Poker di vincitori “al limite” nella prima del Porsche Club GT a Misano
Poker di vincitori “al limite” nella prima del Porsche Club GT a Misano
Primo successo stagionale per la scuderia RO racing. In Campania al Circuito del Sele, Saverio Miglionico ha  vinto il decimo Trofeo Super Challenge.
Primo successo stagionale per la scuderia RO racing. In Campania al Circuito del Sele, Saverio Miglionico ha vinto il decimo Trofeo Super Challenge.
Rimodulati i calendari automobilistici siciliani 2020
Rimodulati i calendari automobilistici siciliani 2020
PER TRENTIN LA WSK SUPER MASTER SERIES SI CHIUDE CON AMAREZZA.
PER TRENTIN LA WSK SUPER MASTER SERIES SI CHIUDE CON AMAREZZA.
FANTASTICA VITTORIA PER NAKAMURA NELLA WSK SUPER MASTER SERIES.
FANTASTICA VITTORIA PER NAKAMURA NELLA WSK SUPER MASTER SERIES.
RINICELLA SI CONFERMA BATTAGLIERO NELLA WSK SUPER MASTER SERIES.
RINICELLA SI CONFERMA BATTAGLIERO NELLA WSK SUPER MASTER SERIES.
MIGLIONICO E RO RACING DOMINANO SUL SELE
MIGLIONICO E RO RACING DOMINANO SUL SELE
TRENTIN A DUE VELOCITA’ NEL ROUND 3 DELLA WSK SUPER MASTER SERIES.
TRENTIN A DUE VELOCITA’ NEL ROUND 3 DELLA WSK SUPER MASTER SERIES.
UN DEBUTTO STREPITOSO PER RINICELLA IN OKJ.
UN DEBUTTO STREPITOSO PER RINICELLA IN OKJ.
UNO STREPITOSO NAKAMURA SFIORA LA VITTORIA AD ADRIA.
UNO STREPITOSO NAKAMURA SFIORA LA VITTORIA AD ADRIA.
Raptor Engineering lancia Giovanni Altoè nella Carrera Cup Italia
Raptor Engineering lancia Giovanni Altoè nella Carrera Cup Italia
Domenica a Misano il primo atto del Porsche Club GT con 41 iscritti
Domenica a Misano il primo atto del Porsche Club GT con 41 iscritti
RO racing in pista con Saverio Miglionico
RO racing in pista con Saverio Miglionico
Villorba Corse e Trivellato insieme nel racing con il marchio Mercedes-AMG
Villorba Corse e Trivellato insieme nel racing con il marchio Mercedes-AMG
VALEX 55 AL DEBUTTO NELLA CATEGORIA OKJ AD ADRIA PER LA DOPPIA DELLA WSK.
VALEX 55 AL DEBUTTO NELLA CATEGORIA OKJ AD ADRIA PER LA DOPPIA DELLA WSK.
Mario e Roberto Crugnola tengono duro e vincono la 35ª rievocazione della Stella Alpina
Mario e Roberto Crugnola tengono duro e vincono la 35ª rievocazione della Stella Alpina
La seconda tappa della Stella Alpina premia Mario e Roberto Crugnola su Lancia Fulvia
La seconda tappa della Stella Alpina premia Mario e Roberto Crugnola su Lancia Fulvia
IL TEAM DRIVER TORNA IN PISTA NELLA DOPPIA SFIDA DI ADRIA DELLLA WSK.
IL TEAM DRIVER TORNA IN PISTA NELLA DOPPIA SFIDA DI ADRIA DELLLA WSK.
L'Umbria accende i motori: domenica prima gara nazionale in pista a Magione
L'Umbria accende i motori: domenica prima gara nazionale in pista a Magione
Giacoppo e Grillone si issano subito in vetta dopo la prima tappa della 35ª Stella Alpina storica
Giacoppo e Grillone si issano subito in vetta dopo la prima tappa della 35ª Stella Alpina storica
A MAGIONE MANCIN RITROVA LA ROSSA
A MAGIONE MANCIN RITROVA LA ROSSA
Roma - Douz: confermata!
Roma - Douz: confermata!
Primo test e livrea ok sulla nuova Porsche Cayman per Fenici
Primo test e livrea ok sulla nuova Porsche Cayman per Fenici
Nasce il 1° E-Championship Lazio
Nasce il 1° E-Championship Lazio
Il Porsche Club GT al via da Misano il 5 luglio con un nuovo calendario
Il Porsche Club GT al via da Misano il 5 luglio con un nuovo calendario
Riparte col Karting la stagione motoristica di Aci Sport Sicilia
Riparte col Karting la stagione motoristica di Aci Sport Sicilia
Elite Motorsport schiera la nuova CUPRA LEON nel TCR
Elite Motorsport schiera la nuova CUPRA LEON nel TCR
Fenici punta alla Porsche Sports Cup Suisse con la nuova Cayman
Fenici punta alla Porsche Sports Cup Suisse con la nuova Cayman
Per Rovera prima volta “in rosso” a Vallelunga
Per Rovera prima volta “in rosso” a Vallelunga
Levante Circuit conferma la riapertura a tutto campo
Levante Circuit conferma la riapertura a tutto campo
Coronavirus, DTM non correrà a Monza nel 2020
Coronavirus, DTM non correrà a Monza nel 2020
ATS CORSA RR Turbo- The high performance car with competitive price and maintenance costs
ATS CORSA RR Turbo- The high performance car with competitive price and maintenance costs
Macchia Monte Sant'Angelo Historic riviata a data da destinarsi
Macchia Monte Sant'Angelo Historic riviata a data da destinarsi
Levante Circuit riapre il 2 giugno
Levante Circuit riapre il 2 giugno
Il giovane Giardelli con Elite Motorsport nel TCR
Il giovane Giardelli con Elite Motorsport nel TCR
Levante Circuit pronto alla ripartenza
Levante Circuit pronto alla ripartenza
PRESENTATO IL NUOVO LOGO ACI SPORT DELEGAZIONE SARDEGNA
PRESENTATO IL NUOVO LOGO ACI SPORT DELEGAZIONE SARDEGNA
Primo importante passo verso la riapertura della stagione | Approvate le procedure operative per lo svolgimento dei test
Primo importante passo verso la riapertura della stagione | Approvate le procedure operative per lo svolgimento dei test
BB COMPETITION TRA MOTORSPORT E SOLIDARIETA’: DONATE 500 MASCHERINE AL COMUNE DI BRUGNATO
BB COMPETITION TRA MOTORSPORT E SOLIDARIETA’: DONATE 500 MASCHERINE AL COMUNE DI BRUGNATO
Bilancio positivo per i piloti di capitanata
Bilancio positivo per i piloti di capitanata
Salcuni Domenico

Salcuni Domenico

Poker di vincitori “al limite” nella prima del Porsche Club GT a Misano

 

 

 

 

Immagini video e interviste scaricabili qui: https://we.tl/t-7snS0dmKfu 

Ulteriori foto scaricabili qui: https://we.tl/t-qRmHhTmDsc

 

Le sfide mozzafiato del nuovo monomarca di time attack hanno acceso domenica il semaforo verde 2020 dei campionati nazionali in pista. A colpi di giri veloci sulle 911 “racing” e stradali Locanto, Pastorelli, Manetti e Pellegrino inaugurano la stagione sul gradino più alto del podio. Prossimo round a Monza il 26 luglio Baciato da una gradevole domenica di sole, il Porsche Club GT ha inaugurato la stagione 2020 tra le emozioni. E' il primo campionato nazionale in pista, insieme al Time Attack Italia, a riuscire a farlo. A suo modo il 5 luglio del Misano World Circuit è una data cruciale per il motorsport tricolore, che ha vissuto la prima ripartenza dopo i rinvii che si sono susseguiti nelle varie specialità a causa dell'emergenza covid-19. Particolare attenzione proprio alle misure anti-coronavirus è stata prestata dai promotori del Porsche Club Umbria e tutte le gare ospitate dal circuito romagnolo hanno potuto svolgersi nelle migliori condizioni di sicurezza e garantendo che il monomarca di time attack, la specialità che premia la conquista del giro più veloce, sprigionasse tutta l'adrenalina “al limite” della quale è capace. Una quarantina le Porsche scese in pista nelle 4 categorie in gara nella nuova serie riconosciuta da ACI Sport e con protagoniste le 911 da corsa e stradali: “Un successo di numeri e qualità, oltreché sportivo, che siamo sicuri sarà ulteriormente migliorato già dal secondo round in programma a Monza domenica 26 luglio”, ha commentato raggiante Diego Locanto, pilota e presidente del Porsche Club Umbria. Lo stesso Locanto, in azione anche in pista, è uno dei quattro vincitori di giornata decretati dalle supersfide sul filo dei centesimi di secondo andate in scena sul circuito romagnolo. Oltre al driver di origine siciliane, che ha fatto sua la categoria Goodyear GT3 RS, è stata una domenica vincente per il pilota modenese Luca Pastorelli nella D-Factory Cup e per i ravennati Marco Pellegrino nella Panta GT3 e Carlo Manetti nella Paddock GT. Tra i volti dell'ambiente automobilistico, presente all'apertura della prima stagione in pista del Porsche Club GT anche Simone Iaquinta, il campione in carica della Carrera Cup Italia impegnato nelle vesti di coach driver del pilota pugliese Ilario Introna.

Goodyear GT3 RS Sui 4226 metri della pista di Misano non ha tradito le aspettative l'attesissima Goodyear GT3 RS (con ben 20 iscritti). Diego Locanto è il primo vincitore della stagione con il miglior tempo totale di 3'25”857 al termine di una giornata di giri veloci che gli hanno consentito di mantenere un minimo margine sui rivali più insidiosi. In diversi si sono alternati “all'inseguimento” del vincitore al termine dei vari turni, sempre molto ravvicinati e decisi da scarti molto risicati, con Vincenzo Panuccio che ha cercato il “colpacccio” nella finale gara 3, vinta con un crono di 1'42”892 a soli 22 centesimi dal “best lap” di giornata di Locanto (1'42”870). Non sufficiente per superare il vincitore nella classifica totale, il pilota lombardo ha comunque rimontato fino alla piazza d'onore, seguito da vicino dal cuneese Danilo Paoletti, per lui terzo gradino del podio alla prima esperienza su Porsche, e il brianzolo Gianluca Giorgi, scivolato al quarto posto dopo un avvio promettente. Classifica Goodyear GT3 RS, Misano: 1. Locanto 3'25”857; 2. Panuccio a 3'26”237; 3. Paoletti a 3'26”869; 4. Giorgi G. 3'27”011; 5. Ferranti 3'27”071 (tutti su Porsche 911 GT3 RS, 991). Giro più veloce: Locanto (gara 2) in 1'42”870. Panta GT3 Mozzafiato il “triello” che ha caratterizzato le gare della Panta GT3, categoria vinta in rimonta sul filo di lana dal ravennate Marco Pellegrino con il tempo totale di 3'32”817 sul milanese Andrea Giorgi e il pratese Davide Zumpano. Nelle prime battute di gara 1, vinta da Giorgi per 7 centesimi su Zumpano, Pellegrino ha avuto un problema con una gomma danneggiata su un dissuasore e per imporsi ha dovuto primeggiare nei turni successivi, dove i tre hanno continuato a superarsi a vicenda. Il giro più veloce è rimasto in bilico fino all'ultimo, quando il vincitore ha sferrato l'attacco decisivo girando in 1'45”987 (l'unico sotto al muro dell''1'46”): “Abbiamo risolto subito il danno di gara 1, che non era grave, poi per fortuna tutto è andato bene, siamo contenti di questo inizio”.

Classifica Panta GT3, Misano: 1. Pellegrino 3'32”817; 2. Giorgi A. 3'33”221; 3. Zumpano 3'33”335 (tutti su Porsche 911 GT3, 991 gen.II). Giro più veloce: Pellegrino (gara 3) in 1'45”987. www.porscheclubumbria.com Paddock GT Tanto efficace e “pungente” da riuscire a inserirsi tra i protagonisti della Panta GT3 pur al volante di una Porsche 911 GT3 leggermente meno recente, Carlo Manetti ha dominato la classe Paddock GT con il tempo totale di 3'34”005. Il gentleman driver ravennate si è imposto in tutti i turni cogliendo il giro più veloce assoluto, migliorando i riscontri con l'abbassarsi delle temperature, e a fine giornata ha rimarcato: “Misano è una pista che prediligo, anche se oggi in gara 1 era un po' complicata pure con pneumatici nuovi. La macchina era ok e io mi sono divertito molto”. Podio completato dal milanese Enrico Di Leo e dal padovano Pierantonio Macola, entrambi in costante progresso durante la giornata. Classifica Paddock GT, Misano: 1. Manetti (Porsche 911 GT3, 991 gen.I) 3'34”005; 2. Di Leo (Porsche 911 GT3 RS, 997) a 3'39”994; 3. Macola (Porsche 930 Turbo) a 3'42”984. Giro più veloce: Manetti (gara 3) in 1'46”731.

D-Factory Cup Luca Pastorelli ha “alzato” la D-Factory Cup con il crono totale di 3'16”404 al volante della 911 GT3 Cup del team Krypton Motorsport. Il pilota modenese ha chiarito le proprie ambizioni fin dal giro più veloce ottenuto nelle prove libere, risultato poi replicato nei tre turni di gara. Oltre al successo, il target finale dell'“avvocato volante” era anche quello di esordire in stagione e testare in ottica Porsche Carrera Cup Italia 2020 in partenza dal Mugello tra due weekend: “Un'ottima occasione e un evento che ho apprezzato molto - ha detto Pastorelli -. Ho trovato una pista dal grip fantastico con l'asfalto rinnovato e questo mi ha aiutato a riprendere la mano e a cercare di adattare la guida alla nuove condizioni”. A Misano il primo podio 2020 della categoria “racing” del Porsche Club GT è stato quindi completato dal ravennate Fabio Grilli, che a parità di auto ha cercato di insidiare il vincitore (soprattutto in gara 2, quando è rimasto staccato di soli 2 decimi) e ha regolato il giovane milanese Ivan Costacurta, terzo sul podio a completare la proficua domenica di Krypton Motorsport con la 911 GT3 Cup di precedente generazione, con la quale ha a sua volta preceduto Alessandro Mazzolini, l'alfiere cremonese del Team Piloti Forlivesi.

Classifica D-Factory Cup, Misano: 1. Pastorelli (Porsche 911 GT3 Cup, 991 gen.II) 3'16”404; 2. Grilli (Porsche 911 GT3 Cup, 991 gen.II) 3'17”968; 3. Costacurta (Porsche 911 GT3 Cup, 991 gen.I) a 3'20”146. Giro più veloce: Pastorelli (gara 1) in 1'38”073. Il format dei weekend include per ciascun pilota 4 turni da 25 minuti. Il primo vale come prove libere, i successivi sono turni di gara. La classifica di ciascuna categoria scaturisce dalla somma dei due migliori tempi ottenuti nelle 3 sessioni di gara e un ulteriore punteggio premia il giro più veloce in assoluto. Prossimo round del Porsche Club GT a Monza domenica 26 luglio. Calendario Porsche Club GT: 5 lug. Misano; 26 lug. Monza; 20 sett. Imola; 10 ott. Vallelunga; 1° nov. Mugello.

Elenco intervistati nel banco video delle interviste

 

1) Pastorelli

2) Iaquinta

3) Locanto Vincitori gara

4) Locanto

5) Pastorelli

6) Manetti

7) Pellegrino

 

Rif.stampa: Gianluca Marchese 

Primo successo stagionale per la scuderia RO racing. In Campania al Circuito del Sele, Saverio Miglionico ha

vinto il decimo Trofeo Super Challenge.

 

Prima uscita ufficiale dopo lo stop dovuto all'epidemia da Coronavirus e primo successo stagionale per la scuderia RO racing.

Quella di Saverio MIglionico al Circuito del Sele, in Campania, doveva essere una gara per testare la sua nuova Osella PA 21 Jrb, seguita dalla Paco 74 Corse e invece, per il pilota di Pignola, è giunta una meritata vittoria.

Il driver lucano, campione italiano slalom nel 2017, si è imposto nel decimo Trofeo Super Challenge, grazie al tempo fatto registrare in gara uno. Nella seconda tornata per Miglionico, tempi di grande valore, compromessi da un testacoda.

La scuderia RO racing rientra quindi dalla trasferta di Battipaglia con il massimo risultato e adesso i vertici del sodalizio di Cianciana sono pronti per nuovi e ambiziosi impegni.

Siamo molto felici per il risultato – ha detto il direttore sportivo Rosario Montalbano – un successo che serve per gettare le basi per il futuro agonistico di Saverio. Speriamo di riuscire ad essere al via di diverse gare valevoli per il CIVM, l'esordio con la nuova vettura è stato davvero interessante”. 

 

L'Ufficio Stampa

 

“CASENTINO” DI NUOVO AMARO PER GIANLUCA TOSI: LA STAGIONE IRCup AVVIATA CON L’AMARO IN BOCCA

 

Il pilota di Castelnuovo Monti, insieme al fido Alessandro Del Barba, di nuovo sulla Skoda Fabia R5 della GIMA Autosport, ha corso una gara tutta in salita, terminata con un “fuori programma” nel finale.

 

06 luglio 2020 –

Di nuovo lacrime, per Gianluca Tosi, in Casentino. Il pilota di Castelnuovo Monti, portacolori di Movisport, ha masticato di nuovo amaro, alla 40^ edizione del Rally del Casentino, la gara che ha segnato la “ripartenza” dei rallies italiani dopo lo stop imposto dall’emergenza sanitaria, corsa sabato scorso.

Tosi, che insieme al fido Alessandro Del Barba ha programmato la propria stagione di nuovo nella serie IRCup con la Skoda Fabia R5 di GIMA Autosport, ha dovuto alzare bandiera bianca nel finale di una competizione rivelatasi anche quest’anno sfortunata.

L’esordio stagionale ha coinciso con un ritiro nel finale della gara per un’uscita di strada, la strada “sporcata” dai passaggi precedenti, in una curva il posteriore della Fabia si è scomposto, scivolando irrimediabilmente fuori strada: ha chiuso dunque anzitempo una giornata comunque sofferta. Ottimo il riscontro cronometrico sulla prima prova,  quinto tempo assoluto a 3”2 dal leader, poi sulla seconda pur soffrendo le traiettorie obbligate dagli “antitaglio” in curva, la prestazione era stata in linea, prima di affondare in classifica a causa di un problema derivato dalla rottura dei collettori, la dispersione eccessiva di calore nel vano motore, aveva limitato le prestazioni del cambio e dell’impianto frenante. La vettura era stata rispristinata all’assistenza successiva, pur con un ritardo “pagato” di oltre due minuti Tosi e Del Barba avevano ripreso la corsa, prima di venire nuovamente rallentati da un problema al cambio, preludio all’esito negativo nel finale di giornata.

Gianluca Tosi: “Peccato, è il secondo anno di seguito che il Casentino, gara che amo, mi ha dato amarezza. E dire che avevamo avviato bene, in linea con i migliori, cosa che ci faceva pensare ad un esito importante, per avviare al meglio il campionato. Purtroppo la rottura dei collettori ha arrecato danno al cambio e difficoltà ai freni, la squadra ha fatto il possibile per permetterci di rimetterci in corsa ma purtroppo prima di nuovo il cambio e poi l’uscita di strada ci hanno fatto alzare bandiera bianca. Delusione, quindi, ma guardiamo anche il buono che la gara ci ha dato: le indicazioni cronometriche quando tutto era a posto ci sono state e molto importanti, credo che siamo cresciuti e questo è il classico bicchiere mezzo piano. Nulla da dire per la squadra, come sempre al top, tutto questo che ci è accaduto mi è dispiaciuto anche per loro, che ci mettono l’anima per farci correre al meglio. Guardiamo oltre, al Ciocco, la rivalsa!”

Adesso l’obiettivo è al 43° Rally del Ciocco, il 23 agosto, secondo atto del “tricolore”, gara a cui Tosi non manca da anni. Lì, insieme a Del Barba, a Gima Autosport ed a Movisport, cercherà il pieno riscatto nel palcoscenico più in vista delle corse su strada italiane.

 

#TosiDelBarba  #Movisport  #GianlucaTosi #Rally #SkodaFabiaR5 #IRCup #Rally #Motorsport

 

FOTO MARIO LEONELLI

 

UFFICIO STAMPA

Rimodulati i calendari automobilistici siciliani 2020
 
Cinque appuntamenti tricolori. Con 5 rally, 2 salite, ben 9 Slalom e 8 gare karting la Delegazione ACI Sport ha rimodellato la stagione. La Targa Florio Classica sarà prova del Campionato Italiano Grandi Eventi. Confermati i Campionati Regionali ed il Trofeo Rally Sicilia 
 
 
 
Torregrotta (ME), 06 luglio 2020. Sono stati pubblicati e ufficializzati i calendari nazionali di tutte le specialità e la Sicilia ha fatto “il pieno” con 25 competizioni ed una presenza massiccia in tutte le discipline. Saranno in totale 5 Rally, 1 gara di regolarità, ben 9 Slalom, 2 di Velocità Montagna e 8 competizioni karting ad animare i Campionati Siciliani 2020 con le varie validità che vedono per la regione ben 8 gare con validità di Campionato Italiano con le quali l’isola balza al primo posto nazionale per appuntamenti delle massime serie tricolori. Confermato dalla Delegazione il Trofeo Rally Sicilia.
Il 9 agosto torna a Triscina (TP) per la prova inaugurale, il Campionato Italiano Karting, evento a cura di Karting Sicilia. Dall’11 al 13 settembre sarà la 104^ Targa Florio, a cura dell’AC Palermo, a portare sulle Madonie il 3° round stagionale del Campionato Italiano Rally. Il Campionato Italiano Grandi Eventi sarà di scena dal 16 al 18 ottobre con la Targa Florio Classica, competizione di regolarità dell’Automobile Cub D’Italia, con le sue vetture di inestimabile valore che attraverseranno le provincie di Palermo e Trapani. Tre gare saranno valide per il Campionato Italiano Slalom: il messinese 25° Slalom Rocca Novara di Sicilia del 6 settembre, con organizzazione Top Competition, come il 25 Slalom Torregrotta - Roccavaldina del 4 ottobre, mentre il 18° Slalom dell’Agro Ericino (TP) del 21 settembre è a cura di Kinisia Karting Club. Dal 16 al 18 ottobre la 63^ Monti Iblei, con l’organizzazione del team Palikè porterà in provincia di Ragusa a Chiaramonte Gulfi il Campionato Italiano Velocità Montagna, che dal 23 al 25 ottobre si sposta alla 62^ Monte Erice, classico appuntamento tricolore dell’Automobile Club Trapani, con validità anche per il Campionato Italiano Velocità Salita Autostoriche.
 
 
Soddisfazione ha espresso Il delegato ACI Sport Sicilia Armando Battaglia, referente per il kart regionale, commentando l’ufficializzazione dei nuovi calendari: “E’ stata premiata la professionalità e il tempismo con i quali gli organizzatori hanno adeguato le manifestazioni, secondo le attuali normative, al momento di grave emergenza. L’avere così contribuito a livello nazionale a recuperare la stagione inserendo molte gare siciliane, ci gratifica e tutto è stato possibile grazie al preciso ed incessante lavoro che la Federazione ha svolto e continua a sviluppare con gli organi di Governo preposti”-.
 
Per quanto riguarda i Rally oltre la 104° Targa Florio, 2 appuntamenti faranno parte della Coppa di Zona per la quale è prevista a Novembre a Como la finale nazionale, di cui è stato confermato dal presidente della Commissione Rally Aci Sport Daniele Settimo l’ottimo montepremi. E’ già completamente in fase operativa, ad opera della Top Competition  il 17 ° Rally del Tirreno che si disputerà in notturna tra l’8 e il 9 Agosto, secondo le nuove direttive stabilite, nei dintorni di Villafranca Tirrena alle porte di Messina. A Ottobre, sempre per il CRZ, è in programma l’ 11 e 12, il Rally del Sosio organizzato dal comune di Chiusa Sclafani (PA). A novembre, il 28 e 29, ancora una tappa messinese con il Tindari Rally, gara evento organizzata dalla scuderia CST Sport, poi il 12 e 13 dicembre il Rally dei Templi a cura dell’AC Agrigento, completerà la serie siciliana ed il Trofeo Rally Sicilia.
 
La stagione degli Slalom che culminerà con i già citati tre appuntamenti tricolori vede inseriti nel calendario della Coppa di 5^ Zona rimodulato anche: il 4° Autoslalom Altofonte-Rebuttone in programma in provincia di Palermo il 23 agosto a cura della A.S.D Armanno Corse, il 17° Slalom Città Internazionale dei Marmi dei marmi organizzato a Custonaci in provincia di Trapani dalla AS Kinisia e  il 4°  Slalom di Salice per TOP Competition, nuovamente alle porte di Messina, a chiudere la stagione il 22 novembre. Tre slalom hanno titolazione nazionale e sono tutti validi per la serie regionale promossa dalla Delgazione ACI Sport Sicilia: 11 ottobre il 14° Autoslalom Città dei Musei a Chiaramonte Gulfi (RG) con regia del Team Palikè, seconda metà di ottobre per il 4° Slalom Monte Bonifato ad Alcamo (TP) per la Kinisia Karting, come il 4° Slalom del Satiro previsto a Mazara del Vallo (TP) il 15 novembre.
 
Già da un paio di settimane è ripartito sotto l’attenta supervisione degli organizzatori di Karting Sicilia la stagione dei “minibolidi” con le prove di Campionato Regionale di Villarosa (EN) e Vittoria (RG). Dopo l’impegno tricolore di Triscina (TP) la serie isolana proseguirà da Settembre a Novembre con altre 5 prove che si correranno a Kinisia (TP) il 6 settembre, a Ispica (RG) il 20 settembre e l’8 novembre, a Melilli(SR) il 18 ottobre e ancora a Triscina la decima e ultima prova il 6 Dicembre.
 
Info, regolamenti, calendari e classifiche dei campionati siciliani su www.acisportsicilia.it 
 
ACI Sport Delegazione Sicilia - Rif. Stampa Rosario Giordano

La 46^Alpe del Nevegal aprirà il CIVM 2020

Lunedì, 06 Luglio 2020 13:02 Published in Salite

La 46^Alpe del Nevegal aprirà il CIVM 2020

 

 

Dal 7 al 9 agosto prossimi la 46^ Alpe del Nevegal avrà il prestigioso ruolo di gara inaugurale delle salite valide per il Campionato Italiano Velocità Montagna 2020. Per la classica competizione automobilistica, organizzata da Tre Cime Promotor Asd, si tratta di un felice ritorno al passato prossimo, visto che già nel 2018, quando esordì nel calendario della massima serie tricolore delle salite, la corsa bellunese rivestì con grande impegno ed onore il significativo e per certi versi delicato compito di aprire la corsa ai vari titoli C.I.V.M. Ormai da parecchie settimane il sodalizio organizzatore, presieduto da Achille “Brik” Selvestrel, sta lavorando con dedizione ed impegno massimi al fine di definire e pianificare ogni aspetto dell’importante evento che, come è ormai assodato, donerà al territorio tanti benefici di visibilità e promozione. La particolarità del momento, in conseguenza alla nota emergenza COVID-19, ha reso quest’anno ancora più variegato e puntuale l’impegno richiesto agli organizzatori di un appuntamento di grande tradizione come la 46^ Alpe del Nevegal. Per questo, dopo aver attivato, da tempo, i canali di contatto con i rappresentanti del Governo, degli Enti locali e delle Forze dell’ordine, Tre Cime Promotor Asd, in piena sintonia e con il sostegno di ACI Sport, sta procedendo nelle varie fasi dell’organizzazione della competizione attenendosi ai vari DPCM emessi per il contenimento del contagio e seguendo le linee guida definite con i propri Protocolli da parte della Federazione Sportiva Automobilistica, per conto dell’Automobile club d’Italia. Inoltre, fin da ora rivolge un accorato appello alla popolazione tutta, affinché vengano scrupolosamente rispettate, in occasione dello svolgimento della manifestazione, tutte le misure di prevenzione previste dalle varie Autorità governative, regionali e locali. Anche l’edizione 2020 dell’Alpe del Nevegal si disputerà sul classico tracciato che, lungo la strada provinciale 31 “del Nevegal”, si snoda per 5500 metri, dal caratteristico rettilineo di Caleipo fino all’Alpe in Fiore, superando un dislivello fra partenza ed arrivo di 526 metri, con una pendenza media del 9,56%. Il record assoluto della salita venne stabilito nel 2015 dal trentino Christian Merli, su Osella FA 30 Evo Pre, con il tempo di 2.29.20, alla media di 132,7 km/h. Dal 1954, anno in cui si disputò la prima edizione, come gara sociale dell’Automobile club Belluno, ad oggi, il tracciato della corsa ha subito molte variazioni e modifiche. Le prime edizioni, quelle dell’epoca “pionieristica”, si disputarono su fondo stradale parzialmente sterrato e con lunghezza variabile fra i 6 e i 7,5 chilometri. Nei primi dodici anni se ne svolsero solo nove edizioni, che videro mettersi in luce piloti del calibro di Ernesto Prinoth, “Noris” Giacomo Moioli, Armando Zampiero, Luigi Malanca (al volante di una monoposto Lotus F3), Herbert Demetz, “Matich” e Edoardo Lualdi Gabardi. Dal 1967 al 1973, quando la competizione venne interrotta e si interruppe l’intervento organizzativo diretto dell’Automobile club Belluno, il traguardo venne portato ai 1320 metri della Faverghera. Sugli oltre 11 chilometri del nuovo tracciato si imposero Lualdi Gabardi con la Ferrari Dino, lo svizzero Peter Schetty con l’Abarth 2000, “Noris” con la Porsche Carrera 10 Ufficio stampa Roberto Bona +39 3287655660 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. Pag. 2 di 2 e “Gianfranco” con l’Abarth 2000. Nel 1973, al momento dell’interruzione, il miglior tempo assoluto era stato realizzato da Carlino Ranzato, della Scuderia Venezia Corse, su Fiat 128 Gruppo 1, in 8.53.0 alla media di 82,401 km/h. Dopo una pausa lunga sedici anni, dal 1989 al 1993, grazie all’impegno del Comitato organizzatore Alpe del Nevegal trascinato da Mario Facca e Giuseppe Ferigo, l’Alpe del Nevegal è tornata a rombare su tracciati di lunghezza compresa fra i 5570 metri della sedicesima edizione, vinta da Romano Casasola, su Osella Pa9, e i 6010 metri della ventesima, con l’inserimento della “curva Bisinella”, quando ad imporsi, per la terza volta, fu il titolato Ezio Baribbi, su Osella Pa9/90. Dal 1995, con l’avvento di Tre Cime Promotor, la corsa ha trovato una sua importante continuità che la ha vista mettere in fila ben 25 edizioni, anche con protagonisti di livello internazionale come il compianto tedesco Georg Plasa e gli austriaci Andreas Gabat e Karl Schagerl, primi nel 2014 e 2016. In questi quasi cinque lustri di gare l’Alpe del Nevegal ha celebrato le gesta di autentici campionissimi come Franz Tschager, vincitore nel 1995 e nel 1997, Pasquale Irlando (1996) e Mauro Nesti, che nel 1999, proprio qui, colse l’ultimo assoluto della sua ineguagliabile carriera. Sul traguardo dell’Alpe si sono esaltati anche piloti veloci e titolati come Andrea De Biasi (2002), Roberto Ragazzi (2005), Omar Magliona (2007), David Baldi (2008), Mirco Savoldi (2010), ma più di tutti hanno scritto momenti memorabili due piloti-simbolo della velocità in salita, entrambi capaci di eguagliare il record di successi di Ezio Baribbi con quattro assoluti: il trentino Christian Merli (2004, 2006, 2013 e 2015) e il trevigiano Denny Zardo (2009, 2011, 2012 e 2017).

Nel 2018 c’è stato l’atteso inserimento nel calendario del C.I.V.M. con la nuova affermazione del sardo Omar Magliona (Norma M20 FC Zytek). Sempre Magliona (Osella PA 2000) si è aggiudicato anche l’edizione dello scorso anno, pure valida, come quella di quest’anno, per la massima serie tricolore delle salite.

 

L'Ufficio Stampa

LA PUGLIA RIACCENDE I MOTORI

Lunedì, 06 Luglio 2020 12:54 Published in Slalom

LA PUGLIA RIACCENDE I MOTORI

 

Dopo il blocco per l’emergenza Covid-19, è pronta a partire la stagione 2020 di Puglia e Basilicata. domenica 12 luglio, sulla Pista Fanelli a Torricella (Ta), si corre il 2° Formula Challenge “Coppa dei Campioni”.

 

 

COMUNICATO STAMPA n.2 – presentazione

 

Ruffano (LE), 5 luglio 2020 – La voglia di ricominciare a correre, il coraggio di rimettersi in gioco dopo il semaforo rosso targato Covid-19: partirà domenica 12 luglio, dal circuito Pista Fanelli di Torricella, in provincia di Taranto, la stagione 2020 dell’automobilismo di Puglia e Basilicata. Il nuovo calendario ACI Sport è stato rimodulato tenuto conto anche dell’annullamento di alcune gare, come il “Rally del Salento”, il rally “Città di Casarano”, gli slalom “Valle d’Itria”, “Selva di Fasano” e “Santa Caterina”.  

La prima al via sarà il 2° Formula Challenge “Coppa dei Campioni”, organizzato dalla scuderia Salento Motor Sport, recupero della corsa che si sarebbe dovuta disputare lo scorso 29 marzo, valida come prova di apertura del 3° Campionato “Grande Salento - Trofeo-DGR Group” e del 17° Campionato Interregionale “Campania Puglia Basilicata”, promosso da Basilicata Motorsport.

“La gara della ripartenza avrà una marcia in più, e non solo per l’entusiasmo di ricominciare – dichiara il direttore di gara Carmine Capezzera-, ma anche per il grande sforzo degli organizzatori e degli organismi federali nell’impegno di rispettare e garantire tutte le misure di prevenzione e di sicurezza previste dai protocolli di emergenza Covid, così come per il senso di responsabilità che i piloti sapranno certamente dimostrare, secondo i valori autentici dello sport”.

“Ci siamo rimboccati le maniche, per ripartire - sottolinea il vicepresidente Salento Motor Sport Emanuele Giudice-, guardando con ottimismo e con attenzione verso una sfida che sarà diversa dalle altre, con nuove modalità di iscrizione e di svolgimento, e che accomunerà in uno spirito di condivisione tutte le scuderie partecipanti. Colgo questa occasione per salutare e ringraziare le squadre protagoniste del Campionato 2019 a cui rinnovo l’invito di adesione: Apulia Corse, Auto Sport Sorrento, Basilicata Motorsport, Brindisi Corse, Casarano Rally Team, Epta Motors, Fasano Corse, Greta Racing, Max Racing, Motor Sport Scorrano, New Emotion, Power Racing, Progetto Corse, Promosport, Salento Motori, Tramonti Corse, Valle d’Itria e Vesuvio Corse”.

Alla gara potranno iscriversi i titolari di Licenza di Concorrente e/o Conduttore ACI Sport, in corso di validità, con tutti i tipi di auto da corsa Aci Sport (formula, prototipi, speciale slalom, E1, Gt, rally, minicar, racing start). Per informazioni: www.salentomotorsport.it; tel. 0833 692959.

 

Foto di Andrea Calsolaro.

 

L’Ufficio Stampa

PER TRENTIN LA WSK SUPER MASTER SERIES SI CHIUDE CON AMAREZZA.

 

 

Follina li, 05.07.2020

Il doppio round della WSK Super Master Series si e’ chiuso oggi sul tracciato di Adria con il pilota MT racing Giovanni Trentin in 21esima posizione assoluta nella categoria OKJ. Questo ultimo appuntamento della mini serie WSK non era iniziata nel modo migliore con il pilota trevigiano costretto ad inseguire nelle manche dopo una qualifica tutt’altro che soddisfacente. Nelle quattro manche, con le prestazione del suo propulsore che non garantivano sempre il massimo delle performance, l’ex campione della IAME otteneva due tredicesimi, un nono e un diciottesimo posto che gli valevano lo start in Pre Finale dalla nona fila (18). Proprio la partenza a centro gruppo nella Pre Finale complicava le cose a Trentin che era costretto ad una dura lotta corpo a corpo con gli avversari che si concludeva con il trevigiano della Parolin Racing 17esimo. Nella Finalissima il pilota veneto era dunque costretto a partire dall’ultima fila e a mettere in atto una delle sue rimonte: giro dopo giro Trentin recuperava posizioni su posizioni riuscendo a passare sotto la bandiera a scacchi 21esimo con be dodici posizioni recuperate in soli 12 giri. Un week end indubbiamente lungo e travagliato per il pilota MT racing che ora guarda fiducioso alla sua prima esperienza europea in categoria Junior a Zuera (E) per la prima tappa del RMMGC.

Giovanni Trentin: “Non posso essere contento. Ci e’ sempre mancato qualcosa per poter colmare il gap che avevamo con i primi. Nella WSK per stare davanti tutto deve essere perfetto e aver fatto male le due qualifche ci e’ costato carissimo. Comunque e’ tutta esperienza che mi tornera’ utili nelle prossime gare.”

Giovanni Trentin tornera’ inn pista ad Adria domani per disputare la Pre Finale e la Finale del Round 4 della WSK Super Master Series.

 

L'Ufficio Stampa

 

FANTASTICA VITTORIA PER NAKAMURA NELLA WSK SUPER MASTER SERIES.

 

 

Caselle D’Asolo (TV) li, 05.07.2020

A sole 24 ore dalla conclusione del Round 3 WSK Super Master Series disputatosi ad Adria (RO), il Team driver di patron De Luchi si e’ ripresentato in pista questa mattina per disputare la fase finale del quarto e ultimo round della mini serie WSK. Al culmine di una settimana che ha visto team e piloti (9) impegnati senza sosta 7 giorni su 7, il team veneto festeggia una sonante vittoria con il pilota anglo-giapponese Nakamura Berta che conquista la vittoria assoluta nella categoria 60 Mini grazie ad una gara da vero guerriero. Dopo infatti aver chiuso secondo dietro a Matveev nella Finale di ieri (Round 3), il pilota del team Driver si prendeva la rivincita conquistando la vittoria proprio davanti al rivale del Team Energy. Grazie a questa vittoria il pilota Cetilar Racing chiudeva la WSK Super Master Series in seconda posizione assoluta nella categoria 60 Mini alle spalle del vincitore Matveev regalando cosi’ un ulteriore soddisfazione al team veneto.

Per gli altri piloti del team impegnati nella categoria 60 Mini il week end non e’ stato meno soddisfacente anche se qualche contatto o sfortuna di troppo ha privato alcuni di loro dei risultati meritati. Kastelic mancava il podio in Finale dopo una gara molto combattiva e un intero week end che lo ha visto sempre in lotta per la TOP 5. Piu’ attardati Nijs, Fardin e Kinnmark che ottenevano in Finale, rispettivamente, la 23esima, 24esima e 32esima posizione finale. Mancavano invece l’accesso alla Finale sia Monza (ritirato in Pre Finale per un problema tecnico ) che Outran. Ritirato, purtroppo,  in Finale a causa invece di un contatto di gara Josseron.

In KZ2 la sfortuna che aveva colpito il giovane De Marco ieri delle manche finali del Round 3 si e’ ripresentata anche nelle fasi finali del round 4. Il pilota del Team Driver e’ stato infatti costretto al ritiro in Pre Finale A a causa di un problema alla candela mentre stava conducendo la gara. In Finale, partito ovviamente dal fondo dello schieramento, De Marco si rendeva invece protagonista di una incredibile rimonta che lo vedeva passare sotto la bandiera a scacchi dodicesimo. Rammarico dunque per lui per il risultato mancato ma la convinzione di poter ben figurare in questa stagione 2020 in ogni appuntamento.

Si chiude dunque una lunghissima settimana di gare ad Adria con il Team Driver che torna protagonista della WSK dopo il lungo stop dovuto al Covid 19, confermandosi team di primissimo livello anche in ambito internazionale.

 

L'Ufficio Stampa

 

 

 

RINICELLA SI CONFERMA BATTAGLIERO NELLA WSK SUPER MASTER SERIES.

 

 

Merate (LC) , 05.07.2020

 

La lunga settimana di Adria (RO) si chiude con un pizzico di delusione per il forte pilota laziale Valerio Rinicella, grande protagonista per tutta la settimana della categoria OKJ ma in difficolta’ prestazionale in questo ultimo shot della WSK Super Master Series. Il pilota di Aprilia, al debutto assoluto nella prestigiosa categoria, ha patito nel corso della settimana il crescente aumento della temperatura atmosferica che ha cambiato di non poco il comportamento del suo kart, costringendolo ad inseguire gli avversari che nei primi giorni della settimana aveva spesso battuto. A fronte di queste difficolta’ Rinicella porta a casa la grande soddisfazione di aver fatto un debutto eccellente in una categoria molto estrema come la OKJ. Dopo aver ottenuto l’tredicesimo tempo in qualifica, il pilota Parolin Racing cercava di fare del suo meglio nelle quattro manche di sfida incrociata ottenendo un quarto, un decimo e due undicesimi che gli valevano l’accesso alla Pre Finale con uno start dalla undicesima posizione. Nella Pre Finale, il non perfetto rendimento del suo kart lo costringeva a stringere i denti e a doversi accontentare di una sedicesima posizione che lo portava a partire per la Finale dall’ultima fila dello schieramento. Con un’incredibile forza di volonta’ e determinazione, il pilota di Aprilia iniziava subito dopo il via una coraggiosa rimonta che si concludeva sotto la bandiera a scacchi con il diciannovesimo posto, dopo aver recuperato ben 12 posizioni in 16 giri. Una settimana, quella vissuta da Rinicella, di grande soddisfazione malgrado i risultati nelle Finali del Round 3 e del Round 4 non siano stati in linea al 100% con le prestazioni mostrate dal pilota apriliese. Per lui questa esperienza resta un importante passo avanti nella carriera in una stagione 2020 che si preannuncia quanto mia ricca di soddisfazioni.

Valerio Rinicella “Putroppo essere partito in Finale cosi’ indietro non mi ha consentito di lottare almeno per la TOP 10 che era il mio principale obiettivo. E’ stata una settimana molto lunga e fisicamente intensa per cui ora ci vuole un po’ di meritato riposo prima della gara di Sarno in programma gia’ il prossimo week end. La WSK e’ davvero una serie molto impegnativa e il livello dei piloti e’ altissimo per cui penso di aver davvero fatto del mio meglio per mettermi in mostra e i complimenti ricevuti dal mio team mi hanno fatto davvero molto felice. Grazie a tutti e in particolar modo ai miei sponsor, a Giorgio Gioacchini e Fausto Ippoliti per il grande supporto avuto durante tutta la settimana..”

Rinicella tonera’ in pista a Sarno (SA) il prossimo week end per la prima tappa della WSK Euro Series.

 

L'Ufficio Stampa

MIGLIONICO E RO RACING DOMINANO SUL SELE

Domenica, 05 Luglio 2020 17:57 Published in Altre Notizie

MIGLIONICO E RO RACING DOMINANO SUL SELE 

 

Battipaglia (SA) 5 Luglio 2020- Sul piccolo autodromo  (1690 metri)  alle porte di Battipaglia, il driver della Scuderia RO racing, fa capire sin dalle prove libere che bisogna fare i conti con lui. Stacca il miglior crono sul giro 55.167 a bordo della nuova Osella PA 21 JRB 1600cc motorizzata Suzuki curata dalla Paco 74 Corse. La gara si è svolta su due manche di  5 giri ciascuna, con partenza scaglionata dal direttore di gara, la classifica finale è stata stabilità prendendo il miglior tempo della migliore manche. Saverio Miglionico ferma il cronometro a 4.42.821 dopo 5 giri nella prima manche non lasciando scampo agli avversari, seppur in gara con prototipi più potenti. Miglionico ha ottenuto il successo fissando i cronometri sul tempo della prima manche conquistando il 1º posto assoluto del 10º Trofeo Superchallenge, e regalando la prima vittoria assoluta al Scuderia RO racing. “Abbiamo iniziato alla grande con Saverio, davvero una bellissima soddisfazione - ha commentato il direttore sportivo Rosario Montalbano- adesso stabiliremo i programmi per questo secondo scorcio di anno, seppur i tempi sono ristrettissimi contiamo di portare Miglionico all’esordio nelle cronoscalate, e questa per noi è una doppia soddisfazione”. 

 

 

L'Ufficio Stampa