolore Prototipi classe CN
Annunciato a Portimão l’accordo tra Lamborghini e Iron Lynx per la gestione delle competizioni GT nel 2023 e per il programma LMDh nel FIA WEC e IMSA nel 2024
Annunciato a Portimão l’accordo tra Lamborghini e Iron Lynx per la gestione delle competizioni GT nel 2023 e per il programma LMDh nel FIA WEC e IMSA nel 2024
A Misano le gare del sabato del Gruppo Peroni Race: Fernandez vince in Coppa Italia Turismo, Lancellotti si aggiudica la RS Cup
A Misano le gare del sabato del Gruppo Peroni Race: Fernandez vince in Coppa Italia Turismo, Lancellotti si aggiudica la RS Cup
A TORRICELLA, LE EMOZIONI DEL TRICOLORE FORMULA CHALLENGE
A TORRICELLA, LE EMOZIONI DEL TRICOLORE FORMULA CHALLENGE
Grandi traguardi per i piloti ACI Salerno
Grandi traguardi per i piloti ACI Salerno
Levante Circuit sinonimo di sport e sicurezza
Levante Circuit sinonimo di sport e sicurezza
Academy Motorsport premiato come miglior team in Croazia
Academy Motorsport premiato come miglior team in Croazia
Il Porsche Club GT incorona i campioni 2022 nella finale di Misano
Il Porsche Club GT incorona i campioni 2022 nella finale di Misano
Magliona al gran finale del Master Tricolore Prototipi a Misano
Magliona al gran finale del Master Tricolore Prototipi a Misano
Nel futuro di Silvaggi una Formula 4
Nel futuro di Silvaggi una Formula 4
FX ITALIAN SERIES A BABUIN, BOLZONI E MARCHESINI
FX ITALIAN SERIES A BABUIN, BOLZONI E MARCHESINI
TROFEO ITALIA CLASSICO A MAGIONE: FRANCESCO FASOLINO HA PRATICAMENTE GIA’ IN TASCA IL TITOLO NELLA  RACING START, MENTRE IL PADRE DAVIDE DOVRA’ GIOCARSI TUTTO  NELL’ULTIMA GARA PER LA VITTORIA DI CLASSE NELLA PRODUZIONE DI SERIE.
TROFEO ITALIA CLASSICO A MAGIONE: FRANCESCO FASOLINO HA PRATICAMENTE GIA’ IN TASCA IL TITOLO NELLA RACING START, MENTRE IL PADRE DAVIDE DOVRA’ GIOCARSI TUTTO NELL’ULTIMA GARA PER LA VITTORIA DI CLASSE NELLA PRODUZIONE DI SERIE.
Il grande ritorno Ferrari nel mondiale Endurance: presentata la Hypercar 499P
Il grande ritorno Ferrari nel mondiale Endurance: presentata la Hypercar 499P
I titoli dei campionati ATCC e Legends Cars Italia assegnati all’Autodromo Nazionale Monza
I titoli dei campionati ATCC e Legends Cars Italia assegnati all’Autodromo Nazionale Monza
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

Milano AutoClassica: continua a pieni giri l’attività nell’Area incontri di ACI Storico

 

Grande affluenza di pubblico presso lo stand di ACI Storico che ha ospitato numerosi dibattiti sul motorismo storico

 

 

La seconda giornata di Milano AutoClassica ha visto un’importante presenza di pubblico che ha colorato il complesso fieristico dalle prime ore del mattino. Altrettanto di rilievo è stata l’affluenza di appassionati e visitatori che hanno popolato lo stand di ACI Storico presente presso il padiglione numero 7, dove si sono tenuti sul palcoscenico nove incontri dedicati agli amanti delle quattro ruote e non solo. A dare il “la” è stata infatti la presentazione del libro “Riva Aquarama. I 60 anni dell’icona del design Italiano”, in cui è stato celebrato quello che è considerato il motoscafo più bello del mondo lanciato dall’Ingegnere Carlo Riva nel 1962. A trasmettere la passione e l’importanza di quest’opera sono stati Riccardo Sassolini – Responsabile Riva Brand Experience, Cesare Casarola – Dealer Riva ed il giornalista e scrittore Antonio Vettese. Grande attenzione da parte del pubblico anche per l’intervento della Scuderia del Portello, affiliata ad ACI Storico, che ha fatto rivivere i momenti salienti dell’anno con l’incontro “2022: Una stagione di Grandi Eventi per celebrare i 40 anni della Scuderia del Portello”. Il tutto grazie alla presenza di Marco e Andrea Cajani rispettivamente Presidente e Team Manager/Responsabile Eventi, oltre alla preziosa partecipazione di Carlo Facetti iconico pilota dell’Autodelta, con cui hanno ripercorso momenti epici della Scuderia del Portello a partire dal 1982, anno della fondazione. Successivamente sono stati presentati due libri: quello dedicato alla “Lancia Stratos Gruppo 5, Turbo e Silhouette” di cui ne sono state raccontate le imprese grazie all’intervento di Vittorio Roberti – Progettista Lancia ed autore del libro come Alessandro Cordasco e nuovamente di Facetti in qualità anche di preparatore della Stratos. Allo stesso modo è stata trattata la nascita della GTV 916 con il contributo dello scrittore Ivan Scelsa la cui penna ha realizzato “Alfa Romeo GTV e Spider”, oltre alla testimonianza di Arcangelo Jeker - Chief Interior Designer Centro Stile Alfa Romeo e dell’editore Stefano Nada. Nel pomeriggio si è svolto anche l’incontro “Il mercato dell’auto da collezione nel 2022 e le prospettive per il 2023” in cui è stato trattato l’andamento delle aste europee ed americane. Momento clou della giornata è stato il talk show “50 anni di Dallara Automobili… e i prossimi 50? Il futuro dell’auto sportiva, tra BEV ed e-fuel, in attesa del 2035” a cui hanno partecipato l’Ingegner Gian Paolo Dallara, in video collegamento il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani e Carlo Di Giusto – Vice Direttore di Ruoteclassiche. Il fondatore dell’omonima casa automobilistica ha ripercorso i punti salienti della sua affascinante carriera partendo dagli inizi in Ferrari alla fine degli anni 50, per poi passare alla Maserati, Lamborghini, Formula 1 e Formula 2, fino alla fondazione del 1972 della sua azienda. Un importante sguardo è stato rivolto anche al futuro delle quattro ruote, di cui sono state toccate tematiche legate ai carburanti sintetici ed alle nuove tecnologie che supporteranno il mondo automotive ad abbattere le emissioni di CO2. La giornata è terminata con altri due dibattiti: “90 anni del Mauto - Programmi 2023, nuovi eventi, formazione e restauri” illustrati dal curatore della Collezione del MAUTO Davide Lorenzone e “Alfa Romeo Montreal, una regina del collezionismo” in cui sono state enfatizzate tutte le caratteristiche tecniche della vettura, il suo valore in costante crescita ed i passi da percorrere legati al restauro.

 

Emanuele Fasano

Ufficio Stampa ACI Storico

Il Club ACI Storico protagonista della prima giornata di Milano AutoClassica

 

Dopo il taglio del nastro il Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani ha inaugurato l’Area Incontri del padiglione 7 Questa mattina è entrata ufficialmente nel vivo la dodicesima edizione di Milano AutoClassica dal padiglione 7 che ospita l’imponente stand di ACI Storico.

 

Il taglio del nastro è avvenuto davanti alle “tre regine” ovvero le Ferrari 312 B3 “Spazzaneve” del 1973, la 312 T4 del 1979 e la 126 CK del 1980, presenti in onore dell’Ingegnere Mauro Forghieri, ricordato anche dal Presidente dell’ACI Angelo Sticchi Damiani, che subito dopo l’inaugurazione, ha presieduto un tributo all’importante progettista nell’Area incontri del Club ACI Storico, a cui è intervenuto in collegamento live, l’Ingegner Piero Ferrari figlio del Drake. Poco dopo sono saliti sul palcoscenico al fianco del Presidente dell’Automobile Club d’Italia Giuseppe Redaelli - Presidente dell’Autodromo Nazionale di Monza, Geronimo La Russa - Presidente Automobile Club Milano, Roberto Giolito - Head of Stellantis Heritage e Alessandro Ravera - Heritage Special Vehicle Operations Manager, per il dibattito “Tributo di Abarth Classiche ai 100 anni del Circuito di Monza”, durante il quale è stata presentata per la prima volta al pubblico la Abarth Classiche 500 Record Monza '58. Una vettura celebrativa dedicata al centenario dell’Autodromo di Monza, il “tempio della velocità” italiano in cui il marchio Abarth ha collezionato innumerevoli successi. Il circuito brianzolo è rimasto sotto i riflettori anche in occasione del secondo incontro, dedicato alla presentazione del libro “Granturismo & Monza” in cui sono intervenuti il Presidente La Russa, che ne ha curato la prefazione, l’autore Ugo Vicenzi e l’editore Stefano Nada, i quali hanno ripercorso alcune delle gare GT più importanti che si sono disputate sul tracciato lombardo. Successivamente lo spazio dedicato ai dibattiti di ACI Storico ha introdotto il volume “Classic Car Auction Yearbook 2021-2022”, la più autorevole pubblicazione sul mercato internazionale delle aste, illustrata dal suo autore Adolfo Orsi che ha trattato svariate tematiche legate al mercato che vede attualmente in testa la realtà americana e con prezzi in forte crescita in particolar modo nei confronti delle instant classic. Nel pomeriggio l’attenzione del pubblico è stata rivolta sulla Rievocazione Storica della Coppa Milano-Sanremo 2023, nonché uno degli appuntamenti di maggior rilievo del Campionato Italiano Grandi Eventi di ACI Sport, che è stata presentata dagli organizzatori della Equipe Grand Prix, il Presidente Maurizio Cavezzali ed il CEO Gianpaolo Sacchini, i quali hanno ripercorso anche il successo dell’edizione di quest’anno. La giornata si è conclusa con gli interventi “In Viaggio nel Mondo Auto di Sara” e “ACI Global Servizi - gli specialisti per il Motorismo Storico: trasporti, assistenza, certificazioni”. Quest’ultimo ha visto la presenza del Direttore Generale di ACI Global Servizi Enrico Colombo che ha illustrato nel dettaglio tutte i servizi rivolti alle vetture e alle moto d’epoca. "ACI crede in questo evento e penso possa crescere molto in futuro, anche se dovrebbe distanziarsi maggiormente da Auto e Modo d'Epoca di Padova, che migrerà a Bologna dal prossimo anno - ha dichiarato il presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani - Ci sono le condizioni per fare bene a partire dalla location: una fiera importante e molto grande, aiutata dai collegamenti che offre Milano. Ben venga tutto questo e sono molto contento che si vedono tanti giovani"

 

Emanuele Fasano Ufficio Stampa ACI Storico

ACI ricorda Mauro Forghieri

Sabato, 19 Novembre 2022 12:30 Published in Altre Notizie

ACI ricorda Mauro Forghieri


Nella cornice di Milano AutoClassica il Presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani ha reso omaggio al grande progettista


Milano, 18 novembre 2022

In occasione della odierna apertura di MilanoAutoClassica, il presidente dell’Automobile Club d’Italia Angelo Sticchi Damiani - in quel momento affiancato dall’Ingegner Pietro Ferrari, figlio del Drake - ha voluto ricordare con calore la figura di Mauro Forghieri, recentemente scomparso. 

“Un  genio - sono state le parole del numero uno del club degli automobilisti - Un tecnico progettista, eclettico, professionista della Formula 1 e non solo, avendo lavorato anche nel Gran Turismo e nei rally. Un genio straordinario che ha contribuito alle vittorie della Scuderia Ferrari: 4 titoli piloti e 7 costruttori con lui. Ho avuto l’onore di conoscerlo e il piacere di frequentarlo quando insegnava alla facoltà di ingegneria dell'Università di Lecce. Il mio ricordo è quello di un uomo piacevole, a volte brusco, ma sempre sincero e passionale”.


Ufficio Stampa ACI Storico

AL RALLY 2LAGHI-RALLY DELL’OSSOLA CAFFONI PARTE A RAZZO

Domenica, 20 Novembre 2022 12:25 Published in Rally

AL RALLY 2LAGHI-RALLY DELL’OSSOLA CAFFONI PARTE A RAZZO

 

Tre vittorie in altrettante prove speciali per il pilota ossolano che su Skoda stacca Margaroli e Hotz. Attardato Bondioni mentre è out il giovane Luchi.

Baveno (VCO)- Davide Caffoni e Massimo Minazzi sono al comando dell’8° Rally 2Laghi-Rally dell’Ossola dopo le prime tre prove percorse.

Tre successi parziali in altrettante “piesse” sono state il ruolino di marcia finora impressionante del duo ossolano che gareggia a bordo di una Skoda Fabia Rally2 Evo del team Balbosca. Il vantaggio sui secondi, i conterranei Fabrizio Margaroli e Andrea Dresti (id. PA Racing) è di 13”3 mentre i terzi, gli svizzeri Gregoire Hotz e Pietro Ravasi, sono staccati di 21”1.

I distacchi maggiori sono arrivati dalla Aurano dove per un buon tratto di strada gli organizzatori hanno dovuto spargere il sale per via di alcuni tratti ghiacciati nella notte. Caffoni è passato veloce ed indenne dalle avversità incontrate mentre altri hanno pagato dazio: ad alzare il coefficiente di difficoltà, per parecchi concorrenti si è aggiunto il sole che, spuntato da poco sopra le montagne, ha reso difficoltosa la vista.

Il milanese Tortorici (Skoda D’Ambra) si è girato mentre Bondioni ha sbattuto il posteriore in Ps1 perdendo oltre 40”. Sfortunato il giovane comasco Gianluca Luchi in coppia con Federico Mauri che nonostante uno strepitoso secondo tempo sulla Panoramica, hanno picchiato il fianco proprio in prossimità della fotocellula: erano terzi nella generale. Out per incidente- senza conseguenze per l’equipaggio- anche Max Rolando e Gabriele Ciocca: la loro Skoda ostruiva la strada e la Ps3 è stata temporaneamente sospesa per permettere agli organizzatori di rimuovere la vettura. Tutte le vetture successive sono state mandate in trasferimento.

Il varesino Re Barsanofio (VW Polo Balbosca) con la moglie Monica Luca è quarto a 26” mentre in quinta piazza vi è il domese Marco Laurini insieme alla cugina Clarissa Chiacchella (Skoda MFT). Da Comparoli (6°) in avanti, tutti gli altri concorrenti accusano un distacco superiore al minuto.

Molto buoni i rilievi del vicecampione italiano Damiano De Tommaso, su Renault Clio Rally4 (GIMA): è undicesimo dopo due prove (in attesa dei tempi imposti della PS3). Benissimo anche Dipalma, al debutto con Toyota Yaris Gr: è dodicesimo.

Tra gli altri ritirati vi sono Greco (N3) out per un guasto al cambio così come il locale Borghini (N2); anche Sarli, tra i favoriti della N2, è fermo a seguito di un incidente.

La gara si concluderà con la cerimonia di arrivo sul palco di piazza IV Novembre a Baveno alle ore 16.11.

AL 31° RALLY CITTA’ DI SCHIO

VITTORIA PER ROSSETTI-MORI (Hyundai i20 Rally2)

 

Passato al comando dalla seconda prova, il pluridecorato pilota di Pordenone ha saputo reggere bene il confronto con i competitor che hanno cercato metterlo più volte in difficoltà.

 

Ai posti d’onore le Skoda Fabia del trevigiano Andriolo e del locale Bianco. Nella competizione “storica” successo per Sbalchiero, su Lancia Delta integrale.

 

Schio (Vicenza), 19 novembre 2022 – Era stato detto che con molta probabilità questa sarebbe stata la più bella edizione del Rally Città di Schio sinora disputata e le previsioni non hanno disatteso.  Il 31° Rally Città di Schio, partito già con un alto numero di adesioni (148) e di “grandi firme”, con i motori accesi e le infuocate sfide ispirate da un percorso “da master”, ha nuovamente soddisfatto i palati più fini, con la vittoria di un “nome”, quello del friulano di Pordenone Luca Rossetti, tornato dopo due anni a far di nuovo coppia con Eleonora Mori, al volante di una Hyundai i20 Rally2 del Team Friul Motor.

Per la prima volta “Rox”, pilota blasonato pluricampione continentale e nazionale, ha dunque firmato l’albo d’oro della competizione scledense organizzata per il terzo anno da Power Stage, con la collaborazione dell’Automobile Club Vicenza.

La vittoria di Rossetti è maturata dalle prime battute di gara: la prova speciale di avvio, il primo giro sulla celebre “Santa Caterina” l’aveva vinto il veloce sloveno Bostjan Avbelj (Skoda Fabia R5), fresco di titolo IRC, per poi dover abbandonare la sfida perché fermato dalle Forze dell’Ordine, dopo aver terminato la prova stessa, per infrazione al Codice della Strada rilevata durante il trasferimento precedente.

Da quel momento, Rossetti, che intravedeva un rinnovato duello con il pilota di oltr’alpe come fatto durante la stagione appena conclusa (ha finito secondo nell’IRC), ha preso in mano le redini del gioco, cercando l’allungo tallonato però con decisione da diversi competitor.

L’intero arco della gara, sette prove speciali, è stato frizzante, ricco di fermento, trascorso per tre quarti con il tentativo di fuga da parte di Rossetti e con la forte resistenza di più di uno, generando alle spalle del pordenonese una bagarre spettacolare, davanti al pubblico delle grandi occasioni, come tradizione vuole, confortato peraltro da una bella giornata soleggiata. 

Con il leader che nel finale ha allungato sensibilmente verso la bandiera a scacchi, la lotta per il resto del podio è stata  da cardiopalma, sul filo dei secondi: un dualismo tra il locale Efrem Bianco, con Lamonato alle note su una Skoda Fabia R5 ed il trevigiano di Asolo Rudy Andriolo, con alle note Menegon, anche loro con una Skoda. Recordman di vittorie nella gara casalinga (ben sei), Bianco era riuscito a insediarsi in seconda posizione, ma dalla sesta prova Andriolo è riuscito a sopravanzarlo con decisione per soli 3”7, arrivando così a giocarsi il tutto per tutto nella prova di epilogo, il terzo ed ultimo passaggio della “Santa Caterina”, corsa con il buio.

Alla fine, la moneta “d’argento” l’ha messa in cassaforte Andriolo, andato a vincere anche l’ultima chrono, suggello di una giornata sugli scudi e Bianco ha dunque finito sul gradino più basso dell’attico della classifica, con Manuel Sossella, con al fianco il fido Lele Falzone (Hyundai i20 Rally2), che si era avvicinato pericolosamente prima di affrontare l’ultima fatica competitiva, a soli 2”. Il driver di Torri di Quartesolo è sempre stato tra i primattori della competizione con ampio merito, finendo perciò al quarto posto.

Top five firmata poi dall’inossidabile Alessandro Battaglin, con Selena Pagliarini, anche loro su Hyundai, in una gara che però non li ha mai visti andare in zona podio in tutte le prove disputate e rilevante la settima posizione finale di Andrea Scalzotto, quest’anno protagonista nel Trofeo Renault Clio Trophy Italia, alla sua seconda gara in carriera con una top car, in questo caso una Citroen C3 Rally2, sulla quale era affiancato dal fedele copilota Nicola Rutigliano.

La gara “storica” è andata alla Lancia Delta integrale di Nereo Sbalchiero, in coppia con Elia Molon. Un dominio netto, per loro, che hanno vinto anche il 4. Raggruppamento infliggendo pesanti distacchi parziali ai rivali, ai quali ha concesso davvero poco. E’ loro, il successo nel  Quarto Raggruppamento, con il podio assoluto completato da  Bianco-Valerio e la loro Ford Sierra Cosworth e da Giorgio Costenaro con Lucia Zambiasi, su vettura analoga, staccati di ben oltre il minuto dalla testa. Terzo Raggruppamento andato in mano a Baghin-Sbabo (Alfa Romeo GTV) ed il Secondo Raggruppamento è stato conquistato dalla affascinante Lancia Stratos di Deserti-Ferrari.

 

L’evento scledense, è stato anche la classica chiusura del cerchio della avvincente stagione del Trofeo Rally ACI Vicenza, avendo peraltro il coefficiente maggiorato di 1,5.

 

SUCCESSO PER LA DIRETTA STREAMING DELLA GARA

Una consuetudine, oramai, avere la “diretta” streaming della competizione, anche quest’anno curata dallo staff di  Bandw.tv. Per i due passaggi della Prova Speciale simbolo della gara, la “Santa Caterina”, con la conduzione del giornalista Niccolò Budoia gli appassionati di rally hanno potuto seguire l’evento anche da casa.

Un’abitudine che ha conosciuto un nuovo successo, visti i tanti collegamenti ottenuti.

 

CLASSIFICA FINALE (TOP TEN):   1. Rossetti-Mori (Hyundai I20 N Rally2) in 42'35.0; 2. Andriolo-Menegon (Skoda Fabia) a 9.6; 3. Bianco-Lamonato (Skoda Fabia) a 19.6; 4. Sossella-Falzone (Hyundai I20 N Rally2) a 30.2; 5. Battaglin-Pagliarini (Hyundai I20 N Rally2) a 48.7; 6. Toffano-Gambasin (Skoda Fabia) a 1'08.0; 7. Scalzotto-Rutigliano (Citroen C3 Rally2) a 1'26.7; 8. Pozza-Zortea (Skoda Fabia) a 1'30.8; 9. Romagna-Addondi (Skoda Fabia) a 1'44.2; 10. Nodari-Nodari (Skoda Fabia) a 1'49.4.

 

NELLA FOTO:   Rossetti-Mori in azione (foto di Fabrizio Buraglio/Actualfoto)

 

A.S.D. PowerStage

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

https://www.rallycittadischio.it/

 

 

#Rally #motorsport  #rallypassion  #RCdS22 #RallySchio2022 #PowerStage #Triveneto #Schio #Thiene  #RallySchio #RallyCittàdiSchio #Retakes

 

 

 

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

Il Trofeo Inverno emette i primi verdetti al Levante Circuit

Domenica, 20 Novembre 2022 12:07 Published in Pista
Il Trofeo Inverno emette i primi verdetti al Levante Circuit
 
 Disputate le prove e alcune prime gare con bagnato e meteo incerto sulla pista barese gestita da Safe & Emotion. Domani, domenica 20 novembre giornata conclusiva. Tutte vittorie firmate Yamaha: nella 1000 Open brilla Sallustro, successo in rimonta per Nicole Cicillini in 300 “Fast”, animata la 600 Fast dove spicca Perelli e Iannini tra gli scooter del Polini South Cup. Santoro e Corsi in prima fila nella 600 Open.
 
 

Binetto (BA), 19 novembre 2022. Prima giornata agonistica del Trofeo Inverno all’insegna della pioggia e del meteo incerto al Levante Circuit con le qualifiche e le prime gare sui 1577 metri della pista barese di Binetto gestita da Safe & Emotion, dove domani, domenica 20 novembre si concluderà il partecipato appuntamento di fine stagione delle 2 ruote.

Sarà tutta da seguire l’attesa gara della 600 Open dove si profila un bel duello tra le Yamaha del poleman  protagonista del tricolore Agostino Santoro e del romano Moto2 Simone Corsi. -“Un bel tracciato con un ottimo grip - ha commentato Corsi - oggi la pioggia ha compromesso un pò le prove, ma domani in gara potremo esprimerci al meglio”-.

Anche Alessandro Delbianco ha espresso un’ottima impressione sulla pista barese. Il romagnolo vice Campione Italiano Superbike su Aprilia di classe 1000, si è decisamente divertito ed ha affermato: -“La pista di Binetto mi ha fatto impazzire, la pista è molto bella. Probabilmente partirò ultimo ma sono certo che mi divertirò un sacco”-.

Quattro le gare disputate nel sabato dell’appuntamento organizzato dal Club Ralph De Palma con la collaborazione della sezione pugliese della Federazione Italiana Moto. Ad aprire le competizioni è stata la classe 300 dove è stata l femminile la prima vittoria con Nicole Cillini che in sella alla Yamaha non sollo ha sopravanzato il poleman Francesco Moretti su Kawasaki, ma ha anche centrato il successo per il monomarca Dunlop. Seconda piazza per Moretti, davanti a Salvatore Germano, altro rider che ha guadagnato 2 posizioni dopo lo start dalla 2^ fila e 5 posizione. Avvincente ed all’insegna delle rimonte la classe 600 Fast dove ha prevalso Alex Perelli su Yamaha, risalito dalla 4^ posizione allo start. Seconda piazza per Claudio Fenu che con la Kawasaki è sacttato dal palo ed stato autore del miglior giro in 54”560 e 3° Giuseppe Lisi dopo l’ottima rimonta dal 9° posto in griglia sulla Honda. Nella classe regina delle cilindrate, la 1000 il successo è andato a Salvatore Sallustro che in sella alla Yamaha è scattato dalla prima fila on seconda posizione ed è riuscito a prendere il comando e tagliare per primo il traguardo davanti a Michele Manzo che sulla BMW ha ottenuto il miglior giro in 52”838 e Michele Ortuso su Ducati, che hanno completato il podio, ai piedi del quale ha chiuso un pò in affanno il poleman Armando Iannuzzo. Tra gli scooter del monomarca Polini South Cup Giuseppe Iannini sfodera grinta e determinazione con il suo Zip di classe Evolution, rimonta dal 4° posto allo start e va a vincere gara 1 davanti al poleman Franco Carlucci ed Angelo Fontana.

Live Timing su http://www.livetiming.ficr.it/cronosalerno/ e classifiche su https://moto.ficr.it/#/MCI/listpdf/TROFEO%20INVERNO%202022/2022/89/5 

Autodromo del Levante www.levantecircuit.com 

International Rally Cup: ufficializzate le classifiche finali

Domenica, 20 Novembre 2022 12:01 Published in Rally

International Rally Cup: ufficializzate le classifiche finali

 

IRC Sport archivia la ventunesima edizione del campionato a marchio Pirelli elevando Bostjan Avbelj come vincitore assoluto, Nicola Sartor nell’IRC Challenge. Tra i team, a primeggiare è la bergamasca PA Racing.

 

 

 

 

 

 

Bedonia, 30 ottobre 2022

 

 

 

 

IRC Sport, promoter di International Rally Cup, ha archiviato la ventunesima edizione del campionato proposto in sinergia con Pirelli ufficializzando le classifiche finali, assoluta e di raggruppamento. Ad elevarsi campione è stato lo sloveno Bostjan Avbelj, protagonista di una progressione alimentata da due secondi posti assoluti, sulle strade del Trofeo Maremma e del Rally Internazionale del Taro e due primati concretizzati al Rally Internazionale Casentino ed al Rally Città di Bassano, appuntamento conclusivo della kermesse. Un percorso vincente, quello del pilota di MS Munaretto, team che ha messo a sua disposizione la Skoda Fabia Rally2. Sui restanti gradini del podio si sono installati il friulano Luca Rossetti ed Andrea Nucita, anch’egli protagonisti al volante di Skoda Fabia Rally2. Entrambi i piloti sono stati limitati da un ritiro ciascuno, rispettivamente al Trofeo Maremma ed al Rally Internazionale del Taro.

 

La classifica di IRC Challenge, riservata ai conduttori che non hanno mai vinto una gara nei campionati di riferimento nazionali, tra i quali International Rally Cup, ha visto prevalere Nicola Sartor. Al volante di una Skoda Fabia Rally2, il veneto ha regolato Michele Rovatti, secondo sul podio ed Antonio Rusce, terzo. Il Trofeo Due Ruote Motrici Prestige è andato nelle mani del pisano Mirco Straffi, pilota che ha interpretato i quattro appuntamenti proposti su Peugeot 208 Rally4, vettura che ha utilizzato anche Giacomo Guglielmini, pilota che ha partecipato al confronto a partire dal secondo appuntamento in programma, il Rally Internazionale del Taro. Sul terzo gradino del podio si è insediato il francese Cyril Audirac che – come nella precedente edizione di IRC - ha avuto a disposizione una Renault Clio S1600. Grande agonismo nel Trofeo R2B, categoria che ha valorizzato le vetture aspirate differenziandole dalle più recenti versioni turbo della classe Rally4: a vincere è stato Gabriel Di Pietro, primo anche tra gli Under 25, seguito da Nicholas Cianfanelli ed Alessandro Zorra, terzo a pari punti con Daniele Silvestri ma privilegiato nel confronto grazie alla discriminante del punteggio acquisito in classifica assoluta. Nel Trofeo Due Ruote Motrici Sport – che ha interessato gli esemplari delle classi A6, K10, N3, N2, Rally5, R1 e Racing Start, la vittoria è andata a Christian Buccino: l’uscita di strada della sua Honda Civic nell’ultima manche di campionato non ha compromesso i toni di un primato conquistato davanti a Fabio Breglia e Fabio Oppici, rispettivamente secondo e terzo su Citroën Saxo e Peugeot 106. La classifica relativa al raggruppamento N5, R4, N4 e Rally3 ha sorriso a Pierdomenico Fiorese, su Mitsubishi Lancer, vincitore davanti a Gianluca Crippa e Paolo Olivo.

 

Ad elevarsi nella classifica Over 50 è stato Marco Belli (Skoda Fabia Rally2), pilota che ha legato la propria carriera ad International Rally Cup. Tra gli Under 25, alle spalle del vincitore Gabriel Di Pietro si sono classificati Mirko Carrara e Davide Vigna mentre a primeggiare nella classifica team è stata la bergamasca PA Racing. IRC Sport ha destinato alla sua ventunesima proposta un montepremi quantificato in 288.000 euro.

 

Classifiche complete su www.ircup.it

 

 

 

 

Nelle foto (free copyright Amicorally): Bostjan Avbelj, vincitore di IRC 2022.     

 

--

Gabriele Michi

DALL’IRLANDA AL RALLY 2LAGHI-RALLY DELL’OSSOLA: QUANDO IL RALLY DIVENTA PROMOZIONE DI SPORT E TURISMO

 

Due equipaggi irlandesi al via di una corsa in cui il ruolo di apripista è affidato all’Europarlamentare Alessandro Panza.

 

 

Baveno (VCO)- Il Rally 2Laghi-Rally dell’Ossola è ai nastri di partenza e domani a Baveno, sulle sponde piemontesi del Lago Maggiore, si preannuncia una sfida di alto profilo con i vari Caffoni, Hotz, Bondioni & Co. che animeranno le strade del VCO.

Analizzando con maggiore attenzione l’elenco degli iscritti però, balzano agli occhi dei nomi e soprattutto delle provenienze che difficilmente compaiono nelle abituali liste delle gare sul territorio nostrano: è infatti la sigla dell’Irlanda quella affiancata ai numeri 32 e 33.

La pilotessa Aoife Raftery e Coleman Casey sono infatti provenienti dall’Isola di San Patrizio; se per il pilota Casey ed il suo naviga Adam Coffey si tratta di una apparizione finalizzata a provare una nuova esperienza, quella della giovane pilotessa è invece una tappa di un percorso di crescita non indifferente.

Ventunenne di Galway- Aoife compirà i 22 tra poche settimane- è una delle giovani promesse del rallysmo irlandese ed insieme all’esperta Geraldine Mcbride, sarà al via del 2Laghi con una Peugeot 208 Rally4 curata dalla GCar Sport Racing Team di Villaguardia (Co) per un percorso di crescita curato appositamente dalla Motorsport Ireland Rally Academy; il “soggiorno italico” della giovane irish driver è cominciato una settimana fa sugli sterrati del Rally Adriatico ed ora procede con gli asfalti ossolani sotto l’attenta supervisione di Tamara Molinaro, pilotessa comasca di fama mondiale. “Sono qui per imparare a guidare sull’asfalto e con la Peugeot 208 con la quale sono alle prime esperienze: trovo davvero magnifica questa opportunità perché mi dà modo di crescere su strade affascinanti, formative e soprattutto differenti da quelle che trovo in Irlanda- afferma la giovane Aoife. Conto molto nell’apporto di Geraldine, al mio fianco e in quello di Tamara, che mi segue passo passo con consigli e spiegazioni. Per me è un’esperienza unica in luoghi davvero magnifici!

 

Uno spot per il territorio, non c’è dubbio, e per la valorizzazione di strade e sport che si uniscono nel magico connubio che prende vita nel Rally 2Laghi in una zona lacustre che si affaccia sull’affascinante Golfo Borromeo. Ne sa qualcosa- a proposito di sostegno al territorio- l’Europarlamentare Alessandro Panza, vigezzino d’origine e milanese d’adozione, che per l’occasione ricoprirà anche il ruolo di apripista su una vettura di servizio dedicata messa a disposizione da Borghini Auto; insieme a lui ci sarà la brava navigatrice Serena Manca. Responsabile delle Politiche Montane (rappresenta la Lega), Panza avrà la bella opportunità per vivere diversamente un territorio che grazie anche al suo sostegno, può sbocciare ancora di più!

 

La gara partirà oggi, sabato 19 novembre alle ore 18 da Baveno. In mattinata si sono svolte le verifiche sportive e tecniche. Non si è presentato l’equipaggio numero 19 Saredi-Barla mentre viene segnalato che il navigatore del 51 sarà Luciano Piazza anziché Anna Chinnici mentre sulla vettura 81 non sarà Simona Zampese la navigatrice bensì Thomas Toniolo. La vettura del numero 33 non è una Ford Fiesta ma una Peugeot 208.

 

www.rally2laghi.it

Il Rally del Brunello alla chiamata del Campionato Italiano Rally Terra:

Pieve a Salti, La Sesta e Badia Ardenga analizzate da Alberto Battistolli

 

Il pilota vicentino, vincitore della prima edizione della gara, presenta le tre prove speciali che caratterizzeranno il confronto valido come appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Rally Terra.

 

 

 

 

 

 

Montalcino (SI), 19 novembre 2022

 

 

 

Cresce l’attesa intorno al Rally del Brunello, appuntamento conclusivo del Campionato Italiano Rally Terra e del “Tricolore Terra Storico”: due distinti confronti – in programma da venerdì 9 a domenica 11 dicembre – che coinvolgeranno la provincia di Siena con Montalcino elevata a cuore pulsante dell’evento, organizzato da Scuderia Etruria Sport in sinergia con Deltamania Montalcino. Pieve a Salti, La Sesta e Badia Ardenga: tratti che verranno ripetuti fino al raggiungimento di sessantanove chilometri totali e che caratterizzeranno il confronto finale tra gli interpreti della massima espressione su fondo sterrato dedicata alle vetture moderne. Tre prove speciali - da ripetersi fino ad un totale di sette passaggi cronometrati - analizzate da Alberto Battistolli, pilota che ha primeggiato nell’edizione inaugurale della manifestazione al volante di una Lancia 037 condivisa con il copilota Simone Scattolin.

 

PIEVE A SALTI

Km 11,19

 

“È la prova speciale più lunga della gara, molto tecnica perché parte dal largo della salita per poi proporre una discesa fino alla strada statale. Nel tratto successivo risale sulla collina, vedendo stringersi la carreggiata ma rimanendo - allo stesso tempo - veloce. C’è poi un cambio di ritmo con presenza di asfalto nella sua fase centrale. Credo sia questa la prova che farà la differenza in termini cronometrici, essendo anche la più selettiva”.

 

LA SESTA

Km 7,18

 

“Sette chilometri di grande contenuto tecnico, veloci e molto complessi dal punto di vista dell’impostazione in traiettoria. Una prova speciale che presenta diverse curve esposte; si tocca il limitatore nella fase centrale della prova, su un rettilineo che sembra non finire. Anche questa, come Pieve a Salti, può fare la differenza”.  

 

BADIA ARDENGA

Km 10,58

 

“Una prova molto bella, viene riproposta in un formato diverso da quello adottato negli anni precedenti, termina con un salto finale, molto scenico. Il fondo è sempre duro con un tratto che si differenzia, nei pressi di un bivio, diventando più scivoloso in caso di vento sfavorevole. È una prova mediamente veloce, soprattutto nella sua parte finale, richiederà massima concentrazione”.

 

Un grande evento, il Rally del Brunello, che nella sua prima giornata “di ostilità” renderà protagonisti gli esemplari del Campionato Italiano Rally Terra Storico, con la sua manche in programma nell’intera giornata di sabato. Oltre settanta chilometri che chiameranno all’agonismo gli esponenti del Tricolore sui fondi sterrati delle prove speciali Pieve a Salti, Castiglion del Bosco e Badia Ardenga. Un palcoscenico prestigioso, quello proposto dalla provincia di Siena, impreziosito dal coinvolgimento di importanti realtà locali come il Consorzio del Vino Brunello di Montalcino, Caparzo, Banfi, Casanova di Neri - che ospiterà la sede di verifica ante gara - Mastrojanni e Val di Suga. Particolarità, quelle garantite dagli sterrati senesi e dal territorio circostante, che garantiranno agli appassionati una degna conclusione delle due espressioni agonistiche proposte da Aci Sport, il Campionato Italiano Rally Terra ed il Campionato Italiano Rally Terra Storico.

 

Le iscrizioni al Rally del Brunello saranno accettate fino a mercoledì 30 novembre, termine ultimo fissato dagli organizzatori. Tutte le informazioni sono disponibili all’indirizzo http://www.scuderiaetruria.net

 

 

 

Nelle foto (free copyright Aci Sport): Alberto Battistolli,in azione nel Campionato Italiano Rally Terra.

 

 

 

--

Gabriele Michi

 

GRANDE ATTESA PER LO SPETTACOLO

SECONDA PROVA DEL WSE SERIES PIRELLI 2022

 

 

 

 

 

 

Il 2° Event Show Salento Circuit , gara automobilistica del settore atipiche sperimentali di Aci Sport ad alto contenuto spettacolare, targata Automobil Club Lecce,   si svolgerà sulla Pista Salentina di Ugento (Lecce) nei giorni 26 e 27 novembre 2022.  Confermato il programma di gara con vari percorsi: asfalto, misto terra asfalto, di giorno e in notturna, con partenza ad inseguimento e side by side con sfida finale nel Master Show .

A contorno della gara, l’organizzazione Asd Motorsport Scorrano, Aci Lecce e Pista Salentina hanno preparato una sfida sui simulatori, aperta a tutti gli appassionati, e uno raduno di auto riservato ai possessori di Lancia Delta Integrale.

Le iscrizioni sono aperte fino a martedì 22 novembre 2022. Già sono arrivate le conferme dei top driver Francesco Rizzello in coppia con Angelo Cisternino, meglio conosciuto come Blazon dei Boomdabash; Fernando Primiceri in auto con la figlia Giulia, vincitori della prima prova del 2022: Antonio Forte, presidente Scuderia Salento Motori con Maurizio Di Gesu’ , vincitore della classifica over 55  della settima zona rally e poi tanti giovani driver con aspirazioni di ben figurare nella classifica assoluta . Nutrita la pattuglia dei debuttanti , giovani driver alla prima esperienza agonistica che scelgono questi tipologia di gara in quanto gli permettere di fare esperienza ed errori senza fare troppi danni. Da segnalare la partecipazione di conduttori  minorenni che possono essere al via della gara grazie ad uno speciale corso a cura Scuola Federale  Aci.

Inoltre, è confermata la presenza di equipaggi provenienti dalla Lombardia e dalla Sicilia .

L’organizzatore, Siciliano Santo della Asd Motorsport Scorrano ha commentato: “I piloti salentini e non solo sono pronti a darsi battaglia sui diversi percorsi di gara, realizzati ad hoc dalla famiglia Scarcia, proprietari del circuito Pista Salentina. La vittoria finale è alla  portata di molti e sarà una sfida molto agguerrita.  Non mancherà lo spettacolo nel Master Show  trofeo Motul  del pomeriggio di domenica, dove i primi otto delle 2 ruote motrici e primi otto delle  4 ruote motrici si sfideranno in un confronto diretto”.

Sponsor tecnici della manifestazione sono Pirelli, Ma.Fra, Motul e Omp.

 

 

Info:

www.wseseries.it

facebook: @automotiveinsalento; @pistasalentina

 

 

 

 

PROGRAMMA DELLA GARA

Venerdì 25 novembre 2022

15.00/19:00         Apertura centro accrediti per consegna autocertificazioni e ritiro documenti di gara

19.00/20:00         Ricognizioni Percorso 1

20:15/21:15        Ricognizioni Percorso 2

 

Sabato 26 novembre 2022

08.00/12:00         Apertura centro accrediti per consegna autocertificazioni e ritiro documenti di gara

08.30/10:00         Ricognizioni Percorso 3/4

 

 

10:30/12:00        Ricognizioni Percorso 5/6

14:00                     Prima riunione Commissari Sportivi

14:00/18:00        Test vetture – per ogni vettura due ingressi di due giri in questi orari

14:00/17:00        Verifiche tecniche - consegna documentazione tecnica

18:15                     Pubblicazione elenco verificati ed ammessi alla partenza

18.30                     Presentazione equipaggi con foto celebrativa a centro pista

19.30                     Start Percorso 1 e Assistenza

21:30                     Start Percorso 2 e Assistenza

23:30                     Termine prima giornata di gara

 

Domenica 27 novembre 2022

09:00                     Start Percorso 3 e Assistenza

11:00                     Start Percorso 4 e Assistenza

14:00                     Start Percorso 5 e Assistenza

15:45                     Start Percorso 6 e Parco Chiuso

17:00                     Pubblicazione classifica finale

17:30                     Premiazioni

17:45                     Master Show

19:30                     Premiazione Master Show

 

 

 

 

Scorrano, 18 novembre 2022                                                  L'Ufficio Stampa

 

 

Privacy Policy