IL DTM 2020 debutta a Monza
IL DTM 2020 debutta a Monza
Guida su Neve & Ghiaccio
Guida su Neve & Ghiaccio
“AUTOEXPO’ 2020” A PISTOIA IL 29 FEBBRAIO/01 MARZO
“AUTOEXPO’ 2020” A PISTOIA IL 29 FEBBRAIO/01 MARZO
FANELLI E LA RADICAL CONQUISTANO IL 3° “TERRE JONICHE”
FANELLI E LA RADICAL CONQUISTANO IL 3° “TERRE JONICHE”
La Sicilia quarta ai Campionati Italiani a squadre karting
La Sicilia quarta ai Campionati Italiani a squadre karting
AL VIA IL 3° FORMULA CHALLENGE “TERRE JONICHE”
AL VIA IL 3° FORMULA CHALLENGE “TERRE JONICHE”
Ferilli in formato doppio per il Terre Joniche
Ferilli in formato doppio per il Terre Joniche
La Sicilia del kart pronta allo start a Battipaglia
La Sicilia del kart pronta allo start a Battipaglia
IL “TERRE JONICHE” CHIUDE IL 2019
IL “TERRE JONICHE” CHIUDE IL 2019
MARIO BENVENUTI A MAGIONE, PREMIATO PER LA VITTORIA NELLA TURISMO 6 DEL TROFEO SUPERCUP.
MARIO BENVENUTI A MAGIONE, PREMIATO PER LA VITTORIA NELLA TURISMO 6 DEL TROFEO SUPERCUP.
CHIUSO IL CERCHIO DEL PRIMO SCOPEL DAY
CHIUSO IL CERCHIO DEL PRIMO SCOPEL DAY
ADRIA MOTOR WEEK, BOLZA CORSE PADRONA DI CASA
ADRIA MOTOR WEEK, BOLZA CORSE PADRONA DI CASA
Buoni auspici per la Sicilia del karting
Buoni auspici per la Sicilia del karting
ADRIA MOTOR WEEK OSTICO PER RAMPAZZO
ADRIA MOTOR WEEK OSTICO PER RAMPAZZO
FINOTTI È SECONDO ALL'ADRIA MOTOR WEEK
FINOTTI È SECONDO ALL'ADRIA MOTOR WEEK
ACE1 Villorba Corse convince a Shanghai nell'Asian Le Mans Series
ACE1 Villorba Corse convince a Shanghai nell'Asian Le Mans Series
Denny Zardo al via della 2 ore di Magione
Denny Zardo al via della 2 ore di Magione
Giampaolo Dallara riceverà al Monza Eni Circuit il premio Memorial Vittorio Brambilla
Giampaolo Dallara riceverà al Monza Eni Circuit il premio Memorial Vittorio Brambilla
IL 3° FORMULA CHALLENGE “TERRE JONICHE” RINVIATO AL 1° DICEMBRE 2019
IL 3° FORMULA CHALLENGE “TERRE JONICHE” RINVIATO AL 1° DICEMBRE 2019
ACE1 Villorba Corse allaccia le cinture per l'esordio in Cina
ACE1 Villorba Corse allaccia le cinture per l'esordio in Cina
SULLA PISTA SALENTINA IL TRICOLORE FORMULA CHALLENGE “TERRE JONICHE”
SULLA PISTA SALENTINA IL TRICOLORE FORMULA CHALLENGE “TERRE JONICHE”
QUATTRO ORE DI RIJEKA OSTICA PER BOLZA CORSE
QUATTRO ORE DI RIJEKA OSTICA PER BOLZA CORSE
Festa chiusura stagione Tre Cime Promotor
Festa chiusura stagione Tre Cime Promotor
IL TEAM DRIVER CI RIPROVA ALLA WSK FINAL CUP.
IL TEAM DRIVER CI RIPROVA ALLA WSK FINAL CUP.
Alex Caffi Motorsport con Race Art Technology verso il 2020
Alex Caffi Motorsport con Race Art Technology verso il 2020
GIORGIO PANTANO PRESENTA IL SUO NUOVO TEAM ALLA WSK FINAL DI ADRIA.
GIORGIO PANTANO PRESENTA IL SUO NUOVO TEAM ALLA WSK FINAL DI ADRIA.
Cosimo Papi chiude la stagione nella G1 Series by Fiverr con un grande weekend ad Adria
Cosimo Papi chiude la stagione nella G1 Series by Fiverr con un grande weekend ad Adria
FESTEGGIATO ALLA CONCESSIONARIA “CAR POINT” IL TITOLO ITALIANO CONQUISTATO DEL GIOVANE PESARESE DIEGO DI FABIO NEL MINI CHALLENGE
FESTEGGIATO ALLA CONCESSIONARIA “CAR POINT” IL TITOLO ITALIANO CONQUISTATO DEL GIOVANE PESARESE DIEGO DI FABIO NEL MINI CHALLENGE
L’X CAR MOTORSPORT PRONTA PER LA 4 ORE DI RIJEKA.
L’X CAR MOTORSPORT PRONTA PER LA 4 ORE DI RIJEKA.
TSOLOV E IL TEAM DRIVER CONQUISTANO LA WSK OPEN CUP.
TSOLOV E IL TEAM DRIVER CONQUISTANO LA WSK OPEN CUP.
Challenge del Lupo e Gomitolo Lana positivi
Challenge del Lupo e Gomitolo Lana positivi
Un sogno chiamato America
Un sogno chiamato America
IL TEAM DRIVER INSEGUE IL TITOLO CON TSOLOV NELLA WSK OPEN CUP.
IL TEAM DRIVER INSEGUE IL TITOLO CON TSOLOV NELLA WSK OPEN CUP.
Challenge del Lupo e Gomitolo Lana per il fine settimana
Challenge del Lupo e Gomitolo Lana per il fine settimana
Weekend segnato dalla pioggia per la Squadra Corse Angelo Caffi, ma non senza soddisfazioni
Weekend segnato dalla pioggia per la Squadra Corse Angelo Caffi, ma non senza soddisfazioni
Tutto pronto per il “PALIO dei MONTI DAUNI - Trofeo Ralph DE PALMA”
Tutto pronto per il “PALIO dei MONTI DAUNI - Trofeo Ralph DE PALMA”
SPLENDIDO DEBUTTO PER PUJATTI NELLA OKJ AL TROFEO DELLE INDUSTRIE.
SPLENDIDO DEBUTTO PER PUJATTI NELLA OKJ AL TROFEO DELLE INDUSTRIE.
IL TEAM GAMOTO-TONY KART LASCIA IL SEGNO NEL 48° TROFEO DELLE INDUSTRIE.
IL TEAM GAMOTO-TONY KART LASCIA IL SEGNO NEL 48° TROFEO DELLE INDUSTRIE.
CENEDESE E IL TEAM DRIVER SBANCANO AL 48° TROFEO DELLE INDUSTRIE.
CENEDESE E IL TEAM DRIVER SBANCANO AL 48° TROFEO DELLE INDUSTRIE.
INIZIA IL 16° SUPERCORSO FEDERALE ACI SPORT VELOCITÀ
INIZIA IL 16° SUPERCORSO FEDERALE ACI SPORT VELOCITÀ
Rosa Guerra

Rosa Guerra

Challenge del Lupo e Gomitolo Lana per il fine settimana
 
 
 
 
 
Gara casalinga per la scuderia EfferreMotorsport che sul circuito di Castelletto di Branduzzo (PV) affronterà il Challenge del lupo, gara valida per il campionato italiano formula challenge.
Con il #125 Luca Albera, che gareggerà nel gruppo Historic sulla propria Alfa Romao Alfetta Gtv, Luca è uno dei 7 Under23 in gara.
Con il #122 Andrea “Tigo” Salviotti , su Peugeot 106 nella categoria Racing Start.
Presenti due vetture in N2 con il #109 il genovese Davide Melioli su Peugeot 106 e con il #108 Davide Sozzani su Citroen Saxo.
L'ambizione del team è quello di riuscire ad aggiudicarsi le proprie classi di riferimento.
Ma per EfferreMotorsport ci sarà anche la Ronde Gomitolo di Lana dove la navigatrice Claudia spagnolo leggerà le note ad Alberto Ciotti, in gara su Peugeot 106 RS 1.6 Plus.
 
L'ufficio stampa

Stefano Bizzarri torna in gara a Pomarance

Mercoledì, 06 Novembre 2019 11:02 Published in Rally

Stefano Bizzarri torna in gara a Pomarance

Il pilota pistoiese di Maresca ha aderito con entusiasmo alla chiamata per “tributo” alla Renault Clio Williams,

vettura della quale è stato in assoluto uno dei migliori interpreti italiani, che si correrà al rally di Pomarance il 16 e 17 novembre.

Al suo fianco Jacopo Innocenti.

 

 

 

 

06 novembre 2019

 

E’ una delle notizie più . . . “cool” di quest’ultimo scorcio di stagione, una “news” che ha già messo in moto curiosità ed anche qualche pronostico. E’ la notizia che Stefano Bizzarri torna alle gare.

Lo farà, il pilota di Maresca, il 16 e 17 novembre al 6° Rally Day di Pomarance, in provincia di Pisa, nel contesto del tributo che verrà dato alla Renault Clio Williams Gruppo A, una delle più iconiche vetture da rally della quale è stato, nel recente passato, uno dei migliori interpreti a livello nazionale.

Bizzarri, che per l’occasione sarà affiancato dal copilota pistoiese Jacopo Innocenti, non corre dal giugno del 2016, quando portò in gara (insieme ad Innocenti) al Rally Alta Valdicecina una Mini “Racing Start”, praticamente di serie entrando nella top ten assoluta prima del ritiro per cause tecniche, conferma di elevato livello competitivo rimasto indelebile nonostante da tempo avesse ridotto la propria attività agonistica.

L’esemplare prescelto per questo importante rientro è la “Williams” della veronese TOP RALLY, una delle squadre che vantano un parco vetture Clio estremamente competitive e performanti. Bizzarri è uno dei “nomi” più attesi, alla gara, gli appassionati di rally, gli addetti ai lavori lo ricordano come uno dei migliori piloti che sono montati sulla due litri transalpina, vettura che ancor oggi riesce a dare soddisfazioni a chi la sceglie per correre, nonostante gli oltre venti anni di “anzianità.

Di Bizzarri si ricorda soprattutto l’annata ’96 quando, nel Campionato Italiano “Due Litri” (riservato alle vetture sino a 2000 cc. a trazione anteriore o posteriore), con l’esemplare di Papini Auto&Sport vinse di forza il rally Elba-Coppa Toscana con un capolavoro di guida sotto la pioggia battente espresso sulla celebre prova di “Sassetta”, per poi proseguire ai vertici vincendo a Saluzzo e chiudendo secondo a Torino, prima di terminare l’avventura per un problema di omologazione dei parafanghi anteriori alle Clio. Una difficoltà di aspetto extrasportivo che vanificò un possibile trionfo tricolore.

Successivamente Bizzarri passò due anni con lo sviluppo ufficiale della Rover 200 Gruppo N, per poi frequentare, sempre ai vertici, il Campionato Italiano con svariate vetture a due ruote motrici, categoria della quale è sempre stato uno dei migliori piloti italiani, oltre ad aver corso nel Campionato su terra del 2007, finendo terzo assoluto con una Mitsubishi.

“Sono felice di poter riprendere a correre dopo tre anni di sosta – commenta Bizzarri – con una delle macchine, tra le tante che ho guidato, che mi sono rimaste nel cuore e nella mente. Purtroppo in questi anni non ho mai trovato i presupposti giusti, sia a livello economico che tecnico, per impegnarmi in un campionato, la voglia di rimettermi in gioco è ancora tanta perché credo di poter dare ancora molto e magari poter trasmettere la mia esperienza a qualche giovane. Ci riprovo, in una gara che si corre su strade che ho già percorso molti anni fa dove cercherò, insieme al mio copilota Innocenti, di puntare in alto, per gratificare anche l’impegno della Top Rally che mi ha messo in condizione di tornare a correre”.

La gara di Pomarance proporrà, come nei cinque anni passati, due prove speciali diverse da ripetere per tre occasioni. Saranno la “Valle della Trossa”, percorso usato dalla prima edizione della Ronde nel 2008, di Km. 7,000 e la prova di Montecatini Valdicecina, introdotta nel 2014, lunga 4,920 Km.

 

NELLA FOTO: Bizzarri impegnato con la Clio Williams nel 1996.

 

UFFICIO STAMPA

Weekend segnato dalla pioggia per la Squadra Corse Angelo Caffi, ma non senza soddisfazioni

Cosimo Papi protagonista a Varano de Melegari nella G1 Series by Fiverr, mentre Giovanni Ghidini e Carlotta Romano conquistano la classe RSPTB1.6 a Franciacorta e sono secondi in Racing Start Plus

 
 
 

Non sono mancate le emozioni per la Squadra Corse Angelo Caffi, che nel weekend appena trascorso ha saputo mettersi in luce all'Autodromo di Varano de Melegari con Cosimo Papi, impegnato nel penultimo round della G1 Series by Fiverr, e sul circuito di Franciacorta, con Giovanni Ghidini e Carlotta Romano su Mini Cooper S JCW.

In un appuntamento segnato dal maltempo, Cosimo Papi è stato bravo a gestire la sua monoposto motorizzata Aprilia RSV4 #25 senza commettere errori che avrebbero potuto precludergli un risultato nella G1 Series by Fiverr, anche se l'annullamento di gara uno, proprio per maltempo, ha di fatto impedito al pilota toscano di finalizzare un altro risultato a punti che sarebbe stato decisamente importante.

Veloce fin dalle prove libere, dove ha segnato tempi di assoluto valore che gli hanno permesso di candidarsi tra gli aspiranti al podio, Papi ha poi alzato il ritmo in qualifica dove la situazione meteo ha iniziato a farsi decisamente impegnativa. Con un 1:36.474 il portacolori della Squadra Corse Angelo Caffi si è qualificato al settimo posto, preparando due gare di rimonta. Le condizioni meteo hanno purtroppo costretto la Direzione di Gara ad annullare gara uno, dopo aver percorso qualche giro dietro la safety-car, e così tutto l'agonismo si è concentrato in gara due. Papi non si è certo risparmiato e dopo aver recuperato due posizioni ha chiuso al quinto posto sotto alla bandiera a scacchi.

«Sono partito subito forte perché sapevo di poter avere il passo per il podio» ha commentato Papi, «e ho recuperato fino al quinto posto, pronto a sferrare l'attacco a Vettori. Con l'acqua in pista, anche se più asciutto rispetto alle sessioni precedenti, ho dovuto continuamente controllare le reazioni della vettura e quando sei in bagarre è più facile sbagliare. Ho allungato un po' la traiettoria in staccata nel tentativo di superare e ho perso contatto. Quando gli sono tornato sotto, all'ultimo giro, ho provato ancora una volta, ma il passo era molto simile e per non rischiare di buttare via la gara ho preferito consolidare il quinto posto».

L'ultimo round della G1 Series by Griip andrà in scena già il prossimo weekend, dall'8 al 10 novembre, all'Adria International Raceway. L'obiettivo, per Papi, sarà quello di continuare la battaglia per il terzo posto in campionato.

Soddisfazione a Franciacorta, nel 13° Franciacorta Rally Show, per Giovanni Ghidini e Carlotta Romano, impegnati nell'abitacolo della Mini Cooper S JCW #59. L'equipaggio bresciano, con la navigatrice alla prima esperienza completa dopo un amaro ritiro nelle prime fasi all'esordio dello scorso febbraio, è stato protagonista di una grande gara.

Nella notte della prima prova speciale, disputata sabato, Ghidini si è subito confermato secondo di Gruppo Racing Start Plus con un'ottima padronanza del mezzo. Sotto la pioggia, a tratti torrenziale, di domenica, l'equipaggio della Squadra Corse Angelo Caffi ha confermato il suo passo mantenendo la seconda posizione di gruppo e la prima di classe RSPTB1.6, mai in discussione.

Ad aggiungere valore alla prestazione, il miglior tempo di gruppo segnato sull'ultimo tratto cronometrato.

«Sono davvero molto contenta» ha commentato Carlotta Romano, «il feeling con Giovanni è stato da subito ottimo e ci siamo divertiti. Prima della prova in notturna, con la pioggia e il buio, c'era un po' di tensione, ma poi abbiamo trovato il ritmo e ci siamo concentrati sulla gara. Sinceramente non abbiamo percepito la pioggia come un problema, per certi versi ha reso tutto anche un po' più divertente, quindi la voglia di fare qualcos'altro insieme c'è: vedremo».

SCATTA IL RACEDAY, BALDON RALLY È PRESENTE

Mercoledì, 06 Novembre 2019 08:37 Published in Rally

SCATTA IL RACEDAY, BALDON RALLY È PRESENTE

 

Il sodalizio vicentino al via una delle serie più amate dai terraioli d'Italia con due Peugeot 208 R2, per Zanini e Zancano, ed una Suzuki Swift R1 turbo, per Seminara.

 

 

 

 

Castelgomberto (VI), 06 Novembre 2019 

 Ci si avvia verso il finale di questa stagione 2019 e, come ormai da tradizione, apre il sipario su una delle serie di maggior successo a livello nazionale, il Raceday Rally Terra, che vivrà il suo primo atto con il Rally delle Marche.

Giunto alla sua tredicesima edizione l'appuntamento di Cingoli, in programma per il 9 e 10 Novembre, farà da capitano agli altri eventi che andranno a comporre il calendario, assieme al Ronde Prealpi Master Show, al Rally della Val d'Orcia ed al conclusivo Rally Città di Arezzo.

Chilometri di strade bianche che hanno reso celebre l'Italia a livello mondiale, qui si correvano i più blasonati appuntamenti iridati come il Sanremo, vedranno protagonista anche Baldon Rally.

Saranno tre i portacolori che si schiereranno, il prossimo fine settimana, al via dell'evento marchigiano, pronti a confrontarsi in un contesto altamente tecnico e selettivo.

A trazione totalmente friulana le due Peugeot 208 R2 del team di Castelgomberto, affidate rispettivamente ad Alessandro Zanini, in coppia con Paola Fachin, ed a Glauco Zancano, affiancato nell'occasione da Eliano Virgolini.

Sarà il nostro debutto nel Raceday Rally Terra come team” – racconta Baldon (titolare Baldon Rally) – “ma, in realtà, posso vantare una mia piccola esperienza, da pilota, in queste splendide gare. Siamo molto contenti che due piloti friulani, Alessandro e Glauco, abbiamo riposto in noi la loro fiducia per questo Rally delle Marche. Davvero una grossa soddisfazione presentarsi al via di un campionato così importante con un bel numero di vetture targate Baldon Rally.”

La compagine vicentina non batterà soltanto bandiera francese al Rally delle Marche ed ai due portacolori della casa transalpina affiancherà il debuttante, in chiave Raceday Rally Terra, Dario Seminara, il quale sarà protagonista in pianta stabile nella serie a fondo sterrato.

Il pilota scaligero, affiancato da Mattia Benedet alle note, tornerà ad imbracciare il volante, riponendo il quaderno delle note, dopo l'apparizione nella Ronde Prealpi Master Show della passata edizione, alla guida della Suzuki Swift R1 turbo griffata Baldon Rally.

 

Siamo molto contenti di avere Dario al via del Raceday” – aggiunge Baldon – “perchè avremo la possibilità di portare al debutto questa vettura sullo sterrato e lavorare allo sviluppo, della stessa, su fondi che non ha mai provato. Dopo l'apparizione al Prealpi Master Show, lo scorso anno, Dario è stato molto contento del nostro lavoro e lo ringraziamo per averci dato fiducia in un programma così prestigioso. Siamo felici e non vediamo l'ora di prendere il via per questa trasferta, inizio di quella che sarà sicuramente una splendida esperienza in mezzo alla polvere.”

 

L'edizione 2019 del Rally delle Marche prevederà due prove speciali, “Panicali” (5,24 km) e “Dei Laghi” (9,84 km), che saranno percorse per tre tornate ciascuna.

Oltre centoventi i chilometri di gara, dei quali poco più di quarantacinque saranno cronometrati.

 

Immagine di Dario Seminara, in azione in una recente sessione di test pre Rally delle Marche 2019 , a cura di Baldon Rally.

 

L'ufficio stampa

IL MONTE CAIO RITROVA RABAGLIA AL VIA

Martedì, 05 Novembre 2019 16:52 Published in Rally

IL MONTE CAIO RITROVA RABAGLIA AL VIA

 

Il portacolori di SRacing non poteva mancare all'appuntamento più importante della stagione,

quello con la gara di casa per il sodalizio di Tizzano Val Parma.

 

 

 

 

Tizzano Val Parma (PR), 05 Novembre 2019 

Cinque mesi sono passati dall'ultima volta che Simone Rabaglia si è infilato tuta, casco e guanti in questa stagione agonistica 2019.

Un lungo periodo di inattività, con la complicità di pressanti impegni professionali, non hanno però frenato la presenza del pilota di Tizzano Val Parma alla Ronde del Monte Caio.

L'appuntamento emiliano, pronto a festeggiare il 9 e 10 Novembre l'edizione del decennale, è l'impegno principale per il portacolori di SRacing, in virtù del fatto che la base operativa della propria scuderia e la partenza dell'evento sono collocate nella medesima cittadina.

È una vita che non salgo più in macchina” – racconta Rabaglia – “e questa sosta sembrava non terminare mai. Non è mai semplice far collimare il lavoro e l'attività sportiva, infatti quest'anno abbiamo dovuto rivedere il programma in corso d'opera. Per fortuna siamo a Novembre ed è il momento di concentrarci sulla nostra gara di casa, la Ronde del Monte Caio. Per noi, per SRacing e per tutti i nostri partners è un evento importantissimo perchè si corre nella stessa città di dove ha sede la nostra scuderia. Ci teniamo particolarmente a far bene.”

Un discorso che riparte, in buona sostanza, da dove si era precedentemente interrotto, con Rabaglia che tornerà al volante della Skoda Fabia R5 targata HK Racing, vettura utilizzata nell'ultima uscita dell'International Rally Cup, in occasione del Rally del Taro del Giugno scorso.

Dopo aver affrontato le prime due gare dell'IRC su una Ford Fiesta WRC” – sottolinea Rabaglia – “siamo passati sulla Skoda Fabia R5, prima di fermare il nostro programma. Ripartiamo quindi da dove ci eravamo fermati, tornando alla guida della Fabia di HK Racing. Con loro ci siamo sempre trovati benissimo ed era naturale che il nostro percorso sarebbe continuato, affidandoci alla loro esperienza e professionalità. Siamo pronti per questa sfida.”

Invariato il percorso di gara, rispetto al 2018, con la prova speciale “Monte Caio” (11,55 km) che sarà ripetuta per quattro passaggi, ognuno intervallato dal riordino e dalla service area.

I motivi per guardare al Monte Caio con fiducia, per Rabaglia e per il compagno di abitacolo Roberto Mometti, sono molteplici se si fruga negli archivi: secondo di classe e quarto assoluto lo scorso anno, terzo di classe nel 2016 e nel 2014, secondo nel 2015 e primo nel 2013 e 2012.

Ovvio che quando si parte si vuole sempre vincere” – conclude Rabaglia – “o almeno puntare al podio. Figuriamoci se poi corri nella tua gara di casa. Correre di fronte ai tuoi amici ed al tuo pubblico crea sempre una tensione maggiore perchè la pressione del fare bene si sente di più. Ci confrontiamo con avversari importanti e che, soprattutto, stanno in auto più tempo di noi. Il percorso è molto bello, veloce ed alternato tra salita e discesa. Speriamo che il meteo ci dia una tregua rispetto alle ultime edizioni. Godiamoci questa bella festa dei motori, a casa nostra.”

 

Immagine, di repertorio, di Simone Rabaglia, in azione nel precedente Rally del Taro 2019 ,a cura di Actualfoto - Mario Leonelli . 

 

L'ufficio stampa

Il Tindari Rally è pronto a coinvolgere tutti il 16 e 17 novembre
 
Edizione numero cinque per la gara organizzata da CST Sport in provincia di Messina, appuntamento clou del Campionato Siciliano.
8 prove con 71,5 Km ad alta adrenalina sulle strade considerate “Università del volante
 
 
 
 
 
 
Gioiosa Marea (ME), 3 novembre 2019.
 
 Iniziata la fase d’avvicinamento al Tindari Rally 2019, l’edizione numero cinque della gara organizzata da CST Sport, nata con il testimonial d’eccezione Tony Cairoli, la leggenda del motocross mondiale che ha sempre manifestato particolare favore verso la gara che si corre sulle strade di casa sua, nei dintorni di Patti. Il 16 e 17 novembre sarà appuntamento clou del Campionato Siciliano la competizione che coinvolge completamente il territorio dove è nata e dove è completamente radicata, un territorio ad alta vocazione automobilistica ed un rally che si svolge su strade considerate da sempre “Università dei Rally”.
Il Tindari Rally è divenuto in solo 4 edizioni ad alta eco e successo, un appuntamento irrinunciabile per gli equipaggi non solo siciliani, diversi sono stati i piloti in arrivo da oltre stretto che hanno voluto provare e collaudare nuove soluzioni sulle auto in sfide avvincenti su prove estremamente spettacolari.
Le iscrizioni sono in corso fino a lunedì 11 novembre, ma già numerosi equipaggi di spicco hanno confermato la propria presenza sulle strade dell’entroterra pattese. 
Sabato 16 novembre i motori da corsa romberanno sin dalla mattinata quando dalle 9 alle 12.30 si svolgerà lo shakedown, i test con le auto da gara su un tratto di della Strada Provinciale 135. Le verifiche si svolgeranno a San Giorgio di Gioiosa Marea dalle 7.30 alle 12.30.
Il folto pubblico che abitualmente affolla il Lungomare Zuccarello di Patti Marina, potrà ammirare le auto sin dalle 15.45, quando gli equipaggi le porteranno in parco partenza. Alle 17 la Cerimonia di partenza del Tindari Rally e subito due prove speciali, i due passaggi sugli spettacolari 9,20 Km della “Gioiosa”. Dopo la pausa notturna a San Giorgio la competizione ripartirà alle 7.30 di domenica 17 novembre, con altri 6 Crono: “Moreri” e “San Piero Patti”, rispettivamente da 8,50 e 9,20 Km, da percorrere tre volte. Saranno 292,48 i Km dell’intero percorso e 71,50 Km sui quali sono suddivise le 8 prove speciali lungo le quali si delineeranno le classifiche che assegneranno i punti decisi del Campionato Siciliano Rally.
A partire dalle 18 sarà il lungomare Capitano Zuccarello di Patti Marina ad accogliere i vincitori e tutti i migliori protagonisti con la Cerimonia di Arrivo e Premiazione.
Alto coinvolgimento dell’intero territorio e sempre più partner di prestigio per una gara che innanzi tutto espressione di passione per il motorsport, concretizzata con professionalità e dedizione da CST Sport.
Tutte le info live su www.tindarirally.it @TindariRally - #tindarirally 
 
L’Ufficio Stampa

IL NUBIFRAGIO DI FRANCIACORTA NON PIEGA FALUBBA

Martedì, 05 Novembre 2019 15:32 Published in Rally

IL NUBIFRAGIO DI FRANCIACORTA NON PIEGA FALUBBA

 

Il pilota bresciano, nonostante un fuori programma sulla seconda speciale, porta al traguardo la Peugeot 208 R2 di Baldon Rally,

in condizioni meteo quasi proibitive.

 

 

 

Castelgomberto (VI), 05 Novembre 2019 

Più che un rally in circuito il Franciacorta Rally Show ha assunto, nel recente fine settimana, i contorni di un evento più adatto alla nautica.

Una pioggia torrenziale ha imperversato, con costanza, per tutta la giornata di Domenica ed ha reso la vita decisamente dura a tutti i concorrenti impegnati sul tracciato lombardo.

Tra questi ha visto l'arrivo anche il portacolori di Baldon Rally, Zeno Falubba, il quale non ha certo ricevuto dalla sorte il regalo più desiderato, rientrato in attività dopo il Rally Mille Miglia.

Con un bel po' di ruggine da smaltire, visti i tanti mesi di distanza dall'abitacolo della Peugeot 208 R2 vicentina, ed in un contesto, quello della pista, profondamente diverso dalla guida su strada il bresciano apriva la sua trasferta con un buon quinto tempo di classe R2B, attestandosi attorno la metà classifica ma con un passivo che lo teneva in gioco sino ai piedi del podio.

Archiviata la prima frazione di gara, quella del Sabato, ci si dava appuntamento al giorno seguente sulla “Franciacorta By Sun”, un paradosso viste le condizioni meteo della Domenica.

L'acqua planning, all'ordine del giorno, si rivelava fatale per Falubba, in coppia con Luca Tonni, il quale andava ad impattare ed usciva dal tratto cronometrato con un gap di quasi due minuti.

 

Le condizioni nelle quali si è corso Domenica erano davvero dure” – racconta Baldon (titolare Baldon Rally) – “e tornare alla guida, dopo tanto tempo di fermo, sotto una pioggia così battente non era certo il miglior modo per riprendere confidenza con la Peugeot 208 R2. Zeno era partito cauto, Sabato sera, ma aveva il margine per poter stare a ridosso del podio. Alla Domenica mattina ci siamo ritrovati in una situazione meteo pazzesca. Pioveva a dirotto. Il circuito presentava diverse zone nelle quali l'acqua ristagnava. È stata durissima per tutti. Purtroppo Zeno è stato vittima dell'acqua planning, sulla seconda prova speciale, e si è visto protagonista suo malgrado di una toccata che ha segnato in modo netto la classifica. Con quasi due minuti presi il morale è andato sotto i tacchi, lo capisco. Inoltre la gara era molto corta, quattro prove soltanto, quindi ogni tentativo di possibile recupero era difficile, già in partenza.”

 

Catapultato al sesto posto, con un divario salito a quasi tre minuti e senza alcuna reale chance di agganciare chi lo precedeva, Falubba preferiva tirare i remi in barca ed evitare di incappare in altri errori che, viste le condizioni, avrebbero potuto rendere ancora più amara la giornata.

 

Davvero un peccato” – aggiunge Baldon – “ma, al tempo stesso, siamo anche molto contenti perchè Zeno si è trovato molto bene con noi e ci ha rinnovato la sua fiducia, dopo il Mille Miglia. La nostra Peugeot 208 R2 ha affrontato condizioni meteo molto difficili senza lamentare nessun tipo di problema ed i nostri ragazzi si sono dati da fare al massimo, come sempre del resto. È stata comunque un'esperienza formativa per Zeno, avendo avuto modo di prendere confidenza con il bagnato estremo, ma anche per noi, raccogliendo un bel quantitativo di dati su un fondo che difficilmente presenta queste caratteristiche. Siamo certi che Zeno avrà modo di rifarsi.”

 

 

Immagine di Zeno Falubba, in azione ,a cura di Paolo Giomo .

 

L'ufficio stampa

SEMINARA TORNA AL VOLANTE, VIA AL RACEDAY

Martedì, 05 Novembre 2019 15:24 Published in Rally

SEMINARA TORNA AL VOLANTE, VIA AL RACEDAY

 

Il pilota scaligero sarà al via, a partire dal Rally delle Marche, della serie dedicata agli amanti dello sterrato, alla guida di una Suzuki Swift R1 turbo di Baldon Rally.

 

 

 

 

Verona, 05 Novembre 2019 

Quale miglior modo per festeggiare un'amicizia di lunga durata se non quella di condividere assieme la propria passione, quella per il mondo dei rally, in uno dei contesti più amati a livello nazionale ovvero il Raceday Rally Terra.

Queste, in sintesi, le motivazioni che hanno dato vita al programma di Dario Seminara, pronto ad affrontare la tredicesima edizione del Rally delle Marche, in programma per il weekend.

Tra Sabato 9 e Domenica 10 Novembre inizierà quindi il cammino del pilota di Verona, abbandonando temporaneamente il quaderno delle note per prendere in mano il volante della Suzuki Swift R1 turbo, messa a disposizione dal team Baldon Rally.

La terra, vera essenza del rallysmo a livello mondiale, vedrà protagonista lo scaligero, il quale sarà affiancato da Mattia Benedet alle note, in gara per i colori della scuderia Rally Team.

Iniziano ad arrivare i primi capelli bianchi” – racconta Seminara – “e questi ci hanno fatto capire che ormai siamo maturi per poter guidare. A parte gli scherzi con Mattia ci lega un'amicizia che dura da quasi vent'anni e volevamo regalarci qualcosa di speciale per questa importante ricorrenza. Diciamo che abbiamo deciso di prenderci le ferie meritate, a modo nostro. La terra è la vera ed unica regina nel mondo dei rally, non potevamo scegliere meglio perchè il Raceday è una serie che permette di affrontare gare molto belle, tecniche e selettive.”

Quattro gli eventi che caratterizzeranno l'ossatura del calendario 2019 e 2020: oltre al già citato Rally delle Marche il portacolori di Rally Team sarà impegnato al Prealpi Master Show, il 21 e 22 Dicembre sulle veloci pianure del trevigiano, prima di spostarsi, con il nuovo anno, nell'incantevole cornice toscana che vedrà protagonista il Rally della Val d'Orcia, a Febbraio, ed il Rally Città di Arezzo, atto conclusivo della serie il 14 e 15 Marzo.

Quattro gare, una più bella dell'altra” – aggiunge Seminara – “e che sapranno regalarci un'esperienza unica. Escludendo il Prealpi Master Show, già affrontato lo scorso anno su una Peugeot 106 gruppo A, le altre tre sono del tutto inedite per noi. Onestamente non vediamo l'ora di iniziare con questo Rally delle Marche. Vogliamo tuffarci in questo ambizioso progetto.”

Due le prove speciali che attendono Seminara per la giornata di Domenica prossima, entrambe da ripetere per due passaggi ciascuna: “Panicali” (5,24 km) e “Dei Laghi” (9,84 km).

Per presentarci al meglio” – conclude Seminara – “abbiamo svolto una sessione di test con la vettura e, come già sapevamo, il team Baldon Rally ci ha già messo in condizioni ottimali per questo debutto. Sono una certezza, il nostro punto di forza in questo inizio. Non abbiamo esperienza su terra e quindi il nostro obiettivo sarà quello di cercare di capire come funziona. Grazie a tutti quelli che hanno creduto nel nostro programma e che ci sosterranno in gara.”

 

 

Immagine, di repertorio, di Dario Seminara, in azione in una recente sessione di test ,a cura di Baldon Rally .

 

L'ufficio stampa

SIMONE BARONCELLI ALL’APPELLO “ADRIATICO”: ATTESO SUGLI STERRATI DEL RALLY DELLE MARCHE

Il portacolori della scuderia Jolly Racing Team torna, nel fine settimana, a confrontarsi sugli sterrati che hanno segnato il suo debutto nel Campionato Italiano Rally Terra 2019, proposti nella versione valida come primo appuntamento della serie Raceday.

 

 

Montale (PT) – 5 novembre 2019

Dare continuità di risultati ad un finale di stagione che, dopo il Rally Nido dell’Aquila, ha assunto lineamenti soddisfacenti. Queste le prerogative di Simone Baroncelli a pochi giorni dal “via” del Rally delle Marche, appuntamento inaugurale della serie Raceday in programma nel fine settimana a Cingoli, in provincia di Macerata. Per il giovane portacolori della scuderia Jolly Racing Team, il confronto sui fondi adriatici sarà occasione per confermare i brillanti riscontri espressi nell’appuntamento valido per il Campionato Italiano Rally, archiviato tra le prime dieci posizioni dedicate alla serie tricolore.

Confermati gli elementi cardine della programmazione sportiva 2019 di Simone Baroncelli: la Peugeot 208 R2B messa a disposizione da G.F. Racing e Simona Righetti nel ruolo di copilota. Un connubio che, alla prima esperienza nella massima espressione nazionale della specialità, ha garantito al pilota di Montale la concretizzazione di quello che era l’obiettivo prefissato, ovvero fare esperienza in un contesto di primo piano.

“Il Rally delle Marche sarà un ottimo banco di prova, poiché torno sugli sterrati che mi hanno visto costretto al ritiro nel primo appuntamento stagionale, il Rally Adriatico – il commento di Simone Baroncelli – adesso siamo consapevoli di poterci esprimere al meglio, avendo alle spalle chilometri e la giusta consapevolezza di poter puntare a posizioni soddisfacenti nel confronto di categoria”.

Il Rally delle Marche accenderà i motori alle ore 19.31 di sabato, dalla pedana posta in Piazza Vittorio Emanuele II, nel centro cittadino di CingolI dove – l’indomani alle ore 16 – verranno ufficializzate le posizioni dei protagonisti. Due, le prove speciali in programma, “Panicali” e “Dei Laghi”, da affrontare per tre volte in un totale di 165 chilometri, dei quali 46 di distanza competitiva.

 

Nella foto di  Zini: Simone Baroncelli in azione al Rally Nido dell’Aquila.

 

 

L'ufficio stampa

 

AL MARCHE APRE IL SIPARIO SUL RACEDAY DI MIOLO

Martedì, 05 Novembre 2019 15:02 Published in Rally

AL MARCHE APRE IL SIPARIO SUL RACEDAY DI MIOLO

 

Il pilota di Veggiano conta i giorni che lo separano dal via di un nuovo ed ambizioso programma,

in una delle serie più amate dai terraioli di tutta Italia.

 

 

 

Veggiano (PD), 05 Novembre 2019 

 

Ci siamo, finalmente l'attesa sta per concludersi ed in dirittura di arrivo è pronta la tredicesima edizione del Rally delle Marche, prova inaugurale di un Raceday Rally Terra che, come da tradizione, scalderà i cuori degli amanti dei fondi bianchi.

Una delle serie più seguite a livello nazionale, spesso tappa di vari protagonisti oltre confine, vedrà al via Flavio Miolo, deciso a cancellare in fretta l'esperienza nell'Alpe Adria Rally Cup.

Lo sterrato, vera essenza del rallysmo a livello planetario, sarà il nuovo banco di prova con il quale il pilota di Veggiano sarà chiamato a confrontarsi, a partire dal prossimo fine settimana.

 

 

Una sorta di nuovo debutto per il pilota di Veggiano, potendo vantare la sola partecipazione allo scorso Prealpi Master Show, stagione 2018, tra le insidiose campagne del trevigiano.

Finalmente è ora di tornare al volante” – racconta Miolo – “e ne abbiamo proprio bisogno perchè vogliamo rialzare il morale, portandolo in positivo, dopo la sfortunata conclusione, tra l'altro anticipata, del programma nell'Alpe Adria Rally Cup. Il Raceday è il campionato ideale per i genlemen driver perchè consente di correre con contenuti impegni di tempo, chiave di un successo che si ripete ad ogni anno, ma permette di confrontarsi su prove speciali che hanno fatto la storia del rallysmo, non solo in Italia ma nel mondo. Basti pensare alle prove che affronteremo in Toscana, le stesse dove passava il mondiale di Sanremo. Non possiamo prefiggerci ambiziosi traguardi al momento, essendo alla seconda esperienza sullo sterrato, ma metteremo il massimo del nostro impegno per cercare di essere competitivi, il prima possibile.”

Il Marche avrà il compito di aprire un calendario che vedrà a seguire il Prealpi Master Show, a fine Dicembre, prima di darsi appuntamento nel nuovo anno, in Toscana, per affrontare il Val d'Orcia, a Febbraio, ed il Città di Arezzo, a Marzo.

Compagna di avventura del portacolori di Racing 3 Team sarà la Ford Fiesta ST RS Plus 2.0, condivisa con il vincitore di Rally Italia Talent 2018, categoria Under 23, Nicola Argenta.

Due le prove speciali che costituiranno l'ossatura del Rally delle Marche 2019 Domenica 10 Novembre, da ripetere per due passaggi ciascuna: “Panicali” (5,24 km) e “Dei Laghi” (9,84 km).

Sarà la mia prima volta al Rally delle Marche” – aggiunge Miolo – “nonchè la prima volta con Nicola alle note. A parte la preparazione dell'assetto da terra la vettura è la stessa che abbiamo utilizzato ad inizio anno in Slovenia. Il percorso di gara è molto corto, due soltanto le prove con un chilometraggio basso. In pratica una sorta di rally day. Sicuramente dovremo stare molto attenti e concentrarci sull'affinamento del feeling tra equipaggio e vettura. Partiremo cauti, per prendere le misure. Il cronometro inizieremo a guardarlo dal secondo giro. Vogliamo portare a casa la vettura integra, salendo sulla pedana di arrivo. Un particolare ringraziamento va fatto a tutti i partners che hanno reso possibile la realizzazione di questo programma. Grazie di cuore anche alla scuderia Racing 3 Team ed a tutte le persone che ci sono state vicine in questo anno. Siamo entusiasti di iniziare questo nuovo cammino, cercando di crescere sempre di più.”

 

Immagini, di repertorio, di Flavio Miolo, in azione in una recente sessione di test pre campionato ed una, di profilo, con Nicola Argenta, navigatore a sinistra, e Flavio Miolo, pilota a destra , a cura di Racing 3 Team.

 

L'ufficio stampa