Peccenini a Magny Cours per continuare a stupire in Ultimate Cup
Peccenini a Magny Cours per continuare a stupire in Ultimate Cup
RALLYSTI IN KART, SUCCESSO CON RALLY ITALIA TALENT
RALLYSTI IN KART, SUCCESSO CON RALLY ITALIA TALENT
BOLZA CORSE È TRA I MIGLIORI CINQUE AL MONDO
BOLZA CORSE È TRA I MIGLIORI CINQUE AL MONDO
AB Racing rinforza la linea verde nella Carrera Cup Italia a Monza
AB Racing rinforza la linea verde nella Carrera Cup Italia a Monza
IL TEAM DRIVER A CACCIA DI SUCCESSI NELLA IAME INTERNATIONAL FINAL.
IL TEAM DRIVER A CACCIA DI SUCCESSI NELLA IAME INTERNATIONAL FINAL.
Ad Agrigento alto coinvolgimento di Sara Safe Factor con test drive
Ad Agrigento alto coinvolgimento di Sara Safe Factor con test drive
Brilla il titolo di Imberti nel 2019 di Elite Motorsport con le Golf TCR
Brilla il titolo di Imberti nel 2019 di Elite Motorsport con le Golf TCR
Costa-Altoè conquistano il titolo International GT Open al Monza Eni Circuit
Costa-Altoè conquistano il titolo International GT Open al Monza Eni Circuit
Il Sara Safe Factor torna in Sicilia con i test drive ad Agrigento
Il Sara Safe Factor torna in Sicilia con i test drive ad Agrigento
IL TEAM DRIVER COGLIE LA TOP 10 NELLA ROK CUP SUPERFINAL DI LONATO.
IL TEAM DRIVER COGLIE LA TOP 10 NELLA ROK CUP SUPERFINAL DI LONATO.
RINICELLA STUPISCE TUTTI E SFIORA IL PODIO NELLA ROK CUP SUPERFINAL.
RINICELLA STUPISCE TUTTI E SFIORA IL PODIO NELLA ROK CUP SUPERFINAL.
Targa Florio Classica 2019 rivive il mito di Floriopoli e delle Madonie
Targa Florio Classica 2019 rivive il mito di Floriopoli e delle Madonie
LA MILLE MIGLIA 2020 TORNERA’ NEL FERMANO E NELL’ASCOLANO
LA MILLE MIGLIA 2020 TORNERA’ NEL FERMANO E NELL’ASCOLANO
Alle porte il 13º Trofeo Natale Nappi, la grande festa della Scuderia Vesuvio.
Alle porte il 13º Trofeo Natale Nappi, la grande festa della Scuderia Vesuvio.
GHEZZI CAMPIONE ITALIANO GT4 ENDURANCE
GHEZZI CAMPIONE ITALIANO GT4 ENDURANCE
“I PROTAGONISTI RACCONTANO”
“I PROTAGONISTI RACCONTANO”
Monza incorona nel fine settimana i vincitori dei campionati GT Sport
Monza incorona nel fine settimana i vincitori dei campionati GT Sport
BOLZA CORSE SFIDA IL RESTO DEL MONDO
BOLZA CORSE SFIDA IL RESTO DEL MONDO
NELLA CARICA DEI 400 ALLA ROK INTERNATIONAL FINAL OCCHI PUNTATI SU RINICELLA.
NELLA CARICA DEI 400 ALLA ROK INTERNATIONAL FINAL OCCHI PUNTATI SU RINICELLA.
OBIETTIVO IRIDATO PER IL TEAM DRIVER NELLA INTERNATINAL ROK CUP FINAL PER IL TEAM DRIVER.
OBIETTIVO IRIDATO PER IL TEAM DRIVER NELLA INTERNATINAL ROK CUP FINAL PER IL TEAM DRIVER.
NELLA FINALE DEL TROFEO D’AUTUNNO RINICELLA SALE IN CATTEDRA E MANCA DI POCO IL PODIO BIS.
NELLA FINALE DEL TROFEO D’AUTUNNO RINICELLA SALE IN CATTEDRA E MANCA DI POCO IL PODIO BIS.
TSOLOV REGALA UNA NUOVA VITTORIA ASSOLUTA AL TEAM DRIVER.
TSOLOV REGALA UNA NUOVA VITTORIA ASSOLUTA AL TEAM DRIVER.
Zanardini esalta AC Racing
Zanardini esalta AC Racing
Rovera ok al Mugello:
Rovera ok al Mugello: "Ora tutto su Monza nel Tricolore GT Sprint”
3° FORMULA CHALLENGE “CITTA’ DI SPINETOLI”, APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO: VINCE L’ASSOLUTA LUCA FILIPPETTI
3° FORMULA CHALLENGE “CITTA’ DI SPINETOLI”, APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO: VINCE L’ASSOLUTA LUCA FILIPPETTI
La Porsche 911 RSR di Riccardo Pera è quinta dopo 6h di gara nel Campionato Mondiale endurance in Giappone.
La Porsche 911 RSR di Riccardo Pera è quinta dopo 6h di gara nel Campionato Mondiale endurance in Giappone.
SPINETOLI ACCOGLIE I PROTAGONISTI DELL’ITALIANO FORMULA CHALLENGE
SPINETOLI ACCOGLIE I PROTAGONISTI DELL’ITALIANO FORMULA CHALLENGE
Weekend su due fronti per AC Racing
Weekend su due fronti per AC Racing
IL TEAM DRIVER CI RIPROVA NELLA FINALE DEL TROFEO D’AUTUNNO.
IL TEAM DRIVER CI RIPROVA NELLA FINALE DEL TROFEO D’AUTUNNO.
A LONATO RINICELLA TENTA IL BIS NELLA JUNIOR ROK.
A LONATO RINICELLA TENTA IL BIS NELLA JUNIOR ROK.
Denny Zardo si esalta a Vallelunga
Denny Zardo si esalta a Vallelunga
AB Racing a Misano nella Carrera Cup tra notturna e Porsche Festival
AB Racing a Misano nella Carrera Cup tra notturna e Porsche Festival
Supercar al Monza Eni Circuit con la GTCup di TopGear
Supercar al Monza Eni Circuit con la GTCup di TopGear
A Zolder l'Alex Caffi Motorsport affronta le finali della Nascar Whelen Euro Series 2019
A Zolder l'Alex Caffi Motorsport affronta le finali della Nascar Whelen Euro Series 2019
Elite Motorsport al gran finale del Mugello con le Golf del Tricolore TCR e al Rally del Sebino per l'esordio della Polo RS+
Elite Motorsport al gran finale del Mugello con le Golf del Tricolore TCR e al Rally del Sebino per l'esordio della Polo RS+
DOMENICA PROSSIMA 6 OTTOBRE IL 3° FORMULA CHALLENGE CITTA’ DI SPINETOLI
DOMENICA PROSSIMA 6 OTTOBRE IL 3° FORMULA CHALLENGE CITTA’ DI SPINETOLI
Rovera ritorna al Mugello per l'Italiano GT Endurance su Mercedes
Rovera ritorna al Mugello per l'Italiano GT Endurance su Mercedes
PUJATTI CHIUDE CON UNA SPLENDIDA DOPPIA VITTORIA LA IAME SERIES ITALY.
PUJATTI CHIUDE CON UNA SPLENDIDA DOPPIA VITTORIA LA IAME SERIES ITALY.
KASTELIC E PUJATTI REGALANO LA VITTORIA AL TEAM DRIVER A LONATO.
KASTELIC E PUJATTI REGALANO LA VITTORIA AL TEAM DRIVER A LONATO.
GRANDISSIMA PERFORMANCE DI RINICELLA CHE CONQUISTA A LONATO IL SUO PRIMO PODIO IN JUNIOR.
GRANDISSIMA PERFORMANCE DI RINICELLA CHE CONQUISTA A LONATO IL SUO PRIMO PODIO IN JUNIOR.
Rosa Guerra

Rosa Guerra

Un sorriso “mondiale” per Movisport: Fabio Andolfi tra i big in Turchia

 

Lo scorso fine settimana grande prova di forza per il savonese di Aci Team Italia,

tornato a podio nella serie WRC-2 ed altri grandi risultati registrati a Modena, dove è stata vinta la coppa per le scuderie,

passando per il “Valtellina” e San Martino di Castrozza, fino al rally della stampa, onorato in versione “rosa”.

 Giovani-Aldini hanno finito il tricolore WRC con la seconda posizione di categoria in campionato.

 

 

 

 

 

Reggio Emilia, 18 settembre 2019

 

Nuova performance di soddisfazione all’estero, per  Movisport, nello specifico nel Campionato del Mondo Rally, dove i colori sono difesi dal pilota ufficiale di ACI Team Italia Fabio Andolfi, finito terzo nella categoria WRC-2.

Tornato dopo la sfortunata parentesi in Germania per proseguire la sua “campagna” mondiale, con la Skoda Fabia fornita da Motorsport Italia, il savonese ha trovato dunque la via del riscatto pieno al rally di Turchia, dove era affiancato da Emanuele Inglesi in luogo di Simone Scattolin, ancora convalescente dall’incidente e dal successivo intervento chirurgico.

 Una gara concreta, quella di Andolfi, che nella tappa finale dopo aver accusato un foratura lenta nel primo crono, ha poi amministrato la sua corsa che ha chiuso alle spalle delle altre due Skoda del nuovo leader del mondiale Wrc 2 Kajetanowicz e di Bulacia.

“Sono contento del mio terzo posto finale – ha commentato Andolfi all’arrivo – perché questa è stata davvero una gara dura, difficile e complicata in cui si poteva rovinare tutto con una foratura di troppo. Un’esperienza importante e fruttifera, c’erano davvero tante pietre da schivare sulla strada, mai vista sinora una roba simile. Adesso prepariamoci per la prossima battaglia in Galles in programma ad inizio ottobre”.

Grandi manovre e soddisfazioni a go-go al 40° Rally Città di Modena, dove erano attese grandi performance da diversi, i quali non hanno tradito le attese. Si inizia intanto con la vittoria nella Coppa riservata alle Scuderie, grazie alle performance fornite da Tosi-Baccega-Milioli e si prosegue con il miglior risultato assoluto conseguito, quello dei “soliti” Andrea Tonelli e Roberto Debbi sulla loro Ford Escort RS, eccezionali secondi assoluti nella gara “historic”, avendo messo in scacco diverse vetture di categoria superiore e certamente più potenti. Una gara notevole, che ha confermato lo status di vertice dell’equipaggio, che in gara è stato eletto anche tra i più spettacolari.

Tosi-Del Barba sulla Skoda Fabia R5, in allenamento per l’ultima prova IRCup di Bassano a fine mese hanno finito d’un soffio – un solo secondo – fuori dal podio, in quarta posizione, conferma della forza del duo reggiano. Davide Gatti con Stefano Costi su una Mitsubishi Lancer R4 hanno pure loro trovato soddisfazione con la vittoria di classe e la dodicesima posizione assoluta, risultato di grande effetto, considerando che il driver non corre oramai con la solita assiduità di un tempo.

Baccega-Maini, con una Ford Fiesta R5, hanno finito noni assoluti con una prestazione in crescendo, Manuel Milioli- Silvia Maletti sulla Fabia R5 anche loro li seguono in decima posizione finale, poi Giuseppe Gazzetti-Alberto Bentivogli sulla Peugeot 208 R2 hanno invece centrato la quinta posizione di classe.

Marco Ferrari- Franco Ciambellini su Fiesta R5, equipaggio OVER 55hanno firmato la 14^ posizione sotto la bandiera a scacchi, Mauro Ibatici-Manuel Rinaldi (Renault Clio Williams) hanno fatto il settimo di classe A7, Stefano Ferrarini-   Cristian Baroni (Renault Clio RS) sono andati a podio in classe N3 con il “bronzo”, Marco Arati- Davide Fontana (Peugeot 208 R2B) hanno invece sfiorato l’attico della classifica di classe con il quarto posto e Diego Cianfriglia- Tania Bernardi su una Fiat 600 Sporting hanno finito ben terzi di classe A0. Sfortunati invece Nicola Grisanti- Dario Prete (Renault Clio RS), ritirati durante la terza prova per incidente.

 

L’impegno tricolore, al 39° Rally San Martino di Castrozza, atto finale del Campionato Italiano WRC, in provincia di Trento, ha visto Giuliano Giovani-Giuseppe Aldini sulla loro Renault Clio R3 di nuovo protagonisti. Hanno finito l’impegno dolomitico in terza posizione di classe, il che gli ha assicurato la seconda posizione finale di campionato in categoria R3, a sei punti dal vincitore, coronamento di una stagione sempre di alto livello.

Confortati da una vittoria “femminile”, dal secondo di R2 e dal miglior tempo di classe siglato in tre prove al recente Rally della Lanterna, Sara Micheletti e Alberto Belfiore sulla Peugeot 208 R2B ci hanno riprovato lo scorso fine settimana alla 63^ Coppa Valtellina, finita con un notevole quinto posto di classe R2.

Presenza poi tutta “in rosa” al Rally della Stampa, la celebre gara di regolarità riservata ai giornalisti, con la partecipazione di grandi nomi di chi lavora “con la penna”. Per Movisport, nel tracciato che da Reggio Emilia ha portato a Bellaria, sulla riviera romagnola, c’erano Katia Fii ed Elisa Marchi, andate a podio, con la seconda posizione nella classifica femminile.

 

 

Foto: TONELLI E ANDOLFI IN AZIONE

 

UFFICIO STAMPA

MGTCOMUNICAZIONE

ALESSANDRO BUGELLI

Con la fine della 61^ Monte Erice, il CIVM 2019 entra nella fase calda, a poco più di un mese dalla sua conclusione.

 

 

La gara trapanese, valida anche per il Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche e per il TIVM Sud, ha visto al via quasi 290 vetture, tra storiche e moderne, con la vittoria assoluta andata al fiorentino Simone Faggioli, su Norma M20 FC, davanti a Christian Merli e Domenico Cubeda, entrambi su Osella FA30 Zytek.

La SCS Motorsport ha schierato due drivers, la coppia padre-figlio composta da Vito Tagliente e Vanni Tagliente.

In RSTB 1.6 Plus, sulla rossa Mini Cooper JCW, si è piazzato al secondo posto il patròn di Central Pneus Vito Tagliente, alle spalle del diretto avversario Liuzzi, che ha comunque raccolto punti importanti per questo titolo, conteso dai due pugliesi col coltello tra i denti.

In RS TurboCup2, sulla Peugeot 308 THP, vittoria per il giovane Vanni Tagliente, davanti a Marcello Pazzanese, che ha raccolto punti anche per l’U25, oltre che per la RS Cup.

Ora la carovana del Tricolore rimane in terra sicula, a Caltanissetta, per la 65^ Coppa Nissena, seconda finale del CIVM 2019.

 

 

Comunicato Leonardo Di Bari

Ph Giuseppe Carrone

 

Stefania Pace
SCS MOTORSPORT
 
ASD

Per XRace Sport un “Modena” da grandi firme:

Rusce sigla di nuovo l’argento e vince la Coppa di Zona

 

Il reggiano ha siglato lo stesso piazzamento del 2018

cedendo nel finale a Campedelli, ma si aggiudica la Coppa di Zona.

 La scuderia è “argento” tra i sodalizi e sfortunato invece Dalmazzini, affondato in classifica da due forature.

 

 

 

18 settembre 2019

 

E’ stata una trasferta proficua, il 40° Rally Città di Modena per X Race Sport, lo scorso fine settimana, dove era stata proposta una vera e propria formazione da calcio, scesa in campo in cerca di nuova gloria,

Protagonista l’anno scorso, protagonista anche quest’anno, peraltro con lo stesso risultato, il secondo posto. E’ questo l’esito della prestazione del sempre convincente e concreto Antonio Rusce che per tre quarti di gara ha “venduto cara la pelle” impensierendo colui che poi è stato il vincitore della gara, Simone Campedelli.

Rusce, insieme a Sauro Farnocchia sulla Skoda Fabia R5, era in gara per allenarsi e preparare al meglio l’ultimo assalto tricolore di Verona in ottobre e sicuramente l’esito della gara di Maranello ha dato indicazioni forti, a margine della “medaglia “d’argento” che ha fatta sua. In più, la matematica conforta per il primo alloro stagionale, per il reggiano – e quindi anche per la X rossa: la vittoria nella Coppa di Zona, grazie al sommare le vittorie di Salsomaggiore e del RAAB di giugno. Un incentivo in più per guardare adesso alla gara “2Valli” di Verona per consolidare la seconda posizione del Campionato “Asfalto” (CIRA)

Se Rusce ha sorriso, non ha fatto altrettanto Andrea Dalmazzini, fermo da prima dell’estate per un incidente domestico e tornato in macchina per difendere il successo del 2018 ed anzi, tentare di bissarlo, al volante della consueta Ford Fiesta R5 sulla quale era affiancato da Alessandra Avanzi. L’assalto non è andato a buon fine, con due forature che ne hanno limitato la prestazione ed il risultato. ”Dalma” aveva vinto di forza la prima prova, per poi arretrare per la prima foratura, cui ha fatto seguito una seconda alla domenica, che lo ha costretto a rimontare dalla ben oltre ventesima posizione. Sotto la bandiera a scacchi ha finito tredicesimo assoluto.

Anche Franco Rossi, il vincitore del 2017 della gara, di nuovo affiancato da Zanella, con a disposizione  ancora la Hyundai i20 R5 ha trovato soddisfazione, con l’undicesima piazza assoluta in una sfida fatta di grandi “nomi”.  

Pietro Penserini, con al fianco Gabriele Romei, sulla Renault Clio S1600 puntava al vertice di categoria e ce  l’ha fatta, nonostante il “brivido in chiusura di gara con un “lungo e circa 20” persi. Hanno finito secondi comunque con grande merito.

Bella anche la prestazione di Alan e Paolo Gualandi con la Peugeot 208 R2 in una  classe assai frizzando, nella quale hanno messo le mani nella seconda posizione con una prestazione cristallina, la stessa che, con una Renault Clio Williams, hanno fornito Lusoli-Mucci, che sono andat a vincere la classe A7. E di vittoria, in classe R3C, si parla per Lamecchi-Paganoni, anche in questo caso con grande forza e lucidità.

Tutto questo grande fermento, poi, ha consentito al vessillo X Race Sport di chiudere ben al secondo posto la classifica delle scuderie, chiudendo così il classico cerchi del “gioco di squadra”.

Non c’era solo “Modena” nel fine settimana appena passato, ma anche “tricolore”. Quello del celebre rally San Martino di Castrozza, ultima prova del Campionato Italiano WRC, in Trentino, dove erano al via, con una Peugeot 208 R2, Alberto Sartori-Roberto Simioni, finiti in decima posizione di classe.

#Rally #XRaceSport  #motorsport  #CIRally #CIRA #AntonioRusce  #RusceFarnocchia #SkodaFabiaR5  #saurofarnocchia #emiliapannelli #hrx #acisport  #AndreaDalmazzini 

#RallyCittàdiModena   #Maranello  #Modena  #CoppaRallydiZona  #rallypassion  

 

 

Foto: RUSCE IN AZIONE  (Elio Magnano)

www.xracesport.com

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

UFFICIO STAMPA 

MGTCOMUNICAZIONE

ALESSANDRO BUGELLI

Loconte sul gradino del podio della Monte Erice

Mercoledì, 18 Settembre 2019 09:48 Published in Salite

Loconte sul gradino del podio della Monte Erice

 

Il pilota pugliese ferma i cronometri sul terzo miglior tempo tra le Racing Start

della gara siciliana con il risultato dei primi due ancora sub judice

 

 

 

 

Il portacolori della Scuderia Eptamotorsport Angelo Loconte, ha conquistato un importante terzo posto assoluto tra le vetture di stretta derivazione di serie sovralimentate alla 61ª Cronoscalata Monte Erice, prima delle tre finalissime del CIVM.

The Doctor al volante della Mini Cooper JCW ha disputato due salite di gara davvero aggressive, sul tortuoso e scivoloso tracciato trapanese, ottenendo un lusinghiero rilevamento cronometrico in Gara 1, 3’50”35, mentre per un errore al 10° tornante, in Gara 2, non è più riuscito a migliorarsi, facendo registrare un tempo di 2 secondi più alto, ma che non ha influito nel risultato finale che lo ha visto issarsi sul gradino più basso del podio, alle spalle dei due pretendenti al titolo, i suoi compaesani Gianni Angelini e Oronzo Montanaro, anche se il risultato dei due driver deve ancora essere omologato in attesa dei risultati della verifica voluta da Montanaro sui propulsori delle due mini.

“Sono soddisfatto della prestazione, nella sua globalità. Mi spiace di aver fatto un “lungo” alla seconda manche ( 10 tornante ) che non mi ha permesso di replicare il buon crono della prima. Peccato che il “congelamento” della classifica per la condizione “sub judice” dei due marziani mi abbia impedito di godere della loro compagnia in un podio davvero di qualità.

Comunque, il rapporto con la vettura continua a migliorare. E questa penso sia davvero una bella notizia.!” Il prossimo appuntamento con il CIVM è per questo weekend, sempre in Sicilia, con la velocissima cronoscalata di Caltanissetta, la Coppa Nissena.

 

 

(foto Giuseppe Rainieri)

Ufficio Stampa

Angelo Loconte

MARCO GIANESINI COSTRETTO AL RITIRO SULLE STRADE DEL COPPA VALTELLINA

Il portacolori del team HK e della scuderia Top Rally era in corsa per la vittoria

assoluta ma un testacoda prima ed una toccata poi, lo hanno costretto alla resa.

 

 

 

 

Sondrio 

Il sogno di Marco Gianesini di vincere per la quarta volta il rally di casa, il Coppa Valtellina è sfumato a pochi chilometri dalla conclusione.

Insieme a Sabrina Fay, il pilota di Montagna ha preso il via della 63° edizione della corsa lombarda con una Volkswagen Polo R5 del team HK Racing. La gara ha vissuto molti momenti emozionanti e tra questi va annoverato l’errore di Rossetti che ha aperto la possibilità di vittoria sia a Gianesini che a Guerra. La lotta tra i due ha vissuto momenti intensi soprattutto nella giornata di domenica 15 settembre. A due prove dalla fine però, nel tentativo di recuperare terreno ed avvicinare la prima posizione, Gianesini è incappato in un testacoda che lo ha attardato ma non lo ha costretto alla resa.

“Ho voluto comunque provare a mettermi in gioco visto che la vittoria non era più alla portata. Nel tentare di fare il miglior tempo ho pizzicato una gomma, la posteriore destra, e la nostra gara è finita lì” ha commentato Gianesini.

Nessun poker dunque ma, aldilà dell’epilogo del rally, il pilota della scuderia Top Rally si è detto divertito grazie anche all’ottima vettura che il team HK gli ha fornito.

“Speravo di festeggiare meglio i miei tifosi sulle strade amiche: sarà per la prossima” ha concluso Gianesini.

 

Addetto stampa Luca Del Vitto

WEEKEND DI PODI PER LA PINTARALLY MOTORSPORT

Mercoledì, 18 Settembre 2019 09:17 Published in Rally

WEEKEND DI PODI PER LA PINTARALLY MOTORSPORT

 

Tre gare e otto piloti al via per la Scuderia Pintarally questo weekend, rally, pista e slalom.

 

 

 

 

Nello splendido panorama delle Pale di San Martino si è chiuso il Campionato Italiano WRC e il Progetto Giovani con il Rally San Martino di Castrozza. Al via Fabio Farina navigato da Luca Guglielmetti su Peugeot 208 R2 del Team GF Racing che iniziano la gara siglando un splendido terzo posto nella prova spettacolo. Gara lunga e impegnativa con alti e bassi che portano l’equipaggio a chiudere con un settimo posto di gara e quinto negli Under 25.

In gara anche Rino Lunelli navigato da Valentino Morelli che chiudono anche loro il Campionato conquistando il secondo posto di classe e un ottavo posto nel Trofeo Suzuki. Tanta soddisfazione anche per i grandi miglioramenti siglati dal cronometro rispetto all’anno scorso.

Di casa invece Pieleonardo Bancher affiancato da Daina Ramacciotti a bordo della Skoda Fabia R5 che dopo aver dato molto spettacolo durante le prove speciali chiude la gara con un undicesimo posto di classe e conquistando un meritato terzo posto assoluto nella classifica Over 55 del WRC.

Primo gradino del podio invece per Maurizio Capuzzo con Marta De Paoli anche quest’anno a bordo dell’Opel Adam Racing Start, soddisfatto per il podio ma anche per aver battuto i suoi record in ogni prova.

 

Intanto il pilota Giuseppe Ghezzi, al volante della Porsche Cayman 718 GT4, prende il via alla quarto appuntamento del Campionato Italiano GT Endurance a Vallelunga, questa volta non affiancato dal compagno Joel Camathias, in quanto padre imminente. Per questa occasione viene affiancato dagli esperti Babini e Chiesa regalando al team Orlando un secondo posto in GT4.

 

Prima edizione per lo Slalom Vandoies-Terento che vede al via i fratelli Claudio e Nicola Zucol a bordo delle loro BMW e Manuel Morocutti a bordo di una Honda Civic Typr-R. Ottimi risultati per tutti, Manuel Morocutti conclude sul gradino più alto del podio e Claudio Zucol conquista il secondo posto di classe seguito da suo fratello Nicola.

 

Ufficio Stampa

Pintarally motorsport

Silvano Pintarelli

SIMONE MIELE SECONDO NEL CAMPIONATO WRC

Martedì, 17 Settembre 2019 20:40 Published in Rally

SIMONE MIELE SECONDO NEL CAMPIONATO WRC

 

Insieme a Roberto Monetti il pilota di Olgiate Olona chiude la stagione da protagonista

con il secondo posto a San Martino di Castrozza che vale l’argento del CIWRC.

 

 

 

Olgiate Oona (VA) 

Sei gare, sei podi nei quali figura anche  una vittoria assoluta;  il ruolino di marcia stagionale di Simone Miele e Roberto Mometti nel Campionato Italiano WRC è stato a dir poco eccellente!

La stagione tricolore del duo lombardo, al termine di una lotta serrata con i rivali Pedersoli e Signor, si è conclusa con il secondo posto frutto di 87,5 punti condizionati però dalla regola che prevede un risultato da scartare. Miele infatti, a differenza degli avversari, ha dovuto depennare dal proprio conto ben 10 punti finendo così In seconda posizione di campionato.

Sulle strade trentine del San Martino di Castrozza, Miele ha concluso al 2° posto assoluto tallonando l’avversario bresciano per tutta la gara ed arrivandogli alle spalle per soli 8,5 secondi e vincendo anche tre prove speciali. “Non abbiamo niente da recriminare -sentenzia il pilota della scuderia Giesse Promotion - perché sappiamo di avere dato il meglio di noi stessi e di aver potuto contare su una vettura perfetta come la Citroen DS3 WRC curata dalla Dream One Racing; ad inizio stagione non ci aspettavamo di poterci giocare il titolo e quindi siamo ampiamente soddisfatti di come sia andata quest’anno: non abbiamo commesso sbavature, siamo sempre andati a podio e abbiamo vinto un rally prestigioso quale quello dell’Elba. Ovvio che vincere il campionato con le condizioni che si erano prefigurate alla vigilia di San Martino sarebbe stata la cosiddetta ciliegina sulla torta ma bisogna anche essere realisti e tracciando un bilancio ci definiamo ampiamente soddisfatti. Questi piazzamenti ci danno maggiore consapevolezza dei nostri mezzi e fiducia per poter puntare con determinazione al titolo il prossimo anno.”

“È doveroso ringraziare – aggiunge Miele- tutti gli sponsor che mi hanno sostenuto, la scuderia Giesse Promotion, Pirelli ed il suo fornitore Greco Gomme”

 

 

Addetto stampa

Luca Del Vitto

Da Zanche punta in alto al Rallye Elba su Porsche

Martedì, 17 Settembre 2019 20:29 Published in Rally

Da Zanche punta in alto al Rallye Elba su Porsche

 

Il campione valtellinese, reduce da due squillanti vittorie consecutive, torna in gara con la 911 gruppo B

del team Pentacar nel prestigioso appuntamento toscano dalle massime titolazioni auto storiche (Europeo e Italiano), che lo vedrà nella doppia veste anche di organizzatore di eventi

 

 

 

 

Bormio (SO) / Colico (LC), 17 settembre 2019. 

Grande sfida da giovedì sera a sabato per Lucio Da Zanche, al via del 31° Rallye Elba Storico, prestigioso appuntamento dalla massima e doppia titolazione Campionato Europeo e Italiano Rally auto storiche. L'asso di Bormio è reduce da due squillanti vittorie consecutive al Lana e all'Alpi Orientali e con il fido navigatore Daniele De Luis ritornerà in azione al volante della Porsche 911 gruppo B.

Per l'equipaggio tutto valtellinese gli obiettivi restano dunque ambiziosi e la conquista di un altro podio assoluto con la GT da rally tedesca gommata Pirelli e preparata dal team Pentacar con la collaborazione tecnica di NTP sarebbe la ciliegina sulla torta in un evento internazionale che vedrà il già pluricampione Italiano ed Europeo anche nelle vesti di organizzatore di eventi. 

Il portacolori deIla scuderia Rally Club Team Isola Vicentina, infatti, si presenta anche con la sua Dazzainmotion, l'apposita realtà da lui stesso creata che in collaborazione con ACI Livorno Sport ha preparato il raduno “Ferrari goes to Elba”. Un evento nell'evento che sarà naturale prosieguo del raduno già organizzato nella primavera scorsa nel contesto del rally “moderno”, in quell'occasione con modelli Porsche.

 

Tornando alla parte competitiva, oltre a Da Zanche, su diverse 911 by Pentacar, la factory di Colico diretta dal team principal Maurizio Pagella con al fianco i giovani fratelli Melli, saranno in gara lo stesso Pagella con Roberto Brea e l'equipaggio formato da Mirko Acconciaioco e Antonello Moncada nel 2. Raggruppamento, mentre nel 1. Raggruppamento tornano in azione pure i già titolati Antonio Parisi e Giuseppe D'Angelo.

Così commenta Da Zanche in vista del rally isolano: “La gara presenta qualche novità rispetto agli ultimi anni. Ci sono delle prove invertite e quindi dovremo studiarle bene per presentarci nelle migliori condizioni al via. Con tuta la squadra siamo carichi per la sfida, che come sempre sarà ricca di rivali competitivi. Possiamo dire di avere un 'bonus' sull'anno scorso, quando la sfortuna ci privò della vittoria proprio all'ultimo, quindi stavolta speriamo di essere un po' aiutati dalla buonasorte anche se poi ogni rally come sempre è in realtà un'incognita. Sul fronte raduno Ferrari tutto bene, siamo agli ultimi dettagli organizzativi: ci aspettano 24 Ferrari, tutte molto belle e alcune davvero importanti, ci sarà da divertirsi anche per loro”.

 

 

Giovedì 19 settembre dalle 19.00 i concorrenti prenderanno il via da Capoliveri per affrontare due prove speciali in serata/notturna. La seconda giornata di gara ripartirà venerdì alle 9.15 per ulteriori quattro PS a conclusione della prima tappa, mentre sabato il gran finale della seconda tappa scatta alle 8.20 con arrivo finale alle 15.25 a Capoliveri, prevedendo ulteriori quattro tratti cronometrati. Durante il rally i concorrenti percorreranno 314,42 chilometri complessivi, dei quali 137,23 a cronometro per un totale di 10 prove speciali.

 

LUfficio Stampa

Rif. Gianluca Marchese 

Agenzia ErregìMedia

Giovedì 19 la presentazione della 65^ Coppa Nissena

Martedì, 17 Settembre 2019 20:17 Published in Salite
Giovedì 19 la presentazione della 65^ Coppa Nissena
 
 Le novità della gara organizzata dall'Automobile Club Caltanissetta, che dal 20 al 22 settembre sarà 11° round
di Campionato Italiano Velocità Montagna, saranno svelate durante la Conferenza Stampa in programma
per le ore 12 presso la "Sala Gialla" del Comune. Le verifiche saranno in Piazza Garibaldi.
 
 
 
 
Caltanissetta 17 Settembre 2019 
 
Si presenta giovedì 19 settembre alle ore 12 la 65^ Coppa Nissena. La competizione organizzata dall'Automobile Club Caltanissetta dal 20 al 22 sarà undicesimo e penultimo round del Campionato italiano Velocità Montagna, seconda gara della mini serie tricolore siciliana iniziata con la Monte Erice e seconda delle tre del rush finale del calendario con coefficiente di moltiplicazione del punteggio aumentato al 1,5.
 
La conferenza stampa si terrà nella "Sala Gialla" del Municipio di Caltanissetta, a conferma del sempre saldo rapporto della storica competizione nata nel 1922 con il suo appassionato e partecipe territorio. Saranno presenti il Sindaco della città Roberto Gambino, che insieme al Presidente dell'Automobile Club Nisseno avv. Carlo Alessi e del Vice architetto Vincenzo Calandruccio, annunceranno alla stampa, tra le varie novità, anche per la prima volta le verifiche tecniche e sportive in piazza Garibaldi, nel cuore della città, venerdì 20 settembre dalle 14 alle 20.30.
 
 
 
Il direttore di Gara Alessandro Battaglia, Presidente a sua volta dell'Automobile Club Enna, illustrerà tutte le disposizioni di sicurezza e lo svolgimento della gara nei suoi aspetti più tecnici.
 
In un elenco iscritti che è al vaglio della Federazione, sono presenti tutti i maggiori protagonisti del tricolore, del Trofeo Italiano Velocità Montagna e del partecipato Campionato Siciliano Velocità in Salita.
La Coppa Nissena è una gara unica per le sue caratteristiche tecniche e di selettività, molto amata ed apprezzata dai piloti che ne fanno un appuntamento irrinunciabile. Simone Faggioli sulla Norma M20FC arriva in centro Sicilia al comando della classifica tricolore dopo lo squillante successo ad Erice, ma rimane in scia il tenace sardo Omar Magliona sulla Osella PA 2000 Honda, mentre il trentino Christian Merli su Osella FA 30 Zytek, deve assolutamente cercare la vittoria per lasciare aperta la caccia al titolo.

Attesi al via i siciliani Domenico Cubeda, l'etneo reduce dal podio ericino, il trapanese Francesco Conticelli, quarto in casa, sulle Osella FA 30di classe regina. Il ritorno di Luigi Fazzino e la conferma di Samuele Cassibba, le due giovani conferme siciliane sule Osella spinte da motori di derivazione motociclistica Suzuki. Altra sfida appassionante tra le super car del gruppo GT dove il pugliese Lucio Peruggini con la Lambiorghini Huracan ha allungato le mani sul titolo, Rosario Parrino sarà su un'altra super car Huracan di Sant'Agata Bolognese in corsa per la GT Super Cup, mentre sul fronte Ferrari le belle 488 di Roberto Ragazzi e Maurizio Pitorri. In GT Cup il veneto Stefano Artuso al suo primo CIVM si è avvicinato alla coppa sulla 458 EVO.

 

 
Calendario CIVM 2019: 12-14/04, “Trofeo Silvio Molinaro” Luzzi-Sambucina (CS); 26-28/04 29° Trofeo Scarfiotti Sarnano-Sassotetto (MC); 17-19/05 45^ Alpe del Nevegal (BL); 31/05 - 02/06 50^ Verzegnis-Sella Chianzutan (UD); 14-16/06 9^ Salita Morano-Campotenese (CS); 28-30/06 58^ Coppa Paolino Teodori (AP); 05-07/07 69^ Trento-Bondone (TN); 26-28/07 56^ Rieti-Terminillo 54^ Coppa Bruno Carotti (RI); 23-25/08 54° Trofeo Luigi Fagioli (PG); 13-15/09 61^ Monte Erice (TP); 20-22/09 65^ Coppa Nissena (CL); 18-20/10 37^ Pedavena-Croce D’Aune (BL).
1^ Riserva 06-08/09 47^ Cronoscalata La Castellana (TR); 2^ Riserva 27-29/09, 58^ Alghero-Scala Piccada (SS).
 
 
Addetto Stampa C.I.V.M. 
Rosario Giordano

UN CITTÀ DI MODENA TRAVAGLIATO PER SCETTRI

Martedì, 17 Settembre 2019 20:07 Published in Rally

UN CITTÀ DI MODENA TRAVAGLIATO PER SCETTRI

 

L'alfiere atestino di Irontech Motorsport chiude, nella patria del cavallino rampante,

con un sesto posto di classe, pesantemente condizionato da noie fisiche.

 

 

 

 

Ospedaletto Euganeo (PD), 17 Settembre 2019 

Il quarantennale del Rally Città di Modena ha certamente regalato emozioni in casa Irontech Motorsport ma, purtroppo, non quelle che Valerio Scettri e tutto lo staff si aspettavano di vivere nella patria dei motori, a Maranello.

Immersi nella terra natia del cavallino rampante il pilota di Este ha concluso la propria trasferta con un sesto posto, in classe A7, che racchiude un weekend decisamente ostico, nel quale non è mai riuscito a trovare il giusto ritmo per affrontare un percorso altamente selettivo.

Alla guida della Renault Clio Williams gruppo A, affiancato per la prima volta da una vecchia volpe del sedile di destra come Roberto Segato, il pilota di Este chiudeva la prima tornata, quella del Sabato pomeriggio su “Montegibbio” e “Barighelli”, al settimo posto ed accusava un passivo già importante, oltre mezzo minuto, che faceva intendere una situazione non ottimale.

Al calare della notte il ritmo non migliorava e, sulla seconda tornata, il passivo continuava a salire ma non escludeva l'atestino dalla lotta per le posizioni a ridosso del podio.

Ci tenevamo tanto a fare bene qui” – racconta Scettri – “perchè Maranello è il simbolo dello sport motoristico a livello planetario. Correre qui, dove vedi simboli Ferrari ad ogni angolo, è stata una forte emozione. Una scossa che poteva dare una motivazione in più ma, purtroppo, non siamo riusciti ad esprimerci al livello che volevamo. Purtroppo e per fortuna, questo periodo, è davvero molto intenso per quanto riguarda il lavoro in Irontech e gestire la tensione e la concentrazione richiesta, quando si è in competizione, unendola ai pensieri lavorativi che ti rincorrono ovunque non è per nulla semplice. Possiamo dire, con franchezza, che non eravamo al top della forma, soprattutto per quanto mi riguarda, perchè non riuscivamo mai totalmente a concentrarci sull'impegno agonistico. Certo, sembrerà facile dire così ma quando la passione è forte è difficile castrarla, non potendola sfogare quando lo si desidera. Dopo una prima giornata, quella del Sabato, a rilento avevo quasi voglia di ritirarmi perchè sentivo di non farcela più. Poi ho pensato a Roberto, al nostro staff di Irontech Motorsport ed ai tanti sostenitori che erano venuti a fare il tifo per noi. Così ho deciso di stringere i denti e di arrivare sino alla fine.”

Spinto dalla determinazione nel voler gratificare la propria squadra Scettri ritornava in abitacolo, alla Domenica mattina, per affrontare le rimanenti quattro prove speciali in programma.

Nel primo giro, a “Barighelli” e “Valle”, il portacolori di Irontech Motorsport risaliva di una posizione, passando al sesto con la complicità di qualche ritiro, prima del rush finale.

Vista l'impossibilità di attaccare chi lo precedeva ed il cospicuo margine sugli inseguitori il pilota della francesina da rally alzava ulteriormente il piede, felice di aver vinto la sua sfida personale.

È stata una lotta più dura del previsto” – aggiunge Scettri – “ma non contro gli altri avversari ma piuttosto contro me stesso. Grazie a Roberto ed a tutto lo staff di Irontech Motorsport, che mi sono stati vicino come non mai, sono riuscito a portare la nostra Clio sino alla pedana finale di Maranello. La nostra vera vittoria è stata questa e siamo orgogliosi di quanto fatto.”

 

Immagine di Valerio Scettri in azione , a cura di Actualfoto - Mario Leonelli .

 

 

Ufficio Stampa

Fabrizio Handel