Peccenini a Magny Cours per continuare a stupire in Ultimate Cup
Peccenini a Magny Cours per continuare a stupire in Ultimate Cup
RALLYSTI IN KART, SUCCESSO CON RALLY ITALIA TALENT
RALLYSTI IN KART, SUCCESSO CON RALLY ITALIA TALENT
BOLZA CORSE È TRA I MIGLIORI CINQUE AL MONDO
BOLZA CORSE È TRA I MIGLIORI CINQUE AL MONDO
AB Racing rinforza la linea verde nella Carrera Cup Italia a Monza
AB Racing rinforza la linea verde nella Carrera Cup Italia a Monza
IL TEAM DRIVER A CACCIA DI SUCCESSI NELLA IAME INTERNATIONAL FINAL.
IL TEAM DRIVER A CACCIA DI SUCCESSI NELLA IAME INTERNATIONAL FINAL.
Ad Agrigento alto coinvolgimento di Sara Safe Factor con test drive
Ad Agrigento alto coinvolgimento di Sara Safe Factor con test drive
Brilla il titolo di Imberti nel 2019 di Elite Motorsport con le Golf TCR
Brilla il titolo di Imberti nel 2019 di Elite Motorsport con le Golf TCR
Costa-Altoè conquistano il titolo International GT Open al Monza Eni Circuit
Costa-Altoè conquistano il titolo International GT Open al Monza Eni Circuit
Il Sara Safe Factor torna in Sicilia con i test drive ad Agrigento
Il Sara Safe Factor torna in Sicilia con i test drive ad Agrigento
IL TEAM DRIVER COGLIE LA TOP 10 NELLA ROK CUP SUPERFINAL DI LONATO.
IL TEAM DRIVER COGLIE LA TOP 10 NELLA ROK CUP SUPERFINAL DI LONATO.
RINICELLA STUPISCE TUTTI E SFIORA IL PODIO NELLA ROK CUP SUPERFINAL.
RINICELLA STUPISCE TUTTI E SFIORA IL PODIO NELLA ROK CUP SUPERFINAL.
Targa Florio Classica 2019 rivive il mito di Floriopoli e delle Madonie
Targa Florio Classica 2019 rivive il mito di Floriopoli e delle Madonie
LA MILLE MIGLIA 2020 TORNERA’ NEL FERMANO E NELL’ASCOLANO
LA MILLE MIGLIA 2020 TORNERA’ NEL FERMANO E NELL’ASCOLANO
Alle porte il 13º Trofeo Natale Nappi, la grande festa della Scuderia Vesuvio.
Alle porte il 13º Trofeo Natale Nappi, la grande festa della Scuderia Vesuvio.
GHEZZI CAMPIONE ITALIANO GT4 ENDURANCE
GHEZZI CAMPIONE ITALIANO GT4 ENDURANCE
“I PROTAGONISTI RACCONTANO”
“I PROTAGONISTI RACCONTANO”
Monza incorona nel fine settimana i vincitori dei campionati GT Sport
Monza incorona nel fine settimana i vincitori dei campionati GT Sport
BOLZA CORSE SFIDA IL RESTO DEL MONDO
BOLZA CORSE SFIDA IL RESTO DEL MONDO
NELLA CARICA DEI 400 ALLA ROK INTERNATIONAL FINAL OCCHI PUNTATI SU RINICELLA.
NELLA CARICA DEI 400 ALLA ROK INTERNATIONAL FINAL OCCHI PUNTATI SU RINICELLA.
OBIETTIVO IRIDATO PER IL TEAM DRIVER NELLA INTERNATINAL ROK CUP FINAL PER IL TEAM DRIVER.
OBIETTIVO IRIDATO PER IL TEAM DRIVER NELLA INTERNATINAL ROK CUP FINAL PER IL TEAM DRIVER.
NELLA FINALE DEL TROFEO D’AUTUNNO RINICELLA SALE IN CATTEDRA E MANCA DI POCO IL PODIO BIS.
NELLA FINALE DEL TROFEO D’AUTUNNO RINICELLA SALE IN CATTEDRA E MANCA DI POCO IL PODIO BIS.
TSOLOV REGALA UNA NUOVA VITTORIA ASSOLUTA AL TEAM DRIVER.
TSOLOV REGALA UNA NUOVA VITTORIA ASSOLUTA AL TEAM DRIVER.
Zanardini esalta AC Racing
Zanardini esalta AC Racing
Rovera ok al Mugello:
Rovera ok al Mugello: "Ora tutto su Monza nel Tricolore GT Sprint”
3° FORMULA CHALLENGE “CITTA’ DI SPINETOLI”, APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO: VINCE L’ASSOLUTA LUCA FILIPPETTI
3° FORMULA CHALLENGE “CITTA’ DI SPINETOLI”, APERTURA DEL CAMPIONATO ITALIANO: VINCE L’ASSOLUTA LUCA FILIPPETTI
La Porsche 911 RSR di Riccardo Pera è quinta dopo 6h di gara nel Campionato Mondiale endurance in Giappone.
La Porsche 911 RSR di Riccardo Pera è quinta dopo 6h di gara nel Campionato Mondiale endurance in Giappone.
SPINETOLI ACCOGLIE I PROTAGONISTI DELL’ITALIANO FORMULA CHALLENGE
SPINETOLI ACCOGLIE I PROTAGONISTI DELL’ITALIANO FORMULA CHALLENGE
Weekend su due fronti per AC Racing
Weekend su due fronti per AC Racing
IL TEAM DRIVER CI RIPROVA NELLA FINALE DEL TROFEO D’AUTUNNO.
IL TEAM DRIVER CI RIPROVA NELLA FINALE DEL TROFEO D’AUTUNNO.
A LONATO RINICELLA TENTA IL BIS NELLA JUNIOR ROK.
A LONATO RINICELLA TENTA IL BIS NELLA JUNIOR ROK.
Denny Zardo si esalta a Vallelunga
Denny Zardo si esalta a Vallelunga
AB Racing a Misano nella Carrera Cup tra notturna e Porsche Festival
AB Racing a Misano nella Carrera Cup tra notturna e Porsche Festival
Supercar al Monza Eni Circuit con la GTCup di TopGear
Supercar al Monza Eni Circuit con la GTCup di TopGear
A Zolder l'Alex Caffi Motorsport affronta le finali della Nascar Whelen Euro Series 2019
A Zolder l'Alex Caffi Motorsport affronta le finali della Nascar Whelen Euro Series 2019
Elite Motorsport al gran finale del Mugello con le Golf del Tricolore TCR e al Rally del Sebino per l'esordio della Polo RS+
Elite Motorsport al gran finale del Mugello con le Golf del Tricolore TCR e al Rally del Sebino per l'esordio della Polo RS+
DOMENICA PROSSIMA 6 OTTOBRE IL 3° FORMULA CHALLENGE CITTA’ DI SPINETOLI
DOMENICA PROSSIMA 6 OTTOBRE IL 3° FORMULA CHALLENGE CITTA’ DI SPINETOLI
Rovera ritorna al Mugello per l'Italiano GT Endurance su Mercedes
Rovera ritorna al Mugello per l'Italiano GT Endurance su Mercedes
PUJATTI CHIUDE CON UNA SPLENDIDA DOPPIA VITTORIA LA IAME SERIES ITALY.
PUJATTI CHIUDE CON UNA SPLENDIDA DOPPIA VITTORIA LA IAME SERIES ITALY.
KASTELIC E PUJATTI REGALANO LA VITTORIA AL TEAM DRIVER A LONATO.
KASTELIC E PUJATTI REGALANO LA VITTORIA AL TEAM DRIVER A LONATO.
GRANDISSIMA PERFORMANCE DI RINICELLA CHE CONQUISTA A LONATO IL SUO PRIMO PODIO IN JUNIOR.
GRANDISSIMA PERFORMANCE DI RINICELLA CHE CONQUISTA A LONATO IL SUO PRIMO PODIO IN JUNIOR.
Rosa Guerra

Rosa Guerra

154 ISCRITTI PER UN SOLO RALLY: GRANDE SUCCESSO PER IL 26° RUBINETTO

 

Numeri da record per la gara novarese: 3 WRC e 19 R5! Tornerà a gareggiare in un rally su strada il due volte tricolore Piero Longhi ma l’elenco di pretendenti è davvero sfavillante: Miele, Caffoni, Margaroli, Bottarelli, Burri, Chentre, Carmellino e molti altri ancora.

Si corre sabato e domenica per un tracciato che prevede 73 chilometri cronometrati. San Maurizio d'Opaglio (NO) –Gli amanti delle statistiche avranno di che sbizzarrirsi davanti al corposo elenco iscritti del Rally del Rubinetto 2019 che uscirà nelle prossime ore.

Nella gara organizzata dalla Pentathlon MotorTeam con la collaborazione della New Turbomark figurano ben 154 iscritti.

Un numero davvero impressionante se pensato rispetto ad una competizione sola e non spalmato - come da altre parti - in gare con differenti titolazioni o con le autostoriche: un numero puro che comprende eccellenze e ricorsi storici importanti. Il rientro in un rally su strada di Piero Longhi dopo il Bassano del 2012 è già di per sé una notizia. La presenza contemporanea di ben 6 vincitori dalla corsa ne è un’altra: ci saranno infatti, oltre al già citato “Pierino” che partirà su Ford Fiesta Wrc (primo per quattro volte dal 2002 al 2005), lo svizzero Olivier Burri su Skoda R5 (che vinse nel 1991, 1992 e 1998), il varesino Simone Miele su Citroen DS3 Wrc e mattatore delle ultime due edizioni, il domese Davide Caffoni, (su Skoda R5 e a segno nel 2015 e 2016), l’ossolano Fabrizio Margaroli sempre su Skoda (doppietta nel biennio 2010-2011) ed il biellese Giorgio Dissegna, primo nel 2001 e quest’anno su DS3 Wrc come nel 2018. Una parata di beniamini del pubblico alla quale se ne aggiungeranno altri. Già perché alle 3 Wrc fanno seguito le ben 19 R5 tra le quali vanno annoverate quelle di Elwis Chentre, Luca Bottarelli, Massimo Marasso, Ivan Carmellino, Mattia Pizio e molti altri.

Sfide interessanti anche nelle altre classi dove in A8 si assisterà all’eterna sfida tra Lancia Delta, BMW M3 e Subaru Impreza o in S1600 dove Foglietti, Maran, Peruccio, Rolando e Giovanella avranno di che divertirsi. Impossibile analizzare sinteticamente in poche righe tutti i gruppi e tutte le classi; meglio godersi una gara che sarà valida per la Coppa Rally di Zona1 e che contemplerà il paesaggio notturno mozzafiato del Mottarone che sabato verrà percorso per ben due volte.

“Siamo davvero increduli quanto soddisfatti per aver raggiunto queste cifre da capogiro, racconta Giuseppe Zagami di New Turbomark- e ci stiamo attrezzando per implementare tutte le forze da mettere in campo a partire da carri attrezzi, ambulanze e altro personale di servizio.” Alla serata di presentazione avvenuta giovedì 19 settembre, una numerosa folla ha potuto applaudire anche il neo presidente della scuderia organizzatrice, la Pentathlon Motor Team: si tratta di Simone Soldà, 39 enne di Pogno che subentra a Silvano Faggio.

 

“Per me è un onore rivestire questa carica- spiega Soldà- perché fin da bambino seguivo il 111’ e poi il Rubinetto con la passione che contraddistingue tutto il nostro territorio. Sono riuscito a gareggiare in veste di pilota e ho ben presente quale fascino è in grado di esercitare il Rally del Rubinetto. Ho avuto il ruolo di vice presidente per qualche anno ed ora, grazie anche al grande lavoro dello staff, sono pronto per tenere le redini di questa gloriosa scuderia e, di conseguenza, di questa gara!”

Alla presentazione ha fatto seguito il tradizionale e beneaugurante taglio della torta con brindisi. Presenti numerosi piloti ed autorità locali.

Tra le novità inserite quest’anno ci sono la nuova prova speciale di San Fermo e l’arrivo in piazza a Borgosesia, località che ospiterà anche tre passaggi della prova “Rozzo-Caneto” intitolata proprio alla città valsesiana.

 

Paolo Andreucci e Rudy Briani al via del Nido dell’Aquila

Martedì, 24 Settembre 2019 11:25 Published in Rally

Paolo Andreucci e Rudy Briani al via del Nido dell’Aquila

 

 

 

Paolo Andreucci: “Sarà uno stimolo in più correre su degli sterrati per me nuovi. Sarà la mia prima volta al Nido dell’Aquila. Un motivo in più per far bene e divertirsi”.

Dopo la pausa estiva, il garfagnino Paolo Andreucci torna ad indossare tuta e casco per il penultimo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Rally Terra, in programma per questo weekend a Nocera Umbra.

Il Nido dell’Aquila, gara organizzata da PSR Group, insieme al Comune di Nocera Umbra ed a Radio Subasio, si presenta quest’anno con la logistica confermata a Nocera Umbra ma con il percorso in parte rivisto rispetto all’edizione 2018. Sono infatti previste due sole prove speciali in luogo delle tre proposte nel 2018, entrambe da percorrere tre volte.

 

 

Il Pilota garfagnino è reduce dalla gara tricolore di Udine di fine agosto, vissuta da coach Peugeot e da importanti impegni con ACI Sport, e torna adesso a bordo della vettura della casa francese per divertirsi sulla terra di Perugia.

“Un nuovo tracciato su cui correre non capita spesso -ha commentato il pluricampione Paolo Andreucci-, soprattutto per me che sono anni che corro in giro per l’Italia. Al Nido dell’Aquila non ho mai corso, è una gara del tutto nuova per me e mi fa piacere scoprire nuovi tracciati. Al San Marino stavamo iniziando ad avere un buon passo e spero di continuare da dove avevamo lasciato. Grazie ai nostri sponsor, a Stefano Peletto su tutti, FIAMM e adesso anche con Tomei Nautica Service stiamo portando avanti un buon campionato, continuiamo ad aumentare anche il feeling con la vettura ed a bordo con il mio navigatore Rudy Briani. Da venerdì saremo pronti per far divertire i tanti appassionati che ci seguiranno a bordo della nostra fiammante Peugeot 208 T16, certi di non passare inosservati”.

Paolo Andreucci, che come sempre si affiderà alle gomme Pirelli e già dallo shakedown “Case Basse / Bagni” (km. 2,020), punterà a trovare il giusto set up per la vettura francese.
Lo shakedown utilizza un nuovo percorso che parte da Case Basse a circa 1 km. dal Parco Assistenza di Nocera Umbra. La partenza è in leggera salita con una serie di curve medie con careggiata stretta. Nella parte centrale si velocizza un po’, ma in prossimità di Bagni ridiventa lento. Il percorso rispecchia la tipologia di fondo delle prove che si troverà in gara, anche se con careggiata ridotta e termina proprio alle porte di Bagni di Nocera.

La gara entrerà nel vivo venerdì mattina con le verifiche sportive e distribuzione road-book, seguite dalle verifiche tecniche e dallo shakedown, per permettere successivamente ai piloti di effettuare le ricognizioni regolamentari nel pomeriggio. Sabato mattina il semaforo verde scatterà alle 09:01 dalla piazza Umberto I di Nocera Umbra ed i piloti vedranno la bandiera a scacchi nello stesso posto alle 16:00, dopo che avranno percorso 146,30 chilometri in totale, di cui 70 di prove speciali.

 

L'ufficio stampa

TONDINA IN GARA AL 26° RALLY DEL RUBINETTO PER L’ATTO FINALE DEL TROFEO RENAULT ZONA 1

Sabato e domenica si corre la corsa novarese, appuntamento di casa di Riccardo Tondina

che affronterà la sfida sulla Renault Clio R3C della Valsesia Motors Rally Sport in coppia con Davide Cecchetto.

 

 

 

Nebbiuno (NO) 

 Il Rally del Rubinetto che si correrà nel prossimo fine settimana non sarà una gara come tante altre; l’ultimo round della Coppa Rally di Zona1, che avrà coefficiente 1.5, sarà anche l’atto finale del Trofeo Renault Open he potrà spalancare le porte alla finale nazionale che si disputerà a Como tra poche settimane.

Non solo; il Rubinetto, che ha sfondato l’incredibile soglia dei 150 iscritti, sarà anche il rally di casa di Riccardo Tondina che in coppia con Davide Cecchetto, avrà anche l’apporto del pubblico amico. La gara infatti, vedrà il transito con presso il Comune di Nebbiuno dove è previsto un riordino e lo stesso Tondina risiede.

Riccardo Tondina ed il cugino Davide Cecchetto, prenderanno il via sulla Renault Clio R3C della Valsesia Motors Rally Sport con cui si sono già messi in evidenza nelle altre gare della stagione.

“Ammetto che si tratta di una gara molto sentita per me sia per questioni sportive che affettive – afferma “RickyRocky” -ed immagino che l’emozione si farà sentire quando arriverò nei pressi di casa mia. Dovrò però cercare di rimanere concentrato per tutta la gara dato che sarà lunga e selettiva!”

Il 26° Rally del Rubinetto partirà sabato pomeriggio da San Maurizio d’Opaglio; due passaggi sul celebre Mottarone saranno il succoso antipasto della gara che nella giornata successiva si svilupperà con le speciali di San Fermo, Gianni Piola e Città di Borgosesia.

 

L'ufficio stampa

SIMONE BARONCELLI RIPRENDE IL CAMMINO “TRICOLORE”:

AL VIA DEL RALLY NIDO DELL’AQUILA

Il pilota montalese impegnato, nel fine settimana, sulle strade del penultimo appuntamento del Campionato Italiano Rally Terra, in programma a Nocera Umbra.

 

 

 

Montale (PT) – 23 settembre 2019

Settanta chilometri di agonismo, a conferma di una programmazione volta al raggiungimento dell’obiettivo primario: fare esperienza sulle strade della massima espressione della disciplina, al cospetto dei migliori interpreti. Simone Baroncelli, pilota montalese protagonista nel Campionato Italiano Rally Terra, sarà al “via” del Rally Nido dell’Aquila, penultimo appuntamento tricolore in programma a Nocera Umbra nel fine settimana.

Un impegno che il portacolori della scuderia Jolly Racing Team affronterà al volante della Peugeot 208 R2 messa a disposizione dal team G.F. Racing, assistito dalla copilota Simona Righetti. Per il driver di Montale, quella sulle strade della provincia di Perugia sarà la terza occasione in appena quattro anni di attività agonistica, appuntamento che segnerà la ripresa delle “ostilità” dopo una prima parte di stagione contraddistinta dall’ottimo risultato conseguito da Simone Baroncelli sulle strade del Rally d’Italia Sardegna, manche nostrana del Mondiale Rally. Un risultato in linea con le aspettative, decisivo nel dare vigore ad una stagione affrontata esclusivamente a scopo didattico.

Il “Nido” si presenta quest’anno con la logistica confermata a Nocera Umbra ma con il percorso in parte rivisto rispetto all’edizione 2018. Sono infatti previste due sole prove speciali in luogo delle tre proposte nel 2018, entrambe da percorrere tre volte: “Monte Alago” di quasi nove chilometri e “Monte Pennino”, di oltre quattordici. La partenza è prevista da P.zza Umberto I°, alle ore 9 di sabato 28 settembre, giornata dedicata alla gara vera e propria ed anticipata dalle sessioni di verifiche tecnico sportive di venerdì.

“Affrontiamo il Nido dell’Aquila con la consapevolezza di aver preparato al meglio la gara – il commento di Simone Baroncelli – grazie ad una sessione di test rivelatasi decisamente utile non solo in ottica gara ma anche dal punto di vista della preparazione fisica, a conclusione del periodo di inattività estivo. La gara mi piace, ho buoni ricordi se penso all’edizione 2016, nell’esordio su quelle strade, meno per quanto riguarda quella dello scorso anno, dove siamo stati costretti al ritiro. Ci aspetta un trittico di impegni in grado di garantire risposte definitive su una stagione particolare, la prima in un contesto così importante come il campionato italiano”.

 

Nella foto (free copyright RaceEmotion): Simone Baroncelli in azione al San Marino Rally.

 

UFFICIO STAMPA 

SIMONE BARONCELLI

Gabriele Micchi

Cubeda sul podio delle monoposto alla Coppa Nissena su Osella

Lunedì, 23 Settembre 2019 16:19 Published in Salite

Cubeda sul podio delle monoposto alla Coppa Nissena su Osella

 

Dopo l'eccellente performance di Erice, nella seconda gara siciliana consecutiva del Tricolore Montagna

il driver etneo conclude quarto assoluto e terzo di categoria al volante della Fa30 Zytek.

Per la scuderia Cubeda Corse arrivano anche grandi soddisfazioni nel gruppo delle Bicilindriche grazie alle prestazioni di Caltabiano e Viaggio

 

 

Catania. A una sola settimana dall'eccellente podio conquistato alla 61^ Monte Erice, Domenico Cubeda è grande protagonista anche alla 65^ Coppa Nissena, seconda “finale” consecutiva del Campionato Italiano Velocità Montagna disputata nella sua Sicilia. Al terzo posto conquistato nel trapanese, il pilota etneo aggiunge il quarto posto assoluto e terzo sul podio del gruppo delle monoposto E2SS colti sui 5450 metri dello scorrevole tracciato di gara di Caltanissetta. Un test importante, il terzo in casa da inizio settembre, quando colse anche la vittoria assoluta alla Monti Iblei, per il portacolori della Cubeda Corse e già campione italiano dello stesso gruppo nel 2018 e per l'Osella Fa30 Zytek da 3000cc gommata Avon e preparata da Paco74 e Armaroli, al volante della quale è tornato a gareggiare e a confrontarsi con tutta la competitiva concorrenza dopo 5 mesi di assenza.

 

Cubeda, che ha concluso la Coppa Nissena con il crono totale di 4'00”87 frutto di due salite quasi in fotocopia (gara 1: 2'00”52; gara 2: 2'00”35), ha dichiarato dopo il secondo round tricolore casalingo consecutivo: “Ci siamo giocati il podio assoluto fino all'ultimo malgrado il percorso della Nissena non si addica al meglio alle mie caratteristiche di guida. Fin dalle prove abbiamo cercato di fare qualche passetto in avanti lavorando molto su assetto e regolazioni e siamo stati competitivi. Non sono contento al 100% ma è stato comunque un weekend positivo. Ho ripetuto il tempo dello scorso anno e faccio i complimenti ai bravi rivali che mi hanno preceduto, rimarcando il fatto che siamo stati tra i pochi protagonisti a migliorare il proprio crono in gara 2. Ora cercheremo di progredire ancora e aggiungiamo i chilometri percorsi a Caltanissetta a quelli che speravamo di accumulare dopo il mio recente rientro alle competizioni ed entro la fine dell'anno in ottica 2020”.

 

 

 

Alla 65^ Coppa Nissena sono quindi tornati in azione anche diversi portacolori della Cubeda Corse nell'avvincente categoria delle spettacolari Bicilindriche, dove Antonino Caltabiano e Riccardo Viaggio hanno particolarmente brillato, salendo entrambi sul podio. Caltabiano, secondo al traguardo, con la Fiat 500, Viaggio, terzo dietro alle spalle del compagno di scuderia, al volante della Fiat 126.

 

 

 

Ufficio Stampa

Ag. Erregimedia

TOSI-DEL BARBA AL GRAN FINALE DELLA IRCUP DI BASSANO: OBIETTIVO PODIO

 

L’equipaggio della Movisport, con la Skoda Fabia R5, dopo aver svolto un importante training a Modena

sarà al via questo fine settimana alla gara veneta, che sancirà la soddisfazione o meno di un’intera stagione.

Adesso sono quinti in campionato, non troppo lontani dal podio, per il quale servirà una gara decisa e cristallina.

 

 

 

 

23 settembre 2019

Gianluca Tosi e Alessandro Del Barba sono pronti all’ultima sfida dell’IRCUp 2019, il 36° Rally Città di Bassano, in programma questo fine settimana, una delle gare più seguite e partecipate d’Italia.

Due settimane fa hanno onorato al meglio il loro impegno al 40° Rally Città di Modena, finendo in quarta posizione assoluta e svolgendo un importante allenamento appunto in vista di quest’ultima fatica stagionale.

Ultima fatica, a bordo della Skoda Fabia R5 della GIMA autosport, che si annuncia quanto mai “calda”, tirata ed avvincente, vista soprattutto la situazione dell’equipaggio reggiano, dopo aver sofferto la sfortuna di luglio di luglio in Casentino, dove il ritiro per un banale problema tecnico li estromise dal terzo posto assoluto in classifica di campionato.

I reggiani portacolori di Movisport sono quinti in classifica con 93 punti, tre in meno del quarto che è Marco Roncoroni e 14 di passivo dal lariano Paolo Porro. Uno standing che obbligherà a rimanere concentrati e decisi per cercare di riprendersi il podio assoluto. Una missione difficile ma non impossibile che sarà certamente il loro obiettivo, la rincorsa di un risultato che darebbe un senso compiuto alla stagione

"Prevedo sarà una gara particolarmente effervescente! Una lista di partecipanti, moltissimo forti driver locali, e tanti anche avversari in campionato. Credo che questa stagione non posa avere miglior epilogo che a Bassano, una gara che non abbiamo mai fatto e con la quale puntiamo a ritornare sul podio generale. Un impegno non facile, i punti che abbiamo di divario non sono poi molti, ma gli avversari non ci concederanno nulla. Come comunque anche noi a loro. Ce la giocheremo sino all’ultimo”.

Le verifiche tecnico-sportive si svolgeranno venerdì 27 settembre all’autosalone Frattin di Cassola. Partenza della prima vettura alle 20.15 per il trasferimento sino alla sede del Fiorese Group di Rossano, con passaggio per il controllo timbro davanti al pub “Anima” di Rosà.
La gara vera e propria scatterà alle 6,00 di sabato 28 settembre con la partenza delle auto storiche che percorreranno però solo sei delle otto prove speciali in programma. Traguardo, in piazza Libertà, che le vetture moderne raggiungeranno nel cuore cittadino a partire dalle ore 21,00.

 

FOTO MARIO LEONELLI

 

#TosiDelBarba  #Movisport  #GianlucaTosi #Rally  #SkodaFabiaR5 #IRCup #Rally #Motorsport

 

UFFICIO STAMPA

MGTCOMUNICAZIONE

ALESSANDRO BUGELLI

Mercuri tricolore alla 65^ Coppa Nissena

Lunedì, 23 Settembre 2019 15:57 Published in Salite

Mercuri tricolore alla 65^ Coppa Nissena

 

 

 
Il Lametino Angelo Mercuri è per l'ottava volta campione Italiano, dopo la 65^ Coppa Nissena. Nella gara in provincia di Caltanissetta il pilota a bordo della sua Fiat 500 ha sfoderato una prestazione di altissimo livello, che gli ha consentito allo stesso tempo di laurearsi campione per quanto riguarda il raggruppamento delle "piccole" bicilindriche.
 
Due primi posti nella giornata di domenica sono stati il frutto di un ottimo fine settimana intrapreso già dalla giornata di sabato dove anche nel corso delle prove il veloce Lametino aveva lanciato un forte messaggio alla concorrenza. Con questa vittoria il pilota appartenente alla scuderia New Generation Racing si porta a casa l'ottavo titolo della sua carriera, confermando ancora una volta il suo nome nell'albo d'oro dei piloti più vincenti nel panorama delle salite.
 
Queste le dichiarazioni a caldo di Mercuri: "Non credevo di poter conquistare questo titolo, almeno fino a qualche gara fa, se devo essere onesto avevo perso le speranze perché ho avuto tantissimi problemi che mi hanno un po' frenato nella rincorsa al Tricolore. Poi con una saggia decisione dalla Sila in poi, abbiamo deciso di affidarci motoristicamente a Cardillo e nell'elettronica a Vasta, cambiando la situazione e tornando su tempi che sono stati sempre nei nostri standard. Dalla Sila in poi abbiamo combattuto con le unghie e con i denti sapendo di avere un mezzo a disposizione con il necessario per cercare di dire la nostra, finalmente ho cominciato a rivivere le gare con quella tranquillità che ho sempre avuto, vincendole e combattendole. Ho cominciato a crederci in questa ultima gara, perché sapevo che la Coppa Nissena era adatta anche alla mia guida e alla mia macchina, quindi sapevo di poter dare una vera e propria zampata al campionato. Di questo trionfo va dato anche merito al super lavoro di Antonino Cardillo e Matteo Vasta, che come ribadito prima hanno fatto un super lavoro e di questo li ringrazio, il campionato è stato vinto anche da loro, io ho solo fatto il mio dovere di portare la macchina sopra al traguardo. Spero che questo progetto continui anche per il prossimo anno, per continuare a seguire degli importanti obiettivi andando avanti insieme. Ringrazio gli sponsor e tutti quelli che hanno contribuito al mio successo."
 
Ufficio Stampa Angelo Mercuri

 

DB MOTORSPORT RIPORTA A LUCCA IL “TRICOLORE”

DELLA “NOVECENTO GT RACE CUP”:

PER DE BELLIS DOMINIO A VALLELUNGA E TITOLO CON UNA GARA DI ANTICIPO

 

Il pilota lucchese nel fine settimana appena passato è stato il mattatore del penultimo impegno della stagione,

con il quale si è aggiudicato il suo quinto titolo in carriera con un’altra prestazione di forza alla guida della Porsche 991 GT3 curata da ZRS.

 

 

 

Lucca, 23 settembre 2019 

 

Per la seconda volta consecutiva il titolo tricolore della “Novecento GT Race Cup”è tornato “di casa” a Lucca, grazie a Riccardo De Bellis ed al Team DB Motorsport, che  lo scorso fine settimana alla quinta prova in calendario, disputata nell’Autodromo di Vallelunga, hanno sbaragliato la concorrenza, conquistando pole position, vincendo la gara ed anche il titolo 2019 con un appuntamento di anticipo.

E’ stato il coronamento di una stagione, per il driver lucchese, sempre corsa ai massimi livelli e soprattutto da solo in macchina in gare “endurance” di 50’ quando quasi tutti gli avversari hanno sempre fatto coppia, con evidente beneficio di prestazione fisica alla guida.

Il timbro e la firma di De Bellis, a Vallelunga con la sua Porsche 991 GT3 della ZRS Motorsport griffata Bardahl hanno confermato la forza del pilota, la perfetta messa a punto della vettura ed un lavoro di squadra di alto profilo, fattori che hanno portato ad un risultato significativo, quello del quinto titolo arrivato per mano di De Bellis (quattro in pista ed uno con le cronoscalate) nella città delle mura ed in un territorio ad alta densità e passione “motoristica”.

Partito dalla pole position, De Bellis ha preso il comando alla prima curva mantenendo il controllo della situazione fino alla bandiera a scacchi. Un via molto concitato che ha visto da subito sugli scudi Giacomo Berra che, superati Alessandro Poli - Matteo Rovida secondi in griglia, si è lanciato subito all’attacco del battistrada. Mentre De Bellis si lasciava dietro la bagarre il fuori pista di Mazzolini ha poi costretto l’ingresso della safety car. Ed alla ripartenza De Bellis si è ripreso il comando, andando poi a trionfare sotto la bandiera a scacchi tra gli applausi del pubblico ed anche con i complimenti degli avversari.

 

 

Il titolo vinto con una gara di anticipo – commenta De Bellis – se ad inizio stagione me lo avessero detto non ci avrei scommesso, da tante che erano le incognite di questa stagione con nuove dinamiche di gara, prima fra tutte la mia scelta di correre da solo contro diversi competitor in coppia. Ci abbiamo sempre creduto, abbiamo lavorato con impegno sia sotto l’aspetto fisico e mentale mio, sia pure sotto il fattore tecnico con una squadra semplicemente fantastica. Sono anni che collaboriamo, a volta ci basta anche un solo sguardo per capire cosa fare. Bellissimo! Sono davvero felice per tutto quello che ho avuto intorno durante questa ennesima stagione di alto profilo, nella quale abbiamo avuto un sostegno in più dal cielo, da mio fratello Alessandro che non c’è più, ma che “sento” sempre con me. E’ lui, il mio compagno in gara”.

 

#DeBellis  #Novecentoundiciracecup   #Porsche #Mugello  #porschegt3cup 

#porsche991gt3  #Bardahlitalia #zrsmotorsport #teamdbmotorsport 

 

 

Foto Actualfoto

 

UFFICIO STAMPA

MGTCOMUNICAZIONE

ALESSANDRO BUGELLI

Magliona si laurea campione italiano alla Coppa Nissena

Lunedì, 23 Settembre 2019 15:32 Published in Salite

Magliona si laurea campione italiano alla Coppa Nissena

 

Nella seconda delle tre “finali” del CIVM il pilota sardo della CST Sport conquista il nono titolo tricolore,

terzo consecutivo nel gruppo dei prototipi E2SC e

primo al volante dell'Osella Pa2000 Honda by SaMo Competition

con la quale a Caltanissetta è quinto assoluto e sul podio di categoria:

“Ripagati gli sforzi e il lavoro di tutta la squadra e dei nostri partner, non abbiamo mai mollato

 

 

 

Sassari23 settembre 2019.

 Domenica scorsa Omar Magliona si è laureato Campione Italiano Velocità Montagna per la nona volta alla 65^ Coppa Nissena.

Nella seconda “finale” consecutiva del CIVM 2019 disputata in Sicilia, undicesimo dei 12 round previsti, il portacolori della scuderia CST Sport, che proprio in casa festeggia l'ennesimo titolo, ha conquistato il terzo Tricolore consecutivo nel gruppo dei prototipi E2SC (da aggiungere i sei messi a segno in CN).

A Caltanissetta è bastato il secondo posto di categoria (primo tra le vetture da 2000 di cilindrata) al volante dell'Osella Pa2000 Honda gommata Avon e preparata dal team SaMo Competition.

 Sui 5450 metri dell'impegnativo e veloce tracciato nisseno, percorso due volte, il pluricampione sardo ha fatto segnare il crono totale di 4'06”08 (gara 1: 2'02”28; gara 2: 2'03”80), che oltre alla vittoria di classe e al podio di gruppo gli è valso il quinto posto assoluto, preceduto soltanto dalle sportscar motorizzate 3000.

 L'aver vinto il titolo italiano numero nove con una vettura 2 litri a dispetto della maggiore cavalleria della concorrenza è l'ennesimo risultato di prestigio colto dal pilota sassarese impegnato anche nella promozione della onlus Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica. 

Uno Scudetto tra l'altro arrivato subito alla prima stagione con il nuovo prototipo, con il quale, dopo un non facile inizio, le due splendide vittorie assolute colte al Nevegal e a Rieti sul bagnato e gli ultimi sviluppi apportati, ha pure chiuso sul podio nella classifica tricolore generale, che più volte durante la stagione lo ha visto al comando.

 

 

Magliona sottolinea nel post Coppa Nissena: Questo nono titolo è un risultato che gratifica e ripaga gli sforzi di questa difficile stagione affrontata insieme al team SaMo Competition. Condivido questo successo con la scuderia CST Sport e tutti i partner che hanno reso possibile la realizzazione di tale programma sportivo. Con tenacia abbiamo dimostrato insieme di saper scrivere qualcosa di significativo partendo da un foglio bianco e arrivando ai vertici. Non avevamo una base già collaudata ma ci abbiamo creduto e la crescita è stata evidente, seppur sofferta. Non abbiamo mai mollato. Il risultato definitivo è arrivato alla Coppa Nissena, tracciato altamente tecnico, che ha tutte le caratteristiche che più prediligo e sono più consoni al mio stile di guida, dove le gomme Avon hanno svolto come sempre un ruolo importante e hanno garantito grip anche sui tratti più insidiosi. Nel weekend abbiamo risolto pure le ultime, piccole noie al nuovo cambio e messo bene a punto la nostra Osella. Dopo il risultato di gara 1 nella seconda salita ho badato soprattutto a gestire in ottica titolo, senza prendere rischi a quel punto inutili. Peccato non sia arrivato anche il campionato assoluto, dove anche lì sapevamo di pagare un gap a livello motoristico ma ce la siamo comunque giocata. Siamo contenti nonostante questo rammarico, è un sogno che continueremo a coltivare.

 

Allegatafoto Giuseppe Rainieri

 

LUfficio Stampa

Rif. Gianluca Marchese

La Cronoscalata di Tandalò si conferma internazionale.

Lunedì, 23 Settembre 2019 10:53 Published in Salite

La Cronoscalata di Tandalò si conferma internazionale.

La Spagna si innamora della gara nello sterrato sardo.

Numerosi gli iscritti da tutta la penisola per la prova di Campionato Italiano Velocità su Terra

 

Buddusò.

Sale la febbre per la quarta edizione della Cronoscalata di Tandalò, Trofeo Giuseppe Marroni, che quest’anno si fregia del titolo di Campionato Italiano Velocità su Terra.

La gara in programma dall’11 al 13 ottobre nello sterrato di Tandalò, interessa sempre più la Spagna e la casa automobilistica di prototipi e kart cross Yacar Racing, che per questa edizione mette in campo diversi piloti, tra cui il vincitore del 2018 Abel Jurado e Perfecto Calviño. Gli iscritti arrivano da tutto lo stivale italiano e continuano giorno dopo giorno ad aumentare. Le iscrizioni chiuderanno il 7 ottobre.

Tra i primi come sempre l’affezionato Ivano Nicoletta, piemontese, fuoriclasse del fuoristrada, che quest’anno parteciperà con una nuova creazione.

Tra gli appassionati in gara anche Renato Moscati, ingegnere meccanico monegasco che ha lavorato per piloti del calibro di Giancarlo Fisichella e Olivier Panis. Tra gli iscritti si evidenzia la grande affluenza dei kart cross che, come sempre, rappresentano la categoria più corposa ed agguerrita, nonché molto spettacolare.

La gara, organizzata da Tandalò Motorsport, drivEvent Adventure e LRT Sardinia, sotto l’egida di Aci Sport, avrà da quest’anno doppia validità: il Campionato Italiano Velocità su Terra con coefficiente doppio e la classica gara aperta a tutti i veicoli.

 

Per la classifica, quest’anno saranno distinte tutte le categorie di veicoli per avere un vincitore per ognuna di esse: Rally, Velocità Fuoristrada, Kart Cross, Storiche e Open. Dopo lo shake down cronometrato del sabato mattina e le cinque manche di sabato e domenica, arriva il “manscione” finale che eleggerà il Re di Tandalò e si aggiudicherà il Trofeo Giuseppe Marroni nel villaggio creato ad hoc dagli organizzatori.

“Si tratta – dicono gli organizzatori - di una sfida “tutti contro tutti” dove i migliori quindici piloti si sfideranno in una salita extra: chi salirà più velocemente sarà il vincitore. Il Manscione finale verrà trasmesso in diretta televisiva su Videolina Sat. canale 819.

La Cronoscalata ha come supporto tutta la comunità di Buddusò, che da sempre ospita la gara e collabora nell’organizzazione, il Comune di Alà dei Sardi, che ospiterà le verifiche pre gara del venerdì, il Comune di Padru, dove verrà presentata la gara, e i Comuni di Bitti, Pattada, Nule, Osidda e Golfo Aranci che sostengono la manifestazione e la promozione di quel territorio fatto di appassionati di sport e motori. Nel sito www.tandalo.it è disponibile tutto il materiale informativo per i piloti e gli spettatori.

Buddusò, 23/09/2019

Ufficio Stampa

Cronoscalata di Tandalò