È Claudio Ciccorossi la new entry del team VueffeCorse!
È Claudio Ciccorossi la new entry del team VueffeCorse!
AC Racing nel Weekend si fa in due
AC Racing nel Weekend si fa in due
Riccardo Pera impegnato a Vallelunga nel Campionato Italiano GT4 con la Porsche.
Riccardo Pera impegnato a Vallelunga nel Campionato Italiano GT4 con la Porsche.
La Squadra Corse Angelo Caffi torna in pista dopo l'estate
La Squadra Corse Angelo Caffi torna in pista dopo l'estate
Danny Molinaro punta in alto a Vallelunga
Danny Molinaro punta in alto a Vallelunga
Gara di casa per AB Racing a Vallelunga nella Carrera Cup Italia
Gara di casa per AB Racing a Vallelunga nella Carrera Cup Italia
Rovera riprende a Vallelunga l'Italiano GT Endurance su Mercedes
Rovera riprende a Vallelunga l'Italiano GT Endurance su Mercedes
Il karting pugliese corre al Levante Circuit il 15 settembre
Il karting pugliese corre al Levante Circuit il 15 settembre
LA SFORTUNA TOGLIE IL TITOLO DELLA ROK CUP ITALIA A SCOGNAMIGLIO.
LA SFORTUNA TOGLIE IL TITOLO DELLA ROK CUP ITALIA A SCOGNAMIGLIO.
TOP 10 PER RINICELLA NELLA ROK CUP ITALIA 2019.
TOP 10 PER RINICELLA NELLA ROK CUP ITALIA 2019.
IL TEAM DRIVER FESTEGGIA A CASTELLETTO IL TITOLO ITALIANO X30 MINI CON PAVAN.
IL TEAM DRIVER FESTEGGIA A CASTELLETTO IL TITOLO ITALIANO X30 MINI CON PAVAN.
GP DI MONZA STREPITOSA VITTORIA DELLA NUOVA “STELLA” CHARLES LECLERC
GP DI MONZA STREPITOSA VITTORIA DELLA NUOVA “STELLA” CHARLES LECLERC
RINICELLA ALL’ASSALTO DELLA ROK CUP ITALIA DI ADRIA.
RINICELLA ALL’ASSALTO DELLA ROK CUP ITALIA DI ADRIA.
WEEKEND CHIAROSCURO, AD IMOLA, PER BOLZA CORSE
WEEKEND CHIAROSCURO, AD IMOLA, PER BOLZA CORSE
Il 90° Gran Premio d’Italia sarà una festa per tutti i tifosi
Il 90° Gran Premio d’Italia sarà una festa per tutti i tifosi
Il pilota Porsche Riccardo Pera conclude quinto la prima partecipazione al Mondiale di Silverstone in Inghilterra a causa di una foratura nel finale ed è secondo nell’Europeo ELMS
Il pilota Porsche Riccardo Pera conclude quinto la prima partecipazione al Mondiale di Silverstone in Inghilterra a causa di una foratura nel finale ed è secondo nell’Europeo ELMS
Nuove barriere di sicurezza sulla S.P. 208 dello Spino in vista della gara motociclistica del 21-22 settembre.
Nuove barriere di sicurezza sulla S.P. 208 dello Spino in vista della gara motociclistica del 21-22 settembre.
WEEKEND DA INCORNICIARE AD IMOLA PER LA X CAR MOTOSPORT
WEEKEND DA INCORNICIARE AD IMOLA PER LA X CAR MOTOSPORT
PUJATTI CHIUDE IN BELLEZZA L’AVVENTURA NEL TRICOLORE ACI SFIORNADO IL PODIO ASSOLUTO.
PUJATTI CHIUDE IN BELLEZZA L’AVVENTURA NEL TRICOLORE ACI SFIORNADO IL PODIO ASSOLUTO.
SCOGNAMIGLIO MANCA IL TITOLO TRICOLORE MA SI CONFERMA VELOCISSIMO.
SCOGNAMIGLIO MANCA IL TITOLO TRICOLORE MA SI CONFERMA VELOCISSIMO.
MACINTYRE E COSTA REGALANO IL DOPPIO TITOLO TRICOLORE AL TEAM DRIVER.
MACINTYRE E COSTA REGALANO IL DOPPIO TITOLO TRICOLORE AL TEAM DRIVER.
Elite Motorsport lotta ai vertici a Imola con le Volkswagen Golf TCR
Elite Motorsport lotta ai vertici a Imola con le Volkswagen Golf TCR
ATS Corsa: “Pure racing DNA”
ATS Corsa: “Pure racing DNA”
CACCIA GROSSA
CACCIA GROSSA" PER IL TEAM DRIVER NEL GRAND FINALE DEL TRICOLORE ACI
Movisport in circuito con Gilardoni e la Porsche
Movisport in circuito con Gilardoni e la Porsche
RITORNO AL PASSATO PER KEVIN GILARDONI: NEL WEEKEND TORNERÀ A GAREGGIARE IN PISTA DOPO CINQUE ANNI
RITORNO AL PASSATO PER KEVIN GILARDONI: NEL WEEKEND TORNERÀ A GAREGGIARE IN PISTA DOPO CINQUE ANNI
Elite Motorsport a Imola con le Golf del Tricolore TCR DSG Endurance
Elite Motorsport a Imola con le Golf del Tricolore TCR DSG Endurance
Ecco di nuovo in pista la nostra coppia d'oro!
Ecco di nuovo in pista la nostra coppia d'oro!
X CAR MOTORSPORT A TRE PUNTE, PER IL ROUND DI IMOLA DEL TROFEO SUPERCUP.
X CAR MOTORSPORT A TRE PUNTE, PER IL ROUND DI IMOLA DEL TROFEO SUPERCUP.
COVIELLO FIRMA IL 2° FORMULA CHALLENGE “MARE E MOTORI”
COVIELLO FIRMA IL 2° FORMULA CHALLENGE “MARE E MOTORI”
MAX RACING A CACCIA DEL RACING START
MAX RACING A CACCIA DEL RACING START
SI APRONO LE PORTE DELLA 24H DI LEMANS E DEL MONDIALE PER RICCARDO PERA, IL PRIMO PILOTA DI LUCCA A PARTECIPARE ALLA CLASSICA MARATONA FRANCESE
SI APRONO LE PORTE DELLA 24H DI LEMANS E DEL MONDIALE PER RICCARDO PERA, IL PRIMO PILOTA DI LUCCA A PARTECIPARE ALLA CLASSICA MARATONA FRANCESE
Si interrompono i programmi sportivi tra Elite Motorsport e Mabellini
Si interrompono i programmi sportivi tra Elite Motorsport e Mabellini
Ad Arzachena inaugurata la nuova sede della Porto Cervo Racing.
Ad Arzachena inaugurata la nuova sede della Porto Cervo Racing.
EXPO MOTOR DAY, ALTRO SUCCESSO DI FIOCCO SPORT
EXPO MOTOR DAY, ALTRO SUCCESSO DI FIOCCO SPORT
TRULLI PORTA IL TEAM DRIVER ALLA VITTORIA NEL TRICOLORE DI ADRIA.
TRULLI PORTA IL TEAM DRIVER ALLA VITTORIA NEL TRICOLORE DI ADRIA.
Estate brillante per la Squadra Corse Angelo Caffi
Estate brillante per la Squadra Corse Angelo Caffi
MUGELLO ALTALENANTE PER BOLZA CORSE
MUGELLO ALTALENANTE PER BOLZA CORSE
EXPO MOTOR DAY, IL SIPARIO È PRONTO AD APRIRSI
EXPO MOTOR DAY, IL SIPARIO È PRONTO AD APRIRSI
UN SUPER SCOGNAMIGLIO SFIORA LA VITTORIA AD ADRIA.
UN SUPER SCOGNAMIGLIO SFIORA LA VITTORIA AD ADRIA.
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

LUCA PEDERSOLI ED ANNA TOMASI (CITROEN DS3 WRC) VINCONO LA GARA ED IL TITOLO TRICOLORE WRC

 

Secondi assoluti in gara e nel campionato Simone Miele e Roberto Mometti, altra DS3 WRC Terzi a San Martino Paolo Porro e Paolo Cargnelutti su Ford Fiesta Wrc

 

San Martino di Castrozza (Tn), sabato 14 settembre 2019 – La trentanovesima edizione del Rallye San Martino di Castrozza e Primiero ha incoronato i vincitori del Campionato Italiano WRC 2019, Luca Pedersoli e Anna Tomasi con la Citroen DS3 WRC della Vieffecorse, che hanno conquistato il titolo vincendo la classica gara trentina. Il forte bresciano e la navigatrice di Vittorio Veneto hanno mantenuto il comando del rally dall’inizio alla fine, vincendo sette delle undici prove in programma, e riuscendo a tenere a distanza di sicurezza l’altra DS3 WRC di Simone Miele e Roberto Mometti.

L’equipaggio varesotto della Dream One Racing ha siglato lo scratch sui due passaggi nella prova “nuova” di Murello e sull’ultima prova “Gobbera”, ma è rimasto alle spalle di Pedersoli per l’intera gara terminando alla fine a 8’’5 secondi. Di fatto, l'assurdo ritiro anticipato di Marco Signor e Patrick Bernardi, altro equipaggio atteso per il rush finale del CIwrc, che ha visto sfumare le sue ambizioni tricolori con una toccata sulla prova di apertura, ha concentrato la lotta tra le due vetture del Double Chevron. Dopo il sesto ed ultimo appuntamento andato in scena tra le Pale Dolomitiche la classifica assoluta del CIWRC recita: Luca Pedersoli primo a 79.5 punti, Simone Miele secondo a quota 77.5 validi, terzo Marco Signor a 58.

A salire sul gradino più basso del podio del San Martino sono Paolo Porro e Paolo Cargnelutti, con la Ford Fiesta WRC della Bluthunder. Una bella soddisfazione per il pilota lariano, quest’anno in veste di outsider, che ha saputo approfittare dell’ennesimo ritiro anticipato per Corrado Fontana. Annata davvero sfortunata per l’altro pilota ldi Como affiancato da Nicola Arena, costretto a ritirarsi per problemi tecnici alla Hyundai I20 WRC dopo la sesta speciale.

Tra i ritiri di rilievo anche quello di Mauro Miele con la Skoda Fabia R5 per la rottura della valvola del motore, sempre a metà corsa. Alle spalle dei primi tre termina una gara concreta, nonostante qualche difficoltà, per Andrea Carella insieme ad Enrico Bracchi su Skoda Fabia R5. Il piacentino ha corso sulle strade dolomitiche guardando al Michelin Rally Cup, Coppa indetta dalla Casa di Clermont Ferrand, considerando che la Coppa ACI Sport R5 era già nelle mani di Corrado Pinzano. Al traguardo il successo nel monomarca è suo davanti al rivale Giampaolo Bizzotto su altra R5 ceca. Quinto posto per un bravo Matteo Daprà alle note di Fabio Andrian su Ford Fiesta. Una bella gara per il pilota trentino, alla sua prima volta a bordo di una WRC. Dietro Carella chiudono Efrem Bianco e Alberto Roveta outsider di rilievo entrambi su Skoda Fabia R5. Buona trasferta per il pavese Giacomo Scattolon insieme a Matteo Nobili, attori del CIR Asfalto con la Hyundai i20 R5, settimi assoluti e che rivedremo al Rally Due Valli, sempre al volante della coreana di Hyundai Rally Team Italia. A completare la top ten Lorenzo Della Casa con una Ford Fiesta Wrc e il padovano Bizzotto con Sandra Tommasini. Parlando degli altri iscritti al CIWRC, nella lotta S2000 doppio successo, a San Martino e nella Coppa ACI Sport di Categoria per Rudy Andriolo con Manuel Menegoni. Il pilota di Cavaso del Tomba si aggiudica la sfida tra Peugeot 207 contro il pilota di Ceccano Stefano Liburdi e Andrea Colapietro. Tra le R2 vittoria di Liberato Sulpizio con la Ford Fiesta, mentre nella S1600 si aggiudica la gara il giovane Gianmarco Lovisetto. Nella Classe A6 si conferma in testa Ivan Stival con la Peugeot 106 Rally che si aggiudica la vittoria in gara sia la Coppa ACI Sport di categoria.

Tra le Suzuki Rally Cup protagonisti assoluti di questo appuntamento trentino sono Ivan Cominelli e Igor Fieni, sempre in testa sin dall’inizio della seconda giornata a bordo della Swift R1. Alle loro spalle grande duello tra il trentino Roberto Pellé con Giulia Luraschi, vincendo la power stage e l’aostano Simone Goldoni insieme a Flavio Garella invece che si aggiudicanoil trofeo. CLASSIFICA FINALE 39°RALLY SAN MARTINO DI CASTROZZA E PRIMIERO: 1.Pedersoli-Tomasi (Citroen Ds3) in 1:13'27.6; 2. Miele-Mometti (Citroen Ds3) a 8.5; 3. Porro-Cargnelutti (Ford Fiesta Rs) a 49.2; 4. CarellaBracchi (Skoda Fabia) a 2’17.6; 5. Dapra'-Andrian (Ford Fiesta) a 2’38.6; 6. Bianco-Lamonato (Skoda Fabia) a 2’53.4; 8. 7. Roveta-Castiglioni (Skoda Fabia) a 2’53.4; 8. Scattolon-Nobili (Hyundai I20 R5) a 3’26.5; 9.Della Casa-Zortea (Ford Fiesta) a 3'06.5; 10. Bizzotto-Tommassini (Skoda Fabia R5) a 4’54.7.

CLASSIFICA CAMPIONATO ITALIANO WRC: Pedersoli 79,5; Miele 77,50; Signor 58; Pinzano 40; Carella 38.

 

L'Ufficio Stampa

AciSport - Rif. Chiara Iacobini

RALLY COPPA VALTELLINA: ROSSETTI SBAGLIA, GUERRA NE APPROFITTA

Domenica, 15 Settembre 2019 01:20 Published in Rally

RALLY COPPA VALTELLINA: ROSSETTI SBAGLIA, GUERRA NE APPROFITTA

 

È partita la corsa valtellinese all’insegna delle “Tre G”: Guerra-Gianesini-Ghelfi. Rossetti tocca sulla Ps2 e perde oltre quattordici minuti chiamandosi fuori dalla lotta. Ora la contesa è tra Guerra, leader dopo quattro prove, e Gianesini. Ghelfi si gira.

Sondrio – Il Coppa Valtellina regala emozioni fin dalle prime battute. Il favorito Luca Rossetti, in coppia con Mirko Franzi, domina la Ps1 di Mello ma sbaglia nella successiva Albosaggia ed è già fuori dalla lotta per il successo. In una curva sinistra veloce il driver di origine friulana, tocca il posteriore destro piegando una ruota della Citroen C3 R5 ufficiale. Il tempo perso nel tentare di sistemare la parte meccanica danneggiata è superiore ai 14’; i meccanici in assistenza riparano il guasto permettendo al duo valtellinese (Rossetti è originario di Pordenone ma vive a Tirano) di rientrare anche se ormai… la frittata è fatta. La lotta al titolo perde il “suo marziano” e dà speranza a tutti gli altri che, alla vigilia, non potevano sperare che nel secondo posto. Fabrizio Guerra e Ruggero Salinetti, su Skoda Fabia R5 della DP Autosport, sono dunque al comando grazie all’ottimo parziale in Ps1 e al successo nella seguente. Mentre Rossetti si deve accontentare dei singoli scratch, Gianesini e la Fay, su VW Polo R5 (HK Racing) provano ad attaccare Guerra ma la scarsa lunghezza dei tratti rimasti e la tenacia del rivale rinvia la battaglia alla tappa di domani. La terza posizione è ad appannaggio di Loris Ghelfi e Gianluca Marchioni; i portacolori del Colombi Racing Team, su Skoda, sbagliano ad affrontare il primo tornante della Ps3; il testacoda che ne consegue fa perdere loro oltre venti secondi ed aumenta il divario dal duo di testa mentre riavvicina al podio il comasco Marco Silva che in coppia con Maurizio Vitali, è tornato sulle strade della gara che lo ha celebrato vincitore nel 2001. Ottima partenza per le due S2000 presenti: “Galet” e la Revello sono quinti assoluti con una datata ma sempre performante Skoda Fabia mentre Pederzani, settimo, non è distante: per il varesino navigato da Zanni su Peugeot 207 conta solo racimolare 4 punti utili per la Coppa Rally di Zona. In mezzo a loro si inserisce il locale “Dodo” Spagnolatti che con la Zoanni è al debutto sulla Peugeot 208 R5. Lotta di livello per la vittoria tra le Due Ruote Motrici. Nicholas Cianfanelli e Morgan Polonioli sono primi di S1600 grazie ad un’andatura impeccabile (Clio FR Special Car). Giacomo Gini e Maurizio Scherini invece, sono a ridosso del “Cianfa” e primi di R3C con la Clio R3C (GMA).

Dodici ritirati- Vanno segnalati i numerosi forfait: Varisto-Baruffi non riescono nemmeno a portarsi sulla pedana di partenza per un guasto elettrico accorso alla loro Skoda R5. BonfadiniDell’Avanzo, rompono le colonnette già in P1 e parcheggiano la loro Citroen C2 R2; i camuni Branchi-Calufetti sono fermi con la Peugeot 106 A5/Prod E5 a causa della rottura del differenziale mentre è andata peggio a Barbera-Nespoli finiti “sottosopra” nel corso della Ps1; nessuna conseguenza fisica per l’equipaggio della Peugeot 106 N2/Prod S2. Classifica Top Ten provvisoria dopo 4 prove speciali. 1. Guerra-Salinetti (Skoda Fabia R5) in 20’47”7; 2.Gianesini-Fay (VW Polo R5) a 7”; 3. GhelfiMarchioni (Skoda Fabia R5) a 34”9; 4. Silva-Vitali (Skoda Fabia R5) a 36”6; 5. “Galet”- Revello (Skoda Fabia S2000) a 1’09”4; 6. Spagnolatti-Zoanni (Peugeot 208 T16 R5) a 1’22”5; 7. Pederzani-Zanni (Peugeot 207 S2000) a 1’26”2; 8. Cianfanelli-Polonioli (Renault Clio S1600) a 1’43”8; 9. Gini-Scherini (Renault Clio R3C) a 1’51”5; 10. Scanzi-Scanzi (Skoda Fabia R5) a 1’51”6. Storiche – Molto selettiva anche la 2° edizione del Rally Coppa Valtellina Historic; dei dieci partiti sono già quattro coloro che hanno dovuto gettare la spugna a metà gara. Al comando vi sono Maurizio Fratti ed Alessandro Verna su Porsche 911 by Autorlando. Il driver, d’estrazione pistaiola, si è ben espresso sulla veloce Mello lasciando però speranza ai bravi pavesi Ermanno SordiClaudio Biglieri, anch’essi su Porsche 911 e staccati di soli 9”4. Terza piazza provvisoria per la Opel Kadett GT/E di Paolo Patrone e Mara Miretti che a 1’06”7 sembrano aver congelato il podio. Quarto è il driver di Salice Terme Andrea “Tigo” Salviotti che con Vasta alle note, porta la sua A112 in quarta posizione a 3’42”4. Paganini-Razza hanno problemi alle candele sulla loro Opel Ascona: ecco spiegato il ritardo di oltre 4’27”. Chiude la fila l’equipaggio Azzari-Soffritti sulla piccola Ford Fiesta 1.1. Un semiasse mette KO Oscar e Veronica Gadaldi (R5 Gt Turbo). Out anche i comaschi Corbellini su Sierra Csw, i bresciani Pasquali-Pasquali (Fiat Uno Turbo) e Formosa-Gazzo (Lancia Fulvia).

 

www.rallycoppavaltellina.it

 

L'Ufficio Stampa

 

 

Pronta al debutto tricolore la 4^ Salita Storica Monte Erice

Domenica, 15 Settembre 2019 01:02 Published in Salite

Pronta al debutto tricolore la 4^ Salita Storica Monte Erice

Scatta alle 8 di domenica 15 settembre gara 1 dell’ 8° round di Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche. Barbaccia, Guagliardo, Lavieri, La Franca e Nocentini alla ribalta dei 5 raggruppamenti.

Erice (TP), 14 settembre 2019. Con le ricognizioni della 4^ Salita Storica Monte Erice ,la gara organizzata dall’Automobile Club Trapani ha esordito nel Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche, l’ottavo round di cui gara 1 scatterà alle 8 di domani, domenica 15 settembre alla volta dei 5.730 metri che uniscono Valderice ad Erice vetta.  Animate già le ricognizioni per gli 87 concorrenti ammessi al via, tra ritorni su un tracciato affascinante e coloro che ne sono frequentatori abituali.E’ stato il palermitano della Scuderia ASPAS Ciro Barbaccia il miglior interprete del tracciato in prova al volante della Osella PA 9/90 BMW di 4° Raggruppamento con ci il driver e preparatore ha siglato il miglior crono in 3’33”28 di una intensa giornata con un meteo perfetto che ha favorito l’arrivo del grande pubblico sul campo di gara. Si profila in gara una sfida al vertice per il miglior tempo tra lo stesso Barbaccia, il palermitano Antonio Piazza, portacolori Armanno Corse sulla Lucchini in versione Sport Nazionale con motore Alfa Romeo, con cui ha svettato su tutti nella prima manche, poi il pisano Piero Lottini, con la sola seconda manche all’attivo, dopo che l’alfiere della Bologna Squadra Corse è stato fermato nella 1^ dal cedimento di un supporto del motorino d’avviamento.

Si è portato in evidenza tra le monoposto di 5° Raggruppamento il lucano Antonio Lavieri sulla Ralt F.3 Toyota, monoposto che ben si è adattata al difficile tracciato. Andranno a caccia dei punti di classe Camillo Centamore con la Corsini e la ligure Gina Colotto sulla Formula Abarth in classe oltre 1000. Per il 3° Raggruppamento subito in evidenza il palermitano Domenico Guagliardo ha positivamente collaudato la Porsche 911 con cui il pilota e preparatore della Island Motorsport affronta la gara test, ma nello stesso raggruppamento ottime prove in classe 1300 silhouette per un altro driver e preparatore, il tenace messinese del Team Phoenix salvatore Caristi sulla sempre aggressiva Fiat 128. Ottimo riscontro nella prove della gara di casa per l’alfiere Trapani Corse Gaspare Piazza su Fiat X1/9. Sfortuna nella prima manche per il partenopeo Gennaro Ventriglia fermato dal cedimento di un supporto del cambio sulla Fiat X1/9 Dallara.

Impennata in ricognizione nel 2° Raggruppamento per il bravo palermitano Caludio La Franca su Porsche 911 RS portacolori Ro Racing, con cui si è di molto migliorata l’intesa. Prove di studio del tracciato e conferma delle regolazioni sulla Porsche Carrera per Natale Mannino, il pilota palermitano che è a caccia del pieno di punti per afferrare la vetta della categoria. Ma anche un altro palermitano protagonista del tricolore è a caccia di punti preziosi: Matteo Adragna, alfiere della Scuderia Etna con la Porsche Carrera curata dal Team Balletti. Tiberio Nocentini su Chevron B19 Cosworth si è subito ritrovato sul tracciato che nel 2006 lo vide esordire in gara, allora con una Lancia Delta. Il fiorentino del Team Italia cerca una caparbia e rapida risalita in 1° Raggruppamento. Ha studiato il tracciato dove dovrà difendere la leadership tricolore in gara Angelo De Angelis con la sempre ammirata Nerus Silhouette da 1600 cc.. Tra le auto turismo del 1° raggruppamento bone prove per Massimiliano Marco Russo su BMW 2002.

 

 

Classifiche Raggruppamenti Campionato Italiano: 1 Raggr.:1 De Angelis p 35; 2 Rinolfi 28; 3 Di Fazio e Rollino 21. 2 Raggr: 1 Peroni G. 53; 2 Palmieri 39; Mannino 33. 3 Raggr.: 1 Gallusi 51; 2 Tessore 34; 3 Trentini,  Bianucci, Magaddino e Massaglia 17. 4 Raggr.:1 Bonucci 39; Lottini 32; 2  Boldrin 24. 5 Raggr.: 1 Peroni S. 50; 2 Colotto e  Rossi 20.

 

Calendario CIVSA 2019: 5/7 aprile, 33^ Camucia - Cortona (AR); 26/28 apr, 12° Trofeo Storico Lodovico Scarfiotti (MC); 10/12 mag, Scarperia - Giogo (FI); 7/9 giu, 10^ Cronoscalata Storica dello Spino (AR); 22/23 giu, 23^ Lago Montefiascone (VT); 12/14 lug 38^ Cesana - Sestriere (TO); 26/28 lug, 31^ Bologna - Raticosa (BO); 13/15 set, 4^ Salita Storica Monte Erice (TP); 27/29 set, 40^ Coppa del Chianti Classico (SI); 11/15 ott 2^ Coppa Faro (PU).
 
Addetto Stampa C.I.V.M. Rosario Giordano 

Partita alla grande la 61^ Monte Erice

Sabato, 14 Settembre 2019 18:33 Published in Salite

Partita alla grande la 61^ Monte Erice

 

Scatta alle 8 di domenica 15 settembre la competizione organizzata dall'Automobile ClubTrapani con doppia validità tricolore di decimo round di Campionato Italiano VelocitàMontagna e 8° appuntamento di campionato Italiano velocità salita Autostoriche. Merli,Faggioli, Cubeda, Conticelli, Farris e Magliona prenotano la sfida di vertice.

Erice (TP), 13 settembre 2019. Pronta al semaforo verde la 61^ Monte Erice. Gara 1 scatterà alle 8 di domani mattina, domenica 15 settembre, quando si accenderà il semaforo verde per la prima vettura al via della competizione organizzata dall’Automobile Club Trapani, decimo round di Campionato Italiano Velocità Montagna con validità per il Trofeo Italiano  Velocità Montagna sud. A partire per primi saranno i protagonisti del Campionato Italiano Velocità salita Autostoriche, di cui la gara trapanese è 8° round stagionale. Una gara da primato con 279 partenti nelle due manche di ricognizioni, dove l’ottimo meteo ha favorito una prima giornata a motori accesi per l’alto numero di spettatori già presenti sull’intero tracciato, oltre che a Valderice nella zona paddock e ad Erice vetta dove è ubicato il parco arrivo.
Già durante le ricognizioni si sono delineate delle accese sfide che animeranno la giornata di gara. 
Miglior riscontro della giornata in 2’54”35 nella seconda manche, per Christian Merli sulla ufficiale Osella FA 30 Zytek, il trentino di Vimotorsport neo Campione Europeo punta a bissare il successo del 2018 e dopo la prima manche ha lavorato con il Blue City per ottimizzare la motricità della prototipo monoposto di gruppo E2SS e favorire al massimo delle gomme ufficiali Avon da cui è ufficialmente supportato.
 
Distacchi contenuti e sfide tutte aperte con diversi piloti pronti all’assalto al vertice. Ha prenotato un ruolo di primo piano dopo tre anni d’assenza ad Erice anche il fiorentino Simone Faggioli, dopo il miglior crono nella prima manche, l’alfiere Best Lap sulla ufficiale Norma M20 FC Zytek ha subito verificato tutti i riferimenti per rendere quanto più efficace la biposto di gruppo E2SC e favorire il lavoro della gomme Pirelli sugli impegnativi ed insidiosi 5.730 metri del tracciato siciliano.
 
 
Rientro da sicuro protagonista in CIVM per il catanese Domenico Cubeda, immediatamente in pieno feeling con l’Osella FA 30 Zytek perfettamente coadiuvata dalle gomme Avon, sulla quale sono stati apportati alcuni ritocchi d’assetto in relazione al difficile tracciato da parte dei tecnici di Paco74 Corse.
 
Vuole conoscere sempre meglio la nuova Osella FA 30 Zytek con cui si appresta a svolgere la seconda gara Francesco Conticelli. -“Un tracciato che conosco e sul quale ho dei riferimenti, ma dove guido per la prima volta questa potente monoposto, per cui devo capire bene le reazioni e le risposte senza assumere rischi estremi”- ha spiegato il giovane marsalese. Immediatamente concreto in prova il sardo della Speed Motor Sergio Farris, che sulla Osella PA 2000 Honda del Team Dalmazia va a caccia di punti di classe utili. Al lavoro su diverse soluzioni d’assetto con il Team SaMo Competition Omar Magliona per migliorare il grip della Osella PA 2000 Honda, sulla quale il campione in carica di gruppo E2SC ha apprezzato il nuovo cambio appena montato. Assalto alla top ten in gara arriverà dalle Sportscar Motori Moto dove si è messo in evidenza il catanese Giuseppe Spoto sulla Radical Pro Sport, ma sarà il leader veneto di categoria Federico Liber a cercare l’attacco sulla Gloria C8P Suzuki per rinsaldare definitivamente la vetta tricolore. Ma si farà insidioso in gara il lucano del Team Puglia Achille Lombardi sulla scattante Osella PA 21 Jrb con motore BMW da 1000 dopo che la perdita del liquido di raffreddamento per rottura di una fascetta al via della prima manche ha rischiato di comprometterne le ambizioni. Regolazioni d’assetto da rivedere anche per l’Osella PA 21 Jrb Suzuki 1000 del giovane comisano della Catania Corse Samuele Cassibba Sempre fra le biposto cerca le luci della ribalta anche l’esperto campano Tommaso Carbone sull’Osella PA 2000. Tra le monoposto con motore derivato dalla serie di gruppo CN, l’esperienza ha svettato con il miglior riferimento arrivato per l’esperto pilota di casa Rocco Aiuto al volante dell’Osella PA 20/S, mentre la giovanissima Martina Raiti continua l’apprendistato al volante dell’Osella PA 21 Honda da 1.6 cc, cercando nuovi e più efficaci riferimenti nella gara di casa. In gruppo GT al leader Lucio Peruggini è bastato il passaggio della prima manche per confermare le scelte fatte sulla Lamborghini Huracan GT3, per poi lavorare alla revisione completa dell’elettronica in preparazione delle due gare. Vuole fare la voce grossa in casa l’agrigentino di Bergamo Rosario Parrino anche lui sullaLamborghini Huracan ma in versione Super Cup, dove il veneto Roberto Ragazzi ha usato molta pre tattica per scegliere le migliori soluzioni per la Ferrari 488. Fa sempre valere la familiarità con un tracciato che ama particolarmente il pugliese della Fasano Corse Francesco Leogrande al volante della Porsche 996 con cui si è en messo in luce in GTCup. Buon esordio a Erice per il padovano di Superchellege Stefano Artuso, anche se in piena fase d’apprendistato sulla generosa Ferrari 458 con cui mira al pieno di punti nella classe GT Cup. La soddisfazione dei progressi dell’estrema Alfa 4C spinta da motore Zytek da 3000 cc, è confermata dai buoni riscontri avuti dal teramano Marco Gramenzi in gruppo E2SH, mentre ha impostato una strategia di casa in difesa il leader di gruppo Alessandro Gabrielli, il marchigiano del Gruppo Sportivo AC Ascoli ha optato per delle gomme Pirelli super soft da montare sull’Alfa 4C Picchio sovralimentata. Tutto rimandato alle due gare. L’impegnativo tracciato ericino stravolge ogni pronostico anche in gruppo E1 dove il campano della Campobasso Corse Giuseppe D’Angelo è al lavoro per difendere e rinsaldare la leadership con la Renault New Clio, che la SaMo Competition ha ammorbidito nell’assetto per renderla più efficace sul tracciato. Incisivo e costante già in ricognizione il piemontese Giovanni Regis, per la prima volta ad Erice con la Peugeot 106 1.6 in versione E1, ma pronto ad adeguare le regolazioni in base ai nuovi riferimenti acquisiti in prova, dove dovrà respingere i certi attacchi del nisseno Roberto Lombardo su Peugeot 207 Super 2000, ma anche del leader di classe E1 1.6 Turbo Vito Micoli su Renault 5GT e di quello della classifica tricolore under 25 Andrea Palazzo sulla Peugeot 308 Racing Cup, con cui il pugliese ha ipotecato la classe 3000. Tra le lady l’umbra Beborah Broccolini continua la caccia alla classe 1600 turbo sulla MINI John Cooper Works, come la corregionale Paola Pascucci. Il messinese Marco Calderone in gruppo A è stato il miglior interprete del tracciato sulla Peugeot 106, anche se ha affilato le armi il palermitano Riccardo Arceri sulla Renault Clio Super 1600. In gruppo N il lucano di Gretaracing Rocco Errichetti su Peugeot ha cercato subito l’ottimale interpretazione del tracciato, mentre il leader pugliese Giovanni Lisi è al lavoro per riparare un guasto ai freni della Honda Civic. Sarà un nuovo appassionante duello in Racing Start Plus dove tra le auto turbo i pugliesi di vertice Vito Tagliente e Giacomo Liuzzi hanno avuto dei crono pressoché uguali in prova sulle MINI John Cooper Works, mentre per le motorizzazioni aspirate il catanese Salvatore Guzzetta ha preso di mira il podio di gruppo con la Renault Clio. Sebbene in ricognizione il gruppoRacing Start RSTB ha offerto un’anteprima delle ravvicinate e consuete sfide tra i fasanesi Giovanni Angelini e Oronzo Montanaro, entrambi con le MINI sovralimentate, con cui Angelini comanda e Montanaro è in scia. Molto a suo agio sul tracciato siciliano anche un altro fasanese, il portacolori Eptamotorsport Angelo Loconte, che ha trovato un buon feeling con il tracciato al volante della MINI. In Racing Start RS soddisfatto di ogni risposta della MINI turbodiesel il poliziotto salernitano Giovanni Loffredo, il portacolori della Scuderia Vesuvio che ha allungato pesantemente le mani sul titolo tricolore, mentre tra le aspirate è duello annunciato dopo delle proficue ricognizioni, per i salernitani Francesco Paolo Cicalese su Honda Civic e Antonio Vassallo su Renault Clio. Il catanese Antonino Cardillo su Fiat 500 ha trovato in fretta un set up idoneo e si è posto come riferimento per le Bicilindriche.
 
 
 Classifiche CIVM dopo 9 gare: Assoluta: 1 Magliona 80,50; 2 Zardo 76; 3 Faggioli 65; 4 Merli 64; 5 Fattorini 47. RS: 1 Loffredo 120; 2 Cicalese 76; 3 Eusebio 67,5. RSTB: 1 Angelini 117; 2 Montanaro 105; 3 Magdalone 72. RS+: 1 Tagliente 95; 2 Liuzzi 84; Cardone 62. N: 1 Lisi 94; 2 Errichetti 90,5; 3 Mercati 60. A: 1 Bicciato 117,5; 2 Calderone 54,50; 3 Cenedese 39. E1: 1 D’Angelo  96,5; 2 Pelorosso 90; 3 Micoli 44. GT: 1 Peruggini 117,5; 2 Gaetani 93,5; 3 Ragazzi 65. E2SH: 1 Gabrielli 107,5; 2 Gramenzi 94; 3 Paone 27,5. CN: 1 Iaquinta 115; 2 Rampini 37,5; Filippetti 35. E2SC: 1 Magliona 96,5; 2 Zardo 92; 3 Faggioli 80. E2SS: 1 Merli 80; 2 Marino 78; 3 Liber 77. Sportscar Motori Moto: 1 Liber 120; 2 Lombardi 88,5; 3 Fazzino 79,5.
Calendario CIVM 2019: 12-14/04, “Trofeo Silvio Molinaro” Luzzi-Sambucina (CS); 26-28/04 29° Trofeo Scarfiotti Sarnano-Sassotetto (MC); 17-19/05 45^ Alpe del Nevegal (BL); 31/05 - 02/06 50^ Verzegnis-Sella Chianzutan (UD); 14-16/06 9^ Salita Morano-Campotenese (CS); 28-30/06 58^ Coppa Paolino Teodori (AP); 05-07/07 69^ Trento-Bondone (TN); 26-28/07 56^ Rieti-Terminillo 54^ Coppa Bruno Carotti (RI); 23-25/08 54° Trofeo Luigi Fagioli (PG); 13-15/09 61^ Monte Erice (TP); 20-22/09 65^ Coppa Nissena (CL); 18-20/10 37^ Pedavena-Croce D’Aune (BL).
1^ Riserva 06-08/09 47^ Cronoscalata La Castellana (TR); 2^ Riserva 27-29/09, 58^ Alghero-Scala Piccada (SS).
 
 
L'Ufficio Stampa
Acisport - Rosario Giordano

XXXI Rallye Elba Storico-Trofeo Locman Italy:141 iscritti anticipano un'altra edizione di successo

Anche quest’anno la  gara isolana, in programma dal 19 al 21 settembre, ha nuovamente riscosso un ampio consenso da parte dei piloti italiani e continentali, con ben 13 Nazioni straniere rappresentate e di fatto sarà ancora uno dei rallies italiani ed anche continentali più partecipati in assoluto.Sono previste 10 Prove Speciali, con le principali novità sul percorso che riguardano l’allungamento della prova cittadina di Capoliveri e con tutte le prove che interessano il Monte Perone invertite di marcia rispetto al passato.

 

 

Capoliveri (Isola d’Elba, Livorno), 14 settembre 2019 - Ultimi giorni di attesa, poi da giovedì prossimo il XXXI RALLYE ELBA STORICO-TRFOEO LOCMAN ITALY, accenderà i motori proponendo di nuovo sfide appassionanti con i protagonisti italiani e stranieri dei rallies per auto storiche.

Saremo di fronte ad un nuovo evento di spessore, anche quest’anno gratificato da un alto numero di iscritti arrivati a tre cifre, 141 in totale, suddivisi in  106 per il rally, 17 per “l’Elba Graffiti", e 18 nella Regolarità sport. Ad essi si aggiungono i 24 partecipanti all’esclusivo raduno “Ferrari goes to Elba".

Parlano, dunque, ancora una volta i numeri, per la gara, ed in questo contesto, ben 13 saranno le Nazioni rappresentate, con equipaggi che arrivano Antigua e Barbuda, Austria, Belgio, Estonia, Finlandia, Francia, Gran Bretagna, Irlanda, Norvegia, Olanda, Svezia, Svizzera, Ungheria. Sicuramente sarà la competizione più partecipata in Toscana ed una delle “storiche” più “affollate” sia in Italia che in ambito continentale.

Confermato nella sua classica collocazione al ter­mine dell'estate, appropriato a favorire l'allunga­mento della stagione turistica sull'isola più grande dell'arcipelago toscano per quanto la gara “moderna” l’aveva aperta anche quest’anno ad aprile, avrà diversi motivi in più per essere seguita. 

Valida quale penultima prova del FIA EUROPEAN HISTORIC SPORTING RALLY CHAMPIONSHIP, oltre che penultima anche del CAMPIONATO ITALIANO RALLY AUTO STORICHE, la gara che coniuga sport, cultura ed una storia automobilistica tra le più appassionanti al mondo, ha ovviamente al seguito anche il “Graffiti”, valido per il Campionato Italiano di Regolarità a media ed avrà anche la competizione di Regolarità sport,  evoluzione della re­golarità "classica", certamente vòlta più all'agonismo, dove a fare classifica sono controlli di passaggio, controlli a tim­bro e prove definite "di precisione".

La parte della “regolarità”, dunque anche quest’anno raddoppia ed inoltre, ci saranno ulteriori argomenti di forte impatto, come il sempre spettacolare “TROFEO A112 ABARTH” (del quale questo è l’ultimo appuntamento, con le due tappe che saranno due rallies distinti) ed il “MEMORY NINO FORNACA”.

 

UNA GARA PENSATA PER FAR “VIVERE” L’ISOLA

Forti dell’ampio consenso ottenuto negli anni da concorrenti, appassionati ed addetti ai lavori (8000 unità circa il movimento registrato dei presenti con vari ruoli all'evento lo scorso anno), ACI Livorno Sport  ha disegnato l’edizione 2019 pronta a consolidare l’elevata qualità offerta nelle edizioni passate. Dal 2011 il quartier generale è passato a Capoliveri, location riconfermata ovviamente anche per questa edizione, teatro dal 2010 anche di una prova speciale che transita dentro il paese, la quale verrà riproposta anche quest’anno in una versione allungata.

Il disegno del percorso, rispetto al passato, soprattutto per quanto riguarda lo spazio temporale di svolgimento, ciò per far vivere quanto più possibile l’isola e le sue bellezze a tutti coloro che saranno impegnati a vario titolo nell’ambito del rallye.  Perché esso è inteso come proprio del territorio, ma soprattutto “per il territorio”, del quale favorisce l’immagine, la comunicazione ed anche la ricaduta economica con il turismo emozionale, quello cioè portato sull’Isola dall’evento stesso. Inoltre, nel progettare i tre giorni di gara si è pensato di svilupparla in modo omogeneo in tutta l’Isola, sia per andare a rafforzare la volontà che l’evento è di tutta l’isola ed anche perché si vuole creare quanto meno disagio possibile ai residenti.

 

Sul piano tecnico-sportivo, la novità più rilevante che riguarda il percorso, oltre alla prova di Capoliveri allungata,  è la caratteristica che tutte le prove speciali che interesseranno il Monte Perone (la “Due Mari” e la “San Piero”) verranno percorse in senso contrario al passato.

 

Nulla di modificato, invece, rispetto alle edizioni precedenti per quanto riguarda la logistica: il Quartier Generale della manifestazione è confermato a Capoliveri, presso le funzionali strutture dell’Hotel Elba International, location esclusiva che ammira il Golfo di Porto Azzurro, dove saranno ubicate la Direzione di Gara, la Segreteria e la Sala Stampa.

 

IL PROGRAMMA DI GARA

Più “dura” la prima tappa, con prove anche lunghe (la “Due Mari” sarà di oltre 20 Km.), più “tranquilla” invece la seconda giornata di sfide. Si partirà nella serata di giovedì 19 settembre: dalle ore 19,00 i concorrenti scenderanno dalla pedana di partenza in Capoliveri ed andranno immediatamente a misurarsi con due prove speciali, la “Nisporto-Cavo” (Km.13,750) e la già citata “Innamorata-Capoliveri” (Km. 7,240).  Poi, i concorrenti entreranno nel riordinamento notturno a partire dalle ore 22,10.

La seconda giornata di gara, venerdì 20 settembre, che ripartirà alle ore 09,15, prevede altre quattro prove speciali, con finale di giornata alle 15,25, sempre a Capoliveri. L’indomani, sabato 21 settembre il gran finale, con ulteriori quattro tratti cronometrati: le sfide avvieranno alle 08,20 e la bandiera a scacchi, sempre a Capoliveri, sventolerà a partire dalle ore 15,25.

 

In totale, per tre giorni di gara, si contano dieci prove speciali, per una lunghezza totale competitiva di 137,230 chilometri, a fronte del totale che ne misura 451,420.

 

#rally  #historic  #RallyeElbaStorico  #FIAEHSRC  #Elba  #CIRAS  #MemoryFornaca  #TrofeoA112Abarth  #rallystorici  #historicrally

#autostoriche  #FerrariGoesToElba  #Ferrari  #motorsport  #autostoriche #LocmanItaly

 

 

 

www.rallyelbastorico.net

 

Aci Livorno Sport ASD

 

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

FACEBOOK  www.facebook.com/RallyeElba

TWITTER    https://twitter.com/RallyeElba

 

UFFICIO STAMPA

MGTCOMUNICAZIONE

 

ALESSANDRO BUGELLI

 

63° RALLY COPPA VALTELLINA: OGGI LA PARTENZA

Sabato, 14 Settembre 2019 16:58 Published in Rally

63° RALLY COPPA VALTELLINA: OGGI LA PARTENZA

Espletate le verifiche preliminari, si attende lo start della corsa lombarda giunta all’edizione numero 63. Tutti al via gli 88 iscritti. Si corre anche per il Valtellina Rally Cup.

Sondrio – Hanno verificato tutti gli 88 concorrenti iscritti alla 63° edizione del Rally Coppa Valtellina, tangibile segno dell’attaccamento degli equipaggi verso la seconda gara più longeva d’Italia dopo la Targa Florio. Dieci vetture storiche e settantotto moderne solcheranno la pedana di partenza di piazzale Bertocchi oggi pomeriggio dalle ore 15.00 prima di dirigersi verso le prove di Mello e Albosaggia che prima del riordino notturno verranno ripetute due volte ciascuna. Domani sarà il turno della Mossini-Berbenno e della Monastero. La cerimonia di arrivo è prevista per le ore 16.58 sempre presso piazzale Bertacchi di Sondrio.

Il rally è organizzato dalla Promo Sport Racing con la collaborazione di ACI Sondrio.

Unica modifica da apportare all’elenco dei partenti è quella che vede il navigatore Federico Casa subentrare al fianco di Jacopo Bergamin sulla vettura numero 51.

L’edizione ai nastri di partenza, presenta molti richiami particolari. Uno su tutti il rientro alle corse di Marco Silva che in vista del “suo” Trofeo Aci Como, si appresta a rimetter tuta e casco in una gara che ha iscritto il suo nome nell’albo d’oro alla voce “anno 2001”: il driver lariano gareggerà con una Skoda Fabia R5 insieme a Maurizio Vitali. Sarà invece una Hyundai i20 R5 la vettura scelta dal veterano locale Dino Lauro, che sulle strade amiche non manca un colpo da oltre venticinque anni.

Valtellina Rally Cup – Il Coppa Valtellina sarà il secondo appuntamento della mini serie indetta dalla Promo Sport Racing dopo il Rally del Pizzocchero della scorsa primavera. In attesa di ufficializzare il terzo round che andrà a sostituire il Rally Aci Lecco recentemente annullato, la classifica vede al comando Simone Patt con 171,54 punti seguito da Luca Tosini con 171 e Marco Gianesini – unico presente al Coppa dei tre di testa- con 162. Simone Galli è quarto con 158,38 lunghezze mentre in quinta posizione vi è Giacomo Gini con 129,50.

www.rallycoppavaltellina.it 

 

L'Ufficio Stampa

RICCIA CORSE, la storica scuderia molisana sempre più presente negli slalom del centro sud.

 

2 driver Riccesi pronti a gareggiare il 10° Slalom Città di Formia.



Si tratta di Giuseppe Morrone su Peugeot 106 gruppo A 1400 ed Emanuele Ciocca su Peugeot 106 Rally gruppo N 1600.I 2 piloti con l'esordio nello slalom di Pietramolana, lo scorso 05 Maggio, sono sempre più presenti nelle gare della 2° e 3° zona.

Tante emozioni in casa Riccia Corse, dopo uno stop di 8 anni sono ripartiti alla grande, per un 2019 pieno di soddisfazioni. Complimento a tutto il team e un grande in bocca al lupo alla 2° edizione dello slalom di Pietramolana.
 
L'Ufficio Stampa
 
 
 

UN WEEKEND RICCO DI GARE PER L’ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL

Sabato, 14 Settembre 2019 11:28 Published in Rally

UN WEEKEND RICCO DI GARE PER L’ERREFFE RALLY TEAM-BARDAHL

 

San Martino di Castrozza, Città di Modena e Coppa Valtellina sono le tre competizioni in cui la squadra di Castelnuovo Scrivia presenterà le sue vetture.

 

 

Castelnuovo Scrivia (Al)- Gli impegni dell’Erreffe Rally Team Bardahl proseguono senza soluzione di continuità dopo il già ricco calendario di partecipazioni dell’ultimo mese.

Nel fine settimana che sta per cominciare, il team piemontese è pronto a prendere parte a tre gare differenti: San Martino di Castrozza, Città di Modena e Coppa Valtellina,

Sulle strade trentine di San Martino si corre l’ultimo atto del CIWRC: con una Ford Fiesta R5 i bresciani Marco Salvadori e Giuseppe “Pedro” Peli saranno i primi del team a presentarsi al via; con due Renault Clio S1600 gareggeranno invece i neo campioni Roberto Vescovi e Giancarla Guzzi che cercheranno di portare in alto il tricolore appena vinto. Nella stessa classe si schiereranno anche Simone Niboli e Battista Brunetti per cercare di incrementare il feeling con la berlinetta francese.

Se tre saranno le auto in gara a San Martino, due saranno quelle schierate, invece, a Modena: Manuel Milioli farà coppia con Silvia Maletti su unna Skoda Fabia R5; primo di classe S1600 a partire sarà invece Pietro Penserini che sarà navigato da Gabriele Romei.

Sarà invece una Skoda Fabia R5 quella che utilizzeranno sugli asfalti del Rally Coppa Valtellina papà Danilo Scanzi cin il figlio Alberto. I due tornano in gara dopo le positive recenti esperienze con la R5 della Freccia Alata sperando di poter ottenere un risultato prestigioso.

Tutte le vetture saranno equipaggiate con pneumatici Pirelli e lubrificanti Bardahl.

Addetto stampa Luca Del Vitto

È Claudio Ciccorossi la new entry del team VueffeCorse!

Venerdì, 13 Settembre 2019 22:04 Published in Altre Notizie

È Claudio Ciccorossi la new entry del team VueffeCorse!

Il pilota toscano, classe 84 difenderà i colori del team in occasione della tappa del Time Attack Italia di questo weekend sul tracciato di Franciacorta a bordo della potentissima bmw m3 che lui stesso ha preparato con entusiasmo.
Il T.A.I. è una realtà agonostica che negli ultimi anni ha coinvolto un numero sempre maggiore di piloti e preparatori, attirando negli autodromi di tutta Italia numerosissimi appassionati del mondo del tuning e delle elaborazioni.
Il driver da poco entrato a far parte della scuderia tenterà di far bene da subito cercando di maturare esperienza su una vettura molto impegnativa allestita extreme NA, classe riservata a vetture racing aspirate, cercando di sfruttare al meglio la cavalleria sul tortuoso tracciato bresciano.
Tutto il team gli da' un caloroso benvenuto ed un grande in bocca al lupo.
Seguiteci sulle nostre pagine facebook e sui media dedicati.

Ufficio Stampa Team VueffeCorse

Il 2° Slalom Roccella - San Cataldo è “Trofeo Onofrio Giancani” 

 

Validità di Coppa ACI Sport 5^ Zona e Campionato Siciliano per la gara nissena del 13 ottobre organizzata da Passione & Sport con il supporto della Banca di Credito Cooperativo “G. Toniolo” di San Cataldo. Un premio cult per gli sportivi di Caltanissetta 

Caltanissetta, 13 settembre 2019. Ad un mese esatto dallo svolgimento del 2° Slalom Roccella - San Cataldo “Trofeo Onofrio Giancani”, che nei giorni 12 e 13 ottobre assegnerà i punti della Coppa ACI Sport 5^ Zona e del Campionato Siciliano di specialità, è stato approvato il Regolamento Particolare di Gara e contestualmente si sono aperte le iscrizioni, che chiuderanno lunedì 7 ottobre. Una gara che sarà un cult per tutti gli sportivi nisseni che condividono la passione per gli slalom dell’indimenticabile Onofrio Giancani, entusiasta uomo di sport sempre presente sui campi gara, a cui è intitolato il nuovo trofeo di cui si è arricchita la competizione. La competizione è organizzata dal professionale staff della nissena Passione & Sport che dopo l’edizione di ottimo rodaggio ed esordio del 2018, ha avuto la conferma della piena fiducia dei maggiori partner come la Banca G. Toniolo di San Cataldo e l’Amministrazione Comunale della cittadina alle porte di Caltanissetta.

Il programma del week end entrerà nel vivo sabato 12 ottobre con le operazioni di verifica, mentre domenica 13 la parola passerà ai motori ed al cronometro sulla SS 122 tra la località Roccella e l’abitato di San Cataldo, lungo il quale sono state confermate 13 postazioni di rallentamento. La Premiazione si terrà circa 45 minuti dopo l’apertura del parco chiuso alla fine della gara, sempre presso il Palazzetto “Beppe Maira”. Nel 2018 la vittoria fu per il giovane trapanese Giuseppe Gulotta su Radical SR4 con il tempo di 1’57”98, seguito sul podio dal giovane Rino Giancani, figlio dell’appassionato Onofrio, su Elia Avrio, terzo il catanese Filippo Gugliotta su A112 Suzuki.

 

L’Ufficio Stampa