Coronavirus, DTM non correrà a Monza nel 2020
Coronavirus, DTM non correrà a Monza nel 2020
ATS CORSA RR Turbo- The high performance car with competitive price and maintenance costs
ATS CORSA RR Turbo- The high performance car with competitive price and maintenance costs
Macchia Monte Sant'Angelo Historic riviata a data da destinarsi
Macchia Monte Sant'Angelo Historic riviata a data da destinarsi
Levante Circuit riapre il 2 giugno
Levante Circuit riapre il 2 giugno
Il giovane Giardelli con Elite Motorsport nel TCR
Il giovane Giardelli con Elite Motorsport nel TCR
Levante Circuit pronto alla ripartenza
Levante Circuit pronto alla ripartenza
PRESENTATO IL NUOVO LOGO ACI SPORT DELEGAZIONE SARDEGNA
PRESENTATO IL NUOVO LOGO ACI SPORT DELEGAZIONE SARDEGNA
Primo importante passo verso la riapertura della stagione | Approvate le procedure operative per lo svolgimento dei test
Primo importante passo verso la riapertura della stagione | Approvate le procedure operative per lo svolgimento dei test
BB COMPETITION TRA MOTORSPORT E SOLIDARIETA’: DONATE 500 MASCHERINE AL COMUNE DI BRUGNATO
BB COMPETITION TRA MOTORSPORT E SOLIDARIETA’: DONATE 500 MASCHERINE AL COMUNE DI BRUGNATO
Bilancio positivo per i piloti di capitanata
Bilancio positivo per i piloti di capitanata
I Campioni Siciliani 2019 saranno il rilancio regionale.
I Campioni Siciliani 2019 saranno il rilancio regionale.
Suggerimenti e proposte per favorire la ripresa delle competizioni automobilistiche al termine dell’emergenza Covid-19.
Suggerimenti e proposte per favorire la ripresa delle competizioni automobilistiche al termine dell’emergenza Covid-19.
Autodromo Nazionale Monza, cambiamenti nelle date dei weekend di gara a ottobre
Autodromo Nazionale Monza, cambiamenti nelle date dei weekend di gara a ottobre
Rinvio per tre gare A causa dell'emergenza Covid-19
Rinvio per tre gare A causa dell'emergenza Covid-19
Gara DTM a Monza posticipata a novembre
Gara DTM a Monza posticipata a novembre
In fase di studio i parametri per la messa a punto dei nuovi calendari
In fase di studio i parametri per la messa a punto dei nuovi calendari
MILLE MIGLIA RINVIATA A FINE STAGIONE, PASSAGGIO AD ASCOLI VENERDI 23 OTTOBRE
MILLE MIGLIA RINVIATA A FINE STAGIONE, PASSAGGIO AD ASCOLI VENERDI 23 OTTOBRE
Coronavirus, Autodromo Nazionale Monza dona 10.000 euro alle strutture sanitarie della Lombardia
Coronavirus, Autodromo Nazionale Monza dona 10.000 euro alle strutture sanitarie della Lombardia
ELMS, rinviata la 4 Ore di Monza
ELMS, rinviata la 4 Ore di Monza
La stagione sportiva 2020 dell'Autodromo Nazionale Monza
La stagione sportiva 2020 dell'Autodromo Nazionale Monza
Levante Circuit sospende ogni attività
Levante Circuit sospende ogni attività
GT World Challenge Europe, cancellata la gara di Monza
GT World Challenge Europe, cancellata la gara di Monza
Slitta l'esordio in pista del Porsche Club GT
Slitta l'esordio in pista del Porsche Club GT
Esordio di Peccenini su prototipo ad Adria: “Test ok, siamo pronti”
Esordio di Peccenini su prototipo ad Adria: “Test ok, siamo pronti”
M’illumino di Meno, inaugurate le nuove piante dell'Autodromo Nazionale Monza
M’illumino di Meno, inaugurate le nuove piante dell'Autodromo Nazionale Monza
BOLZA CORSE FA DA CHIOCCIA AI GIOVANI
BOLZA CORSE FA DA CHIOCCIA AI GIOVANI
Le sfide virtuali in circuito diventano realtà grazie all’accordo tra Esperienzeinpista.it ed il Driving Simulation Center
Le sfide virtuali in circuito diventano realtà grazie all’accordo tra Esperienzeinpista.it ed il Driving Simulation Center
BOLZA CORSE È PROTAGONISTA NELLA SUA RIJEKA
BOLZA CORSE È PROTAGONISTA NELLA SUA RIJEKA
Posticipata la gara endurance di CREVENTIC
Posticipata la gara endurance di CREVENTIC
La Premiazione dei Campioni Siciliani 2019 sarà mercoledì 29 Aprile.
La Premiazione dei Campioni Siciliani 2019 sarà mercoledì 29 Aprile.
Anche la Porto Cervo Racing con l’equipaggio Fabrizio Musu e Igor Nonnis, come tutti gli  equipaggi italiani, non potrà partecipare al Panda Raid.
Anche la Porto Cervo Racing con l’equipaggio Fabrizio Musu e Igor Nonnis, come tutti gli equipaggi italiani, non potrà partecipare al Panda Raid.
La Porto Cervo Racing porta i colori della Sardegna al Panda Raid.
La Porto Cervo Racing porta i colori della Sardegna al Panda Raid.
I test pre-campionato del DTM trasferiti a Hockenheim
I test pre-campionato del DTM trasferiti a Hockenheim
DURA LOTTA IN PISTA PER TRENTIN A LONATO NELLA WSK SUPER MASTER SERIES.
DURA LOTTA IN PISTA PER TRENTIN A LONATO NELLA WSK SUPER MASTER SERIES.
KASTELIC E IL TEAM DRIVER IN GRANDE FORMA NELLA SECONDA DELLA SUPER MASTER SERIES.
KASTELIC E IL TEAM DRIVER IN GRANDE FORMA NELLA SECONDA DELLA SUPER MASTER SERIES.
MILLE MIGLIA NELLE MARCHE IL PROSSIMO 14 MAGGIO.
MILLE MIGLIA NELLE MARCHE IL PROSSIMO 14 MAGGIO.
Rinviata la premiazione dei Campioni Siciliani 2019
Rinviata la premiazione dei Campioni Siciliani 2019
La 27ª «Coppa Città della Pace» cambia data I big della regolarità si sfideranno il 28 marzo
La 27ª «Coppa Città della Pace» cambia data I big della regolarità si sfideranno il 28 marzo
UN CONTATTO ESCLUDE MEGNA DA UNA MERITATSSIMA FINALE A LONATO.
UN CONTATTO ESCLUDE MEGNA DA UNA MERITATSSIMA FINALE A LONATO.
Aci Sport Sicilia festeggia i Campioni 2019
Aci Sport Sicilia festeggia i Campioni 2019
Rosa Guerra

Rosa Guerra

TUTTO PRONTO PER IL 37°RALLYE SAN MARTINO DI CASTROZZA, QUINTO ATTO DEL CIWRC

Cresce l'attesa nella Valle del Primiero per il penultimo episodio del tricolore WRC. Sono 105 le vetture al via per un evento ricco di novità che si svolgerà nel week-end

San Martino di Castrozza - Mercoledì, 6 settembre 2017. Il Campionato Italiano Wrc è pronto a far tappa tra le Pale Dolomitiche per animare il Rallye San Martino di Castrozza e Primiero, in programma per venerdì 8 e sabato 9 settembre.La classica gara della valle trentina, giunta alla 37a edizione, sarà la quinta prova della serie tricolore che ha già regalato grande spettacolo nelle quattro gare iniziali. L'edizione 2017 del Rallye promette emozioni e alcune novità che metteranno alla prova i 105 equipaggi presenti al via, 84 per il rally moderno e 21 per lo storico, tra i quali ben 12 saranno in gara con una World Rally Car oltre a 9 alla guida di una vettura R5. Una particolare accoglienza sarà assicurata al nuovo campione in carica Stefano Albertini che, nonostante abbia già vinto il tricolore 2017 con due gare di anticipo grazie anche alla straordinaria prestazione del Rally del Friuli Venezia Giulia, ha confermato la sua presenza a San Martino al fianco di Danilo Fappani sulla Ford Fiesta Wrc. Atteso nella Valle del Primiero anche il lariano Corrado Fontana, con Nicola Arena su Hyundai i20 Wrc, che proverà a centrare la prima vittoria nel campionato. Occhi puntati anche sui veneti, campioni uscenti, Marco Signor e Patrick Bernardi, Ford Fiesta Wrc, che vorranno bissare il successo dell'edizione 2016, ma anche sul milanese Simone Miele su Citroen DS3 Wrc, che ritrova Roberto Mometti come navigatore per confermare l'ottima prova della passata edizione, conclusasi con il terzo posto. Voglia di riscatto anche per l'altro driver lariano Paolo Porro, affiancato da Paolo Cargnelutti su Ford Fiesta Wrc, autore lo scorso anno di un'uscita di strada sulla speciale “Sagron Mis” che ne compromise la gara. Attenzione rivolta anche verso il giovane molisano Giuseppe Testa, ancora in crescita al volante anche lui di una Fiesta Wrc, come all'esperto bresciano “Pedro” stavolta su una Hyundai i20 R5, con alla destra Luca Beltrame. Nel folto gruppo delle vetture regine del rally compaiono anche il vicentino Manuel Sossella, che torna in gara nel Rallye di San Martino affiancato da Gabriele Falzone su Ford Fiesta Wrc. Ma saranno anche molti altri i candidati esperti per la vittoria finale alla guida di una Wrc, come Luciano Cobbe, Ford Focus Wrc ed Eddie Sciessere su Citroen DS3 Wrc, oltre a Pierleonardo Bancher, Lorenzo Della Casa e Alberto Roveta, tutti su Ford Fiesta Wrc. Per quanto riguarda la contesa per il titolo della categoria R5 troviamo al comando ancora il pilota di Schio Efrem Bianco al volante di una Skoda Fabia, inseguito dai rivali Rudy Michelini e Paolo Oriella, anche loro su Fabia R5, oltre a Giuseppe Bergantino su una Ford Fiesta R5 come Ettore Catterina su una Fiesta Evo2. Grande bagarre anche per la classe S2000, dove il toscano Federico Santini su Grande Punto Abarth ha intenzione di consolidare la sua leadership lasciandosi ancora alle spalle Domenico Erbetta e Stefano Liburdi, entrambi al volante di una Peugeot 207.

Attesi ai nastri di partenza anche i giovani piloti Francesco Gonzo su Peugeot 208 R2B e il leader di classe A6 Michele Mondin. Tutta da seguire l'esperienza trentina per la Suzuki Rally Cup, che ora vede al comando della classifica provvisoria il giovane pilota piacentino Giorgio Cogni, distante pochi punti dal rivale parmense Simone Rivia. Alle loro spalle sono molti ad inseguire la vetta tra le Swift R1B, a partire dall'aostano campione in carica Corrado Peloso e il rientrante Roberto Pellé, oltre ad Andrea Pollarolo, Nicolas Parolaro e piloti di esperienza come Lorenzo Coppe e Paolo Strabello. Appuntamento quindi a venerdì 8 settembre, quando ad Imer si inizieranno ad accendere i motori per lo shakedown mattutino in programma dalle ore 9.00 alle ore 13.30, che aiuterà a scaldare i motori in vista dello start ufficiale atteso alle ore 20.01 e per la grande novità della 37a edizione del Rallye: la prova spettacolo di apertura “San Martino Cittadina” (2.97 km). Si ripartirà poi sabato 9 settembre, per affrontare sei prove speciali da disputare sulle classiche “Manghen” (22.01 km) Val “Malene” (26.46 km) e “Gobbera” (9.03 km), da percorrere due volte. L’arrivo e la cerimonia finale nuovamente a San Martino dalle ore 19.00

Foto Allegate:Il podio del Rallye di San Martino di Castrozza Edizione 2016 e la Ford Fiesta WRC di Albertini e Fappani, già campioni italiani Wrc 2017.

 

 

L'Ufficio Stampa

Aci Sport

GIESSE PROMOTION TRA SAN MARTINO DI CASTROZZA E NIDO DELL’AQUILA

Catterina prosegue il suo cammino nel CIWrc in Trentino Alto Adige mentre Bulacia e Ceccoli saranno al via al Rally Nido dell’Aquila, gara del Campionato Italiano Rally Terra. Tutti saranno al via con Ford Fiesta R5 gestite dal team Erreffe.

Selvino (BG)- Il prossimo fine settimana si preannuncia davvero intenso per gli appassionati di rally che potranno sbizzarrirsi nel seguire ben due gare valevoli per due dei tre campionati nazionali principali: il CIWrc dedicato all’asfalto ed il CIRT incentrato invece sui fondi sterrati. Al Rally San Martino di Castrozza il bresciano Ettore Catterina si presenterà al via con una Ford Fiesta R5 del team Erreffe affiancato dall’ormai fidato Daniele Michi: i due stanno prendendo parte al campionato senza continuità giacché hanno corso al 1000 Miglia e al Marca rinunciando ad Elba e Friuli. Quella trentina sarà una buona occasione per andare ad incrementare il bottino di punti stagionali che attualmente è fermo a quota 14 e permette al pilota di Mazzano di occupare la 6° piazza di categoria R5.

Con una vettura analoga Marcos “Marquito” Bulacia Wilkinson gareggerà al Rally Nido dell’Aquila, nella corsa valevole come quarto round del Campionato Italiano Rally Terra (Coefficiente 0,75). Sulle strade umbre il driver boliviano classe 2000 (che il prossimo 24 settembre compirà 17 anni !), cercherà ancora una volta di mettersi in luce contro avversari di valore. Insieme a lui, a battagliare sulle strade bianche distribuite nei pressi di Nocera Umbra, ci sarà l’argentino Fernando Mussano con cui ha già condiviso l’abitacolo nelle tre gare stagionali disputate nel Belpaese. Uno dei diretti avversari di Bulacia ma anche compagno di team e di scuderia sarà il sammarinese Daniele Ceccoli: il campione in carica della specialità, insieme a Piercarlo Capolongo, affronterà il Nido dell’Aquila anch’esso su una Ford Fiesta R5 dell’Erreffe Rally Team. Ceccoli attualmente è terzo in campionato con 33 punti ma Dalmazzini e Costenaro che lo precedono, sono solo staccati di 1.5 punti! Il Nido dell’Aquila partirà nella serata di sabato 9 settembre e si concluderà alle 16.30 dopo sei prove speciali e 51 chilometri cronometrati. Il San Martino di Castrozza invece conterà 7 stage che in totale avranno 117 chilometri di speciali.

 

L'Ufficio Stampa

Luca Del Vitto

IL RALLY COPPA VALTELLINA FA FESTA COL TROFEO COSTIERA DEI CECH

Martedì, 05 Settembre 2017 17:12 Published in Rally

IL RALLY COPPA VALTELLINA FA FESTA COL TROFEO COSTIERA DEI CECH

In provincia di Sondrio arriva l’IRC Pirelli e oltre all’attesa sportiva vi è quella turistico-animativa: il Trofeo Costiera dei Cech è già diventato un evento di riferimento per gli sportivi e per le amministrazioni locali.

 

 

Sondrio – Mentre continuano ad arrivare copiose le iscrizioni al 61° Rally Coppa Valtellina, il comitato organizzatore della Promo Sport Racing e dell’Aci Sondrio proseguono il lavoro volto a completare gli ultimi dettagli.

Il “Coppa” 2017 che si svolgerà i prossimi 22 e 23 settembre, come già annunciato, sarà valevole per l’International Rally Cup Pirelli e si suddividerà in due con una gara da 138 ed una da 83 chilometri (www.rallycoppavaltellina.com ).

Ma se team e privati stanno ultimando le vetture nelle officine c’è anche chi pensa ad altri tipi di allestimenti.

A Mello in particolare, l’amministrazione comunale e le associazioni del territorio si stanno dando un gran daffare in vista della celebre “Mello in Cantina”, manifestazione turistica ed enogastronomica rinomata in tutta la provincia e non solo. Per promuovere questa iniziativa, in collaborazione con il Rally Coppa Valtellina, è stato ideato il Trofeo Costiera dei Cech che unisce la velocità alla festa.

Trofeo Costiera dei Cech – Tre giorni di festa e un equipaggio vincitore. Dal punto di vista sportivo il Trofeo, alla memoria di Iris Martinelli e Mario Ghelfi, genitori del pilota promotore dell’iniziativa ovvero Loris Ghelfi, verrà assegnato all’equipaggio che, utilizzando una vettura a Due Ruote Motrici, stabilirà il tempo minore nella sommatoria dei due passaggi sulla Ps Mello. Condizione indispensabile è l’aver completato tutto il rally. Il premio corrisponde ad un fine settimana gratuito presso l’Hotel Baraglia di Mello ed il tour delle cantine in occasione della Mello in Cantina che si svolgerà il 7 ed 8 ottobre.

Dal punto di vista aggregativo la festa inizierà giovedì 21 settembre. Presso la piazza principale di Mello, il consorzio Porte di Valtellina illustrerà il programma delle iniziative tra le quali Mello in Cantina, Gustosando (Gerola, Albaredo e Civo Dazio), Cantine (Traona, Cercino) e Bresaolando (Ardenno, Buglio in Monte): oltre alla conferenza stampa istituzionale si comincerà con la presenza di stand gastronomici che proporranno prodotti tipici locali, non prima di aver tolto il velo alla Peugeot 207 S2000 che al 61° Coppa Valtellina sfoggerà una livrea dedicata alle iniziative del Consorzio; l’intrattenimento musicale sarà a cura di Bruno Ligari. La festa proseguirà con il  “trentotto” -rinomato locale di Cosio Valtellino- presente in piazza per tre giorni con i suoi famosi cocktail.  Durante il venerdì ed il sabato, oltre ad essere protagonista con il passaggio del Rally Coppa Valtellina (due prove speciali alle ore 16.44 e 20.18 di venerdì 22 settembre) Mello darà sempre la possibilità di gustare le prelibatezze locali ai tifosi, turisti e ai residenti. Sabato sera gran finale: il Closing Party! Sarà presente Marco Dona dello Zoo di 105 (Radio 105 Network) che proporrà musica e goliardia fino a tarda notte unitamente alla realizzazione di stand gastronomici ai quali parteciperanno tutti i ristoranti del paese.

L’iniziativa sarà pubblicizzata anche attraverso i Tg locali di TeleSondrioNews e Radio 105.

Parola al sindaco Bonetti – Dopo aver elencato le numerose iniziative è il sindaco di Mello, il geometra Fabrizio Bonetti, ad esternare il suo entusiasmo per il connubio rally-turismo. Già un anno fa il pubblico notò l’entusiasmo del primo cittadino alla cerimonia finale della gara in piazza a Sondrio: “Il comune di Mello è davvero lieto di poter accogliere il passaggio del Rally Coppa Valtellina perché per noi ed il nostro territorio si tratta di un evento speciale: è una delle occasione in cui tutti i ristoratori ed i commercianti collaborano e cooperano per organizzare iniziative di promozione turistica scegliendo di realizzare menù tipici dedicati e con prezzi agevolati: l’indotto del rally lo scorso anno è stato notevole e vantaggioso per tutti e in solo due anni questa gara è già diventata importante per noi. Siamo contenti per la grande eco che i nostri eventi enogastronomici trovano attraverso la corsa: sappiamo fin da ora che non saranno solo i nostri cittadini ad usufruire di tutto quello che gli organizzatori stanno preparando ma tutti i tifosi che si assieperanno a bordo strada a vedere le due prove e tutti coloro che rimarranno incuriositi da ciò che intorno è stato creato: questo ci riempie di orgoglio!”

Addetto stampa

Luca Del Vitto

UN OTTIMO LANTERNA PER KEVIN GILARDONI

Martedì, 05 Settembre 2017 16:52 Published in Rally

UN OTTIMO LANTERNA PER KEVIN GILARDONI

Vittoria di classe, di Due Ruote Motrici e ottava posizione assoluta per il pilota della scuderia Movisport che insieme a Bonato ha affilato le armi in vista del Roma Capitale.

 

Soazza (CH)- Il Rally della Lanterna doveva servire a Kevin Gilardoni per riprendere in mano al meglio la Renault Clio R3T della GIMA Autosport. Così è stato. Il driver di Soazza, navigato dall’inseparabile Corrado Bonato, nel rally ligure andato in scena lo scorso fine settimana, ha macinato chilometri a ritmi importanti per provare a strigliare la millesei francese in vista del più probante Rally Roma Capitale, penultimo appuntamento di Campionato Italiano ed evento ormai alle porte. Al termine di una corsa impegnativa, l’equipaggio della Movisport ha chiuso all’8° posto assoluto risultando primo di classe, tra le vetture a Due Ruote Motrici e tra gli Under 25. “Sono contento di come sia andata la gara- ha detto Gilardoni sul palco d’arrivo. Abbiamo ottenuto i riscontri che volevamo e che ci hanno dato buone indicazioni in vista di Roma e 2Valli che sono le gare più importanti dove ci giochiamo i titoli stagionali. Vogliamo e dobbiamo crescere: anche il Lanterna ci ha dato ottimi spunti per arricchire il nostro curriculum!”

L'Ufficio Stampa

Kevin Gilardoni

 

L'Umbria attende la 45^ "Cronoscalata della Castellana”

Sabato, 02 Settembre 2017 20:25 Published in Salite

L'Umbria attende la 45^ "Cronoscalata della Castellana”

"La gara fa parte della storia della città ed un momento di gioia per tutti"- lo ha detto il Vice Sindaco di Orvieto durante la presentazione cittadina dell'appuntamento di TIVM nord e sud in programma

dall'8 al 10 settembre.

La 45^Cronoscalata della Castellana" di Orvieto, Memorial Attilio Broccolini è stata presentata alla città questa mattina.
Luciano Carboni Presidente dell'ASD La Castellana, che con il Patrocinio del Comune di Orvieto e dell'Automobile Club di Terni è organizzatore dell'evento, oltre ai rappresentanti dell'Amministrazione cittadina, hanno presentato la gara che dall'8 al 10 settembre sarà appuntamento di Trofeo Italiano Velocità Montagna, con doppia validità, 11° Round per il nord e 10° per il sud.
I ragguagli tecnici sul tracciato e sule validità sono state illustrati dallo stesso Carboni, Presidente del sodalizio organizzatore che sta lavorando senza sosta sugli ultimi particolari, mentre le iscrizioni che si chiuderanno lunedì 4 settembre, continuano a pervenire. -"La gara si presenta sotto i migliori auspici e noi rivolgiamo i nostri sforzi verso traguardi maggiori. Ringraziamo quanti si sono già iscritti e quanti si iscriveranno e verranno a correre da noi in una città unica ed accogliente e su un tracciato bello ed impegnativo" - sono state le parole di Luciano Carboni, che ha ringraziato gli esponenti dell'Amministrazione orvietana per la consolidata partnership e per la presenza alla presentazione.
-"La Castellana fa parte della storia della città che ne è tutta coinvolta sin dalle fasi preliminari e di preparazione all'evento che un momento di gioia per tutti - sono state parole del Vice Sindaco con Delega allo Sport Cristina Croce, che ha aggiunto - l'Amministrazione Comunale cerca di essere sempre molto vicina a questa gara per la quale vanno i complimenti agli organizzatori che anche in mezzo a mille difficoltà ne hanno determinato una notevole crescita"-.
-"La gara, attraverso gli organizzatori, ambisce a traguardi maggiori che sono alla sua portata, pertanto mi rivolgo alla città perché aumenti ancora la sua partecipazione all'evento, auspico che Orvieto senta ancora di più suo questo evento e ne sia partecipe in maniera più completa" - sono state le parole di Roberta Cotigni, Consigliere Comunale con delega allo Sport.
 
 
 
La 45^ La Castellana Orvieto entrerà nella fase clou venerdì 8 settembre quando dalle 15 alle 19.30, in Piazza della Pace ad Orvieto Scalo si svolgeranno le operazioni di verifica sportiva e tecnica. Sabato 9 settembre scatterà alle 9.30 la prima delle due manche ricognizione sui 6.190 metri di tracciato che sulla SS79, uniscono la località San Giorgio, alle porte della stupenda Orvieto con la località "Colonnetta di Prodo". Il paddock, come ormai tradizione, sarà allestito all'interno dell'abitato di Ciconia, alle porte della città, dove presso il Centro Polifunzionale "Fanello" sarà il centro servizi, con Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa. Domenica 10 settembre alle 9.30 il Direttore di Gara Roberto Bufalino darà il via alla prima delle due salite di gara della 45^ Cronoscalata della Castellana, alla fine delle due gare la Cerimonia di Premiazione ancora presso il centro Fanello.
Occorrerà attendere la tarda serata di lunedì 4 settembre per conoscere il numero degli iscritti, che poi sarà inviato alla Federazione per l'approvazione definitiva, quindi, saranno resi noti i nomi dei pretendenti al successo e ad iscrivere il proprio nome nell'albo d'Oro della gara, oltre a coloro che si contenderanno nella classe N1600, l'ambito "Memorial Attilio Broccolini". Tutte le info ed i moduli per l'adesione all'evento sono disponibili su www.lacastellanaorvieto.it .
 
L'Ufficio Stampa
 
Erregimedia

Tricolore della montagna: novità al vertice

Per la prima volta dal 2010 ad oggi Simone Faggioli non diventerà campione italiano della montagna. Il suo erede è un giovane calabrese. Procede spedita la macchina organizzativa a Pedavena

Due appuntamenti in Sicilia e poi il gran finale di Pedavena. Ecco come si presenta il Campionato Italiano Velocità della Montagna che si concluderà in provincia di Belluno nei giorni 6, 7 e 8 ottobre. Non si sa ancora quando la lotta per il titolo assoluto si potrà considerare chiusa, si sa già, comunque, che per la prima volta dal 2010 non sarà Simone Faggioli a vincere. Il toscano è fuori dai giochi perché nel 2017 ha preferito il Campionato Europeo e così Domenico Scola jr. ha messo una seria ipoteca sulla vittoria. Al calabrese basta vincere due gare su sei di quante ne mancano alla fine (ogni evento si divide in Gara 1 e Gara 2). Insomma, con 28 punti metterebbe la parola fine alla scalata al campionato tricolore. Ovviamente, l’auspicio degli appassionati triveneti sarebbe quello di vederlo comunque al via a Pedavena, non fosse altro per festeggiare la vittoria, se non - meglio ancora - per acquisire la certezza matematica.

Decideranno i due appuntamenti in Sicilia, con la consapevolezza, da parte degli Amici della Pedavena-Croce d’Aune guidati da Lionello Gorza, che comunque, ancora una volta, l’evento alle pendici delle vette feltrine non farà mancare forti contenuti tecnici come è sempre avvenuto. Di certo, ci sarà lotta fino al filo di lana in altre categorie, ad esempio nella Racing Start turbo tra il reatino Antonio Scappa e il pugliese Giacomo Liuzzi. Situazione meno fluida in altre categorie, i cui esponenti è facile immaginare saranno comunque al via a Pedavena. Così nel Gruppo N il confronto è tra Antonino “O’Play” Migliuolo e Rocco Errichetti e in Gruppo A tra Salvo D’Amico e Rudi Bicciato. Nella E1 Italia il titolo non dovrebbe sfuggire alla bella Lancia Delta Evo di Marco Sbrollini che sta combattendo contro l’Alfa Romeo 156 di Ferdinando Cimarelli. Quasi fatta per Lucio Peruggini e la sua Ferrari 458 GT3 nella GT mentre nella GT3 è sfida aperta tra Roberto Ragazzi e Luca Gaetani entrambi su Ferrari 458 Challenge.

Francesco Savoia non dovrebbe avere problemi in Racing Start Plus come pure Manuel Dondi nella E2SH con la sua Fiat X1/9 Alfa Romeo. Il suo rivale è Marco Iacoangeli e la sua auto è tutta da vedere: si tratta di una Bmw Z4 che il pilota laziale ha trasferito dalla pista alla montagna. Se Iacoangeli deciderà di esserci, sarà una delle auto a ruote coperte più ammirate della Pedavena-Croce d’Aune 2017. Nella foto allegata la Bmw Z4 di Marco Iacoangeli, protagonista della categoria E2SH

Per la comunicazione: Stefano Cossetti

 29° RALLY ALTO APPENNINO BOLOGNESE:UN APPUNTAMENTO IRRINUNCIABILE CON PROVE SPECIALI DI GRANDE VALORE

Gara tra le più amate in Italia, propone un percorso di alto livello tecnico, punteggiato da  dieci prove speciali in grado di esaltare la guida ed incentivare lo spettacolo.

Partenza ed arrivo e quartier generale a Gaggio Montano.

 

01 settembre 2017 – C’è tempo sino a lunedì 11 settembre, per iscriversi al  29° Rally Alto Appennino Bolognese (R.A.A.B.), in programma per il week-end successivo, il 16 e 17 settembre. La gara è dunque nella sua fase “calda”, quella in cui si discute su chi sarà al via, su chi poi salirà sul primo gradino del podio, su quale sarà la “piesse” che determinerà la classifica.

Argomenti, il R.A.A.B ne ha dunque già davvero molti, primo fra tutti, comunque il proprio percorso, che è sempre stato il fiore all’occhiello dell’evento organizzato da Prosevent.com, struttura leader nell’organizzazione e realizzazione di eventi sportivi,.

Gaggio Montano, sull’appennino che guarda Bologna, sarà il centro vitale dell’evento, assai atteso da piloti e squadre, per il fatto di avere “a disposizione” ben dieci prove speciali tra le più tecniche ed esaltanti del panorama nazionale (77,600 chilometri competitivi, a fronte dell’intera distanza che è di 259,490), sfide adrenaliniche che non mancheranno di regalare spettacolo.

L’appuntamento con il R.A.A.B. non si può mancare, è uno dei rallies italiani più amati perché anzitutto propone strade ideali per vivere un rally vero, completo. Il perché sta appunto nelle “piesse”, i teatri delle sfide, un mix di novità e tradizione che i piloti aspettano davvero con impazienza.

Ecco la descrizione delle “piesse”:

PS 1 - “Gaggio Montano - Caffitaly” - Km 2.800

E’ la grande novità del RAAB targato 2017. Una prova inedita che si svolge per la prima volta nella storia della gara. E’ la prova di apertura di questa edizione del R.A.A.B., si correrà in notturna, la sera del  sabato 16 Settembre. Sono 2,8 chilometri tutti in leggera salita su fondo largo e perfetto, la prova parte poco sotto l’abitato di Gaggio Montano e finisce praticamente nel cuore del paese. Tanti sono gli accessi lungo la prova, basta percorrere dallo start prova a destra la strada parallela e si incontrano diversi punti ove poter   assistere alla prova. Partenza in leggero falso piano veloce, poi salendo il ritmo viene costantemente spezzato da diversi “tornantoni” lunghi molto spettacolari sino al tratto finale, dove la strada torna pianeggiante, veloce ma molto guidata. Facilmente raggiungibile per il pubblico sia dallo start che dal fine prova.

PS 2/5/8 - “Bombiana” - km 12.670

La classica prova che ha deciso il vincitore delle ultime edizioni del RAAB. Anche se quest’anno sarà in veste rinnovata: la prova si percorrerà infatti in senso inverso rispetto alle passate edizioni. Partenza in salita abbastanza erta in alcuni punti con strada stretta e sconnessa, molto impegnativa e tecnica. Il ritmo viene spezzato da tornanti stretti a salire, fino all’inversione destra nell’ abitato di Bombiana, molto stretta e spettacolare. Quest’anno sarà molto impegnativa, in salita infatti se si prende troppo stretta si rischia di finire su due ruote, obbligatorio per cui il classico “freno a mano”. Dopo l‘inversione la prova sale per un paio di chilometri circa abbastanza veloci e molto impegnativi, fra “taglioni” e asfalto abbastanza sconnesso, fino allo scollinamento, dove la strada diventa pianeggiante per circa un chilometro, per poi buttarsi in discesa sino al fine prova. Una discesa per cuori forti, dove solo alcuni tornanti e la spettacolare inversione destra a circa due chilometri dall’epilogo, daranno leggera tregua ai freni. Finale impegnativo molto tecnico e difficile, qui come si suol dire chi ha il piede lo farà vedere e alla fine qui si farà la differenza. Accessibili al pubblico entrambe le inversioni, raggiungibili da strade secondarie: la prima quella di Bombiana è raggiungibile dall’abitato di Gaggio Montano seguendo le indicazioni per   Castel D’Aiano Zocca. La seconda è raggiungibile dall’abitato di Marano, seguendo le indicazioni per Pietracolora ad un certo punto un bivio a sinistra con indicazioni per Bombiana porta dritto alla spettacolare inversione in discesa. Questi gli unici due innesti in prova, per il resto il tracciato offre molti punti spettacolari soprattutto nella salita iniziale ricca di tornanti. Si consiglia di arrivare presto allo start perché il posto per parcheggiare è poco e si rischia di dover fare tanta strada a piedi.

PS 3/6/9 - “Castel di Casio” - Km 6.710

Una prova completa molto tecnica e impegnativa. Anche questa una classica prova che ha fatto la storia del RAAB. E’ rimasta invariata rispetto la passata edizione, prova di assoluto livello tecnico completa con un buon fondo stradale. Partenza in salita, i primi tre chilometri fino al bivio di Lizzo presentano una salita veloce su strada ampia dal grip importante, una salita che sale dolcemente ricca di curve anche impegnative e tornanti altamente spettacolari. Fino all’inversione sinistra del bivio di Lizzo dove la prova sta per concludere il suo tratto in salita per buttarsi in discesa fino al fine prova. Segue poi a lunga discesa molto impegnativa, dove la strada diventa più stretta e più sconnessa, una discesa che alterna pure tratti veloci con “taglioni” dove sarà possibile trovarla anche sporca, a tratti più lenti con tornanti e curve strette molto impegnative. Molti sono gli accessi alla prova e moltissimi i tratti altamente spettacolari. il primo accesso conduce ad un paio di km dalla partenza e si prende dalla Porretta Terme direzione Casola proseguendo si arriva direttamente in prova, da lì se si sale a piedi 500 metri si vede un bellissimo passaggio che termina con un tornante sinistro molto secco. Da questo accesso verso inizio prova c’é la possibilità di vedere alcuni tornanti molto belli.  Un altro accesso alla prova è quello che porta alla spettacolare inversione del bivio di Lizzo e si  raggiunge appunto da Badi o Suviana seguendo le indicazioni per Castel di Casio. L’inversione in alcuni casi diventa molto spettacolare.  Altra accesso porta allo scollinamento della prova dove la prova si butta in discesa e questo è raggiungibile dall’abitato  di Castel di Casio, seguendo le indicazioni per Pieve di Casio. Da questo accesso proseguendo a piedi verso il fine prova per duecento metri si trovano tornanti spettacolari e anche tratti veloci con grossi tagli. Da qui al fine prova non ci sono altri accessi in prova se non il fine prova stesso, dove  proprio nel finale propone un bel “tornantone sinistro”.

PS 4/7/10 - “Baigno” - Km 5.550

Altra classicissima del RAAB è la prova di Baigno in veste classica rispetto le passate edizioni con i suoi 5,5 Km. Partenza poco fuori l’abitato di Bargi, la prova si snoda lungo la campagna camugnanese fino al abitato di Baigno per poi iniziare il tratto finale in salita che porta al Passo dello Zanchetto dove è posto il fine prova.

Prova molto tecnica, per cuori forti, asfalto in perfette condizioni su strada larga ma molto guidata e impegnativa, su questa prova la guida conta molto e si raggiungono velocità molto elevate in alcuni tratti. Partenza in falsopiano molto veloce fino al abitato di Baigno, molto spettacolare ed impegnativo il tratto nel centro del paese di Baigno, molto bello da vedere per poter osservare le macchine sfrecciare fra le impegnative curve veloci dell’abitato. Tra l’altro, qui vi è la possibilità di osservare le macchine per un lungo tratto oltre che potersi rinfrancare con un ristoro. Qui è fissato il primo innesto esterno alla prova, che si prende da Suviana seguendo le indicazioni per Costozza e proseguendo fino a Baigno: si arriva proprio in centro al paese. La prova prosegue sempre molto bella e veloce fino all’abitato di Barceda dove, inizia leggermente a salire: qui è posto il secondo ed ultimo accesso esterno alla prova che si prende sempre da Suviana, seguendo le indicazioni per   Costozza e poi per Barceda.  Anche qui c’è un bel tratto da vedere con le macchine che sfrecciano fra l’abitato di Barceda  e anche qui ce la possibilità di vedere la prova per un lungo tratto. Da qui la prova inizia leggermente a salire per il tratto finale. L’impegno si conclude con l’ultimo chilometro tutto in salita con una paio di tornanti in salita molto belli e un “taglione” esagerato verso fine prova, dove le macchine vanno fuori con quasi tutte e quattro le ruote. Il fine prova è facilmente raggiungibile sia da Camugnano che da Castiglione dei Pepoli e c’é grande possibilità di parcheggio, facendo pochi passi a piedi si possono vedere alcuni tratti molto spettacolari. L’ultimo chilometro, dalla vetta del passo è visibile quasi praticamente tutto.

L’evento, si snoderà nelle colline bolognesi attraversando i comuni di Gaggio Montano, Porretta Terme, Castel di Casio, Camugnano,attraversando gran parte delle strade della provincia di Bologna.

Il 29° Rally R.A.A.B. avrà le validità ufficiali per il Campionato Regionale Aci Sport (penultima prova stagionale), per la Piston Cup, per il Trofeo Peugeot Competition Club e per il Campionato ERMS . La classifica assoluta provvisoria del Campionato Regionale dopo tre gare vede al comando i marchigiani Dini-Lazzari con 18 punti, seguiti dai sardi Canu-Piras, mentre con 9 punti vi sono Vellani-Cangini e Rossi-Zanella.

PARTENZA, ARRIVO E QUARTIER GENERALE A GAGGIO MONTANO

Il cuore dell’evento sarà Gaggio Montano. Lì vi avranno luogo partenza ed arrivo e la direzione gara, sala stampa, segreteria, albo ufficiale e le verifiche sportive saranno ubicate al municipio.  

Il service park sarà allestito alla Saeco Philips-Palmieri SpA a Gaggio Montano, così come il riordino notturno dopo la prima prova speciale, i vari riordini della domenica, seguiti da buffet offerto dalla Proloco di Gaggio Montano e caffè offerto dalla Saeco Philips.

PROGRAMMA DI GARA

Giovedi 17 Agosto

Apertura iscrizioni

Lunedì 11 Settembre

Chiusura iscrizioni

Sabato 9 Settembre

09:00/15:00 Distribuzione road book - Piazza A. Brasa - Gaggio Montano (BO)

09:30/12:00 – 15:00/19:00 Ricognizioni del percorso

Sabato 16 Settembre

08:30/10:00 Distribuzione road book - Piazza A. Brasa - Gaggio Montano (BO)

08:00/13:00 Ricognizioni del percorso

14:00/15:00 Verifiche amministrative e distribuzione plance porta numero - sessione riservata ai concorrenti iscritti allo Shakedown - Direzione Gara - Piazza A. Brasa - Gaggio Montano (BO)

14:30/15:30 Verifiche tecniche - sessione riservata ai concorrenti iscritti allo Shakedown

Direzione Gara - Piazza A. Brasa - Gaggio Montano (BO)

15:00/17:00 Verifiche amministrative e distribuzione plance porta numero-

Direzione Gara - Piazza A. Brasa -Gaggio Montano

15:30/17:30 Verifiche tecniche - Direzione Gara - Piazza A. Brasa - Gaggio Montano (BO)

15:30/17:30 Shakedown

18:00 Pubblicazione elenco verificati ed ammessi alla partenza

19:01 Partenza prima vettura - Piazza Della Libertà - Porretta Terme (BO)

21:27 Ingresso prima vettura in riordino notturno

Domenica 17 Settembre

09:01 Uscita prima vettura dal riordino notturno

18:00 Arrivo prima vettura - Cerimonia di premiazione - Piazza Della Libertà - Porretta Terme (BO)

Lo scorso anno la gara venne vinta dai toscani Michelini-Perna, con una Peugeot 208 T16 R5.

 

L'ufficio stampa 

Alessandro Bugelli

mgt comunicazioni

 

GIANESINI DEBUTTA SU SKODA R5 AL RALLY DEL REGGELLO

Venerdì, 01 Settembre 2017 17:56 Published in Rally

GIANESINI DEBUTTA SU SKODA R5 AL RALLY DEL REGGELLO

Nel rally toscano, Marco Gianesini utilizzerà per la prima volta una Skoda Fabia R5: insieme a lui, sull’esemplare della PA Racing, ci sarà l’orobico Marco Bergonzi. Gianesini al Reggello vanta già un 1° ed un 2° posto assoluto.

Sondrio – Marco Gianesini cambia rotta e al Rally del Reggello proverà la Skoda Fabia R5. Insieme a Marco Bergonzi, Gianesini sarà al via di una corsa a lui cara non solo per il gradimento del percorso fiorentino ma anche perché su quelle strade ha già ottenuto una vittoria assoluta ed un secondo posto rispettivamente nel 2015 e 2016. Questo fine settimana, al rally toscano, Gianesini avrà la possibilità di utilizzare l’ennesimo modello differente di R5 visto che nel suo curriculum figurano già partecipazioni che Citroen DS3, Peugeot 208 e Ford Fiesta.

“Sono felice di questa opportunità – dice Gianesini- perché da tempo ero desideroso di provare la Skoda: utilizzerò un esemplare del team bergamasco PA Racing, struttura con la quale ho già corso. Il Reggello è una gara a cui io e Bergonzi abbiamo già preso parte e come nelle precedenti edizioni puntiamo a fare bene”.

Il 10° Rally di Reggello partirà sabato 2 settembre da Cascia e terminerà nel pomeriggio di domenica 3 dopo la disputa di 8 prove speciali e 83 chilometri cronometrati. L’equipaggio della scuderia Top Rally avrà il numero 3.

Addetto stampa

Luca Del Vitto

IL “NIDO DELL’AQUILA 2017”: DUE SFIDE PER TRE VOLTE

Venerdì, 01 Settembre 2017 12:17 Published in Rally

IL “NIDO DELL’AQUILA 2017”: DUE SFIDE PER TRE VOLTE

A Nocera Umbra, il 9 e 10 settembre, il Campionato Italiano Rally Terra Ed il  Campionato Italiano Cross Country Rally arriveranno per una delle sfide più emozionanti della stagione

 Due le Prove Speciali previste per la parte rally, da ripetere per tre occasioni, tutte da correre alla domenica, già proposte lo scorso anno.

 

01 settembre 2017 –  Con la chiusura delle iscrizioni di oggi, il Nido dell’Aquila 2017, in programma per il 9 e 10 settembre, chiude la sua fase preliminare. Organizzato a Nocera Umbra (Perugia), da PRS Group, insieme al Comune di Nocera Umbra ed a Radio Subasio si divide in due gare distinte, entrambe con validità tricolore, certamente sarà uno degli eventi in terra umbra tra i più titolati dell’anno.  Sarà infatti la quarta prova del Campionato Italiano Rally Terra, oltre che ugualmente il quarto atto dei sei che compongono il Campionato Italiano Cross Country Rally.

IL PERCORSO CON DUE “PIESSE”

Definito come lo scorso anno, il format dell’evento é previsto con due prove speciali da ripetere tre volte:  verrà proposta la classica scalata al Monte Pennino, che verrà affiancata dall’altra prova di Lanciano. Insieme conferiranno anche quest’anno una notevole completezza alla gara, dove alla salita del Pennino farà da contraltare l’altra, con una conformazione decisamente diversa. La lunghezza totale del percorso sarà di 223,390 chilometri totali di cui 51,330 di Prove Speciali, mentre il Cross Country anticiperà le sfide partendo il sabato, per 125 chilometri di “navigazione” vera.

Prova Speciale 1-3-5 “Lanciano” (km. 6,800)

Parte in discesa medio veloce, per poi iniziare un breve tratto in salita più guidato e dalla carreggiata non molto ampia. La prova poi prosegue in piano sempre con un percorso guidato sino al borgo di Lanciano, dove si affronta un piccolo tratto asfaltato in discesa.

Terminato l'asfalto si riprende a scendere con una serie di curve medio veloci sino al fine prova.

Nel complesso è un impegno cronometrato con caratteristiche opposte alla scalata del Pennino (veloce e tutta in salita), in quanto la discesa prevale sulla salita ed il percorso è medio/lento.

Sarà sicuramente una “piesse” determinante ai fini della classifica finale, forse più della salita, nonostante la lunghezza inferiore.

Prova Speciale 2-4-6 “Monte Pennino”(km 10,300)

E’ una strada conosciuta, da chi corre in macchina, dagli appassionati e dagli addetti ai lavori, in quanto già teatro delle precedenti edizioni del Nido dell’Aquila, quando era una competizione di Velocità in salita.

Oggi si cambia pelle ma non la sostanza, per un tratto competitivo battezzato la “Pikes Peak italiana”.

La Prova Speciale, rispetto al passato è allungata nella parte inziale, prima di andare a scalare il Monte Pen-nino. La parte iniziale dell’ascesa è quella più veloce ed alterna tratti veloci a tornanti molto spettacolari. Proprio in questa prima parte di prova sono posizionate anche le 3 chicane di rallentamento previste sul percorso di gara.

Arrivati a metà percorso la prova diventa più tortuosa, guidata, pur rimanendo abbastanza veloce, alternando anche spettacolari tornanti a curve di medio raggio. Nelle vicinanze della vetta del Pennino la carreggiata, che finora è stata sempre molto ampia, inizia a restringersi nell’ultimo chilometro ed il fondo diventa leggermente più accidentato. Il traguardo della prova è posto subito prima della vetta nella posizione originaria.

La “piesse” Nido dell’Aquila è una prova un po’ particolare ed atipica nell’ambito rallistico, in quanto parte dagli 850 mt dello start per terminare ai 1500 mt del Monte Pennino ed è molto spettacolare sia per i partecipanti che lo affrontano, che per gli spettatori che si posizioneranno negli ampi tornanti sopraelevati da cui si vede un lungo tratto della competizione.

Notevole l’interesse mediatico intorno all’evento di Nocera Umbra, dato dalla doppia titolarità tricolore, che porterà sul territorio il meglio del rallismo su terra nazionale ed anche il meglio dell’off road. Sarà un modo dinamico per comunicare i luoghi di svolgimento e le loro particolarità, in un periodo in cui il sole e la bella stagione faranno da cornice ad un verde bellissimo.

L’edizione 2016 venne vinta dai trentini Cobbe-Turco, su una Ford Focus WRC. Siglarono il bis di allori in questa gara davanti a Dalmazzini-Ciucci (Peugeot 207 S2000) e terzi finirono Fanari-Stefanelli (Mitsubishi Lancer Evo IX).

NELLA FOTO: IL CAMPIONE IN CARICA DANIELE CECCOLI, ATTESO A NOCERA UMBRA AD UNA PROVA DI FORZA DOPO LE SFORTUNE PRECEDENTI (Bettiol)

PROGRAMMA

Giovedì 10 Agosto Apertura iscrizioni

Venerdì 1 Settembre Chiusura iscrizioni

Sabato 9 Settembre

8,30/11,30 Verifiche Sportive presso Ex Scuola Media,

Zona San Felicissimo - Nocera Umbra (Pg)

09,00/12,00 Verifiche Tecniche presso Parco Assistenza,

Zona San Felicissimo - Nocera Umbra (Pg)

11,00/14,30 Shakedown (km 2,600)

14,30/18,30 Ricognizioni autorizzate (3 passaggi)

20,01 Partenza con ingresso in Riordino notturno

Domenica 10 Settembre

08,01 Uscita Riordino notturno

16,30 Arrivo con Premiazione (sub-judice sul palco) in

Piazza Umberto I° - Nocera Umbra (Pg)

SEGRETERIA, DIREZIONE GARA e SALA STAMPA:

Ex Scuola Media, Zona San Felicissimo, Nocera Umbra (Pg)

UFFICIO STAMPA

Alessandro Bugelli

studio MGTCOMUNICAZIONE

IL RALLY DEL RUBINETTO SI PREPARA PER LA COPPA ITALIA

Giovedì, 31 Agosto 2017 20:16 Published in Rally

IL RALLY DEL RUBINETTO SI PREPARA PER LA COPPA ITALIA

La 24° edizione del Rally del Rubinetto cambierà volto: dopo le pregevoli edizioni passate, il comitato organizzatore composto dalla Pentathlon Motor Team e dalla New Turbomark, ha ottenuto la validità per la Coppa Italia di Zona: Wrc al via, premi in denaro e tanti altri particolari suggestivi aspettano gli appassionati sulle rive dell’Orta. Già annunciato al via Piero Longhi, al rientro nei rally su strada!

San Maurizio d’Opaglio (NO) – I prossimi 14 e 15 ottobre, sulle sponde del Lago d’Orta andrà in scena un Rally del Rubinetto rinnovato; la corsa piemontese è stata infatti ammessa alla Coppa Italia Rally 2017 e sebbene il chilometraggio delle recenti edizioni lasciava intuire ad un salto di qualità, ora è ufficiale che la corsa arricchirà ulteriormente lo scenario sportivo del novarese e non solo. Percorso con novità- Il percorso 2017 del Rubinetto mostrerà gradite conferme ma anche una novità: le certezze si chiamano Mottarone, prova mitica ed imprescindibile per gli appassionati novaresi, “Gianni Piola” che nient’altri è che la Sovazza, Prelo e Valduggia. La new entry è la Orlonghetto, una prova di 6,700 km che partirà da Valduggia e terminerà a Breia. In totale Pentathlon Motor Team e New Turbomark spalmeranno il rally in due tappe costituite da ben 11 prove speciali di cui 5 differenti e 93 chilometri cronometrati. Le iscrizioni apriranno il 14 settembre e si chiuderanno il 9 ottobre. Aggiornamenti costanti vengono inseriti sul sito ufficiale della manifestazione che si apre cliccando su www.rallydelrubinetto.com .

Coppa Italia Rally 2017- La Coppa Italia è una categoria alla quale hanno avuto accesso le gare più meritevoli delle rispettive zone di appartenenza; con un chilometraggio che si aggira attorno ai 100 km di prove speciali, questa validità dà la possibilità di schierare vetture potenti ed affascinanti come le Wrc, le World Rally Car turbo da 1600cc. o 2000cc., le Kit Car, le RGT (come Porsche 997 o 124 Abarth), e le R5. Nella Prima Zona (Nord Ovest) sono state individuate quattro gare: il Rubinetto –che godrà del coefficiente più alto e cioè 1,5- chiuderà la serie dopo il Rally di Alba, il Lanterna ed il Valli Cuneesi. Nelle gare di Coppa Italia i concorrenti possono utilizzare massimo 10 pneumatici. Un’altra regola non darà la possibilità di vedere al via le vetture storiche al seguito della gara moderna.

Grazie ad un accordo tra gli organizzatori degli appuntamenti inseriti nel calendario di 1° Zona, è nato un progetto denominato “Montepremi Organizzatori” che mette in palio un montepremi, appunto, di 18.000 euro. L’iniziativa ha subito riscosso il gradimento di grandi aziende al punto che Michelin ha scelto di promuovere il proprio marchio grazie ad una collaborazione collaterale indirizzata a chi corre affidandosi al proprio prodotto, aggiungendo in una classifica speciale, un montepremi di ulteriori 12.000 euro ai quali vanno aggiunti oltre 3000 euro riservati esclusivamente alla classe R2 che porta il “saldo” totale ad oltre 35.000 euro. Per partecipare al montepremi organizzatori è necessaria una tassa di iscrizione da versare contestualmente all’atto dell’iscrizione alla singola gara e comunque entro il secondo appuntamento di zona. Il montepremi Michelin è riservato a chi, partecipando alla serie, gareggia esclusivamente con pneumatici del marchio e l' iscrizione anche se obbligatoria, in questo caso è gratuita .

Il sito internet di riferimento è www.coppaitaliazona1.it . Altre validità – Oltre alla titolazione di Coppa Italia, il Rubinetto 2017 porta con sé altre importanti validità: detto dell’R2 Rally Cup promosso da Michelin e Sabelt, è da rimarcare la costante presenza del marchio Renault quale promotore dei suoi trofei attraverso il monomarca dedicato alle Twingo R1 e al pubblico “rosa” grazie al Trofeo Lady Renault. Parola agli organizzatori – “Siamo orgogliosi della validità raggiunta – spiega Giuseppe Zagami- perché la vediamo come un premio per il lavoro svolto negli ultimi anni: la nostra fitta collaborazione con il gruppo locale della Pentathlon guidato da Silvano Faggio ha permesso a questa gara di risorgere dopo il buio del recente passato. Arrivare ad avere le Wrc e dei montepremi non fa che riempire di motivi di interesse i concorrenti ed il pubblico che, come speriamo e crediamo, sosterrà piloti e organizzatori con la calda passione che lo contraddistingue. Un ulteriore motivo di orgoglio è l’annunciata presenza di Piero Longhi: sui suoi profili social il driver di Borgomanero ha comunicato che il suo rientro nei rally su strada avverrà proprio al Rubinetto!”

 

L'Ufficio Stampa

Luca Del Vitto